Your SlideShare is downloading. ×
0
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Open Culture. Le Strade dell'Innovazione @ iLab Luiss

314

Published on

Obiettivi: raccontare l'innovazione tecnologica in termini di rinnovamento culturale: Open Source, Open Access e Open Content …

Obiettivi: raccontare l'innovazione tecnologica in termini di rinnovamento culturale: Open Source, Open Access e Open Content
L’inizio: Richard Stallman e la Free Software Foundation
Dal copyleft alle “Creative Commons”: l’open content
Usuer Generatede Content, Wikipedia e “La saggezza della folla”
Open Access: gli open data e open governement
Viaggio tra i progetti open più interessati (Arduino, Smart city...)
Modelli open e possibili applicazioni di business

Published in: Technology
0 Comments
3 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
314
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
3
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Internet nasce da un paradosso.
  • 2. Se una persona ha una mezza buona idea e l'altra metà sta nella testa di un altro, il Web è il connettore che permette alle due metà del cerchio di unirsi. (Tim Berners Lee)
  • 3. Il 30 aprile 1993 il CERN decise di mettere il WWW a disposizione del pubblico rinunciando ad ogni diritto d'autore. In pochi anni il WWW divenne la modalità più diffusa al mondo per inviare e ricevere dati su Internet, facendo nascere quella che oggi è nota come "era del web".
  • 4. Il Web è uno strumento collaborativo che abilita la partecipazione globale e necessita di un sistema di governance. I governi devono imparare a usare il web come supporto alla democratizzazione e garantire l’accessibilità dei dati. L'accesso a internet è un diritto. Bisogna ridurre il divario digitale.
  • 5. Il World Wide Web ha le potenzialità per svilupparsi in un'enciclopedia universale che copra tutti i campi della conoscenza e in una biblioteca completa di corsi per la formazione. (Richard Stallman)
  • 6. R. Stallman è uno dei principali esponenti e attivisti del movimento del software libero. Nel settembre del 1983 diede avvio al progetto GNU con l'intento di creare un sistema operativo composto interamente da software libero. Nell'ottobre del 1985 fondò la Free Software Foundation (FSF). Fu il pioniere del concetto di copyleft ed è il principale autore di molte licenze copyleft compresa la GNU General Public License (GPL), la licenza per software libero attualmente più diffusa.
  • 7. 1983 - GNU - progetto collaborativo con finalità sociali, etiche e politiche. “Il mio lavoro sul software libero è motivato da un obiettivo idealistico: diffondere libertà e cooperazione … quindi rendere la nostra società migliore.” (Richard M. Stallman)
  • 8. 1985 - FSF - corporazione no profit costituita da programmatori che fornisce un'infrastruttura legale e si concentra sugli aspetti politici dei software liberi a supporto del Progetto GNU.
  • 9. La licenza GNU GPL assicura all'utente libertà di utilizzo, copia, modifica e distribuzione. È oggi la più diffusa licenza per il software libero.
  • 10. http://www.gnu.org/graphics/freedom.html “Software libero” non vuol dire “non-commerciale”. “free” as in “free speech”, not as in “free beer”.
  • 11. L'espressione “software libero” si riferisce al rispetto delle libertà degli utenti e della comunità. libertà 0 - eseguire il programma, per qualsiasi scopo. libertà 1 - studiare come funziona il programma e di modificarlo in modo da adattarlo alle proprie necessità. L'accesso al codice sorgente ne è un prerequisito. libertà 2 - ridistribuire copie in modo da aiutare il prossimo. libertà 3 - migliorare il programma e distribuirne pubblicamente i miglioramenti apportati in modo tale che tutta la comunità ne tragga beneficio. L'accesso al codice sorgente ne è un prerequisito.
  • 12. Copyright Vs. Copyleft.
  • 13. Il copyleft altro non è che una modalità di esercizio del diritto d'autore che sfrutta i principi di base del diritto d'autore non per controllare la circolazione dell'opera bensì per stabilire un modello virtuoso di circolazione dell'opera, che si contrappone al modello detto proprietario. È un modello innovativo di applicazione del diritto d’autore non è un metodo per TUTELARE le opere ma solo un metodo per GESTIRNE i diritti.
  • 14. Wu Ming. l’Editoria in Creative Commons.
  • 15. Da “All rights reserved” a “Some rights reserved”.
  • 16. Open-Source Vs Free-Software, Tim-Oreilly and Richard-Stallman.
  • 17. Open Content: contenuti editoriali liberamente disponibili e riproducibili.
  • 18. UGC: User Generated Content, ogni materiale disponibile sul web prodotto da utenti invece che da società specializzate.
  • 19. La saggezza della folla: la folla è molto più intelligente della persona più intelligente che ne fa parte. Devono venire rispettate le condizioni di diversità, indipendenza e decentralizzazione. Le migliori decisioni nascono da una discussione.
  • 20. Opera di compilazione liberamente aggiornabile da chiunque.
  • 21. Open Access: libera disponibilità online di contenuti digitali, libera diffusione dei contenuti di valore scientifico accademico in ambito telematico.
  • 22. Dichiarazione di Messina (2004) "Il modello attuale della comunicazione scientifica è infatti in crisi per la sua insostenibilità economica: le università finanziano i progetti di ricerca, pagano gli accademici che la conducono e infine attraverso le biblioteche acquistano le pubblicazioni scientifiche a costi sempre maggiori. Cedendo i diritti agli editori, paradossalmente le università perdono a possibilità di poter riprodurre i propri lavori o di poterli riutilizzare o rielaborare per scopi didattici o di ricerca."
  • 23. Open Data: i dati sono beni comuni e devono essere liberamente accessibili a tutti, privi di brevetti o altre forme di controllo.
  • 24. Open Government: apertura e trasparenza.
  • 25. Open Learning: i MOOC, corsi di apprendimento e istruzione a distanza, generalmente di livello universitario, erogati gratuitamente online a livello mondiale da apposite piattaforme dedicate.
  • 26. Arduino, l’hardware open source.
  • 27. Smart Citizen, piattaforma generata dalla partecipazione degli utenti basata sulla geolocalizzazione che raccoglie dati sulle città in tempo reale. Connette luoghi e persone.
  • 28. Open Enterprise: nuovi modelli di business.
  • 29. Modello “Peer to peer Community” Comunità, dove i soggetti possono condividere informazioni, opinioni e risorse, e collaborare allo sviluppo e all’evoluzione di diversi progetti. Distribuzione (peer­distribution), valutazione congiunta (peer­evaluation), attribuzione di valore e di importanza (peer­ relevance).
  • 30. CREDITS AND MORE http://it.wikipedia.org/wiki/Software_libero http://www.softwarelibero.it/ http://www.gnu.org/ http://www.fsf.org/ http://www.copyleft-italia.it/intro.html http://www.gnu.org/licenses/licenses.it.html http://artlibre.org/licence/lal/en http://www.creativecommons.it/ http://www.wumingfoundation.com/italiano/outtakes/copyleft_booklet.html http://www.wumingfoundation.com/italiano/Giap/giap2_IV.html#copyright1 http://www.copyleft-italia.it/libri/copyleft-opencontent James Surowiecki, La Saggezza della folla http://www.gnu.org/graphics/freedom.html http://www.sssup.it/UploadDocs/7109_Dichiarazione_di_Messina.pdf http://www.photonicmoments.net/?attachment_id=3486 http://pearlrichards.wordpress.com/2010/12/27/free-and-open-source-software-foss-an-introduction/ http://it.wikipedia.org/wiki/Open_government http://www.youtube.com/watch?v=eW3gMGqcZQc http://www.kickstarter.com/projects/acrobotic/the-smart-citizen-kit-crowdsourced-environmental-m http://arduino.cc/ http://www.smartcitizen.me/ http://meedabyte.com/2011/07/26/how-peer-to-peer-communities-will-change-the-world-interview-withmichel-bauwens-p2p-foundation-founder/ http://www.artisopensource.net/
  • 31. Paola Santoro santoro@ad-webside.com

×