Your SlideShare is downloading. ×
22_11_2011 COOPERARE PER LA SALUTE - MORGANTI - Parte 1
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

22_11_2011 COOPERARE PER LA SALUTE - MORGANTI - Parte 1

461

Published on

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
461
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Gorizia – 22 novembre 2011Cooperare per la salute:sfide, idee, strumenti per la cooperazione internazionale Dr Patrizia Morganti McA - CUAMM
  • 2. Argomenti Gli obiettivi del millennio Il countdown to 2015 Le risposte di McA – CUAMM Copertura Accessibilità Equità Qualità Formazione Raccolta dati
  • 3. Obiettivi del millennio (entro il 2015)1. Sradicare la povertà estrema e la fame2. Garantire l’educazione primaria universale3. Promuovere la parità dei sessi e l’autonomia delle donne4. Ridurre la mortalità infantile (di 2/3)5. Migliorare la salute materna (ridurre ¾ le morti)6. Combattere HIV/AIDS, malaria ed altre malattie7. Garantire la sostenibilità ambientale8. Sviluppare un partenariato mondiale per lo sviluppo Patrizia Morganti – CUAMM medici con l’Africa
  • 4. Mortalità materna Morte di una donna in gravidanza o entro 42 gg dalla conclusione della stessa a qualunque epocaDr P. Morganti- Medici con l’Africa-Cuamm
  • 5. Quando muoiono le donne?
  • 6. Detto thailandese … Sto andando al mare a prendere un nuovo bambino, ma il viaggio è lungo e pericoloso, non so se tornodr Rossella Peruzzii - Medici con lAfrica CUAMM
  • 7. Il countdown to 2015 Il “conto alla rovescia” verso il 2015 cerca di identificare le variazioni degli indicatori dimiglioramento della salute materno-infantile neltempo, per sapere se siamo sulla strada giusta e quali sono le politiche che funzionano meglio I paesi del “countdown to 2015”
  • 8. Count down to 2015Popolazione<5Numero totale natiNascite registrateMortalità < 5Mortalità infantileMortalità neonataleMortalità materna
  • 9. Count down to 2015Madri adolescentiDesiderio di FPVisite prenataliTrattamento malariaTagli cesareiAllattamento precoceVisite post-nataliPolitiche attuateRisorseEquità
  • 10. Angola, neonati e < 5Dove eravamo, dove siamo,dove vogliamo arrivare Cosa si offre e a quali prezzi
  • 11. Cause mortalità materna Guatemala Maternal mortality ratio: 290/100.000 Total maternal deaths: 1.300 Infant mortality rate:29/1.000 Toral <5 deaths: 15.000AngolaMaternal mortality ratio: 1.400/100.000Total maternal deaths: 11.000Infant mortality rate: 130/1000 (47)Total <5 deaths: 165.000
  • 12. Assistenza alla gravidanza A n g o l aGuatemala
  • 13. A n g o l aEquità e continuità assistenziale G u a t e m a l a
  • 14. Brain storming: gli indicatori di saluteQuali sono gli indicatori utili per valutare i servizi sanitari offerti alla donna? Patrizia Morganti – CUAMM medici con l’Africa
  • 15. Indicatori OMS scelti da McA1. N. medio visite antenatali2. % utilizzo pianificazione familiare3. % donne vaccinate contro il tetano4. % donne trattate per malaria (intermittente)5. % parti assistiti6. % tagli cesarei7. % allattamento esclusivo al seno8. % donne che ricevono cure post natali9. % donne con sifilide in gravidanza10. % donne che alla 37°w hanno pianificato dove partorire Patrizia Morganti – CUAMM medici con l’Africa
  • 16. dobbiamo lavorare per far sìche ogni donna, ogni bambino CONTIe dato che … conta solo ciò che si può contare … occorrono i numeri! Raccolta dati! Patrizia Morganti – CUAMM medici con l’Africa
  • 17. I punti “caldi”Accesso (quanta gente ci va?) dipende da: Disponibilità (c’è una struttura sanitaria vicina?) Accessibilità (c’è un trasporto che ci arriva?) Accettabilità (me la posso permettere?) Affidabilità (sono al sicuro?)
  • 18. I problemi della donna  Sapere dove andare (educazione)  Avere dove andare (copertura)  Riuscire ad arrivarci (accessibilità)  Poterci andare (equità)  Riceverne aiuto (qualità)I problemi del fornitore del servizio  Avere personale adeguato  Avere dati attendibili  Avere risorse finanziarie per:  Strutture  Materiali  personale
  • 19. Il problema della donna: il “ritardo” Si ritarda a capire che si ha bisogno di aiuto Ritardo per problema di trasporto la struttura periferica è inadeguata (qualità) Ritardo per problema di trasporto al livello superiore La struttura di riferimento è inadeguata (qualità)
  • 20. punti da valutare e migliorareCopertura (chi usa/chi ha bisogno)Efficienza (resa per le risorse impiegate)Efficacia (miglioramento degli indici)Equità (stessi bisogni = stessa spesa, con costo proporzionale al reddito) mezzo: continuità di cure (nel tempo e nello spazio – durante tutta la vita – territorio, distretto, ospedale) Patrizia Morganti – CUAMM medici con l’Africa
  • 21. Le risposte di McA - CUAMM Educazione della comunità Sostegno alle strutture periferiche Integrazione, comunicazione, trasporto fra centro e periferia Riduzione fino alla gratuità del costo Formazione di personale qualificato Diffusione di linee guida Fornitura farmaci
  • 22. L’intervento di Medici con l’Africa CUAMM in 4 ospedali e distretti africani Ospedale di Tosamaganga, Iringa Rural Tanzania Ospedale di Wolisso South West Shoa Etiopia Ospedale di Chiulo, Ospedale di Aber, Ombadja, Angola Oyam, Uganda
  • 23. Ci prendiamo cura del parto I rischi sono maggiori al parto:  ¾ delle morti materne,  ½ delle intrauterine  ¼ delle neonatali  i casi i cui “ci si va vicino” dipendono dalla tempestività e dalla qualità delle cure ricevute al momento del parto Lancet series on maternal, newborne and stillbirths survival
  • 24. Un ospedale che funziona per mamme ebambini funziona per tutti  CHW nella comunità  Struttura sanitaria periferica  Ospedale di riferimento con sala operatoria e banca del sangue
  • 25. Figlio mio quanto mi costi!  Rinuncia all’assistenza  Ridotta utilizzazione dei servizi sanitari  Uso dei risparmi  Vendita dei beni familiari  Spese catastrofiche  Implicazioni sociali, economiche e Non “costa” solo in salute! psicologiche a medio lungo termineStoreng, K.T et al (2008) Paying the price: The cost andconsequences of emergency obstetric care in Burkina Faso.SSM, 66 (3), 545-557
  • 26. Che cosa ci proponiamo di fareRaddoppiare i parti assistiti da personale qualificato in strutture sanitarieRidurre la spesa per le donne ed i bambini < 5 aa fino ad annullarlaMigliorare la qualità delle prestazioni con la formazionedel personaleStudiare la fattibilità di un voucher per il trasportodella donna gravidaStudiare forme di finanziamento comunitario per iltrasporto
  • 27. Delitto e castigoLev Tolstoj Diritto e privilegio Moni Ovadia
  • 28. Numero morti materne/annoChe delitto hanno commesso per un tal castigo? Dati World Health Report 2005
  • 29. Diritto o previlegio? Spesa sanitaria pubblica

×