Your SlideShare is downloading. ×
Email Power 2010: Email marketing: errori da evitare di Roberto Ghislandi
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Email Power 2010: Email marketing: errori da evitare di Roberto Ghislandi

2,321
views

Published on

Slide dell'intervento tenuto da Roberto Ghislandi di Web Marketing Garden a Email Power 2010 il 14 ottobre 2010 a MIlano. …

Slide dell'intervento tenuto da Roberto Ghislandi di Web Marketing Garden a Email Power 2010 il 14 ottobre 2010 a MIlano.
3 Errori + 1 da evitare per ottenere ottimi risultati da una campagna di email marketing.

Published in: Business, Technology

0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
2,321
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
71
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Email Marketing: errare è umano, perseverare è diabolico Roberto Ghislandi Web Marketing Garden Formazione e consulenza per aziende e manager http://www.webmarketinggarden.it http://www.emailcaffe.it http://www.ghislandiweb.it roberto.ghislandi@webmarketinggarden.it Email Power 2010Email Power 2010 13 ottobre 2010
  • 2. Gli errori piùGli errori più comunicomuni 1.Liste fredde 2.Generalismo 3.Email non decifrabili
  • 3. Liste freddeListe fredde
  • 4. Raccogliere indirizzi in targetRaccogliere indirizzi in target • Su internet sembra funzionare bene la filosofia del FREE • Occorre offrire un “dono di valore” in cambio dei propri dati • Tanto più il dono è specifico tanto più gli indirizzi saranno in target • Evitare: crociere, viaggi, auto, oggetti non in target e di grande richiamo
  • 5. Qualche cosa di interessante: DownloadQualche cosa di interessante: Download • Ricerche di settore • Approfondimenti • Materiali interessanti • Materiali divertenti • Materiali esclusivi • Test
  • 6. Caso RealeCaso Reale • Da 02/2009 a 9/2010 (20 mesi) • Visitatori Unici: circa 65 persone al giorno (feriale) • Circa 2.820 richieste (10,5% dei visitatori unici) • Di questi il 6% ha successivamente chiesto info • Di questi circa 1/4 ha acquistato un corso.
  • 7. Gli errori piùGli errori più comunicomuni 1.Liste fredde 2.Generalismo 3.Email non decifrabili
  • 8. Spedire tutto a tuttiSpedire tutto a tutti 200 persone 2.000 persone Prodotto per l’infanzia Dove volantinare? Quante sono in target? Quante stanno pensando ad altro? Cosa succede dopo 3 mesi che volantinate?
  • 9. • Demografica, Geografica, Psicografica • Comportamentale (Behavioral): come hanno interagito con noi (web, email, depliant) da quanto sono clienti, come e cosa acquistano ecc. – Inviare le email solo a chi ha aperto o non aperto una email precedente o più email – Inviare solo a chi ha cliccato un particolare link o più link o non ha cliccato – Inviare a chi ha navigato su certe landing page – Inviare a chi ha / non ha acquistato ecc – Fare aumentare la spesa media dei clienti – Incrementare la frequenza di acquisto Individuare uno o più criteri “comportamentali” in base a cui raggruppare i propri contatti Spedire tutto a tuttiSpedire tutto a tutti
  • 10. Fonte: Sherpa 10 volte tanto! Spedire tutto a tuttiSpedire tutto a tutti
  • 11. • Mandare meno email ma di interesse. • Segmentazione in base alle informazioni che si hanno o in base al comportamento. • I destinatari che ricevono email poco interessanti smettono di aprirle e il database non risponde più. • Da ogni newsletter devo apprendere qualche cosa di nuovo (focus group). QuindiQuindi
  • 12. Gli errori piùGli errori più comunicomuni 1.Liste fredde 2.Generalismo 3.Email non decifrabili
  • 13. Progettato dall’art director, realizzato dal grafico,Progettato dall’art director, realizzato dal grafico, approvato dal responsabile comunicazione …approvato dal responsabile comunicazione …
  • 14. Visto dal 40% dei destinatariVisto dal 40% dei destinatari Oltre il 40% degli utenti internet ha il download delle immagini disabilitato.
  • 15. Per farli leggere …Per farli leggere …
  • 16. …… in realtà …in realtà …
  • 17. Il 90% del messaggio poteva essere fatto in Html e sarebbe risultato visibile al 40% delle persone in più!
  • 18. •Uso limitato delle immagini ma html sbagliato. •Avendo definito le dimensioni della tabella e delle colonne in % invece che in pixel anche se le immagini sono poche l’email risulta impaginata male e tutto il testo scorre nella parte destra dello schermo non visibile”
  • 19. Ottima impaginazione. Anche con il download delle immagini disabilitate il messaggio risulta chiaro e comprensibile.
  • 20. L’errore piùL’errore più gravegrave Non avere una strategia
  • 21. StrategieStrategie • Mandare email indistinte a tutto il proprio database serve poco • Occorre individuare una strategia che crei un percorso da far compiere all’utente • L’utente va convinto poco a poco e accompagnato verso lo scopo del nostro sito
  • 22. Newsletter mensile Click su Link Sì Leads NO Cliente Contatti Brochure Prodotto Apre Offerta particolare Apre Telefonata Utente Silente Interesse prodotto No NO … NO Interesse per L’Azienda Abbandono Lead Sì Sì SìNO Scarica Brochure Sì Scarica Success Story Dopo 7 giorni Success Story 7 gg 2 gg Sì No Sì No Telefonata per vendere 7 gg 2 gg
  • 23. Es. 2: Studio medico per trattamenti di bellezzaEs. 2: Studio medico per trattamenti di bellezza Nuovi iscrittiNuovi iscritti FreddiFreddi Argomento1Argomento1 Argomento 2Argomento 2 Argomento 3Argomento 3 Molto reattiviMolto reattivi Invio di 3 newsletter a cadenza settimanaleInvio di 3 newsletter a cadenza settimanale Invio newsletter a temaInvio newsletter a temaTelefonata per “svegliarli” o eliminarli Telefonata per “svegliarli” o eliminarli Telefonata per vendere Telefonata per vendere FreddiFreddi ClientiClienti Molto reattiviMolto reattivi Ogni 4 mesiOgni 4 mesi Invio newsletter a tema per mantenimento trattamento fatto + eventuali altri consigli Invio newsletter a tema per mantenimento trattamento fatto + eventuali altri consigli
  • 24. ConcludendoConcludendo • L’email marketing dà risultati molto interessanti se: – Si mandano email solo a chi le ha richieste e con contenuti di interesse • Occorre: – avere una strategia – spedire email comprensibili
  • 25. Roberto Ghislandi Email Marketing: Guida pratica per fare business con l’email Seconda Edizione: 2009 Editore: Alpha Test Pagg: 479 Prezzo: 24,90 € Con lo sconto del 10% viene meno di 5 centesimi a pagina! http://www.alphatest.it/libri/libro.php? codice=978-88-483-1144-1 Come fare per sbagliare di meno? Formazione http://www.webmarketinggarden.it e buone letture! Un consiglio?
  • 26. Grazie a tutti Roberto Ghislandi Web Marketing Garden Formazione e consulenza per aziende e manager http://www.webmarketinggarden.it http://www.emailcaffe.it http://www.ghislandiweb.it roberto.ghislandi@webmarketinggarden.it I diritti di tutte le immagini sono dei rispettivi proprietari