Your SlideShare is downloading. ×
0
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Piano performance Parco Dolomiti Bellunesi

377

Published on

Piano della performance del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi.

Piano della performance del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi.

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
377
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Governance e performance Il caso del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Napoli - Formez Nino Martino 24.11.2010 Direttore PNDBgiovedì 1 marzo 12
  • 2. La storia • Anni ’60: prime proposte di istituzione • Anni ’70: creazione riserve demaniali (16.000 ha) • DM 20.4.1990: perimetrazione • DPR 12.7.1993: istituzione Ente Parco • 2001: pubblicazione dei Piani • 2008 riperimetrazionegiovedì 1 marzo 12
  • 3. Collocazione geografica •Parte più meridionale delle Dolomiti, tra Cismon e Piave •Area “wilderness” più estesa del nord-est italiano, a meno di 100 km da Venezia •Transizione tra paesaggio prealpino e alpinogiovedì 1 marzo 12
  • 4. I“confini”delleDolomitigiovedì 1 marzo 12
  • 5. giovedì 1 marzo 12
  • 6. Vette Feltrinegiovedì 1 marzo 12
  • 7. I numeri • 31.034 ettari:la superficie • 15: i Comuni interessati • 5: le Comunità montane del territorio • 88: i residenti entro i confini • 102.870: i residenti dei 15 Comuni (48,5% della provincia)giovedì 1 marzo 12
  • 8. La struttura dell’Ente Parco Ufficio Dipendenti Direttore 1 Area Tecnica 7 Area Amministrativa 6 TOTALE 14 Personale CTA-CFS 35giovedì 1 marzo 12
  • 9. Vette Feltrine da Piazza del Diavologiovedì 1 marzo 12
  • 10. Strumenti di Governance •Piano per il Parco •PPES •Piano SIC ZPS Necessità di integrare strumenti diversi e di valutarne l’applicazione nel tempo e l’efficaciagiovedì 1 marzo 12
  • 11. 1. La Pianificazione • Il PNDB è stato il primo Parco Nazionale a dotarsi degli strumenti di pianificazione previsti dalla legge 394/91: • Piano del Parco • Piano Pluriennale Economico e Socialegiovedì 1 marzo 12
  • 12. Zonazione vigentegiovedì 1 marzo 12
  • 13. Promuovere il territorio fuori Parco: il Piano Pluriennale Economico e Socialegiovedì 1 marzo 12
  • 14. Valutare la performance •Piano annuale di gestione •Piano della performance •Indicatori sintetici dell’efficacia di gestione dell’Entegiovedì 1 marzo 12
  • 15. Piano annuale di gestione •Viene redatto dal Direttore di concerto con lo staff tecnico-amministrativo •Si compone di una relazione e di schede analitiche con indicazione di risorse finanziarie, tempistica, personale coinvolto, potenziali fattori di ritardo •Viene approvato dal Consiglio •A fine anno il Consiglio ne verifica lo stato di attuazione e approva il piano dell’anno successivogiovedì 1 marzo 12
  • 16. Piano annuale di gestione Esempio di scheda 1giovedì 1 marzo 12
  • 17. Piano annuale di gestione Esempio di scheda 2giovedì 1 marzo 12
  • 18. Piano della performance 1 In attuazione del D. Lgs 150/2009 il Parco ha: - approvato il Piano della Performance ex art. 10, comma 1 lett. a) - redatto la Relazione sulla Performance ex art. 10, comma 1 lett. b) - nominato lorganismo indipendente di valutazione della performance ex art. 14giovedì 1 marzo 12
  • 19. Piano della performance 2 LOIV (Organismo Indipendente di Valutazione) ha definito il sistema di misurazione e valutazione della performance che dovrà poi essere adottato dallEnte con apposito provvedimento.giovedì 1 marzo 12
  • 20. Valutare la performance Indicatori sintetici dell’efficacia di gestione dell’Ente: • nulla osta • indicatori di bilancio (giacenza di cassa, autofinanziamento, …) • adesioni a Carta Qualità • % utilizzo dei pascoligiovedì 1 marzo 12
  • 21. Nulla osta 1999-2010 Parere Numero % Favorevole 749 49,4 Favorevole con 716 47,2 prescrizioni Negativo 51 3,4 Silenzio assenso 0 0,0 Totale 1.516 100, 0giovedì 1 marzo 12
  • 22. Nulla osta – Sedicogiovedì 1 marzo 12
  • 23. Nulla osta - Sedicogiovedì 1 marzo 12
  • 24. Nulla osta - Sedico• Dal 1999 al 2009 a Sedico sono stati rilasciati dal Parco 363 nulla osta• Pareri favorevoli: 353 (97%) - Pareri negativi: 10• Pareri negativi: transito mezzi motorizzati 1, uso mezzi aerei 4, edilizia e infrastrutture 5• Pareri negativi per tagli boschivi: ZERO• Pareri negativi per campeggio: ZERO• Pareri negativi per sport e ricreazione: ZERO• Pareri negativi per alpeggio: ZERO• Tempo medio di risposta: 29 giornigiovedì 1 marzo 12
  • 25. Investimenti e capacità di autofinanziamento - 1993-2008 Fondi di bilancio 8000000 Finanziamenti europei 12000000 Fondi da altri soggetti 9000000giovedì 1 marzo 12
  • 26. Capacità di autofinanziamento 2004-2009giovedì 1 marzo 12
  • 27. Spese di funzionamentogiovedì 1 marzo 12
  • 28. Oneri personale in serviziogiovedì 1 marzo 12
  • 29. Totale uscite correntigiovedì 1 marzo 12
  • 30. Totale Uscite Conto Capitalegiovedì 1 marzo 12
  • 31. Totale generale uscitegiovedì 1 marzo 12
  • 32. Entrate da trasferimenti correntigiovedì 1 marzo 12
  • 33. Entrate da autofinanziamentogiovedì 1 marzo 12
  • 34. Entrate in Conto Capitalegiovedì 1 marzo 12
  • 35. Totale generale entrategiovedì 1 marzo 12
  • 36. Contributo ordinariogiovedì 1 marzo 12
  • 37. Giacenza di cassagiovedì 1 marzo 12
  • 38. Avanzo di amministrazionegiovedì 1 marzo 12
  • 39. Numero di reversali e mandatigiovedì 1 marzo 12
  • 40. Protocolli in partenza e arrivogiovedì 1 marzo 12
  • 41. Segnalazioni negativegiovedì 1 marzo 12
  • 42. Numero di nulla ostagiovedì 1 marzo 12
  • 43. Carta Qualità 300 2 225 221 197N° aziende 172 150 109 83 75 51 0 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 Anno giovedì 1 marzo 12
  • 44. Malghe nei 15 Comuni Nel Parco Fuori Parco UBA potenziali 800 980 UBA effettive 774 406 UBA potenziali/ monticate 97% 42%giovedì 1 marzo 12
  • 45. Migliorare la performance •Certificazione ISO •Registrazione EMASgiovedì 1 marzo 12
  • 46. La Certificazione ISO La certificazione, imponendo il miglioramento continuo e la verifica periodica dei risultati, risponde all’esigenza di Agenda 21 per conseguire la sostenibilità : raggiungere traguardi quantificabili entro scadenze fissategiovedì 1 marzo 12
  • 47. La Certificazione ISO La certificazione ISO 9001 e ISO 14001consente la costruzione, il mantenimento e il continuo miglioramento delle “buone pratiche” del Parco finalizzate alla conservazione delle risorse ed alla sostenibilità ambientalegiovedì 1 marzo 12
  • 48. Qualità e ambiente: un sistema integrato Il Parco ha implementato un sistema integrato qualità-ambiente secondo le norme Iso 9001 e Iso 14001, primo esempio in Europa Obiettivi  Corretta gestione ambientale finalizzata allo sviluppo sostenibile  Valorizzare le attività eco-compatibili in area PPES  “Controllare” anche le attività su cui non c’è competenza diretta per sensibilizzare le organizzazioni pubbliche e privategiovedì 1 marzo 12
  • 49. La Registrazione EMAS La corretta costruzione, installazione e mantenimento del Sistema integrato Qualità- Ambiente del Parco, rispettando le modalità di progettazione indicate, ha avuto come esito e ulteriore garanzia la registrazione EMAS 2giovedì 1 marzo 12
  • 50. Cos’è EMAS • E’ un sistema volontario comunitario di ecogestione ed audit I suoi obiettivi sono: • razionalizzare le capacità gestionali dal punto di vista ambientale delle organizzazioni • migliorarne nel tempo le prestazioni ambientali • creare un rapporto nuovo e fiduciario con le istituzioni e con il pubblico • coinvolgere attivamente i dipendentigiovedì 1 marzo 12
  • 51. 1. Conservazione delle risorse Piano del naturali Parco PPES 2. Attività per lo Agenda 21 Sviluppo sostenibile Carta Qualità VISION 2000 Parco Fossil free Progetto speciale ISO 14000 Fauna Progetto speciale Selvicoltura Progetto speciale Malga Modello EMAS 2 Buone pratiche Certificazionegiovedì 1 marzo 12
  • 52. Comune di Comune Comune Comune di Comune di Feltre di di La Valle Ponte nelle Alpi Belluno Pedavena Progetto LIFE 04 EN/IT/ 000494 AgEmas integrazione di Agenda 21 ed EMAS in un’area con rilevante valore ecologicogiovedì 1 marzo 12
  • 53. Gli obiettivi del progetto • Registrazione Emas di un terzo dei comuni del Parco (5 su 15) • Validazione del modello di area vasta • Integrazione Agenda 21 - EMAS • Valorizzazione Carta Qualità evoluzione in ECOLABELgiovedì 1 marzo 12
  • 54. Gli obiettivi strategici • Integrazione politiche ambientali • Governance territoriale • Consolidamento dei metodi partecipativi ed estensione dei processi di qualificazione • Trasparenza dei momenti decisionali • Definizione e valorizzazione di un marchio territoriale dei prodotti e dei servizi di qualità • Competizione virtuosa e connessione con reti affinigiovedì 1 marzo 12
  • 55. Gli strumenti attuativi • Il comitato promotore • Le registrazioni comunali e la validazione del modello di area vasta • Ecolabel e la qualità delle produzioni in ambito europeogiovedì 1 marzo 12
  • 56. Le prospettive per il futuro • Registrazione Emas di nuovi Comuni del Parco • Registrazione Ecolabel della foresteria del Parco • Attuazione del nuovo Piano Pluriennale Economico e Socialegiovedì 1 marzo 12
  • 57. Il mondo selvatico aspetta l’amicizia dell’umanità R. Paynegiovedì 1 marzo 12

×