Slide Web 20
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Slide Web 20

on

  • 5,587 views

corso Web 2.0 Unibo ed ER autunno 2009 - versione 21.11.2009

corso Web 2.0 Unibo ed ER autunno 2009 - versione 21.11.2009

Statistics

Views

Total Views
5,587
Views on SlideShare
5,371
Embed Views
216

Actions

Likes
9
Downloads
141
Comments
1

11 Embeds 216

http://nonbibliofili.splinder.com 161
http://nonbibliofili.wordpress.com 23
http://www.slideshare.net 20
http://bibliotecarieblog.blogspot.com 3
http://iamlitalia.blogspot.com 2
http://seilcuoremiosimpenna.blogspot.ch 2
http://www.nonbibliofili.splinder.com 1
http://bibliotecarieblog.blogspot.com.es 1
http://seilcuoremiosimpenna.blogspot.it 1
https://nonbibliofili.wordpress.com 1
http://bibliotecarieblog.blogspot.it 1
More...

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Slide Web 20 Slide Web 20 Presentation Transcript

  • Web 2.0 e biblioteche strumenti e applicazioni Virginia Gentilini [email_address] http://nonbibliofili.splinder.com/ 2009
  • Argomenti
    • Società dell'informazione, Information and Communication Technology, Web 1.0 e Web 2.0
    • Tecnologie del Web 2.0
    • Pratiche sociali 2.0
    • Web 2.0 e web semantico
    • Diritto della proprietà intellettuale
    • Participatory culture, Participatory Librarianship
    • Library 2.0
    • Mobile Web per le biblioteche
    • Slide e bibliografia: http://www.slideshare.net/ virna
  • Società dell'informazione, ICT, Web 1/5
    • Società dell’informazione di massa
    • Quantità di informazione
    • Pluralità dei canali
    • Formazione continua
    • Concetti di cultura
    • Analfabetismo tradizionale e digitale
    • Cittadino contemporaneo (Anna Galluzzi, Biblioteche per la città ):
    • Stile di vita metropolitano
    • Mobilità
    • Omologazione / ibridazione delle culture
    • Individualismo / comunitarismo
    • Utilizzo più intenso del tempo libero
    • Vita quotidiana, intrattenimento e consumo culturale sono mescolati
  • Società dell'informazione, ICT, Web 2/5
    • ICT, Information & Communication Technology
    • Informazione > conoscenza codificata
    • Comunicazione > distribuzione della conoscenza
    • Censis - UCSI, Evoluzione delle diete mediatiche giovanili in Italia e in Europa: settimo rapporto sulla comunicazione , 2008
    • Dieta mediatica: insieme dei consumi di libri, giornali, tv, radio, cellulare, internet
    • Rivoluzione digitale:
    • distribuzione + produzione
    • Molte conseguenze…
  • Società dell'informazione, ICT, Web 3/5
    • Gli editori perdono il loro monopolio
    • Proprietà intellettuale
    • Cultura partecipativa
    • Coda lunga
    • Progetti di digitalizzazione
    • Disintermediazione
    • Information overload
    picco dei bestseller coda lunga dei prodotti meno venduti, ma complessivamente molto richiesti
  • Società dell'informazione, ICT, Web 4/5
    • Un cambiamento di paradigma per le biblioteche?
    • "... quando una professione nasce come risultato di un qualche tipo di scarsità di risorse, come ad esempio per i bibliotecari o per chi lavora nella televisione, i professionisti sono spesso gli ultimi ad accorgersi quando quella scarsità viene meno. E' più facile capire la concorrenza piuttosto che l'obsolescenza." (Clay Shirky, Uno per uno, tutti per tutti : il potere di organizzare senza organizzazione , p. 45)
    • Biblioteche e digitale:
    • automazione (sistemi ILS)
    • supporti (floppy disk, cd-rom, online)
    • > Ecosistema
    • Quale ruolo nel nuovo ecosistema?
  • Società dell'informazione, ICT, Web 5/5
    • Web 1.0
    • Strumento di pubblicazione (website, database …)
    • Strumento di comunicazione (BBS, newsgroup, e-mail …)
    • Web 2.0
    • Insieme di tecnologie e pratiche caratterizzate da:
    • Interattività
    • Produzione
    • Condivisione
    • Fusione degli strumenti di pubblicazione e comunicazione
    • … è solo un tag! ;-)
  • Tecnologie del Web 2.0 1/9
    • Wiki = software per la creazione di database condivisi
    • WikiMatrix: compare them all http://www.wikimatrix.org/
    • Wikipedia http://it.wikipedia.org (MediaWiki)
    • Sapere enciclopedico, 2 modelli:
    • Stampa: autorevolezza garantita da editore e autori, peer review, scarso aggiornamento, scarsa copertura tematica
    • Online free: autorevolezza non garantita, concetto di “credibilità” degli autori, facilità di aggiornamento, maggiore copertura
  • Tecnologie del Web 2.0 2/9
    • Wiki per la comunità dei bibliotecari:
    • Wiki delle biblioteche dell’Università di Bologna http://wiki.biblioteche.unibo.it
    • Wiki per la comunicazione interna di Salaborsa
    • Library Success: A Best Practices Wiki http://www.libsuccess.org/
    • Open Access in Italia http://wiki.openarchives.it/
  • Tecnologie del Web 2.0 3/9
    • Wiki per gli utenti delle biblioteche:
    • BiblioAbele, Biblioteca del Centro studi del Gruppo Abele http://biblioabele.pbworks.com/
    • University of Calgary Wiki http://wiki.ucalgary.ca (community wiki)
    • Biz Wiki, Ohio University http://www.library.ohiou.edu/ subjects / bizwik , business information (subject guide wiki)
  • Tecnologie del Web 2.0 4/9
    • Blog (Web Log) = diario online, strumento di pubblicazione rapida
    • strumento di espressione personale (blog personali)
    • forma di pubblicazione agile (strumento di citizen journalism, sito della piccola biblioteca)
    • strumento di comunicazione uno-a-molti (comunicazione politica, blog aziendali, blog istituzionali) > modello broadcasting del consumo passivo
    • strumento di comunicazione uno-a-pochi (blog per comunità professionali ristrette)
    • Piattaforme:
    • Wordpress http:// it.wordpress.com /
    • Blogger (Google) https://www.blogger.com
    • Splinder http://www.splinder.com/
  • Tecnologie del Web 2.0 5/9
    • Blog per la comunità professionale:
    • Bibliotecari non bibliofili! http://nonbibliofili.splinder.com/
    • Biblio(a)tipici http://www.biblioatipici.it/
    • Ciber NewsLetter http://cab.unime.it/cibernewsletter/
    • The Geek Librarian http://bonariabiancu.wordpress.com/
    • Virtual Dave… Real Blog http://quartz.syr.edu/rdlankes/blog/
  • Tecnologie del Web 2.0 6/9
    • Blog per gli utenti:
    • Gruppo/i di lettura http:// gruppodilettura.wordpress.com /
    • Polo bibliotecario di Scienze - Università di Padova http:// poloscienze.blogspot.com /
    • Temple University Library News http:// blog.library.temple.edu / liblog /
    • Education Library Blog @ University of Pretoria http://edulibpretoria.wordpress.com/
    • Motori di ricerca specifici:
    • Technorati http://technorati.com/
    • Liquida http://www.liquida.it/
  • Tecnologie del Web 2.0 7/9
    • RSS (Really Simple Syndication) = formato per la distribuzione di contenuti su web
    • http://www.bibliotecasalaborsa.it > xml-rss
    • 2 tipi di fruizione dei feed RSS:
    • Dal web ad una diversa pagina web
    • Pleiadi http://www.openarchives.it/pleiadi/
    • Dal web ad un aggregatore (feed reader)
    • Google Reader
  • Tecnologie del Web 2.0 8/9
    • Mashup = applicazione web ibrida, che utilizza informazioni provenienti da più fonti in un servizio nuovo
    • API: Application Programming Interface
    • Fonti: Google Maps, Amazon, eBay, ecc.
    • Es: ACNP + Google Maps
  • Tecnologie del Web 2.0 9/9
    • Programmable Web http://www.programmableweb.com/
    • (portale di informazioni tecniche e repertorio di mashup)
    • Citation generator http://www.amacite.com/ books
    • Access Denied Map (Global Voices) http:// advocacy.globalvoicesonline.org / projects / maps /
    • API:
    • Library of Congress Subject Headings http://www.programmableweb.com/api/ library-of-congress-subject-headings
    • WorldCat Search API http://www.programmableweb.com/api/ worldcat-search
  • Pratiche sociali 2.0 1/11
    • Social tagging = indicizzazione semantica sociale, folksonomy
    • Librarything http://www.librarything.it/
    • Pro: Bottom-up
    • Pratica libertaria, non restrittiva
    • Serendipity
    • Economicità
    • Contro: Schemi piatti, non gerarchici
    • Mancanza di standardizzazione
    • Basso livello di trovabilità
    • Correttori: social tagging “guidato”
  • Pratiche sociali 2.0 2/11
    • Social bookmarking = condivisione di repertori di indirizzi Internet
    • Connotea http://www.connotea.org/
    • Delicious http:// del.icio.us /
    • Media sharing = condivisione di foto e video
    • Flickr http://www.flickr.com/
    • Library of Congress su Flicker http:// www.flickr.com/photos/library_of_congress /
    • (Web 2.0 + indicizzazione professionale)
    • YouTube, blip.tv http:// blip.tv / , Vimeo http:// www.vimeo.com / ,
    • Condivisione di documenti testuali, slide, ecc .
    • Scribd http://www.scribd.com/
    • Slideshare http://www.slideshare.net/
  • Pratiche sociali 2.0 3/11
    • Social networking = reti sociali, piattaforme che connettono spazi web personali e che inglobano una pluralità di strumenti di comunicazione (blog, media sharing, chat, ecc.)
    • Facebook http://www.facebook.com/
    • MySpace http://www.myspace.com/
    • Twitter http://twitter.com/
  • Pratiche sociali 2.0 4/11
  • Pratiche sociali 2.0 5/11
    • Facebook in Italia
    • Fonte: Vincenzo Cosenza http://www.vincos.it/ osservatorio-facebook /
  • Pratiche sociali 2.0 6/11
    • Facebook in Italia
    • Fonte: Vincenzo Cosenza http://www.vincos.it/ osservatorio-facebook /
  • Pratiche sociali 2.0 7/11
    • Social network > sì o no?
    • Comunicazione istantanea, internazionale
    • Diffusione informazioni (campagna politiche, aggiornamento professionale)
    • Strumento di marketing per le aziende
    • Sperimentazione di tecnologie nuove
    • Privacy (modulazione delle impostazioni)
    • Gestione dei diritti
    • Tendenza a restringere l’uso della rete ai SNS
  • Pratiche sociali 2.0 8/11
    • Microblogging = piattaforma di connessione di spazi personali, pensati per messaggi minimi di testo (What are you doing?).
    • Lettura di aggiornamenti di utenti selezionati
    • Messaggistica diretta fra singoli utenti
    • Seguire argomenti attraverso parole chiave che gli utenti hanno taggato e reso ricercabili
    • Utilizzo personale
    • Backchannel
    • Organizzazione di eventi collettivi
    • Citizen journalism, es. #iranelection
    • Twitter http://twitter.com/
  • Pratiche sociali 2.0 9/11
    • File sharing = condivisione di file fra pc remoti
    • Enorme disponibilità di contenuti culturali a disposizione
    • Accesso semplice e veloce
    • Disponibilità globale
    • In crisi interi settori economici (grandi case di produzione e distribuzione musicali e cinematografiche, ecc.)
    • In pericolo il ruolo degli intermediari culturali
    • Indicizzazione sporca
    • Virus e malware
    • Occupazione di grandi quantità di banda
    • Infrazioni del copyright
  • Pratiche sociali 2.0 10/11
    • File sharing > reazioni dell’industria culturale
    • Mantenimento dello status quo per vie legali
    • Nuovi modelli di business (es. iTunes di Apple)
    • Vendita di spazi pubblicitari
    • Micropagamenti
    • Diffusione di contenuti digitali copyleft, mentre il mercato si sostiene attraverso altri generi di introiti
    • es. Jamendo http://www.jamendo.com/ it / / eMule, BitTorrent, The Pirate Bay
  • Pratiche sociali 2.0 11/11
    • UGC = User Generated Content
    • Facilità nella produzione e diffusione di contenuti propri
    • Mancanza di un processo di validazione tradizionale (ricerca istituzionale, editoria professionale, peer review)
    • Attivismo
    • Democratizzazione del sapere
    • Modello della “credibilità”
    • Superficialità
    • Sapere “amatoriale”
    • Modello dell'autorità riconosciuta
  • Web 2.0 e web semantico 1/4
    • Semantic web for dummies! ;-)
    • La funzione di intermediazione è svolta dai motori di ricerca
    • HTML descrive la struttura dell'informazione (quale parte del testo è un titolo, quale è un link, ecc.), si occupa della sintassi ma non della semantica
    • La semantica è affidata agli umani
    • gatto?
  • Web 2.0 e web semantico 2/4
    • HTML
    • <meta name=&quot;keywords&quot; content=&quot;gatto, allevamento, animali domestici&quot;>
    • <meta name=&quot;description&quot; content=&quot; Come fare felice il vostro beniamino &quot;>
    • <meta name=&quot;author&quot; content=&quot;Associazione Amanti dei felini&quot;>
    • Web semantico RDF
    • <item rdf:about=&quot; http://dbpedia.org/page/Cat &quot;> gatto </item>
  • Web 2.0 e web semantico 3/4
    • Web
    • Informazione semi-strutturata
    • Set minimi di metadati
    • Link che collegano pagine
    • Interpretazione “manuale”
    • Web semantico
    • Iper-indicizzazione
    • Classificazioni semantiche che organizzano i rapporti fra concetti
    • Metadati che collegano dati
    • Elaborazione automatica
  • Web 2.0 e web semantico 4/4
    • Web semantico:
    • Codifica dei documenti in un linguaggio diverso da HTML (es. RDF)
    • URI (Uniforme Resource Identificator) per ogni concetto
    • Definizione formale dei legami fra concetti come nei tradizionali thesauri (ontologie), es. il gatto è un animale, un mammifero, della famiglia dei Felidi ecc.
    • Agenti software in grado di interpretare una struttura complessa di metadati
    • Fattibilità: mole di lavoro, sviluppo software
    • Vaghezza semantica in ontologie di grandi dimensioni
    • Web semantico e Web 2.0 possono coesistere?
    • Il Web semantico è il Web 3.0?
  • Proprietà intellettuale 1/7
    • Informazione (opera dell’ingegno) = bene economico immateriale, non escludibile, non rivale
    • Costi di produzione alti, costi di riproduzione e di distribuzione bassi
    • Senza una regolazione artificiale, il mercato dell'informazione non reggerebbe. La proprietà intellettuale garantisce artificialmente all'autore un diritto di monopolio. L'autore può scegliere di gestire i suoi diritti in vario modo, attraverso vari tipi di licenze
    • Copyright (ambito anglosassone), diritto d'autore (Italia)
    • L'informazione è però anche un bene cumulativo e incrementale, quindi i diritti riconosciuti all'autore devono avere dei limiti. Es: brevetto per invenzione > 20 anni, diritto d'autore > vita dell'autore + 70 anni
  • Proprietà intellettuale 2/7
    • Cambiamenti dovuti al digitale:
    • Il concetto di copia (legato al mondo della stampa) è superato
    • I costi di distribuzione calano ancora di più
    • Attraverso mezzi tecnici, l'informazione può essere totalmente “chiusa” (es: tenendo segreto il codice sorgente di un software, criptando un file audio) oppure totalmente “aperta” (formati aperti)
    • Il diritto deve fronteggiare un contesto internazionale
  • Proprietà intellettuale 3/7
    • 2 modelli di distribuzione dell'informazione:
    Copyleft: GNU GPL Creative Commons Open Access Wikipedia Open source: Linux Open Office P2P: eMule BitTorrent Jamendo Modello aperto Copyright Diritto d’autore Banche dati ad accesso riservato Proprietario: Sebina Microsoft Office DRM iTunes Modello chiuso Licenza Accesso alla conoscenza Software Gestione dati
  • Proprietà intellettuale 4/7
    • Copyleft
    • Movimento culturale (open access, open source, open data, fruizione libera)
    • In senso legale, un modello di gestione dei diritti d'autore basato su licenze con le quali l'autore indica ai fruitori che la sua opera può essere utilizzata, nel rispetto di alcune condizioni essenziali
    • GNU GPL (General Public License)
    • GNU LGPL (Lesser General Public License)
    • GNU FDL (Free Documentation License) > Wikipedia
    • Licenze nate per il software
    • Necessità di un sistema di licenze facile da usare e da capire
  • Proprietà intellettuale 5/7
    • Creative Commons
    • Sistema internazionale: versioni ported / unported
    • http://www.creativecommons.it/
    • “ Deed” es. http:// creativecommons.org / licenses / by-nc-sa /2.5/ it /
    • Licenza integrale es. http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.5/it/legalcode
  • Proprietà intellettuale 6/7
    • CC statistics (totale stimato: 150 milioni)
  • Proprietà intellettuale 7/7
    • Come cercare risorse CC
    • Ricerca avanzata Google http://www.google.it/ advanced_search ? hl=it
    • Cerca e pubblica su http://www.creativecommons.it/
    • Motori di ricerca di singole risorse come Flickr (Ricerca > ... > Ricerca avanzata)
    • Come usare risorse CC
    • Essere certi della licenza della risorsa che ci interessa è l'unico modo per mixare risorse online senza correre rischi
    • Siti web es. http://www.bibliotecasalaborsa.it/bibliografie/10392
    • > Biblioteca digitale
  • Participatory culture & Librarianship 1/6
    • Henry Jenkins
    • Cultura convergente
    • Apogeo, 2007
    • Convergenza mediatica
    • Intelligenza collettiva e cultura partecipativa (natura sociale del consumo di media)
  • Participatory culture & Librarianship 2/6
    • Convergenza mediatica
    • Fenomeni anche contrastanti fra loro:
    • Influenza sulla cultura mainstream di prodotti culturali nati dai consumatori grazie all'abbassamento dei costi di produzione e distribuzione (UGC)
    • Concentrazione nella proprietà nei grandi media mainstream commerciali
    • Interdipendenza dei sistemi di comunicazione mainstream e bottom-up
    • Distribuzione dei contenuti su medium diversi
  • Participatory culture & Librarianship 3/6
    • Cultura partecipativa
    • Fenomeni che partono tipicamente dal basso come le fan culture rappresentano una rivisitazione della folk culture, in versione di massa
    • La cultura partecipativa rappresenta non solo un paradigma del consumo culturale nella contemporaneità, ma un cambiamento sociale potenzialmente più profondo:
    • Queste le “idee cruciali: che la cultura della convergenza rappresenta un cambiamento nei modi in cui pensiamo i nostri rapporti con i media, che il cambiamento comincia dal nostro rapporto con la cultura popolare; ma che le abilità che acquisiamo attraverso il gioco possono avere conseguenze su come impariamo, lavoriamo, partecipiamo al processo politico e ci connettiamo con gli altri in una parte o nell'altra del mondo.” (p. XLVI)
  • Participatory culture & Librarianship 4/6
    • Information literacy intesa come educazione all'alfabetismo mediale:
    • “ Proprio come non abbiamo mai considerato 'alfabeta' qualcuno che sappia leggere ma non scrivere, allo stesso modo non possiamo concepire che qualcuno sia, per così dire, medialfabeta se può solo consumare ma non ha alcuna possibilità di espressione.” (Jenkins, p. 180)
    • Read-Write, Remix, cultura manipolativa
    • Es. Jamglue, Remixing for the masses http://www.jamglue.com/
  • Participatory culture & Librarianship 5/6
    • R. David Lankes
    • Le reti partecipative,la biblioteca come conversazione
    • http://www.aib.it/aib/cg/gbdigd07.htm3
    • Web 2.0 + teoria della conversazione
    • Biblioteca come ente “facilitatore della conversazione” in quanto produttore di un “ambiente informativo ottimale ”
  • Participatory culture & Librarianship 6/6
    • Biblioteca come luogo di produzione di conoscenza, non solo di conservazione, aperta ai contributi degli utenti
    • “ Aggiungere un blog o un wiki può essere considerato semplicemente come un servizio supplementare all'attuale offerta della biblioteca. Come succede con il progresso tecnologico in genere, le scarse risorse vanno commisurate con il desiderio di incorporare nuovi servizi. Decidiamo di sviluppare la collezione, di migliorare il sito web o di offrire blog agli studenti? Un approccio migliore a questo tipo di decisioni è considerare i bisogni della comunità di utenti di riferimento nel contesto dei compiti comunemente attribuiti alle biblioteche e vedere come essi possono essere ripensati (e potenziati) come strumenti di conversazione o partecipativi.”
    • > opac, reference, comunicazione
  • Library 2.0 1/12
    • Book Social Network, Social Cataloguing
    • Librarything, Anobii
    • > non solo la gestione dei contenuti, ma neppure la gestione dei metadati è più un nostro esclusivo monopolio
    • Opac : tradizionali, arricchiti, Social Opac (SOPAC)
    • Opac tradizionali
    • Rispetto di standard catalografici
    • Necessità di personale esperto per l'inserimento di record
    • Interfacce poco usabili
    • Il modello “inventariale” prevale su quello comunicativo
  • Library 2.0 2/12
    • Opac arricchiti
    • Materiali aggiuntivi (abstract, sommari, digitalizzazioni parziali)
    • > l’informazione aumenta, ma resta statica
    • Link resolver: record bibliografico > banche dati esterne
    • es. Università di Firenze http://www.sba.unifi.it/
    • Social Opac
    • Strumenti di socializzazione o di condivisione di UGC > interazione
    • Scriblio (WPopac)
    • es.
    • Lamson Library, Plymouth State University http://library.plymouth.edu/
    • Ann Arbor District Library http://www.aadl.org/ catalog
  • Library 2.0 3/12
    • AquaBrowser – My Discoveries
    • http://www.aquabrowser.com/products/
    • es.
    • University of Western Sidney http://uws.aquabrowser.com/
    • Fort Saskatchewan Public Library (Canada) http://sclibrary.aquabrowser.com/?skin=ftsask-blue
    • Demo http://demo.aquabrowser.com/?q=mercury
    • Regione Toscana http://www.aquabrowser.it/COBIRE3/default.ashx
    • Altri software
    • Clavis, Sistema bibliotecario Provincia Verona http://sbp.provincia.verona.it/
    • SOL, Sistema bibliotecario di Roma http://www.bibliotu.it/
  • Library 2.0 4/12
    • Opac : interazione in che senso?
    • interfacce di ricerca più vicine alle modalità naturali della ricerca (legge del minimo sforzo, associazione mentale)
    • arricchimento contenuti (copertine, abstract, ToC)
    • integrazione di risorse da fonti diverse
    • interazione diretta da parte dell'utente con tagging e rating
    • contenuti prodotti dall'utente integrati in opac (recensioni)
    • catalogo come strumento di una comunità di utenti: profili personali, gruppi di interesse, ecc.
  • Library 2.0 5/12
    • Reference digitale ( Ask a Librarian ):
    • Email – email
    • Form web – email
    • Chat
    • Cobrowsing (navigazione assistita)
    • VOIP
    • SMS reference (Text a Librarian)
    • Tendenze internazionali:
    • Cooperazione avanzata
    • Internazionalizzazione (rete Question Point)
    • Strumenti di comunicazione sincrona
    • Presenza di servizi di Q&A, Question & Answer, o di Social Reference
    • Proactive Reference (reference in mobilità?)
  • Library 2.0 6/12
    • Cooperazione, chat e internazionalizzazione:
    • es. Enquire, People’s Network, online services from England's public libraries http://www.peoplesnetwork.gov.uk
  • Library 2.0 7/12
    • Social Reference
    • &quot;Social reference indica i servizi online di tipo collaborativo forniti da comunità di volontari sui siti di Questions & Answers (Q&A). Questi volontari trattano milioni di richieste di informazione online, che vengono archiviate per un futuro riutilizzo. L'aumento nella popolarità dei siti di questo tipo è notevole; dal 2006 al 2008, il numero delle visite ai cinque maggiori siti Q&A è aumentato del 889% ... Il maggiore, Yahoo! Answers, comprende più di 23 milioni di risposte risolte ed oltre 100 milioni di utenti ...&quot; (Pnina Sachaf)
    • Yahoo! Answers http:// answers.yahoo.com /
    • WikiAnswers http:// wiki.answers.com /
    • Answerbag http://www.answerbag.com/
    • Wikipedia Reference Desk http://en.wikipedia.org/wiki/Wikipedia_help_desk
    • Cha Cha http://www.chacha.com/
  • Library 2.0 8/12
    • Come considerare questi servizi?
    • Concorrenti di bassa qualità?
    • Piattaforme online da utilizzare per i nostri servizi di reference?
    • es.
    • Enquire su Yahoo! Answers UK
  • Library 2.0 9/12
    • Yahoo! Answers Italia http://it.answers.yahoo.com/
  • Library 2.0 10/12
    • Twitter per il reference
    • Science Library, Yale University http:// twitter.com / yalescilib
    • Nebraska Library Commission, pagina Ask a Librarian http://www.nlc.state.ne.us/ref/contactus.asp > Twitter
  • Library 2.0 11/12
    • Sta cambiando l'idea stessa del reference?
    • servizio meno strutturato
    • diffuso su piattaforme multiple
    • erogato con strumenti che non sono sotto il nostro controllo (software, server)
    • più pubblico
    • più condiviso
    • “ ... many of these interactions aren't traditional reference transactions as we used to understand them. But that's exactly the type of challenge we face with new media for ref - the evolving nature of info queries and transactions”
    • (Joseph Murphy, Science Library Yale, 14.09.2009, dig-ref)
  • Library 2.0 12/12
    • Comunicazione , biblioteche e social network
    • I social network sono più utilizzati dell'email
    • Fonte: Global Faces and Networked Places : A Nielsen report on Social Networking’ s New Global Footprint (marzo 2009)
    • Salaborsa su Facebook
    • Fiorenzuola d'Arda (PC)
    • Biblioteca DAMS Università di Torino
    • Newberry Library , Chicago
    • The Merrill-Cazier Library , Utah State University
    • Green Library , Stanford University
    • Servizio cooperativo di reference digitale QandANJ.org su MySpace e Facebook
  • Mobile web per le biblioteche 1/7
    • Ubiquità dell'informazione: distribuzione in rete + consumo mobile
    • “ ... considerando l'uso italiano degli smartphone, è possibile dire che si presentano già due modelli di accesso al mondo digitale, una via italiana in cui è il telefonino a trainare internet e una via nordica in cui è internet a trovarsi direttamente al centro della cultura digitale giovanile.” (Censis-UCSI, p. 77)
  • Mobile web per le biblioteche 2/7
    • Smart phone (cellulare + capacità computazionale di un computer)
    • Modello voce-centrico > modello data-centrico
    • Obsolescenza del concetto stesso di telefonia?
    • Previsioni del Pew Internet & American Life Project (dic. 2008):
    • Cellulare come unica connessione alla rete per la maggioranza delle persone nel mondo?
    • Evoluzioni: acquisto tramite scanning, strumento di pagamento, sistema di identificazione, sistema GPS, traduttore testo/voce, videoconferenza
    • Necessari: copertura wireless e satellitare, disponibilità di fonti energetiche, prezzi minori, schermi più grandi e maneggevoli (ibrido fra cellulare e laptop?), superamento dei monopoli delle telecomunicazioni, protocolli e standard universali
    • Rischi: il cellulare diventa uno strumento di controllo
    • Previsioni alternative: il cellulare non assumerà questa importanza perché saranno molti oggetti d'uso quotidiano ad essere collegati ad una rete ubiquitaria. Oppure: più la tecnologia diventerà avanzata, più aumenterà il digital divide
  • Mobile web per le biblioteche 3/7
  • Mobile web per le biblioteche 4/7
    • Avvisi via SMS (circolazione del materiale, eventi in biblioteca, ecc.)
    • Versioni mobili dei siti delle biblioteca
    • Ball State University Libraries http://www.bsu.edu/ libraries /mobile/
    • New York Public Library http:// m.nypl.org /
  • Mobile web per le biblioteche 5/7
    • Servizi per le reti di cooperazione
    • OPLIN, Ohio Public Library Information Network http://www.oplin.org/mobile/
    • MOPAC, Mobile Opac
    • WorldCat Mobile http://www.worldcat.org/mobile/ default.jsp
    • Collezioni digitali e database
    • PubMed mobile http://pubmedhh.nlm.nih.gov/nlmd/
    • Tutorial sull'uso della biblioteca
    • Johns Hopkins University, Sheridan Libraries Podcasts http://www.library.jhu.edu/ podcasts / index.html
  • Mobile web per le biblioteche 6/7
    • Audiotour della biblioteca
    • Columbia University, C.V. Starr East Asian Library http://www.columbia.edu/cu/ lweb / indiv / eastasian / tours.html
    • SMS reference
    • Orange County Library System http://www.ocls.info/ sms / default.asp ?bhcp=1
    • Ebook e audiobook
    • eNYPL Collection of Downloadable Media http:// ebooks.nypl.org /F1B693BD-85BF-41BC-A589-025D25CFE3EA/10/257/en/ default.htm
  • Mobile web per le biblioteche 7/7
    • E-book come mobile device
    • By
    • Affiliate
    • CC
    • Convergenza, es: fumetti (Wired), http://www.wired.it/ promo / disney
    • Blog http:// mobile-libraries.blogspot.com /
    • “ Io, in quanto tecnico, so che la tecnologia non trasforma un bel niente. E' la società a cambiare la tecnologia, e non il contrario. La tecnologia pone solo i limiti di ciò che possiamo fare e di quanto ci costa farlo”
    • Linus Torvalds
    • Rivoluzionario per caso: come ho creato Linux (solo per divertirmi )