Your SlideShare is downloading. ×
Presentazione Laurea Picariello Vincenzo Matr. 450334
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Presentazione Laurea Picariello Vincenzo Matr. 450334

1,940
views

Published on

Servizio di popolamento automatico per una piattaforma semantica di gestione di biblioteche elettroniche

Servizio di popolamento automatico per una piattaforma semantica di gestione di biblioteche elettroniche

Published in: Technology

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,940
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Servizio di popolamento automatico per una piattaforma semantica di gestione di biblioteche elettroniche Laureando : Picariello Vincenzo matr. 450334 Relatore : Chiar.mo Prof. Semeraro Giovanni Corelatore : Chiar.mo Dott. Iaquinta Leo
  • 2. Outline
    • Biblioteca digitale
    • FEDORA( F lexible E xtensible D igital O bject R epository A rchitecture )
    • Popolamento automatico di un repository
    Outline
  • 3. Biblioteca digitale
    • Biblioteca digitale
      • è la biblioteca della società dell’informazione;
      • si basa sulla connettività e su una disponibilità organizzata in rete dell’informazione;
      • è una realtà virtuale che produce servizi reali;
      • richiede tecnologia per connettere risorse di molti;
      • è un sistema informativo organizzato e integrato;
      • è un servizio di accesso ai contenuti delle varie collezioni;
      • ha per obiettivo l’accesso universale.
    Biblioteca digitale
  • 4.
    • La biblioteca digitale può essere definita in termini di:
      • contenuti : le risorse, oggetti digitali veri e propri (ossia le sequenze di bit che li rappresentano) e i metadati associati ad essi, i quali includono i metadati descrittivi (Dublin Core);
      • servizi : consentono la fruibilità degli oggetti digitali da parte degli utenti, avvalendosi delle informazioni veicolate dai metadati;
      • utenti : tutti i soggetti che hanno accesso alla rete possono essere definiti “utilizzatori delle risorse digitali”;
      • tecnologie : che consentono la conservazione e l'archiviazione a lungo termine, la diffusione degli strumenti per il commercio elettronico, e la definizione di standard per la gestione digitale dei diritti ( Digital Rights Management ).
    Biblioteca digitale Biblioteca digitale
  • 5. Metadati
    • Metadati
      • La componente della biblioteca digitale in cui l’interoperabilità è influenzata nel modo più evidente e decisivo è quello dei metadati, ovvero di quelle informazioni, generalmente strutturate e scandite in campi, relative a documenti primari, che ne permettono una più efficiente organizzazione, gestione e recupero.
    • Dublin Core
      • È un sistema di metadati costituito da un nucleo d’elementi essenziali ai fini della descrizione di qualsiasi materiale digitale accessibile via rete informatica; si propone come uno standard di descrizione delle risorse in formato elettronico.
      • È stato concepito allo scopo di descrivere risorse informative generiche che potessero essere recuperate in una sola sessione di ricerca, trattando i documenti come oggetti forniti d’etichette (tag) che ne evidenziano determinate caratteristiche.
    Biblioteca digitale
  • 6. Fedora Repository
    • Fedora è un software open source della “University of Virginia Library and Cornell University”.
    • Modello di oggetto digitale flessibile ed estensibile
    • Oggetto digitale ( Digital Object D.O. )
      • contenuti di tipo eterogeneo
      • Behavior Definition e Behavior Mechanism Object
    • Caratteristiche principali:
      • è open source;
      • accetta dati in un qualsiasi tipo di formato digitale;
      • utilizza per metadati lo standard DublinCore;
      • gestione di relazioni tra oggetti;
      • sfrutta l’inserimento e l’archiviazione dei metadati nello standard XML.
    Fedora
  • 7. Modello Digital Object Fedora Identificatore Digital Object Service view : metodi per disseminare contenuto Internal view : metadati necessari a gestire l’oggetto Content view : insieme di dati e metadati identificativo unico e persistente dell’oggetto elemento che associa un servizio esterno con lo scopo di fornire una vista estensibile dell’oggetto o del contenuto è il componente dell’oggetto digitale che rappresenta il vero e proprio contenuto multimediale (immagine, testo, video) è un file in formato FOXML (Fedora Object XML) che facilita la gestione dell’oggetto e in cui sono descritte tutte le proprietà dell’oggetto
  • 8.
    • Il FEDORA Object Model permette di asserire delle relazioni tra gli oggetti archiviati, in modo che un certo numero d’oggetti collegati tra loro possano andare a costituire gli items di una collezione, i componenti di un oggetto più grande oppure un insieme di risorse con un qualcosa in comune.
    • Relazioni tra DO
      • RELS-EXT (" REL ation S hips- Ext ernal")
    • Oggetti digitali
      • identificati tramite URI ( U niform R esource I dentifiers) ottenuta concatenando il PID alla stringa "info:fedora/“
    • Il Fedora relationship ontology
      • rappresenta un insieme di relazioni;
      • le relazioni possono essere ridefinite o estese;
      • le relazioni sono dichiarate dalla prospettiva di un oggetto ad un altro come il seguente pattern:
    • <subjectFedoraObject> <relationshipProperty> <targetFedoraObject>
    Fedora Relationship ontology Fedora
  • 9. Movie Domain
      • Internet Movie Database ( http://www.imdb.com )
    • EachMovie Dataset
      • 72.916 utenti
      • 1.628 film
      • Valutazione degli utenti scala 0 e 5
    • Informazioni principali:
      • Titolo, Regista, Cast, Genere, Trama e Keywords.
    • Si sono definite le seguenti tipologie di DO:
      • coll :FilmsCollection
      • coll :ActorsCollection
      • film :nomefilm
      • act :nomeattore
    Ingest
  • 10. Automatic ingesting
    • Ingesting di Digital Objects di tipo collezione (coll:nomecollezione)
    • Si è pensato di definire DO per le collezioni Films e Actors, al fine di creare oggetti concettualmente intesi come classe di oggetti, dove i singoli film e i singoli attori rappresentano istanze di queste due classi.
    • Sui singoli membri delle collezioni sono stati definiti i seguenti Datastream, oltre a quello indispensabile relativo al DublinCore :
      • MemberQuery
      • MemberList
      • ViewStylesheet
    Ingest
  • 11. Automatic ingesting
    • Ingesting di Digital Objects di tipo non-collezione (film:nomefilm)
    • Sui singoli membri della collezione FilmsCollection sono stati definiti i seguenti Datastream:
      • DC
      • RELS-EXT
      • Photo
      • Rating
      • Trailer
      • Trama
    • Sono stati definiti due Disseminator per rendere fruibili l’immagine e il video associati al
    • DO e dei meccanismi tali da legare essi alla particolare risorsa definita.
    • Ingesting di Digital Objects di tipo non-collezione (act:nomeattore)
    • Sui singoli membri della collezione ActorsCollection sono stati definiti i seguenti Datastream:
      • DC
      • Photo
      • RELS-EXT
    Ingest
  • 12. RDF
    • Il R esource D escription F ramework ( RDF ) è un framework per la descrizione della conoscenza nel web. È lo strumento base per la codifica, lo scambio e il riutilizzo di metadati strutturati; è alla base del web semantico e permette la condivisione d’informazioni sul web.
    • L’RDF si basa su tre principi chiave:
      • qualunque cosa può essere identificata da un URI;
      • the least power: utilizzare il linguaggio meno espressivo per definire qualunque cosa;
      • qualunque cosa può dire qualunque cosa su qualunque cosa.
    • Il data model RDF è semplice, ed è basato su tre tipi di oggetti:
      • Risorsa : qualunque cosa descritta da una espressione RDF viene detta risorsa; una risorsa può essere una pagina Web o un elemento XML all’interno del documento sorgente;
      • Proprietà : è un aspetto specifico, una caratteristica, un attributo, o una relazione utilizzata per descrivere una risorsa;
      • Espressione : una risorsa, con una proprietà distinta da un nome, e un valore della proprietà per la specifica risorsa, costituisce un’espressione RDF.
    Ingest
  • 13. Relazioni RDF
    • Graficamente, le relazioni tra Risorse , Proprietà e Espressioni vengono rappresentate mediante grafi etichettati orientati, in cui le Risorse vengono identificate come nodi (graficamente delle ellissi), le Proprietà come archi orientati etichettati, e i valori come rettangoli. Una rappresentazione grafica della descrizione RDF utilizzata nel nostro dominio è la seguente:
    Ingest isMemberOf isCostituentOf isMemberOf film:ToyStory coll:FilmsCollection act:TomHanks act:TimAllen act:DonRickles coll:ActorsCollection
  • 14. Grazie per l’attenzione… End