Web marketing e digital strategy

943 views

Published on

Capire le differenze tra il marketing tradizionale e il web marketing, quali passaggi obbligati devono compiere le aziende. Breve cenno agli strumenti più utilizzati per le campagne pubblicitarie on line. Infine una strategia in 8 punti per sviluppare un piano di web marketing.

Published in: Marketing
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
943
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
191
Actions
Shares
0
Downloads
54
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Web marketing e digital strategy

  1. 1. WEB MARKETING E DIGITAL STRATEGY Vincenzo Bianculli
  2. 2. Marketing tradizionale “... un sistema integrato di attività, organizzato per sviluppare, attribuire un prezzo, promuovere e distribuire prodotti e servizi capaci di soddisfare i bisogni e i desideri del target di market, per far realizzare all'impresa i suoi obiettivi P. Kotler Web Marketing “...La tecnologia rende possibile creare, economicamente e coerentemente, un'offerta al cliente che è unica: non una sola volta, ma per tutte le volte” L. Downes e C. Mui cosa cambia con il web
  3. 3. Le variabili che tradizionalmente si includono nel marketing mix sono le 4P (in inglese four P’s) teorizzate da Jerome McCarthy: Product, Price, Place, Promotion. Il prodotto (Product) è il bene o servizio che si offre (vende) Il prezzo (Price) è il corrispettivo in denaro che il consumatore è disposto a pagare per ricevere un determinato bene o servizio. La Distribuzione (Place) è l’insieme di attività necessarie a far giungere un determinato prodotto al consumatore finale, con i vari passaggi intermedi La Comunicazione (Promotion) è l’insieme di attività volte a promuovere, pubblicizzare La quinta “P” People/Partecipazione/Purpose cinque leve
  4. 4. PUBLIC RELATIONS MARKETING SOCIETING nuovo approccio
  5. 5. PRODUTTORI E CONSUMATORI IMPRESE E MERCATI PROSUMER SOCIETA’ I consumatori diventano anche produttori contribuiscono a innovare prodotti e servizi, inventano il modo di utilizzarli, elaborano nuovi significati degli stessi per realizzare i loro personali obiettivi all’interno della società societing
  6. 6. I mercati online cominciano a organizzarsi da soli molto più rapidamente delle aziende che tradizionalmente li rifornivano. Grazie alla rete, i mercati diventano più informati, più intelligenti e più esigenti rispetto alle qualità che invece mancano nella maggior parte delle aziende. cluetrain manifesto
  7. 7. Marketing tradizionale Web Marketing Clientela Di massa/target Profilata Prezzo Stabilito dall’azienda Stabilito dal cliente Canali di distribuzione Presenza di intermediari Tendenzialmente diretto Nuovi prodotti Decisioni aziendali Decisioni condivise Strategia Clienti random/spot Clienti fedeli tradizionale vs 2.0
  8. 8. Web Marketing SEARCH MARKETING SOCIAL EMAIL MARKETING DISPLAY AFFILIATE MARKETING MOBILE MARKETING strumenti
  9. 9. • Superare le resistenze e rispondere alle obiezioni • Costruirvi credibilità, affidabilità e autorevolezza • Raccontare la vostra storia (chi siamo, cosa facciamo) • Generare buzz tramite i social network • Entrare in contatto con i miei clienti in modo diretto • Condividere con loro i miei valori e le mie iniziative • Informare, divertire, giocare, ascoltare, fidelizzare • Co-creare, facendoli sentire al centro dei miei interessi social
  10. 10. Ricerca • Posizione Premium e laterali • Siti partner (Virgilio, Ask, ecc) • Vari tool del network Google (immagini, Maps, ecc) • Gmail • You Tube Siti esterni Google pubblica annunci pay per click sulle migliaia di siti che accettano questi tipi di Annunci (Google AdSense) Come • Testuali (rete Search e Display) • Banner (rete Display) Dove • Computer Desktop • Notebook • Tablet • Smartphone display
  11. 11. Organica Annunci search marketing
  12. 12. SEO SEM Search Engine Optimization Ottimizzare un sito per gli utenti che usano i motori di ricerca Search Engine Marketing Collegamenti sponsorizzati per apparire subito nelle ricerche che ci interessano search marketing
  13. 13. One to One Newsletter Transazionali Commerciali e-mail marketing
  14. 14. CTOR - Click-To-Open Rate Indica la percentuale di utenti che ha cliccato sul messaggio rispetto al totale degli utenti che ha aperto l’email almeno una volta. OR - Open Rate - Tasso di Apertura È uno dei fattori chiave per giudicare il successo di una campagna. Indica il numero di email aperte sul totale di quelle inviate. › OR: totale delle aperture sul totale delle email recapitate; › UOR: lettori unici sul totale delle email recapitate. Bounce - Email errate Sono indirizzi email che hanno restituito un errore a seguito di un invio. Gli errori possono essere più o meno gravi, permanenti (hard) o transitori (soft). Conversion rate Indica i visitatori unici che hanno effettuato l’operazione desiderata, cioè visitare la pagina di un sito, compilare un form, scaricare un catalogo o un documento, portare a termine un acquisto e così via. e-mail marketing
  15. 15. Il "merchant" (ossia il sito dell'azienda di cui gli affiliati promuovono i prodotti o servizi) riconosce una commissione per ogni azione (acquisto, registrazione, download, etc...) effettuata dagli utenti provenienti da un sito affiliato Vantaggio: ROI elevato affiliate marketing
  16. 16. PER ESSERCI AL MOMENTO GIUSTO PER VALORIZZARE LA LOCALIZZAZIONE PER RAGGIUNGERE LE PERSONE GIUSTE PER OFFRIRE APP DEDICATE PER FARSI VEDERE BENE mobile marketing
  17. 17. Chiarezza e Semplicità Arriva subito al punto Usa gli elenchi puntati, immagini e video Inserisci una call to action landing page Pagina di atterraggio, ovvero dove il cliente arriva dopo il click
  18. 18. Campagne cost per click (acronimo CPC) Campagne cost per mille impression (acronimo CPM) Le pubblicità online a performance: • Campagne cost per sale (acronimo CPS), basate sulle vendite prodotte; • Campagne cost per lead (CPL), basate sulle richieste di informazioni/preventivi ottenute; • Campagne cost per action (CPA), basate sulle azioni generate dall’utente (ad esempio l’iscrizione ad un concorso); • Campagne cost per download (CPD), basate sul numero di download effettuati, di un software o di una app. CTR – Percentuale Visualizzazione/Clic principali metriche
  19. 19. 1 - Analisi di base del prospect • Chi é • Cosa propone, vende, offre • Qual'é la sua storia • Qual'é la Mission e qual'é la Vision • Motivo/necessitá che ha portato al vostro incontro • Dati di web analytics aggiornati, il più specifiche possibile digital strategy
  20. 20. 2 - Analisi interna e della concorrenza • Mission e vision come vengono comunicati? • Analisi organigramma aziendale • Analisi best competitor che offrono servizi simili e migliori digital strategy
  21. 21. 3 – Analisi reputazione online • C'é interesse intorno al brand, sui luoghi del digitale? • Qualcuno ne parla? Calma piatta? • Se sì: chi e in quali luoghi in particolare? • Come se ne parla? Il messaggio che arriva è coerente? • E dei maggiori competitor, se ne parla? Se sì, come? Perché? digital strategy
  22. 22. 4 – Predisposizione monitoraggio • Formazione sulle opportunitá della web analytics e del ROI • Implementazione del sistema di tracciamento • Report settimanale/mensile dei luoghi tracciati digital strategy
  23. 23. 5 – Analisi delle keywords • Per quali concetti e parole chiave il cliente é anche solo potenzialmente collegabile? • Tra queste kw, quali sono quelli più cercate (kw generiche, di massa)? Quali quelle di nicchia (long tail)? ? • Gestione dei contenuti, e della suddivisione delle pagine in ottica SEO • Rimodellamento e ottimizzazione con un'attivitá di SEO profonda che influisca sul codice delle pagine, e da lì riposizioni il sito (kw generiche e long tail) digital strategy
  24. 24. 6 – Creazione di un piano editoriale • Scelta dei contenuti, del tono di voce, del tipo di persona. • Analisi delle fonti principali per raccogliere spinti e news. • Scelta delle tempistiche di redazione • Scelta dei luoghi di raccolta delle immagini • Chi gestirá il piano editoriale nel medio-lungo termine? digital strategy
  25. 25. 7 – Creazione di un ecosistema 2.0 • Scelta dei social media • La creazione della LinkedIn Company • Chi è il community manager? • Cosa e come postare sui social media? digital strategy
  26. 26. 8 – Campagna di web marketing • Cosa si vuole promuovere? • Le landing page sono ottimizzate! • Scelta degli strumenti su cui investire, in base al budget • Reporting settimanale/mensile degli analytics in relazione alle campagne svolte digital strategy
  27. 27. Disattenzioni epic fall
  28. 28. Zittire epic fall
  29. 29. Discriminazioni epic fall
  30. 30. Parodia epic win
  31. 31. Ascoltare epic win
  32. 32. Sociale epic win
  33. 33. VINCENZO BIANCULLI WWW.LARICERCADELLAVORO.COM contatti

×