Quantica sem venture_capital_9-11-07
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Quantica sem venture_capital_9-11-07

on

  • 935 views

 

Statistics

Views

Total Views
935
Views on SlideShare
744
Embed Views
191

Actions

Likes
0
Downloads
4
Comments
0

3 Embeds 191

http://incipitcampania.wordpress.com 187
http://flavors.me 3
http://www.linkedin.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Quantica sem venture_capital_9-11-07 Quantica sem venture_capital_9-11-07 Presentation Transcript

  • QUANTICA SGRVenture Capital della Ricerca Un caso di Venture Capital SISB, 9 novembre 2006
  • Investitore istituzionale in capitale di rischioGli operatori di Private Equity (PE) e di Venture Capital (VC) rappresentano investitori istituzionali incapitale di rischio: con tale termine si intende l’apporto di risorse finanziare per un arco temporalemedio-lungo (comunque limitato) da parte di operatori specializzati sotto forma di partecipazionediretta al capitale azionario. PE e VCPrivate equity provides equity capital to enterprises not quoted on a stock market. Privateequity can be used to develop new products and technologies, to expand working capital, tomake acquisitions, or to strengthen a company’s balance sheet. It can also resolve ownershipand management issues. A succession in family-owned companies, or the buyout and buyin of abusiness by experienced managers may be achieved using private equity funding.Venture capital is, strictly speaking, a subset of private equity and refers to equity investmentsmade for the launch, early development, or expansion of a business. Fonte: www.evca.comL’accezione Genuine Venture Capital, tipicamente americana, fa riferimento ai segmenti seed e start-up e specificamente alle operazione di investimento cosiddette hi-tech. Stefano Peroncini - Milano, 9 novembre 2006 1
  • PE vs VC Private Venture Equity (es. Capital buy out) Attività di investimento con moderato Attività di investimento con grado di rischio: il grado di rischio elevatissimo grado di rischio: si specifico di business coincide con riferisce ad attività di creazione di quello del settore specifico in cui opera impresa per sfruttare scoperte l’azienda target + rischio finanziario scientifiche o tecnologiche da aggiuntivo dovuto alla leva finanziaria. portare sul mercato. Enfasi sui “numeri”. Enfasi sulle persone e sull’idea. Ruolo spesso criticato, visti come Ruolo sociale di impatto sul “locuste” sistema imprenditoriale e sull’innovazioneIl rischio sopportato si riflette inevitabilmente sul modus-vivendi di un venture capitalist, in termini sia di tipologia di approccio al deal in fase di closing sia di modalità di gestione emonitoraggio della venture-backed per rispettare i piani di sviluppo e portare l’innovazione sul mercato senza bruciare inutilmente (e ulteriore) cassa! Stefano Peroncini - Milano, 9 novembre 2006 2
  • Definizioni di un Venture Capitalist”We venture capitalists like to think of ourselves as giants striding across the technologylandscape, showering money on terrific young entrepreneurs, adding value, creating jobs, nurturing real companies. We are financial samurai”. (Howard Anderson,founder Yankee Group, cofounder YankeeTek Ventures) Preferiamo una definizione in italiano del Venture Capitalist….. “un DECATLECA, perchè deve saperne di marketing, finanza, economia, contabilità, affari legali, proprietà intellettuale, selezione, gestione e motivazione delle persone, negoziazione, public speaking, coaching etc etc” Stefano Peroncini - Milano, 9 novembre 2006 3
  • Il mercato del capitale di rischio in Italia INVESTIMENTI: TREND STORICO vs I Sem. 2006 Nonostante lassenza di mega deal, nel 1° sem. 2006, gli operatori attivi in Italia hanno complessivamente investito 826 milioni di Euro, per un totale di 119 operazioni di investimento. Nel confronto con i dati storici di semestre, considerando il solo "mid market“ al netto cioè dei mega deal, il 1° sem. 2006 registra il secondo valore più alto negli ultimi 5 anni, dopo il 2005. TIPOLOGIA DI INVESTIMENTI NEL I Sem. 2006Come per il passato, nel corso del 1° sem. 2006 lamaggior parte delle risorse è stata destinata ai buyout pari a circa il 54% dellintero mercato per 34operazioni realizzate (36 nel 1° sem. 2005).Crescono del 60% vs 1° sem. 2005 i capitalidestinati all’expansion (oltre il 33% del mercatototale in valore, circa il 40% del numero dioperazioni realizzate). E’ la tipologia più numerosa.Ancora contenuta lattenzione per le start up con €9 ml (1% del totale) investiti in 24 operazioni, contaglio medio inferiore ai € 400 k per investimento.DATI AIFI - PRICEWATERHOUSECOOPERS Stefano Peroncini - Milano, 9 novembre 2006 4
  • Presentarsi con successo ad un venture capital LIUC, 6 novembre 2006 5
  • Davvero serve un VC?Sono il tuo VC Alcune premesse…. non tutti i buoni progetti di impresa necessitano di un venture capital; oltre il 90% dei bp che arrivano a un VC vengono scartati; un VC che finanzia un’impresa rileva una quota consistente della società e vuole mettere i suoi uomini nelle posizioni chiave; un VC deve rivendere la sua partecipazione dopo qualche anno, monetizzando consistentemente l’investimento iniziale. Cosa rappresenta un Venture Capitalist? Un socio “scomodo e difficile” ma che…. Stefano Peroncini - Milano, 9 novembre 2006 6
  • Deriva o Maxi yacht?…..permette ad un equipaggio ben collaudato e dotato di un progetto “costoso” per unabarca innovativa di arrivare pronto alla regata. GARA DI VELA CLUB NAUTICO preparazione: qualche we budget: 5 - 10.000 Euro staff: 1 - 2 persone ritorno: soddisfazione personale Regata AMERICA’S CUP preparazione: 2 - 4 anni budget: circa 50 - 100 Mil. Euro staff: 30-50 persone ritorno: soddisfazione personale e ritorno economico Stefano Peroncini - Milano, 9 novembre 2006 7
  • Le regole del Gioco: il Business Plan LIUC, 6 novembre 2006 8
  • Cosa chiede il venture capitalist?L’approccio americano al Venture Capital Chi sei Quanti soldi chiedi per la tua idea Come li spendiOssia tutto il contrario di come vengono presentati ibusiness plan in Italia! Stefano Peroncini - Milano, 9 novembre 2006 9
  • Il Business PlanIl business plan, nell’ottica di investimento in capitale di rischio, è il primo elemento diriferimento attraverso cui l’investitore istituzionale valuta e seleziona le diverse opportunitàdi investimento.Un buon business plan, come un buon cv, deve essere chiaro, leggibile e catturarel’interesse di chi lo legge e può essere articolato come segue: Executive Summary è forse la parte più importante dell’intero business plan: serve a dare un’idea chiara e sintetica del business e deve convincere ad andare nella lettura; value proposition del progetto di impresa, descrizione del progetto imprenditoriale (business, mercato, tecnologia, risorse) swot analysis sintesi dei risultati economico-finanziari attesi (scopo della richiesta di investimento, piano di rientro degli investimenti, prospetti ecnomico-patrimoniali, etc.) ess Ipotesi di exit sin B u la n Imprenditorialità P come si è conosciuto il gruppo proponente track record ruoli e competenze dei soci nella struttura Stefano Peroncini - Milano, 9 novembre 2006 10
  • Il Business Plan (segue)Tecnologia Tempi innovazione su cui si basa l’idea di impresa Gantt del progetto (con indicazione delle milestone) applicazioni di mercato attuali e prevedibili evidenza dei punti critici confronti con tecnologie/prodotti concorrenti o potenzialmente tali Dati economico/finanziari trend tecnologici È necessario tradurre l’operatività dell’impresa in strategia di tutela brevettuale numeri e previsioni credibili: costi, ricavi, profitti ed esigenze verosimilmente realizzabili. necessità produttive L’orizzonte temporale di riferimento deve essere ….. almeno pari a tre anni, e per ciascun anno devono essere preparati il conto economico, lo statoMercato patrimoniale ed il rendiconto finanziario. analisi dell’arena competitiva Fondamentale predisporre prospetti di cash flow strategia di posizionamento e target clientela mensile per almeno il primo anno, che tenga effettivamente conto delle uscite di cassa in strategia di marketing, distribuzione e di funzione del momento che sostengo il costo penetrazione del mercato finanziario. ….Organizzazione e persone orgranigramma e funzionigramma Identificazione di competenze e key man …. Stefano Peroncini - Milano, 9 novembre 2006 11
  • Cause tipiche del mancato investimentoAlcune delle principali cause del mancato investimento sono rappresentate da limitata credibilità dell’iniziativa, del progetto imprenditoriale o dei suoi proponenti: tecnologia superata o “commodity” senza contenuto di servizio; difficoltà di implementazione e realizzazione del prodotto/servizio; dimensione del mercato non interessanti; track record non documentato o inesistente. …. scarsa potenzialità prospettica di generare “valore” dell’investimento: a elevati costi di investimento iniziale; bassa capacità dell’azienda di generare valore (cash flow); scarse possibilità di way-out futura; …. incoerenza e incompatibilità degli obiettivi e risultati (esplicitati nel business plan) con le risorse finanziarie, tecnologiche e conoscitive a disposizione dell’azienda; assenza di visione del management, nonché scarsa volontà di adeguarsi a meccanismi di incentivazione (es. piani di stock option) o di controllo; ….. Stefano Peroncini - Milano, 9 novembre 2006 12
  • Le regole del Gioco: le clausole LIUC, 6 novembre 2006 13
  • Un annedoto L’avvio delle attività di due diligence sul progetto di investimento viene preceduto dalla firma di un term sheet – non binding – che definisce le regole del gioco e che prelude all’Investment agreement. Alla presentazione del term sheet, l’imprenditore “frena” i propri entusiasmi! Tentativi di negoziazione e invio Term Sheet Stupore e modificato disorientamento Presentazione alla controparte Term Sheet modificato Incontro con Lunga e faticosa imprenditore e comprensione del Term Firma Term Cancellazione presentazione VC di “Chi, Sheet Sheet originario innesti e modificheidea e business Quanto, Come” plan Solo dopo la firma del term sheet, si procede ad avviare le attività di due diligence tecnologiche e di mercato. Stefano Peroncini - Milano, 9 novembre 2006 14
  • Le regole di Gioco “Compriamo” un BP e chiediamo ragionevoli “certezze” su risultati ambiziosiInvestimento di minoranza ma qualificata, fino al 49%.Investimento cash dell’imprenditore/ricercatore (evidentemente non proporzionale all’investitore).Coinvolgimento totale, estensivo ed esclusivo dell’imprenditore/ricercatore. Patti di non concorrenza. Clausole di bad leaver. Accordi chiari con eventuali università di appartenenza, che prevedano prelazioni in favore della società finanziata in tema di brevetti o altri ritrovati da attività di ricerca effettuata per università o altri centri di ricerca.Proprietà intellettuale conferita o ceduta alla società finanziata. Titolarità dei diritti di sfruttamentoeconomico.Lock-up azionario dei manager fondatori.Investimento in tranches al raggiungimento di milestone di progetto. L’impiego dell’Investimento deve essere investito in working capital e fixed assets per sostenere la realizzazione del Business Plan. I capitali apportati non devono servire a rilevare quote di azionisti uscenti. Stefano Peroncini - Milano, 9 novembre 2006 15
  • Le regole di Gioco (segue) Facoltà di recedere dalla società oppure di esercitare un’opzione call per acquistare il controllo di diritto della Società.Chiare regole di governance: nomina di rappresentanti (non esecutivi) in consiglio, nomina di presidente e un membro del collegio sindacale, nomina società di revisione; delega AD per implementazione business plan (allegato al contratto di investimento); diritti di veto in assemblea e in Cda per decisioni straordinarie e al di fuori del business plan. Reporting periodico, qualitativo e quantitativo, sulla gestione aziendale e sviluppi tecnologici.Way-out definita al momento del closing e certa nel tempo (2-5 anni). Ad esempio: IPO entro una certa data; obbligo di co-vendita a partire dal completamento dell’ultima tranche dell’Investimento, qualora si prefigurasse la possibilità di cedere ad un terzo il 100% del capitale della Società ad un prezzo pari o superiore al fair market value della stessa; impegno all’acquisto da parte dei fondatori oppure obbligo di co-vendita in caso di scostamenti superiori ad una certa soglia di EBITDA, previsto nel contratto di investimento. liquidation preference sull’l’importo derivante da qualsiasi cessione, da attribuire in via preferenziale all’Investitore fino al raggiungimento dell’Ammontare Investito. Stefano Peroncini - Milano, 9 novembre 2006 16
  • Il caso Quantica: un ponte tra ricerca e finanza LIUC, 6 novembre 2006 17
  • Quantica SGR, Venture Capital della Ricerca MANAGEMENT COMPANY Quantica SGR è la prima Società di Gestione del Risparmio in Italia costituita ai sensi del Provvedimento di Banca d’Italia del 19 luglio 2001 e autorizzata all’esercizio del servizio di gestione collettiva del risparmio. Quantica SGR gestisce fondi chiusi di investimento riservati per attività di venture capital rivolta ad imprese ad alto contenuto tecnologico. Quantica è partecipata da qualificati attori della ricerca scientifica italiana (CNR-INFM, INSTM, CSGI) e dal management. Quantica è sponsor da due edizioni del PNI - Premio Nazionale Innovazione, business plan competition tra atenei finalizzata all’individuazione del progetto di impresa più innovativo. “PRINCIPIA” FUND “The Principia broughtNewton fame, publicity, and “Principia”, fondo chiuso di diritto italiano, investe esclusivamente in financial security. capitale di rischio di società non quotate, che siano di recente costituzione It established him, at the (ovvero da costituire) e che abbiano come missione attività di ricerca e di age of 45, as one of the utilizzazione industriale della ricerca stessa nell’ambito di nuove iniziative greatest scientists in history”. economiche ad alto contenuto tecnologico. Fondi attualmente gestiti: 20 Mil. Euro Stefano Peroncini - Milano, 9 novembre 2006 18
  • Screening e logica di portafoglio In media un VC riceve diverse centinaia (se non migliaia) business plan“From origination to investment” in un anno. I VC hanno in portafoglio diverse decine (se non centinaia) di imprese ORIGINATION da gestire. Logica di portafoglio: su 10 start-up finanziate da un VC, almeno il 40% 484 è destinato a non portare risultati, il 50% consente di recuperare almeno SCREENING quanto investito (o poco più) e solo il 10% (cifr. 1 impresa su 10!) ha ritorni in grado di più che compensare l’andamento dell’intero 402 portafoglio, con un ritorno totale di portafoglio (IRR, Internal Rate Return) molto elevato. 1ST PH. EV. Sindrome di “innamoramento”: ogni target ritiene che la propria 38 idea/tecnologia sia unica sul mercato. 2ND PH. EV. 8 CLOSING 5 1% Stefano Peroncini - Milano, 9 novembre 2006 19
  • Portfolio CompaniesTecnologia: LVAD, Left Ventricular Assistance DeviceRound di investimento: € 5,5 Mil.Compagine azionaria: Quantica SGR (leading investor, 45%), Banca Intesa (4,5%),il management (25%), Umbra Cuscinetti (17%), Tecnobiomedica (8,5%).Drivers dell’operazione: elevato commitment e competenza del management; tecnologia patent-protected, già provata estensivamente in vitro e in vivo su vitelli; partner industriale leader nel proprio settore.Tecnologia: saggi biotecnologici per l’identificazione dell’attività di farmaci destinati allacura delle patologie neurodegenerative.Round di investimento: € 1,5 Mil.Compagine azionaria: Quantica SGR (9%), Finlombarda (40%), State Street GlobalInvestments (11%), Fondatori (36%), Università di Milano (4%).Drivers dell’operazione: spin-off del Dipartimento di Scienze Farmacologiche dell’Università di Milano; elevato interesse al prodotto/servizio da parte del mercato di sbocco. competenze altamente distintive e riconosciute a livello mondiale. Stefano Peroncini - Milano, 9 novembre 2006 20
  • Portfolio CompaniesTecnologia: un motore di ricerca di nuova generazione basato su tecnologia spidering peroffrire a professionisti e aziende del settore dell’elettronica industrile un web tool capace diestrarre e correlare informazioni sempre aggiornate e generate da molteplici fonti.Round di investimento: € 1,5 Mil.Compagine azionaria: Quantica SGR (46,1%), Fondatori (50,9%), The Net Planet Srl – TNP(3%).Drivers dell’operazione: avanzata tecnologia di web spidering; conoscenza profonda del settore di riferimento; competitività sul mercato globale.Tecnologia: impianto innovativo per il trattamento, condizionamento e riciclo dei residuidella frantumazione dei veicoli (fluff), che attualmente vengono smaltiti in discarica,finalizzato al recupero di frazioni metalliche, frazione minerale, frazione organica purificata.Round di investimento: € 3 Mil.Compagine azionaria: Quantica SGR (49%), Fondatore (51%).Drivers dell’operazione: innovazione nello smaltimento dei rifiuti da rottamazione; esclusiva in Italia. Stefano Peroncini - Milano, 9 novembre 2006 21
  • Q&A ? QUANTICA SGR Via Broletto, 37 20121 Milano tel/fax 02.36.56.70.70-1 Stefano Peroncini, Managing Partners.peroncini@quanticasgr.it | www.quanticasgr.it Stefano Peroncini - Milano, 9 novembre 2006 22