Intervista 2014 formazione_passi

18,410 views
18,336 views

Published on

File utilizzato per l'aggiornamento degli intervistatori del progetto PASSI - 2014

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
18,410
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
5
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Rispetto a giugno: il modulo nutrienti è stato realizzato ma non è stato considerato
  • BRFSS:
    “Have you ever been told by a doctor or other health professional that you have some form of arthritis**, rheumatoid arthritis, gout, lupus, or fibromyalgia?” .
    ISTAT:
    È affetto o è stato affetto in passato da una o più delle seguenti malattie o condizioni patologiche di lunga durata?
    Se SÌ, indichi per ciascuna di esse se è stata diagnosticata da un medico e se per questa malattia ha preso farmaci negli ultimi 12 mesi [...] ….. 3.10 Artrosi, artrite
    ** NB: Il termine arthritis in inglese comprende non solo le varie forme di artrite (malattie infiammatorie), ma anche l'artrosi (malattia degenerativa).
  • BRFSS:
    “Have you ever been told by a doctor or other health professional that you have some form of arthritis**, rheumatoid arthritis, gout, lupus, or fibromyalgia?” .
    ISTAT:
    È affetto o è stato affetto in passato da una o più delle seguenti malattie o condizioni patologiche di lunga durata?
    Se SÌ, indichi per ciascuna di esse se è stata diagnosticata da un medico e se per questa malattia ha preso farmaci negli ultimi 12 mesi [...] ….. 3.10 Artrosi, artrite
    ** NB: Il termine arthritis in inglese comprende non solo le varie forme di artrite (malattie infiammatorie), ma anche l'artrosi (malattia degenerativa).
  • La stima della copertura dentro e fuori dai programmi di screening organizzati è stata effettuata mediante un indicatore proxy sull’aver pagato o meno l’esame. Per pagamento si intende sia quello relativo al costo completo dell’esame che quello del solo ticket.
  • Domande su HPV test introdotto nel questionario 2011
  • [1] Non analizzato. Di valore informativo ignoto. Se di valore, non necessario monitoraggio annuale
    [2] Scarso valore delle motivazioni addotte soggettivamente (eventualmente si possono fare non tutti gli anni)
    [3] Valore quasi nullo delle impressioni personali per valutare l’efficacia di misure
    [4] Scarso valore dell’efficacia misurata con la sorveglianza (recall bias), scarso valore del dato sula frequenza di persone che ricordano una campagna informativa, anche per la difficoltà a definire che cosa è una campagna informativa
  • Intervista 2014 formazione_passi

    1. 1. Incontro PASSI – data …./01/2014 INCONTRO con gli operatori aziendali PASSI della ASL…….. per la conduzione del Sistema di Sorveglianza e l’attuazione del progetto 2.9.1 del PRP Il Questionario 2014 Coordinamento aziendale ………………………………. . tratto dal IV Workshop 2014 Coordinamento Nazionale Passi 19-20 dicembre 2013  
    2. 2. Modifiche e proponenti … A. Core Sezione Proponenti 1 Stato di salute (Patologie riferite: muscoloscheletriche) Ministero Salute, GT 3 Abitudine al fumo (e-cigarette) Ministero Salute, GT 11 Vaccinazioni - donne 18-49 anni ("gravidanza, parto e allattamento") 14 Dati socio-anagrafici (peso anno prec., settore e mansione lavorativa) B. Moduli opzionali Sezione Mobilità attiva (bici e cammino) Genitori Più e GT SPreSAL, GT Proponenti Regione Toscana Consapevolezza dei sintomi dell’Ictus Regione Liguria, GT Micronutrienti GT, Reg. Lombardia
    3. 3. CORE
    4. 4. revisione del questionario 2014 … in sintesi NOVITÀ INTRODOTTE: Atrite e artrosi Modifica la domanda su malattie croniche (dom.1.5) con inserimento di nuovo item Suggerimento AF Tolta la domanda 2.10 sul “chiesto da parte di operatore san.” Modifica la dom 2.11 Sigaretta elettronica Modifica le domande 3.7, 3.9, 3.9.c., con inserimento di nuovi item di risposta. Nuova domanda sull’utilizzo di e-cig da sottoporre a tutti. Screening cervicale Solo donne 25-64enni. Breaking news: Raggruppamento domande su Pap/HPV test Gravidanza/allattamento 3 nuove domande su gravidanza e allattamento nella sezione “vaccinazione antirosolia” (sez. 11) Variazione di peso Eliminata la domanda 14.8 Mansione/settore: Modifica la domanda 14.13 2 nuove domande su contratto e lavoro
    5. 5. diagnosi di malattia
    6. 6. Sez.1, Domanda 1.5: diagnosi di malattia Malattie muscolo-scheletriche • In Italia: tra le 5 principali cause di anni di vita vissuti con disabilità (YLDs - Years Lived with Disability) • Scarsa la possibilità di prevenzione ma possibili approcci per alleviare la disabilità Obiettivo generale • Descrivere e monitorare i comportamenti a rischio delle persone affette da patologie MS (sedentarietà, etc) … Obiettivi specifici • Stimare la prevalenza dei sedentari tra persone affette da patologie MS • Stimare la prevalenza di persone affette da patologie MS con sintomi depressivi • Etc. …. definire il profilo di salute di tale gruppo di popolazione
    7. 7. Sez. 1 domanda 1.5
    8. 8. Sez. 1 domanda 1.5 Suggerimenti per gli intervistatori La definizione di artrosi-artrite … Comprende anche … •reumatismo •polimialgia reumatica •tendinite •borsite •gomito del tennista •sindrome della cuffia dei rotatori •sindrome del tunnel carpale e del tunnel tarsale •artriti infettive •spondilosi •spondilite anchilosante •malattie del connettivo Non comprende •“mal di schiena” •“dolore cervicale” •“osteoporosi” !
    9. 9. Attività fisica
    10. 10. Sez. 2 attività fisica QUESTIONARIO 2013
    11. 11. Sez. 2 attività fisica ATTIVITÀ FISICA L’analisi le domande che esplorano l’interesse (.. chiesto se… dom. 2.10) e i consigli (..suggerito di.. dom. 2.11) degli operatori sanitari riguardo la pratica dell’attività fisica evidenzia una totale sovrapponibilità dei risultati con ridondanza delle informazioni Soluzione proposta: Eliminazione della domanda 2.10 (.. Chiesto se ..)
    12. 12. Sez. 2 attività fisica MODIFICHE CONCORDATE … X
    13. 13. sigaretta elettronica
    14. 14. Sez.3, Abitudine al fumo Sigaretta elettronica (e-cig) Obiettivo generale • Stimare la diffusione dell’uso di «e-cig», a livello nazionale e locale, anche quale strumento per smettere di fumare sigarette Obiettivi specifici • Stimare la % di fumatori che tentano di smettere con «ecig» • Stimare la % di fumatori astensione che fumano «e-cig» • Stimare la % di ex-fumatori che fumano «e-cig» • Stimare la % di fumatori che fumano anche «e-cig»
    15. 15. Sez.3, Abitudine al fumo,«e-cigarette» Nuovi items di risposta
    16. 16. Sez.3, Abitudine al fumo, «e-cigarette» Nuovi items di risposta
    17. 17. Sez.3, Abitudine al fumo, «e-cigarette» Nuovi items di risposta
    18. 18. Sez.3, Abitudine al fumo,«e-cigarette» MODIFICHE CONCORDATE … …. per tutti (Non fumatori, Fumatori ed Ex-Fumatori) ..dopo le domande sul fumo passivo
    19. 19. Screening cervicale
    20. 20. Sez. 8 screening cervicale Cosa offre PASSI agli screening? • Copertura complessiva al Test di screening nella popolazione target comprensiva: • Adesione all’interno dei programmi organizzati • Adesione spontanea • Analisi per fattori socio-economici e cittadinanza • Valutazione dei programmi organizzati (maggiore copertura e equità nell’adesione)
    21. 21. dove è stato effettuato il Pap test? DENTRO un programma organizzato (o altra forma di offerta gratuita ASL) Raccolto il più recente dei due NON effettuato O da più di 2 anni FUORI di un programma organizzato
    22. 22. PASSI 2010-11 Donne 25-64enni che hanno riferito di aver eseguito un test preventivo* per la diagnosi dei tumori del collo dell’utero negli ultimi 3 anni 88% 85% 76% * Pap test o HPV test 83% 63%
    23. 23. screening cervicale Un po’ di storia… • • • • • L’incidenza e la mortalità per carcinoma della cervice uterina nei paesi industrializzati sono diminuite drasticamente negli ultimi decenni grazie alla diffusione del Pap test e dei programmi di screening organizzati su di esso basati. Lo screening della cervice uterina attraverso il Pap test è uno degli interventi più costo/efficaci di cui si disponga in prevenzione oncologica. L’individuazione del papillomavirus umano come causa necessaria del carcinoma della cervice uterina ha aperto nuove opportunità di prevenzione: il vaccino per prevenire l’infezione e il test HPV per individuare le infezioni e trattare precocemente le lesioni preinvasive. Alcuni grandi trial di popolazione condotti in Europa hanno dimostrato che il test HPV è più sensibile del Pap test; il follow up di questi studi ha poi dimostrato che questa maggiore sensibilità si traduce in maggiore anticipazione diagnostica delle lesioni preinvasive, infine in una maggior efficacia nella prevenzione del cancro invasivo Alla luce di questi risultati molti progetti pilota hanno iniziato a valutare la fattibilità di programmi di screening organizzati basati sull’HPV come test di screening primario.
    24. 24. screening cervicale Un po’ di storia… • • • • • • I risultati di degli studi hanno portato alla revisione delle linee guida sullo screening della cervice uterina in marzo 2012  nuove linee guida dell’American Cancer Society che raccomandano lo screening con HPV a partire dai 30 anni con intervallo quinquennale da preferirsi rispetto al Pap test triennale a maggio 2012 la US Preventive Services Task Force ha pubblicato linee guida con raccomandazioni simili; in luglio 2012 è stato pubblicato il report HTA italiano che anticipa le indicazioni delle linee guida europee. Il documento “Rapporti HTA su screening del cervicocarcinoma” Epidemiol, Prev 2012; 36(3-4,5) suppl 1, Con il piano della prevenzione il Ministero ha commissionato all’Osservatorio Nazionale Screening un documento di indirizzo per le regioni sull’uso del test HPV come test di screening primario. Con successiva comunicazione l’ONS ha fatto proprio il contenuto del report HTA e lo ha trasmesso alle regioni su mandato del Ministero.
    25. 25. screening cervicale in ITALIA Screening cervicale: fino a oggi… • Pap Test 25- 64 anni come test di screening • Eventuale HPV Test nel triage delle donne Pap +
    26. 26. screening cervicale in ITALIA Screening cervicale in futuro: passaggio all’HPV Test • Sotto i 30-35 anni: – Si continua con il Pap Test ogni 3 anni • Sopra i 30-35 anni – Si passa all’HPV test in maniera progressiva (4-5 anni per favorire la organizzazione delle chiamate). – Se il Test è negativo  ogni 5 anni
    27. 27. screening cervicale nel LAZIO Screening cervicale in futuro: passaggio all’HPV Test • Ad eccezione della ASL LT ed ASL RMG che utilizzano l’HPV test come test di screening tutte le altre ASL continuano ad utilizzare come test di screening il Pat Test ma entro 2-3 anni…..
    28. 28. Sez. 8 screening cervicale il questionario PASSI 2014 • Semplificazione del questionario: Un unico “percorso” paptest /HPV / test sconosciuto e numerose domande in meno (tutte quelle 8.9P, 15 domande) • Si considera la copertura al test di screening (Pap o HPV Test senza distinguere tra i due tipi di test)
    29. 29. Sez. 8 screening cervicale MODIFICHE CONCORDATE
    30. 30. Sez. 8 screening cervicale MODIFICHE CONCORDATE
    31. 31. Sez. 8 screening cervicale come cambia la valutazione della copertura al test di screening Attenzione !! l’ Intervallo 3-5 anni  comprende 2 sottogruppi di donne: 1. Donne che hanno fatto Pap test  non sono coperte perché l’intervallo è di 3 anni 2. Donne che hanno fatto HPV Test  sono coperte perché l’intervallo è di 5 anni.
    32. 32. Sez. 8 screening cervicale MODIFICHE CONCORDATE nuova !!
    33. 33. Sez. 8 screening cervicale nuova !!
    34. 34. gravidanza
    35. 35. Sez.11, Vaccinazioni /gravidanza Gravidanza e allattamento materno Durante la gravidanza o l’allattamento, una quota di donne mantiene abitudini di vita e comportamenti a rischio per la loro salute e quella del loro bambino Obiettivo generale • Conoscere la prevalenza dei comportamenti a rischio delle donne in gravidanza ed in allattamento (in particolare rispetto a fumo ed alcol) Obiettivi specifici • • • Stimare la prevalenza di donne in gravidanza che fumano …………………………………………….. che hanno smesso di fumare …………………………………………….. che bevono alcol • • • Stimare la prevalenza di donne in allattamento che fumano …………………………………………….. che bevono alcol Stimare la quantità di alcol assunto tra le donne in allattamento che hanno dichiarato di bere
    36. 36. Sez. 11, Vaccinazioni/gravidanza … Soluzione proposta Inserimento di 3 domande in coda alla sezione vaccinazioni: 11.4 e 11.5 per indagare la gravidanza attuale o recente, la 11.6 per indagare l’eventuale allattamento
    37. 37. Sez. 11, Vaccinazioni/gravidanza Le domande su Gravidanza e Allattamento, al termine della sezione 11 (Vaccinazioni ….. donne in età fertile), hanno valore soltanto se i dati sono raccolti su scala nazionale (numerosità attesa: circa 300 donne/anno): le domande sono inserite nel “core” e vanno raccolte sempre, indipendentemente dalle domande opzionali sulla rosolia (11.1, 11.2, 11.3)
    38. 38. revisione del questionario: Sez. 14 … Nel questionario 2013 rilevavamo alcune informazioni sulle gravidanze dalla domanda sul peso (in sezione 14 : dati socio- anagrafici)
    39. 39. Mansione e settore lavorativo nella Sez. dati socio-anagrafici
    40. 40. Sez.14, Dati socio - anagrafici inserimento di settore e mansione lavorativa nella sezione dei dati anagrafici • Luogo di lavoro: tra gli ambiti prioritari di promozione della salute della popolazione in età «attiva» (tra i 18 ed i 65 anni) • E’ importante classificare la popolazione in età attiva tra lavoratori/non lavoratori, e, dei primi, caratterizzare il settore lavorativo, la mansione, il tipo di rapporto di lavoro
    41. 41. Sez.14, Dati socio - anagrafici Inserimento di settore e mansione lavorativa nella sezione dei dati anagrafici Obiettivo generale • Sorvegliare i rapporti tra comportamenti e fattori socio-economici nell’ottica del contrasto alle diseguaglianze e approfondimenti degli effetti della crisi, definendo meglio gli aspetti legati al lavoro • Indirizzare e sostenere azioni di promozioni della salute in ambito lavorativo, coerentemente con le indicazioni de Dlgs 81/2008
    42. 42. Sez.14, Dati socio - anagrafici Migliore declinazione del lavoro Il luogo di lavoro è uno degli ambiti prioritari di promozione della salute della popolazione in età «attiva» Obiettivo delle modifiche Più accurata individuazione di •condizione lavorativa •tipologia di rapporto di lavoro •mansione e settore •Precarietà Soluzione adottata : Sostituzione dom 14.13 con 14.13a (condizione professionale); aggiunta dom. 14.13b (tipo d contratto), dom. 14.13c (mansione) e 14.13d (settore) importate dal modulo lavoro
    43. 43. Revisione del questionario: Sez. 14 MODIFICHE CONCORDATE …. … Condizione lavorativa: domanda 14.13 Qes 2013
    44. 44. Revisione del questionario: Sez. 14 MODIFICHE CONCORDATE …. … condizione lavorativa
    45. 45. NOTA per l’intervistatore
    46. 46. Revisione del questionario: Sez. 14 MODIFICHE CONCORDATE …. tipo rapporto di lavoro
    47. 47. Revisione del questionario: Sez. 14 MODIFICHE CONCORDATE …. Mansione e settore … Es.: Autista di ambulanza • • • Scrivere la risposta sul questionario cartaceo o su quello elettronico Proseguire, di norma, sino alla fine del questionario lasciando la compilazione dei 2 box (mansione e settore) al termine dell’intervista (a meno che non sia di facile ed immediata individuazione) Conclusa l’intervista individuare la mansione ed il settore
    48. 48. Revisione del questionario: Sez. 14 Es.: Autista di ambulanza Settore di appartenenza dell’azienda da X X cui si dipende
    49. 49. Revisione del questionario: Sez. 14 Mansione e settore: come si procede …. • 4. A tal fine è necessario consultare ISTAT online http://cp2011.istat.it utilizzando la prima cifra emersa dalla ricerca (è possibile una sola codifica) • Ritornare ai box Mansione e Settore e compilarli • Sul questionario CATI sarà predisposta l’apertura facilitata delle 2 domande su settore ( pulsante scorciatoia) ed un warning al termine dell’intervista ( Es. … ricordati di compilare i campi relativi alla mansione ed al settore)
    50. 50. Revisione del questionario: Sez. 14 Ausilio all’individuazione della mansione ISTAT http://cp2011.istat.it autista
    51. 51. Revisione del questionario: Sez. 14 Sperimentazione codifica automatica • L’impegno sulla rilevazione della mansione e del settore, attraverso la scrittura di una stringa, è parte integrante della sperimentazione del software di codifica automatica • Si spera che il software, tramite la stringa, possa evitare la ricerca manuale di settore e mansione codificandoli automaticamente «a posteriori»
    52. 52. Sez.14, Dati socio - anagrafici Lavoro: settore e mansione • L’intervista si conclude dopo la domanda 14.14 (probabilità di perdere il posto di lavoro). • Per le regioni che lo prevedono, il questionario prosegue direttamente con il Modulo Opzionale sulla Sicurezza sul lavoro (senza, ovviamente, settore e mansione).
    53. 53. revisione del questionario 2014 … in sintesi NOVITÀ INTRODOTTE: Atrite e artrosi Modifica la domanda su malattie croniche (dom.1.5) con inserimento di nuovo item Suggerimento AF Tolta la domanda 2.10 sul “chiesto da parte di operatore san.” Modifica la dom 2.11 Sigaretta elettronica Modifica le domande 3.7, 3.9, 3.9.c., con inserimento di nuovi item di risposta. Nuova domanda sull’utilizzo di e-cig da sottoporre a tutti. Screening cervicale Solo donne 25-64enni. Breaking news: Raggruppamento domande su Pap/HPV test Gravidanza /allattamento 3 nuove domande su gravidanza e allattamento nella sezione “vaccinazione antirosolia” (sez. 11) Variazione di peso Eliminata la domanda 14.8 Mansione/settore: Modifica la domanda 14.13 2 nuove domande su contratto e lavoro 2 nuovi campi da compilare dopo l’intervista
    54. 54. Moduli opzionali
    55. 55. Sistema informativo: revisione del questionario 2014 Adesioni ai moduli opzionali Adesioni 2014 Regioni/P.A. Rosolia PIEMONTE * X VALLE D'AOSTA X Mobilità Sic. attiva Domestica X X Ambiente Sic alimentare Ictus X X LOMBARDIA Lavoro PROV. AUTON. BOLZANO X X VENETO X X LIGURIA X X EMILIA ROMAGNA * X X TOSCANA X X X PROV. AUTON. TRENTO X X FRIULI VENEZIA GIULIA X X UMBRIA X MARCHE LAZIO X ABRUZZO X X MOLISE CAMPANIA X X PUGLIA X X BASILICATA X X CALABRIA X X SICILIA X SARDEGNA X * Versione ad Hoc del core X X X X X X X X
    56. 56. Modulo opzionale lavoro LAZIO - il modulo opzionale lavoro è stato utilizzato dal 2010: abbiamo quindi un quadriennio di dati 2010-2013 che consente analisi anche a livello aziendale. Nel 2014 si sospende.
    57. 57. Modulo opzionale mobilità attiva • La mobilità attiva costituisce un modo pratico per integrare l’attività fisica nella vita di tutti i giorni • La promozione della mobilità attiva, in alternativa a quella motorizzata, può contribuire ad un guadagno di salute – incrementando il livello di attività fisica della popolazione – riducendo l’impatto di inquinanti ambientali prodotti dalla combustione di carburanti – producendo un risparmio economico (ridotto consumo di carburanti, risparmio tariffe parcheggi e di spesa sanitaria) • Per stimare l’impatto su salute e finanze l’OMS ha predisposto un software specifico HEAT, ma occorre avere dati sulla prevalenza dell’uso della bici e del cammino a livello locale
    58. 58. HEAT: uno strumento per stimare l’impatto della bici sulla salute • Health economic assessment tools (HEAT) for walking and cycling • Sviluppato nel 2011 dall’Ufficio Europeo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) • Stima impatto sulla mortalità e le conseguenze economiche dell’andare a piedi e in bicicletta • Disponibile su internet: http://www.heatwalkingcycling.org/
    59. 59. Modulo opzionale mobilità attiva Obiettivo generale • Sostenere la promozione della mobilità attiva (casa/scuola, casa/lavoro, etc.) a livello locale Obiettivi specifici • Monitorare l’uso della bicicletta e la diffusione degli spostamenti a piedi per andare a lavoro/scuola, o per spostamenti abituali, escludendo l’attività sportivo-ricreativa • Valutare l’impatto dell’uso della bici e del camminare in termini di morti evitate e risorse economiche risparmiate utilizzando il software OMS (HEAT)
    60. 60. Modulo mobilità attiva: le domande Uso delle bicicletta Per recarsi al lavoro, scuola o per spostamenti abituali … no attività sportiva Cammino Tragitti a piedi per recarsi a lavoro/scuola, o per spostamenti abituali … no attività sportiva
    61. 61. considerazioni … • La durata del questionario , pur prevendendo nuovi ed interessanti temi di approfondimento, non risulta sostanzialmente allungata (sfoltimento di alcune domande poco utili, inserimento di domande con risposte «da non leggere») • È in programma, nel 2014, la valutazione di numerose domande ritenute, sino ad oggi, poco informative o inerenti temi la cui variabilità è limitata negli anni (v. elenco seguente)
    62. 62. sfoltimento del questionario* … *In programma con la revisione del questionario Anno 2014
    63. 63. Grazie per l’attenzione !

    ×