• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
La crisi1929
 

La crisi1929

on

  • 1,155 views

la crisi del 29

la crisi del 29

Statistics

Views

Total Views
1,155
Views on SlideShare
1,145
Embed Views
10

Actions

Likes
0
Downloads
23
Comments
0

4 Embeds 10

http://valeriaserraino.blogspot.com 6
http://www.slideshare.net 2
https://www.mturk.com 1
http://www.valeriaserraino.blogspot.it 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    La crisi1929 La crisi1929 Presentation Transcript

    • La crisi del 1929
    •  
    • Il dopoguerra vide negli Stati Uniti un’ondata di reazioni contro l’internazionalismo democratico. Nel 1919 fu introdotto il proibizionismo , nella speranza di stroncare il consumo dell’alcool.
      • Gli Stati Uniti e la crisi del ‘29
      • Nasce il Ku Klux Klan contro i neri, scatenando spesso una caccia spietata
    • Il Partito Repubblicano, dopo il trionfo nelle elezioni del 1920, vara una serie di leggi restrittive e discriminanti in merito all’immigrazione
    • Sono anni di sfrenata corsa alla ricchezza, nell’illusione di una illimitata possibilità di espansione economica. L’industria e le banche trovano notevoli vantaggi nella politica adottata dai Repubblicani, avversa a qualsiasi forma di controllo nell’economia.
    • In particolare l’industria dell’automobile fa un balzo gigantesco, grazie alle innovazioni portate da Henry Ford, nell’organizzazione razionale del lavoro in fabbrica.
    • Ma la folle corsa sfociò in una crisi economica di inaudite proporzioni.
    • il ciclone si manifestò in pieno nell’ottobre del ’29 , preceduto da anni di sovraproduzione in agricoltura
      • e con il crollo di Wall Street, ovvero una frana catastrofica della borsa di New York, che trascinò nel baratro industrie e banche.
    • A metà novembre, gli investitori avevano perso circa 30 miliardi dollari
    • La crisi trovò assolutamente impreparata l’America
      • E il suo Presidente Repubblicano Herbert Hoover , che aveva vinto le elezioni nel 1928 contro il Democratico Alfred E. Smith.
      • La crisi
      • divenne sempre più grave.
      • Le industrie sospesero la produzione gettando sul lastrico milioni di disoccupati
      • Anche le banche subirono un tracollo incalcolabile
      Bank run 1929, Los Angeles
    • FRANKLIN D. ROOSEVELT- 1932 Nel 32 la schiacciante vittoria elettorale di Roosevelt , l'urgenza dei problemi aperti dalla crisi economica, portarono a una vera e propria ondata di provvedimenti di riforma
      • Il "New Deal“
      • un programma di provvedimenti interni realizzato dal presidente degli Stati Uniti Franklin Delano Roosevelt tra il 1933 e il 1938 per fronteggiare gli effetti della Grande Depressione.
      • Il programma prevedeva
      • il riordino dei settori
      • agricolo e industriale .  
      • Nel 1935 Roosevelt
      • promosse un
      • "secondo New Deal", 
      • Le nuove misure prevedevano:
      • una maggiore tassazione dei profitti più alti,
      • regole più rigide nella produzione industriale,
      • ma soprattutto una legislazione sindacale rivoluzionaria, a garanzia della contrattazione collettiva
    • Gli effetti della crisi si manifestarono anche nei paesi europei
      • In Gran Bretagna
      • perdurava un cronico stato di agitazioni sociali culminato nello sciopero generale del 1926. La brusca caduta delle quotazioni azionarie di Wall Street del 1929 provocò una serie di reazioni.
      • tuttavia l’impatto della crisi fu attenuato.
      • Ciò fu dovuto, sia alla relativa indipendenza di questo Stato dalla finanza americana, che alla possibilità di contare su ampi imperi coloniali.
      • In Francia la produzione si contrasse rispettivamente del 25 e del 15 per cento.
      • Si ebbe un periodo caratterizzato da una forte instabilità politica.
      • Tuttavia la democrazia resse.
      • In Italia
      • il regime fascista dava una risposta autarchica e statalista , con un piano di opere pubbliche e la creazione dell'IRI, l'Istituto per la Ricostruzione Industriale, che interveniva a sostegno di industrie e banche a rischio di fallimento.
      • La Germania,
      • già scossa dall'inflazione dei primi anni ‘20,
      • doveva affrontare il problema del pagamento delle riparazioni di guerra in gran parte finanziato dai prestiti delle banche americane.
        • il ritiro dei finanziamenti esteri
        • la disoccupazione di massa
        • aprirono la strada all'affermazione del nazismo e all'ascesa al potere
        • di Adolf Hitler .
    • In Spagna, da lì a poco s’instaurerà il regime franchista.
      • dal 1939
      • l'attenzione del governo americano e dell'opinione pubblica si concentrò sui temi della politica estera.
      • L'eredità maggiore del New Deal, più che sul fronte del rilancio dell'economia,
      • risultò essere
      • la creazione di una vasta coalizione di interessi attorno al Partito democratico ,
      • fattori che gli garantirono una lunga permanenza al potere negli anni successivi.