Uno scacco per l’Occidente
 
 
<ul><li>Lo Stato Somalo nasce nel 1960 </li></ul><ul><li>9 anni dopo </li></ul><ul><li>l’esercito prende il potere con il ...
<ul><li>Siyad Barre è accusato </li></ul><ul><li>di accentuare l’identità etnica </li></ul><ul><li>e le divisioni tra i va...
<ul><li>Mogadiscio diventa </li></ul><ul><li>terreno di battaglia </li></ul><ul><li>tra due principali </li></ul><ul><li>c...
<ul><li>Da questo momento </li></ul><ul><li>la Somalia andrà sotto il controllo </li></ul><ul><li>di decine di signori del...
 
<ul><li>I signori della guerra finanziano le proprie milizie attraverso </li></ul><ul><li>saccheggi,   </li></ul><ul><li>r...
<ul><li>La Somalia è l’esempio più tragico </li></ul><ul><li>dei conflitti in Africa dopo la Guerra Fredda. </li></ul><ul>...
<ul><li>Gli USA  finanziano e armano </li></ul><ul><li>il  Negus Hailé Selassié ,  Re Etiope, </li></ul><ul><li>ottenendo ...
<ul><li>Dopo il colpo di Stato di Siyad Barre </li></ul><ul><li>e la scelta socialista del nuovo regime,  </li></ul><ul><l...
<ul><li>i soldati etiopici </li></ul><ul><li>si ribellano </li></ul><ul><li>al Negus feudale alleato all'America  </li></ul>
<ul><li>l'emergente Menghistù </li></ul><ul><li>si rivolge all'URSS, </li></ul><ul><li>che  riarma l'Etiopia  </li></ul><u...
 
<ul><li>La rivoluzione Etiopica provoca un mutamento delle alleanze internazionali nella zona. </li></ul><ul><li>L’URSS pa...
 
 
 
<ul><li>Una guerriglia feroce e bande armate </li></ul><ul><li>si  sostituiscono alla lotta contro la dittatura, trascinan...
<ul><li>Le prime truppe statunitensi della </li></ul><ul><li>Unified Task Force (UNITAF)  </li></ul><ul><li>sbarcano a Mog...
 
<ul><li>L'amministrazione americana è intenzionata </li></ul><ul><li>solo a proteggere la distribuzione </li></ul><ul><li>...
<ul><li>Nel  febbraio del 1993 , </li></ul><ul><li>il governo americano annuncia il ritiro </li></ul><ul><li>di gran parte...
 
<ul><li>Dopo la partenza dei soldati americani e italiani, gli uomini di Aidid e di 'Ali Mahdi </li></ul><ul><li>si affron...
<ul><li>A Mogadiscio </li></ul><ul><li>un commando somalo </li></ul><ul><li>uccide  Ilaria Alpi, inviata del Tg3 Rai </li>...
 
<ul><li>tra la fine del 1999 e l'inizio del 2000 </li></ul><ul><li>le difficoltà politiche del lento processo di pace sono...
 
<ul><li>Oggi la Somalia deve inventare completamente </li></ul><ul><li>una nuova economia </li></ul><ul><li>in un’ era in ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Guerra in Somalia

1,173 views

Published on

Guerra in Somalia

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,173
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
26
Actions
Shares
0
Downloads
16
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Guerra in Somalia

  1. 1. Uno scacco per l’Occidente
  2. 4. <ul><li>Lo Stato Somalo nasce nel 1960 </li></ul><ul><li>9 anni dopo </li></ul><ul><li>l’esercito prende il potere con il generale </li></ul><ul><li>Mohammed </li></ul><ul><li>Siyad Barre </li></ul>
  3. 5. <ul><li>Siyad Barre è accusato </li></ul><ul><li>di accentuare l’identità etnica </li></ul><ul><li>e le divisioni tra i vari clan </li></ul><ul><li>per imporre un governo autoritario nel paese </li></ul><ul><li>nel 1991 </li></ul><ul><li>viene spodestato </li></ul>
  4. 6. <ul><li>Mogadiscio diventa </li></ul><ul><li>terreno di battaglia </li></ul><ul><li>tra due principali </li></ul><ul><li>contendenti: </li></ul><ul><li>Ali Mahdi </li></ul><ul><li>e il generale Aidid </li></ul>
  5. 7. <ul><li>Da questo momento </li></ul><ul><li>la Somalia andrà sotto il controllo </li></ul><ul><li>di decine di signori della guerra (Warlords). </li></ul><ul><li>Con questo termine si indicano i capi fazione </li></ul><ul><li>che attraverso le loro milizie </li></ul><ul><li>controllano un determinato territorio. </li></ul>
  6. 9. <ul><li>I signori della guerra finanziano le proprie milizie attraverso </li></ul><ul><li>saccheggi, </li></ul><ul><li>rapimenti , </li></ul><ul><li>mercato nero, </li></ul><ul><li>traffico illegale di armi </li></ul><ul><li>e droga </li></ul>
  7. 10. <ul><li>La Somalia è l’esempio più tragico </li></ul><ul><li>dei conflitti in Africa dopo la Guerra Fredda. </li></ul><ul><li>Nasce dall’erosione dell’autonomia dello Stato </li></ul><ul><li>e dall’ uso illegittimo ed esclusivo della violenza da parte dello Stato stesso </li></ul>
  8. 11. <ul><li>Gli USA finanziano e armano </li></ul><ul><li>il Negus Hailé Selassié , Re Etiope, </li></ul><ul><li>ottenendo in cambio la base militare segreta </li></ul><ul><li>in Asmara, da cui è possibile controllare </li></ul><ul><li>il Corno d'Africa, i Paesi Arabi </li></ul><ul><li>e i traffici sullo strategico Mar Rosso </li></ul><ul><li>Gli USA regalano l'Eritrea all'Etiopia </li></ul><ul><li>provocando così un’atroce guerra di liberazione durata 30 anni. </li></ul>
  9. 12. <ul><li>Dopo il colpo di Stato di Siyad Barre </li></ul><ul><li>e la scelta socialista del nuovo regime, </li></ul><ul><li>la Somalia ha due partner: </li></ul><ul><li>L’ Italia , fornitore di aiuti economici </li></ul><ul><li>L’ URSS , partner di assistenza militare </li></ul>
  10. 13. <ul><li>i soldati etiopici </li></ul><ul><li>si ribellano </li></ul><ul><li>al Negus feudale alleato all'America </li></ul>
  11. 14. <ul><li>l'emergente Menghistù </li></ul><ul><li>si rivolge all'URSS, </li></ul><ul><li>che riarma l'Etiopia </li></ul><ul><li>(in strategica ritorsione </li></ul><ul><li>alle aggressioni </li></ul><ul><li>della Corea e del Vietnam), </li></ul><ul><li>… e la guerra continua. </li></ul>
  12. 16. <ul><li>La rivoluzione Etiopica provoca un mutamento delle alleanze internazionali nella zona. </li></ul><ul><li>L’URSS passa </li></ul><ul><li>da una posizione di sostegno alla Somalia, </li></ul><ul><li>a quella di posizione di equilibrio tra i due Stati; </li></ul><ul><li>alla fine sceglie di sostenere l’Etiopia </li></ul><ul><li>ritenuta paese chiave degli equilibri geopolitici. </li></ul>
  13. 20. <ul><li>Una guerriglia feroce e bande armate </li></ul><ul><li>si sostituiscono alla lotta contro la dittatura, trascinando il Paese nella miseria e nella fame. </li></ul><ul><li>Di fronte all’agonia di un intero popolo </li></ul><ul><li>l’ONU autorizza un intervento, </li></ul><ul><li>affidando il comando </li></ul><ul><li>agli Stati Uniti </li></ul>1992
  14. 21. <ul><li>Le prime truppe statunitensi della </li></ul><ul><li>Unified Task Force (UNITAF) </li></ul><ul><li>sbarcano a Mogadiscio all'inizio del dicembre 1992 nel quadro dell'operazione </li></ul><ul><li>Restore Hope </li></ul>
  15. 23. <ul><li>L'amministrazione americana è intenzionata </li></ul><ul><li>solo a proteggere la distribuzione </li></ul><ul><li>degli aiuti umanitari. </li></ul><ul><li>Invece, per l’ONU, </li></ul><ul><li>l'UNITAF avrebbe dovuto anche </li></ul><ul><li>ristabilire la sicurezza in Somalia, </li></ul><ul><li>con il disarmo generalizzato delle varie milizie. </li></ul>
  16. 24. <ul><li>Nel febbraio del 1993 , </li></ul><ul><li>il governo americano annuncia il ritiro </li></ul><ul><li>di gran parte delle proprie truppe, </li></ul><ul><li>sostituite da una forza internazionale di pace sotto il diretto comando delle Nazioni Unite. </li></ul><ul><li>Si verificano numerosi scontri </li></ul><ul><li>con centinaia di vittime </li></ul>
  17. 26. <ul><li>Dopo la partenza dei soldati americani e italiani, gli uomini di Aidid e di 'Ali Mahdi </li></ul><ul><li>si affrontano </li></ul><ul><li>per il controllo dell'aeroporto di Mogadiscio. </li></ul><ul><li>È ancora caos e guerra civile </li></ul>
  18. 27. <ul><li>A Mogadiscio </li></ul><ul><li>un commando somalo </li></ul><ul><li>uccide Ilaria Alpi, inviata del Tg3 Rai </li></ul><ul><li>e l'operatore Miran Hrovatin </li></ul>
  19. 29. <ul><li>tra la fine del 1999 e l'inizio del 2000 </li></ul><ul><li>le difficoltà politiche del lento processo di pace sono aggravate dalla devastante siccità , </li></ul><ul><li>che colpisce più di 12 milioni di persone </li></ul><ul><li>nel Corno d'Africa, </li></ul><ul><li>rendendo interamente </li></ul><ul><li>dipendenti dagli aiuti internazionali </li></ul><ul><li>le popolazioni somale, etiopi, di Gibuti, dell'Eritrea e del Kenya settentrionale. </li></ul>
  20. 31. <ul><li>Oggi la Somalia deve inventare completamente </li></ul><ul><li>una nuova economia </li></ul><ul><li>in un’ era in cui le disponibilità finanziare </li></ul><ul><li>della Guerra Fredda non sono più a disposizione . </li></ul><ul><li>La comunità internazionale resta a guardare, disinteressata, il lento genocidio somalo. </li></ul><ul><li>La stampa internazionale lo ha dimenticato </li></ul><ul><li>e quella italiana lo ha completamente cancellato, nonostante i nostri passati legami politici. </li></ul>

×