Your SlideShare is downloading. ×
Slides di presentazione del progetto di ergonomia, Supermercato Simply
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Slides di presentazione del progetto di ergonomia, Supermercato Simply

602
views

Published on

Slides di presentazione del progetto per il miglioramento ergonomico del supermercato Simply di Viale Monza (fermata metro Precotto) di Milano. Progetto svolto per il corso di ergonomia cognitiva …

Slides di presentazione del progetto per il miglioramento ergonomico del supermercato Simply di Viale Monza (fermata metro Precotto) di Milano. Progetto svolto per il corso di ergonomia cognitiva tenuto dalla prof.ssa Actis Grosso, Università degli Studi Milano - Bicocca.

Published in: Design

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
602
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Logo aziendalePROGETTO DI ERGONOMIA COGNITIVASimply market di precottoorientarsi meglio per non perder tempoValeria Gennari758677 v.gennari@campus.unimib.itSamar Ramadan760313 s.ramadamtahasale@campus.unimib.itAlessoio Bellino760394 a.bellino4@campus.unimib.itAnno accademico 2011/2012
  • 2. INTRODUZIONEConcetti ergonomiciOrientamento e affordanceIl coinvolgimento degli utentiFocus
  • 3. Concetti ergonomiciLergonomia cognitiva si occupa di tutti quegli aspettilegati allinterazione tra essere umano e ambiente,elaborando soluzioni che migliorino linterazione sia diprestazione che di soddisfazione.
  • 4. Orientamento e affordance● Il wayfinding è un processo intuitivo che ci aiutanell’orientamento all’interno degli spazi in cui ci troviamoogni giorno.● Laffordance è un insieme di azioni che un oggetto (o nelnostro caso un ambiente), “invita” a compiere su di esso.– Affordance ambientale
  • 5. Il coinvolgimento degli utenti● Intervista semi-strutturata● Osservazione di unesperienza utente
  • 6. Descrizione del problemaQuesta ricerca nasce dallosservazione delle difficoltà diwayfinding riscontrate al supermarket Simply di Precotto: gliambienti non comunicano come dovrebbero la lorofunzionalità e le modalità della loro fruizione.Gli spazi del supermercatoComportamenti plausibili degli utentiFocus
  • 7. Gli spazi del supermercatopiano superiore
  • 8. Gli spazi del supermercatopiano inferiore
  • 9. Abbiamo supposto dei comportamenti plausibili per quantoriguarda gli utenti che usufruiscono di questosupermercato.Se ne elencano alcuni dei più significativi:● Gli utenti alla prima visita non capiscono il sensodellascensore.● Pochissimi leggono le istruzioni presenti allinterno delsupermercato.Comportamenti plausibili degli utenti
  • 10. ● La suddivisione in due piani è fastidiosa.● Le scale risultano molto visibili dal piano inferiore e gliutenti, se con pochi prodotti, preferiranno prenderle pernon aspettare lascensore.● Il piano inferiore è il più usato dagli utenti in quantocontiene prodotti di prima necessità.Comportamenti plausibili degli utenti
  • 11. MetodoPer effettuare la nostra verifica abbiamo scelto lintervistasemi-strutturata e losservazione di unesperienza utente.FocusPartecipantiGli utenti● Lintervista agli utenti● Esperienza utente e osservazioneIntervista ai dipendenti del supermercato
  • 12. Partecipanti● Intervista agli utenti11 utenti di età compresa fra i 20 ai 70 anni, sia uomini che donne.● Osservazione ed esperienza utenteIl soggetto è maschio e ha 26 anni.● Dipendenti del supermercato-Responsabile accoglienza clienti-Due commessi
  • 13. Gli utentiCaratteristiche del campione di riferimento56Campione di riferimento suddiviso per sessouominidonne542Campione di riferimento suddiviso per fasce di età20-25 anni30-35 anni60-70 anni
  • 14. Lintervista agli utentimodello intervista1) Da quanto tempo vieni in questo supermercato?2) Cosa usi per scendere al piano inferiore? (scale/ascensore)1) Nel caso fosse lascensore chiedere se lo si trovasufficientemente veloce.3) Hai mai letto le istruzioni presenti allingresso/vicino le scale/difronte lascensore?1) Si2) No → Cosa hai pensato la prima volta che ti sei trovato davantilascensore?4) Usi maggiormente il piano inferiore o il piano superiore?Ti infastidisce la suddivisione in due piani?
  • 15. Lintervista agli utentialcuni grafici83Usi maggiormente le scale o lascensore?ascensorescale65Da quanto vieni in questo supermercato?più di un annomeno di un anno533Trovi scomoda la suddivisione in due piani?sinoindifferente83Usi maggiormente il piano inferiore o il piano superiore?inferioresuperiore
  • 16. Lintervista agli utentiosservazioni rilevanti● La maggior parte degli intervistati, la prima volta che si ètrovata di fronte allascensore, non ne ha capito il senso;anche chi viene da più anni ricorda questesperienza allostesso modo.● Nessuno ha letto le istruzioni presenti vicino allingresso,vicino lascensore o prima delle scale.
  • 17. Esperienza utente● Per effettuare unesperienza utente verosimile è necessarioche la “cavia” si trovi impreparato e sappia il meno possibilesu ci che dovrà affrontare.ò● Con una scusa è stato invitato il soggetto ad acquistare pastae olio; il soggetto è stato inoltre osservato in tutte le sueazioni.
  • 18. Esperienza utenteda parte dellutente● Chiedendo di raccontare lesperienza nel dettaglio è emersoche davanti lascensore non ne capiva il senso e, nontrovando i prodotti che cercava a piano terra ha chiesto aidipendenti del supermercato.● Chiedendo invece cosa ne pensava è emerso che avrebbevoluto i prodotti disposti in maniera diversa e inoltre gli èsembrato che tutto lambiente manifestava una certaconfusione.
  • 19. Esperienza utente: il percorso osservatoIl soggetto ha mostrato indecisione si è fermato nei punti 1, 2, 3, 4, 5 e 6 eha chiesto a un commesso nel punto A.
  • 20. Intervista ai dipendenti del supermercatostato necessario verificare se i clienti si lamentasseroÈriguardo gli aspetti da noi analizzati e sono state effettuate leseguenti domande:1. Capita spesso che vi si chiedano informazioni sui prodottipresenti al piano inferiore? E che qualcuno si lamenti perla disposizione?2. La disposizione è casuale o segue una precisa strategia?(domanda rivolta solo a una responsabile dellaccoglienzaclienti)
  • 21. Intervista ai dipendenti del supermercatorisultatiCi sono spesso delle lamentele: i clienti chiedono spessoinformazioni sulla disposizione dei prodotti.La disposizione dei prodotti, a detta della responsabile, seguestrategie ben precise e ci sono prodotti più in vista di altri per“esigenze di mercato”.
  • 22. Alcune strategie di marketingNon avendo ricevuto informazioni dettagliate sulle esigenze dimercato a cui risponde il supermercato, abbiamo cercato dicapire quali tecniche di vendita possano essere state adottatedal supermercato in questione.FocusIl tempo è denaro!Relazioni tra prodotti
  • 23. Il tempo è denaro!stato notato che maggiore è il tempo di permanenza allinternoÈdi un negozio, maggiore è la probabilità che i clienti effettuino unnumero più elevato di acquisti.
  • 24. Il tempo è denaro!I supermercati spesso collocano gli articoli più richiesti in fondo alnegozio, costringendo i clienti a passare lungo corridoi e perderepiù tempo.La disposizione del Simply su due piani rientra a nostro parere inqueste strategia di marketing.
  • 25. Relazioni tra prodottiUn altro principio di marketing ci dice che possono esserciforti relazioni tra lacquisto di due o più prodotti.Per questi motivi alcuni prodotti possono essere disposti inmodo che siano più vicini ad altri.
  • 26. Logo aziendaleSoluzioniAree risolutiveRelazioni sensateContinuità versus discontinuità: lascensore
  • 27. Relazioni sensateAbbiamo pensato alla possibilità di instaurare relazioni(sensate) tra i prodotti del piano superiore con i prodotti delpiano inferiore.Un esempio di cartello: in alto il prodottoattuale con il prezzo.
  • 28. Relazioni sensateCome potrebbero essere integrati i prodotticollegati. (P. C., sta per “Prodotto Collegato”).
  • 29. Continuità versus discontinuità: lascensoreGli oggetti allinterno di un ambiente comunicano: un ambiente benprogettato suggerisce la "strada" corretta da intraprendere.Come potrebbe essere lascensore: incontinuità rispetto lambiente delsupermercato; tale continuità invitalutente a scendere.Lattuale ascensore: esso mostradiscontinuità rispetto lambientedel supermercato.