Your SlideShare is downloading. ×

Perimetro Di Contatto

242

Published on

Le società sono impegnate in nuove tipologie di progetti e hanno a disposizione nuovi strumenti tecnologici e nuove metodiche, dunque è chiaro come al momento attuale sia necessaria una …

Le società sono impegnate in nuove tipologie di progetti e hanno a disposizione nuovi strumenti tecnologici e nuove metodiche, dunque è chiaro come al momento attuale sia necessaria una riorganizzazione lavorativa, un nuovo approccio organizzativo. In queste slide potrete trovare dei suggerimenti per una comunicazione più efficiente.

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
242
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. PERIMETRO DI CONTATTO Per una comunicazione più efficiente
  • 2. Lo stato dell’arte della comunicazione
    • Il 50% di aziende italiane si aprono alla “conversazione” in corso nella Rete, dialogano con gli utenti, si confrontano a viso aperto con la clientela, condividono informazioni, in breve usano il Social Networking:
    • Aprono Blog per lanciare nuovi
    • servizi
    • Aprono Lab online fatti di forum, Wiki, Rss, Blog e Chat
    • Usano Facebook, Myspace, Youtube per aggregare community
  • 3.
    • Nuovi progetti/programmi
    Nuovi strumenti/metodiche Nuovo approccio organizzativo Per una comunicazione più efficiente
  • 4. Metodiche e strumenti della comunicazione 2.0
    • Applicazioni e micro applicazioni
    • UGC: User Generated Content
    • Pervasità orizzontale su web
    • Pervasità verticale su device
    • Rss Syndacation (right info, right people, right time)
    • Fruizione asincrona
    • Coda lunga
  • 5. Opportunità derivanti dall’uso degli strumenti 2.0 (1/2)
    • Autonomia nel gestire le relazioni
    • Partecipazione a gruppi di discussione
    • Libertà di proporre
    • Condivisione con il proprio network risorse e conoscenze implicite attraverso scambi informativi orizzontali
  • 6. Opportunità derivanti dall’uso degli strumenti 2.0 (2/2)
    • Trasparenza nella comunicazione organizzativa
    • Riduzione i costi di formazione
    • Autonomia dei ruoli dei singoli punti di contatto
    • Precisazione gli obiettivi informativi
    • Coordinamento centrale
  • 7. Complessità e dinamicità dei nuovi progetti
    • I progetti in stile 2.0 hanno nuove
    • caratteristiche:
    • Variabili e oggetti intangibili
    • Competenze sparse in diverse e
    • molteplici figure professionali
    • Le conoscenze sono allocate in diverse funzioni organizzative
    • Le persone depositarie di tali conoscenze risiedono in luoghi differenti
    • Valori e obiettivi aziendali condivisi tra tutti
  • 8. Il miglior approccio per gestire un progetto
    • Offra un inquadramento filosofico per i vari utenti
    • Crei una comunicazione globale e coerente grazie all’azione di una Redazione Centrale che distribuisce le informazioni e fornisce le linee guida per le attività
    • Garantisca la riconoscibilità visiva dell’appartenenza ad un progetto attraverso un simbolo comune
    • Un modello organizzativo che:
    • Aumenti la chiarezza comunicativa e di conseguenza l’efficacia
    • Renda autonomo ogni singolo individuo
    • Risalti le specifiche competenze di ogni singolo individuo
  • 9. Disegno della struttura: perimetro di contatto
    • Visivamente la struttura si può rappresentare come un anello sul cui perimetro sono disposti i punti di contatto/individui/aree che una organizzazione si vuole dare.
    • Ogni funzione è un elemento indipendente di un perimetro di comunicazione.
    • Il modello di comunicazione è dunque “circolare”, un ring
  • 10. Il perimetro di contatto: a chi è utile (1/2)
    • Ad una struttura organizzativa che si aggrega allo scopo di cooperare e collaborare al raggiungimento di uno specifico obiettivo assegnatogli che deve essere perseguito in un determinato tempo e con determinate risorse umane, economiche e tecnologiche
    • A realtà già esistenti e
    • con una complessità di funzioni
  • 11. Il perimetro di contatto: a chi è utile (2/2)
    • A strutture dove non esiste un punto specifico d’ingresso ma un percorso tra pari dove la funzione “centrale” è solo un primus inter pares
    • Agli utenti interessati a trovare il giusto modo di entrare in contatto con i servizi di ogni singola realtà puntuale
    • Agli utenti che vogliono “entrare” nel
    • perimetro da uno qualsiasi dei punti ma poi possono percorrerlo tutto secondo le esigenze
    • di informazione necessarie
  • 12. Funzioni del modello a “ring” (1/2)
    • Diffonde lo spirito generale comune
    • Gestisce una comunicazione istituzionale
    • Raccoglie e coordina i contenuti e le funzioni delle singole fonti facilitando la realizzazione di un piano coerente e ottimizzato
  • 13.
    • Coordina l’attività di redazione dei documenti di “Piano operativo” e “Resoconto attività” equivalenti ai Bilanci Sociali oggi così diffusi.
    • Realizza un piano di immagine coordinata
    • Fornisce un servizio URP relativo a pochi temi di carattere non operativo
    • Ha un ruolo suppletivo nei confronti delle aree non in grado di raggiungere i propri obiettivi di comunicazione da sole
    Funzioni del modello a “ring” (2/2)
  • 14. Minime Regole di coordinamento per rendere operativo il modello
    • Identità Comune visibile su web
      • Logo
      • “ Firma” per ogni contributo pubblicato dai singoli punti di contatto/individui/aree
      • Facilitatori di ricerca per motori web
    • Una redazione Centrale coordinatrice
      • Gestisce le informazione multi-territoriali
      • Si occupa di dar visibilità ai contenuti  
  • 15. Es.: come avviene il processo
    • Presentazione dei contenuti da parte dei singoli punti di contatto/individui/aree
    • Integrazione di tutti i contenuti in un piano operativo condiviso nel progetto centrale
    • Inserimento dei contenuti nelle linee editoriali e nei progetti specifici
    • Pubblicazione contenuti
    • Redazione dei documenti
    • di “bilancio” delle attività

×