• Like
Blogger sulle spalle dei giganti - Lezione 6
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

Blogger sulle spalle dei giganti - Lezione 6

  • 582 views
Published

 

Published in Technology
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
582
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
2
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Valentina Tosi. MANTOVA, 9 gennaio 2013 Lezione 6 1 di 25
  • 2. Come sono andate le vacanze? vediamo i vostri blog… 2 di 25
  • 3. Back to Nature – Ritorno alla Natura 3 di 25
  • 4. www.fornasarimattero.wordpress.com 4 di 25
  • 5. www.myglamourchipchic.blogspot.it 5 di 25
  • 6. www.aaassaporandoincucina.wordpress.com 6 di 25
  • 7. Presentare se stessi/1 7 di 25
  • 8. Presentare se stessi/2• dire poche cose, ed essenziali• rendersi riconoscibili con un’immagine• collegarsi ad un social network• permettere sempre a tutti di capire CHI SIAMO 8 di 25
  • 9. Presentare se stessi/3non s’inventa la ruota ogni volta… vediamo dei professionisti… 9 di 25www.leoburnett.it/who-we-are/burnetters
  • 10. Presentare se stessi/4http://youtu.be/nUpUypNxgbw (fino a 4.36) 10 di 25
  • 11. E voi?trovate la vostra strada… 11 di 25
  • 12. La terminologia della rete/1• WIDGET: deriva dalla contrazione dei termini window e gadget, è un componente grafico di una interfaccia utente di un programma che ha lo scopo di facilitare l’interazione col programma stesso. (Cit. Wikipedia) 12 di 25
  • 13. La terminologia della rete/2• BADGE: dall’inglese distintivo, è solitamente una tessera utilizzata per l’identificazione personale.È utilizzato dalle aziende a scopo identificativo e di sicurezza per l’accesso alle aree aziendali. (Cit. Wikipedia) 13 di 25
  • 14. La terminologia della rete/3 • CONTEST: dall’inglese gara, concorso.Tipico meccanismo della rete che serve appunto a mettere incompetizione gli utenti, e gli richiede di produrre/creare/fare qualcosa per partecipare alla competizione e vincere o un premio reale o popolarità (fama). (Cit. WordReference) 14 di 25
  • 15. La terminologia della rete/4• GIVEAWAY: dall’inglese omaggio, gadget promozionale. Altro tipico meccanismo della rete che coinvolge l’utente questa volta non in una competizione, perché non c’è nulla da produrre/creare/fare, ma solo dimostrare la propria presenza e pubblicizzare all’esterno il personaggio o l’evento. Il premio può essere reale o di popolarità (fama). (Cit. WordReference) 15 di 25
  • 16. Richiami dalla rete…http://blogger.grazia.it/ 16 di 25
  • 17. Pianificare la struttura del blog/1articoli pagine 17 di 25
  • 18. Pianificare la struttura del blog/2 Gli articoli, definiti anche post, sono elementi di contenuto che vanno ad alimentare il blog e, di solito, vengono presentati in ordine cronologico. Gli articoli si caratterizzano per l’uso delle categorie edei tag, ossia di due modalità per organizzare i contenuti in base agli argomenti trattati. 18 di 25
  • 19. Pianificare la struttura del blog/3Le pagine, invece, non sfruttano categorie e tag e sonoutilizzate solitamente per visualizzare contenuti statici, come una descrizione dell’autore del blog, le informazioni sui contatti e altro ancora. Le pagine possono essere inoltre strutturate in maniera gerarchica, creando delle sottopagine che fanno riferimento a una pagina principale. 19 di 25
  • 20. Pianificare la struttura del blog/4 Sia nelle pagine, sia negli articoli, si possono inserire immagini e altri media e, in entrambi i tipi di contenuto, possono essere attivati i commenti.Di solito, però, le pagine non presentano contenutiche stimolano la discussione e, quindi, si preferisce non attivare i commenti. 20 di 25
  • 21. Pianificare la struttura del blog/5Le categorie e i tag costituiscono due modalità diorganizzazione degli articoli di un blog e, anche se possono sembrare simili tra di loro, rispondono a due esigenze diverse.Si può pensare alle categorie come a una forma di organizzazione interna del blog, e ai tag come a una forma di organizzazione esterna. 21 di 25
  • 22. Differenze tra categorie e tag• Le categorie possono avere un nome originale e unico, i tag, invece, è opportuno che siano termini diffusi e di uso comune.• Il nome di una categoria può anche essere piuttosto lungo, mentre un tag è meglio che non superi le tre parole.• Le categorie non possono essere tag, mentre i tag possono essere usati al posto delle categorie. • I tag possono aiutare i motori di ricerca per catalogare i contenuti del vostro sito/blog. • È opportuno inserire ogni articolo in una o, al massimo, due categorie, mentre non c’è un limite per il numero di tag che si possono assegnare. 22 di 25
  • 23. Definizione di tag Il concetto di tag è un metodo di classificazione dei contenuti attraverso la cosìdetta folksonomy. Con questo termine viene indicato un metodo di categorizzazione delle informazionigenerato dagli utenti mediante l’utilizzo di parole chiave (tag) scelte liberamente. Il termine è formato dall’unione di due parole, folk etassonomia; una folksonomia è pertanto una tassonomia creata da chi la usa, in base a criteri individuali. 23 di 25
  • 24. Strumenti di cui abbiamo parlato in questa lezione…www.slideshare.netwww.wordpress.comwww.wikipedia.itwww.grazia.ithttp://www.wordreference.com/it/http://www.ibs.it/code/9788820348090/fogliata-tiziano/creare-blog-siti.htmlwww.youtube.com 24 di 25
  • 25. Homework • Rivedere/Inserire lapropria presentazione sul nostro blog. • Decidere TAG e CATEGORIE. Continua... 25 di 25