Lo Spazio Della Fantasia di Valentina Nardone

  • 671 views
Uploaded on

Lo Spazio Della Fantasia …

Lo Spazio Della Fantasia
di Valentina Nardone

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
671
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
4
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Lo spazio della fantasia
    Valentina Nardone
  • 2. La spazialità
    Il concetto di spazio è stato variamente interpretato ed espresso dagli artisti nel corso del tempo e costituisce una delle possibili chiavi di interpretazione per comprendere le differenze tra le ricerche artistiche. Attraverso il confronto tra la resa dello spazio come realtà bidimensionale o tridimensionale, statica o dinamica, astratta o surreale, fantastica o metafisica, gli studenti individueranno alcuni dei fondamentali elementi distintivi che caratterizzano i principali movimenti delle avanguardie storiche.
  • 3. Se qualcuno ci chiedesse di definire lo spazio, sicuramente ci troveremmo in difficoltà. Nel linguaggio visivo lo spazio è rappresentato dalle relazioni
    tra gli oggetti della realtà, che vengono percepiti dal nostro occhio
    e dal nostro cervello. Le immagini che ci circondano
    giornalmente e quelle sui libri, dimostrano che
    ci sono diversi modi di percepire
    lo spazio che ci sta intorno.
  • 4. A ogni visione spaziale corrisponde una sensazione emotiva e psicologica
    diversa: proveremo sicuramente sensazioni differenti di fronte ad una
    marina al tramonto o chiusi nella nostra stanza. Questo significa
    che la percezione dello spazio non è solo un dato oggettivo
    della realtà, ma anche una costruzione della mente,
    per cui una stessa immagine , uno stesso luogo
    possono essere visti dalla stessa persona
    in modo diverso. A tal proposito
    gli artisti ci mostrano proprio
    infiniti modi di sentire e di
    raffigurare lo spazio.
  • 5. Dello spazio quindi ne abbiamo
    una percezione soggettiva, che dipende
    anche dalle circostanze,dagli stati d’animo e dal tempo.
    Molte sono le definizioni che possiamo dare allo spazio - aperto, chiuso, interno, esterno, vicino, lontano - hanno un significato per noi, ma non un valore oggettivo.
  • 6. Ogni periodo e ogni civiltà hanno raffigurato lo spazio sulla superficie a due dimensioni, mediante soluzioni originali. Alcune forme espressive spaziali possono apparire ingenue al nostro occhio, se non addirittura sbagliate. In realtà sono rappresentazioni che interpretano i gusti, i valori, la cultura dell’epoca in modo funzionale e coerente.
  • 7. Linee, superfici, colori, luce, volume, sono elementi visivi che hanno tutti carattere di spazialità. Tra questi la luce è l’elemento visivo che ha un’importanza fondamentale dell’attribuire valori spaziali alla rappresentazione.
    Determinate condizioni di luce possono allungare all’infinito un paesaggio o al contrario renderlo più corto o ancora dare la sensazione di aperto o chiuso.
  • 8. Anche il colore è fondamentale per la percezione spaziale.
    Uno stesso colore su sfondi diversi, acquista diversi valori spaziali .
  • 9. Come vedi la profondità spaziale è ottenuta attraverso la gradazione dei colori, la quale suggerisce una certa luminosità.
    Luce e Colore
    Riempi di luce e colore il riquadro, scegliendo tu una tonalità rispettando le gradazioni, come sopra.
  • 10. Come vedi la luce è fondamentale! Essa evidenzia i piani, suggerisce delle linee che scompongono la dimensione spaziale.
    Linea e Luce
    Completa l’immagine qui di fianco con le opportune sfumature affinché rendano una differente dimensione spaziale dei piani.
  • 11. Questo artista contemporaneo interpreta bene il valore spaziale del colore, il passaggio graduale dal chiaro allo scuro,crea facilmente quella sensazione di avanzamento o di arretramento.
    Karl Gestner “Colour Sound 34”
    Spazio al colore!
    Scegliendo uno o due colori, prova anche tu ad ottenere la profondità, o l’avanzamento come mostrano le opere qui raffigurate.
    Karl Gestner “Colour Sound ”
  • 12. Victor Vasarely, Vonal-Ksz., 1968 vinyl.
    Si arretra o si avanza?
    Victor Vasarely
  • 13. Queste opere sono tre esempi di come la dimensione spaziale viene suggerita grazie al colore, la linea e la luce.
    “Ballerine fra le quinte” di Degas
    Artisti a confronto
    “La danza” di E. Matisse
    “Incontro” di M. C. Escher
  • 14. Se provassimo a vedere cosa succede invertendo le linee e colori, ci accorgeremmo che..
    La dimensione spaziale si annulla e che le scelte pittoriche non sono affatto ingenue!
    Contaminazioni
  • 15. E se provassimo a far danzare le figure di Matisse all’interno di uno dei capolavori di Victor Vasarely?
    Prova a completare l’immagine, modificando la percezione spaziale.
    Victor Vasarely, Vonal-Ksz., 1968 vinyl.
    Contaminazioni
  • 16. Tre opere che apparentemente non hanno nulla in comune tranne la circolarità; l’idea dell’aldilà di “quello” spazio visibile; lo spazio “altro” quindi; l’idea di sfondamento.
    Ma se …
    “Hand wicth reflecting globe” di M. C. Escher
    “Eye” di M. C. Escher
    “La camera degli sposi” di A. Mantegna
  • 17. …. Se giocassimo un po’ con le immagini, cambiando anche i colori ecco che succede: una cupola può diventare una finestra, un oblò! Oppure uno spioncino che ci regala la visione di un’altra dimensione, quella dell’immaginazione!
    • Completa l’opera sottostante utilizzando le risorse della tua fantasia, per creare una nuova immagine che dia l’idea di un’altra spazialità.
  • 18. Il sorriso imperscrutabile e indecifrabile della donna rappresentata rende unico il dipinto,assieme all’utilizzo per la prima volta della prospettiva aerea. Ma cosa succede se quei colori che rendono l’atmosfera così serena vengono sostituiti dai vortici vivaci di Van Gogh?!
    • E se il paesaggio fosse quello visibile dalle finestre di casa tua? Prova a dipingerla!
    “La Monnalisa” di L. Da Vinci 1503- 1506
    “Notte stellata” di Vincent Van Gogh
  • 19. Van Gogh dipinge uno spazio interno, la sua camera da letto. Di solito questa rispecchia molto il nostro mondo interiore. Poiché è lo spazio più intimo e personale, dovrebbe riflettere il nostro modo di vivere. I toni del verde e del celeste mirano a dare un senso di tranquillità e comoda serenità, rinforzati dalla figurazione pittorica che si sofferma sul grande letto e sui pochi oggetti nella stanza, ordinata e pulita.
    La camera da letto di Van Gogh - Arles 1888
    • Personalizza la camera di Van Gogh secondo i tuoi gusti.
    • Dipingi la tua camera da letto
  • 20. Abbiamo visto insieme come con l’uso appropriato delle linee e dei colori lo spazio acquista diverse dimensioni,crea atmosfere suggestive, donando corpo e volume alla realtà evanescente della nostra fantasia … … …
    basta solo lasciarla andare! Buon lavoro.