• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Guida dello studente università europea di roma Anno Accademico 2011 2012
 

Guida dello studente università europea di roma Anno Accademico 2011 2012

on

  • 2,914 views

La Guida dello studente dell'Università Europea di Roma è il punto di riferimento più importante per ogni studente universitario e contiene le caratteristiche dell'offerta formativa (Corsi di ...

La Guida dello studente dell'Università Europea di Roma è il punto di riferimento più importante per ogni studente universitario e contiene le caratteristiche dell'offerta formativa (Corsi di Laurea, Docenti, Formazione integrale, Rete Internazionale e Master di I e II livello dell'A.A. 2011-2012

Statistics

Views

Total Views
2,914
Views on SlideShare
2,763
Embed Views
151

Actions

Likes
0
Downloads
8
Comments
0

1 Embed 151

http://www.universitaeuropeadiroma.it 151

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Guida dello studente università europea di roma Anno Accademico 2011 2012 Guida dello studente università europea di roma Anno Accademico 2011 2012 Document Transcript

    • Aggiornata al 08 Novembre 2011 GUIDA DELLO STUDENTEANNO ACCADEMICO 2011 – 2012
    • guida dello studenteLa presente pubblicazione ha carattere puramente informativo e non ha valorecontrattuale tra lUniversità e gli studenti. LUniversità Europea di Roma si riservail diritto di introdurre modifiche ai programmi ed alle disposizioni enunciateanche ad anno accademico iniziato.Unitamente all’opuscolo complementare dedicato all’Ordine degli Studi, chesarà pubblicato prima dell’inizio dell’a.a. 2011-2012, la Guida adempie allefunzioni di informazione ed ai requisiti di trasparenza prescritti dall’art. 4, r.d. 6aprile 1924, n. 674, e dall’art. 2 del d.m. 31 ottobre 2007, n. 544.Eventuali variazioni rispetto ai dati ed alle notizie contenute nellapresente Guida saranno tempestivamente comunicate agli interessati conadeguati sistemi di informazione. 2
    • sommario SOMMARIOPRESENTAZIONE........................................................................................................... 8PARTE I - INFORMAZIONI GENERALI ...................................................................... 15I. ORGANI ED AUTORITÀ ACCADEMICHE .................................................................. 16II. COMITATO SCIENTIFICO ......................................................................................... 19III. CORPO ACCADEMICO............................................................................................ 23 Ambito di Didattica in Giurisprudenza ......................................................................... 23 Ambito di Didattica in Economia.................................................................................. 28 Ambito di Didattica in Storia ........................................................................................ 32 Ambito di Didattica in Psicologia ................................................................................. 35IV. CALENDARIO ACCADEMICO ................................................................................. 40V. TERMINI DI SCADENZA ........................................................................................... 42VI. TITOLI DI STUDIO RILASCIATI DALL’UNIVERSITÀ................................................. 44VII. OFFERTA FORMATIVA A.A. 2011/2012 ................................................................. 45VIII. INFORMAZIONI UTILI........................................................................................... 47PARTE II - L’ORGANIZZAZIONE INTERNA.............................................................. 49I. LE STRUTTURE DIDATTICHE E DI RICERCA: DIPARTIMENTI ED AMBITI ................. 50 1. Dipartimenti di Didattica e di Ricerca .................................................................... 50 2. Gli Ambiti di Didattica e di Ricerca........................................................................ 50II. I CENTRI DIPARTIMENTALI ...................................................................................... 52 a) IL CENTRO DIPARTIMENTALE DI FORMAZIONE INTEGRALE................................ 52 b) CENTRO DIPARTIMENTALE PER LE ATTIVITÀ INFORMATICHE E LINGUISTICHE . 58 c) CENTRO DIPARTIMENTALE PER LE RELAZIONI INTERNAZIONALI ....................... 60 d) CENTRO DIPARTIMENTALE “JOB-PLACEMENT” .................................................... 61 e) CENTRO DIPARTIMENTALE PER LA RICERCA ......................................................... 63 f) CENTRO DIPARTIMENTALE DI FORMAZIONE POST LAUREA................................ 67 3
    • guida dello studenteIII. GLI UFFICI AMMINISTRATIVI .................................................................................. 69 1. Principi generali dell’azione amministrativa dell’Università ................................... 69 2. Le strutture amministrative...................................................................................... 69 3. Uffici a rilevanza esterna ........................................................................................ 70 La Segreteria Generale ........................................................................... 70 Le Segreterie dei corsi di Laurea ............................................................. 71 L’Ufficio Orientamento .......................................................................... 71 L’Ufficio Economato............................................................................... 72 L’Ufficio Promozione ............................................................................. 72PARTE III - IL PROGETTO FORMATIVO ........................................................... 73I. LE LINEE GUIDA DEL PROGETTO FORMATIVO ....................................................... 74 1. La Formazione Integrale della persona ................................................................... 74 2. La centralità dello studente..................................................................................... 75 3. “Formiamo persone, prepariamo professionisti” ..................................................... 77II. LE ATTIVITÀ FORMATIVE COMPLEMENTARI........................................................... 78 1. Le attività extra-curriculari...................................................................................... 78 1.1. Incontri, conferenze e dibattiti ............................................................... 78 1.2. Progetto Coro......................................................................................... 78 1.3. Scuola di dibattito .................................................................................. 79 1.4. Centro Metodo Naturale Billings ............................................................ 79 1.5. Tornei sportivi e ricreativi ...................................................................... 80 1.6. Sport femminile...................................................................................... 80 1.7. Laboratorio teatrale ................................................................................ 80 1.8. Convenzioni .......................................................................................... 80III. ALTRI SERVIZI PER GLI STUDENTI........................................................................... 81 1. La Cappellania Universitaria................................................................................... 81 2. I programmi di orientamento universitario.............................................................. 82 3. La “Settimana della matricola” ............................................................................... 84 4. I servizi di Tutoring................................................................................................. 85 5. Programmi culturali e visite guidate........................................................................ 86 6. La biblioteca di Ateneo........................................................................................... 86 7. I rapporti con le famiglie degli studenti................................................................... 86 8. Alloggio per gli studenti fuori sede ......................................................................... 87 9. Gli incontri con le imprese ..................................................................................... 87 10. Percorsi di orientamento al lavoro ........................................................................ 87 4
    • sommarioPARTE IV - LA DISCIPLINA REGOLAMENTARE DEI CORSI DI LAUREA ............. 89I. AMMISSIONE, IMMATRICOLAZIONE ED ISCRIZIONE AI CORSI DI LAUREA: DISPOSIZIONI COMUNI......................................................................................... 90 1. Ammissione............................................................................................................ 90 2. Immatricolazione/iscrizione al primo anno............................................................. 92 2.1. Termini di scadenza per immatricolazione/iscrizione al primo anno e modalità di pagamento ................................................................................. 94 3. Iscrizione ad anni successivi al primo..................................................................... 95 4. Deroghe ................................................................................................................. 97 5. Iscrizione fuori corso .............................................................................................. 97 6. Iscrizione a singole attività formative...................................................................... 98 7. Obbligo di frequenza e studenti a tempo parziale .................................................. 99II. ALTRE DISPOSIZIONI ............................................................................................. 101 1. Trasferimenti ad altra università............................................................................ 101 2. Trasferimenti da altra università............................................................................ 101 3. Passaggio ad altro corso di studio della stessa università....................................... 102 4. Rinuncia, decadenza, sospensione e interruzione degli studi ............................... 102 5. Tasse, contributi e modalità di pagamento............................................................ 104 6. Norme di disciplina .............................................................................................. 104III. LE ATTIVITÀ DIDATTICHE ..................................................................................... 105 1. Periodo di svolgimento delle lezioni..................................................................... 105 2. Valutazione del profitto e modalità di svolgimento dellesame ............................. 105 3. Personalizzazione del curriculum e piani di studio individuali............................. 107 4. Attività a scelta degli studenti ............................................................................... 107 5. Conoscenze linguistiche ed informatiche ............................................................. 107 6. Altre attività formative .......................................................................................... 108 7. Prova finale per il conseguimento del titolo di studio ........................................... 108PARTE V - L’ORDINAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI LAUREA ................. 111I. AMBITO DI GIURISPRUDENZA ............................................................................... 112 1. Corso di laurea magistrale a ciclo unico in “Giurisprudenza” ( L M G / 0 1 ) .............................................................................................................. 112 1.1. Obiettivi e percorso formativo.............................................................. 112 1.2. Modalità di accesso ............................................................................. 113 1.3. Sbocchi professionali ........................................................................... 113 1.4. Curriculum degli studi.......................................................................... 114 5
    • guida dello studenteII. AMBITO DI ECONOMIA ......................................................................................... 117 1. C o r s o d i l a u r e a t r i e n n a l e i n “ E c o n o m i a e G e s t i o n e A z i e n d a l e ” ( L - 1 8 ) ..................................................................................................................... 117 1.1. Obiettivi e percorso formativo.............................................................. 117 1.2. Modalità di accesso ............................................................................. 117 1.3. Sbocchi professionali ........................................................................... 118 1.4. Curriculum degli studi.......................................................................... 118 2. C o r s o d i L a u r e a M a g i s t r a l e i n “ E c o n o m i a , M a n a g e m e n t e F i n a n z a ” ( L M - 5 6 ) ................................................................................................................. 121 2.1. Obiettivi e percorso formativo.............................................................. 121 2.2. Modalità di accesso ............................................................................. 121 2.3. Sbocchi professionali ........................................................................... 122 2.4. Curriculum degli studi.......................................................................... 122III . AMBITO DI PSICOLOGIA ..................................................................................... 124 1. Corso di laurea triennale in “Scienze e Tecniche Psicologiche” ( L - 2 4 ) .................................................................................................................... 124 1.1 Obiettivi e percorso formativo.............................................................. 124 1.2. Modalità di accesso ............................................................................. 126 1.3. Sbocchi professionali ........................................................................... 126 1.4. Curriculum degli studi.......................................................................... 127 2 . C o r s o d i l a u r e a m a g i s t r a l e i n “ P s i c o l o g i a ” ( L M - 5 1 ) .................... 130 2.1. Obiettivi e percorso formativo.............................................................. 130 2.2. Modalità di accesso ............................................................................. 131 2.3. Sbocchi professionali ........................................................................... 132 2.4. Curriculum degli studi.......................................................................... 133IV. AMBITO DI STORIA............................................................................................... 1381 . C o r s o d i l a u r e a t r i e n n a l e i n “ S t o r i a e F i l o s o f i a ” ( L - 4 2 ) .................. 138 1.1. Obiettivi e percorso formativo.............................................................. 138 1.2. Modalità di accesso ............................................................................. 139 1.3. Sbocchi professionali ........................................................................... 140 1.4. Curriculum degli studi.......................................................................... 140 2. Corso di laurea magistrale in “Storia della Civiltà Cristiana” ( L M - 8 4 ) ................................................................................................................. 144 2.1. Obiettivi e percorso formativo.............................................................. 144 2.2. Modalità di accesso ............................................................................. 144 2.3. Sbocchi professionali ........................................................................... 144 2.4. Curriculum degli studi.......................................................................... 145 6
    • sommarioPARTE VI - LA FORMAZIONE POST LAUREA ................................................. 147 1. Offerta formativa Post-Laurea 2011/2012 ............................................................. 149 2. Modalità di iscrizione ai Master ed ai Corsi di specializzazione e di formazione post laurea. ...................................................................................................................... 150APPENDICE .................................................................................................. 153Guida Tasse e Contributi Anno Accademico 2011-2012 ................................. 154INDICE ......................................................................................................... 164 7
    • PRESENTAZIONEL’UNIVERSITÀ EUROPEA di ROMA è unaUniversità non statale, legalmente riconosciutacon decreto del Ministro dell’Istruzione,dell’Università e della Ricerca del 5 agosto 2004,pubblicato nella G.U. - Serie Generale del 25novembre 2004, n.°277. È abilitata al rilascio deititoli di studio universitari aventi valore legale, invirtù del decreto ministeriale del 4 maggio 2005,pubblicato sul Supplemento ordinario n. 90 dellaG.U. del 13 maggio 2005, n. 110. Ha iniziato lapropria attività nell’anno accademico 2005/06,conseguendo lusinghieri risultati e unanimi consensi, che la collocano inuna posizione di rilievo nel panorama della cultura e della formazioneuniversitaria nel nostro Paese.L’Università Europea di Roma (in sigla, la U.E.R.) fa parte di una rete diIstituzioni a carattere educativo a livello internazionale (Italia, Francia,Spagna, Svizzera, Stati Uniti, Messico, Brasile e Cile) costituito da 15Università e 66 Centri di Studi Superiori.Le Università della rete intendono costituire uno spazio di riflessionelibera e permanente, ispirata alla fede cristiana, a servizio della crescitadella conoscenza umana. Aspirano ad essere un autentico “laboratorio diidee” per proporre indirizzi, orientamenti e strade comuni da percorrerenel terzo millennio, per affrontare i temi dibattuti nella società attuale.Come membri di un’unica comunità accademica, sia i docenti e sia glistudenti di queste Università cercano di scoprire, preservare e diffonderela verità, con riferimento alle esigenze del mondo contemporaneo. Comeistituzioni cattoliche, sono ispirate al Vangelo ed agli insegnamentiecclesiali. La loro finalità è pertanto duplice: promuovere una comunitàdi fede e sviluppare una presenza pubblica nell’ambito della cultura dilivello superiore. Il loro ideale è la formazione di persone dotate diun’alta cultura cristianamente assimilata, per offrire soluzioni integraliche promuovano lo sviluppo economico, sociale e culturale dei popoli,sulla base dei valori fondamentali della vita umana, dei diritti inalienabili
    • presentazionedella persona, della giustizia, della pace e della giusta correlazione trapersone, società e Stato.Il logo dell’Università Europea di Roma, comune alle Università dellarete internazionale, rappresenta l’intreccio di un tessuto in allestimento.Trasmette un messaggio di dinamismo e sottolinea: la complessità deifattori che intervengono nella formazione integrale di ogni persona; lainterdisciplinarietà delle scienze e l’ampia diffusione del sapere al fine diottenere risultati nella ricerca; la convenienza della comunicazione edella collaborazione fra istituzioni di diverse nazioni e culture; il servizioe il beneficio che apportano le generazioni di persone formate neltessuto sociale. I quattro settori rappresentano le quattro parti delterritorio di Roma nel quale si è sviluppata e continua a svilupparsi la suacultura. Essi rappresentano anche i quattro estremi dell’Europa, nel lorodinamico incontro. I colori arancione e marrone rappresentano il sole e ildivino (arancione); la terra e l’umano (il marrone). Sono i due principidella educazione integrale: coltivare l’anima e formare il corpo.Il motto, anch’esso comune a tutte le Università della rete, ripete la frasedi San Paolo: Vince in bono malum - “Vinci il male nel bene”. Essorispecchia chiaramente l’intenzione positiva, costruttiva e non polemica,realistica e concreta di queste Istituzioni educative.Il principio ispiratore dell’attività didattica dell’Università Europea diRoma è costituito dalla centralità dello studente nel processo diapprendimento e di formazione. Gli orari delle lezioni, le strutturedidattiche ed i servizi di Ateneo sono predisposti in modo da assicurare ilmigliore impiego del tempo disponibile e da ottimizzare il profitto nellostudio. Attraverso lo strumento del tutorato, inoltre, l’U.E.R. intendefornire un valido servizio di accompagnamento e di sostegno all’ingresso,durante il corso degli studi e dopo l’acquisizione del titolo. In questomodo si vuole favorire il conseguimento della laurea nei tempi previstied il successivo inserimento nel mondo del lavoro.L’Università Europea di Roma ha sede in via degli Aldobrandeschi, nellazona nord-ovest di Roma, vicino all’uscita “Aurelia” del raccordoanulare. È ben collegata con la rete ferroviaria e con gli altri mezzipubblici urbani. 9
    • guida dello studenteEssa dispone di moderne strutture inserite in un vero e proprio campus,con ampi spazi immersi in un parco, ideali per la didattica, per la ricerca,per lo sport e per le attività culturali e sociali del tempo libero. Possiedesistemi tecnologici avanzati, tra cui il sistema wi-fi per connessione allarete internet. È dotata di aula magna e sala congressi da 450 posti, concabine di regia e traduzione simultanea; di aula per la discussione delletesi di laurea; di aula-conferenze e di numerose altre aule per le lezioni,con collegamenti multimediali in rete interna ed esterna e con sistema diteleconferenza; di vasta biblioteca; di laboratori linguistici ed informatici;di sale-riunione per i professori; di sale per lettura, incontri e studiopersonale; di bar e mensa universitaria. Dispone di ampi parcheggigratuiti.L’elegante edificio è stato realizzato secondo i criteri più avanzati per ilsuperamento delle barriere architettoniche.L’offerta formativa garantisce una solida formazione professionale astudenti che intendano inserirsi nel mondo del lavoro e delle professionicon un valido bagaglio di conoscenze ed abilità manageriali e che sianopronti ad accogliere le molteplici sfide della società moderna con unatteggiamento positivo e costruttivo. Per conseguire questi obiettivi,l’Università:dispone di un corpo docente capace di coniugare abilità professionale edesperienza accademica;assicura un rapporto ottimale tra il numero degli studenti e quello deidocenti;promuove lo studio delle lingue straniere con supporti multimediali el’abilitazione all’uso di strumenti informatici, telematici e multimediali;si avvale di una fitta rete di scambi internazionali con Università europeeed extra-europee;offre un servizio di consulenza individuale, con personale specializzato,per orientare le scelte e per sviluppare un metodo di studio efficace.Per tutte queste ragioni, l’U.E.R. si propone come una importante estabile realtà nel panorama del sistema universitario italiano, che tendead arricchire con la forza delle sue energie giovani e con l’originalitàdella sua proposta, rivolta alla formazione integrale della persona,sorretta da dotazioni strutturali di ottimo livello ed aperta alle novitàculturali ed alle dimensioni internazionali del sapere. Nella 10
    • presentazioneprogrammazione del prossimo anno accademico trova quindidimostrazione e conferma il costante impegno di realizzare un progettoorganico fondato su obiettivi lungimiranti e su chiari programmi didatticie scientifici, che si confida di sviluppare ulteriormente sia attraverso ilprogressivo incremento del numero dei Corsi e degli studenti, siamediante il miglioramento della originalità e della qualità della propostaformativa. ******Nel prossimo anno accademico 2011-2012 l’offerta formativa saràcaratterizzata dalle seguenti significative novità: l’attivazione del corso di Laurea in Storia e Filosofia afferente all’Ambito di Storia in collaborazione con l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum; l’attivazione del corso di Laurea Magistrale in Psicologia, articolato in due specifici curricula, Psicologia Clinica e di Comunità e Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni, afferente all’Ambito di Psicologia; l’attivazione del Corso di Laurea Magistrale in Economia Management e Finanza afferente l’Ambito di Economia.La nuova offerta formativa dell’Anno accademico 2011/2012, specificatain dettaglio nella presente Guida, è perciò strutturata come segue:I) Corso di Laurea Magistrale a Ciclo unico in Giurisprudenza (LMG/01)II) Corsi di Laurea Triennale in: a. Economia e Gestione Aziendale (L-18) b. Storia e Filosofia (L-42) c. Scienze e Tecniche Psicologiche (L-24)III) Corsi di Laurea Magistrale in: a. Economia, Management e Finanza (LM-56) b. Storia della Civiltà Cristiana (LM-84) c. Psicologia (LM-51)Lo svolgimento delle attività didattiche si fraziona in due semestri, delladurata di 12 settimane ciascuno. L’attività didattica è incentrata sulezioni frontali, integrate da attività di esercitazione e da seminari, ed ècompletata mediante numerose altre attività formative, curriculari ed 11
    • guida dello studenteextra-curriculari, che arricchiscono la formazione umana e professionaleche l’Università Europea di Roma intende fornire ai propri studenti.Il curriculum degli studi di ciascun corso di laurea prevede anche losvolgimento di attività informatiche e linguistiche; di attività di servizio eresponsabilità sociale presso organizzazioni “non profit” ed associazioniumanitarie, finalizzate a sviluppare la consapevolezza dei bisogni altrui edella funzione sociale delle professioni liberali; di attività di tirocinio estages presso istituzioni pubbliche e private convenzionate, dirette adacquisire le prime esperienze del mondo del lavoro. Sono previste ancheattività per il tempo libero, organizzate con la attiva collaborazione deglistudenti, tramite il centro sportivo ed i circoli culturali e sociali diAteneo, con il fine di incentivare forme di socializzazione e di svilupparela creatività, gli interessi e le capacità espressive di ciascuno.Ai giovani laureati L’Università Europea di Roma offre la possibilità diapprofondire i propri studi in settori di particolare interesse ed attualità edi acquisire ulteriori competenze necessarie per svolgere attività diricerca e professionale di alta qualificazione.A tal fine, oltre al suo ormai tradizionale impegno nel settore dei Mastere dei Corsi di Specializzazione, ha arricchito l’offerta formativa Post-Laurea istituendo la Scuola Dottorale in Scienze Umane e la Scuola diSpecializzazione per le Professioni Legali. *****Questa Guida, che è frutto dell’appassionato contributo dei responsabilidegli Organi accademici e degli Uffici amministrativi, intende costituirenon solo un utile strumento operativo che consenta di meglio orientarsinella vita universitaria, ma anche un documento che sappia illustrare lefinalità formative, le metodologie didattiche, la normativa interna e lestrutture dell’Ateneo. In questo modo, si desidera consentire ai docenti,agli studenti ed ai dipendenti, nonché a tutti i soggetti privati edistituzionali interessati, di conoscere in modo approfondito e trasparentel’Università Europea di Roma, per essere partecipi della sua missione edella sua crescita costante.A tutti coloro che si uniscono quest’anno alla nostra comunitàaccademica, rivolgo il più cordiale benvenuto, con l’augurio che 12
    • presentazionepossano intraprendere una proficua esperienza di vita, che consenta diacquisire una profonda formazione e preluda al raggiungimento deimigliori traguardi professionali e umani.Agli studenti che proseguono il loro percorso nella nostra Università,rinnovo il più cordiale saluto, con l’auspicio che possano conseguirerisultati sempre più fecondi. Il Rettore Prof. P. Paolo Scarafoni, L.C. 13
    • PARTE IINFORMAZIONI GENERALI
    • guida dello studente I. ORGANI ED AUTORITÀ ACCADEMICHERettore P. Paolo Scarafoni, L.C.Vice-Rettore per Emmanuele Francesco Marial’Internazionalizzazione EmanueleConsiglio di AmministrazionePresidente P. Michael Ryan, L.C.Comitato Ordinatore P. Paolo Scarafoni, L.C. Alberto Gambino Matilde Bini Roberto de Mattei Antonino TamburelloCoordinatore Accademico Alberto GambinoCoordinatori degli Ambiti: a. Ambito di Giurisprudenza Da designare b. Ambito di Economia Matilde Bini c. Ambito di Storia Roberto de Mattei d. Ambito di Psicologia Antonino TamburelloSegretario Generale P. Marco Zaccaretti, L.C 16
    • informazioni generaliCoordinatore Amministrativo P. Fernando Herrera, L.C.Centro Dipartimentale di Formazione Michele G. GallinaPost-LaureaCentro Dipartimentale per la Ricerca Alberto GambinoCentro Dipartimentale per la Lorenza CannarsaFormazione Integrale Referente Scientifico: Massimo ViglioneCentro Dipartimentale per le Diana TasiniRelazioni Internazionali Referente Scientifico: Aniello MeroneCentro Dipartimentale per le Attività Davide MulaInformatiche Referente Scientifico: Gianluca CasagrandeAttività Linguistiche Antonio W. KraseCentro Dipartimentale Job-Placement Cinzia RuffinoNucleo di Valutazione: Presidente: Salvatore Fucali Componenti: José Manuel García Ramos Stefano Volpi Stefano Zita 17
    • guida dello studenteCollegio dei Revisori dei Conti: Titolari: Luca Voglino (Presidente) Pietro Matrisciano Mario Trementozzi Supplenti: Paola Adinolfi Fabio Casasoli Commissione di disciplina: Salvatore Fucali Alessandro De Stefano Sara Pelli 18
    • informazioni generaliII. COMITATO SCIENTIFICOIl progetto dell’Università Europea di Roma è sostenuto e promosso daun Comitato Scientifico composto da esponenti del mondo accademicodi riconosciuto prestigio nazionale ed internazionale. Angela Ales Bello Professore ordinario di storia della Filosofia Contemporanea nell’ Università Lateranense di Roma. Matilde Bini Professore ordinario di statistica economica nell’Università Europea di Roma - Coordinatore dell’ambito di Economia della U.E.R. - Membro del Comitato Ordinatore della U.E.R. Frans A.M. Alting von Geusau Professore emerito di Diritto internazionale e cooperazione occidentale nelle Università di Leiden e Tilburg (Olanda). Card. Walter Brandmüller Già Presidente del Pontificio Comitato di Scienze Storiche. Bruno Callieri Libero docente in Psichiatria e in Clinica delle malattie mentali. Carlo Casini Presidente della Commissione Affari Costituzionali del Parlamento Europeo - Magistrato della Corte di Cassazione - Membro della Commissione Giuridica e della Delegazione per le relazioni con i paesi del Mashrek - Presidente del Movimento per la Vita. Pierangelo Catalano Professore ordinario di Diritto Romano presso l’Università degli Studi Sapienza di Roma Michele Coccia Professore emerito dell’ Università degli Studi Sapienza di Roma Roberto de Mattei Professore associato di storia moderna nell’Università Europea 19
    • guida dello studente di Roma - Coordinatore dell’ambito di Storia della U.E.R. - Membro del Comitato Ordinatore della U.E.R. Emmanuele F. M. Emanuele Professore emerito per chiara fama nell’Universidad Francisco de Vitoria di Madrid - Vice- Rettore per l’Internazionalizzazione della U.E.R. - Presidente della Fondazione Roma Delfo Galileo Faroni Medico, docente universitario e fondatore di una catena di ospedali e cliniche. Agostino Gambino Ministro delle Poste e Telecomunicazioni (1995 – 1996) – Professore emerito dell’ Università degli Studi Sapienza di Roma Mary Ann Glendon Professore di Diritto, alla Harvard Law School (Stati Uniti) – Membro della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali José Kuthy Porter Presidente dell’Associazione Internazionale di Scuole di Medicina Cattoliche (Messico) Lelio Lantella Professore ordinario di Diritto Romano, Università Statale di Torino Mónica López Barahona Direttore Scientifico Istituto Vidacord – Membro del Comitato scientifico di Biochimica e Biotecnologia della "Universidad Francisco de Vitoria" (Madrid) Rainer Masera Preside della Facoltà di Economia, Università Guglielmo Marconi di Roma – Professore ordinario di politica economica. 20
    • informazioni generaliMario Mauro Deputato e già Vice Presidente del Parlamento EuropeoChrista Meves Psichiatra, esperta di psicoterapia infantile (Germania)Cesare Mirabelli Presidente emerito della Corte Costituzionale – Professore ordinario di Diritto Ecclesiastico, Università degli Studi “Tor Vergata” di RomaEdmund Pellegrino Docente di Etica Medica nel Center for Clinical Bioethics, Georgetown University (Washington)Giuseppe Pennisi Componente del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro - già Coordinatore dellarea di Economia Pubblica alla Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione.Nicola Picardi Professore emerito dell’ Università degli Studi Sapienza di RomaEddo Rigotti Professore ordinario di comunicazione verbale e teoria dell’argomentazione nell’ Università della Svizzera Italiana.Alberto Romano Professore emerito dell’ Università degli Studi Sapienza di Roma.Pasquale Sandulli Già Professore ordinario di Diritto del Lavoro, nell’ Università degli Studi Sapienza di Roma.Lucetta Scaraffia Professore ordinario di Storia Contemporanea, nell’ Università degli Studi Sapienza di Roma.Gladys A. Sweeney Preside del Institute for the Psychological Sciences, Washington 21
    • guida dello studente Antonino Tamburello Direttore dell’Istituto Skinner di Roma e Napoli - Coordinatore dell’ambito di Psicologia della U.E.R. - Membro del Comitato Ordinatore della U.E.R. Anna-Teresa Tymieniecka Direttrice del World Institute for Advanced Phenomenological Research (Hannover, New Hampshire) Giuseppe Valditara Senatore della Repubblica – Professore ordinario di Diritto Romano, Università di Torino Massimo Vari Vice Presidente emerito della Corte Costituzionale - Giudice della Corte dei Conti Europea - Consigliere dello Stato della Città del Vaticano Wolfgang Waldstein Professore Emerito dell’ Università di Salisburgo - Membro della Pontificia Accademia per la Vita. 22
    • informazioni generali III. CORPO ACCADEMICO Ambito di Didattica in Giurisprudenza Coordinatore di Ambito Da designare Vice Coordinatore di Ambito Antonio Palma Docenti di RuoloGAMBINO Alberto Ordinario di Diritto Privato Coordinatore Accademico e del Centro Dipartimentale per la RicercaMAUGERI Marco Straordinario di Diritto CommercialeVARI Filippo Straordinario di Diritto CostituzionaleBILOTTI Emanuele Associato n.c. di Diritto PrivatoSANTAGADA Filomena Associato n.c. di Diritto Processuale CivileTESTA Felice Associato n.c. di Diritto del LavoroFRANCHINI Lorenzo Ricercatore n.c. di Diritto Romano e Diritti dell’AntichitàMERONE Aniello Ricercatore n.c. di Diritto Processuale CivilePALMA Mario Ricercatore n.c. di Diritto CostituzionalePALMARO Mario Ricercatore n.c. di Filosofia del DirittoSTAZI Andrea Ricercatore t.d. di Diritto Privato Comparato Art.3 - DM 203/06PALMA Antonio Docente di Fondamenti Romanistici del Diritto Europeo (Istituzioni di diritto romano) Vice Coordinatore dell’Ambito di Giurisprudenza nell’Università Europea di Roma Ordinario nell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” 23
    • guida dello studenteRONCO Mauro Docente di Diritto Penale Ordinario nell’Università degli Studi di PadovaVALDITARA Giuseppe Docente di Diritto Pubblico Romano Ordinario nell’Università di Torino Senatore della Repubblica Art. 23, comma 1, L. 240/2010CICIRIELLO Maria Clelia Docente di Diritto Internazionale Già Ordinario nell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”SCHIPANI Sandro Docente di Storia delle Codificazioni moderne in Europa Già Ordinario nell’Università degli Studi “Sapienza” di Roma Docenti a contrattoARANDA Eduardo Docente di Dignitas ConnubiiBENEDETTI Alessandro Docente di Criminologia, Scienze Criminali e Diritto di Pubblica SicurezzaBERNARDINI Sveva Docente di Diritto delle AssicurazioniBLASIO Elio Docente di EconomiaBONZANO Carlo Docente di Procedura Penale Ricercatore nell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”BORGIA Fiammetta Docente di International Economic Law Ricercatore nell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”CAPECELATRO Edmondo Docente di Teoria e Prassi del ContrattoMariaCONTALDi Gianluca Docente di Diritto Internazionale Ordinario nell’Università degli Studi di MacerataDE STEFANO Alessandro Docente di Diritto Tributario Avvocato dello Stato 24
    • informazioni generaliDELLI PRISCOLI Lorenzo Docente di Diritto Fallimentare Idoneo di Prima FasciaDONA Massimiliano Docente di Diritto dei Consumatori Segretario Generale Unione Nazionale ConsumatoriESPOSITO Luigi Docente di Diritto Amministrativo Processuale Presidente II Sezione di Salerno, TAR CampaniaFALCE Valeria Docente di: Diritto Commerciale I – Diritto Industriale Associato n.c. nell’Ambito di Economia dell’Università Europea di RomaFALSITTA Vittorio Docente di Diritto PenaleEmanueleFAVA Pasquale Docente di Diritto Amministrativo Magistrato della Corte dei ContiDON GAGLIARDI Mauro Docente di La Conoscenza e l’Azione nel Pensiero CristianoGALANTINI Luca Docente di Storia del Diritto Medievale in Europa Ricercatore t.d. nell’Ambito di Storia dell’Università Europea di RomaGALLINA Michele Docente di Diritto Sanitario Coordinatore del Centro Dipartimentale di Formazione Post-Laurea nell’Università Europea di RomaGARACI Ilaria Docente di Istituzioni di Diritto Privato Ricercatore nell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”LOIODICE Aldo Docente di Diritto Amministrativo Ordinario nell’Università degli Studi di BariMAZZOCCHI Stefano Docente di Diritto dell’Ambiente e delle Fonti Rinnovabili 25
    • guida dello studenteMIRABELLI Cesare Docente di Diritto Ecclesiastico e Diritto Canonico Ordinario nell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”MUCCI Federica Docente di The International Protection of Cultural Heritage Ricercatore nell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”NUZZI Giovanni Docente di Diritto ComparatoPACE Lorenzo Docente di Diritto dell’Unione EuropeaPEDONE Vittorio Docente di Criminologia, Scienze Criminali e Diritto di Pubblica SicurezzaRICCIO Giuseppe Docente di Procedura Penale Già Ordinario nell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”ROSAFIO Elisabetta Docente di Dritto della NavigazioneGiovanna Ricercatore nell’Università degli Studi di TeramoSANDULLI Pasquale Docente di Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale Già Ordinario nell’Università degli Studi “Sapienza” di RomaP. SCARAFONI Paolo, L.C. Docente di Filosofia Teoretica Magnifico Rettore dell’Università Europea di RomaSFRECOLA Salvatore Docente di Diritto Amministrativo Presidente di sezione della Corte dei ContiSQUINTANI Enrico Docente di Diritto di Famiglia e delle SuccessioniTAMBORRA Giuseppe Docente di Diritto dell’Ambiente e delle Fonti RinnovabiliVACCARO BELLUSCIO Docente di Diritto BancarioAttilio CristianoMONS. VACCAROTTO Docente di Diritto Ecclesiastico e DirittoGiovanni Canonico 26
    • informazioni generaliVARI Massimo Docente di Diritto dell’Unione Europea Membro italiano della Corte dei Conti EuropeaVINCENZI Stefano Docente di Diritto del Mercato Finanziario Collaboratori didatticiCRICRI Lucio Procedura PenaleMULA Davide Diritto dellInformatica e della Comunicazione - Mediazione e ConciliazioneMAGGIO Elena Mediazione e Conciliazione 27
    • guida dello studente Ambito di Didattica in Economia Coordinatore di Ambito Matilde Bini Vice Coordinatore di Ambito Margherita Pedrana Docenti di RuoloBINI Matilde Straordinario di Statistica Economica Coordinatore dell’Ambito di Economia dell’Università Europea di RomaEMANUELE F. M. Straordinario t.d. di Scienza delle FinanzeEmmanuele Vice-Rettore per l’Internazionalizzazione dell’Università Europea di Roma Professore emerito per chiara fama nell’Universidad Francisco de Vitoria di MadridFALCE Valeria Associato n.c. di Diritto dell’economiaMONSURRò Marina Associato n.c. di AlgebraPROFILI Silvia Associato n.c. di Economia e Gestione delle ImpreseDELLO STROLOGO Alberto Ricercatore di Economia AziendaleDELBUFALO Emanuela Ricercatore n.c. di Economia e Gestione delle ImpreseNUZZI Andrea Ricercatore n.c. di Economia ApplicataPEDRANA Margherita Ricercatore n.c. di Economia Applicata Vice Coordinatore dell’Ambito di EconomiaBIZZARRI Carmen Ricercatore t.d. di Geografia Economico - PoliticaFARESE Giovanni Ricercatore t.d. di Storia EconomicaPOZZALI Andrea Ricercatore t.d. di Economia PoliticaTRAFICANTE Guido Ricercatore t.d. di Politica EconomicaVELUCCHI Margherita Ricercatore t.d. di Statistica Economica 28
    • informazioni generali Art.3 - DM 203/06TREQUATTRINI Raffaele Docente di Economia Aziendale Ordinario nell’Università degli Studi di CassinoGARACI Ilaria Docente di Diritto Privato Ricercatore nell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”GASPARRE Angelo Docente di: Analisi delle decisioni Aziendali - Economia e Gestione dell’Innovazione Ricercatore nell’Università degli Studi di GenovaRAGANELLI Biancamaria Docente di Diritto Pubblico dell’Economia Ricercatore nell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” Docenti a contrattoAFFINITA Tommaso Docente di Economia dei Trasporti e delle Infrastrutture Amministratore Delegato di Rete Autostrade Mediterranee S.p.A.ARDIZZONE Giuseppe M. Docente di Economia e Gestione della ComunicazioneBENEVOLO Francesco Docente di Economia dei Trasporti e delle InfrastruttureBLASIO Elio Docente di Economia dei Gruppi AziendaliCAFFERATA Roberto Docente di: Internazionalizzazione delle Imprese e Cambiamento Organizzativo - Management Immobiliare Ordinario nell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”CATELANI Edoardo Docente di Economia del mercato mobiliareCROCETTA Corrado Docente di Statistica Ordinario nell’Università degli Studi di FoggiaCUTILLO Andrea Docente di: Statistica Economica (corso progredito) – Statistica Sociale 29
    • guida dello studenteDE STEFANO Alessandro Docente di Diritto Tributario Avvocato dello StatoFERRAJOLO Alfonso Docente di Economia dell’EnergiaFERRUZZI Concetta Docente di Organizzazione della Produzione StatisticaFIORE Antonio Docente di Marketing BancarioFIORENTINO Luigi Docente di Diritto dell’Impresa e dell’Economia Segretario Generale dell’Autorità AntitrustLACCHINI Marco Docente di Metodologie e determinazioni quantitative d’azienda Ordinario nell’Università degli Studi di CassinoLONGARI Carlo Docente di Diritto Penale dell’Economia Ricercatore nell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”MAFFEI Marco Docente di: Responsabilità Sociale d’Impresa - Revisione AziendaleMILANO Fulvio Docente di Economia e Gestione della FinanzaPANICCIA Paola Maria Docente di Management immobiliareAnna Ordinario nell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”PENNISI Giuseppe Docente di: Politica Economica Internazionale – Development Projects Analysis Componente del Consiglio Nazionale dell’Economia e del LavoroPRIMICERIO Daniela Docente di Economia dei Servizi e del TurismoRIGHI Alessandra Docente di DemografiaRIZZUTI Gianfrancesco Docente di Relazioni Pubbliche, Economiche e FinanziarieROSSETTI Davide Docente di Governance e Relazioni d’Impresa 30
    • informazioni generaliSCHEPISI Cristina Docente di Diritto dell’Unione Europea Associato nell’Università degli Studi di Napoli "Parthenope"STAFFA Maria Sole Docente di Matematica Finanziaria Associato nell’Università degli Studi del Sannio di BeneventoTREMENTOZZI Angelo Docente di Economia e Gestione della Finanza 31
    • guida dello studente Ambito di Didattica in Storia Coordinatore di Ambito Roberto de Mattei Vice Coordinatore di Ambito Umberto Roberto Docenti di RuoloDE MATTEI Roberto Associato di Storia Moderna Coordinatore dell’Ambito di StoriaBECHERUCCI Isabella Associato n.c. di Letteratura ItalianaROBERTO Umberto Associato n.c. di Storia Romana Vice Coordinatore dell’Ambito di StoriaTRAVERSA Guido Associato n.c. di Filosofia MoraleZANARDO SUSY Associato n.c. di Filosofia MoraleCASAGRANDE Gianluca Ricercatore n.c. di GeografiaLENZI Francesca Romana Ricercatore n.c. di Storia dell’Europa OrientaleRUSSO Luigi Ricercatore n.c. di Storia MedievaleVALENTE Massimiliano Ricercatore n.c. di Storia ContemporaneaCASTAGNINO BERLINGHIERI Ricercatore t.d. di Storia delle RelazioniUmberto InternazionaliGALANTINI Luca Ricercatore t.d. di Storia del Diritto Medievale e ModernoMECELLA Laura Ricercatore t.d. di Civiltà BizantinaSALVARANI Renata Ricercatore t.d. di Storia del Cristianesimo e delle ChieseTUCI Paolo Andrea Ricercatore t.d. di Storia Greca Art. 23, comma 1, L. 240/2010BARBIERI Aroldo Docente di Letteratura Latina Già Ricercatore nell’Università degli Studi “Sapienza” di Roma Docenti a contrattoANGELUCCI Paolo Docente di: Archivistica - Introduzione alla lingua latina 32
    • informazioni generaliBARBIERI Costanza Docente di: Storia dell’Arte Moderna e Contemporanea - Artisti e rivali a Roma nel Rinascimento 1500-1600BEARZOT CINZIA Docente di Storia Romana Ordinario nell’Università Cattolica del Sacro Cuore di MilanoBISCUSO Massimiliano Docente di Teoria della conoscenza e pratica delle relazioni intersoggettiveBRIGANTI Camilla Docente di Il valore della condivisione per le nuove generazioni: etica comunitaria in E. Stein ed H. ArendtCOCCIA Michele Docente di Letteratura Latina Professore emerito nell’Università degli Studi “Sapienza” di RomaCOLOMBO Valentina Docente di Cultura e geopolitica dell’IslamDON GAGLIARDI Mauro Docente di La Conoscenza e l’Azione nel Pensiero CristianoGNERRE Corrado Docente di Antropologia FilosoficaICKX Johan Docente di ArchivisticaLENOCI Michele Docente di Filosofia Teoretica Preside della Facoltà di Scienze della formazione e Ordinario nell’Università Cattolica del Sacro Cuore di MilanoMARTÍNEZ ALBESA Emilio Docente di Storia e Istituzioni delle AmerichePALADINO Laura Docente di Città del Mediterraneo fra antichità e medioevoSALVATORI Flavia Docente di Archeologia e Storia dell’Arte CristianaSANGUINETTI Oscar Docente di Aspetti e figure del pensiero conservatore euro-americano fra Ottocento e NovecentoTRIPALDI Vincenza Docente di Etica della comprensione dell’altroVATTUONE Lucina Docente di Roma: grandi protagonisti del primo Cristianesimo 33
    • guida dello studenteVIGLIONE Massimo Docente di: Storia Moderna – Storia Contemporanea – Antropologia filosofica Ricercatore di ruolo CNR 34
    • informazioni generali Ambito di Didattica in Psicologia Coordinatore di Ambito Antonino Tamburello Vice Coordinatore di Ambito Anna Contardi Docenti di RuoloCAPRI Paolo Straordinario t.d. di Psicologia ClinicaCASTIELLO D’ANTONIO Straordinario t.d. di Psicologia del LavoroAndrea e delle OrganizzazioniMUSSO Paolo Straordinario t.d. di Psicologia del Lavoro e delle OrganizzazioniSIRIGATTI Saulo Straordinario t.d. di Psicologia ClinicaSORBI Paolo Straordinario t.d. di Sociologia GeneraleTAMBURELLO Antonino Straordinario t.d. di Psicologia Clinica Coordinatore dell’Ambito di PsicologiaCONTARDI Anna Ricercatore n.c. di Psicologia Clinica Vice Coordinatore dell’Ambito di PsicologiaDE PASQUALE CERATTI Ricercatore n.c. di Medicina LegaleStefanoFARINA Benedetto Ricercatore n.c. di Psicologia ClinicaGIORGI Gabriele Ricercatore n.c. di Psicologia del Lavoro e delle OrganizzazioniIANI Luca Ricercatore n.c. di Psicologia ClinicaNAVARINI Claudia Ricercatore n.c. di Filosofia MoraleBRUNETTI Riccardo Ricercatore t.d. di Psicologia GeneraleCONTINISIO Massimo Ricercatore t.d. di Psicologia Generale Art.3 - DM 203/06BIONDI Massimo Docente di Psichiatria Ordinario nell’Università degli Studi “Sapienza” di RomaJANIRI Luigi Docente di Psicopatologia del Comportamento 35
    • guida dello studente Associato nell’Università Cattolica del Sacro Cuore POZZI Gino Docente di Clinica Psichiatrica Ricercatore nell’Università Cattolica del Sacro Cuore Docenti a contratto ANZUINO Giovanni Docente di Sviluppo nell’arco della Vita BORELLI Luca Docente di Tecniche di terapia Don BETTINI Emilio Docente di La Conoscenza e l’Azione nel Pensiero Cristiano CARRUS Giuseppe Docente di Psicologia Sociale Ricercatore nell’Università degli Studi di ”Roma Tre” CONTE Stella Docente di Metodologia della Ricerca Psicologica Associato nell’Università degli Studi di Cagliari CREA Giovanni Docente di Psicologia Economica e Information and Comunication Tecnology (I.C.T.) CUOMO Giovanni Docente di: Psicologia Clinica Applicata - Psicologia Giuridica e Criminologia DE MONTE Ettore Docente di: Logica causale clinica I e II - Psicologia generale e Storia della Psicologia – Fondamenti di logica – Storia della psicologia clinica – Cinema e Psicologia FIZZOTTI Eugenio Docente di Deontologia GIACALONE Vito Docente di Modelli Educativi per la Scuola GRITTA Fabrizio Docente di Laboratorio di Organizzazione Aziendale con Elementi di Sociologia Generale 36
    • informazioni generaliINNAMORATI Marco Docente di: Teoria e tecniche dei test e Analisi dei dati – Psicofisiologia – Psicometria, Analisi dei dati e Teoria e Tecnica dei test clinici – Psicoterapia e Psicologia di comunità – Tecniche informatizzate di analisi dei dati in psicologia clinicaLAUDADIO Andrea Docente di: Psicologia del Lavoro Applicata III - Psicologia del counseling e del coaching – Psicologia positivaMARCHISIO ANZIDEI Massimo Docente di Processi cognitivi e decisionaliPEDON Arrigo Docente di Psicologia delle Organizzazioni Già Ordinario nella LUMSA di RomaPENZO Ilaria Docente di Processi e dinamiche di gruppo e di comunitàPETRONE Sonia Docente di Psicologia dello SportPUGLISI ALLEGRA Stefano Docente di Fondamenti di Psicologia Fisiologica Ordinario nell’Università degli Studi “Sapienza” di RomaRUGIERO Luigi Docente di Processi e Pratiche per la FormazioneSANTORI Elisabetta Docente di Analisi della narrazioneSCAPELLATO Paolo Docente di: Fondamenti di Investigazione dinamica e clinica - Psicologia Clinica e Laboratorio - Psicologia Clinica, Dinamica di gruppoP. SCARAFONI Paolo Docente di: Teoresi ed etica: felicità e virtù - La Conoscenza e l’Azione nel Pensiero Cristiano Magnifico Rettore dell’Università Europea di RomaSCHIRRU Alessandro Docente di: Metafisica e psicologia - Psicopatologia del ComportamentoSOFRI Salvatore Docente di Modelli teorici in psicopatologia 37
    • guida dello studenteVIGLIONE Massimo Docente di Pensiero e istituzioni nella Civiltà cristiana Ricercatore di ruolo CNRZANOBINI Mirella Docente di Tecniche di Osservazione del Comportamento Infantile e Neuropsicologia Comportamentale Associato nell’Università degli Studi di GenovaZEPPI Ilaria Docente di: Psicologia dello Sviluppo – Psicodiagnostica generale - Psicopatologia del Comportamento Collaboratori didatticiAMATO Clara Psicologia delle OrganizzazioniBUSSOTTI Pietro Psicologia Clinica ApplicataBRUNAMONTI Emiliano PsicofisiologiaCERSOSIMO Mariangela Psicologia del Lavoro Applicata III Ricercatore nell’Università Telematica Internazionale “Uninettuno”CONTI Marina Psicologia positivaCOSTANTINI Francesca Fondamenti di Psicologia Clinica - Psicologia ClinicaDAFANO Fabrizio Psicologia del Lavoro Applicata IVDI FABIO Fabio PsichiatriaFABBRICATORE Psicopatologia del ComportamentoMariantoniettaFOIS Fabio Processi e Dinamiche di gruppo e di comunitàGAROFOLI Caterina Fondamenti di Psicologia ClinicaGIUDICE Tiziana Psicologia cognitiva e della personalità - Tecniche di Osservazione del Comportamento Infantile e Neuropsicologia ComportamentaleGIULI Mario Psicologia del Lavoro Applicata IIGNOCCHI Franco Psicologia del Lavoro Applicata II 38
    • informazioni generaliGRASSO Raffaella Fondamenti di investigazione dinamica e clinicaLUCCHESE Franco Teoria e tecniche dei test e Analisi dei dati Ricercatore nell’Università degli Studi “Sapienza” di RomaMANCUSO Serena Psicologia positivaMENGHINI Deny Psicofisiologia - Tecniche di Osservazione del Comportamento Infantile e Neuropsicologia ComportamentaleMIGLIETTA Lara Psicologia del Lavoro Applicata I e IVPALMIERO Luigia Psicopatologia del ComportamentoPELLI Sara Psicopatologia del ComportamentoPENNESTRI Annalisa Fondamenti di investigazione dinamica e clinicaPETRINI Piero Clinica PsichiatricaROSIELLO Loredana Fondamenti di Investigazione dinamica e clinicaSPAMPINATO Alessandro Psicologia Clinica e Dinamica di Gruppo - Psicoterapia e Psicologia di comunitàTAMBURELLO Stella Psicometria, Analisi dei dati e Teoria e tecnica dei test cliniciTARSITANI Lorenzo PsichiatriaTRENTO Saverio Laboratorio di Organizzazione Aziendale con Elementi di Sociologia Generale 39
    • guida dello studente IV. CALENDARIO ACCADEMICO 2011MARZO 25 Ven. Inizio periodo immatricolazioni ed iscrizioni 1 Gio. Inizio terza sessione di esami A.A. 2010/2011 (2 Appelli) 26 Lun. Inizio Settimana della matricola.SETTEMBRE 29 Gio. Termine settimana della matricola. 30 Ven. Termine terza sessione di esami A.A. 2010/2011 3 Lun. Inizio anno accademico 2011-2012 6 Gio. Messa dello Spirito SantoOTTOBRE Inizio sessione autunnale delle sedute di laurea A.A. 24 Lun. 2010/2011. Ambito di Giurisprudenza Fine sessione autunnale delle sedute di laurea A.A. 2010/2011. 28 Ven. Ambito di Giurisprudenza 1° Mar. Festa di Tutti i SantiNOVEMBRE Inizio sessione autunnale delle sedute di laurea A.A. 28 Lun. 2010/2011. Ambito di: Psicologia, Economia e Storia Fine sessione autunnale delle sedute di laurea A.A. 2010/2011. 2 Ven. Ambito di: Psicologia, Economia e StoriaDICEMBRE 8 Gio. Vacanza. Festa della Immacolata 23 Ven. Fine I semestre e inizio vacanze natalizie 2012 8 Dom. Termine vacanze natalizie Inizio periodo riservato allo studio individuale e alla 9 Lun. preparazione agli esami.GENNAIO Fine periodo riservato allo studio individuale e alla 13 Ven. preparazione agli esami. Inizio prima sessione di esami A.A. 2011/2012 (insegnamenti I 16 Lun. semestre) e quarta sessione di esami A.A. 2010/2011 (insegnamenti anni precedenti) (2 Appelli) 10 Ven. Termine prima e quarta sessione di esamiFEBBRAIO 13 Lun. Inizio II semestre 40
    • informazioni generali Inizio sessione invernale delle sedute di laurea A.A. 2010/2011. 5 Lun. Ambito di: Giurisprudenza, Psicologia, Economia e Storia. Fine sessione invernale delle sedute di laurea A.A. 2010/2011. 9 Ven.MARZO Ambito di: Giurisprudenza, Psicologia, Economia e Storia. 21 Mer. S. Benedetto. Festa dell’Università Europea di Roma Termine svolgimento attività formative integrative per studenti 30 Ven. ammessi con debiti formativi 5 Gio. Inizio vacanze pasqualiAPRILE 12 Gio. Ripresa lezioni 25 Mer. Festa della Liberazione 1° Mar. Vacanza. San Giuseppe Lavoratore 18 Ven. Fine II semestre Inizio periodo riservato allo studio individuale e alla 21 Lun.MAGGIO preparazione agli esami. Fine periodo riservato allo studio individuale e alla 25 Ven. preparazione agli esami. 28 Lun. Inizio seconda sessione di esami A.A. 2011/2012 (3 Appelli) 2 Sab. Festa della RepubblicaGIUGNO 29 Ven. Festa SS. Pietro e Paolo 6 Ven. Termine seconda sessione di esamiLUGLIO 23 Lun. Inizio sessione estiva delle sedute di laurea A.A. 2011/2012 27 Ven. Fine sessione estiva delle sedute di laurea A.A. 2011/2012 17 Lun. Inizio terza sessione di esami A.A. 2011/2012 (1 Appello)SETTEMBRE 28 Ven. Termine terza sessione di esami A.A. 2011/2012 (1 Appello) Sessione autunnale delle sedute di laurea A.A. 2011/2012.OTTOBRE Ambito di Giurisprudenza Sessione autunnale delle sedute di laurea A.A. 2011/2012.NOVEMBRE Ambito di: Psicologia, Economia e Storia 2013GENNAIO Quarta sessione di esami A.A. 2011/2012 Sessione invernale delle sedute di laurea A.A. 2011/2012.MARZO Ambito di: Giurisprudenza, Psicologia, Economia e Storia. 41
    • guida dello studente V. TERMINI DI SCADENZA 2011 Termine presentazione domanda di ammissione alla prova finale per il conseguimento del titolo di studio – sessione di 01 Giov. laurea autunnale dell’a.a. 2010/2011, per gli studenti dell’Ambito di Giurisprudenza Termine presentazione domanda di ammissione alla prova finale per il conseguimento del titolo di studio - sessione di 28 Merc. laurea autunnale dell’a.a. 2010/2011 per gli studenti degli Ambiti di Psicologia, Economia e Storia Termine periodo ordinario immatricolazioni ed iscrizioni:SETTEMBRE pagamento tassa di iscrizione e tassa regionale. Presentazione domanda di iscrizione presso Segreteria Generale per l’iscrizione al primo anno ed anni successivi 30 Ven. dei corsi di studio Termine iscrizione singole attività formative Termine presentazione dichiarazione d’intento per gli studenti che intendano conseguire il titolo di studio entro la sessione di laurea invernale (marzo 2012) Termine consegna documentazione e tesi di laurea per i 04 Mar. laureandi della sessione autunnale dell’Ambito diOTTOBRE Giurisprudenza 17 Lun. Termine pagamento rate in un’unica soluzione - Termine consegna documentazione e tesi/elaborato di 8 Mart. laurea per i laureandi della sessione autunnale degliNOVEMBRE Ambiti di Psicologia, Economia e Storia Termine ultimo immatricolazioni ed iscrizioni tardive ai corsi 30 Merc. di studioDICEMBRE 09 Ven. Termine pagamento I^ rata contributi accademici 42
    • informazioni generali Scadenza termine presentazione: - domanda di approvazione dei piani di studio individuali; - domanda di riconoscimento crediti pregressi; - dichiarazione di scelta curriculum degli studi; 30 Ven. - richiesta di trasferimento da o ad altra sede Universitaria; - richiesta di passaggio ad altro corso di laurea; - domanda di riattivazione carriera accademica; - presentazione domanda di approvazione delle attività a scelta 2012 Termine presentazione domanda di ammissione alla prova finale per il conseguimento del titolo di studio - sessione di 9 Lun. laurea invernale dell’a.a. 2010/2011 per gli studenti di tuttiGENNAIO gli Ambiti (Giurisprudenza, Psicologia, Economia e Storia) 13 Ven. Termine pagamento II^ rata contributi accademici Termine presentazione consegna documentazione eFEBBRAIO 14 Mar tesi/elaborato di laurea per i laureandi della sessione invernale Termine ultimo iscrizioni tardive al primo anno dei Corsi di 12 Lun.MARZO laurea Magistrale (DM 270/04) 16 Ven. Termine pagamento III^ rata contributi accademici 18 Ven. Termine pagamento IV^ rata contributi accademici Termine presentazione domanda ammissione alla provaMAGGIO finale per il conseguimento del titolo di studio - sessione di 23 Merc. laurea estiva dell’a.a. 2011/2012 per gli studenti di tutti gli Ambiti (Giurisprudenza, Psicologia, Economia e Storia) Termine presentazione consegna documentazione eLUGLIO 3 Mar. tesi/elaborato di laurea per i laureandi della sessione estiva 43
    • guida dello studente VI. TITOLI DI STUDIO RILASCIATI DALL’UNIVERSITÀLUniversità Europea di Roma rilascia i seguenti titoli di studio: Laurea Laurea magistrale Diploma di specializzazione Dottorato di ricerca Master universitari di primo e di secondo livello.I suddetti titoli di studio sono rilasciati rispettivamente al termine deiCorsi di laurea, di laurea magistrale, di laurea specialistica, dispecializzazione, di dottorato di ricerca e di perfezionamento scientificoe di alta formazione.I titoli di studio rilasciati dallUniversità hanno valore legale in base alledisposizioni del decreto ministeriale del 4 maggio 2005, pubblicatosulla G.U. – supplemento ordinario n. 90 - del 13 maggio 2005.Unitamente al titolo di studio lUniversità rilascia un supplemento aldiploma, che certifica, secondo modelli conformi a quelli adottati daiPaesi europei, il curriculum seguito dallo studente, con la descrizionedelle attività formative svolte, dei crediti corrispondenti e delle votazioniriportate.LUniversità istituisce inoltre corsi di perfezionamento scientifico e dialta formazione permanente su materie specialistiche (specificati nellaparte VI della presente Guida), riservati a coloro che sono in possesso dilaurea o di laurea magistrale. Al termine di questi corsi saranno rilasciatii Master universitari di primo e di secondo livello. 44
    • informazioni generali VII. OFFERTA FORMATIVA A.A. 2011/2012Nellanno accademico 2011/2012 lUniversità Europea di Roma attiva,ai sensi del D.M. 270/04, i seguenti Corsi di Studio:Laurea Magistrale a ciclo unico in: Giurisprudenza (LMG/01) (ciclo completo)Laurea Triennale in: Economia e Gestione Aziendale1 (L-18). (primo e secondo anno). Scienze e Tecniche Psicologiche2 (L- 24) (primo e secondo anno) Storia e Filosofia (L- 42) (primo anno). Corso di nuova attivazione che andrà a sostituire il Corso di Laurea in Scienze Storiche (L- 42) (ad esaurimento), di cui nell’A.A. 2011/2012 restano attivi il secondo e terzo3 anno.Laurea Magistrale in: Economia, Management e Finanza (LM-56) (primo anno). Corso di nuova attivazione che andrà a sostituire il Corso di Laurea Magistrale in Economia e Diritto (LM-56) (ad esaurimento), di cui nell’A.A. 2011/2012 resta attivo solo il secondo anno. Psicologia (LM-51) (primo anno). Corso di nuova attivazione articolato in due indirizzi: Psicologia Clinica e di Comunità e Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni. Il Corso di Laurea Magistrale in Psicologia sostituisce i Corsi di Laurea Magistrale in Psicologia Clinica e di Comunità e Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni (LM-51) (ad esaurimento) dei quali nell’A.A. 2011/2012 resta attivo solo il secondo anno. Storia della Civiltà Cristiana (LM-84) (primo e secondo anno)––––––––1 Nell’A.A.2011/2012 resta attivo solo il terzo anno del Corso di laurea triennale in Economia e Gestione Aziendale (cl. 17) istituto ai sensi del DM 509/99.2 Nell’A.A.2011/2012 resta attivo solo il terzo anno del Corso di laurea triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche (cl. 34) istituto ai sensi del DM 509/99.3 Il terzo anno del Corso di laurea triennale in Scienze Storiche (cl. 38) è istituto ai sensi del DM 509/99. 45
    • guida dello studenteI programmi dettagliati degli insegnamenti compresi in tali Corsi dilaurea saranno illustrati in separato opuscolo, contenente l’Ordine degliStudi, che sarà pubblicato all’inizio dell’anno accademico. 46
    • informazioni generali VIII. INFORMAZIONI UTILIINDIRIZZO DELLATENEO Via degli Aldobrandeschi, n. 190 – 00163 - ROMANUMERI TELEFONICI 06/665431TELEFAX 06/66543814SITO INTERNET http://www.universitaeuropeadiroma.itINDIRIZZO POSTA info@unier.itELETTRONICA Dal Centro di Roma: percorrere la via Aurelia in direzione G.R.A. Eseguire inversione di marcia al primo cavalcavia, riprendendo la direzioneCOME RAGGIUNGERE Roma Centro. Dopo venti metri circa, svoltare aL’ATENEO IN AUTO: destra e proseguire per circa 2 Km., fino a raggiungere il vasto parco in cui sorge l’Ateneo. Dal G.R.A.: imboccare la via Aurelia (uscita n. 1), in direzione di Roma Centro – Città del Vaticano. Immettersi sulla corsia del traffico locale, prima di raggiungere il primo cavalcavia. Venti metri circa dopo tale cavalcavia, svoltare a destra e proseguire per circa 2 Km., fino a raggiungere il vasto parco in cui sorge l’Ateneo. A.T.A.C. # 892COLLEGAMENTI BUS (da via Baldo degli Ubaldi – fermata Metro) A.T.A.C. # 247 (da via Cipro – fermata Metro) Treno InterregionaleCOLLEGAMENTI FERROVIARI Roma Termini-Civitavecchia (stazione Aurelia)COLLEGAMENTI AEREI 20 minuti dal Terminal di Roma -Fiumicino - Aeroporto “Leonardo Da Vinci”SERVIZI TAXI PER LATENEO Tel. 06/6696 – 06/3570 – 06/6645 47
    • PARTE IIL’ORGANIZZAZIONE INTERNA
    • guida dello studente I. LE STRUTTURE DIDATTICHE E DI RICERCA: DIPARTIMENTI ED AMBITI1. Dipartimenti di Didattica e di RicercaL’Università Europea di Roma si ripartisce in Dipartimenti di Didattica edi Ricerca, che costituiscono le strutture nelle quali si svolgono le attivitàdidattiche e scientifiche dell’Ateneo, in relazione a macro-aree culturaliomogenee. I Dipartimenti si compongono a propria volta degli Ambiti diDidattica e di Ricerca, che costituiscono le strutture nelle quali sisvolgono i Corsi di laurea relativi alle specifiche discipline cheafferiscono al Dipartimento.Il riferimento a macro-aree omogenee consente di operare l’opportunocoordinamento tra le discipline di studio che afferiscono al Dipartimento,grazie all’istituzione di organismi centrali di collegamento(Coordinamento accademico e Consiglio di Dipartimento) e di CentriDipartimentali, incaricati di svolgere attività di servizio comuni a tutti iCorsi di studio che si svolgono nel Dipartimento. Il richiamo alladidattica ed alla ricerca intende sottolineare l’indissolubile relazione tral’attività di insegnamento e di formazione professionale da un lato, quelladi studio e di investigazione scientifica da un altro, in guisa da favorire latensione all’analisi critica delle conoscenze ed alla elaborazione di tesi edi problematiche originali.In questa fase iniziale, è stato istituito il solo Dipartimento di Didattica edi Ricerca in Scienze Umane, nel quale si concentrano le attività relativeagli studi umanistici che l’U.E.R. intende coltivare.L’attività del Dipartimento è coordinata dal Coordinatore Accademico edè diretta dal Consiglio di Dipartimento, costituito dal Rettore, che lopresiede, e dai Coordinatori degli Ambiti di Didattica e di Ricerca e deiCorsi di Studio che ad essi afferiscono.2. Gli Ambiti di Didattica e di RicercaI Dipartimenti si articolano in Ambiti di Didattica e di Ricerca, checostituiscono le strutture entro le quali si svolgono le attività di didattica 50
    • l’organizzazione internae di ricerca relative a discipline specifiche ed alle quali afferiscono iCorsi di laurea attivati dall’Università Europea di Roma.Il Dipartimento di Didattica e di Ricerca in Scienze Umane dell’U.E.R. ècomposto dai seguenti Ambiti a cui afferiscono i rispettivi Corsi di laurea,istituiti in base ad apposita autorizzazione ministeriale: AMBITO DI GIURISPRUDENZA Laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza (LMG/01) AMBITO DI ECONOMIA Laurea triennale in Economia e Gestione Aziendale (L-18) Laurea magistrale in Economia, Management e Finanza (LM-56) AMBITO DI PSICOLOGIA Laurea triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche (L- 24) Laurea magistrale in Psicologia (LM-51) AMBITO DI STORIA Laurea triennale in Storia e Filosofia (L- 42) Laurea magistrale in Storia della Civiltà Cristiana (LM-84) AMBITO DI FILOSOFIA 51
    • guida dello studente II. I CENTRI DIPARTIMENTALII Centri Dipartimentali costituiscono gli organismi che gestiscono leattività che afferiscono al Dipartimento nel suo complesso e rendonoservizi comuni a tutti i Corsi di studio. In tal modo, nella salvaguardiadelle specificità e dell’autonomia didattica e scientifica dei singoliAmbiti, essi forniscono una base omogenea a tutti i Corsi di laureaattivati dall’Università, garantendo l’identità del progetto formativo e deimetodi didattici.A ciascun Centro Dipartimentale è preposto un responsabile, cheprovvede all’espletamento dei suoi compiti specifici, coordinandoli conquelli degli altri Centri Dipartimentali, degli Ambiti e delle altre struttureaccademiche.Il Regolamento del Dipartimento di Didattica e di Ricerca prevede lacostituzione dei seguenti Centri Dipartimentali: a) CENTRO DIPARTIMENTALE DI FORMAZIONE INTEGRALEIl progetto dell’Università Europea di Roma è incentrato sui principi della“formazione integrale”, intesa soprattutto come integralità dellaformazione. Ogni articolazione didattica e di ricerca della UER è co-attrice dell’offerta agli studenti di attività e strumenti adeguati a formarepersone complete, equilibrate e mature.Per programmare e coordinare efficacemente obiettivi e percorsi della“formazione integrale”, la UER ha introdotto nella tradizionaleorganizzazione delle Università un’apposita struttura, il CentroDipartimentale di Formazione Integrale (di seguito denominato conl’acronimo “CEFI”).Il CEFI aiuta ad acquisire uno stile formativo che curi lo sviluppo dellapersonalità dello studente nella sua globalità, e cioè in tutti i suoi aspettifisici, psichici, relazionali e spirituali. 52
    • l’organizzazione internaPer perseguire le sue finalità il Centro Dipartimentale di FormazioneIntegrale opera in diversi settori e svolge molteplici funzioni, tra lorocoordinate. In particolare, esso gestisce: Corsi di insegnamento inerenti alla Formazione UmanisticaI “curricula” dei Corsi di laurea della UER comprendono alcuniinsegnamenti di carattere storico-sociale e umanistico-filosofico, checostituiscono componenti preziosi per la preparazione personale dellostudente universitario. Infatti, il mondo del lavoro tende sempre di più aspostare la propria attenzione dalle competenze tecniche alle capacitàumane, nella consapevolezza che eventuali carenze informative possonoessere recuperate più facilmente delle carenze educative e formative.Gli insegnamenti e i seminari di formazione umanistica intendonopromuovere una conoscenza strutturata e una comprensione integraledella persona umana, che stimoli le grandi domande sul sensodell’esistenza e la ricerca sincera del vero e del bene, aiutando così lostudente a formarsi un’intelligenza profonda e una coscienza retta, perpoter adeguatamente leggere la realtà. Ciò favorirà anche l’esercizioresponsabile della futura professione, contribuendo al bene comune.Il Centro di Formazione Umanistica dà attuazione a questo progettogestendo unitariamente lo svolgimento di questi insegnamenti, distribuitiin modo omogeneo in tutti i Corsi di laurea, secondo un programma chesi snoda per l’intero percorso della formazione universitaria.Ciascun insegnamento ha durata annuale. Accanto alle lezioni frontali,sono previsti numerosi incontri di tipo seminariale (presentazioni daparte degli studenti, discussioni, lavori di gruppo). I docenti diFormazione Umanistica sono particolarmente dediti a stabilire unrapporto di vicinanza e di fiducia con gli studenti, accompagnandolilungo il cammino universitario e ponendosi come naturale punto diriferimento per la maturazione della loro personalità attraverso lo studio. Attività di Responsabilità SocialeLe attività di Responsabilità Sociale costituiscono parte integrante delprogramma degli studi e sono incluse tra le “altre attività formative” dicui all’art. 10, quinto comma, lett. d), d.m. 22 ottobre 2004, n. 270,dirette a sviluppare esperienze e competenze degli studenti nella vita direlazione. 53
    • guida dello studenteI programmi di responsabilità sociale comprendono seminari e laboratorirelativi all’etica ed all’azione sociale, alla responsabilità socialedimpresa, alla ricerca ed alla sperimentazione culturale ed artistica, allaricerca ed alla sperimentazione nel campo delle comunicazioni di massae multimediali.Attraverso di esse si intende sviluppare nello studente la tensione al beneintegrale della propria persona (in ogni sua dimensione: fisica, culturale,spirituale, familiare e sociale) che lo motivi ad auto-formarsi.L’impegno attivo degli studenti nella responsabilità sociale è uno deglistrumenti più efficaci per realizzare questo obiettivo. La ResponsabilitàSociale racchiude infatti esperienze umanamente ricchissime, perché alcentro di ogni attività c’è la persona umana, soprattutto la più bisognosadi affetto, di assistenza e di aiuto, nella sua dignità e nella sua unità, nelsuo contesto e nel territorio in cui vive.Responsabilità Sociale significa inoltre essere e sentirsi parte di unacomunità che condivide ideali, valori, sogni ed obiettivi, facendosi fortedel mutuo sostegno. Questa ricchezza si traduce in un’esperienzaestremamente gratificante ed intensa di amicizia, di condivisione e disocializzazione. La partecipazione alle attività di Responsabilità Socialeaiuta, infine, lo studente a pensare alla futura professione come ad unservizio per gli altri; a sviluppare una profonda sensibilità verso ogniforma di disagio personale e sociale; a porre la sua creatività e la suaintraprendenza al servizio degli altri; ad offrire rimedi durevoli asituazioni di indigenza e di sofferenza; a maturare una vera cultura dellasolidarietà, basata sull’antropologia cristiana e sulla coscienza di quantosia urgente e decisivo l’impegno a favore del prossimo. Attività extra-curriculariLe attività extracurriculari rappresentano il veicolo ideale perpromuovere e sviluppare l’affezione e l’integrazione tra gli studenti e lastruttura universitaria. A tal fine il CEFI predispone un programmadinamico che raccorda le attività in programmazione e coordina leiniziative e le proposte che possono aggiungersi nel corso dell’annoaccademico. 54
    • l’organizzazione interna Servizi di tutoratoMediante il servizio di tutorato1 il CEFI assiste ciascuno studente nel suopercorso formativo, aiutandolo ad orientarsi nello svolgimento deglistudi, fornendo ausilio nei rapporti con le strutture universitarie,sostenendolo negli eventuali momenti di difficoltà e fornendo consigli edorientamenti utili per il successivo sviluppo della carriera e perl’inserimento nel mondo del lavoro. Programmi di EccellenzaL’Università Europea di Roma organizza e gestisce alcune attività –denominate “programmi di eccellenza” – destinate a studenti che si sianoparticolarmente distinti sotto vari profili.I programmi, gestiti dal CEFI, nascono per favorire ed incoraggiare laformazione integrale di studenti dalle spiccate qualità umane e dall’altorendimento accademico.Nel prossimo anno accademico saranno attivati i seguenti programmi: Programma di eccellenza accademicaIl programma di eccellenza accademica è coordinato dal CEFI conl’ausilio di ciascun Corso di Laurea per favorire ed incoraggiare laformazione integrale di studenti dalle spiccate qualità umane e dall’altorendimento accademico.Il suo obiettivo specifico è quello di formare leaders capaci di esercitareuna azione positiva nella società, distinguendosi sia per la preparazioneprofessionale, sia per l’impegno nella costruzione di relazioni fondate sulrispetto della vita e dell’individuo, sull’amore, sulla libertà e sullagiustizia sociale.Il programma è strutturato in maniera tale da favorire l’attiva e pienapartecipazione dello studente, secondo un calendario che si aggiorna ecompleta nel corso dell’anno accademico.In particolare, saranno previsti:––––––––1 Su cui v. infra, al Cap. III, § 4 della presente Parte della Guida. 55
    • guida dello studente- Seminari e incontri con leaders di diversi ambiti: imprenditori, scienziati, politici, artisti, giornalisti, religiosi, sportivi, etc.;- L’organizzazione e la partecipazione in veste di relatori e/o mediatori a simposi e convegni;- La partecipazione a convegni e progetti culturali di respiro internazionale, in Italia e all’estero;- Attività di formazione culturale ed umana in equipe.La partecipazione al programma è aperta e volontaria. La selezione deicandidati avverrà a seguito ad un colloquio che ciascun candidato dovràsostenere, in considerazione del merito accademico e del profitto rilevatonella partecipazione alle attività formative. Programma di eccellenza umanaIl programma di eccellenza umana ha l’obiettivo di attivare un processodi consapevolizzazione personale e relazionale e di sviluppare le qualità,presenti e potenziali, di quegli studenti che siano interessati a mettersi “ingioco”, affrontando le sfide quotidiane e sapendosi assumere le proprieresponsabilità.Attraverso un percorso formativo di “crescita integrale” con momenti diconfronto, discussioni e coinvolgimento in problematiche reali,approfondimenti e riflessioni, si lavorerà insieme per ampliare la propriavisione del mondo e per comprendere le molteplici sfaccettature delcontesto nel quale si opera.I temi che saranno trattati riguarderanno le caratteristiche di relazione, didecisione, di operare in gruppo e di saper essere punto di riferimento pergli altri, partendo dalle attitudini di ciascuno per sedimentarle evalorizzarle in “competenze” di eccellenza.La partecipazione al programma è volontaria e ogni anno verràindividuato un gruppo di studenti che sarà selezionato sulla base di uncolloquio orientato a far emergere le caratteristiche personali erelazionali, l’impegno e la voglia di affrontare le nuove competizionidella vita. 56
    • l’organizzazione interna Programma di eccellenza socialeIl programma di eccellenza sociale è rivolto agli studenti in possesso diuna spiccata sensibilità e che intendano prendere parte a progetti diresponsabilità sociale particolarmente qualificati.Oggigiorno l’organizzazione di progetti di responsabilità sociale è incontinua espansione ed è sempre più alta la richiesta di professionisti ingrado di gestire le dinamiche del terzo settore. Il programma dieccellenza sociale mira a formare una nuova generazione, capace dioffrire un contributo efficace nella trasformazione della società secondoprincipi e valori cristiani.La partecipazione al programma è volontaria ed ogni anno sarannoorganizzati seminari, conferenze ed attività di formazione relative ai piùattuali profili della responsabilità sociale; allo stesso tempo, gli studentiavranno la possibilità di lavorare con istituzioni e imprese coinvolte inprogrammi di responsabilità sociale sia in ambito nazionale cheinternazionale. Programma di eccellenza imprenditorialeIl Programma di eccellenza imprenditoriale intende sviluppare lepotenzialità manageriali ed imprenditoriali dei suoi partecipanti, secondouna visione globale ed eticamente orientata della società.L’obiettivo è sensibilizzare gli studenti sul valore dell’impresa quale benesociale, motore di relazioni e iniziative positive capaci di creare valoresul e per il territorio. Inoltre, per gli studenti che hanno alle spalle unatradizione imprenditoriale, si aggiunge l’esigenza di orientare il futuropassaggio generazionale ispirandolo al senso di responsabilità.Gli studenti ammessi al programma avranno la possibilità di incontrareleader e manager di impresa per approfondire gli aspetti della creazionee gestione dei processi produttivi, analizzare casi pratici concernenti lepiù grandi imprese nazionali e multinazionali ed essere stimolati ad unacontinua riflessione sull’etica di impresa. 57
    • guida dello studente b) CENTRO DIPARTIMENTALE PER LE ATTIVITÀ INFORMATICHE E LINGUISTICHEIl Centro Dipartimentale per le Attività Informatiche e Linguistiche curalo svolgimento delle attività formative universitarie nel campodell’innovazione digitale e delle discipline linguistiche.Oltre a gestire le attività informatiche e linguistiche incluse neiprogrammi dei Corsi di studio dell’Università, il Centro può organizzareautonomamente specifici corsi di insegnamento di lingue ed informatica,rivolti sia agli studenti interni che a soggetti esterni.Le attività ed i corsi si svolgono nelle infrastrutture messe a disposizionedall’Università e gestite tecnologicamente da Sistemi Ateneo. Il CentroDipartimentale gestisce le policy per la regolamentazione dell’accesso alil Laboratorio di Informatica dell’Università.A conclusione delle attività o dei corsi, il Centro cura lo svolgimentodelle prove finali e provvede all’accreditamento dei C.F.U. previsti dalcurriculum degli studi ed al rilascio degli eventuali attestati.I programmi delle attività informatiche e linguistiche incluse nei curriculadei Corsi di studio ed i relativi calendari sono a disposizione deglistudenti. Essi si uniformano ai seguenti criteri generali: Organizzazione didatticaLe attività informatiche si svolgono, per ciascun semestre, in 10 lezionida 120 minuti ciascuna, secondo un calendario pubblicatocontestualmente all’inizio dell’attività stessa.Con il superamento della prova di idoneità, che richiede sia attività diesercitazione in aula che studio personale per un totale di 50 ore, siottiene il riconoscimento di 4 C.F.U.Le attività linguistiche si svolgono secondo un calendario pubblicatocontestualmente all’inizio dell’attività stessa. Con il superamento dellaprova di idoneità, che richiede sia attività di esercitazione in aula chestudio personale per un totale di 100 ore, si ottiene il riconoscimento di 4C.F.U. 58
    • l’organizzazione interna Scelta dell’attivitàSia per le attività informatiche che per quelle linguistiche gli studentigodono di facoltà di scelta tra una lista di attività possibili. Gli studentisono tenuti a prenotare l’attività di proprio interesse entro il 10 ottobrepresso la Segreteria del proprio Corso di Laurea. Ad esclusione dei corsidi informatica di base, la partecipazione alle attività informatiche di aulaper le altre attività formative sono a numero programmato di 25partecipanti, sulla base dell’ordine di prenotazione. Eventuali limitazionisul numero di partecipanti alle attività linguistiche verranno comunicaticontestualmente alla pubblicazione dell’elenco di attività ammesse. FrequenzaLa frequenza alle lezioni non è obbligatoria, ma fortemente consigliata.Possono essere ammessi a sostenere le prove di idoneità anche studentiche non siano interessati a seguire le esercitazioni in aula; tuttavia leprove di idoneità presupporranno uno studio personale, sul programmadell’attività, equivalente all’intero carico orario previsto dalla normativasui C.F.U. Riconoscimento di attività pregresseGli studenti che siano già in possesso di adeguate conoscenzeinformatiche e linguistiche possono chiederne il riconoscimento, nelleforme previste dai Regolamenti dei Corsi di laurea. Il CentroDipartimentale Attività Informatiche e Linguistiche esprime parere alConsiglio del Corso di laurea sulla riconoscibilità delle attivitàinformatiche e linguistiche precedentemente svolte, sulla base delladocumentazione prodotta. Certificazione delle attività svolteUna volta ottenuto il riconoscimento dell’idoneità a seguito dell’attivitàformativa presso il Centro Dipartimentale, lo studente può richiedere unaattestazione della specifica attività istruzionale svolta, a fini curricolari oprofessionali. 59
    • guida dello studente c) CENTRO DIPARTIMENTALE PER LE RELAZIONI INTERNAZIONALIIl confronto con mondi e culture diverse costituisce un elemento semprepiù importante per un’adeguata formazione personale e preparazioneprofessionale.Per queste ragioni, l’Università Europea di Roma è profondamenteimpegnata nello sviluppo di partnerships e cooperazioni a livelloeuropeo ed internazionale che consentano agli studenti e all’interacomunità accademica di ampliare i propri orizzonti ed il propriobagaglio di esperienza.L’Ateneo è inserito in un ampio panorama internazionale, potendocontare sia sulla partecipazione alla Red Anàhuac (e cioè al network diUniversità facenti capo alla Congregazione dei Legionari di Cristo), siasullo sviluppo di accordi e collaborazioni con altre Università, istituzionie organizzazioni sia europee che extra-comunitarie.Il Centro Dipartimentale per le Relazioni Internazionali si occupaspecificamente di ampliare queste opportunità di scambio e diconseguire gli obiettivi dell’Unione europea in campo di istruzione,formazione e sviluppo istituzionale.Il Centro si occupa quindi della gestione delle collaborazioniinternazionali che l’U.E.R. attiva in tutto il mondo. Esso fornisceconsulenza e supporto operativo ai Corsi di laurea per la promozionedelle relazioni con le Università estere e dei progetti di ricercainternazionali, ed assicura la propria assistenza per la definizione degliaccordi e la gestione dei programmi. In particolare: fornisce il proprio supporto per lelaborazione dei testi convenzionali, esprimendo pareri di coerenza con le strategie internazionali del network e di conformità ai programmi di sviluppo dell’U.E.R.; ricerca, raccoglie e diffonde in modo strutturato, all’interno dell’Ateneo, informazioni e documentazione sui programmi di formazione e di ricerca internazionale; supporta la mobilità internazionale di studenti e docenti, promuovendo scambi di studenti con il pieno riconoscimento accademico del programma di studio svolto all’estero, sia 60
    • l’organizzazione interna nellambito del programma comunitario Erasmus che attraverso accordi bilaterali con università extra-europee; collabora con il Centro dipartimentale Job Placement per offrire agli studenti, laureandi o laureati U.E.R., occasioni di stage internazionali presso prestigiose istituzioni e/o società estere; gestisce, in stretto coordinamento con la struttura di comunicazione, l’organizzazione di eventi internazionali (convegni, seminari, workshop, ecc.) volti a promuovere limmagine dell’Università, supportando i docenti nellorganizzazione di seminari internazionali.Fino ad ora, il Centro Dipartimentale per le Relazioni Internazionali hastipulato accordi di cooperazione con Università partner in 16 Paesi.Gestisce, inoltre, tutte le attività legate alla mobilità degli studenti inpartenza ed all’accoglienza degli studenti stranieri ospiti della U.E.R.Segue infine tutte le fasi dei periodi di studio all’estero, dallapreparazione al rientro, curando gli aspetti accademici e quelli logisticidella mobilità internazionale.Tutte le informazioni sulle opportunità e sui programmi offerti vengonocomunicate attraverso appositi bandi affissi nelle pagine del sito dellaU.E.R. I bandi indicano i criteri di ammissione, le procedure per laformulazione delle graduatorie, le scadenze, i moduli di domanda e tuttele informazioni necessarie. d) CENTRO DIPARTIMENTALE “JOB- PLACEMENT”Il Centro Dipartimentale Job Placement provvede alle relazioni tral’Università ed il mondo del lavoro e delle professioni. Esso si proponel’obiettivo di guidare e accompagnare gli studenti nel percorso diinserimento nel mercato del lavoro coerentemente con le propriecompetenze e attitudini.In particolare, esso: a) verifica le condizioni dell’occupazione nella società, con particolare riferimento ai settori dell’occupazione giovanile e della prima occupazione; analizza le esigenze di formazione di specifiche professionalità nel mondo delle imprese e nella società civile; esamina le tendenze del mercato del lavoro e delle professioni, al fine di valutare la congruenza dei Corsi di studio 61
    • guida dello studente offerti dall’Università rispetto alle prospettive occupazionali degli studenti dopo il conseguimento della laurea;b) sulla base di opportune intese con i rappresentanti delle categorie e delle imprese interessate, propone l’istituzione di nuovi Corsi di laurea, di Masters o di Corsi di perfezionamento in rapporto alle esigenze ed alle offerte del mondo del lavoro e delle professioni;c) propone la stipula di convenzioni con le rappresentanze di specifiche categorie professionali per consentire agli aderenti l’acquisizione del titolo di studio, con il riconoscimento dei crediti formativi già acquisiti per pregresse esperienze di studio o di lavoro;d) organizza e gestisce stages formativi ed attività di tirocinio professionale presso imprese private e pubbliche, con specifico riferimento ai singoli Corsi di laurea organizzati dall’Università;e) orienta gli studenti verso esperienze professionali conformi alle proprie aspirazioni ed attitudini, fornendo loro utili indicazioni sulle offerte di lavoro ad essi destinate;f) nel rispetto delle norme sul trattamento dei dati personali, fornisce informazioni alle aziende, agli studi professionali, alle istituzioni ed alle organizzazioni pubbliche e private sulla qualità degli studenti laureati presso l’Università. I rapporti con il mondo del lavoro: tirocini e stagesIn osservanza di quanto previsto dall’art. 10, quinto comma, lett. e), deld.m. 2004, n. 270, i programmi di studio dell’Università Europea diRoma includono lo svolgimento di periodi di tirocinio e di stagespresso aziende, per i quali sono riconosciuti crediti formativiuniversitari (C.F.U.). I tirocini e gli stages costituiscono un’occasione ditemporaneo inserimento nel mondo produttivo al fine di stabilire unprimo contatto e di svolgere un periodo di addestramento pratico.Queste attività gestite dal Centro Dipartimentale Job Placementdell’Università sono organizzate tenendo conto delle motivazioni, delleaspettative e delle competenze degli studenti da un lato, e delleindicazioni e delle esigenze delle aziende dall’altro.L’Università Europea di Roma offre inoltre agli studenti la possibilitàdi svolgere tirocini professionali per una durata superiore alminimo richiesto dal curriculum del Corso di laurea per il 62
    • l’organizzazione internaconseguimento del titolo di studio, onde consentire ilraggiungimento dei requisiti prescritti dai Regolamenti degli OrdiniProfessionali ai fini dell’ammissione agli esami di Stato perl’iscrizione nel rispettivo Albo.e) CENTRO DIPARTIMENTALE PER LA RICERCAIn attuazione di quanto previsto dall’art. 23 del Regolamento delDipartimento di Didattica e di Ricerca in Scienze Umane, il CentroDipartimentale per la Ricerca cura i servizi necessari per favorire losvolgimento dell’attività di ricerca del Dipartimento. A tal fine, essopromuove la più ampia cooperazione con altre università, centri diricerca ed istituzioni culturali, private e pubbliche, incentivando losviluppo di linee di ricerca comuni e lo svolgimento di ricerche incollaborazione.Il Centro Dipartimentale opera in base alle direttive impartite dalConsiglio del Dipartimento di Didattica e di Ricerca in Scienze Umane,ai sensi dell’art. 21, secondo comma, lett. a), dello Statuto.In particolare, il Centro Dipartimentale per la Ricerca:- elabora il programma triennale di ricerca che l’Università si impegna a finanziare;- acquisisce i bandi ed i programmi delle attività di ricerca a cui l’Università può partecipare e procura finanziamenti ed altre risorse utili per la ricerca;- fornisce ai docenti l’ausilio necessario per la predisposizione dei progetti di ricerca;- cura lo svolgimento dei rapporti e delle pratiche relative ai progetti finanziati da enti esterni;- fornisce i servizi eventualmente necessari per la pubblicazione dei lavori del personale docente e dei ricercatori, avvalendosi delle apposite strutture dell’Ateneo;- acquisisce le pubblicazioni dei docenti e dei ricercatori dell’Università e provvede alla loro raccolta e catalogazione;- favorisce l’integrazione delle attività svolte nei diversi settori nei quali la ricerca si articola; 63
    • guida dello studente- fornisce assistenza tecnica per l’organizzazione e lo svolgimento di congressi, convegni, conferenze e seminari. La ricerca nell’AteneoIl personale di ruolo dell’Università Europea di Roma dirige abitualmentegruppi di ricerca sui temi di maggior interesse collegati alle disciplineinsegnate. L’impegno nella ricerca è, infatti, essenziale perl’aggiornamento degli studi che compongono l’offerta didatticadell’Università, consentendo a docenti, ricercatori e studenti di affrontarecon competenza i profili più attuali delle problematiche che attraversanoi settori scientifici dei quattro Ambiti attualmente presenti.La ricerca, libera e ispirata ai valori dell’Università, si articola in varieattività, quali lo svolgimento di studi per la pubblicazione, la redazionedi riviste, l’espletamento di Corsi di dottorato e l’organizzazione dicongressi ed eventi.Per maggiori informazioni sulle attività di ricerca dell’Università Europeadi Roma consultare il sito www.universitaeuropeadiroma.it. I Centri, i Laboratori di ricerca e gli OsservatoriNel Dipartimento di Scienze Umane sono attualmente attivi i seguenticentri, laboratori di ricerca ed osservatori: Geographic Research and Application Laboratory (GREAL)Il Laboratorio ha come obiettivi la ricerca e l’alta formazione nel campodelle scienze geografiche e delle loro applicazioni, ai diversi livelli, nellavita della società. Centro di Ricerca di Eccellenza per il Diritto d’Autore (CREDA)Il Centro nasce dalla collaborazione tra la Direzione Generale per i BeniLibrari ed il Diritto d’Autore del Ministero per i Beni e le Attività Culturalie il Centro Dipartimentale per la Ricerca. Il CREDA svolge ogni attivitàconnessa all’approfondimento e allo sviluppo della Proprietà Intellettualee del diritto d’autore in particolare. Qualitative Data Analysis Laboratory (QDAL)Il Laboratorio sviluppa ricerche che fanno riferimento all’applicazione diuna metodologia qualitativa, con specifici software per l’analisi dei datiraccolti. Cognitive and Clinical Psychology Laboratory (CCPL) 64
    • l’organizzazione interna Il Laboratorio consente la messa appunto di indagini che, nate dallaconvergenza delle diverse competenze coinvolte (psicologia clinica,psicoterapia cognitiva e comportamentale, neuropsicologia clinica esperimentale, riabilitazione cognitiva, psicologia cognitiva,neurofisiologia comportamentale), si indirizzano allindagine delcomportamento e dei processi mentali come risultati dellinterazione tramotivazioni, processi cognitivi e contesti di interazione controllati. Centro Studi sul Diritto delle Assicurazioni (CESDA)Il Centro coinvolge gli Ambiti di Giurisprudenza e di Economia ed ha unimportante ruolo scientifico e di sostegno nell’organizzazione del XIVCongresso mondiale dell’Associazione internazionale di diritto delleassicurazioni (AIDA), che si terrà a Roma presso l’Università Europea diRoma dal 29 settembre al 2 ottobre 2014. Centro Ricerche di Psicologia Politica e Geopolitica (CRIPPEG)Il Centro è un’offerta culturale e scientifica dell’Ambito di Psicologia.L’iniziativa ha lo scopo di formare persone che interpretano le dinamichepsico-simboliche nella elaborazione e decifrazione delle leadershippolitiche ed imprenditoriali e nei loro comportamenti decisionali nellavita pubblica. Osservatorio Persona, Ambiente e Diritto (OPAD)L’Osservatorio ha lo scopo di offrire un contributo scientifico allosviluppo economico e sociale della comunità attraverso un metodo diricerca radicato in una concezione dell’uomo che respinge laframmentazione dei saperi e promuove, al contrario, una visione unitariadella conoscenza e della natura della persona, con particolareriferimento al suo rapporto con l’ambiente e i diritti dell’umanità e dellefuture generazioni. Collane e riviste dell’Università Europea Collana del Dipartimento di Didattica e di Ricerca in Scienze Umane – Sezioni Giuridica ed Economica (G. Giappichelli Editore) Collana di Scienze Storiche – Ambito di Storia (Rubettino) Collana di Filosofia e Bioetica – Ambito di Filosofia (Editori Riuniti University Press) Collana “Scuola di Diritto” – Ambito di Giurisprudenza (ART) 65
    • guida dello studente Rivista “Civiltà Europea” – Ambiti di Giurisprudenza, Economia e Storia (Giappichelli Editore) Rivista on line “Diritto Mercato e Tecnologia” – Ambiti di Giurisprudenza ed Economia Dottorati, Borse e Assegni di RicercaE’ istituita presso l’Università Europea la Scuola Dottorale in ScienzeUmane, che prevede al suo interno una suddivisione in corsi didottorato, che rispecchia l’attuale distinzione in quattro Ambiti.Per l’A.A. 2011-2012, XXVII ciclo, sono attivati i seguenti corsi didottorato di ricerca: Categorie giuridiche e tecnologia Storia della civiltà europea. Radici, cultura, identità Psicologia cognitiva e valutazione clinica Economia e ManagementOgni corso di dottorato ha una durata pari a 3 anni. Possono accedere aicorsi di dottorato di ricerca gli studenti laureati, di vecchio o di nuovoordinamento, in possesso un titolo previsto nel bando emanatodallAteneo.Lammissione al corso avviene per titoli ed esame. I titoli che siconsidereranno riguardano il curriculum universitario del candidatoinclusi lauree e diplomi post laurea conseguiti, esperienze professionalied eventuali pubblicazioni. Lesame di ammissione consiste di una provascritta e di una prova orale. La prova scritta deve permettere di valutaretutte le qualità dei candidati utili per affrontare studi di dottorato. Laprova orale consisterà in un colloquio concernente lelaborato dellaprova scritta e deve consentire di valutare pienamente la personalità deicandidati e la loro attitudine alla ricerca.Il numero dei posti disponibili e delle borse di studio messe a concorso èspecificato nel bando di concorso emanato dall’Ateneo.È, inoltre, previsto il finanziamento di borse per il dottorato “Il diritto deiservizi nell’ordinamento italiano ed europeo” (XXVII ciclo) in consorziocon l’Università di Napoli “Parthenope”. 66
    • l’organizzazione interna f) CENTRO DIPARTIMENTALE DI FORMAZIONE POST LAUREAAi sensi dell’art. 24 del Regolamento del Dipartimento di Didattica e diRicerche in Scienze Umane, il Centro Dipartimentale di Formazionepost-laurea (comunemente denominato “Centro Dipartimentale Masters”)sovrintende a tutte le attività gestionali , amministrativo-economiche edidattiche dei Master di primo e secondo livello , dei Corsi di Altaformazione e dei Corsi di specializzazione promossi dall’UniversitàEuropea di Roma, compresi quelli in teledidattica e di formazione adistanza (F.A.D.), e promuove la stipula di convenzioni con altreUniversità, Enti di Studio e di Ricerca, Associazioni e Società diFormazione per l’organizzazione di attività post-laurea comuni.I Master ed i corsi di specializzazione si rivolgono sia ai giovani laureatiche ai professionisti già inseriti nel mondo del lavoro che intendanoraggiungere un’eccellente preparazione professionale, anche in contestiinternazionali, unitamente ad una solida base etica. La loroorganizzazione e gestione si svolge in cooperazione con il mondo delleimprese e delle professioni ed assicura lo svolgimento di qualificateesperienze di lavoro attraverso stages e tirocini.In particolare a titolo esemplificativo e non esaustivo il CentroDipartimentale: a) acquisisce, verifica ed armonizza il curriculum ed il programma di ogni singolo Master e/o Corso di perfezionamento o di specializzazione, in base alla normativa vigente ed ai Regolamenti dell’Università b) predispone il regolamento dei Master e/o del Corso di perfezionamento o di specializzazione, contenente l’indicazione delle modalità e dei requisiti di ammissione, del periodo di svolgimento, degli obiettivi, delle forme di svolgimento delle attività formative, degli obblighi di frequenza, l’oggetto della prova finale, delle modalità di svolgimento degli esami e della prova finale e del titolo di studio rilasciato; c) predispone il bilancio preventivo di ciascun Corso post-laurea, d’intesa con ciascun Coordinatore; d) sottopone ordinariamente dapprima al Senato accademico e successivamente per la definitiva approvazione al Consiglio di Amministrazione, entro il 31 maggio di ogni anno, il programma 67
    • guida dello studente dei Master e/o Corsi di perfezionamento o di specializzazione da attivare nel successivo anno accademico, e) acquisisce i nominativi dei docenti e relativo curriculum vitae da sottoporre all’approvazione dei competenti Organi gestionali dell’Università, unitamente al prospetto delle lezioni, predisposto dal Coordinatore del Corso, recante l’indicazione del docente, la materia d’insegnamento , le ore di insegnamento attribue ed i settori scientifico-disciplinari di riferimento; f) sovrintende alle attività di promozione dei Master e/o dei Corsi di perfezionamento o di specializzazione; g) cura le relazioni per l’acquisizione di eventuali finanziamenti; h) sovrintende al regolare svolgimento del corso ed agli incombenti relativi allo svolgimento degli esami e della prova finale; i) cura le relazioni con tutti i soggetti o le persone giuridiche coinvolte nella realizzazione delle iniziative post-laurea.La istituzione, l’attivazione e lo svolgimento dei Master di primo e disecondo livello e dei Corsi di perfezionamento o di specializzazionesono disciplinati da apposito Regolamento, approvato dal Consiglio diAmministrazione su parere del Senato accademico ed emanato condecreto rettorale. 68
    • l’organizzazione interna III. GLI UFFICI AMMINISTRATIVI1. Principi generali dell’azione amministrativa dell’UniversitàLe strutture amministrative forniscono supporto allo svolgimento delleattività didattiche e scientifiche dell’Università Europea di Roma, perassicurare l’ottimizzazione delle sue risorse e l’efficienza della suaazione. Il personale addetto a tali strutture coopera con il personaledocente per perseguire il comune obiettivo di promuovere la ricerca e ditrasmettere le conoscenze secondo i valori culturali ed etici dellareligione cattolica.Le attività amministrative, finanziarie e contabili si svolgono nei rispettodei principi della legalità e pubblicità degli atti; di trasparenza delleprocedure; di definizione delle competenze e delle responsabilità; diintegrità e di pubblicità dei bilanci; di equilibrio tra entrate e spese; dirispetto degli eventuali vincoli di destinazione dei finanziamenti; diefficienza della gestione del patrimonio, nel rispetto delle destinazionid’uso; di autonomia di gestione delle risorse destinate alla ricerca; dicontrollo della qualità, dell’efficacia e dell’efficienza della gestione.Nello svolgimento della propria attività l’U.E.R. si ispira ai principi edalle norme in tema di procedimenti amministrativi stabiliti dalla l. 7agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni ed integrazioni. Ai sensidegli artt. 5 e 6 di tale legge, i responsabili dei procedimenti siidentificano ordinariamente nei funzionari preposti alle Aree competentiper lo svolgimento delle attività e dei servizi cui il procedimento stesso siriferisce.Nel rispetto dei principi sulla trasparenza, l’U.E.R. consente l’accesso aidocumenti amministrativi, nelle forme e nei limiti stabiliti dagli artt. 25 ess. della l. 241/90.2. Le strutture amministrativeLe strutture di supporto alle attività istituzionali sono articolate in unitàorganizzative denominate Aree, Settori ed Uffici. Esse operano sotto ledirettive del Rettore, in conformità con le norme dello Statuto e degli altriRegolamenti di Ateneo, nonché con le delibere del Consiglio diAmministrazione. 69
    • guida dello studenteLe Aree costituiscono strutture omogenee preposte alle funzioniessenziali dell’Università. Esse godono di autonomia operativa, svolgonola propria attività in reciproca coordinazione.Il Regolamento per l’Amministrazione, la Contabilità e la Finanzaprevede la costituzione delle seguenti Aree: Area del Rettorato; Area amministrativa; Area di Segreteria; Area di Orientamento e Promozione; Area Pubblicazioni.Le Aree si possono ripartire in Settori, che comprendono gli Uffici.3. Uffici a rilevanza esternaUna parte degli Uffici amministrativi dell’Università (come gli Uffici delRettorato o quelli del personale) hanno una rilevanza puramente interna.Hanno invece rilevanza esterna per gli studenti i seguenti Uffici: La Segreteria GeneraleLa Segreteria Generale costituisce l’organo di gestione di tutte le attivitàamministrative che riguardano la carriera universitaria degli studenti.Essa cura la tenuta del programma informativo di Ateneo; sovraintendealle procedure di ammissione mediante svolgimento degli appositi test,provvede sulle domande di immatricolazione e di iscrizione; provvedealla registrazione degli esami sostenuti ed alla contabilizzazione deiC.F.U. conseguiti; aggiorna la posizione universitaria degli studenti;rilascia le certificazioni, le attestazioni ed i titoli di studio; cural’archiviazione dei documenti.L’Area dei servizi di Segreteria è strutturata nei seguenti Uffici: a) Immatricolazioni ed iscrizioni; b) Rapporti con il pubblico; a) Coordinamento informatico; b) Statistiche; c) Rilascio certificati e diplomi; d) Archiviazione. 70
    • l’organizzazione internaOltre a svolgere le funzioni amministrative di competenza, la SegreteriaGenerale fornisce molteplici servizi di assistenza. Essa è a completadisposizione per la soluzione di ogni questione di ordine amministrativonei seguenti orari di apertura: dal Lunedì al Giovedì: dalle ore 11,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle ore 16,00; il Venerdì: dalle ore 10,30 alle ore 12,30. Le Segreterie dei corsi di LaureaLe Segreterie dei Corsi di Laurea costituiscono le strutture di supportoorganizzativo degli Ambiti di Didattica e di Ricerca, entro cui si svolgonoi Corsi di studio. Nell’esercizio di questa funzione, forniscono assistenzanella pianificazione dell’anno accademico, coadiuvano i Coordinatori,gli Assistenti ed i docenti dei Corsi di laurea, organizzano le riunioni deiConsigli dei Corsi di laurea, forniscono i sussidi necessari per losvolgimento delle lezioni e degli esami, provvedono al controllo dellefrequenze ed alla verifica delle condizioni di ammissione agli esami.Le Segreterie dei Corsi di laurea osservano i seguenti orari di ricevimentodegli studenti: dal Lunedì al Venerdì: dalle ore 11,00 alle ore 13,00. L’Ufficio OrientamentoL’Ufficio Orientamento si occupa della fase di inserimento degli studentinel mondo universitario in genere, e nell’Università Europea di Roma inparticolare. Composto da esperti psicologi, esso assiste i giovani nellascelta del proprio corso di studi superiori, attraverso la ricerca delleproprie attitudini ed aspirazioni e mediante l’analisi e la valutazione deipossibili sbocchi professionali2. Inoltre, in collaborazione con l’ambitodidattico del corso di laurea in Psicologia, gli psicologi occupatiall’interno dell’ufficio elaborano dei piani di ricerca annuali aventi comeoggetto l’orientamento.Agli studenti che intendano immatricolarsi presso la U.E.R., l’UfficioOrientamento offre inoltre aiuti personalizzati finalizzati all’acquisizionedi informazioni riguardanti il sistema universitario, le procedure––––––––2Sui servizi di orientamento della U.E.R., cfr. più specificamente al Cap. III - § 2 della IIIParte della Guida. 71
    • guida dello studented’iscrizione e tutto ciò che riguarda l’ingresso nella vita accademicad’Ateneo. L’Ufficio EconomatoL’Economato è l’Ufficio preposto alla gestione della posizioneamministrativo-contabile degli studenti immatricolati. In particolare, essoprovvede alla riscossione della tassa di iscrizione, dei contributiaccademici e dei contributi speciali per servizi particolari, nella misura enei termini specificati in Appendice; provvede all’invio periodico deimoduli MAV per i pagamenti rateali; verifica la regolarità dei versamentie l’esistenza dei requisiti economico-patrimoniali per l’ammissione agliesami di profitto.L’Ufficio è a completa disposizione per la soluzione di ogni questione diordine economico-amministrativo nei seguenti orari di apertura (ugualia quelli della Segreteria Generale): ○ dal Lunedì al Giovedì: dalle 11,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 16,00; ○ il Venerdì: dalle 10,30 alle 12,30. L’Ufficio PromozioneL’ Ufficio Promozione ha la funzione di diffondere l’offerta formativadell’Università Europea di Roma.A tal fine, svolge le seguenti attività:- analisi della concorrenza, pubblica e privata;- pianificazione di obiettivi, linee-guida, strategie ed attività inerenti la promozione dei corsi di laurea dell’UER;- organizzazione delle attività pubblicitarie;- gestione del budget per le attività di marketing;- valutazione dell’efficacia delle suddette azioni.Per la sua attività, l’Ufficio Promozione si avvale della collaborazione ditutti i dipartimenti dell’UER. 72
    • PARTE IIIIL PROGETTO FORMATIVO
    • guida dello studente I. LE LINEE GUIDA DEL PROGETTO FORMATIVO1. La Formazione Integrale della persona “Offrire una formazione integrale significa recuperare la dimensione sapienziale dello studio. Gli antichi sarebbero sorpresi dal constatare che luniversità non sempre fa diventare migliori né coloro che insegnano, né coloro che studiano. A cosa servirebbe formare eccellenti tecnici, medici, avvocati, industriali, finanzieri, se prima di tutto costoro venissero a mancare di una visione armoniosa del sapere e del mondo, se non fossero preparati a far fronte ai problemi etici e morali che lesercizio della loro professione va inesorabilmente a porre dinanzi? Personalmente, vi confesso il mio timore se dovessi vivere in un mondo dominato da tecnici senza anima, ad avere a che fare con specialisti che sanno tutto di qualche cosa di molto circoscritto e nulla delle cose che veramente hanno valore per la vita.” Cardinale Paul Poupard Ai Rettori, Direttori e Presidenti delle Università Francescane – 19 settembre 2001Il progetto formativo dellUniversità Europea di Roma ha il suo modello diriferimento nella Formazione Integrale della persona. Mediante liscrizionealla U.E.R., lo studente intraprende un percorso che integra la formazioneculturale e professionale propria del corso di laurea che ha scelto in unpiù ampio contesto antropologico.La Formazione Integrale ha l’obiettivo di condurre lo studente ad unapiena maturità umana, che richiede uno sviluppo integro, armonico estrutturato di tutti gli elementi della sua personalità, in sintonia con ciò cheogni persona umana deve e vuole essere.Formarsi in senso integrale è per lo studente un viaggio alla scoperta di sé,verso la cosciente costruzione di una compiuta identità personale, in cui èaiutato a scoprire e coltivare potenzialità e talenti; a valorizzare capacitàespressive ed interessi culturali; a stimolare la vivacità intellettuale; asviluppare capacità relazionali; a promuovere il proprio benessere psico-fisico; a vivere la spiritualità; a coltivare la solidarietà; ad intraprendere 74
    • il progetto formativoogni iniziativa utile a creare un “effetto campus”, che recuperi lidentitàoriginaria dellUniversità, come comunità di studio e di ricerca.2. La centralità dello studente “Ogni Università dovrebbe sempre custodire la fisionomia di un Centro di studi "a misura duomo", in cui la persona dello studente sia preservata dallanonimato e possa coltivare un fecondo dialogo con i docenti, traendone incentivo per la sua crescita culturale ed umana . Da questa impostazione discendono alcune applicazioni tra loro connesse. Anzitutto, è certo che solo ponendo al centro la persona e valorizzando il dialogo e le relazioni interpersonali può essere superata la frammentazione specialistica delle discipline e recuperata la prospettiva unitaria del sapere. Le discipline tendono naturalmente, e anche giustamente, alla specializzazione, mentre la persona ha bisogno di unità e di sintesi. In secondo luogo, è di fondamentale importanza che limpegno della ricerca scientifica possa aprirsi alla domanda esistenziale di senso per la vita stessa della persona. La ricerca tende alla conoscenza, mentre la persona abbisogna anche della sapienza, di quella scienza cioè che si esprime nel "saper-vivere". In terzo luogo, solo valorizzando la persona e le relazioni interpersonali il rapporto didattico può diventare relazione educativa, un cammino di maturazione umana. La struttura infatti privilegia la comunicazione, mentre le persone aspirano alla condivisione.” S.S. Benedetto XVI Incontro con il mondo della cultura allinterno del Cortile Teresiano dellUniversità degli Studi di Pavia – 22 aprile 2007Riconoscere in ogni studente una persona, cioè un individuo unico eirripetibile, induce a modellare la vita universitaria sulle persone e non suiprocessi e sulle strutture.Lidea-guida dellattività formativa e in generale di ogni iniziativa che laU.E.R. rivolge ai suoi studenti è rappresentata dal principio della centralitàdello studente: egli è il vero protagonista della vita universitaria e la suaformazione umana, culturale e professionale costituisce il motivoispiratore della fondazione dellUniversità Europea di Roma. 75
    • guida dello studenteA questo principio si ispira lorganizzazione della didattica e delle attivitàdi apprendimento e di studio.La scelta dei docenti, la formulazione dei programmi, la qualità delladidattica e i criteri di valutazione del profitto mirano ad assicurare che ilconferimento del titolo accademico sia espressione di una formazioneculturale approfondita ed interdisciplinare, che sviluppi negli studenti lacapacità di analizzare criticamente i problemi e il coraggio di proporresoluzioni creative, qualità sempre più richieste nellesercizio delleprofessioni.Le attività formative che compongono il curriculum degli studi -insegnamenti, attività di responsabilità sociale, stage, tirocini professionali,programmi internazionali di studio - valorizzano le attitudini personalidello studente, ne ampliano le esperienze di vita e ne sviluppano leconoscenze e le abilità.LUniversità assicura un rapporto ottimale tra il numero dei docenti equello degli studenti; promuove la professionalità, la puntualità e ladisponibilità dei professori; favorisce limpostazione razionale dellelezioni e degli esami; garantisce il rispetto della durata effettiva dei corsi.Le norme concernenti lammissione, la determinazione di eventualiobblighi formativi aggiuntivi, il riconoscimento dei crediti pregressi, laprogrammazione degli orari delle lezioni, lattuazione delle attivitàformative sono adottati nella primaria considerazione dellinteresse dellostudente. In ogni particolare si esprime la cura di facilitare lattività distudio e di favorire lacquisizione di una solida preparazione, in uncontesto ambientale sereno, funzionale e stimolante.Un importante corollario del principio della centralità dello studente ècostituito dal diritto all’informazione. LUniversità garantisce il diritto deglistudenti alla puntuale informazione sulle norme regolamentari vigenti, sulcurriculum degli studi e sulle loro eventuali modifiche, sui programmidegli insegnamenti, sul calendario accademico, sugli orari di ricevimentodei docenti, sui servizi di tutorato, sulle modalità ed i tempi di svolgimentodelle lezioni, degli esami, delle attività integrative e dell’azione diResponsabilità Sociale, delle attività extracurriculari e di ogni altro 76
    • il progetto formativoprogramma o evento promosso od ospitato dalla Università Europea diRoma. Inoltre, gli studenti hanno il diritto di ricevere tempestivecomunicazioni sull’esito delle prove di ammissione, sull’approvazione deipiani di studi individuali, sui provvedimenti adottati, sulle istanze diriconoscimento di crediti o di svolgimento di attività formative presso altreUniversità italiane o straniere, e su tutti gli altri fatti che riguardano la lorocarriera di studio individuale.Per gli studenti diversamente abili l’Università assicura la piena fruizionedei locali e delle attrezzature attraverso l’assenza di barrierearchitettoniche e garantendo servizi e strutture adeguate alla normativavigente.3. “Formiamo persone, prepariamo professionisti”“Formiamo persone, prepariamo professionisti”: nello slogan coniatodallUniversità Europea di Roma per sintetizzare i motivi ispiratori e lelinee strategiche del suo progetto formativo, si concentra lidea diunUniversità che non si limiti ad una meccanica trasmissione dicompetenze settoriali, finalizzata al rilascio di un titolo accademico, mache sia luogo di crescita umana e di ricerca scientifica, allo scopo diformare persone capaci di apportare innovazione e qualità in ogniformazione sociale in cui esprimano la loro personalità.La mera preparazione tecnica e le conoscenze settoriali non sono infattisufficienti a “formare persone” e nemmeno a “preparare professionisti”.Occorre formare uomini e donne che sappiano pensare con rigore egiudicare ed agire secondo una retta coscienza; occorre anche fornire lorola capacità di anticipare, o comunque di adeguarsi velocemente, alletrasformazioni delle professioni. Solo attraverso un simile approccio si puòdavvero incidere efficacemente nella vita professionale, trasferendo inogni campo e in ogni settore della propria attività lamore per la verità e ildesiderio profondo del bene personale e sociale. 77
    • guida dello studente II. LE ATTIVITÀ FORMATIVE COMPLEMENTARI1. Le attività extra-curriculariAl fine di incoraggiare la socializzazione tra gli studenti e favorirnel’incontro, l’amicizia e la collaborazione, l’Università Europea di Romaoffre ai suoi studenti una vasta gamma di attività extracurriculari in camposociale, culturale, artistico, sportivo, turistico, ricreativo, editoriale emultimediale, quali laboratori teatrali, musicali, letterari, artistici e dicomunicazione; conferenze, convegni e dibattiti su temi di attualità;cineforum, tornei ricreativi; visite guidate a luoghi di interesse storico edartistico, ad aziende, giornali, emittenti radio-televisive, società sportive,viaggi all’estero ed incontri con eminenti personalità della cultura, dellapolitica, della scienza, dell’economia, dello spettacolo e delle religioni.L’Università Europea di Roma dedica inoltre un’attenzione particolare allosport: lavora per la costituzione di un Gruppo Sportivo universitario,stipula convenzioni con strutture e centri sportivi ed organizza gare etornei.La UER stimola gli studenti a non limitarsi ad essere fruitori delle sueattività, ma a farsene promotori ed organizzatori, fino a diventare capaci digestire un processo artistico o culturale.I progetti già elaborati per l’anno accademico 2011-2012 possono cosìriassumersi:1.1. Incontri, conferenze e dibattitiUna formazione culturale di livello universitario non può essere limitataallo studio delle discipline previste dai programmi accademici, ma deveallargarsi alle questioni fondamentali che interessano la societàcontemporanea. In questa prospettiva, l’Università Europea di Romaorganizza periodicamente incontri, conferenze e dibattiti, animati anchedalla presenza di eminenti personalità del mondo culturale, artistico,scientifico e religioso.1.2. Progetto CoroIl progetto mira a formare gli studenti dal punto di vista musicale,coinvolgendo globalmente la formazione della persona. 78
    • il progetto formativoIn primo luogo l’attenzione si concentra su un corretto uso della voce,tramite esercizi di respirazione diaframmatica e di emissione dei suoni(vocalizzi). Una buona impostazione tecnica consente quindi di affrontarebrani di canto di ogni genere musicale, con un repertorio ampio e incontinua espansione per i momenti “forti” dell’anno. Ogni brano ed autoreè inquadrato storicamente e musicalmente analizzato.Il canto corale è un’esperienza umana e spirituale altamente formativa.Cantare insieme è strumento di socializzazione, ricorso al lavoro disquadra per ottenere buoni risultati, esercizio di umiltà. L’attività coralepotenzia la concentrazione ed affina la sensibilità, sviluppa l’orecchiomusicale ed è esercizio di costanza e pazienza.Il programma prevede: introduzione al canto corale; respirazione diaframmatica e impostazione della voce; composizione del coro; studio ed esecuzione del repertorio stabilito dal direttore.1.3. Scuola di dibattitoTrattasi di una serie di incontri, per apprendere gli elementi di unadiscussione argomentata su tematiche esistenziali e sociali.Saranno affrontati temi più vari: a partire da una presentazionedell’argomento da parte di un ospite speciale, di un docente o di ungruppo di studenti, si darà seguito ad un dibattito guidato tra due o piùequipe di studenti.1.4. Centro Metodo Naturale BillingsIl Centro vuole promuovere la conoscenza corretta e l’apprezzamento perla fertilità umana; aiutare le coppie con problemi di fertilità; diffondere icapisaldi della procreazione responsabile contro la dominante mentalitàcontraccettiva ed abortiva; creare un’unità di Regolazione della Fertilità.Dopo un incontro generale, in cui alcune insegnanti di metododell’ovulazione Billings spiegheranno cosa sono, quando sono nati ecome si usano i “metodi naturali”, verrà istituita un’apposita sede nellaUER, in cui le insegnanti accreditate potranno effettuare i colloqui 79
    • guida dello studenteindividuali con le studentesse e le persone esterne interessateall’apprendimento del metodo.1.5. Tornei sportivi e ricreativiIl torneo di calcetto, riservato a squadre composte da studenti, docenti ecollaboratori della UER/APRA, giunge alla sua quinta edizione.Quest’anno l’Università Europea di Roma parteciperà al Campionato dicalcio delle Università di Roma, un torneo di calcio a 11 unico in Italiache vedrà la squadra del nostro Ateneo confrontarsi con le rispettivesquadre di altri poli universitari. Oltre che un’importante manifestazionesportiva sarà una grande occasione di conoscenza e condivisione con glistudenti delle altre Università della città di Roma.Nel corso dell’anno accademico, saranno indetti ulteriori tornei emanifestazioni sportive e ricreative, anche su richiesta degli studenti.1.6. Sport femminileQuest’anno per le ragazze sarà possibile partecipare all’attività delcalcetto femminile, comprensiva di un allenamento settimanale e lapossibilità di confrontarsi con amichevoli o partecipazioni a Tornei eTriangolari con squadre di altre Università di Roma.1.7. Laboratorio teatraleIl laboratorio teatrale vede il teatro come un prezioso strumento di lavorosu se stessi, veicolo per sviluppare l’attenzione e la sensibilità. Si proponeun approccio al processo creativo mirato all’integrazione delle abilitàfisiche e vocali dell’attore, per incrementare la consapevolezza di spazio,tempo-ritmo e attenzione come differenti qualità e possibilità fisiche, perfavorire lo sviluppo artistico, professionale e personale. Il lavorolaboratoriale incoraggia, sostiene e sviluppa la linea creativa personale diogni partecipante, attraverso gli strumenti dellartigianato teatrale,valorizzando quindi le differenze e le potenzialità di ognuno. Il percorsoproposto va dal training teatrale fisico e vocale, sviluppo e studio di azionifisiche, lavoro su canti tradizionali, montaggio e presentazione.1.8. ConvenzioniLa UER stipula convenzioni con impianti sportivi, cinema, teatri, musei,ristoranti, affinché i suoi studenti, i docenti ed i collaboratori possanofruirne a condizioni agevolate. 80
    • il progetto formativo III. ALTRI SERVIZI PER GLI STUDENTI1. La Cappellania Universitaria “Non di solo pane vive l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio” Mt. 4, 4 “Chi è dalla parte della verità, ascolta la mia voce” Gv 18, 37La presenza di un’attiva Cappellania universitaria, complementare alleofferte formative dei corsi di laurea, è un elemento distintivo dell’idea diuniversità incarnata dalla UER.Nessuna educazione sarebbe realmente integrale e nessuna universitàsarebbe realmente europea, se la fede come libera opzione consapevole ela religione come tratto culturale fondativo della civiltà europea ne fosseroesclusi o, peggio, fossero confinati nel marginale anonimato di unadimensione parallela alla vita accademica e alle attività tecnico-amministrative.Un’università che ambisce a offrire una formazione integrale per educarel’uomo, ogni uomo e tutto l’uomo sa per fede e per ragione che l’uomorealizza pienamente se stesso quando attinge alla fonte della sua vita,perché “La gloria di Dio è l’uomo vivente e la vita dell’uomo è la visionedi Dio” (S. Ireneo). L’uomo attinge a Dio, fonte della sua vita, nelladimensione spirituale di comunione della creatura con il suo creatore;nella dimensione culturale di libera ricerca della verità; nella dimensionesociale di approccio alla professione come servizio alla comunità nellacarità, secondo i principi della dottrina sociale della Chiesa.Un’università cattolica sa per fede e per ragione che Cristo è la verità eche chiunque cerca la verità con intelligenza, con passione e con onestàintellettuale giunge alla verità di Cristo, anche quando non lo sa (“Signore,quando mai ti abbiamo veduto affamato e ti abbiamo dato damangiare…”) e anche quando la sua ricerca inizi al di fuori e perfino inantitesi alla fede e alle culture di matrice religiosa. 81
    • guida dello studenteNe discende che il compito di una cappellania universitaria non siesaurisce nelle celebrazioni liturgiche e sacramentali, e nella direzionespirituale per gli studenti credenti. Leggere i segni dei tempi attualisignifica muoversi sulle orme di San Paolo e rivolgere a tutti gli studenti dibuona volontà (cattolici, credenti di altre confessioni e religioni, atei,agnostici e indifferenti) l’invito ad essere insieme costruttori di pace: quellapace che è veramente tale, solo se è fondata sulla verità, sulla libertà, sullagiustizia e sulla carità; e che può essere realizzata solo col coraggio diagire in modo nuovo ed efficace in campo sociale, culturale, scientifico emediatico.La Cappellania Universitaria offre tutto quello che offrirebbe unaparrocchia – due Messe al giorno e disponibilità per le confessioni – ed inaggiunta: direzioni e ritiri spirituali catechesi e corso di preparazione alla cresima pellegrinaggi e visite giornate e momenti di preghiera e di meditazione missioni di evangelizzazione, mediche e umanitarie in Italia e all’estero iniziative di apostolato e di azione sociale sala degli studenti: uno spazio per lo studio, la ricerca, il gioco, la socializzazione supporto alle associazioni studentesche conferenze e circoli di studio su temi di attualità o di profonda rilevanza umana e sociale incontri con il Papa.La Cappellania Universitaria è ubicata in fondo all’ala A del I^ pianodell’Ateneo.Per opportuni contatti è possibile rivolgersi a: cappellania@unier.it2. I programmi di orientamento universitarioL’Università Europea di Roma desidera accompagnare gli studenti nellaloro esperienza universitaria dalla fase di scelta del proprio indirizzo distudi alla fase successiva dell’orientamento al lavoro. Al primo obiettivo,che si colloca in un momento precedente a quello dell’immatricolazione,è dedicato il programma di orientamento, che è interamente organizzato egestito dagli Uffici di Orientamento della U.E.R., d’intesa e in sinergia congli Istituti Scolastici. 82
    • il progetto formativoUn corretto orientamento pre-universitario consente allo studente dicompiere una scelta mirata e consapevole del proprio percorso distudi, fondata sulla valutazione delle proprie attitudini, aspirazioni einteressi nonché sulla conoscenza dei possibili sbocchioccupazionali.L’Università Europea di Roma offre un servizio di orientamentoesclusivo, completo e professionale. Il percorso è orientato in due fasi: La prima fase, che si svolge presso gli Istituti Scolastici aderenti all’iniziativa, ha funzioni di orientamento informativo. Gli studenti dell’ultimo o del penultimo anno degli Istituti di Scuola Media Secondaria sono informati sull’organizzazione del sistema universitario e consigliati sui passi da compiere per effettuare una scelta consapevole dell’Università e del Corso di laurea. In tale occasione, sono presentate le caratteristiche formative e didattiche dell’Università Europea di Roma e si offre allo studente l’opportunità di aderire – gratuitamente e senza vincolo alcuno – alla seconda fase del percorso di orientamento. L’intero programma, della durata complessiva di 60 minuti, prevede la trattazione, supportata dalla proiezione di diapositive, dei seguenti temi specifici: A) Area informativa – Il sistema universitario generale (20 minuti): L’Università oggi (moduli 3+2 ed 1+4); Criteri per compiere una scelta efficace e consapevole; Elementi per una scelta vincente: Corso di laurea, Ateneo, Mondo del lavoro; L’importanza delle competenze trasversali. B) Area informativa – Offerta formativa U.E.R. (20 minuti): La formazione integrale; Il tutoring; L’attività didattica; La vocazione internazionale. C) Approfondimento e domande (20 minuti) 83
    • guida dello studente La seconda fase, che si svolge presso l’Università Europea di Roma, consiste in un orientamento formativo condotto da psicologi esperti. Attraverso un test attitudinale, lo studente acquisisce una migliore conoscenza di se stesso relativamente alle sue abilità ed ai suoi interessi, ed una maggiore consapevolezza dell’area di studio più adatta alle proprie attitudini. Questa fase si articola nel seguente modo: A) Somministrazione del test attitudinale La somministrazione del test viene condotta da psicologi esperti in orientamento formativo B) Restituzione del profilo personalizzato di orientamento La restituzione del profilo personale avviene durante un colloquio effettuato grazie al supporto professionale di psicologi, presso l’Ateneo. Nel profilo personalizzato consegnato a ciascuno studente è riportata la rappresentazione grafica del punteggio emerso in ogni area indagata. Le informazioni acquisite sono messe in rapporto con i possibili indirizzi di studio. Segue un consiglio alla scelta, che lo psicologo stila in base alle preferenze elencate dallo studente, in relazione alle attitudini emerse. L’indicazione è volutamente sintetica, perché si propone di sviluppare negli studenti competenze auto-orientative.I Presidi ed i Responsabili Delegati all’Orientamento degli Istituti diIstruzione Media Secondaria possono aderire alla prima, allaseconda o ad entrambe le fasi del percorso in forma assolutamentegratuita, concordando data ed orario degli incontri con l’UfficioOrientamento dell’U.E.R. (Tel. 06.66543924 – 06.66543887 e-mail:orientamento@unier.it).3. La “Settimana della matricola”L’Università Europea di Roma organizza un periodo di orientamento pergli studenti del primo anno denominato “Settimana della Matricola” . Inquesto modo le Autorità accademiche, i Docenti, il personale tecnico-amministrativo e gli studenti già iscritti intendono porgere il lorobenvenuto ai nuovi studenti. Nel rispetto del principio della centralitàdello studente, la “Settimana della Matricola” accoglie ciascuno dei neo-iscritti e fornisce un utile ausilio ad inserirsi rapidamente nel progettoformativo, nell’organizzazione didattica ed amministrativa e nella vitasociale dell’Ateneo attraverso lo sviluppo delle relazioni interpersonali. 84
    • il progetto formativoLa UER intende infatti pervenire ad una forma di personalizzazione dellerelazioni accademiche, che: faccia sentire gli studenti a loro agio in ogni momento dell’esperienza universitaria, come partecipi e protagonisti di uno spazio proprio; consenta agli studenti di acquisire una profonda fiducia nel progetto formativo della UER; incentivi la collaborazione degli studenti affinché si facciano portatori di idee, proposte ed iniziative.La “Settimana della Matricola 2012” si articola nelle seguenti attività: benvenuto del Rettore, P. Paolo Scarafoni, e delle Autorità accademiche; incontri con i Coordinatori e gli Assistenti dei Corsi di laurea e dei Centri Dipartimentali, allo scopo di introdurre gli studenti nelle specificità dei Corsi di laurea della UER e di proporre un’efficace metodologia di studio. Possono essere organizzati alcuni brevi corsi propedeutici per colmare eventuali lacune della preparazione scolastica e consentire l’acquisizione di alcune nozioni-base delle nuove materie di insegnamento.4. I servizi di TutoringIl tutoring è un servizio di consulenza individuale coordinato dal CentroDipartimentale di Formazione Integrale e dagli Ambiti accademici, che laUER offre agli studenti per favorirne la piena integrazione con la vitauniversitaria, per aiutarli ad essere efficaci nello studio e per stimolarli amigliorare la propria formazione.Il tutoring è un servizio facoltativo, anche se raccomandato.La UER affianca un tutor personale ad ogni suo studente per aiutarlo adacquisire una visione unitaria e multidisciplinare del Corso di studio; peraiutarlo a trovare un efficace metodo di studio e a collegare lo studio allaattualità; per prepararlo al mondo del lavoro ed all’applicazione dellecompetenze acquisite con lo studio universitario al contesto sociale in cuilo studente è inserito; a supportare la sua eventuale scelta di proseguire glistudi con la laurea magistrale o con Master di primo livello.Il rapporto ottimale tra tutor e studenti è individuato nella misura di 1 a 5.Il tutor ha un incontro preliminare con il suo gruppo di studenti, in cui sipresenta, scambia dati e recapiti, indica le modalità di contatto e stabilisce 85
    • guida dello studentecon ogni studente il calendario del primo e dei successivi incontriindividuali. Lo studente concorda con il suo tutor la frequenza degliincontri individuali, secondo le sue personali esigenze.Il tutor non sostituisce, ma affianca l’assistenza didattica delle cattedre. Pertali ragioni, esso integra l’attività di ricevimento degli studenti da parte deidocenti.5. Programmi culturali e visite guidatePer iniziativa dell’Ambito di Storia, l’U.E.R. offre ai propri studenti lapossibilità di partecipare ad uno stimolante programma di visite guidate aluoghi ed immobili di interesse storico, a siti archeologici, a musei emonumenti, a mostre d’arte ed eventi culturali. L’organizzazione delprogramma è curata da docenti, studiosi ed esperti, e comprende la visitadi siti e luoghi culturali anche non aperti al pubblico.Le visite guidate intendono stimolare la conoscenza dell’immensopatrimonio storico ed artistico di Roma e del suo territorio, considerandolocome testimonianza della nostra cultura e della nostra storia e qualestrumento di ricerca delle radici della nostra civiltà cristiana.6. La biblioteca di AteneoCon oltre 150.000 volumi e 900 periodici la Biblioteca di Ateneo offre unsupporto indispensabile per le attività didattiche e di ricerca agli Ambitipresenti nellUniversità e mette a disposizione degli utenti i servizi diconsultazione, prestito e consulenza nella ricerca di informazioni.7. I rapporti con le famiglie degli studentiTra lUniversità Europea di Roma, gli studenti e le loro famiglie è previstala definizione di un patto formativo allinizio di ogni anno accademico, alfine di favorire, per tutta la durata degli studi, la piena condivisione degliideali, dei percorsi e degli strumenti formativi e di contribuire alla miglioreriuscita della formazione di ciascuno studente .Le famiglie degli studenti partecipano alla vita universitaria econtribuiscono ad elaborare le strategie ed a perseguire i finidell’Università, mediante la formulazione di osservazioni e proposte sullosvolgimento delle attività formative e didattiche, la promozione delleiniziative e dei programmi, la partecipazione attiva alle manifestazioni,l’eventuale sostegno finanziario alle attività. 86
    • il progetto formativo8. Alloggio per gli studenti fuori sedeLUniversità istituisce rapporti e stipula convenzioni con Enti pubblici eprivati, che possano offrire confortevole soggiorno agli studenti fuori sede .Verrà anche data pubblicità ad eventuali offerte di alloggi privati.Il servizio è fornito a soli fini informativi e non comporta lo svolgimento diattività di mediazione, né assunzione di responsabilità in relazione aicontratti di locazione che dovessero essere stipulati.9. Gli incontri con le impreseOltre a gestire gli stages ed i tirocini professionali richiesti per ilconseguimento del titolo di studio e/o per l’iscrizione negli albiprofessionali, il Centro Dipartimentale “Job-Placement” organizza unagiornata dedicata all’incontro con i rappresentanti aziendali delleprincipali imprese operanti sul territorio. Gli incontri hanno lo scopo diconsentire agli studenti l’acquisizione di conoscenze sulla situazione delmercato del lavoro e delle professioni, in vista dei loro possibili sbocchiprofessionali.10. Percorsi di orientamento al lavoroIl Centro Dipartimentale Job placement assiste gli studenti anche nella fasepost-laurea, favorendo l’eventuale scelta di ulteriori corsi dispecializzazione ed orientando la ricerca della prima occupazione. Inquesta attività si tiene conto da un lato delle capacità e delle attitudinidegli studenti e dall’altro lato delle offerte provenienti dal mondo dellavoro.A questo fine, il Centro segnala alle imprese gli studenti laureati e presentail curriculum dei loro studi e le esperienze acquisite; comunica inoltre aipossibili interessati le offerte di lavoro delle imprese e favorisce, sulla basedi apposite convenzioni, la frequenza di Master e di scuole diperfezionamento, anche a livello internazionale, che possano arricchire lapreparazione professionale e che consentono l’acquisizione di titoli diparticolare prestigio.I servizi di Job placement comprendono anche lo svolgimento dilaboratori per la preparazione alla ricerca attiva del lavoro. I laboratorisono gestiti da esperti del mondo del lavoro provenienti da aziendenazionali ed internazionali, e sviluppano le conoscenze adeguate perinserirsi in maniera efficace nel mercato.In particolare, i partecipanti potranno apprendere gli strumenti diindividuazione della domanda e delle professioni emergenti, le modalità 87
    • guida dello studentedi redazione dei curricula e le tecniche più efficaci per la gestione deicolloqui di selezione.Gli studenti laureati conservano un rapporto di affiliazione conl’Università Europea di Roma e possono fruire dei servizi del CentroDipartimentale “Job-Placement”, nella prospettiva di conseguire nuove emigliori prospettive di occupazione, anche negli anni successivi alconseguimento della laurea. 88
    • PARTE IV LA DISCIPLINAREGOLAMENTARE DEI CORSI DI LAUREA
    • guida dello studente I. AMMISSIONE, IMMATRICOLAZIONE ED ISCRIZIONE AI CORSI DI LAUREA: DISPOSIZIONI COMUNILe seguenti disposizioni disciplinano, in conformità alle vigentinormative applicabili alle Università non statali ed ai Regolamenti internidell’Ateneo, le procedure concernenti la carriera degli studenti iscritti aicorsi di studio attivati dall’Università Europea di Roma.Ai sensi dellarticolo 142 del testo unico delle leggi sullistruzionesuperiore, non è possibile iscriversi contemporaneamente a più di uncorso di studi, sebbene di grado diverso (corso di laurea, laureamagistrale, master, dottorato di ricerca, corso di specializzazione etc…)neppure nella stessa Università.1. AmmissioneIl Regolamento didattico di Ateneo e i Regolamenti didattici dei corsi distudio definiscono i requisiti e le conoscenze richieste per l’accesso aicorsi di laurea, di laurea magistrale a ciclo unico e di laurea magistrale,nonché le modalità di verifica di tali conoscenze. Ammissione ai Corsi di laurea di durata triennale e al Corso di laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza: è subordinata al superamento di una prova preliminare allo scopo di verificare il possesso di un’adeguata preparazione iniziale, in conformità con quanto disposto dalle vigenti disposizioni in materia. Nel caso in cui la valutazione della preparazione iniziale non dia esito positivo, lo studente potrà essere ammesso con l’assegnazione di un debito formativo secondo quanto indicato nel Regolamento del Corso di laurea prescelto. Ammissione ai Corsi di Laurea Magistrale: l’università stabilisce per ogni corso di laurea magistrale, specifici criteri di accesso che prevedono, in primo luogo, il possesso di requisiti curriculari, con 90
    • la disciplina regolamentare dei corsi di laurea modalità definite nei Regolamenti dei Corsi di laurea; in secondo luogo, l’ammissione è subordinata al superamento di una prova preliminare allo scopo di verificare il possesso di un’adeguata preparazione iniziale. In ogni caso, non è consentita l’iscrizione a corsi di laurea magistrale con debiti formativi.L’ammissione ai Corsi di laurea dell’Università Europea di Roma èsubordinata al superamento di una prova preliminare.La prova di ammissione è richiesta per l’accesso a tutti i Corsi di laurea.Variano tuttavia i suoi contenuti: per l’accesso ai Corsi di laurea triennale ed al Corso di laurea magistrale a ciclo unico in “Giurisprudenza”, essa consiste nella compilazione di due questionari a risposta multipla e da un colloquio. Tali prove si propongono di investigare essenzialmente le attitudini dei candidati; per l’accesso ai Corsi di laurea Magistrale , il test di ammissione è costituito dalla compilazione di due questionari a risposta multipla e da un colloquio. Tali prove si propongono di investigare essenzialmente la preparazione di base acquisita nel Corso di laurea di provenienza. Il test non è richiesto per gli studenti provenienti da Corsi di laurea triennale frequentati presso la stessa U.E.R.Le domande di partecipazione ai test di ammissione devono esserepresentate allUfficio di Ammissione attraverso lapposito modulo,che può essere richiesto direttamente ovvero acquisito attraverso il sitointernet: www.unier.it.La domanda, da presentare personalmente il giorno della prova, deveessere sottoscritta con firma autografa e compilata in ogni sua parte.Alla domanda devono essere allegate: fotocopia del documento di identità; fotocopia del Codice fiscale (o autocertificazione); tre fotografie recenti a colori in formato tessera (di cui una inserita nel corrispondente spazio della apposita modulistica); 91
    • guida dello studente certificazione relativa al possesso dei titoli di studio prescritti per il Corso di laurea a cui si desidera accedere. Qualora il titolo di studio non sia stato ancora conseguito, il candidato dovrà dichiarare la sua attuale posizione scolastica o accademica e la data prevista per il conseguimento del titolo di studio prescritto; altra documentazione addizionale (quali lettere di referenza, fotocopia di altri titoli acquisiti) che possano favorire la migliore valutazione della candidatura.Le prove di ammissione si svolgono in Roma presso la sededellUniversità Europea di Roma, secondo il calendario pubblicato sulsito Internet dellUniversità.Per ogni ulteriore informazione gli interessati potranno contattarelUfficio di Ammissione al numero telefonico 06/66543803, al numerofax 06/66543850, o allindirizzo di posta elettronicaammissione@unier.it .2. Immatricolazione/iscrizione al primo anno1. Lo studente che abbia superato il test di ammissione e che sia in possesso dei titoli di studio richiesti dall’ordinamento del Corso di laurea di proprio interesse, ove intenda procedere allimmatricolazione/iscrizione ad uno dei corsi di studio attivi presso l’Università Europea di Roma, deve operare il versamento della tassa di iscrizione e della tassa regionale per il diritto allo studio universitario, utilizzando le varie forme di pagamento messe a disposizione. All’atto dei versamenti è necessario ritirare le relative ricevute di pagamento.2. L’immatricolazione/iscrizione si perfeziona con la presentazione presso la Segreteria Generale di un’apposita domanda di iscrizione/immatricolazione, comprensiva di una marca da bollo del valore di 14,62 entro i termini e con le modalità e le condizioni deliberate annualmente dagli Organi di governo dell’Ateneo e rese pubbliche sul sito internet www.unier.it. La domanda di immatricolazione/iscrizione deve contenere le seguenti indicazioni: a. nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza, domicilio e codice fiscale dello studente; 92
    • la disciplina regolamentare dei corsi di laurea b. il corso di studio per il quale si chiede l’immatricolazione/iscrizione; c. il titolo di studio posseduto, con l’indicazione dell’Istituto di studi superiori e/o dell’Università ove è stato conseguito, della votazione e della data di conseguimento; d. la data e la sottoscrizione.3. Lo studente deve allegare alla domanda di iscrizione la seguente documentazione: a. Fotocopia del Documento d’Identità o Passaporto. b. Fotocopia del Codice Fiscale o Autocertificazione. c. Tre fotografie recenti, a colori, formato tessera. d. Fotocopia versamento tassa di iscrizione e tassa regionale. e. Per coloro che si trasferiscono da altre Università è necessario presentare un certificato accademico (Attestato) comprovante gli esami sostenuti e ricevuta della richiesta di trasferimento. f. Documentazione attestante l’eventuale chiusura di una precedente carriera universitaria. g. Diploma originale di maturità ovvero – nel caso in cui esso non sia ancora disponibile ed in attesa della sua produzione - di certificato attestante il possesso del titolo di studio, rilasciato dall’Istituto di appartenenza. h. Certificato medico attestante la mancanza di patologie gravi e lidoneità a frequentare il corso di studi universitari prescelto (certificato medico di stato di buona salute). i. Per gli studenti già in possesso di laurea e/o diploma di laurea, fotocopia diploma di laurea e certificato dal quale si evince la data di prima immatricolazione nel sistema universitario italiano. Gli studenti con diploma di laurea conseguito all’estero devono presentare legalizzazione, traduzione giurata e dichiarazione di valore in loco del titolo.4. Lo studente è in ogni caso tenuto agli altri adempimenti eventualmente previsti dalla normativa vigente e dall’Università Europea di Roma. 93
    • guida dello studente2.1. Termini di scadenza per immatricolazione/iscrizione al primoanno e modalità di pagamentoIl termine ordinario per limmatricolazione/iscrizione ai Corsi di laurea(di durata triennale), al Corso di laurea magistrale a ciclo unico inGiurisprudenza, ed ai Corsi di laurea magistrale (di durata biennale) è il30 settembre 2011.Gli studenti che intendano immatricolarsi/iscriversi al primo anno di uncorso di laurea devono effettuare il versamento della tassa d’iscrizioneche può essere eseguito tramite bonifico, seguendo le indicazioni delfac-simile che viene inviato contestualmente alla lettera di ammissione ecomunque specificando sempre nella causale del bonifico: il nome e cognome dello studente il Codice Fiscale dello studente; il Corso di studio prescelto; l’anno di Corso al quale ci si iscrive (es. 1˚°anno dell’a.a. 2011- 2012)In alternativa, il versamento può essere effettuato in sede presso losportello di cassa dell’Ufficio Economato nei seguenti orari: dal lunedì algiovedì, dalle ore 11.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 16.00, evenerdì, dalle ore 10.30 alle ore 12.30.Il versamento della tassa regionale per il diritto allo studio potrà essereeseguito mediante il sistema bancario prescelto dallUniversità Europeadi Roma.Potranno effettuarsi immatricolazioni/iscrizioni tardive ai Corsi di laurea(di durata triennale), al Corso di laurea magistrale a ciclo unico inGiurisprudenza, entro e non oltre la data del 30 Novembre 2011, acondizione del pagamento di una un’indennità di mora (vedi tasse econtributi), oltre alle tasse ed ai contributi accademici dovuti.Potranno effettuarsi iscrizioni tardive ai Corsi di laurea magistrale, entro enon oltre il termine finale della sessione invernale di laurea, ovvero entroil 12 marzo 2012, allegando il versamento delle tasse e delle rate deicontributi accademici per i quali sia scaduto il termine (entro e non oltreil 30 novembre 2011).Ai fini dell’immatricolazione o dell’iscrizione ai Corsi di laureamagistrale si richiede che gli studenti abbiano terminato lo svolgimentodi tutte le attività formative richieste per il conseguimento del prescritto 94
    • la disciplina regolamentare dei corsi di laureatitolo di studio triennale ed abbiano conseguito i relativi C.F.U., fattaeccezione per la prova finale. L’immatricolazione o l’iscrizione sonotuttavia sottoposti alla condizione che lo studente sostenga l’esamedi laurea e consegua il prescritto titolo di studio entro e non oltre iltermine del 09 marzo 2012. Qualora tale condizione non si verifichi, ilprovvedimento di immatricolazione o di iscrizione perde efficacia extunc. In tal caso, lo studente ha diritto alla restituzione dei contributiaccademici versati (salva eventuale compensazione con quellieventualmente dovuti per l’iscrizione fuori corso al Corso di laureatriennale). Non si fa luogo a restituzione della tassa di iscrizione, checoprono le spese generali sostenute dall’Ateneo.Tenuto conto della predetta regolamentazione, al momentodell’immatricolazione gli studenti provenienti da altre Università sonotenuti a produrre un certificato rilasciato dall’Università diprovenienza attestante il corso degli studi svolti ed ilconseguimento di tutti i C.F.U. richiesti per tutte le attivitàformative previste dal curriculum degli studi, ad esclusione dellaprova finale. Tale certificato dovrà essere integrato con laproduzione di copia autentica del diploma di laurea, conseguitoentro il termine del 09 marzo 2012, ovvero – nel caso in cui esso nonsia ancora disponibile ed in attesa della sua produzione – di certificatorilasciato dall’Università di provenienza, che attesti l’avvenutoconseguimento del titolo di studio entro il predetto termine.Si evidenzia che la tardività dell’immatricolazione o della iscrizionepotrà avere effetti sulla ammissione agli esami di profitto. Infattilammissione agli esami di profitto è normalmente subordinata allafrequenza di almeno 2/3 delle lezioni. Per evitare questi effettisfavorevoli, nelle more del perfezionamento delle pratiche diimmatricolazione o di iscrizione gli studenti potranno chiedere di essereammessi anticipatamente alla frequenza.3. Iscrizione ad anni successivi al primoIl termine ordinario per l’iscrizione ad anni successivi al primo è il 30settembre 2011.Gli studenti che intendano iscriversi ad anni successivi al primo devonoeffettuare il versamento della tassa d’iscrizione (nelle forme e misurespecificate nella Guida Tasse e Contributi per l’a.a. 2011/2012) che può 95
    • guida dello studenteessere eseguito tramite bonifico, specificando sempre nella causale: il nome e cognome dello studente il Codice Fiscale dello studente; il Corso di studio prescelto; l’anno di Corso al quale ci si iscrive (es. 2˚ anno dell’a.a. 2011- 2012)In alternativa, il versamento può essere effettuato in sede presso losportello di cassa dell’Ufficio Economato nei seguenti orari: dal lunedì algiovedì, dalle ore 11.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 16.00, evenerdì, dalle ore 10.30 alle ore 12.30.Il versamento della tassa regionale per il diritto allo studio potràessere eseguito mediante il sistema bancario prescelto dallUniversitàEuropea di Roma.Potranno effettuarsi iscrizioni tardive entro e non oltre la data del 30Novembre 2011, a condizione del pagamento di una un’indennità dimora (vedi Appendice – Guida tasse e contributi), oltre alle tasse ed aicontributi accademici dovuti.Per formalizzare l’iscrizione, è necessario compilare e consegnare pressola Segreteria Generale, la domanda di iscrizione ad anni successivi alprimo (Mod. 34) (scaricabile dal sito internet www.unier.it) unitamentealle ricevute dei versamenti della tassa d’iscrizione e della tassa regionaleper il diritto allo studio.Per ottenere l’iscrizione ad un successivo anno del Corso di laureafrequentato, gli studenti già immatricolati devono aver ottenuto il numerodei C.F.U. previsti per i precedenti anni di corso indicati nei rispettiviregolamenti dei corsi di laurea, entro la sessione di esami di gennaio-febbraio dell’anno successivo.Qualora allatto delliscrizione lo studente non abbia ancora maturato icrediti previsti, potrà iscriversi con riserva allanno successivo. In caso dimancato conseguimento dei crediti necessari per liscrizione allannosuccessivo entro i termini prescritti, lo studente è re-iscritto allo stessoanno di corso già frequentato, con la possibilità di sostenere esami diprofitto di quellanno non ancora superati e senza obbligo di presenziarealle lezioni che fossero già state frequentate lanno accademicoprecedente. 96
    • la disciplina regolamentare dei corsi di laureaLa condizione del raggiungimento dei crediti previsti per i precedentianni di corso ai fini delliscrizione allanno successivo può esserederogata qualora lo studente dimostri di non aver potuto sostenere esamiper giustificati motivi e presenti un adeguato piano di recupero, valutatofavorevolmente dal Coordinatore del Corso di laurea.4. DerogheIl Rettore può concedere deroghe ai termini fissati per l’immatricolazionee l’iscrizione a condizione che le istanze relative siano adeguatamentemotivate e che le deroghe non comportino pregiudizioall’organizzazione didattica.5. Iscrizione fuori corsoRisulterà iscritto “fuori corso” lo studente che, essendo stato iscrittoall’Università per un numero di anni accademici pari a quello delladurata legale del corso di studi, non abbia acquisito, al termine di taleperiodo, i CFU necessari al conseguimento del titolo di studio. Ciascunostudente iscritto all’ultimo anno di corso, che ritenga di poter terminare ilcorso di laurea nell’anno accademico al quale è iscritto, dovrà presentarepresso la Segreteria Generale, entro il termine del 30 settembre, unapposito modulo nel quale dichiara l’intento di terminare il corsodiscutendo l’elaborato finale entro la sessione di laurea invernaledell’anno successivo. In caso di mancata presentazione di taledichiarazione, lo studente è tenuto ad iscriversi come “studente fuoricorso” e deve provvedere al pagamento dei contributi accademiciprevisti in via ordinaria.Lo studente che, avendo presentato la dichiarazione sopra specificata,consegua effettivamente il titolo di studio entro la sessione di laureainvernale, è esonerato dal pagamento di qualsiasi contributoaccademico.Qualora entro il predetto termine abbia sostenuto tutti gli esami diprofitto previsti dal proprio piano di studi ed abbia completato le attivitàcurriculari accessorie (attività informatiche e linguistiche, attività diresponsabilità sociale, stages e tirocini professionali, etc…), ma nonabbia discusso l’elaborato finale per il conseguimento del titolo di studio,sarà tenuto al pagamento della sola tassa di iscrizione per il seguenteanno e della tassa regionale per il diritto allo studio.Lo studente che invece entro la predetta sessione non abbia acquisitotutti i CFU relativi agli insegnamenti ed alle altre attività formative 97
    • guida dello studentepreviste dal proprio piano di studi, sarà tenuto al pagamento per ilseguente anno:- della tassa di iscrizione, della tassa regionale per il diritto allo studio e di una rata dei contributi accademici, nel caso in cui debba conseguire da 1 a 30 CFU (30 compreso);- della tassa di iscrizione, della tassa regionale per il diritto allo studio e dei contributi relativi all’intero anno accademico, nel caso in cui debba conseguire più di 30 CFU.Gli studenti fuori corso non possono accedere al beneficio dellariduzione dei contributi accademici.6. Iscrizione a singole attività formativeEntro i termini previsti per limmatricolazione tutti coloro che sono inpossesso di un titolo di studio che consenta laccesso allUniversità,anche se iscritti ad altre Università italiane od europee, possono chiederedi essere ammessi a partecipare a singole attività comprese nelloffertaformativa dei vari Corsi di laurea. La domanda deve essere presentataalla Segreteria Generale. Lammissione è soggetta alle condizioni previstedalle apposite delibere dei Corsi di laurea ed al pagamento dei contributida essi stabiliti.Gli studenti di altre Università Italiane od Europee convenzionatepotranno essere ammessi alla frequenza delle attività di un intero annoaccademico di uno specifico Corso di laurea. Lo studente che si iscrive asingole attività formative dovrà pagare tasse e contributi in un’unicasoluzione e in proporzione ai crediti che intende acquisire, facendoriferimento all’importo totale delle tasse e contributi per la.a. 2011/2012che si riferisce a 60 crediti annuali.Gli studenti che intendano iscriversi a singole attività formative che sisvolgono nel secondo semestre potranno presentare apposita domanda(mod.36) entro e non oltre il 10 Febbraio 2012.Gli studenti dellUniversità Europea di Roma possono essere ammessi,senza oneri aggiuntivi, ad un numero massimo di tre attività compresenellofferta formativa di altri Corsi di laurea, nei limiti della compatibilitàcon gli obblighi di frequenza imposti dal Corso di laurea diappartenenza.Con delibera del Consiglio di Amministrazione lUniversità Europea di 98
    • la disciplina regolamentare dei corsi di laureaRoma può organizzare specifici corsi di alta formazione al di fuoridellofferta formativa contemplata dai Corsi di laurea. Le condizioni dipartecipazione saranno disciplinate dalle delibere istitutive dei suddetticorsi.Al termine dello svolgimento di ciascuna attività gli ammessi potrannosostenere gli esami di profitto. LUniversità certifica lavvenutapartecipazione allattività formativa e, se del caso, lavvenutosuperamento dellesame di profitto.Sono fatte salve le speciali disposizioni in tema di iscrizione a singoleattività formative contenute in specifiche convenzioni con altreUniversità italiane od estere nellambito di programmi di mobilitàinternazionale degli studenti.7. Obbligo di frequenza e studenti a tempo parzialeLa frequenza delle lezioni è obbligatoria, allo scopo di ottimizzare ilrapporto tra docenti e studenti e sviluppare una capacità di analisi criticadelle materie di studio, allinterno di una stessa comunità accademica.Salve specifiche deroghe fondate su giustificati motivi, lammissione agliesami è subordinata alla frequenza di almeno 2/3 delle lezioni.Il controllo delle frequenze è basato sul metodo dell’autocertificazione,allo scopo di valorizzare il senso di responsabilità e l’onorabilità delledichiarazioni degli studenti. Sono tuttavia eseguiti controlli periodici perverificare la veridicità delle attestazioni. E’ considerata grave infrazionedisciplinare la presentazione di false dichiarazioni.Poiché l’assenza ad 1/3 delle lezioni si presume giustificata, non ènecessario giustificare eventuali assenze occasionali mediante certificatimedici o altra analoga documentazione. Potranno invece detrarsi dalnumero complessivo delle lezioni da frequentare, ai fini della verifica deirequisiti di ammissione agli esami, i periodi di assenza prolungati dovutia causa di forza maggiore. In tal caso, gli studenti dovranno produrre idocumenti necessari a dimostrare l’impedimento.Gli studenti che non siano ammessi agli esami per mancanza delrequisito della frequenza accumulano un debito formativo che dovràessere colmato nel prosieguo degli studi mediante un percorsopersonalizzato da concordare con il docente della materia e da svolgerecon l’assistenza del proprio tutor. Il programma di recupero potràprevedere lo svolgimento di una prova propedeutica del profitto, conmodalità da concordare con il docente dell’insegnamento.Sono esonerati dall’obbligo di frequenza coloro che fruiscano dello 99
    • guida dello studentestatus di studenti a tempo parziale, ai sensi dell’art. 15 del RegolamentoDidattico di Ateneo. In base alle disposizioni dei Regolamenti dei Corsidei Corsi di laurea, questa qualifica può essere conferita, dietro appositacertificazione dei requisiti che la giustificano.Lo studente a tempo parziale può optare per un contratto formativo chepreveda per ciascun anno accademico l’acquisizione di minimo 20 emassimo 40 crediti. Tale opzione può essere effettuata una sola voltanell’anno accademico e non consente di ritornare allo status di studentea tempo pieno. In questo caso, lo studente che opta per una diversadurata legale del corso, dovrà pagare tasse e contributi in proporzione a40 crediti annuali, facendo riferimento all’importo totale delle tasse econtributi per la.a. 2011/2012 che si riferisce a 60 crediti annuali. 100
    • la disciplina regolamentare dei corsi di laurea II. ALTRE DISPOSIZIONI1. Trasferimenti ad altra universitàLo studente può presentare domanda per trasferirsi presso altra Universitào Istituto universitario su apposito modulo fornito dalla SegreteriaGenerale o scaricabile dal sito Internet dellAteneo al termine di ciascunanno accademico, nel periodo dal 1° luglio sino al 30 settembre. IlRettore, per gravi e documentati motivi, può concedere il trasferimentooltre tale data, ma non oltre il 31 dicembre di ciascun anno.Presupposto indispensabile per la concessione del trasferimento, oltrequello della tempestività della domanda, è quello di avere svolto pressolU.E.R. almeno una qualche attività accademica: infatti non può esseretrasferito in altra sede chi non abbia svolto presso lUniversità diprovenienza alcun atto accademico. Inoltre è presupposto indispensabileallaccoglimento della domanda di trasferimento che lo studente si troviin regolare posizione amministrativa e contabile. Lo studente che abbiachiesto trasferimento da una sede, non può ritornare alla stessa prima chesia trascorso un anno solare, tranne che per motivi gravi e documentati.Su richiesta dello studente lUniversità rilascerà certificazione con laspecificazione delle attività formative svolte, degli esami superati, dellevotazioni riportate e dei crediti acquisiti, ed invierà al Rettore dellaUniversità ove lo studente si trasferisce il foglio di congedo con la copiaconforme della sua carriera accademica. Il trasferimento comportalobbligo di versamento della tassa di congedo indicata nella tabellariportata in appendice, a fronte degli oneri relativi.2. Trasferimenti da altra universitàPossono essere immatricolati gli studenti provenienti da altre Università,in possesso di regolare certificato che attesti il corso degli studi svoltipresso lUniversità di provenienza.Allatto del pagamento della tassa di iscrizione alla U.E.R. (nelle forme emisura specificate nella Guida alle Tasse e Contributi per l’a.a. 2011-2012), il candidato che intenda trasferirsi dovrà dimostrare di averepresentato domanda di trasferimento allUniversità di provenienza. Primadi immatricolarsi presso la U.E.R. è infatti necessario aver avviato lapratica di trasferimento presso lUniversità cui si è già iscritti, nel rispettodelle disposizioni del testo unico delle leggi sullistruzione superiore.LUniversità di provenienza trasmetterà successivamente alla U.E.R. ilfoglio di congedo dello studente, il quale si assume la responsabilità per 101
    • guida dello studenteuna eventuale doppia iscrizione o per eventuali obblighi di pagamentonon assolti nei confronti dellUniversità di origine. Lo studente puòcomunque richiedere alla Segreteria Generale della U.E.R. lassistenzanecessaria nella pratica di trasferimento.Limmatricolazione è condizionata al superamento del test diammissione illustrato nel precedente paragrafo, per la verificadell’adeguatezza della preparazione personale.Per gli studenti provenienti da altri Corsi di laurea è necessarioprovvedere alla ricognizione dei crediti acquisiti, che possono esserericonosciuti per conseguire il numero minimo di C.F.U.complessivamente richiesti per ciascun ambito disciplinare, secondol’ordinamento didattico del Corso di studio prescelto.Lo studente che intende trasferirsi ad un corso di laurea specialistica omagistrale non a ciclo unico deve essere in possesso dei requisiti richiestiper l’accesso indicati nel Regolamento didattico del corso.3. Passaggio ad altro corso di studio della stessa universitàEntro i termini previsti per limmatricolazione è ammesso il passaggio daun Corso di studi ad un altro della stessa Università, senza oneriaggiuntivi. Per il passaggio ad altro Corso è necessario che lo studenteinoltri apposita domanda al Rettore, su modulo disponibile presso laSegreteria Generale entro il 31 dicembre, specificando la volontà di nonvolere più sostenere attività accademiche né esami di profitto nel corsodi provenienza. Quanto già versato andrà computato a scalare dalle tassedel corso a cui si accede; se per questo gli oneri previsti siano maggiorilo studente dovrà versare la differenza; se gli oneri fossero invece minorinon è previsto rimborso di quanto già versato, secondo quanto previstodalla vigente normativa.4. Rinuncia, decadenza, sospensione e interruzione degli studiLo studente può rinunciare al prosieguo degli studi presentando appositadichiarazione, disponibile in Segreteria o sul sito Internet, al Rettoredell’Università. La rinuncia agli studi è irrevocabile e comportal’estinzione della carriera universitaria percorsa. In tal caso, egli èesonerato da ogni obbligo connesso all’iscrizione e non può fruire deidiritti connessi alla frequenza.Si considera decaduto lo studente che non ottenga almeno 30 creditientro cinque anni solari successivi a quello dellimmatricolazione e, inogni caso, lo studente che non ottenga tutti i crediti previsti 102
    • la disciplina regolamentare dei corsi di laureadallordinamento didattico del corso di studio, ad eccezione di quelliriservati alla prova finale, entro gli ulteriori otto anni solari. Se lo studenterisulta contemporaneamente impiegato in attività lavorative, ladecadenza interviene entro i medesimi termini incrementati di due annisolari.Lo studente che intenda invece sospendere volontariamente gli studi perun certo periodo e riprenderli successivamente, lasciando aperta lapropria posizione accademica, dovrà darne espressa, tempestiva emotivata comunicazione alla Segreteria Generale. La domanda disospensione può essere presentata per giustificati motivi debitamentedocumentati, quali maternità, infermità prolungata e gravi problemipersonali e familiari tali da arrecare pregiudizio all’attività di studio.Inoltre, la sospensione è consentita per iscrizione a corsi di studio pressoAccademie Militari italiane, Università estere, Dottorato di Ricerca,Scuole di Specializzazione. L’anno di sospensione non è computato aifini della progressione della carriera né del calcolo dei termini didecadenza. La richiesta di sospensione non è revocabile nel corsodell’anno accademico. Lo studente che si avvale della sospensione non può sostenere esami diprofitto. Qualora intenda proseguire successivamente gli studi, lostudente che versi in stato di sospensione dovrà presentare presso laSegreteria Generale apposita domanda di ricognizione della carriera, concontestuale versamento, per ogni anno di interruzione, di un contributodi ricognizione, nella misura specificata nella Guida alle Tasse eContributi per l’a.a. 2011-2012.Lo studente invece che non presenti domanda di sospensione dellacarriera e non paghi le tasse per almeno un anno accademico e cheintenda ricongiungere la propria carriera dopo un periodo di inattività,deve presentare alla Segreteria Generale una richiesta di ripresa deglistudi.Durante il periodo di interruzione non è possibile effettuare alcun attorelativo alla carriera. Gli anni di interruzione sono calcolati ai fini dellaprogressione di carriera e del calcolo dei termini di decadenza.Lo studente che intenda riattivare la carriera universitaria dopol’interruzione degli studi è tenuto al pagamento di una tassa diricognizione nella misura specificata nella Guida alle Tasse e Contributiper l’a.a. 2011-2012. 103
    • guida dello studente5. Tasse, contributi e modalità di pagamentoPer qualsiasi informazione sul pagamento di tasse e contributi, consultarela “Guida alle Tasse e Contributi per l’a.a. 2011-2012” (vedi Appendice).6. Norme di disciplinaIl comportamento personale degli studenti, all’interno ed all’esterno dellestrutture dell’Università, dovrà riflettere i motivi ispiratori e gli idealidell’U.E.R.. E’ perciò obbligatorio tenere una condotta conforme ai valoridella morale cattolica, testimoniare i principi della rettitudine, dellaonestà e della sincerità, assumere una attitudine rispettosa nei confrontidell’Istituzione, delle autorità accademiche, del personale docente, deicolleghi e del personale dipendente. Sono altresì tenuti ad astenersi daldanneggiamento dei beni di proprietà dell’Ateneo o di terzi, che anchetemporaneamente vi si trovino, nonché da comportamenti lesividell’immagine e del decoro dell’Università.Le violazioni delle norme di disciplina dell’Università Europea di Romacomportano l’applicazione di sanzioni disciplinari a carico deitrasgressori come determinate nel Codice di Comportamento pubblicatosul sito internet. Nel caso di comportamenti dello studente che possanoconfigurare anche fattispecie di reato, l’Università Europea di Romaprovvede tempestivamente ad informare l’Autorità giudiziaria e adotta iconseguenti provvedimenti previsti dalla legge. 104
    • la disciplina regolamentare dei corsi di laurea III. LE ATTIVITÀ DIDATTICHE1. Periodo di svolgimento delle lezioniLattività didattica si articola in due semestri che comprendono 12settimane di lezione ciascuno e decorrono rispettivamente dal 3ottobre 2011 al 22 dicembre 2011 e dal 13 febbraio 2012 al 18maggio 2012.Lorario delle lezioni è predisposto in modo da razionalizzarelimpiego del tempo, da favorire la concentrazione dell’attivitàdidattica e da distribuire equamente il carico di lavoro.Le lezioni si svolgono ordinariamente nelle ore antimeridiane, perparticolari esigenze le lezioni possono essere differite alle orepomeridiane, salvo il rispetto di una pausa dalle ore 13.00 alle ore15.00. Tale pausa potrà essere utilizzata anche per lo svolgimento diattività integrative o per lo studio personale.Le lezioni hanno durata effettiva di 45 minuti al fine di massimizzarei livelli di attenzione e di apprendimento.Le eventuali deroghe al programma generale delle lezioni sonodeterminate da imprescindibili necessità, connesse a specifiche esigenzedegli studenti o del corpo docente.Nellambito della libertà di insegnamento loro riservata, i docentiintegrano la didattica frontale con attività di studio e di ricercacollaterali, aperte alla partecipazione di ricercatori, professionisti ecultori della materia. In particolare, mediante lattività di esercitazionesi tenderà ad approfondire i temi di insegnamento con lanalisi delle fontie dei documenti ad essi relativi; attraverso lorganizzazione di seminari sicurerà lo studio monografico di specifici argomenti, promuovendo ilconfronto e la discussione sulle questioni prospettate.2. Valutazione del profitto e modalità di svolgimento dellesameLa votazione degli esami è quantificata in trentesimi, con eventuale lode.Sono indette quattro sessioni di esame, così come indicato nelCalendario generale. 105
    • guida dello studenteI periodi di esame sono stabiliti in modo da evitare interferenzecon lo svolgimento delle lezioni.Possono essere indette sessioni straordinarie, con motivata delibera delComitato Ordinatore, per particolari categorie di studenti o per far frontea situazioni contingenti (ad es., per soddisfare specifiche esigenze distudenti che non abbiano potuto frequentare regolarmente i corsi percause di forza maggiore, o per consentire il raggiungimento del numerodi crediti necessario per ottenere liscrizione al successivo anno di corso).I regolamenti dei Corsi di studio stabiliscono le norme relative allapropedeuticità degli esami.L’ammissione è subordinata alla prenotazione all’esame che si intendesostenere almeno sette giorni prima della data prevista per l’esame stesso.Gli studenti potranno essere ammessi a sostenere lo stesso esame per seivolte al massimo. Il mancato superamento della prova entro questi limitiimpedirà di ottenere liscrizione ai successivi anni di corso pressolUniversità Europea di Roma.Gli esami di profitto potranno consistere in prove scritte od orali o inesercitazioni pratiche o prove di laboratorio, secondo le determinazioniadottate dal docente della materia. Le modalità dellesame sarannocomunicate dal docente allinizio di ciascun corso diinsegnamento.Tutte le attività svolte dallo studente sono riportate su apposito libretto,da ritirare presso lo sportello della Segreteria Generale e valido perlintero corso di studi. Il libretto non fa piena prova di quanto in essoriportato. In caso di discordanze relative alle attività svolte, ai votiricevuti ed ai giudizi acquisiti, fanno fede i verbali e le relazioni ufficialicustoditi presso la Segreteria Generale.In caso di smarrimento, potrà essere chiesto alla Segreteria Generale ilrilascio di un duplicato del libretto, previa esibizione di denuncia allecompetenti Autorità e pagamento presso lEconomato dellimportoindicato in Appendice per oneri e spese di istruttoria. In caso diparticolare usura del libretto sarà possibile la sua sostituzione previodeposito delloriginale in Segreteria Generale e pagamento dello stessoimporto presso lEconomato. 106
    • la disciplina regolamentare dei corsi di laurea3. Personalizzazione del curriculum e piani di studio individualiIl programma degli studi dei singoli Corsi di laurea è stato elaborato – inconformità con le disposizioni ministeriali, statutarie e regolamentari – inmodo da assicurare una rigorosa e coerente preparazione, secondoadeguati criteri didattici elaborati dai competenti Consigli dei Corsi dilaurea.Gli studenti possono richiedere di personalizzare il curriculum ufficialedegli studi per meglio adeguarlo ai propri interessi culturali, alle proprieaspirazioni professionali ed al complesso delle esperienze professionaligià acquisite e degli studi già svolti presso altri Corsi di studio della stessaUniversità o presso altre Università o Enti di Istruzione post-secondari.Le modalità per personalizzare il Curriculum degli studi sono riportatenei Regolamento Didattico di ogni singolo Corso di Laurea4. Attività a scelta degli studentiIn conformità con i regolamenti ministeriali vigenti, il programma deglistudi prevede lattribuzione di alcuni crediti per attività formative a sceltadello studente.Le attività scelte dovranno risultare coerenti con il progetto formativo delCorso di laurea.La scelta potrà riguardare sia materie di interesse personale dellostudente, sia insegnamenti di altre Università o di altri Corsi di laureadella stessa Università, sia insegnamenti monografici proposti dal Corsodi laurea a cui lo studente è iscritto. A tal fine, il Corso di laurea puòorganizzare specifici corsi di insegnamento opzionali in lingua diversadall’italiano e corsi di insegnamento integrativi, determinando i crediti adessi inerenti ed affidandone lo svolgimento a docenti, ricercatori o espertidella materia.Lo studente può richiedere, secondo modalità definite nel Regolamentodidattico del corso di studi, che una parte delle attività a sua scelta, chenon ecceda il 33% dei crediti complessivi ad esse riservate, sia utilizzataper lo svolgimento delle altre attività formative previste dall’art.10, quintocomma, lett. d) ed e), del d.m. 270/2004, in misura superiore a quellaprevista dall’ordinamento del Corso di laurea.5. Conoscenze linguistiche ed informatichePer ciascun Corso di laurea è obbligatoria la conoscenza di una linguadellUnione Europea, oltre allitaliano. Tale conoscenza dovrà essereverificata con riferimento ai livelli richiesti dal singolo Corso di studio. 107
    • guida dello studenteGli studenti hanno lopportunità di acquisire le conoscenze linguisticherichieste mediante la partecipazione a corsi mirati. LUniversità disponedi laboratori multimediali attrezzati con le più moderne tecnologie perlapprendimento linguistico, dove è possibile studiare anche in manieraautonoma, sotto il diretto controllo e la diretta assistenza di insegnantispecializzati.6. Altre attività formativeNel rispetto delle disposizioni dellart.10, quinto comma, lett. d) ed e),del d.m. 270/2004, il curriculum dei singoli Corsi di laurea comprende losvolgimento di altre attività formative (quali attività di responsabilitàsociale, stages, tirocini formativi e professionalizzanti, ulterioriconoscenze linguistiche), dirette a meglio qualificare la formazioneumana e professionale degli studenti ed a favorire lacquisizione diabilità utili per lavvio al lavoro. LUniversità predispone quindi ognianno un programma di attività formative, diverse dagli insegnamentiufficiali e dalle attività per lacquisizione di conoscenze linguistiche edinformatiche, per consentire agli studenti di integrare lo studio con similiesperienze.7. Prova finale per il conseguimento del titolo di studioPer conseguire la laurea gli studenti dopo il superamento di tutti gli esamie lacquisizione di tutti i crediti previsti dai Regolamenti didattici e daipiani di studi individuali, devono superare una prova finale consistentenella discussione di una tesi redatta sotto la guida di un relatore.Lelaborato dovrà essere svolto in modo originale. Esso dovrà dimostrarelacquisizione di un metodo di ricerca ed analisi critica e di unaadeguata capacità espressiva su un tema prescelto dallo studente, suindicazione del relatore in una materia ricompresa nel suo curriculum.La votazione è espressa in centodecimi con eventuale lode.Sono indette tre sedute di laurea nel corso dell’anno solare.La richiesta di assegnazione della tesi di laurea deve essere presentata inSegreteria Generale utilizzando l’apposito modulo, disponibile presso laSegreteria stessa o scaricabile dal sito Internet dell’Ateneo.L’argomento assegnato a seguito di un’intesa tra lo studente ed undocente, che svolgerà il ruolo di relatore.La prova finale per il conseguimento della laurea magistrale prevedeanche la presenza di un docente con funzioni di correlatore. 108
    • la disciplina regolamentare dei corsi di laureaNei Corsi di laurea triennale è possibile richiedere l’assegnazionedell’argomento della prova finale dal termine del secondo anno; nelCorso di laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza dal terminedel terzo anno. Nei Corsi di laurea magistrale, invece, l’assegnazionedell’argomento della prova finale può essere richiesta al termine delprimo semestre del primo anno.La prova finale è sostenuta alle condizioni e nelle forme stabilite dalRegolamento Didattico di Ateneo e dal Regolamento dei Corsi di Laurea. 109
    • PARTE VL’ORDINAMENTO DIDATTICO DEICORSI DI LAUREA
    • guida dello studente I. AMBITO DI GIURISPRUDENZA 11. Corso di laurea magistrale a ciclo unico in“Giurisprudenza” (LMG/01)1.1. Obiettivi e percorso formativo Il Corso di Laurea in Giurisprudenza dellUniversità Europea di Roma persegue lo specifico obiettivo di comprendere i principi ispiratori e gli istituti fondamentali dellordinamento giuridico vigente sulla base della tradizione romanistica e dellanalisi filosofica dei rapporti tra lindividuo e le formazioni sociali in cui esplica la sua personalità, alla luce dello sviluppo storico, sociale ed economico della società attuale nelle sue dimensioni e prospettive europee ed internazionali. Esso tende inoltre a sviluppare la capacità critica di interpretazione e di analisi del diritto al fine di applicarlo nella realtà concreta, con piena padronanza degli strumenti ermeneutici e procedurali e piena capacità di elaborare testi giuridici nelle loro varie possibili espressioni. Lattività formativa si fonda su una visione di vita e una cultura umanistica di ispirazione cristiana, considerando il diritto come strumento per il perseguimento del bene comune secondo ideali di giustizia e di solidarietà. A tal fine sarà dato particolare rilievo ad insegnamenti ed attività di formazione integrale per consentire lo sviluppo della personalità secondo valori cristiani umanamente condivisi. Il corso tenderà anche all’acquisizione di abilità linguistiche ed informatiche che consentano di svolgere le attività professionali con il pieno dominio delle più moderne tecnologie e che favoriscano rapporti e relazioni a livello sopranazionale. Lo svolgimento di stages e tirocini consentirà di tradurre le conoscenze teoriche in esperienze professionali e favorirà limmediato inserimento nel mondo del lavoro e delle attività produttive. Il metodo degli studi presuppone la formazione di una comunità di docenti e di studenti animata dalla ricerca della verità e del sapere e dalla tensione verso una serena esperienza di vita. Il percorso formativo del Corso di Laurea è stato elaborato secondo criteri che si ispirano a principi di ragionevole progressività, che––––––––1Il programma analitico degli studi del Corso di laurea dell’Ambito costituisce oggetto diun separato opuscolo, che sarà pubblicato all’inizio dell’anno accademico. 112
    • l’ordinamento didattico dei corsi di laurea tengono conto dellevolversi storico e logico (dal generale al particolare) proprio dello studio del diritto. I primi due anni vedono dunque impegnati gli studenti nellacquisizione dei principi-base della giurisprudenza, quali si sono delineati sia nel corso delle varie epoche passate sia nella riflessione teorico-filosofica degli studiosi del diritto sia nella definizione degli stessi fondamenti istituzionali di un ordinamento positivo, si tratti di diritto privato o pubblico. Ma già col secondo anno è previsto linizio dello studio approfondito di alcune singole materie specifiche (quali il diritto commerciale ed internazionale), destinato ad articolarsi sempre più negli anni immediatamente successivi, in cui peraltro compariranno quelle penalistiche. Al culmine di un percorso che, procedendo per cerchi concentrici, ha inteso dotare lo studente di buona cultura storico-teorica e quindi della conoscenza di tutte le branche del diritto sostanziale, ecco infine lo studio della materia processuale, che non trascura alcun aspetto, comprendendo non solo la procedura civile e penale, ma anche quella amministrativa.1.2. Modalità di accesso Gli studenti che intendono iscriversi al Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza devono essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di titolo conseguito allestero, riconosciuto idoneo in base alla normativa vigente. Gli studenti saranno sottoposti ad un test di accesso indirizzato a accertare e valutare il grado di cultura generale, la predisposizione alluso della logica, nonché la sensibilità per i problemi politici, sociali ed economici. La verifica della personale preparazione è sempre prevista secondo modalità definite nel Regolamento Didattico di corso di studio, il quale espressamente indica gli obblighi formativi aggiuntivi nel caso in cui la verifica non sia positiva1.3. Sbocchi professionaliI laureati potranno indirizzarsi allesercizio delle professioni legali, dellamagistratura e del notariato. Inoltre, potranno svolgere attivitàprofessionali, in riferimento a funzioni caratterizzate da elevataresponsabilità, nei vari campi di attività sociale, socio economica epolitica ovvero nelle istituzioni, nelle pubbliche amministrazioni, nelleimprese private, nei sindacati, nel settore del diritto dellinformatica, nelsettore del diritto comparato, internazionale e comunitario (giuristaeuropeo), oltre che nelle organizzazioni internazionali in cui le capacità 113
    • guida dello studentedi analisi, valutazione e decisione del giurista si rivelano feconde ancheal di fuori delle conoscenze contenutistiche settoriali.1.4. Curriculum degli studiGli studenti immatricolati nell’A.A. 2011/2012 seguiranno il seguenteprogramma di studi: CURRICULUM DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA (attivato nell’A.A. 2011-2012 ai sensi del D.M. 270/04) PRIMO ANNO (A.A. 2011-2012) Attività Ambito Insegnamenti S.S.D. CFU formative disciplinare Diritto pubblico romano IUS/18 6 Storico - giuridico Fondamenti romanistici del diritto europeo (Istituzioni di IUS/18 8 diritto romano)Di base Filosofico - Filosofia del diritto IUS/20 7 giuridico Privatistico Istituzioni di diritto privato IUS/01 12 Costituzionalistico Diritto costituzionale IUS/08 6 Economico e SECS-P/01Caratterizzanti Economia1 SECS-P/03 9 pubblicisticoAttività di sede Affini o integrative Filosofica teoretica M-FIL/01 6e altreI^ Lingua straniera 4Attività informatiche di base 2TOTALE CREDITI PRIMO ANNO 60––––––––1Il corso è diviso in due moduli: Modulo 1: Economia politica (SECS- P/01)(6 CFU);Modulo 2: Scienza delle finanze (SECS-P/03) (3 CFU) 114
    • l’ordinamento didattico dei corsi di laurea SECONDO ANNO (A.A. 2012-2013) Attività Ambito Insegnamenti S.S.D. CFU formative disciplinare Storia delle codificazioni IUS/19 8 moderne in Europa Storico-giuridico Storia del diritto medievale in IUS/19 6 Europa Diritto di famiglia e delle Privatistico IUS/01 6Di base successioni Istituzioni di diritto pubblico IUS/09 e diritto costituzionale 8 IUS/08 Costituzionalistico progredito1 Diritto ecclesiastico e diritto IUS/11 6 canonico Internazionalistico Diritto internazionale IUS/13 9Caratterizzanti Commercialistico Diritto commerciale I IUS/04 6Attività di sede Affini o integrative Antropologia filosofica M-DEA/01 6e altreAttività di responsabilità sociale 3Attività informatiche specialistiche 2TOTALE CREITI SECONDO ANNO 60 TERZO ANNO (A.A. 2013-2014) Attività Ambito Insegnamenti S.S.D. CFU formative disciplinare Filosofico - Etica e bioetica IUS/20 8Di base giuridico Privatistico Diritto delle obbligazioni IUS/01 9 Penalistico Diritto penale IUS/17 15 Commercialistico Diritto commerciale II IUS/04 9Caratterizzanti Diritto del lavoro e della Laburistico IUS/07 12 previdenza socialeA scelta degli studenti 7TOTALE CREDITI TERZO ANNO 60––––––––1Il corso è diviso in due moduli: Modulo 1: Istituzioni di diritto pubblico (IUS/09) (2 CFU);Modulo 2: Diritto costituzionale progredito (IUS/08) (6 CFU) 115
    • guida dello studente QUARTO ANNO (A.A. 2014-2015) Attività Ambito disciplinare Insegnamenti S.S.D. CFU formative IUS/02 Comparatistico Diritto comparato1 9 IUS/21 Diritto dell’UnioneCaratterizzanti Comunitaristico IUS/14 9 Europea Amministrativistic Diritto amministrativo IUS/10 12 Processualcivilistico Diritto processuale civile IUS/15 14Attività di sede Radici cristiane della M-STO/02 Affini o integrative 6e altre civiltà europea M-STO/04II^ lingua straniera 5Stages e tirocini di orientamento professionale 5TOTALE CREDITI QUARTO ANNO 60 QUINTO ANNO (A.A. 2015-2016) Attività Ambito disciplinare Insegnamenti S.S.D. CFU formative Economico e Diritto tributario IUS/12 6 pubblicisticoCaratterizzanti Economico e Diritto amministrativo IUS/10 6 pubblicistico processuale Processualpenalistico Procedura penale IUS/16 14Attività di sede Affini o integrative La conoscenza e l’azione M-DEA/01 6e altre nel pensiero cristianoA scelta degli studenti 6Stages e tirocini di orientamento professionale 4Prova finale 18TOTALE CREDITI QUINTO ANNO 60––––––––1Il corso è diviso in due moduli: Modulo 1: Diritto privato comparato (JUS/02) (6 CFU);Modulo 2: Diritto pubblico comparato (JUS/21) (3 CFU) 116
    • l’ordinamento didattico dei corsi di laurea II. AMBITO DI ECONOMIA 11. Corso di laurea triennale in “Economia eGestione Aziendale” (L-18)1.1. Obiettivi e percorso formativoIl Corso di laurea in Economia e gestione aziendale ha lobiettivo diformare figure professionali da inserire nella funzione diamministrazione, finanza e controllo delle imprese o nella professione direvisore contabile. A questo fine il percorso formativo è strutturato inmodo da consentire allo studente di affrontare in modo analitico tutte leproblematiche dimpresa che comportano la risoluzione di un problemamanageriale. Infatti, il corso fornisce allo studente approfonditeconoscenze nellambito delle discipline economico-aziendali:contabilità, bilancio, tecnica professionale, revisione aziendale e dibilancio, organizzazione, programmazione e controllo di gestione, anchecon particolare riferimento ai metodi quantitativi e alla normativacommerciale. Il nucleo fondamentale degli studi è pertanto costituitodalle discipline aziendali (Economia Aziendale, Economia e Gestionedelle Imprese, Organizzazione Aziendale), affiancate da solide basi dicompetenze economiche (Economia Politica ed Economia Applicata),giuridiche (Diritto Privato, Diritto delleconomia, Diritto Commerciale) estatistico-matematiche (Matematica per l’economia, Statistica e StatisticaEconomica), con una particolare sensibilità per le tematiche, quanto maiattuali, delletica nellattività imprenditoriale, nella finanza enellesercizio della libera professione.Il Corso di laurea in Economia e Gestione Aziendale si articola in duedistinti curricula, il primo dei quali con indirizzo legato al managemented il secondo con indirizzo legato ai metodi quantitativi per l’impresa,organizzati in attività formative per un totale di 180 crediti.1.2. Modalità di accessoPer essere ammessi al corso di laurea è necessario il possesso di Diplomadi scuola media superiore di durata quinquennale o altro titolo di studioconseguito allestero riconosciuto idoneo, o di Diploma di scuola mediasuperiore di durata quadriennale e del relativo anno integrativo.––––––––1 Il programma analitico degli studi dei Corsi di laurea dell’Ambito costituisce oggetto di unseparato opuscolo, che sarà pubblicato all’inizio dell’anno accademico. 117
    • guida dello studenteNel regolamento del Corso di Laurea sono indicate le modalità di verificadelle conoscenze richieste per laccesso. Ove la verifica non fossepositiva, saranno assegnati obblighi formativi aggiuntivi da assolvereentro il primo anno di corso.1.3. Sbocchi professionaliGli sbocchi professionali offerti al corso di laurea in Economia e gestioneaziendale riguardano sia la carriera manageriale nelle istituzioniaziendali sia la libera professione, previo superamento del relativo esamedi Stato. Il laureato potrà, quindi, operare in ogni area funzionaledellimpresa privata e pubblica (contabilità e bilancio, marketing evendite, pianificazione e controllo, analisi degli investimenti,organizzazione) in quanto in grado di analizzare tutte le dinamiche difunzionamento dellimpresa.1.4. Curriculum degli studiGli studenti immatricolati nell’A.A. 2011/2012 seguiranno il seguenteprogramma di studi: CURRICULUM DEL CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE (attivato nell’A.A. 2011/2012 ai sensi del D.M. 270/04) PRIMO ANNO (A.A. 2011-2012) Attività Ambito disciplinare Insegnamento SSD CFU formative Economico Economia politica SECS-P/01 10 Aziendale Economia aziendale SECS-P/07 12Di base Statistico - Matematico Statistica SECS-S/01 10 Giuridico Diritto privato IUS/01 8 Metodi matematici Statistico-Matematico SECS-S/06 8Caratterizzanti dell’economia Giuridico Diritto dell’economia IUS/05 6Attività affini Affini o integrative Filosofia Teoretica M-FIL/01 6TOTALE CREDITI PRIMO ANNO 60 118
    • l’ordinamento didattico dei corsi di laurea SECONDO ANNO (A.A. 2012-2013) Attività Ambito Insegnamento SSD CFU formative disciplinare Metodologie e determinazioni SECS-P/07 12Caratterizzanti Aziendale quantitative dazienda Economia e gestione delle SECS-P/08 8 impreseAttività affini Affini o integrative Antropologia filosofica M-DEA/01 6Lingua straniera 6Attività di responsabilità sociale 3TOTALE CREDITI ATTIVITA’ COMUNI SECONDO ANNO 35 I Curriculum – Management Politica economica SECS-P/02 6 Economico Economia industriale SECS-P/06 6Caratterizzanti Statistico- Statistica economica SECS-S/03 10 MatematicoAbilità informatiche 3 II Curriculum – Metodi quantitativi per l’impresa Economico Economia industriale SECS-P/06 8Caratterizzanti Statistico- Statistica economica SECS-S/03 11 Matematico Affini oAttività affini Informatica INF/01 6 integrativeTOTALE CREDITI SECONDO ANNO 60 119
    • guida dello studente TERZO ANNO (A.A. 2013-2014) AmbitoAttività formative Insegnamento SSD CFU disciplinareDi base Economico Storia economica e sociale SECS-P/12 10Caratterizzanti Giuridico Diritto commerciale IUS/04 6A scelta dello studente 12Tirocini formativi e di orientamento 3Prova finale 3TOTALE CREDITI ATTIVITA’ COMUNI TERZO ANNO 34 I Curriculum – Management Strategie d’impresa SECS-P/08 6 AziendaleCaratterizzanti Finanza aziendale SECS-P/09 8 Economico Scienza delle finanze SECS-P/03 6 Affini oAttività affini Organizzazione aziendale SECS-P/10 6 integrative II Curriculum – Metodi quantitativi per l’impresa Economia e gestione SECS-P/08 6Caratterizzanti Aziendale dellinnovazione Finanza aziendale SECS-P/09 6 Affini o Teoria dei giochi MAT/02 6Attività affini integrative Statistica sociale SECS-S/05 8TOTALE CREDITI TERZO ANNO 60 120
    • l’ordinamento didattico dei corsi di laurea2. Corso di laurea magistrale in “Economia,Management e Finanza” (LM-56)2.1. Obiettivi e percorso formativoIl corso di laurea magistrale in Economia, Management e Finanzaintende fornire allo studente una preparazione approfondita per lanalisidei problemi economici, manageriali e finanziari, con particolareattenzione agli strumenti della teoria economica e con adeguataattenzione ai metodi quantitativi e alle discipline aziendali e finanziare.Proponendo, inoltre, una sollecitazione allapprofondimento dei temiattinenti i comportamenti etici in campo economico, aziendale efinanziario, il percorso formativo fornisce le competenze necessarie edintegrative negli ambiti economico, aziendale, matematico-statistico egiuridico, con unattenzione anche agli aspetti di natura finanziaria.In particolare, attraverso unapprofondita conoscenza, sotto il profiloeconomico, aziendale e statistico-matematico dei settori rilevanti perlattività economica, manageriale e finanziaria (mercati internazionali,regolamentazione, concorrenza, società, settore finanziario, produzione,marketing, finanza, amministrazione e controllo), delle tecniche contabilie gestionali, della revisione aziendale, della contabilità generale eanalitica nonché della finanza aziendale, il laureato magistrale inEconomia, Management e Finanza sarà in grado di analizzare da unpunto di vista manageriale e con competenze di carattere quantitativo,problemi relativi allazienda e tipici della professione, in particolarequella del dottore commercialista e del consulente tributario.Il Corso di laurea Magistrale in Economia, management e finanza èarticolato in due curricula. Il primo è denominato economico-professionale, il secondo è legato al management e alla finanza.2.2. Modalità di accessoPer accedere al Corso di laurea magistrale in Economia, Management eFinanza è richiesto il possesso della laurea o del diploma universitario didurata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito allesteroriconosciuto idoneo, e dei requisiti curriculari previsti nel Regolamentodi corso di studio. La verifica della personale preparazione è sempreprevista secondo modalità definite nel Regolamento Didattico di corso distudio. 121
    • guida dello studente2.3. Sbocchi professionaliIl laureato magistrale in Economia, Management e Finanza potrà svolgerela sua attività professionale come economista esperto nella gestione econtrollo di imprese private e pubbliche e in problemi finanziari; comefunzionario e dirigente di organizzazioni internazionali; nellambito disocietà di consulenza, di servizi e di ricerca; in uffici studi pressoorganismi territoriali, enti di ricerca nazionali ed internazionali,pubbliche amministrazioni.2.4. Curriculum degli studiGli studenti immatricolati nell’A.A. 2011/2012 seguiranno il seguenteprogramma di studi: CURRICULUM DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA, MANAGEMENT E FINANZA (LM-56) PRIMO ANNO (A.A. 2011-2012) Attività Ambito Insegnamento SSD CFU formative disciplinare Crisi e risanamento d’impresa SECS-P/07 10Caratterizzanti Aziendale Internazionalizzazione delle imprese e SECS-P/08 10 cambiamento organizzativo Impresa e territorio M-GGR/02 6 Affini oAttività affini Pensiero e istituzioni nella Civiltà integrative M-FIL/03 6 cristianaLingua straniera 2TOTALE CREDITI ATTIVITA’ COMUNI PRIMO ANNO 34 I Curriculum – Economico-professionale Economico Economia pubblica SECS-P/03 8 Giuridico Diritto pubblico dell’economia IUS/05 8Caratterizzanti Statistico- Statistica economica (corso progredito) SECS-S/03 10 Matematico II Curriculum – Management e finanza Aziendale Economia del mercato mobiliare SECS-P/11 8Caratterizzanti Giuridico Diritto dell’impresa e dell’economia IUS/05 8 Statistico- Statistica economica per la gestione SECS-S/03 10 Matematico delle impreseTOTALE CREDITI PRIMO ANNO 60 122
    • l’ordinamento didattico dei corsi di laurea CURRICULUM DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA, MANAGEMENT E FINANZA SECONDO ANNO (A.A. 2012-2013) Attività Ambito Insegnamento SSD CFU formative disciplinare Storia dell’impresa e del pensieroCaratterizzanti Economico SECS-P/12 10 cristianoA scelta dello studente 8Tirocini formativi e di orientamento 3Prova finale 14TOTALE CREDITI ATTIVITA’ COMUNI SECONDO ANNO 35 I Curriculum – Economico-professionale Metodi quantitativi per l’economia e SECS-P/05 7 la finanzaCaratterizzanti Economico Economia dell’impresa (corso SECS-P/06 10 progredito) Affini oAttività affini Diritto tributario IUS/12 8 integrative II Curriculum – Management e finanza Metodi quantitativi per l’economia e SECS-P/05 9 la finanzaCaratterizzanti Economico Economia dell’impresa (corso SECS-P/06 6 progredito) Affini oAttività affini Finanza aziendale (corso progredito) SECS-P/09 10 integrativeTOTALE CREDITI SECONDO ANNO 60 123
    • guida dello studente I I I. A M B I T O D I P S I C O L O G I A 11. Corso di laurea triennale in “Scienze e TecnichePsicologiche” (L- 24)1.1 Obiettivi e percorso formativoIl Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche fornisce una solidaed aggiornata formazione di base nei diversi settori delle disciplinepsicologiche, ivi comprese le metodologie che ne caratterizzano lostudio scientifico.Dal punto di vista culturale, la laurea dà adeguato fondamento allelauree Magistrali in ambito psicologico, e in particolare a quella offertadallAmbito; dal punto di vista professionale, offre due curricula,ciascuno dei quali prepara i laureati a svolgere attività in uno specificocampo lavorativo, sotto la supervisione di un laureato magistrale inPsicologia e interagendo proficuamente, quando richiesto, con le altrefigure professionali nel medesimo campo (quali economisti, sociologi,medici, pedagogisti, ecc. a seconda del campo professionale cui ilcurriculum prepara).Il curriculum in Psicologia clinica e di comunità mira a far acquisire leseguenti competenze: capacità di diagnosticare i processi ed i quadri psicopatologici più diffusi nellindividuo, nella coppia, nella famiglia e nei gruppi; capacità di svolgere azioni di consulenza, attività di prevenzione e di ricerca psicometrica, sulla base di elevata preparazione a livello progettuale e operativo nei diversi ambiti teorici della psicologia clinica e di comunità e con approfondita ed aggiornata conoscenza scientifico metodologica sui modelli teorici di riferimento e dintervento; capacità di utilizzare tecniche di intervista e colloquio appropriate allinterazione con bambini, adolescenti e adulti, a fini conoscitivi e di supporto al progresso individuale; capacità di utilizzare strumenti strutturati di valutazione dello sviluppo, normale e patologico, in ambito cognitivo, linguistico, emotivo e sociale;––––––––1 Il programma analitico degli studi dei Corsi di laurea dell’Ambito costituisce oggetto di unseparato opuscolo, che sarà pubblicato all’inizio dell’anno accademico. 124
    • l’ordinamento didattico dei corsi di laurea capacità di utilizzare strumenti strutturati di valutazione della personalità; capacità di valutare la qualità dellistruzione e dellapprendimento, individuando sia potenzialità positive che difficoltà o disturbi;Il curriculum in Psicologia del lavoro e delle organizzazioni preparaad attività in servizi pubblici e privati finalizzati ad un impiego ottimaledelle risorse umane nei contesti lavorativi ed organizzativi, tramitelanalisi dei processi psicologico-sociali che sottendono le prestazioni, lerelazioni interpersonali, gli scopi perseguiti.In particolare il curriculum mira a far acquisire: conoscenze approfondite sui metodi e le procedure della ricerca psicologico sociale nei contesti lavorativi e organizzativi; capacità di analisi dei contesti ambientali, organizzativi e sociali tramite tecniche qualitative e quantitative; conoscenze ed esperienze di base sulle principali tipologie di metodi e strumenti impiegati nella selezione, formazione e valutazione delle persone e dei gruppi in ambito lavorativo, nelle organizzazioni e nelle istituzioni; capacità di raccogliere, mediante tecniche qualitative e/o quantitative, dati relativi alla cultura ed al clima organizzativo, al comportamento organizzativo ed alle sue determinanti psicologiche (personalità, intelligenza, attitudini, motivazione); capacità di concorrere con altre figure professionali alla progettazione, realizzazione e valutazione di interventi, anche innovativi, nelle organizzazioni pubbliche e private, nelle istituzioni sociali e nella comunità.Lopzione curriculare si consolida solo nel secondo anno, nel qualeviene massimizzata sia la propedeuticità alla laurea Magistrale offerta, siala formazione professionalizzante.Il corso tenderà anche alla acquisizione di abilità linguistiche edinformatiche che consentano di svolgere le attività professionali, con ilpieno dominio delle più moderne tecnologie. Lo svolgimento di stage etirocini consentirà di tradurre le conoscenze teoriche in esperienzeprofessionali e favorirà l’immediato inserimento nel mondo del lavoro edelle attività produttive. 125
    • guida dello studente1.2. Modalità di accessoGli studenti che intendono iscriversi al Corso di Laurea in Scienze eTecniche Psicologiche devono essere in possesso di un diploma discuola secondaria superiore o di titolo conseguito allestero, riconosciutoidoneo in base alla normativa vigente.Per laccesso alla laurea è richiesto il superamento di un test di ingresso,che valuta il possesso di conoscenze generali, la comprensione di testi ela capacità di ragionamento logico, tutti requisiti indispensabili peraffrontare il percorso di studio previsto dalla laurea. Le modalità diverifica sono stabilite dal regolamento didattico del corso di laurea.La verifica della personale preparazione è sempre prevista secondomodalità definite nel Regolamento Didattico di corso di studio, il qualeespressamente prevede anche i criteri in base ai quali prescriverelassolvimento di obblighi formativi aggiuntivi, per il caso di esito nonpositivo del test di accesso.1.3. Sbocchi professionaliI laureati in Scienze e Tecniche Psicologiche potranno svolgere attivitàche richiedono conoscenze operative in ambito scientifico e psicologico-sociale, ossia attività che si caratterizzano per l’applicazione diconoscenze esistenti e consolidate, seguendo protocolli definiti epredeterminati.Per ciascun curriculum della laurea si prevedono sbocchi occupazionalie professionali diversificati. I laureati che avranno prescelto il curriculum Psicologia clinica e di comunità potranno essere impiegati in organizzazioni pubbliche e private per attività professionali, nelle istituzioni educative, nelle imprese e nelle organizzazioni del terzo settore. I laureati della classe, sotto la supervisione di un laureato magistrale in psicologia, potranno svolgere attività in ambiti quali i servizi diretti alla persona, ai gruppi, alle organizzazioni e alle comunità e per l’assistenza e la promozione della salute. Tali attività riguardano gli ambiti della valutazione psicometrica, psicosociali e dello sviluppo, nonché gli ambiti della gestione delle risorse umane nelle diverse età della vita. I laureati che avranno prescelto il curriculum Psicologia del lavoro e delle organizzazioni potranno svolgere attività in servizi pubblici e privati finalizzati alla piena valorizzazione delle risorse umane, ovvero delle capacità e potenzialità di individui e gruppi in ambito lavorativo e organizzativo, sotto la supervisione di un laureato 126
    • l’ordinamento didattico dei corsi di laurea magistrale in psicologia. Le aree di competenza della psicologia del lavoro riguardano, a titolo meramente esemplificativo, la selezione delle risorse umane la promozione della salute e della sicurezza sul lavoro con riferimento al benessere psico-sociale sul luogo di lavoro e nelle organizzazioni.1.4. Curriculum degli studiGli studenti immatricolati nell’A.A. 2011/2012 è previsto il seguentecurriculum, articolato in due indirizzi: CURRICULUM DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE (attivato nell’A.A. 2011/2012 ai sensi del D.M. 270/04) PRIMO ANNO (A.A. 2011 – 2012) Comune per entrambi i curricula Attività Ambito disciplinare Insegnamenti S.S.D. CFU formative Psicologia generale e storia della M-PSI/01 12 Fondamenti della psicologia psicologia Metodologia della ricerca M-PSI/01 8Di base psicologica Sociologia generale SPS/07 6 Formazione interdisciplinare Fondamenti di logica e M-FIL/02 6 laboratorio Psicologia generale Fondamenti di psicologia M-PSI/02 8 e fisiologica fisiologicaCaratterizzanti Psicologia Fondamenti di psicologia clinica M-PSI/08 8 dinamica e clinica e laboratorio Attività formativeAffini Teoresi ed etica: felicità e virtù M-FIL/03 6 affini o integrativeAltre attività Lingua inglese 6TOTALE CREDITI PRIMO ANNO 60 127
    • guida dello studente SECONDO ANNO (A.A. 2012 - 2013) Indirizzo in “Psicologia Clinica e di Comunità” Attività Ambito disciplinare Insegnamenti S.S.D. CFU formative FormazioneDi base Logica causale clinica I M-FIL/02 6 interdisciplinare Psicologia cognitiva e della M-PSI/01 9 Psicologia generale personalità e fisiologica Teoria e tecniche dei test e M-PSI/03 8 analisi dei datiCaratterizzanti Psicologia dello sviluppo e Psicologia dello sviluppo M-PSI/04 9 delleducazione Psicologia dinamica Fondamenti di investigazione M-PSI/08 11 e clinica dinamica e clinica Attività formativeAffini Antropologia ed etica M-FIL/03 6 affini o integrative A scelta dello studente, inerente al curriculum prescelto 6Altre attività Attività di responsabilità sociale 5TOTALE CREDITI SECONDO ANNO 60 SECONDO ANNO (A.A. 2012 - 2013) Indirizzo in “Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni” Attività Ambito disciplinare Insegnamenti S.S.D. CFU formative FormazioneDi base Logica causale clinica I M-FIL/02 6 interdisciplinare Psicologia cognitiva e della M-PSI/01 9 Psicologia generale personalità e fisiologica Teoria e tecniche dei test e M-PSI/03 8 analisi dei datiCaratterizzanti Psicologia dello sviluppo e Psicologia dello sviluppo M-PSI/04 9 dellEducazione Psicologia sociale e Psicologia del lavoro e delle M-PSI/06 11 del lavoro organizzazioni Attività formativeAffini Antropologia ed etica M-FIL/03 6 affini o integrative A scelta dello studente, inerente al curriculum prescelto 6Altre attività Attività di responsabilità sociale 5TOTALE CREDITI SECONDO ANNO 60 128
    • l’ordinamento didattico dei corsi di laurea TERZO ANNO (A.A. 2013– 2014) Indirizzo in “Psicologia Clinica e di Comunità” Attività Ambito disciplinare Insegnamenti S.S.D. CFU formative Formazione Metafisica e psicologia -Di base M-FIL/02 8 interdisciplinare logica causale clinica II Psicologia generale Psicofisiologia e laboratorio M-PSI/02 6 e fisiologica Psicologia clinica e Psicologia dinamicaCaratterizzanti laboratorio (con tecniche di M-PSI/08 10 e clinica analisi del comportamento) Psicologia sociale e Psicologia politica M-PSI/06 6 del lavoro Attività formative Psichiatria MED/25 6Affini affini o integrative Filosofia della vita e bioetica M-FIL/03 6 A scelta dello studente, inerente al curriculum prescelto 6Altre attività Tirocini formativi e di orientamento 7 Prova finale 5TOTALE CREDITI TERZO ANNO 60 TERZO ANNO (A.A. 2013– 2014) Indirizzo in “Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni” Attività Ambito disciplinare Insegnamenti S.S.D. C.F.U. formative Fondamenti della Processi cognitivi eDi base M-PSI/01 6 psicologia decisionali Processi e pratiche per la M-PSI/06 6 formazione Psicologia delle Psicologia sociale e organizzazioni e laboratorio del lavoro M-PSI/06 6Caratterizzanti (con intervista e colloquio nelle organizzazioni) Psicologia sociale M-PSI/05 6 Psicologia dinamica Psicologia clinica e dinamica M-PSI/08 12 e clinica di gruppo1 M-PSI/07 Attività formativeAffini Filosofia della vita e bioetica M-FIL/03 6 affini o integrative A scelta dello studente, inerente al curriculum prescelto 6Altre attività Tirocini formativi e di orientamento 7 Prova finale 5TOTALE CREDITI TERZO ANNO 60––––––––1Il corso è suddiviso in due moduli:Psicologia clinica (M-PSI/08) (6 CFU) e Dinamica di gruppo (M-PSI07) (6 CFU) 129
    • guida dello studente2. Corso di laurea magistrale in “Psicologia”(LM- 51)2.1. Obiettivi e percorso formativo Il percorso formativo del corso di laurea magistrale in Psicologia completa ed approfondisce la formazione acquisita nel corso di laurea in scienze e tecniche psicologiche attivato presso lUniversità Europea di Roma. Dal punto di vista professionale il corso offre due curricula formativi ciascuno dei quali prepara i futuri laureati a svolgere attività in uno specifico campo lavorativo. Il curriculum in Psicologia clinica e di comunità si pone lobiettivo di formare una figura professionale dotata di specifiche competenze, capace di assumersi la responsabilità di operare con metodi e strumenti di valutazione e di intervento sulla persona, sulle relazioni interpersonali e sui gruppi per la prevenzione, la diagnosi, il sostegno psicologico e la riabilitazione. In particolare si propone di fornire le seguenti competenze: Elevata preparazione a livello progettuale ed operativo nei diversi ambiti teorici della psicologia clinica e di comunità. Conoscenza scientifico-metodologica approfondita ed aggiornata dei modelli teorici di riferimento e di intervento. Capacità di progettare e di gestire autonomamente interventi e ricerche nei diversi ambiti della psicologia clinica e di comunità. Capacità di analizzare e di valutare dati rilevati con la somministrazione dei test. Capacità progettuale nella gestione e nella organizzazione di ambienti relazionali congruenti con le esigenze delle persone, dei gruppi e delle comunità. Capacità di valutare la qualità e lefficacia degli interventi. Capacità di operare e collaborare con altri settori disciplinari. Conoscenza dei principali strumenti telematici ed informatici negli specifici ambiti di competenza. 130
    • l’ordinamento didattico dei corsi di laurea Il curriculum in Psicologia del lavoro e delle organizzazioni si pone lobiettivo di formare una figura professionale dotata di specifiche competenze e capace di operare in piena responsabilità in diversi ambiti di pertinenza con gli strumenti metodologici e tecnici dellanalisi e dellintervento psicologico e sociale nelle organizzazioni. In particolare lobiettivo è quello di formare un professionista che oltre ad un livello adeguato di conoscenze nelle discipline psicologiche di base, dovrà possedere le seguenti competenze specifiche: Capacità di utilizzare i metodi, gli strumenti e le tecniche relative allo studio e allintervento, nei diversi contesti organizzativi riguardanti la selezione e la valutazione delle risorse umane, la consulenza organizzativa, lorientamento professionale, la sicurezza e limpiego di nuove tecnologie nelle organizzazioni. Capacità di progettare e gestire autonomamente interventi e ricerche nei diversi ambiti organizzativi e del lavoro. Capacità progettuale nella gestione e nella organizzazione di ambienti relazionali congruenti con le esigenze delle persone, dei gruppi, e delle comunità. Capacità di progettare interventi nel settore in piena autonomia professionale. Capacità di valutare la qualità e lefficacia degli interventi. Capacità di progettare e gestire i processi di innovazione nelle organizzazioni, con particolare riferimento ai processi di comunicazione e di interazione sociale mediati dalle nuove tecnologie. Capacità di operare e collaborare con altri settori disciplinari. Adeguate capacità di gestione e comunicazione dellinformazione, specialmente attraverso tecnologie informatiche e telematiche.2.2. Modalità di accesso Per poter affrontare con successo il corso di laurea magistrale in Psicologia lo studente dovrà dimostrare: la capacità di comprendere in maniera adeguata i contributi di ambito psicologico disponibili nella letteratura scientifica nazionale e internazionale; 131
    • guida dello studente la capacità di rielaborare le informazioni contenute nella letteratura scientifica, anche formulando ipotesi alternative; il possesso di conoscenze di base in psicologia, neuroscienze e scienze logico-filosofiche e la capacità di integrarle in una prospettiva interdisciplinare; il possesso di adeguate competenze metodologiche, sufficienti ad intraprendere attività di ricerca supervisionata. Potrà avere accesso lo studente che abbia conseguito la laurea nella Classe L-24 in Scienze e Tecniche Psicologiche o in altro corso di laurea; in tal caso è richiesto il possesso dei requisiti curriculari previsti nel Regolamento didattico di corso di Studio. La verifica della personale preparazione è sempre prevista secondo modalità definite nel Regolamento didattico del corso di studi.2.3. Sbocchi professionaliLobiettivo fondamentale del corso di laurea magistrale in Psicologia èformare una figura professionale dotata di specifiche competenze ecapace di operare in piena responsabilità in diversi ambiti di pertinenzacon gli strumenti metodologici e tecnici dellanalisi e dellinterventopsicologico sociale.I laureati nel Corso di laurea magistrale in Psicologia potranno svolgerela propria attività lavorativa come libero professionisti o con rapporto didipendenza nei diversi ambiti di intervento professionale cui fannoriferimento i due curricula.I laureati in Psicologia indirizzo di Psicologia clinica e di comunità,potranno esercitare funzione di elevata responsabilità nelleorganizzazioni e nei servizi diretti alla persona, ai gruppi ed allecomunità nei contesti istituzionali pubblici e privati (Servizio SanitarioNazionale, Ospedali e Cliniche, Servizi Territoriali, ComunitàTerapeutiche, Servizi per Tossicodipendenti, Servizi Educativi, socio-assistenziali, etc.).I laureati potranno far parte integrante delle equipe medico-psicologichedei servizi di salute mentale, delle case famiglia e delle equipe operantinegli ospedali, nelle scuole, nei servizi e nelle istituzioni sociali rivoltialla tutela dellinfanzia, alla tutela della salute mentale, alla tutela deigruppi e delle comunità. 132
    • l’ordinamento didattico dei corsi di laureaI laureati in Psicologia indirizzo di Psicologia del lavoro e delleorganizzazioni, potranno esercitare funzione di elevata responsabilitànelle organizzazioni e nella consulenza psicologica, nei servizi pubblicie privati nei settori dellorientamento scolastico, professionale elavorativo, nellindagine e lo sviluppo delle capacità e potenzialitàpersonali in ambito organizzativo e lavorativo. Inoltre costituisce areedintervento professionale la valutazione del clima e della culturaorganizzativa in imprese, aziende, enti pubblici, istituzioni ed apparatieducativi, sanitari e militari allo scopo di migliorare e promuovere ilbenessere personale e organizzativo; la valutazione, lorientamento e ilsostegno a individui e gruppi, finalizzati alle scelte professionali, allagestione dei conflitti, alla gestione dello stress e dei rischi psicosociali,alla tutela della sicurezza e alla promozione del benessere in ambitolavorativo.I laureati nel corso di laurea magistrale in Psicologia potranno accedere: allesercizio delle attività libero-professionali e di consulenza presso enti pubblici e privati (previo superamento dellapposito Esame di stato e iscrizione allalbo professionale); al dottorato di ricerca e ai master di secondo livello (secondo modalità previste dalla normativa per lammissione a tali corsi); alle apposite scuole di specializzazione post-laurea in psicoterapia (secondo quanto previsto dalla normativa vigente, legge 56/89); dedicarsi allattività di ricerca scientifica, di base e applicata, nellambito delle strutture pubbliche e private.Lesercizio della professione di psicoterapeuta, indicata tra gli sbocchiprofessionali, è subordinata alliscrizione ad uno specifico elencoprofessionale, al quale si accede solo dopo il conseguimento di un titolodi specializzazione rilasciato dalle apposite scuole di specializzazione.2.4. Curriculum degli studiGli studenti immatricolati nell’A.A. 2011/2012 seguiranno il seguenteprogramma di studi: 133
    • guida dello studente CURRICULUM DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN PSICOLOGIA (LM-51) PRIMO ANNO (2011-2012) Indirizzo in “Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni” Attività Ambiti Insegnamenti S.S.D. C.F.U. formative disciplinari Psicologia del lavoro applicata I (Assessment center e valutazione del M-PSI/06 6 potenziale, Selezione del personale) Psicologia sociale e del Psicologia del lavoro applicata II lavoro (Leadership nei gruppi e nelle organizzazioni, Orientamento M-PSI/06 10 professionale, Psicologia delCaratterizzanti marketing) Psicologia Psicometria, analisi dei dati e Teoria generale e M-PSI/03 12 e tecnica dei test clinici fisiologica Psicologia dello sviluppo e Sviluppo nellarco della vita M-PSI/04 6 dell’educazione Laboratorio di Organizzazione Attività aziendale con elementi di sociologia SECS-P/10 6Affini formative affini generale o integrative Pensiero e istituzioni nella Civiltà M-FIL/03 6 cristiana Altre conoscenze utili per linserimento nel mondo del lavoro 2 project managementAltre attività A scelta dello studente, inerente al curriculum prescelto (di cui n° 2 C.F.U. come attività di ricerca ai sensi dellart. 10 comma 5, lettara 12 B)TOTALE CREDITI PRIMO ANNO 60 134
    • l’ordinamento didattico dei corsi di laurea CURRICULUM DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN PSICOLOGIA (LM-51) PRIMO ANNO (2011-2012) Indirizzo in “Psicologia Clinica e di Comunità” Attività Ambiti Insegnamenti S.S.D. C.F.U. formative disciplinari Psicologia Tecniche di osservazione del generale e comportamento infantile e M-PSI/04 6 fisiologica Neuropsicologia comportamentale Psicodiagnostica generale e Laboratorio M-PSI/08 6 Psicologia Psicopatologia del comportamento dinamica e (dell’età evolutiva, delle clinica M-PSI/08 12Caratterizzanti tossicodipendenze, del comportamento sessuale, dei disturbi alimentari) Psicologia Processi e dinamiche di gruppo e di sociale e del M-PSI/05 6 comunità lavoro Psicologia Psicometria, analisi dei dati e Teoria e generale e M-PSI/03 12 tecnica dei test clinici fisiologica Attività formative Pensiero e istituzioni nella CiviltàAffini M-FIL/03 6 affini o cristiana integrative A scelta dello studente, inerente al curriculum prescelto (di cui n° 2Altre attività C.F.U. come attività di ricerca ai sensi dellart. 10 comma 5, lettara 12 B)TOTALE CREDITI PRIMO ANNO 60 135
    • guida dello studente SECONDO ANNO (2012-2013) Indirizzo in “Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni” Attività Ambiti Insegnamenti S.S.D. C.F.U. formative disciplinari Psicologia clinica applicata Psicologia (Psicologia del mobbing - dinamica e M-PSI/08 16 psicologia giuridica e criminologia clinica - psicologia della salute) Processi e dinamiche di gruppo M-PSI/05 6Caratterizzanti Psicologia del lavoro applicata III e Psicologia Laboratorio di psicologia del sociale e del lavoro (Sviluppo organizzativo, lavoro M-PSI/06 12 progettazione formativa, processo di consulenza, organizzazioni no- profit) Attività La conoscenza e l’azione nelAffini formative affini M-FIL/03 6 pensiero cristiano o integrative Tirocini formativi e di orientamento - Attività di formazione professionale presso ospedali, cliniche e servizi territoriali, di dayAltre attività hospital e ambulatoriali di enti ed amministrazioni pubbliche o 6 private accreditate, sulla base di apposite convenzioni, o altre attività approvate dal Consiglio del Corso di laurea Redazione di una tesi elaborata in modo originale, sotto la guidaProva finale di un relatore, in una materia attinente all’indirizzo di studio 14 prescelto.TOTALE CREDITI SECONDO ANNO 60 136
    • l’ordinamento didattico dei corsi di laurea SECONDO ANNO (2012-2013) Indirizzo in “Psicologia Clinica e di Comunità” Attività Ambiti Insegnamenti S.S.D. C.F.U. formative disciplinari Psicoterapia (Psicodinamica M-PSI/07 6 cognitiva e comportamentale) Psicologia Psicologia clinica applicata dinamica e clinica (Psicologia della salute e M-PSI/08 14 psicosomatica - PsicologiaCaratterizzanti giuridica e criminologia) Psicologia del lavoro applicata I Psicologia (Assessment center e valutazione sociale e del M-PSI/06 6 del potenziale, Selezione del lavoro personale) Attività Clinica psichiatrica MED/25 6Affini formative affini La conoscenza e l’azione nel M-FIL/03 6 o integrative pensiero cristiano Tirocini formativi e di orientamento - Attività di formazione professionale presso ospedali, cliniche e servizi territoriali, di day hospital e ambulatoriali di enti ed amministrazioni pubbliche o 6Altre attività private accreditate, sulla base di apposite convenzioni, o altre attività approvate dal Consiglio del Corso di laurea Altre conoscenze utili per linserimento nel mondo del lavoro 2 project management Redazione di una tesi elaborata in modo originale, sotto la guidaProva finale di un relatore, in una materia attinente all’ indirizzo di studio 14 presceltoTOTALE CREDITI SECONDO ANNO 60 137
    • guida dello studente IV. AMBITO DI STORIA 11. Corso di laurea triennale in “Storia e Filosofia”(L- 42)1.1. Obiettivi e percorso formativoIl Corso di laurea in "Storia e Filosofia" si propone di fornire allo studentein primo luogo una formazione di base finalizzata allindagine nellescienze storiche e filosofiche, mediante lapprendimento delle principalimetodologie di ricerca e delle nozioni fondamentali delle discipline edelle tecniche ausiliarie. Si tratta di una premessa metodologicafondamentale per acquisire nellarco del triennio una solidapreparazione sulle linee generali della storia umana nel suo complesso,con precipuo approfondimento della storia dellEuropa e del mondomediterraneo, dallantichità alletà contemporanea. Questo obiettivo saràrealizzabile mediante la contemporanea acquisizione delle metodologiee dei linguaggi che sono alla base dellindagine storico-filosofica.In particolare sarà necessario acquisire: una adeguata familiarità con lediverse tipologie di fonti storiche, di linguaggi e di stili storiografici; laconoscenza delle principali correnti storiografiche e dei grandi dibattitisui fondamentali eventi della storia e del pensiero occidentale; unaddestramento alla acquisizione di un linguaggio scientifico chiaro erigoroso nelle discipline storiche e filosofiche, che soddisfi le esigenzedellesposizione scientifica e quelle della didattica e della divulgazione;lacquisizione delle competenze necessarie per svolgere attività diconsulenza nellambito delle comunicazioni e per valorizzare lememorie storiche, attraverso le nuove tecnologie di gestione dei dati e dipresentazione multimediale.Per quanto riguarda il percorso formativo il corso di laurea prevede traprimo e terzo anno linsegnamento comune a tutti gli studenti dellediscipline di base per lo studio della civiltà europea. In particolare, siaffronterà lo studio della storia antica (con precipua attenzione al mondogreco e romano), medievale, moderna e contemporanea, con unapprofondimento nella storia dellEuropa orientale.––––––––1 Il programma analitico degli studi dei Corsi di laurea dell’Ambito costituisce oggetto di unseparato opuscolo, che sarà pubblicato all’inizio dell’anno accademico. 138
    • l’ordinamento didattico dei corsi di laureaAl tronco storico si associa lo studio del pensiero filosofico, e di altrediscipline che illustrino la complessità del panorama culturale europeo.Già a partire dal primo anno, il corso consente allo studente di integrarela sua formazione di base con le competenze legate a due diversiindirizzi di studio.Il primo indirizzo è quello a carattere precipuamente storico. Con questoindirizzo si intende fornire un quadro di riferimento concettuale inrelazione alla storia dellEuropa e del Mediterraneo, anche nelle suefondamentali relazioni con le scienze umane in genere.Il secondo indirizzo è quello a carattere filosofico-religioso. Esso offreagli studenti i principali strumenti per comprendere le linee evolutive delpensiero filosofico, della cultura e del pensiero religioso dallAntichitàallEtà contemporanea.I percorsi formativi presentano discipline formative di base ecaratterizzanti in comune per ogni anno e materie curriculari diapprofondimento. Entrambi gli indirizzi comprendono attività formativefinalizzate allacquisizione di conoscenze di base nei vari campi dellescienze storiche e filosofiche con riguardo ai processi di cambiamentodelle tradizioni, dei sistemi sociopolitici e dei sistemi economici,connettendo i vari insegnamenti specialistici in un sistema coerente diconoscenze teoriche.LUniversità organizza, in accordo con Enti pubblici e privati, i tirocini,gli stages ed i corsi di orientamento più opportuni per concorrere alconseguimento degli obiettivi prefissati.1.2. Modalità di accessoPer l’ammissione al corso di laurea è necessario essere in possesso di undiploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studioconseguito allestero, riconosciuto idoneo.Per laccesso alla laurea è richiesto il superamento di un test di ingresso,che valuta il possesso di conoscenze generali, la comprensione di testi ela capacità di ragionamento logico, tutti requisiti indispensabili peraffrontare il percorso di studio previsto dalla laurea. Le modalità diverifica sono stabilite dal regolamento didattico del corso di laurea.La verifica della personale preparazione è sempre prevista secondomodalità definite nel Regolamento Didattico di corso di studio, il qualeespressamente prevede anche i criteri in base ai quali prescrivere 139
    • guida dello studentelassolvimento di obblighi formativi aggiuntivi, per il caso di esito nonpositivo del test di accesso.1.3. Sbocchi professionaliI laureati del Corso di laurea in "Storia e Filosofia" saranno in grado disvolgere attività professionali nelle aree tradizionali della ricerca inscienze storiche e scienze umane; nel giornalismo e nelleditoria.Potranno svolgere compiti a vari livelli nella pubblica amministrazione ein enti pubblici e privati: ufficio personale, ufficio studi e ricerca, ufficiostampa e pubbliche relazioni, gestione del patrimonio culturale,promozione culturale, servizi sociali.In particolare, i laureati svolgeranno attività professionali presso entipubblici e privati o istituti di cultura di tipo specifico (fondazioni,biblioteche, archivi, musei, centri di documentazione) che operano neisettori dei servizi culturali, sociali e del recupero, tutela, gestione evalorizzazione di beni storici e delle tradizioni e identità locali (Comuni,Province, Regioni, uffici di relazioni pubbliche, organizzazioniinternazionali, ecc.), nonché nellambito delle carriere legate allaprofessionalità intellettuale (giornalismo, editoria, comunicazione,gestione dellinformazione e delle risorse umane, industria culturale epubblica amministrazione).I laureati saranno altresì in grado di accedere a corsi di laurea magistralefinalizzati allacquisizione di una formazione di livello avanzato perlesercizio di attività di elevata qualificazione, soprattutto nei settoridellinsegnamento nella scuola secondaria, pubblica e privata, dellaricerca storica, dellamministrazione e della comunicazione.1.4. Curriculum degli studiGli studenti immatricolati nell’A.A. 2011/2012 è previsto il seguentecurriculum, articolato in due indirizzi: 140
    • l’ordinamento didattico dei corsi di laurea CURRICULUM DEL CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN STORIA E FILOSOFIA (L – 42) (attivato nell’A.A. 2011/2012 ai sensi del D.M. 270/04) PRIMO ANNO (A.A. 2011-2012) Curriculum: Storico Attività Ambito disciplinare Insegnamento S.S.D. C.F.U. formative Discipline geografiche Geografia M-GRR/01 6 Metodologia e fonti Storia romana L-ANT-03 12 della ricerca storica Di base Discipline letterarie e Letteratura latina L-FIL-LET/04 6 storico-artistiche Letteratura italiana I L-FIL-LET/10 6 Metodologia e fonti Storia greca L-ANT/02 6 della ricerca storica Discipline filosofiche, Filosofia Teoretica M-FIL/01 12 pedagogiche,Caratterizzante psicologiche e storico- Filosofia della Storia M-FIL/03 6 religiose Attività formative affini Storia dellaAffini M-STO/07 6 o integrative CristianesimoTOTALE CREDITI PRIMO ANNO (Curriculum Storico) 60 CURRICULUM DEL CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN STORIA E FILOSOFIA (L – 42) (attivato nell’A.A. 2011/2012 ai sensi del D.M. 270/04) PRIMO ANNO (A.A. 2011-2012) Curriculum: Filosofico - Religioso Attività Ambito disciplinare Insegnamento S.S.D. C.F.U. formative Metodologia e fonti della Storia romana con L-ANT-03 12 ricerca storica elementi di filosofia anticaDi base Discipline letterarie e Letteratura latina L-FIL-LET/04 6 storico-artistiche Metafisica e filosofia della M-FIL/01 12 conoscenza Discipline filosofiche, Filosofia della religione e M-FIL/03 6Caratterizzanti pedagogiche, psicologiche teologia filosofica e storico-religiose Storia della Filosofia M-FIL/06 6 medievale Filosofia della natura M-FIL/06 6 Storia della Cristianesimo M-STO/07 6 Attività formative affini oAffini Introduzione alla filosofia integrative M-FIL/05 6 e logica TOTALE CREDITI PRIMO ANNO (Curriculum Filosofico - Religioso) 60 141
    • guida dello studente SECONDO ANNO (A.A. 2012-2013) Curriculum: Storico Attività Ambiti disciplinari Insegnamenti S.S.D. C.F.U. formative Discipline letterarie e Letteratura italiana II L-FIL-LET/10 6 storico-artisticheDi base Antropologia, diritto, Arte e tradizioni M-DEA/01 6 economia e sociologia popolari del Medioevo Storia antica e medievale Storia medievale M-STO/01 12 Storia moderna e Storia moderna M-STO-02 12 Contemporanea Discipline filosofiche,Caratterizzanti pedagogiche e Filosofia morale M-FIL/03 12 psicologiche Discipline politiche, Storia delle dottrine SPS/02 6 economiche e sociali politiche Attività formative affini o Storia della filosofiaAffini M-FIL/06 6 integrative modernaTOTALE CREDITI SECONDO ANNO (Curriculum Storico) 60 SECONDO ANNO (A.A. 2012-2013) Curriculum: Filosofico - Religioso Attività Ambiti disciplinari Insegnamenti S.S.D. C.F.U. formative Antropologia, diritto, Filosofia dell’uomo I SPS/07 6 economia e sociologiaDi base Discipline letterarie e Greco filosofico L-FIL-LET/02 6 storico-artistiche Storia antica e medievale Storia medievale M-STO/01 12 Storia moderna e Storia moderna M-STO-02 12 Contemporanea Discipline filosofiche,Caratterizzanti Etica generale e pedagogiche e M-FIL/03 12 sociale psicologiche Discipline politiche, Filosofia della politica SPS/02 6 economiche e sociali Attività formative affini o Storia della filosofiaAttività affini M-FIL/06 6 integrative modernaTOTALE CREDITI SECONDO ANNO (Curriculum Filosofico - Religioso) 60 142
    • l’ordinamento didattico dei corsi di laurea TERZO ANNO (A.A. 2013-2014) Curriculum: Storico Attività Ambiti disciplinari Insegnamenti S.S.D. C.F.U. formative Storia moderna e Storia contemporanea M-STO/04 12 contemporanea Discipline filosofiche, Storia della filosofiaCaratterizzanti M-FIL/06 6 pedagogiche e psicologiche contemporanea Storia moderna e Storia dell’Europa M-STO/03 6 Contemporanea orientale Storia del Cristianesimo Attività formative affini oAttività affini in età moderna e M-STO/07 6 integrative contemporanea Abilità informatiche e telematiche 3 Attività di responsabilità sociale 3Altre attività Stages e tirocini 4 A scelta dello studente 12 Lingua straniera 4 Prova finale 4TOTALE CREDITI TERZO ANNO (Curriculum Storico) 60 TERZO ANNO (A.A. 2013-2014) Curriculum: Filosofico - Religioso Attività Ambiti disciplinari Insegnamenti S.S.D. C.F.U. formative Geografia dellaDi base Discipline geografiche M-GGR/01 6 Cristianità Storia moderna e Storia contemporanea M-STO/04 12 contemporanea Discipline filosofiche, Storia della filosofia pedagogiche e M-FIL/06 6 contemporaneaCaratterizzanti psicologiche Discipline filosofiche, pedagogiche, Filosofia dell’uomo II e M-FIL/01 6 psicologiche e storico- pedagogia religiose Abilità informatiche e telematiche 3 Attività di responsabilità sociale 3 Stages e tirocini 4Altre Attività A scelta dello studente 12 Lingua straniera 4 Prova finale 4TOTALE CREDITI TERZO ANNO (Curriculum Filosofico - Religioso) 60 143
    • guida dello studente2. Corso di laurea magistrale in “Storia dellaCiviltà Cristiana” (LM-84)2.1. Obiettivi e percorso formativoIl corso di laurea magistrale in Storia della Civiltà Cristiana tende adapprofondire le vicende storiche alla luce dei principi e degliinsegnamenti cristiani, facendo particolare riferimento alla storiadellEuropa e verificando con metodo scientifico e con rigoredocumentale il contributo da essi offerto allo sviluppo della civiltà.Il corso di laurea magistrale in Storia della Civiltà Cristiana tende afornire ai laureati le metodologie e le tecniche necessarie: Per affrontare lo studio della storia della civiltà e per verificare i legami tra il suo sviluppo ed i valori culturali del messaggio cristiano. Per fornire avanzate conoscenze sullidentità storica e culturale del Cristianesimo. Per svolgere una approfondita analisi degli eventi e delle figure della storia del Cristianesimo che hanno maggiormente influenzato lo sviluppo delle vicende umane. Per acquisire autonome capacità di svolgere approfondite ricerche nel settore della storia del Cristianesimo e sulla sua incidenza sulla cultura dei popoli e sullo sviluppo delle lettere e delle arti. Per acquisire la capacità di analizzare i rapporti tra il Cristianesimo e le altre grandi religioni monoteiste, per acquisire conoscenze sulla spiritualità delle altre religioni in rapporto con la religione cristiana.2.2. Modalità di accessoPer accedere al Corso di laurea magistrale in Storia della Civiltà cristianaè richiesto il possesso della laurea o del diploma universitario di duratatriennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito allesteroriconosciuto idoneo, e dei requisiti curriculari previsti nel Regolamentodi corso di studio. La verifica della personale preparazione è sempreprevista secondo modalità definite nel Regolamento Didattico di corso distudio.2.3. Sbocchi professionaliI laureati del Corso di Laurea Magistrale in Storia della Civiltà Cristianapotranno accedere allinsegnamento, soprattutto nel campo delle materiestorico-religiose. Potranno svolgere attività di ricerca con alto grado di 144
    • l’ordinamento didattico dei corsi di laureaspecializzazione in centri di studio pubblici e privati sul fenomenoreligioso; potranno trovare impiego presso istituti e fondazioni culturali enelleditoria specifica ed in quella connessa alla diffusione dellainformazione e della cultura storica; potranno accedere al giornalismospecializzato nel settore; potranno svolgere attività come esperti dellerelazioni e delle comunicazioni interreligiose, specie nel contesto deldialogo ecumenico ed interculturale.2.4. Curriculum degli studiGli studenti immatricolati nell’A.A. 2011/2012 è previsto il seguenteprogramma di studi: CURRICULUM DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN STORIA DELLA CIVILTÀ CRISTIANA (LM – 84) PRIMO ANNO (A.A. 2011-2012) Attività Ambiti disciplinari Insegnamenti S.S.D. C.F.U. formative Storia della Civiltà M-STO/07 12 Cristiana Discipline storiche, Geografia della M-GGR/01 6 sociali e del territorio CristianitàCaratterizzanti Archeologia e storia L-ANT/08 6 dell’arte cristiana Fonti, metodologie, Archivistica (Corso tecniche e strumenti M-STO/08 12 progredito) della ricerca storica Storia dell’età tardoantica e L – FIL – LET/07 9 Attività formative affini dell’Oriente bizantinoAttivita’ affini o integrative La conoscenza e l’azione nel pensiero M – FIL/03 7 cristiano Abilità informatiche e telematiche (informatica applicata) 4Altre attività Tirocini formativi e di orientamento 2 Altre conoscenze utili per l’inserimento nel mondo del lavoro 2TOTALE CREDITI PRIMO ANNO 60 145
    • guida dello studente SECONDO ANNO (A.A. 2012-2013) Attività Ambiti disciplinari Insegnamenti S.S.D. C.F.U. formative Discipline storiche, Storia delle Istituzioni IUS/19 6 sociali e del territorio politiche Storia dei paesi Cultura e geopolitica L – OR/10 6 extraeuropei dell’Islam Discipline storiche, Storia delle relazioni SPS/06 6Caratterizzanti sociali e del territorio internazionali Storia dell’età della riforma e della M-STO/02 8 Storia generale ed controriforma europea Storia e politica della M-STO/04 6 integrazione europea A scelta dello studente 12Altre attività Tirocini formativi e di orientamento 2Prova finale 14TOTALE CREDITI SECONDO ANNO 60 146
    • PARTE VILA FORMAZIONE POST LAUREA
    • guida dello studenteL’Università Europea di Roma per mezzo del Centro Dipartimentale diFormazione Post laurea progetta, realizza ed organizza master di 1° e 2°livello corsi di alta formazione e corsi di specializzazione. I titolirilasciati sono riconosciuti nel mondo del lavoro sia in Italia sia inEuropa. I master di 1° e 2° livello attribuiscono 60 C.F.U. e presentanouna struttura didattica completa, con un minimo di 1.500 ore di attivitàformative e un percorso modulare che prevede lezioni frontali, seminari,stage e project work. Il diploma di “master” è un titolo che si ottieneattraverso la frequenza di un modello di formazione avanzata. I corsi chepermettono di conseguire un master durano almeno un annoaccademico e prevedono l’ottenimento di un minimo di 60 creditiformativi universitari (C.F.U.) pari circa a 1.500 ore di lezione. Il titolo siottiene solo con il raggiungimento dei crediti minimi previsti; in casocontrario l’Università rilascia solo un attestato di partecipazione. Inambito universitario si distingue inoltre tra master di I e di II livello: aimaster di 1° livello si accede con la laurea triennale o laurea conseguitasecondo il previgente ordinamento universitario , mentre con un titolo dilaurea specialistica o con un titolo di laurea conseguito prima dellariforma introdotta con il d.m. 509/99 si può accedere ai master di IIlivello.I master ed i corsi di alta specializzazione e alta formazione servono asviluppare e ampliare conoscenze precedentemente acquisite e atradurle in competenze professionali, ma possono anche servire perapprofondire e potenziare capacità professionali sviluppate nel corso diesperienze lavorative: vi possono dunque accedere anche coloro che,purché laureati, siano già inseriti in contesti di lavoro.I voucher formativi, o buoni formativi individuali, offrono la possibilità dirichiedere il finanziamento di interventi formativi personalizzati da partedei singoli individui. Chiunque sia interessato a frequentare un master apagamento, può richiedere il finanziamento alla Regione o Provincia diresidenza o domicilio tramite appositi bandi. Maggiori informazioni sipossono trovare sui siti internet della Regione, Provincia o Comune diriferimento, Servizio Formazione Professionale, Centro per l’Impiego,Servizio Territoriale, Urp, Informa giovani.Anche il mondo bancario offre opportunità interessanti di ottenere prestitia tasso agevolato.Per le spese legate alla frequenza di un master universitario è prevista ladetrazione IRPEF del 19% della quota di iscrizione. 148
    • la formazione post laurea1. Offerta formativa Post-Laurea 2011/2012L’offerta formativa post laurea dell’Università Europea di Roma perl’anno accademico 2011/2012 è costituita dalle seguenti iniziative,suddivise per aree tematiche:Area Architettonica: Master di 2˚ liv. in Architettura, Arti Sacre e Liturgia (1500 h – 60 CFU). Coordinatore prof. Don Salvatore Vitiello – Vice Coordinatore prof. Angelo Molfetta; Assistente Organizzativo arch. Aldo Cianfarani.Area Giuridico - Economica: Master di 2˚ liv. in Diritto ed economia nella gestione dei rapporti di lavoro e delle risorse umane (1500 h – 60 CFU). Coordinatore prof. Pasquale Sandulli – Vice Coordinatore prof. Felice Testa; Assistenti Organizzativi: Avv. Francesca Spirito, dott.ssa Olga Lilla, dott. Davide Trepiccione. Master di 2˚ liv. in Diritto e gestione della proprietà immobiliare pubblica e privata (1500 h – 60 CFU). Coordinatore prof. avv.Aldo Loiodice – Vice Coordinatore avv. Luigi Principato. Master di 1˚ liv. in Tecniche avanzate dell’investigazione criminale (1500 h – 60 CFU). Coordinatori: prof. Gaetano Pascale, prof. Massimiliano Bracalè. Master di 2˚ liv. in Istituzioni e governo del mercato del lavoro in Europa (1500 h – 60 CFU). Coordinatore prof. Matilde Bini. Assistente Organizzativo: dott.ssa Concetta Ferruzzi. Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali. Assistente Organizzativo: dott.ssa Elena Maggio.Area Psicologica, socio-scolastica e pedagogica: Master di 2˚ liv. in Neuropsicologia clinica (1500 h – 60 CFU). Coordinatore prof. Antonino Tamburello. Assistente Organizzativo: dott.ssa Marilena D’Annuntiis. Master di 1˚ liv. in Principi pedagogici, metodi didattici e forme organizzative per il sostegno educativo in soggetti con disabilità (1500 h – 60 CFU). Coordinatore prof. Umberto Giorgianni. Assistente Organizzativo: prof. Carmelo Iacopino. Master di 1˚ liv. in Le metodologie didattiche innovative a supporto dell’apprendimento scolastico (1500 h – 60 CFU). 149
    • guida dello studente Coordinatore prof. Antonio Loiacono. Assistente Organizzativo: prof. Domenico Barone. Corso di perfezionamento/aggiornamento in Le metodologie didattiche per educare all’interculturalità (1500 h – 60 CFU). Coordinatore prof. Armando Curatola. Assistente Organizzativo: prof. Domenico Barone. Corso di perfezionamento/aggiornamento in L’azione didattica per i soggetti con DSA (1500 h – 60 CFU). Coordinatore prof. Vito Giacalone. Assistente Organizzativo: prof. Carmelo Iacopino. Corso di perfezionamento/aggiornamento in La LIM e le metodologie didattiche multimediali (1500 h – 60 CFU). Coordinatore prof. Angelo Marra. Assistente Organizzativo: dott.ssa Pina Barranca. Corso di perfezionamento/aggiornamento in Principi e metodi di programmazione e valutazione scolastica (500 h – 20 CFU). Coordinatore prof.ssa Rossella Sonnino. Assistente Organizzativo: prof. ssa Domenica Laquaniti. Corso di perfezionamento/aggiornamento in La didattica attiva con le nuove tecnologie (500 h – 20 CFU). Coordinatore prof.ssa Annamaria Curatola . Assistente Organizzativo: ing. Antonio Barone.Per maggiori informazioni sull’offerta formativa post laurea consultare ilsito internet dell’Università www.unier.itCentro Dipartimentale di Formazione Post LaureaProf. Michele G. Gallina- Tel. 06 66543937- E-mail: prossi@unier.it2. Modalità di iscrizione ai Master ed ai Corsi di specializzazionee di formazione post laurea.La Segreteria Generale provvede all’immatricolazione degli studenti aiMaster ed ai Corsi di alta formazione, progettati , organizzati e gestiti dalCentro Dipartimentale di Formazione post-laurea.Per iscriversi occorre consegnare o far pervenire, tramite raccomandatacon ricevuta di ritorno alla Segreteria Generale – via degliAldobrandeschi n. 190 – 00163 Roma, entro i termini previsti dalRegolamento di ciascun Corso, la seguente documentazione: 150
    • la formazione post laureadomanda di iscrizione debitamente compilata;tre fotografie in formato tessera;due fotocopie di un documento di identità;fotocopia del codice fiscale;certificato di laurea con specificazione degli esami;curriculum vitae;ricevuta del pagamento della prima rata. 151
    • APPENDICE
    • guida dello studente G U I D A T A S S E E C O N T R I B U T I A N N O ACCADEM I C O 2011-2012PremessaLo studente che intenda iscriversi ad uno dei Corsi di Studio attivatipresso l’Università Europea di Roma (di seguito UER) è tenuto alperfezionamento della relativa domanda ed al versamento delle seguentitasse e contributi: Tassa di iscrizione Tassa Regionale per il Diritto allo Studio Contributi accademiciCon l’avvenuta iscrizione, lo studente dichiara di aver preso conoscenzae di accettare tacitamente le norme accademiche ed amministrativevigenti nell’Ateneo.Rispetto alle tasse ed ai contributi dell’anno precedente, per l’a.a.2011/2012 si è applicato un adeguamento pari all’1,5%.1. Immatricolazione/Iscrizione presso l’UERGli studenti che intendano immatricolarsi/iscriversi al primo anno di uncorso di studi (corsi di laurea triennali, corsi di laurea magistrali, e corsodi laurea magistrale a ciclo unico) presso l’UER, devono formalizzarel’iscrizione compilando e consegnando l’apposita domanda diimmatricolazione/Iscrizione al primo anno, presso la SegreteriaGenerale. Dovranno inoltre consegnare le ricevute dei versamenti dellatassa d’iscrizione e della tassa regionale per il diritto allo studio come daprospetto di seguito nelle TAVOLE N. 1 e N. 3.2. Iscrizione ad anni successivi al primo presso l’UERGli studenti già immatricolati ad uno dei Corsi di laurea triennale (exDM270/04) (ex DM 509/99), di laurea Magistrale (ex DM270/04), ed alCorso di laurea Magistrale a ciclo unico (ex DM 270/04) per formalizzarel’iscrizione ad anni successivi al primo, devono effettuare il pagamento 154
    • appendice - guida tasse e contributidella tassa di iscrizione e della tassa regionale per il diritto allostudio, nelle forme e nella misura indicate di seguito (V. TAVOLE N. 2 eN. 4). Inoltre, si dovrà compilare e consegnare presso la SegreteriaGenerale, un’apposita domanda di iscrizione ad anni successivi alprimo, unitamente alle ricevute dei versamenti della tassa d’iscrizione edella tassa regionale per il diritto allo studio.Per ottenere l’iscrizione ad un successivo anno del Corso di laureafrequentato, gli studenti già immatricolati devono aver ottenuto i CFUprevisti dal regolamento del proprio corso di laurea, per il precedenteanno di corso entro la sessione di esami di gennaio-febbraio dell’annosuccessivo.Qualora allatto delliscrizione lo studente non abbia ancora maturato iCFU previsti, potrà iscriversi con riserva allanno successivo. In caso dimancato conseguimento dei crediti necessari per liscrizione allannosuccessivo entro i termini prescritti, lo studente è re-iscritto allo stessoanno di corso già frequentato, con la possibilità di sostenere esami diprofitto di quellanno non ancora superati e senza obbligo di presenziarealle lezioni che fossero già state frequentate lanno accademicoprecedente.3. Termini di iscrizione, modalità di pagamento e indennità dimoraAi fini dell’iscrizione ai corsi di studio dell’Università Europea di Roma, ènecessario effettuare contestualmente il versamento della Tassad’iscrizione e della Tassa Regionale per il Diritto allo Studio (art 3,co. 20 della L. 28/12/1995 n. 549 e art. 27 della L.R. 20/05/1996 n. 16).Tale versamento può essere eseguito, sia tramite MAV ON-LINE(Pagamento Mediante Avviso), sia tramite bonifico bancario, sia presso losportello dell’Ufficio Economato. Il termine ordinario per eseguire iversamenti di cui sopra è il 30/09/2011. Entro tale data deve essereconsegnata presso la Segreteria Generale, la domanda di iscrizione alprimo anno ed ad anni successivi al primo, unitamente alle ricevute deiversamenti della tassa d’iscrizione e della tassa regionale per il diritto allostudio.Gli importi totali delle suddette tasse per l’a.a. 2011/2012, distinti perCorso di laurea, sono riportati nella seguenti Tabelle (Tav.1, 2, 3 e 4).E’ possibile effettuare il versamento dei contributi accademici inquattro rate, come indicato nelle seguennti tabelle (Tav.1, 2, 3 e 4). 155
    • guida dello studenteLa rateizzazione e la scadenza dei contributi è soltantoun’agevolazione concessa allo studente; pertanto, l’eventuale rinunciaagli studi non esonera dal pagamento dell’intero ammontare di ciascunanno accademico a cui si è iscritti.E’ possibile effettuare il pagamento dei contributi accademici inun’unica soluzione, usufruendo di uno sconto del 5% sull’ammontarecomplessivo dei contributi accademici.In tal caso, il pagamento dovrà essere effettuato entro il 17/10/2011, amezzo bonifico bancario o presso lo sportello dell’Ufficio Economato.Gli importi dei contributi accademici sono riportati nella seguenti Tabelle(Tav.1, 2, 3 e 4).Il pagamento delle tasse universitarie deve essere effettuato entro lescadenze previste. In caso di ritardato pagamento, si incorre nelleindennità di mora indicate nella Tabella qui sotto riportata. Tabella “Indennità di Mora 2011/2012” iscrizione I rata II rata III rata IV rataScadenza Termini dal dal dal dal dal 01/10/11 10/12/11 14/01/12 17/03/12 19/05/12Per tutti i corsi di € 35,00 € 35,00 € 35,00 € 35,00 € 35,00 studioSi rende noto che in presenza di mora, lo studente non potrà effettuare laprenotazione agli esami fino alla regolarizzazione della propriaposizione amministrativa.4. Iscrizione “fuori corso”Risulterà iscritto “fuori corso” lo studente che, essendo stato iscrittoall’Università per un numero di anni accademici pari a quello delladurata legale del corso di studi, non abbia acquisito, al termine di taleperiodo, i CFU necessari al conseguimento del titolo di studio. Ciascunostudente iscritto all’ultimo anno di corso, che ritenga di poter terminare ilcorso di laurea nell’anno accademico al quale è iscritto, dovrà presentarepresso la Segreteria Generale, entro il termine del 30 settembre, un 156
    • appendice - guida tasse e contributiapposito modulo nel quale dichiara l’intento di terminare il corsodiscutendo l’elaborato finale entro la sessione di laurea invernaledell’anno successivo. In caso di mancata presentazione di taledichiarazione, lo studente è tenuto ad iscriversi come “studente fuoricorso” e deve provvedere al pagamento dei contributi accademiciprevisti in via ordinaria.Lo studente che, avendo presentato la dichiarazione sopra specificata,consegua effettivamente il titolo di studio entro la sessione di laureainvernale, è esonerato dal pagamento di qualsiasi contributoaccademico.Qualora entro il predetto termine abbia sostenuto tutti gli esami diprofitto previsti dal proprio piano di studi ed abbia completato le attivitàcurriculari accessorie (attività informatiche e linguistiche, attività diresponsabilità sociale, stages e tirocini professionali, etc…), ma nonabbia discusso l’elaborato finale per il conseguimento del titolo di studio,sarà tenuto al pagamento della sola tassa di iscrizione per il seguenteanno e della tassa regionale per il diritto allo studio.Lo studente che invece entro la predetta sessione non abbia acquisitotutti i CFU relativi agli insegnamenti ed alle altre attività formativepreviste dal proprio piano di studi, sarà tenuto al pagamento per ilseguente anno: della tassa di iscrizione, della tassa regionale per il diritto allo studio e di una rata dei contributi accademici, nel caso in cui debba conseguire da 1 a 30 CFU (30 compreso); della tassa di iscrizione, della tassa regionale per il diritto allo studio e dei contributi relativi all’intero anno accademico, nel caso in cui debba conseguire più di 30 CFU.Gli studenti fuori corso non possono accedere al beneficio degli esoneriparziali dei contributi accademici.5. Iscrizione singole attività formativeEntro i termini previsti per limmatricolazione tutti coloro che sono inpossesso di un titolo di studio che consenta laccesso allUniversità,anche se iscritti ad altre Università italiane od europee, possono chiederedi essere ammessi a partecipare a singole attività comprese nelloffertaformativa dei vari Corsi di laurea. La domanda deve essere presentata 157
    • guida dello studentealla Segreteria Generale. Lammissione è soggetta alle condizioni previstedalle apposite delibere dei Corsi di laurea.Lo studente che si iscrive a singole attività formative dovrà pagare tasse econtributi in un’unica soluzione e in proporzione ai crediti che intendeacquisire, facendo riferimento all’importo totale delle tasse e contributiper la.a. 2011/2012 che si riferisce a 60 crediti annuali.6. Esoneri totali o parziali dal pagamento dei contributiaccademiciL’Università Europea di Roma può concedere agli studenti, in particolaricondizioni economiche familiari, e con un buon rendimentoaccademico, il beneficio della esenzione totale o parziale dall’obbligo dipagamento dei contributi accademici deliberati dal Consiglio diAmministrazione per ciascun anno accademico. Lo stesso fissal’ammontare annuo delle somme economiche da destinare a talebeneficio.Rimane comunque a carico dello studente il pagamento delle sommedovute per l’iscrizione e di ogni altro importo eventualmente dovuto atitolo di tasse, sovrattasse, contributi per servizi amministrativi ecorrispettivi per servizi specifici non compresi nell’offerta formativa. Incaso di assegnazione di esonero parziale o totale, non sarà possibileusufruire anche dello sconto applicato in caso di pagamento deicontributi accademici in un’unica soluzione (5%).L’esonero parziale o totale e lo sconto del 5% (applicato ai pagamentidei contributi accademici in ununica soluzione) non vengono in nessuncaso applicate alla Tassa di Iscrizione.In applicazione del D.P.R. n. 306 del 25 luglio 1997 (Regolamentorecante disciplina in materia di contributi universitari) e del D.P.C.M. 9aprile 2001 (Uniformità di trattamento sul diritto agli studi universitari), irequisiti di merito e reddito, le modalità ed i termini per presentarerichiesta, sono resi noti in apposito bando emanato con decreto rettoralee consultabile sul sito internet dell’università (www.unier.it).Le riduzioni di contributi accademici concesse sino alla.a. 2010/2011,avranno validità per la durata legale del corso di studi, a condizione chelo studente beneficiario si iscriva all’anno successivo entro il 30 158
    • appendice - guida tasse e contributisettembre e che entro le sessioni d’esami di giugno-luglio di ogni anno,abbia conseguito almeno 30 CFU e la votazione media ponderata di25/30.7. Contributi specialiSono dovuti i seguenti contributi speciali, nella misura di seguitoindicata, a fronte di specifici servizi di Segreteria ed a copertura dei costie degli oneri relativi: TAV. 6 – “Contributi Speciali 2011/2012”Contributo di congedo Euro 65,00(in caso di trasferimento ad altre Università)Contributo per il rilascio di duplicato del Euro 50,00libretto universitarioContributo per lammissione alla prova finale Euro 250,00Contributo di ricognizione degli studi svolti (in Euro 65,00 (per il primo anno)caso di ripresa della carriera universitaria a Euro 50,00 (per ogni ulterioreseguito di domanda di sospensione) anno che costituisce oggetto di ricognizione)Contributo di ricognizione degli studi svolti (in Euro 300,00 (per ogni anno checaso di ripresa della carriera universitaria a costituisce oggetto diseguito di interruzione degli studi) ricognizione) 159
    • TAV. 1 – Iscrizione al I anno - Corsi di Laurea Triennale e Corso di laurea Magistrale a ciclo unico Tav. 1 - “Tassa d’iscrizione, Contributi accademici, pagamento in unica soluzione, rateizzazione contributi accademici e Tassa Regionale a.a. 2011/2012” Corsi di Laurea Triennale e Corso di laurea Magistrale a ciclo unico Tassa Contributi regionale unica I rata II rata III rata IV rata Pagamento Corsi di studio Iscrizione (L.549/95 soluzione 09/12/2011 13/01/2012 16/03/2012 18/05/2012 totale art.3 comma 17/10/2011 20) *Economia eGestione € 700,00 € 118,00 € 4.636,00 € 1.220,00 € 1.220,00 € 1.220,00 € 1.220,00 € 5.698,00Aziendale(L-18)Scienze eTecniche € 700,00 € 118,00 € 4.218,00 € 1.110,00 € 1.110,00 € 1.110,00 € 1.110,00 € 5.258,00psicologiche(L-24)Storia e € 700,00 € 118,00 € 3.610,00 € 950,00 € 950,00 € 950,00 € 950,00 € 4.618,00Filosofia (L-42)Magistrale inGiurisprudenza € 700,00 € 118,00 € 4.636,00 € 1.220,00 € 1.220,00 € 1.220,00 € 1.220,00 € 5.698,00a ciclo unico(LMG/01)––––––––* LA TASSA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO (L. 549/95 ART. 3 COMMA 20) (PAGATA DA TUTTI GLI STUDENTI AD ECCEZIONE DEIDISABILI CON INVALIDITA PARI O SUPERIORE AL 66%) deve essere versata dagli studenti contestualmente alla Tassa di Iscrizionemediante il sistema bancario prescelto dallUniversità Europea di Roma. LUniversità accetta limmatricolazione e liscrizione ai corsi previaverifica del versamento della Tassa Regionale. 160
    • TAV. 2 – Iscrizione ad anni successivi al primo - Corsi di Laurea Triennale e Corso di laurea Magistrale a ciclo unico Tav. 2 - “Tassa d’iscrizione, Contributi accademici, pagamento in unica soluzione, rateizzazione contributi accademici e Tassa Regionale a.a. 2011/2012” Iscrizione ad anni successivi al primo - Corsi di Laurea Triennale e Corso di laurea Magistrale a ciclo unico Contributi Tassa regionale unica I rata II rata III rata IV rata Pagamento Corsi di studio Iscrizione (L.549/95 art.3 soluzione 09/12/2011 13/01/2012 16/03/2012 18/05/2012 totale comma 20) * 17/10/2011- Economia e Gestione Aziendale (L-18) € 700,00 € 118,00 € 4.636,00 € 1.220,00 € 1.220,00 € 1.220,00 € 1.220,00 € 5.698,00- Economia e gestione aziendale (cl.17)- Scienze e Tecniche psicologiche (L-24) € 700,00 € 118,00 € 4.218,00 € 1.110,00 € 1.110,00 € 1.110,00 € 1.110,00 € 5.258,00- Scienze e Tecniche psicologiche (cl. 34)- Scienze storiche (L-42) € 700,00 € 118,00 € 3.610,00 € 950,00 € 950,00 € 950,00 € 950,00 € 4.618,00- Scienze storiche (cl. 38)Magistrale inGiurisprudenza a € 700,00 € 118,00 € 4.636,00 € 1.220,00 € 1.220,00 € 1.220,00 € 1.220,00 € 5.698,00ciclo unico (LMG/01)––––––––* LA TASSA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO (L. 549/95 ART. 3 COMMA 20) (PAGATA DA TUTTI GLI STUDENTI AD ECCEZIONE DEIDISABILI CON INVALIDITA PARI O SUPERIORE AL 66%) deve essere versata dagli studenti contestualmente alla Tassa di Iscrizionemediante il sistema bancario prescelto dallUniversità Europea di Roma. LUniversità accetta limmatricolazione e liscrizione ai corsi previaverifica del versamento della Tassa Regionale. 161
    • TAV. 3 – Iscrizione al I anno - Corsi di Laurea Magistrale Tav. 3 - “Tassa d’iscrizione, Contributi accademici, pagamento in unica soluzione, rateizzazione contributi accademici e Tassa Regionale a.a. 2011/2012” Iscrizione al I anno - Corsi di Laurea Magistrale Tassa Contributi regionale unica I rata II rata III rata IV rata Pagamento Corsi di studio Iscrizione (L.549/95 soluzione 09/12/2011 13/01/2012 16/03/2012 18/05/2012 totale art.3 comma 17/10/2011 20)*Economia,Management e € 700,00 € 118,00 € 4.940,00 € 1.300,00 € 1.300,00 € 1.300,00 € 1.300,00 € 6.018,00Finanza (LM-56)Psicologia (LM-51) € 700,00 € 118,00 € 4.446,00 € 1.170,00 € 1.170,00 € 1.170,00 € 1.170,00 € 5.498,00Storia della Civiltà € 700,00 € 118,00 € 3.800,00 € 1.000,00 € 1.000,00 € 1.000,00 € 1.000,00 € 4.818,00cristiana (LM-84)––––––––* LA TASSA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO (L. 549/95 ART. 3 COMMA 20) (PAGATA DA TUTTI GLI STUDENTI AD ECCEZIONE DEIDISABILI CON INVALIDITA PARI O SUPERIORE AL 66%) deve essere versata dagli studenti contestualmente alla Tassa di Iscrizionemediante il sistema bancario prescelto dallUniversità Europea di Roma. LUniversità accetta limmatricolazione e liscrizione ai corsi previaverifica del versamento della Tassa Regionale. 162
    • TAV. 4 – Iscrizione ad anni successivi al primo - Corsi di Laurea Magistrale Tav. 4 - “Tassa d’iscrizione, Contributi accademici, pagamento in unica soluzione, rateizzazione contributi accademici e Tassa Regionale a.a. 2011/2012” Iscrizione ad anni successivi al primo - Corsi di Laurea Magistrale Tassa Contributi regionale unica I rata II rata III rata IV rata Pagamento Corsi di studio Iscrizione (L.549/95art.3 soluzione 09/12/2011 13/01/2012 16/03/2012 18/05/2012 totale comma 20) * 17/10/2011Economia e Diritto € 700,00 € 118,00 € 4.940,00 € 1.300,00 € 1.300,00 € 1.300,00 € 1.300,00 € 6.018,00(LM-56)- Psicologia clinica e di comunità (LM-51) € 700,00 € 118,00 € 4.446,00 € 1.170,00 € 1.170,00 € 1.170,00 € 1.170,00 € 5.498,00- Psicologia del lavoro e delle organizzazioni (LM-51)Storia della Civiltà € 700,00 € 118,00 € 3.800,00 € 1.000,00 € 1.000,00 € 1.000,00 € 1.000,00 € 4.818,00cristiana (LM-84)––––––––* LA TASSA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO (L. 549/95 ART. 3 COMMA 20) (PAGATA DA TUTTI GLI STUDENTI AD ECCEZIONE DEIDISABILI CON INVALIDITA PARI O SUPERIORE AL 66%) deve essere versata dagli studenti contestualmente alla Tassa di Iscrizionemediante il sistema bancario prescelto dallUniversità Europea di Roma. LUniversità accetta limmatricolazione e liscrizione ai corsi previaverifica del versamento della Tassa Regionale. 163
    • INDICE Orientamento universitario ................ 82AAmbiti di Didattica e di Ricerca .........50 PAnàhuac.............................................60 Progetti di ricerca .............................. 64Attività a scelta degli studenti ...........107 Progetto Coro .................................... 78Attività extra-curriculari................54; 78 Programma di Eccellenza .................. 55Attività informatiche.....................12; 58 Programmi di eccellenza ................... 55Attività linguistiche...............12; 58; 108 Prova finale ..................................... 108Aula magna........................................10Autorità accademiche ........................16 RB Rapporti con le famiglie..................... 86 Relazioni internazionali..................... 60Biblioteca di Ateneo.....................10; 86 Responsabilità sociale........................ 12 Responsabilità Sociale ....................... 53C Ricerca .............................................. 63Calendario Accademico .....................40Cappellania Universitaria ...................81 SCentralità dello studente.................9; 75 Sala congressi .................................... 10Centro Metodo Naturale Billings ........79 Scadenze ........Vedi Termini di scadenzaComitato Scientifico ...........................19 Scuola Dottorale................................ 66 Sede .................................................... 9D Sessioni di esame............................. 105Dipartimenti di Didattica e di Ricerca 50 Settimana della matricola .................. 84 Stages .................................. 12; 62; 108E Studenti fuori sede ............................. 87Economato .........................................72Erasmus ..............................................61 T Termini di scadenza .......................... 42F Test di ammissione ............................ 91Formazione integrale....................52; 74 Tirocini................................ 12; 62; 108 Titoli di studio ................................... 44J Tornei Sportivi e ricreativi.................. 80Job Placement ..............................61; 87 Tutorato................................... 9; 55; 85L ULaboratori multimediali ..............10; 108 Uffici di Segreteria ............................. 70Legionari di Cristo ..............................60 Ufficio Orientamento......................... 71Logo .....................................................9 VM Vince in bono malum .. Vedi Motto dellaMaster ................................................12 U.E.R.Motto della U.E.R. ................................9 Visite guidate..................................... 86OOrientamento al lavoro ......................87 164
    • SI RINGRAZIANO: Fondazione Universitaria EuropeaLa presente Guida è stata redatta a cura del Coordinatore Accademico prof.Alberto Gambino, con la collaborazione della dott.ssa Giulia Cinti, con icontributi della dott.ssa Anisa Bruci, della dott.ssa Lorenza Cannarsa, del dott.Simone Carpi, dott. Liborio Desantis, del dott. Gilberto Diaz, della dott.ssaDaniela Magrì, della dott.ssa Sara Pelli, del dott. Pasquale Rossi, della dott.ssaCinzia Ruffino, , della prof.ssa Anna Contardi, del prof. Lorenzo Franchini, delprof. Michele Gallina, del prof. Aniello Merone, della prof.ssa Claudia Navarini,della prof.ssa Margherita Pedrana, del prof. Umberto Roberto.