Il diritto d'autore ad uso dei blogger - Quarta lezione

1,701 views

Published on

Il diritto d'autore ad uso dei blogger - Quarta lezione

0 Comments
3 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,701
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
27
Actions
Shares
0
Downloads
34
Comments
0
Likes
3
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Il diritto d'autore ad uso dei blogger - Quarta lezione

  1. 1. Il diritto d'autore ad uso dei blogger <ul><ul><li>Elvira Berlingieri </li></ul></ul><ul><ul><li>[email_address] </li></ul></ul><ul><ul><li>UnAcademy </li></ul></ul><ul><ul><li>13 novembre 2007 </li></ul></ul>
  2. 2. Problemi relativi al layout del sito <ul><li>Confusione utente (parassitaria)‏ </li></ul><ul><li>Phishing (induce in inganno, utente crede trovarsi sito banca)‏ </li></ul><ul><li>Marchi registrati (non possono essere utilizzati senza autorizzazione titolare es. logo Mondadori)‏ </li></ul><ul><li>Riviste telematiche e non: protezione dei segni,caratteri, fregi. </li></ul>
  3. 3. Problemi relativi al nome a dominio <ul><li>Marchio registrato o notorio (es. cocavola. com concorrenza sleale parassitaria)‏ </li></ul><ul><li>Nome personaggio famoso (es. tomcruise. com concorrenza sleale parassitaria)‏ </li></ul><ul><li>Nome comune (es. derossi.com, il diritto al nome- soccombe se c’è un marchio protetto, vedi caso Armani vs Timbrificio Armani)‏ </li></ul><ul><li>Phishing: illecito penale (truffa e furto)‏ </li></ul>
  4. 4. Reclami <ul><li>I reclami per la riassegnazione dei nomi a dominio devono contenere:  </li></ul><ul><li>a) i motivi per cui il nome di dominio (o i nomi di dominio) sono identici o si possono confondere con un segno distintivo, un nome o un marchio rispetto al quale il ricorrente vanta diritti di esclusiva; b) i motivi per cui il resistente titolare del nome a dominio contestato non ha diritti o legittimi interessi sul nome a dominio oggetto di reclamo ; c) i motivi da cui dedurre che il nome a dominio è stato registrato e viene utilizzato in mala fede . </li></ul>
  5. 5. i diritti connessi <ul><li>Abbiamo visto cosa sono i diritti morali e i diritti di sfruttamento economico che appartengono all'autore. La LdA però riconosce diritti anche a soggetti che non sono autori dell'opera ma operano determinate attività sulla stessa. </li></ul>
  6. 6. titolari di diritti connessi <ul><li>artisti interpreti ed esecutori; </li></ul><ul><li>produttori discografici e cinematografici; </li></ul><ul><li>emittenti radio e televisione; </li></ul><ul><li>tutti questi soggetti, pur non avendo direttamente creato l'opera, le danno un apporto creativo </li></ul>
  7. 7. caratteristiche dei diritti connessi <ul><li>Sono diritti ULTERIORI rispetto a quelli degli autori. </li></ul><ul><li>Possono sorgere sulle opere cadute in pubblico dominio -> la loro tutelabilità non dipende necessariamente dai diritti esistenti sull'opera </li></ul><ul><li>Ratio: la fissazione delle intepretazioni in un supporto ne permette utilizzabilità oltre l'immediatezza = esigenza di tutela. </li></ul>
  8. 8. Contenuto <ul><li>l'artista ha il diritto di controllare l'uso non autorizzato di prestazioni dal vivo, es. bootleg, concerti, spettacoli. </li></ul><ul><li>la durata del diritto connesso è di 50 anni dalla data di pubblicazione dell'esecuzione. Non dalla registrazione quindi ma dalla “messa a disposizione” al pubblico. </li></ul>
  9. 9. problemi per i podcast <ul><li>diritti esistenti su un brano musicale: morale e di sfruttamento economico; </li></ul><ul><li>contratto -> trasferimento al produttore dei diritti (sull'opera e sulla intepretazione)‏ </li></ul><ul><li>pubblico dominio -> interprete/esecutore e produttore che pubblica l'intepretazione. In questo caso anche un brano in pubblico dominio potrebbe avere il d. connesso! </li></ul>
  10. 10. diritti dell'interprete <ul><li>cantanti, ballerini, attori, musicisti ecc. che rappresentano od eseguono opere tutelate o di dominio pubblico. </li></ul><ul><li>Hanno il diritto di controllare la possibilità di sfruttamento economico della propria prestazione. Generalmente tali diritti vengono ceduti tramite contratto al produttore e durano 50 anni dalla fissazione (registrazione) della prestazione </li></ul>
  11. 11. diritti del produttore di fonogrammi <ul><li>autorizzare la duplicazione e la riproduzione </li></ul><ul><li>distribuzione </li></ul><ul><li>noleggio e prestito </li></ul><ul><li>equo compenso su apparecchi di registrazione e supporti vergini </li></ul><ul><li>bollino siae: solo funzione repressiva di pirateria, no costitutiva del diritto </li></ul><ul><li>n.b. il produttore acquisisce i diritti dall'interprete con contratto, i diritti connessi ex lege </li></ul>
  12. 12. eccezioni? <ul><li>evidente l'importanza dell'art. 70. </li></ul><ul><li>ammessa riproduzione privata </li></ul>
  13. 13. emissioni radiofoniche e tv <ul><li>l'oggetto della protezione è il segnale ma ha il diritto di autorizzare fissazione e riproduzione delle trasmissioni! </li></ul><ul><li>(youtube!)‏ </li></ul>
  14. 14. ulteriori diritti connessi <ul><li>Sorgono sulle edizioni critiche e scientifiche di opere in pubblico dominio. Durano 20 anni e sono rivolti all'apparato critico, non al l'opera caduta in pubblico dominio </li></ul>
  15. 15. Gli enti intermediari <ul><li>SIAE: ente di diritto pubblico previsto ex lege (art. 180 LdA). Unico titolare del diritto di esercitare intrmediazione per l'esercizio dei diritti di sfruttamento economico. </li></ul><ul><li>Non è obbligatoria l'iscrizione alla SIAE, non è necessaria l'intermediazione per l'esercizio dei diritti </li></ul>
  16. 16. SIAE <ul><li>monopolio SIAE e costituzionalità: sentenze del 1968 e 1972 della Corte Costituzionale. </li></ul><ul><li>Rispetto all'art. 18 cost. (libertà di associazione) ha sostenuto che l'attività SIAE è di interesse pubblico e generale </li></ul><ul><li>Rispetto al monopolio, ha sostenuto che la presenza dell'Ente non priva l'autore della possibilità di esercitare da solo i propri diritti </li></ul>
  17. 17. attività SIAE <ul><li>concede autorizzazione utilizzazione opere tutelate </li></ul><ul><li>ne percepisce i proventi </li></ul><ul><li>li spartisce tra gli aventi diritto </li></ul><ul><li>vigila sulle violazioni di diritto autore </li></ul><ul><li>ha potere di azione processuale in caso di riscontrata violazione (associati o mandatari) </li></ul>
  18. 18. SIAE e podcast <ul><li>(dal sito siae)‏ </li></ul><ul><li>Per offrire musica all’interno di podcast è necessario ottenere la licenza dalla SIAE, firmando il contratto e seguendo le istruzioni. Si è così ottenuta l’autorizzazione ad iniziare l’utilizzazione della musica. La SIAE comunicherà il numero di licenza da segnalare sul sito per indicare che il podcast è legale sotto tale aspetto. </li></ul>
  19. 19. SIAE e podcast <ul><li>- trimestralmente o annualmente, in relazione alla tipologia del podcast, effettuare il pagamento dei compensi dovuti; </li></ul><ul><li>- entro il 31 gennaio di ogni anno inoltrare alla SIAE il report </li></ul><ul><li>NB: oltre alla licenza della SIAE per la musica, se si utilizzano registrazioni originali delle opere (tratte da cd-audio, dvd, siti internet) è necessario prima contattare le case discografiche ed ottenere la loro autorizzazione </li></ul>
  20. 20. tipi di podcast <ul><li>amatoriale </li></ul><ul><li>di enti pubblici e organismi senza scopo di lucro </li></ul><ul><li>commerciale </li></ul><ul><li>definizione di podcasting= sistema che consente la messa a disposizione su web di contenuti audio in formato digitale (podcast) scaricabili a titolo gratuito o a pagamento da parte degli utenti finali anche mediante sottoscrizione di un feed effettuata mediante aggregatore </li></ul>
  21. 21. diritti ottenuti con la licenza <ul><li>registrare </li></ul><ul><li>mettere a disposizione del pubblico (upload)‏ </li></ul><ul><li>consentire riproduzione al pubblico (download)‏ </li></ul>
  22. 22. limiti della licenza <ul><li>limiti: max durata podcast 60 minuti; ogni puntata non più di 15 file audio; la durata delle opere non deve superare il 75% dell'intero podcast; necessaria presenza commenti, possibilità di usare però le opere come sottofondo. </li></ul><ul><li>il titolare della licenza deve fare si che il pubblico non possa estrarre i file audio tramite download e non può sublicenziare i diritti acquisiti (limitati alla specifica licenza)‏ </li></ul>
  23. 23. limiti della licenza <ul><li>ogni licenza, inoltre, vale per il singolo sito indicato e per il podcast di riferimento, limite dei feed: solo quelli ufficiali, del sito autorizzato, non è possibile utilizzare altro sito per ricavare i feed; obbligo menzione autorizzazione SIAE per il podcast; la SIAE ha il potere di effettuare controlli sul rispetto della licenza; la licenza si rinnova automaticamente con facoltà di disdetta annuale </li></ul>

×