Your SlideShare is downloading. ×
0
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Umberto Ambrosoli, Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze, Ambrosianeum, Milano

139

Published on

L'intervento di Umberto Ambrosoli per il ciclo di incontri: Ricostruire il Paese, dipende da noi. A cura del Prof. Vittorio Coda. 12 Febbraio 2014, Ambrosianeum, Milano.

L'intervento di Umberto Ambrosoli per il ciclo di incontri: Ricostruire il Paese, dipende da noi. A cura del Prof. Vittorio Coda. 12 Febbraio 2014, Ambrosianeum, Milano.

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
139
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. UMBERTO AMBROSOLI Abbattiamo gli steccati e uniamo le forze 12 Febbraio 2014 VOLTARE PAGINA
  • 2. 1. ABBATTERE GLI STECCATI E UNIRE LE FORZE: Questo è il tema che mi è stato assegnato e che cercherò di sviluppare, ponendo a mia volta una domanda. UNITI SÌ. MA PER ANDARE DOVE? UNITI PER QUALE OBBIETTIVO?
  • 3. 2. l’identificazione di un obiettivo è NECESSARIA E PRIORITARIA, Altrimenti l'assenza di un obiettivo produce un effetto che già conosciamo. Se manca l'obiettivo, l’oggetto dell’azione diventa l’affermazione del proprio gruppo (che così diventa prigione); la stretta e cieca obbedienza a chi rappresenta quella parte.
  • 4. 3. Stiamo parlando di ambiti dove la capacità razionale NON ESISTE. SI PUÒ ESSERE RAZIONALI IN POLITICA? LA RISPOSTA DOVREBBE ESSERE SÌ. INVECE PER COME STANNO ORMAI LE COSE È ESATTAMENTE IL CONTRARIO. LA RAZIONALITÀ NON ESISTE OPPURE È FORTEMENTE INFLUENZATA PERCHÉ SCATTA UN CORTO CIRCUITO CHE PORTA LA POLITICA A CERCARE IMMEDIATAMENTE LEGITTIMAZIONE PARLANDO ALLA "PANCIA" DEL POTENZIALE ELETTORATO.
  • 5. 4. Neppure IL MERITO dei contenuti è in grado, di per sè stesso, di motivare in assoluto e al di fuori del pregiudizio ideologico una presa di posizione ragionata. VEDIAMO COSÌ CHE CONTENUTI E/O SOLUZIONI SONO ACCETTATE O MENO A SECONDA DI CHI CI METTE PER PRIMO IL CAPPELLO, L'ETICHETTA. Voglio citare il caso recente di un dibattito, interessante quanto curioso su questo tema, FUORI DAL CONTESTO ITALIANO, avvenuto anzi in una situazione spesso citata come esempio di chiarezza ed efficienza: la situazione della politica americana.
  • 6. 5. LO STRANO CASO DI UN DIBATTITO STATUNITENSE. - IL CURIOSO ARTICOLO DEL WASHINGTON POST su un articolo/manifesto del ROLLING STONE - LA TEORIA DELLA DEPRESSIONE PSICOLOGICA APPLICATA ALLA POLITICA, che spiega quel che succede a Washington
  • 7. “The depressing psychological theory that explains Washington” EZRA KLEIN
  • 8. Five Economic Reforms Millennials Should Be Fighting For Jesse A. Meyerson
  • 9. Cinque riforme economiche per le quali i Millennials dovrebbero combattere: - Il lavoro garantito per tutti - Sicurezza sociale per tutti - Take Back The Land - Fai tutto di proprietà di tutti - Una banca pubblica in ogni Stato
  • 10. 8. Se a Washington accade questo, figuriamoci in Italia. Basta citare alcune grandi questioni, le quali con la loro complessità richiedevano l' apporto di tutte le intelligenze, al di la dell'appartenenza, e le quali invece sono guardate/ affrontate sempre con la lente deformata dal pregiudizio: LA PROPOSTA DI ICHINO PER I GIOVANI LA QUESTIONE DELLA SPESA PUBBLICA (qui già affrontata da M. BALDASSARRI .
  • 11. Il populismo si è radicato per il continuo corto circuito tra politica che parla sempre di più alla pancia per cercare CONSENSO/LEGITTIMAZIONE dal suo elettorato. L'OBBIETTIVO "POTERE" OBBLIGA oggi A PARLARE ALLA PANCIA Un corto circuito che è DOPPIO Se pensiamo come interviene il sistema mediatico, ad accrescere ed esplodere (per un suo vitale interesse 'produttivo' di 'share') Questa tendenza, questa spirale che si autoalimenta e come un vortice porta sempre più giù il livello del dibattito. (Es. Grillo, FASSINA, chi?, attacchi a Napolitano e Teoria del Complotto...) DIBATTITO ED ANALISI MEDIOCRI E POSIZIONAMENTI SEMPRE NEL RECINTO DELLE APPARTENENZE.
  • 12. 9. NON NE USCIAMO SE NON SUPERIAMO GLI STECCATI. E' FONDAMENTALE METTERE BENE A FUOCO GLI OBBIETTIVI E PERSEGUIRLI CON CORAGGIO E DETERMINAZIONE. BISOGNA ANDARE OLTRE GLI STECCATI IDEOLOGICI, DEGLI INTERESSI PARTICOLARI, DEI LOCALISMI, DEL PERMANENTE STATO EMERGENZIALE: FARE TUTTO SUBITO.
  • 13. 10. GLI OBBIETTIVI CERTO DEVONO ESSERE CONDIVISI. INDIVIDUATI NEL CONFRONTO, SAPENDO ASCOLTARE, SAPENDO ANALIZZARE. SENZA MAI CADERE NELLA MEDIAZIONE FINE A SÈ STESSA, AL RIBASSO. OGGI SIAMO DI FRONTE AL BIVIO O RIFORME O CONSERVAZIONE. GUARDATE LO SIAMO QUOTIDIANAMENTE. LE RIFORME SCONTENTANO ( e se sono autentiche non possono accontentare tutti). MA LA CONSERVAZIONE DISTRUGGE IL FUTURO. L'ESEMPIO È NELLA POLITICA, MA ANCHE IN COSE PICCOLE, PIÙ TERRA TERRA. LO POSSO SPERIMENTARE GIORNO DOPO GIORNO ANCHE NELLA MIA ATTIVITÁ DI CONSIGLIERE REGIONALE. VOGLIO FARE QUALCHE ESEMPIO.
  • 14. 11. IL CASO HUBER E LE BARRICATE CONTRO L'INNOVAZIONE. E' un interesse particolare. MA QUANTI INTERESSI PARTICOLARI SI METTONO IN GIOCO QUANDO BISOGNA CAMBIARE LE COSE? QUANTI STECCATI SI CREANO QUANDO SI TOCCANO INTERESSI LOCALI?
  • 15. 12. Bisogna andare oltre lo STECCATO DEL LOCALISMO. Dopo il caso della chiusura di alcune sedi di Tribunali Locali, abbiamo adesso il caso MALPENSA. COME RISOLVERLO SENZA UNA SOLUZIONE CHE COINVOLGA TUTTO IL NORD?
  • 16. 13. NON CI SONO SOLTANTO STECCATI DI INTERESSI, MA ANCHE QUELLI CHE NASCONO DA UN PREGIUDIZIO IDEOLOGICO. VOGLIO FARE UN ESEMPIO DI GRANDE ATTUALITÀ. LA VICENDA DELLA LEGGE FINI-GIOVANARDI SULLE DROGHE LEGGERE CON GLI INSOSTENIBILI COSTI PER IL NOSTRO SISTEMA.
  • 17. 14. SONO ESEMPI CHE DIMOSTRANO COME AGENDO CON IL PREGIUDIZIO IDEOLOGICO NON TROVIAMO LE MIGLIORI SOLUZIONI, NON OTTIMIZZIAMO LE RISPOSTE AI PROBLEMI SOCIALI. UN ALTRO ESEMPIO DI QUESTI GIORNI: IL REFERENDUM SVIZZERO SULL'IMMIGRAZIONE E LA PARADOSSALE POSIZIONE DELLA LEGA. DOPO AVER PREDICATO 'PADRONI A CASA NOSTRA' SI TROVANO CON I PROBLEMI DI UN PEZZO IMPORTANTE DEL LORO ELETTORATO, I FRONTALIERI, CHE SUBISCONO ORA IL TRATTAMENTO DI OGNI IMMIGRATO. IL MONITO DI SCOLA CONTRO LA DISGREGAZIONE SOCIALE PROVOCATA DALL'OMBRA DI POLIFEMO.
  • 18. 15.BISOGNA ABBATTERE STECCATI E PREGIUDIZI E UNIRE FORZE E RISORSE. MA ANCORA: PER ANDARE DOVE? Con quale bussola? IO PENSO CHE LA SOLUZIONE, LA VISIONE E L'OBBIETTIVO SIA ANCORA L'EUROPA. NON ABBIAMO ALTRA SCELTA IN UN MONDO DOVE COMPETITIVITÀ, RICERCA, INNOVAZIONE VIENE PRODOTTA IN AREE SEMPRE PIÙ GRANDI E COERENTI. NON ABBIAMO ALTRA SCELTA PER IL NOSTRO STESSO AVVENIRE E DEI NOSTRI FIGLI SE NON QUELLO SI ESSERE EUROPEI OGGI! QUESTA È LA DIREZIONE.
  • 19. MA, NELLA SITUAZIONE DI STECCATI E PREGIUDIZI DA CUI SIAMO CIRCONDATI , come VOLTARE PAGINA? Ed, innanzitutto, È POSSIBILE voltare pagina? IO DO UNA RISPOSTA POSITIVA. PERCHÈ SONO INTIMAMENTE CONVINTO CHE SARANNO I VALORI ALTI A PREVALERE. CHI SI MUOVE SOLO PER OCCUPARE SPAZI DI POTERE ALLA FINE HA IL FIATO CORTO E NON RISOLVE I PROBLEMI. SONO INFATTI CONVINTO CHE, COME DICE PAPA FRANCESCO, IL TEMPO ALLA FINE VINCE SULLO SPAZIO.
  • 20. 16. COME ABBIAMO FATTO NEL SALUTO A SCOLA IN VISITA IN REGIONE, VOGLIO ANCHE QUI CITARE UNA INTUIZIONE DEL 'Evangelii Gaudium' Papa Francesco ci assicura che "il tempo è superiore allo spazio" e ci sprona perciò a lavorare a lunga scadenza, senza l'ossessione dei risultati immediati, categoria cui appartengono certamente i risultati elettorali!
  • 21. 17. Privilegiare gli spazi di potere, al posto dei tempi dei processi, è il peccato specifico più grave di chi fa attività sociopolitica. Papa Francesco ce lo dice con strabiliante chiarezza: dare priorità al tempo significa occuparsi di "iniziare processi più che di possedere spazi di potere e di autoaffermazione". Francesco ci interroga: "...Chi sono quelli che nel mondo attuale si preoccupano realmente di dar vita a processi che costruiscano un popolo, piuttosto che ottenere risultati immediati che producano una rendita politica facile, rapida quanto effimera, perchè non costruiscono la pienezza umana?".
  • 22. La domanda di Papa Francesco risuona qui per tutti noi. E ci rende responsabili, cioè ci responsabilizza tutti, ciascuno nella propria posizione professionale o di semplice cittadino, di fronte al grande processo - PURTROPPO ANCORA APERTO E SOGGETTO A TANTI PERICOLIdi costruzione dell'Europa.

×