0
UN ESPERIMENTO REGIONALE
PER I NUOVI SERVIZI
AL MERCATO DEL LAVORO
Coniugare il sostegno del reddito con
l’outplacement pe...
Il problema
• Nel 2012 in Italia 10 milioni di contratti di
lavoro regolari, ben distribuiti, dei quali
1,7 milioni sono a...
I criteri per una soluzione
• Metodo sperimentale: incominciare su
platea circoscritta, per poi allargare
• Affidare i ser...
Sperimenta solo chi ci crede
• Sperimenta solo la Regione che ci crede e
che intende riqualificare la propria spesa
• part...
Il progetto sperimentale
• Lo Stato pone a disposizione delle Regioni
lo schema (basta un articolo inserito in d.l.)…
• … ...
Il testo dell’articolo unico
Comma 1: la Regione decide se
e come attivare l’esperimento
«Ciascuna Regione ha la facoltà d...
Comma 2: l’esperimento è
un’opzione, non un obbligo
La D.G.R. stabilisce
– l’ambito territoriale
– l’eventuale limitazione...
Comma 3: Il contenuto del
contratto di ricollocazione
Viene definito in sette punti il contenuto di
questo contratto, stip...
contenuto del contratto di ricollocazione
a) il principio di disponibilità
ragionevole
«L’attivazione di un servizio di as...
contenuto del contratto di ricollocazione (segue)
b) impegno a collaborare a
tempo pieno o parziale
«La disponibilità dell...
contenuto del contratto di ricollocazione (segue)
c) disponibilità per il lavoro
concretamente ottenibile
«La disponibilit...
contenuto del contratto di ricollocazione (segue)
d) ruolo del tutor
«L’affidamento della persona interessata a
un tutor d...
contenuto del contratto di ricollocazione (segue)
e) il disoccupato non paga
«La gratuità del servizio per la persona
inte...
contenuto del contratto di ricollocazione (segue)
f) la sanzione per
l’inadempiente
«L’obbligo per il tutor di comunicare ...
contenuto del contratto di ricollocazione (segue)
g) l’arbitrato
«La facoltà della persona interessata di
impugnare la com...
Comma 4: disciplina della
procedura arbitrale
• nessun vincolo procedurale, tranne la
corretta costituzione del contraddit...
Comma 5: il voucher
«Il corrispettivo del servizio, determinato
secondo gli standard di mercato, è coperto
mediante vouche...
Un esempio dei criteri di
differenziazione del voucher
La facilità/difficoltà di rioccupazione di ciascuna
persona si misu...
Comma 6: se partecipa
anche la datrice di lavoro
Al contratto di ricollocazione può partecipare
anche l’impresa che abbia ...
Comma 7: l’incentivo per gli
addetti e l’employment subsidy
La DGR può prevedere che quanto si
risparmia sul trattamento d...
Un’osservazione conclusiva
Con il contratto di ricollocazione si attivano
gli incentivi efficaci di cui si è detto all’ini...
Grazie per l’attenzione
queste slides possono essere scaricate
dal sito www.pietroichino.it
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Un esperimento regionale per i nuovi servizi al mercato del lavoro - Relazione Pietro Ichino

438

Published on

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
438
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Un esperimento regionale per i nuovi servizi al mercato del lavoro - Relazione Pietro Ichino"

  1. 1. UN ESPERIMENTO REGIONALE PER I NUOVI SERVIZI AL MERCATO DEL LAVORO Coniugare il sostegno del reddito con l’outplacement per attuarne la condizionalità Relazione di Pietro Ichino al convegno promosso dal Gruppo consiliare Patto Civico – Regione Lombardia Milano, 23 settembre 2013
  2. 2. Il problema • Nel 2012 in Italia 10 milioni di contratti di lavoro regolari, ben distribuiti, dei quali 1,7 milioni sono a tempo indeterminato… • … ma i Centri per l’Impiego li ignorano • due mondi separati: chi frequenta i CpI non accede a quei contratti, e viceversa • Il sostegno del reddito dei disoccupati non è di fatto soggetto ad alcuna condizionalità
  3. 3. I criteri per una soluzione • Metodo sperimentale: incominciare su platea circoscritta, per poi allargare • Affidare i servizi a chi ne ha il know-how • Attivare gli incentivi giusti per i protagonisti: – la persona disoccupata: condizionalità – l’operatore pubblico: premio di risultato – l’agenzia di outplacement: success fee – l’impresa in crisi occupaz.: soluzione rapida – l’impresa che cerca lav.: employment subsidy
  4. 4. Sperimenta solo chi ci crede • Sperimenta solo la Regione che ci crede e che intende riqualificare la propria spesa • partecipa soltanto il disoccupato che è davvero interessato a rioccuparsi in fretta e accetta le nuove regole • si coinvolgono solo le ag. di outplacement che accettano la scommessa comune
  5. 5. Il progetto sperimentale • Lo Stato pone a disposizione delle Regioni lo schema (basta un articolo inserito in d.l.)… • … autorizzando il collegamento stretto fra sostegno del reddito, outplacement ed employment subsidy… • … e delineando un meccanismo snello ed efficace di attivazione della condizionalità
  6. 6. Il testo dell’articolo unico Comma 1: la Regione decide se e come attivare l’esperimento «Ciascuna Regione ha la facoltà di attivare, mediante delibera della Giunta regionale, la sperimentazione del dispositivo di coniugazione del trattamento di disoccupazione o di mobilità con un servizio di assistenza intensiva nella ricerca della nuova occupazione, secondo quanto disposto nei commi che seguono.»
  7. 7. Comma 2: l’esperimento è un’opzione, non un obbligo La D.G.R. stabilisce – l’ambito territoriale – l’eventuale limitazione dell’esperimento a determinate categorie di persone «Alle persone disoccupate […] rientranti nel campo di applicazione della sperimentazione è data la facoltà di optare per il contratto di ricollocazione, regolato secondo i commi che seguono.»
  8. 8. Comma 3: Il contenuto del contratto di ricollocazione Viene definito in sette punti il contenuto di questo contratto, stipulato dal lavoratore con l’agenzia di outplacement e con un rappresentante del servizio pubblico.
  9. 9. contenuto del contratto di ricollocazione a) il principio di disponibilità ragionevole «L’attivazione di un servizio di assistenza intensiva per il reperimento della nuova occupazione il più possibile corrispondente alle capacità professionali e alle aspirazioni della persona interessata e il più possibile vicino al suo luogo di residenza, compatibilmente con la domanda espressa dal mercato del lavoro nella zona»
  10. 10. contenuto del contratto di ricollocazione (segue) b) impegno a collaborare a tempo pieno o parziale «La disponibilità della persona interessata a dedicare alla ricerca della nuova occupazione e all’eventuale riqualificazione professionale una quantità di tempo almeno corrispondente al tempo pieno o parziale del rapporto di lavoro a cui essa aspira»
  11. 11. contenuto del contratto di ricollocazione (segue) c) disponibilità per il lavoro concretamente ottenibile «La disponibilità della persona interessata per l’attività lavorativa meglio corrispondente alle sue capacità ed esigenze, compatibilmente con le possibilità che si offrono nella zona in cui la ricerca si svolge»
  12. 12. contenuto del contratto di ricollocazione (segue) d) ruolo del tutor «L’affidamento della persona interessata a un tutor designato dall’agenzia, responsabile del servizio, cui compete anche il controllo dell’adempimento da parte della persona stessa degli oneri di cui alle lettere b e c»
  13. 13. contenuto del contratto di ricollocazione (segue) e) il disoccupato non paga «La gratuità del servizio per la persona interessata» (il corrispettivo dell’agenzia è corrisposto per mezzo del voucher regionale: v. comma 4)
  14. 14. contenuto del contratto di ricollocazione (segue) f) la sanzione per l’inadempiente «L’obbligo per il tutor di comunicare alla DPI l’eventuale inadempimento rilevante degli oneri di cui alle lettere b e c, ai fini della riduzione o sospensione del trattamento di sostegno del reddito, informandone contestualmente la persona interessata»
  15. 15. contenuto del contratto di ricollocazione (segue) g) l’arbitrato «La facoltà della persona interessata di impugnare la comunicazione di cui alla lettera f, entro il termine di sette giorni dalla ricezione della relativa informazione, mediante la procedura arbitrale di cui al comma 4»
  16. 16. Comma 4: disciplina della procedura arbitrale • nessun vincolo procedurale, tranne la corretta costituzione del contraddittorio • decisione entro 15 giorni • sentite le parti, l’arbitro decide secondo ragionevolezza ed equità, considerando le condizioni del mercato del lavoro locale • lodo immediatamente esecutivo
  17. 17. Comma 5: il voucher «Il corrispettivo del servizio, determinato secondo gli standard di mercato, è coperto mediante voucher regionale, di entità commisurata alla difficoltà di ricollocazione della persona disoccupata, articolato in una parte fissa e una parte correlata al conseguimento del risultato positivo» (vedi un esempio di differenziazione nella slide seguente)
  18. 18. Un esempio dei criteri di differenziazione del voucher La facilità/difficoltà di rioccupazione di ciascuna persona si misura mediante un punteggio basato su - età - scolarizzazione e conoscenza della lingua - esperienze di lavoro compiute - durata del periodo di disoccupazione - eventuali handicap fisici o sociali secondo criteri concordati con le agenzie, come in Olanda, e si commisura il voucher al punteggio.
  19. 19. Comma 6: se partecipa anche la datrice di lavoro Al contratto di ricollocazione può partecipare anche l’impresa che abbia licenziato la persona da ricollocare. In questo caso l’impresa può impegnarsi: •a integrare il voucher , e/o •a integrare il trattamento di disoccupazione
  20. 20. Comma 7: l’incentivo per gli addetti e l’employment subsidy La DGR può prevedere che quanto si risparmia sul trattamento di disoccupazione vada ad alimentare a un fondo destinato - per un quarto a premiare gli addetti al CPI - per tre quarti a coprire temporaneamente in tutto o in parte l’eventuale differenza di reddito tra vecchio e nuovo lavoro
  21. 21. Un’osservazione conclusiva Con il contratto di ricollocazione si attivano gli incentivi efficaci di cui si è detto all’inizio: •per il lavoratore a essere disponibile per la più rapida ripresa dell’attività lavorativa •per l’agenzia di outplacement a operare in modo efficace •per la ex-datrice di lavoro (se partecipa) a cooperare per accelerare l’operazione •per la nuova impresa: l’empl. subsidy
  22. 22. Grazie per l’attenzione queste slides possono essere scaricate dal sito www.pietroichino.it
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×