• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Primi passi in InDesign
 

Primi passi in InDesign

on

  • 608 views

 

Statistics

Views

Total Views
608
Views on SlideShare
608
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Primi passi in InDesign Primi passi in InDesign Document Transcript

    • Da QuarkXpress a InDesign PARTIRE DAL FILE WORD Come molti di voi sanno è fondamentale per realizzare un buon impa- ginato, partire da un buon file word (openoffice, o altro). Con “un buon file word” intendiamo un documento pulito, con poche spaziature tra i paragrafi, con le andate a capo essenziali, con l’utilizzo dei simboli giusti, etc. Concluse queste operazioni preliminari di pulizia del documento accan- toniamo per il momento il file word. Salviamolo con un nome riconosci- bile, in un percorso facile da ritrovare, nell’attesa di tornarci a lavorare. N.B. Ricordate di importare sempre il testo da word a InDesign con la funzione Inserisci (File/Inserisci) e di non fare mai il copia/incolla. PRIMI PASSI IN INDESIGN Nel selezionare File/Nuovo (oppure utilizzando la schermata in apertu- ra) abbiamo a disposizione tre opzioni. In Quark, per iniziare un nuovo 4 progetto per la stampa avremmo cliccato su progetto, per InDesign sele- zioneremo documento. L’opzione libro ci servirà in un secondo momento per la creazione del Schermata iniziale di InDesign Opera in corso di pubblicazione - Tutti i diritti sono riservatiGUIDA.indd 4 05/07/2012 19:14:12
    • terrelibere.org nostro ebook. (Anche l’ultima versione di Quark ha questa possibilità e funziona allo stesso modo). L’opzione libreria (anche questa presente in Quark) ci consente di creare un database delle nostre pagine “preferite” o di cui abbiamo bisogno più spesso, da poter importare nei nuovi progetti. Infine, in questa prima schermata, selezionando sulla destra l’opzione al- tre opzioni avremo a disposizione le misure da applicare per l’uso delle pagine al vivo. Avremo così già il nostro smargino. Ora partiamo con l’apertura di un nuovo documento. La schermata del nuovo documento ha all’incirca le stesse opzioni sug- gerite da Quark. Noterete la presenza di un simbolo a voi conosciuto, ma qui utilizzato in un modo a cui non siamo abituati. La presenza della “catena” tra le misure dei margini, la ritroveremo posizionata accanto a tutti i parametri delle misure del nostro nuovo documento. In Quark la catena rappresen- 5 tava il legame tra le pagine. Anche in InDesign rappresenta un legame, ma più precisamente è da considerarsi come il comando: mantenere le Nuovo documento Opera in corso di pubblicazione - Tutti i diritti sono riservatiGUIDA.indd 5 05/07/2012 19:14:13
    • Da QuarkXpress a InDesign proporzioni. Deselezionando la catena, quindi, avremo la possibilità di applicare misure differenti per i vari lati delle nostre figure e immagini, per i margini del testo o per le grandezze delle gabbie. 6 Tabella degli strumenti Opera in corso di pubblicazione - Tutti i diritti sono riservatiGUIDA.indd 6 05/07/2012 19:14:13