Bollettino Ufficiale Municipale di maggio 2014
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
486
On Slideshare
483
From Embeds
3
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
2
Comments
0
Likes
0

Embeds 3

https://twitter.com 3

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. SI CONCEDONO ORTI PER GLI ANZIANI I RISULTATI DEL MONITORAGGIO DEL RAGNOLA ELEZIONI EUROPEE, COME SI VOTA APERTE LE ISCRIZIONI AI NIDI D’INFANZIA fotoEugenioAnchini
  • 2. ELEZIONI EUROPEE 2014, quando e come si vota? Domenica 25 maggio si rinno- va il Parlamento Europeo e anche l’Italia è chiamata ad eleggere i suoi membri. Sono 73 i seggi del Parlamento euro- peo assegnati all’Italia che ven- gono ripartiti su base nazionale con metodo proporzionale dei quoziente interi e più alti resti, tra liste concorrenti, che abbia- no superato sul piano nazionale almeno la soglia del 4% dei voti validi espressi. Chi può votare? Sono elettori i cittadini che hanno compiuto il 18° anno di età entro il giorno fissato per la votazione, i cittadini degli altri Paesi membri dell’Unione che, a seguito di formale richiesta, abbiano ottenuto l’iscrizione nell’apposita lista elettorale del comune italiano di residenza. Gli elettori italiani che risiedono negli altri Stati membri dell’Unio- ne europea, e che non intendo- no votare per i membri dello Stato ove risiedono, possono votare per l’elezione dei membri del Parlamento europeo spet- tanti all’Italia presso le sezioni elettorali appositamente istituite nel territorio dei Paesi stessi presso i consolati d’Italia, gli isti- tuti di cultura, le scuole italiane e gli altri locali messi a disposizio- ne dagli Stati membri dell’Unio- ne. Analoga possibilità è con- cessa ai cittadini italiani che si trovino temporaneamente nel territorio dei Paesi membri dell’Unione per motivi di lavoro o studio nonché agli elettori fa- miliari con essi conviventi. Quando si vota? Le operazioni di voto si svol- gono in un’unica giornata: do- menica 25 maggio, dalle 7 alle 23. Come si vota? L’ELETTORE DEVE ESPRIME IL VOTO TRACCIANDO UN SEGNO SUL CONTRASSE- GNO DELLA LISTA PRESCEL- TA E NON PUÒ MANIFESTA- RE, IN OGNI CIRCOSCRIZIO- NE, PIÙ DI TRE PREFEREN- ZE. Per le liste di minoranza lin- guistica collegate ad altra lista può essere espressa una sola preferenza. I voti di preferenza si esprimono scrivendo nelle apposite righe, tracciate a fian- co e nel rettangolo contenente il contrassegno della lista vota- ta, il nome e cognome o solo il cognome dei candidati preferiti, compresi nella lista medesima; in caso di identità di cognome tra i candidati, deve scriversi sempre il nome e cognome e, ove occorra, data e luogo di na- scita. Le operazioni di scrutinio inizie- ranno subito dopo la chiusura dei seggi. BOLLETTINOUFFICIALEMUNICIPALE 223 San Benedetto del Tronto è un Comune certificato Mensile di informazione del Comune di San Benedetto del Tronto Reg. Trib. AP n.316 del 28.02.1994 anno_21 n. 5_MAGGIO_2014 Iscritto al Registro degli Operatori di Comunicazione al n. 7515 Redazione: Municipio di San Benedetto del Tronto Viale De Gasperi, 124 - tel. 0735.794503 fax 0735.794335 www.comunesbt.it ufficiostampa@comunesbt.it Direttore responsabile Eugenio Anchini Caporedattore Eleonora Camaioni Progetto d’immagine/impaginazione Fabrizio Mariani Hanno collaborato a questo numero: Mauro Alfonsi, Alessandro Amadio, Giuseppe Brutti, Alessandro Candigliota, Stefano Chelli, Maria Rita D’Angelo, Emidio Di Gaspare, Maria Teresa Massi, Giuseppe Merlini, Elio Rocco, Umberto Romani, Michela Scriboni, Rita Tancredi, Sergio Trevisani Concessionaria di pubblicità: SR Communication S.r.L tel. 0735.591154 - port. 347.6910043 Stampa: Tecnostampa S.r.L - Loreto (AN) 1 Elezioni europee, come e quando si vota? 2 Progetto Prisca, a San Benedetto nasce un centro del riuso 4 Scuole riqualificate, studenti più sicuri 5 “Festival Ferré” - 19° edizione 6 I Nidi “a servizio” della città 7 Le prossime mostre in Palazzina Azzurra 8 Notizie dalle scuole 10 Monitoraggio del torrente Ragnola, ecco i risultati 12 Si assegnano orti per anziani in zona SS. Annunziata | Beach Soccer, a San Benedetto la Coppa Italia 13 Torna SculturaViva, ecco il 18° Simposio internazionale 14 Rotta verso Cesenatico 17 Il Maggio dei Libri: primavera della lettura | Ecco il Grand tour dei Musei 2014 18 Bollettino delle delibere | Al via il progetto per rendere la Sentina accessibile a tutti | La mia fiaba per FàVolà, selezionate le favole per il secondo volume 20 Benvenuti tra noi… | In ricordo di… | “Senzatomica”, una mostra per dire “no” al nucleare | Eletti i vertici della Protezione civile B.U.M. MAGGIO ‘141
  • 3. Il riciclaggio dei rifiuti, si sa, insieme alle strategie per ridurne la produzione, è la strada maestra per vivere in un mondo migliore, libero da discariche e fattori inquinanti. Ma oltre a riciclare si può riu- sare, ossia dare nuova vita all’oggetto facendolo usare a chi ne ha bisogno. Nascono con questo spirito i “Centri per il riuso”, luoghi ap- punto finalizzati ad intercetta- re beni dismissibili, ma non ancora dismessi, che posso- no prolungare il proprio ciclo di vita se utilizzati da altri. A San Benedetto, presso la sede di Picenambiente in contrada Monte Renzo (zona Ragnola), è in fase di apertura un centro comunale di riutilizzo di beni grazie all’adesione del Comune al progetto “PRISCA” (Pilot project for scale re-use star- ting from bulky waste stream) finanziato dalla Commissione Europea attra- verso il programma Life Plus Ambiente 2011, che ha pro- prio come finalità quella di contrastare e superare la cultura dell’“usa e getta” e di promuovere il reimpiego e il riutilizzo dei beni usati, pro- lungandone il ciclo di vita oltre le necessità del primo utilizzatore. Senza trascurare il vantaggio di creare un’op- portunità di sostegno a fasce di popolazione con minori possibilità economiche. Che cosa si può portare Al Centro del riuso possono essere conferiti beni di con- sumo ancora in buono stato e funzionanti che ritrovano un efficace utilizzo per gli usi originari. Ad esempio: piatti, posate e suppellettili, oggetti- stica, giocattoli, libri, indu- menti, mobili e mobilio vario di ogni genere, divani, poltro- ne, lampadari (privati della fonte luminosa), reti e mate- rassi, biciclette, culle, pas- seggini e carrozzine, elettro- domestici vari come ferri da stiro, forni a microonde, ap- parecchi per cuocere, venti- latori, apparecchi elettrici di riscaldamento, aspirapolve- re, tostapane, macchine per cucire, frullatori, macinacaffè, friggitrici, apparecchi radio, video registratori, apparecchi televisivi, telefoni, fax, cellula- ri, personal computer, stam- panti ed altre periferiche, pic- cole apparecchiature infor- matiche, ecc.. Chi può conferire? Sono autorizzati a portare beni al Centro per il riuso tutti gli utenti, domestici e no, che pagano la tassa rifiuti (Tares o Tari) nel Comune di San Benedetto del Tronto. Si può conferire recandosi diretta- mente in Contrada Monte Renzo oppure tramite l’appo- sito servizio di prelievo pro- grammato (recapito telefoni- co con attività di re-calling, ecc.) che il gestore del cen- tro organizzerà con proprio personale ed automezzi. Chi può prelevare? Gli oggetti in esposizione po- tranno essere prelevati pre- vio pagamento di compensi che, nel complesso, servi- ranno esclusivamente a co- prire i costi di gestione del centro. In via residuale, è ammessa la possibilità di prelievo gratuito da parte di enti senza fine di lucro. Chi lo gestirà? Il Centro del riuso per i primi tre anni sarà gestito da una cooperativa sociale. Le atti- vità del Centro, coordinate dal Comune e da Picenam- biente, saranno supportate dall’associazione “Occhio del Riciclone” che, in collabora- zione con Scuola Superiore “Sant’Anna” di Pisa, si occu- perà dalla direzione tecnico- scientifica aiutando la coope- rativa ad avviare l’attività. Per informazioni: Coop. Hob- bit tel. 333 2502317 e-mail: centrodelriusosbt@gmail.com 2 B.U.M. MAGGIO ‘14 PROGETTO PRISCA, a San Benedetto nasce un centro del riuso
  • 4. Proseguono in tutta la città i lavori di riqualificazione e messa in sicurezza degli edifici scolastici. Sono diver- si i cantieri aperti. SCUOLA “CAPPELLA” La scuola “Cappella” è og- getto di un ulteriore interven- to di miglioramento sismico dell’edificio. Ricordiamo che, grazie ad un finanziamento di 600.000 euro, si è riusciti a recuperare una situazione strutturale inadeguata e ad ottenere un primo migliora- mento sismico elevando il coefficiente di sicurezza si- smica allo 0,5. Con un se- condo intervento, finanziato dal Ministero delle Infrastrut- ture e dei Trasporti pari a 300.000 euro, la ditta Laga- naro ha avviato la seconda fase della sistemazione dell’edificio che porterà la “Cappella” ad un coefficien- te 0,84, pari ad un edificio quasi adeguato ai fenomeni sismici più intensi. I lavori consisteranno nella demoli- zione del tetto e sostituzione con una copertura piana, nel rifacimento della pensili- na sopra l’ingresso principa- le, nella costruzione di un corpo adiacente alla pale- stra che avrà il compito di “irrigidire” la struttura e nel quale saranno ricavate aule e uffici. In diversi punti ester- ni all’edificio sono iniziati i la- vori di realizzazione dei con- troventi metallici necessari ad un ulteriore irrigidimento e all’assorbimento dell’ener- gia sismica sprigionata da un eventuale terremoto. Le altre opere interne verranno effettuate durante il periodo estivo. SCUOLA SPALVIERI Grazie alle economie con- seguite negli appalti prece- denti, è stato possibile sosti- tuire la copertura in calce- struzzo armato della pale- stra con una struttura in legno. Il termine dei lavori è previsto per giugno 2014. SCUOLA DI VIA MATTEI Per la scuola di via Mattei si è in attesa dell’assegnazio- ne dei 250.000 euro prove- nienti dalla Regione Marche ottenuti in risposta ad un bando per dare il via agli in- terventi che consisteranno nel miglioramento sismico della struttura, nell’efficien- tamento energetico attra- verso la realizzazione di un cappotto termico e la sosti- tuzione dei serramenti esterni. Si procederà alle opere di adeguamento igie- nico sanitario e all’amplia- mento della cucina, allo spostamento della centrale termica sotto il portico, alla realizzazione di una nuova aula e alla ristrutturazione degli spogliatoi della pale- stra oltre a lavori di sostitu- zione della pavimentazione interna e degli infissi. Dopo la comunicazione del finan- ziamento l’Amministrazione dovrà reperire ulteriori 160.000 euro, approvare il progetto esecutivo e proce- dere con l’appalto dei lavori. SCUOLA “CURZI” Il Consiglio comunale del 29 marzo ha approvato il pro- getto preliminare per la tra- sformazione dell’ex sede del Tribunale in sede della scuola secondaria inferiore “Mario Curzi”. Nel piano triennale delle opere pubbli- che sono previsti 1.650.000 euro per l’opera a cui an- dranno aggiunti ulteriori 750.000 euro. Spostando la scuola in un immobile di proprietà del Comune si ri- sparmieranno le somme oggi spese per mantenere due sedi della scuola pari a 74.300 euro annui. POLO SCOLASTICO DI VIA FERRI In risposta alla lettera che il presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi ha in- viato a tutti i Sindaci d'Italia per invitarli a segnalare una scuola bisognosa di ristrut- turazione e adeguamento, il Sindaco ha inoltrato a Pa- lazzo Chigi una scheda contenente le indicazioni tecniche del progetto di ri- strutturazione, ampliamento e la messa in sicurezza si- smica con efficientamento energetico del polo scolasti- co di via Luigi Ferri. Il polo comprende la scuola dell’infanzia e la scuola pri- maria "Nicola Miscia" e la scuola secondaria di primo grado "Alessandro Manzo- ni". Il progetto del Comune prevede la realizzazione di una serie di interventi di ade- guamento e miglioramento sismico su entrambi gli edifi- ci, l'ampliamento della scuola primaria per ricavare aule e laboratori e la realizzazione di un tunnel di collegamento fra i due edifici, la ristruttura- zione e l’ampliamento degli spazi interni della scuola "Manzoni" (sostituzione pavi- mentazioni, rifacimento ser- vizi igienici, dell'impianto elet- trico, integrazione dell'im- pianto antincendio, sostitu- zione serramenti interni ed esterni), la ristrutturazione degli spazi interni della scuo- la "N. Miscia" (sostituzione pavimentazioni, rifacimento servizi igienici, rifacimento impianto elettrico, integrazio- Lavori, progetti e finanziamenti per adeguare i plessi cittadini 4B.U.M. MAGGIO ‘14 Scuole riqualificate, studenti più sicuri
  • 5. Diciannovesimo anno di vita per il “Festival Ferré”, la rasse- gna dedicata a Léo Ferré, il poeta musicista legato da una bella storia di amicizia e di soli- darietà artistica alla città di San Benedetto del Tronto. La manifestazione, in pro- gramma dal 6 all’8 giugno per l’organizzazione del Centro “Léo Ferré” (direzione artistica Giuseppe Gennari, direzione operativa Maurizio Silvestri), sarà imperniata anche quest’anno su presenze di as- soluto prestigio del panorama culturale internazionale. Ci sarà la Med Free Orkestra (gruppo etnico emergente di 12 artisti a grande impatto scenico musical-folk). Sul palco del “Concordia” salirà poi Michel Hermon, rinomato cantante francese che ripro- porrà il mitico récital che Léo Ferré tenne nel ‘69 quando trionfò nel Teatro Bobino di Montparnasse, récital ripro- grammato quest’anno nello stesso teatro a Parigi. E anco- ra si esibirà il cantautore italia- no Mauro Ermanno Giovanar- di, ex-La Crus, tra i più intensi e avvincenti nel panorama at- tuale della canzone d’autore. Da gustare la presenza ma- gnetica e la voce suadente di Christiane Courvoisier in un suggestivo programma di canzoni poetiche in spagnolo e in francese e il trio di Enzo Nardi, primo vincitore del pre- mio Recanati, in un omaggio a Georges Moustaki, scom- parso lo scorso anno e al quale sarà assegnata la Targa Léo Ferré 2014. Gli artisti francesi saranno ac- compagnati da Christiane Courvoisier, magistrale piani- sta, e da Michel Glasko, vir- tuoso della fisarmonica. Mauro Ermanno Giovanardi sarà accompagnato da due tra i più rinomati e richiesti strumentisti italiani: Matteo Curallo alle tastiere e Paolo Milanese alla tromba. Durante la tradizionale confe- renza stampa con tavola ro- tonda che si terrà nella Sala della Poesia presso Palazzo Piacentini si esibirà il poeta at- tore Paolo Cristalli accompa- gnato alla chitarra da Stefano Di Matteo. Da segnalare che domenica 8 giugno alle 17, alla Palazzina Azzurra, sarà presentato il libro “Ferré e gli altri”. L’opera rac- conta, per scritti e immagini, la storia del Festival Ferré che da ormai 20 anni si tiene a San Benedetto del Tronto. Curato da Enrico De Angelis, respon- sabile artistico del Club Tenco, il libro è edito da NdA Press e distribuitointuttaItalia. B.U.M. MAGGIO ‘145 ne impianto antincendio, so- stituzione serramenti interni). Il costo stimato dell'operazio- ne è di 3.450.000 euro e i tempi previsti di ultimazione sono indicati in 30 mesi. Ora si attende di capire come vorrà muoversi il Governo per dare seguito all'impegno preso. LA MANUTENZIONE DEL PATRIMONIO SCOLASTI- CO. Ricordiamo che sono in corso di completamento le pratiche per l’ottenimento dei certificati di prevenzione in- cendi per tutti gli edifici scola- stici di competenza comuna- le e che alla ditta CPL Con- cordia è affidato il servizio di manutenzione ordinaria quinquennale per un importo complessivo di euro 521.000 + IVA. Alla stessa ditta è affi- data la manutenzione straor- dinaria degli edifici scolastici comunali con un ribasso d’asta del 35% sul prezziario della Regione Marche. “Festival Ferré” - 19a edizione
  • 6. 6B.U.M. MAGGIO ‘14 I NIDI “A SERVIZIO” DELLA CITTA’ Come si legge in questa pagina, è uscito il bando per l’iscrizione dei bambini fino ai tre anni ai nidi e alla sezio- ne “Primavera” per l’anno educativo 2014 - '15. Si rin- nova così l’impegno dell’Am- ministrazione comunale a fornire ai genitori risposte ai bisogni legati sia agli orari di funzionamento del servizio sia alle trasformazioni socio- economiche e occupazionali che stiamo vivendo. Per co- noscere meglio queste ne- cessità, nel modulo di iscri- zione quest’anno è stato in- serito un sintetico questiona- rio per capire se è possibile migliorare ulteriormente la ri- sposta del Comune, compa- tibilmente con l’organizzazio- ne del servizio e sempre nel rispetto della centralità del bambino. Si conferma poi l’iniziativa “I nidi aperti alla città” che, du- rante l’apertura del bando, consente ai genitori in giorni ed orari prestabiliti di visitare le strutture, conoscere il per- sonale e le attività proposte. IL MENU' Nell’anno che sta per chiu- dersi, per la prima volta ai genitori membri della Com- missione mensa - nidi è stata data l’occasione di pranzare un giorno al nido consumando così il pasto dei bambini. Grazie anche ai loro suggerimenti, è stato definito il nuovo menù, in vi- gore da settembre. Il tema dell'alimentazione nella prima e seconda infanzia sarà inoltre oggetto di una tavola rotonda, intitolata “La salute vien mangiando..”, in programma nella mattinata di sabato 24 maggio 2014 all’Auditorium comunale. In- terverranno esperti della nu- trizione che risponderanno alle domande degli interve- nuti. La cittadinanza tutta è invitata a partecipare. FONDI DALLA REGIONE PER LA “PRIMAVERA” San Benedetto del Tronto ha ottenuto un contributo re- gionale, il più alto tra tutti i 26 Comuni partecipanti al bando, per il funzionamento della Sezione Primavera che, lo ricordiamo, accoglie bimbi di età compresa tra i 24 e i 36 mesi ed è attiva presso la scuola dell'infanzia “A. Marchegiani” dell'ISC centro. Si tratta di quasi 15mila euro che serviranno ad integrare le risorse comu- nali destinate alla riduzione o all’esonero dal pagamento della retta per le famiglie meno abbienti. IL NIDO ESTIVO Presso il nido comunale “La Mongolfiera” di via Manzoni verrà attivato il “nido estivo” che funzionerà dal 1° al 31 luglio 2014 con un progetto pedagogico specifico. I geni-
  • 7. tori interessati verranno invi- tati ad un'assemblea di pre- sentazione. I PROGETTI EDUCATIVI DI FINE ANNO Il tema del “bello” è stato il filo conduttore della varie- gata gamma di attività edu- cative annuali con il ricono- scimento della commissio- ne nazionale italiana - Une- sco. Ma per le settimane di maggio e giugno sono an- cora tanti i progetti in cui saranno coinvolti i bimbi: “Quanto è bello leggere con mamma e papà...a casa..”, “Facciamo bello il nido..” e “Facciamo bello il nostro giardino” benefice- ranno oltretutto dei recenti acquisti di materiale ludico e di arredo. A tale proposito, hanno ulte- riormente impreziosito alcuni angoli delle strutture i manu- fatti artigianali (cuscini, cas- sepanche, oggettistica in legno decorata a mano) do- nati dalle sig.re Adelita e Maria Paola Carini di San Benedetto del Tronto a cui va il più sincero ringrazia- mento di operatori, genitori e bambini. “ARTE E MESTIERI” A cura dell’Università della terza età e del tempo libero UTES dal 10 al 28 maggio orario 10 -13 17-20 (lunedì chiuso) L’UTES propone un percor- so espositivo realizzato con l’ausilio di molteplici tecni- che espressive (fotografia, pittura, scultura) attraverso le quali gli autori narrano rappresentazioni figurative, ovvero paesaggistiche e na- turalistiche, ed espressioni storiche locali con lavori eseguiti con la tecnica del “tombolo” e la lavorazione della ceramica. “FESTA DEI BAMBINI” A cura dell’associazione Città dei Bambini dal 31 maggio al 5 giugno orario 10 -13 17 - 20 (lunedì chiuso) Anche quest’anno, com’è ormai consuetudine, a mag- gio prenderà il via la “Festa dei Bambini”, giunta alla sua 5° edizione. Gli elaborati del concorso “Se San Benedet- to fosse mia”, promosso nelle scuole dall’associazio- ne “Città dei Bambini”, ver- ranno esposti in Palazzina dal 31 Maggio al 6 giugno. Il 21 maggio alle 10, al teatro Concordia, ci sarà la pre- miazione del concorso se- guita da un dibattito sui temi evidenziati negli elabo- rati. Sempre in Palazzina Azzurra, nei week end dal 24 maggio al 15 giugno sono previsti spettacoli di animazione, musica dal vivo sempre con la partecipazio- ne attiva dei bambini, oltre ad eventi promossi con il contributo delle associazioni “Mamme del Piceno” e “Per mano”. In calendario al “Concordia” anche appunta- menti con la recitazione e la danza in collaborazione con l’Istituto S. Giovanni Batti- sta, la scuola Choreo- graphic Dance and Fitness e la Grace dance Studio. “SCULTURA VIVA” a cura dell’ass.“L’AltrArte” dal 7 al 14 giugno orario 10 -13 17 - 20 (lunedì chiuso) In esposizione i modelli delle sculture che gli artisti provenienti da tutto il mondo realizzeranno per arricchire il MAM - Museo d’Arte sul Mare. Un’iniziati- va pressoché unica in Italia è il collegato simposio inter- nazionale di artisti prove- nienti da tutto il mondo dedi- ti a modellare i massi che proteggono il molo sud del Porto di San Benedetto del Tronto trasformato in una galleria d’arte a cielo aperto. Le prossime mostre in PALAZZINA AZZURRA B.U.M. MAGGIO ‘147
  • 8. Anche quest’anno la Scuola seconda- ria di I° grado “Sacconi- Manzoni”dell’I.S.C. “Nord” ha organizza- to la “Giornata della prevenzione”. La scuola, infatti, rappresenta il luogo ideale per radicare la cultura della salute, intesa non come un insieme di norme astratte o prescrittive da rispettare, ma come pro- mozione di sani stili di vita. E’ proprio questo il messaggio veicolato con com- petenza e chiarezza dai cardiologi dott. M. Parato e dott. F. Pezzuoli e dalla nutri- zionista dott.ssa R. Fani nel Convegno del 2 aprile scorso presso l’Auditorium Comunale, presenti gli alunni, i docenti e la dirigente, prof.ssa Giuseppina Carosi. L’incontro ha avuto come obiettivo quello di potenziare nei ragazzi le “skills for life”, cioè quelle competenze utili per la vita allo scopo di prevenire alcune patologie quali l’obesità, il diabete, le malattie car- diovascolari anche grazie ad una equili- brata e sana alimentazione e ad una co- stante attività fisica. Se la prevenzione per essere efficace necessita di due presupposti basilari, il tempo e l’informazione, si può senz’altro affermare che l’ISC Nord ha scelto il tempo giusto, quello dei banchi di scuola e il veicolo informativo giusto, quello dei professionisti del mondo medico che hanno trasmesso messaggi semplici ma efficaci sul ruolo negativo di alcuni fattori di rischio per la salute. Per una prevenzione efficace è necessa- rio, infatti, che ciascuno faccia la propria parte secondo competenze e responsabi- lità e trovi il senso profondo del suo fare e del suo essere promotore di salute. E’ così che assume pieno significato la mas- sima “Prevenire è meglio che curare”. ISC Nord: PREVENZIONE TRAI BANCHI DI SCUOLA I ragazzi del Centro Diurno Socio Edu- cativo Riabilitativo “Cediser - L’Arco- baleno” e gli alunni dell’I.C. “Centro” hanno vissuto insieme momenti di inten- se emozioni grazie ad un progetto nato da un’idea di Raimondo Belleggia, diretto- re del “Cediser”, e dal dirigente scolastico dell’I.C. “Centro” Stefania Marini. La prima fase del progetto “Ceramica in- sieme” si è conclusa con l’allestimento dell’albero di Natale ed ha coinvolto i ra- gazzi del Centro e gli alunni della classe 5a B della scuola primaria “Armando Marchegiani”. I ragazzi sono stati i tutor degli alunni insegnando loro a lavorare l’argilla e questi hanno partecipato all’at- tività con curiosità ed entusiasmo. La seconda fase del progetto ha visto protagonisti gli alunni della 2a G della scuola secondaria di primo grado “Mario Curzi” che, in visita al centro, hanno la- vorato la ceramica realizzando il logo dell’I.C. Centro in bassorilievo insieme ad alcuni ospiti della struttura, hanno im- parato a tessere i tappeti nel grande te- laio e si sono cimentati nell’impasto e nella lavorazione dell’argilla per la realiz- zazione di piccoli oggetti. È stata un’esperienza molto positiva ben descritta dalle parole degli alunni. Lorenzo, un alunno della classe 5aB della “Marchegiani”, sostiene: “Questa esperienza mi ha fatto capire che que- ste persone nella loro diversità sono veramente speciali”. Federica, classe 2aG della “Curzi”, aggiunge: “È stata un’esperienza che mi ha fatto davvero capire quali sono le cose importanti della vita, visto che nella società di oggi è molto importante l’apparenza. Loro sono persone speciali, spontanee e sincere che riescono a trasmettere tutto l’affetto e la gioia che possiedono”. Cesider e I.S.C. Centro per il progetto “CERAMICAINSIEME” Per aver scritto e musicato un bellissi- mo brano in lingua francese, gli alunni Nicolò Tomassini, David Castelletti e Giacomo Mozzoni, iscritti alla classe 3E sezione musicale della scuola media dell’I.S.C. “Sud”, hanno vinto il primo premio del concorso 2014 “Franco+ In- novation” organizzato dal gruppo dei Capi delle Missioni Francofone a Roma e promosso dall’Ambasciata di Francia in Italia. Il 20 marzo scorso, nell’ambito della ce- rimonia di premiazione presso l’Institut Français di Roma, alla presenza di al- cuni ambasciatori di Paesi francofoni e del responsabile della promozione della lingua francese dell’Ambasciata di Francia, i ragazzi vincitori hanno ese- guito la loro canzone insieme al coro d'Istituto “Chantons Enfants” composto per l'occasione da Valentina Riad, Au- rora Di Battista, Gianmarco Massi, Giu- lia Maria Vanni, Chiara Veccia, Michela Stasio, Noemi Falaschetti, Sara Ferra- ra, Giulia Bettini, Alice Capecci, Arianna Camaioni, Daniel Pomili, Carla Di Mat- teo, Francesca Taglieri, Chiara Basto- ne, Sara De Michele, Emma Quéré, Ghizlan Riad. Arrivare primi tra oltre 200 canzoni par- tecipanti non può che incoraggiare l'Isti- tuto a proseguire nel prezioso lavoro di collaborazione artistica tra lingua france- se e musica, fiori all'occhiello (tra le tante altre preziose attività formative) del ISC “Sud”. Sull’evento anche un articolo online sul sito dell'Ambasciata francese per la pro- mozione della lingua: http://www.lepe- titjournal.com/rome/accueil/bre- ves/180442-dis-moi-dix-mots-les-lau- reats-2014-sur-scene Lingua francese e canto: L’I.S.C. Sud trionfa all'ambasciata di Francia 8 B.U.M. MAGGIO ‘14
  • 9. Dopo un anno di lavoro, ecco finalmente i risultati del mo- nitoraggio del torrente Ragnola svolti per verificare la qualità del corso idrico e soprattutto individuare eventuali criticità che potrebbero ripercuotersi sulla qualità delle acque di bal- neazione. L’operazione fa parte di un progetto triennale partito nel 2011 che ha visto la Polizia Municipale controllare i tre corsi d’acqua più importanti che attraversano la nostra città par- tendo dalla zona a nord: l’Albula, poi a sud il canale consor- tile in zona di Riserva Naturale Sentina e infine, lo scorso anno, il torrente Ragnola. Il progetto, concordato con l’Assessorato alle Politiche Am- bientali, è nato dalla volontà di effettuare un’approfondita in- dagine conoscitiva della qualità delle acque dei torrenti al fine di verificare lo stato dei luoghi ed individuare eventuali criticità da gestire. L’operazione sul torrente Ragnola è stata condotta dal Ser- vizio Tutela del Territorio della Polizia Locale guidata dal Cap. Giuseppe Brutti e composta dagli agenti Gianluca Massicci e Stefano Castelli con il supporto tecnico della ditta C.I.A. LAB srl e, in particolare, dei chimici Ernesto Cor- radetti e Gianluca Lelii e della biologa Laura Pepe, oltre che con la fattiva collaborazione del personale della CIIP spa. IL MONITORAGGIO I campionamenti del Ragnola sono iniziati il 30 gennaio 2013 e, con cadenza mensile, sono terminati il 19 dicembre 2013. Il programma di monitoraggio, svolto scegliendo le condizioni climatiche ottimali, vale a dire in assenza di preci- pitazioni atmosferiche, ha consentito di caratterizzare le acque durante l’arco delle stagioni. Il personale ha ripercor- so l’intero alveo del torrente georeferenziando tutte le im- missioni in alveo presenti, dalla foce all’ingresso sul territo- rio comunale. La scelta dei punti di campionamento è stata effettuata valutando le aree che potevano apparire più criti- che e rappresentative per il torrente stesso. I tre punti con- trollati sono stati: 1) Area a confine con il territorio del Comune di Montepran- done in Contrada Monte Aquilino; 2) Area sottostante il viadotto autostradale in prossimità della SS 16; 3) Area alla foce in Viale Rinascimento. Sono stati inoltre effettuati dei prelievi sulle acque che si im- mettono sul torrente e sono stati evidenziati i punti di immis- sione, caratterizzando gli stessi al fine di ricercare l’origine dello scarico. Nel complesso, sono stati censiti e georeferenziati 65 punti di immissione di acque nell’alveo, in larga parte riconducibili a condotte di acque meteoriche che sono state convogliate sull’alveo del Torrente. Nell’ambito dell’attività di monitoraggio, nel periodo giugno/ottobre, sono stati condotti rilievi anche alle foci dei due corsi d’acqua monitorati negli anni precedenti, ovvero Albula e Canale Consortile, non rilevando particolari incon- venienti ambientali. 10B.U.M. MAGGIO ‘14 MONITORAGGIO DEL TORRENT
  • 10. LE CONDIZIONI DI SVOLGIMENTO DEL LAVORO Non poche sono state le difficoltà nel condurre le attività di prelievo. L’alveo del torrente si è presentato spesso costel- lato da rifiuti di vario genere, arbusti e vegetazione rigoglio- sa. Il 31 gennaio 2014 è stato rinvenuto, abbandonato sull’argine nord, un contenitore in plastica con all’interno circa 60 litri di idrocarburi, presumibilmente gasolio per au- totrazione. La rimozione del contenitore ha scongiurato un potenziale rischio di inquinamento delle acque del torrente e dello specchio di mare antistante la foce. Un particolare problema riscontrato è stato quello del disse- sto degli argini nel tratto compreso tra la sede della Pice- nambiente s.p.a. ed il confine ovest del nostro Comune. Tale criticità si è puntualmente aggravata in occasione di piogge significative. In virtù delle ridotte dimensioni dell’alveo, in presenza di condizioni climatiche avverse, si potrebbero verificare potenziali effetti “diga”, aumentando in tal modo il rischio idrogeologico. A tale proposito, si è in at- tesa della messa a disposizione di un finanziamento asse- gnato dalla Regione per dare i lavori di risanamento. LE PROBLEMATICHE EMERSE Durante il periodo del monitoraggio, grazie al prezioso con- tributo dei tecnici della CIIP, sono stati rilevati episodi di sca- richi, occasionali e no, con immissione di reflui inquinanti. Gli stessi sono stati prontamente segnalati e, ove possibile, sono stati apportati immediati correttivi volti a risolvere il pro- blema. Sotto questo profilo è bene sottolineare ancora una volta l’importanza dell’attività di prevenzione ed il ruolo fon- damentale che a tal fine possono giocare i cittadini i quali, con le proprie segnalazioni agli organi di vigilanza, possono costituire il miglior strumento di controllo e salvaguardia del bene comune rappresentato dalla qualità delle acque dei torrenti e del tratto di mare prospiciente le foci. Nella relazione conclusiva del progetto si rileva, inoltre, la mancanza di una condotta fognaria in Contrada Monte Aquilino a servizio delle tante abitazioni sparse e delle atti- vità agricole, non servite dal sistema di depurazione, che caratterizzano il tratto ad ovest della SS 16 dell’asta fluviale. E’ stata poi sottolineata la necessità di effettuare un censi- mento degli scarichi fognari, finalizzato all’eventuale dota- zione di fosse Imhoff e di sistemi di abbattimento degli scari- chi inquinanti. In tali zone, incluse quelle fuori dal territorio comunale, si auspica che siano realizzate opere fognarie per ridurre il carico inquinante. Risulta trascurabile l’impatto antropico prodotto dal passaggio delle acque in aree urba- nizzate ad est della SS 16 che non determinano particolari problematiche. In sostanza, al fine di ottenere una migliore qualità delle acque superficiali del Torrente Ragnola, è opportuno e ne- cessario intervenire soprattutto nei tratti di torrente che inte- ressano i territori limitrofi. Al di là di queste pur innegabili criticità che verranno affron- tate nell’immediato futuro, i risultati complessivi sono abba- stanza confortanti; non sono emersi infatti particolari proble- mi legati alla presenza di sostanze pericolose provenienti da scarichi industriali. Sul sito del Comune, nell’area tematica “Ambiente”, è di- sponibile il testo integrale delle conclusioni del lavoro men- tre presso il Comando della Polizia Locale sono consultabili i rapporti di prova del monitoraggio delle acque. 11 B.U.M. MAGGIO ‘14 NTE RAGNOLA, ecco i risultati
  • 11. 12B.U.M. MAGGIO ‘14 E’stato pubblicato il bando per la con- cessione di lotti di terra di circa 75 metri quadri ciascuno in zona SS. Annunzia- ta (quartiere Agraria, vicino all’area del futuro campo del rugby) da destinare a “Orti per anziani. Gli interessati devono presentare appo- sita domanda entro il giovedì 29 mag- gio 2014, utilizzando l’apposito modello disponibile presso l’Ufficio relazioni con il Pubblico (piano terra del Municipio) o nel sito www.comunesbt.it alla voce “Bandi di gara” (sezione “Avvisi pubbli- ci” dov'è disponibile la documentazione integrale) allegando fotocopia fronte- retro di un documento d’identità valido. La domanda potrà essere trasmessa a mezzo PEC, raccomandata con ricevu- ta di ritorno o consegnata a mano pres- so l’ufficio del Protocollo Generale al piano terra della sede comunale di viale De Gasperi. REQUISITI DI ACCESSO Per accedere alla procedura di asse- gnazione occorre: • essere residenti nel Comune di San Benedetto del Tronto; • non aver riportato condanne penali per reati gravi contro lo Stato, la Pubbli- ca Amministrazione e l’ambiente; • avere compiuto, al momento della presentazione della domanda, 67 anni; • dichiarare il valore del proprio Indica- tore della Situazione Economica Equi- valente (ISEE) riferito ai redditi dell’anno 2013; • non avere la proprietà, il possesso o la disponibilità di altri “appezzamenti di terreno coltivabile” nel territorio comu- nale e nei comuni limitrofi; • trovarsi nello stato di inoccupato; • essere in grado di coltivare personal- mente l’orto; • non aver ottenuto per sé o per altro componente del nucleo familiare un altro orto urbano. LA GRADUATORIA La graduatoria sarà formulata sulla base dell’età del richiedente, della fa- scia ISEE in cui si colloca il reddito fa- miliare, del numero dei componenti il nucleo familiare. DURATA La durata di questa prima concessione sarà di anni 5 + 2. Le successive asse- gnazioni avranno comunque durata quinquennale. ALTRE INFORMAZIONI Per informazioni rivolgersi al Servizio aree verdi e qualità urbana (tel. 0735 794315/316, mail camelil@comune- sbt.it) o all’Ufficio Relazioni con il Pub- blico (0735/794555 - e mail urp@co- munesbt.it) Si assegnano orti per anziani in zona SS. Annunziata 17-18 maggio Campionati Nazionali Individuali di Subbuteo Palasport B. Speca A cura della F.i.s.c.t. 24 maggio Ser. Barissima Saggio di Kung Fu Palasport B. Speca A cura della Ser.Bar 24-25 maggio Vespa Raduno Nazionale Piazza Giorgini AcuradiVespaClub Sambenedettese Dal 31 maggio al 2 giugno Finali del Campionato Nazionale di Pallacanestro Under 14 e Under 17 Palestra Polivalente Agraria Centro sportivo "S.D'Angelo" AcuradelloC.S.E.N. 7-8 giugno StageinternazionalediKarate Palasport B. Speca A cura di Asd Body&Soul 14 giugno Saggio di ginnastica ritmica Palasport B. Speca A cura di Asd Progetto Ritmica San Benedetto GLI APPUNTAMENTI SPORTIVI DI MAGGIO E GIUGNO Torna il grande Beach Soccer. Dopo la Euro Win- ners Cup ed il campionato italiano di serie A dello scorso anno, San Bene- detto del Tronto ospiterà le fasi finali per l'assegnazio- ne della Coppa Italia, trofeo attualmente detenuto dalla Sambenedettese Beach soccer. Da 29 maggio al 1 giugno prossimi, presso la "Beach Arena" dell'area ex camping, le 16 migliori formazioni d'Italia si sfideranno in 4 gironi all'italiana. Le prime due di ciascun gi- rone si qualificheranno per i turni successivi, fino ad arrivare alla finale di domenica 1 giu- gno 2014. Festa finale per “GIOCOSPORT” Si conclude mercoledì 4 giugno con la festa di fine anno il progetto "Giocosport" giunto all'ottava edizione e che ha coinvolto nel corso dell'anno scolastico 2013/2014 gli alunni delle scuole primarie di San Benedet- to del Tronto grazie alla consolidata collabo- razione tra Comune di San Benedetto del Tronto e Coni. Location della manifestazione sarà la Beach Arena. Gli alunni delle classi quinte, accompagnati dagli istrutto- ri del CONI, avranno la possibilità di cimentarsi in discipline sportive e svaghi quali beach volley, beach rugby, handball, fresbee nella versione "ultimate", bocce, vela su simulatore, pesca sportiva dalla riva e giochi tradizionali quali il tiro alla fune, aquilone e realizzazione della pista per le biglie. Novità dell'edizione di quest'anno del proget- to "Giocosport" è stata la realizzazione del "Diario dello Sport", strumento volto a miglio- rare il lavoro degli istruttori e degli alunni contenente informazioni sul mondo della pratica sportiva, della corretta alimentazione e spazi per riflessione destinati ai ragazzi. BEACH SOCCER, a San Benedetto la Coppa Italia
  • 12. La 18^ edizione di Scul- tura Viva, il Simposio in- ternazionale di scultura e pittura murale che ha già regalato al MAM, Museo d'Arte sul Mare, di San Benedetto del Tronto, oltre 140 stupende opere create da 130 artisti pro- venienti da ogni parte del mondo, prenderà il via sa- bato 7 giugno e si conclu- derà sabato 14. Come sempre, il Simposio avrà due sezioni, una de- dicata alla scultura, che si svolgerà lungo il primo tratto del molo sud e l'altra dedicata alla pittura mura- le, che invece si svolgerà lungo il suo terzo ed ulti- mo tratto. Gli scultori saranno quat- tro ed esattamente Ho- young, Him della Corea del Sud, Dana O'Donnell della California (USA), l'i- taliano Francesco Maz- zotta ed il sambenedette- se Elia Orrù. I quattro pittori muralisti, meglio conosciuti come street artists, saranno in- vece gli spagnoli R.Tri- gueros (Mr.Chapu) e An- tonio Segura Donat (Dulk), l'italiano ZED1e la sambenedettese Grazia Carminucci. Sono due le novità di que- st'anno. La prima è data dal fatto che i due artisti spagnoli realizzeranno in- sieme un unico murale di 2 metri di altezza per 12 metri di lunghezza. La se- conda dal fatto che i due artisti sambenedettesi, Grazia Carminucci ed Elia Orrù, sono madre e figlio. Come nelle precedenti edizioni, parallelamente all'estemporanea, che vedrà impegnati gli artisti dal 7 al 14 giugno, il Sim- posio sarà caratterizzato da altri due importanti eventi collaterali. Dal 7 al 14 giugno si terrà alla Palazzina Azzurra la Mostra delle opere degli artisti partecipanti a Scul- tura Viva e l'11 giugno, alle 21,30, si potrà assi- stere al molo sud, presso il monumento al gabbiano Jonathan, al concerto jazz di Giacinto Cistola. Un appuntamento impor- tante sarà quello di sabato 14 Giugno alle 19, con la cerimonia di chiusura del Simposio durante la quale al MAM - Molo sud, gli ar- tisti presenteranno alla città le opere realizzate. La realizzazione della 18^ edizione di Scultura Viva sarà possibile grazie al suo totale finanziamento da parte del Comune di San Benedetto del Tronto, alla collaborazione della Capitaneria di Porto, del- l'Associazione Albergatori “Riviera delle Palme”, che ospiterà gli artisti, della ditta “Elettropneumatica”, che fornirà la tecnologia per la produzione dell'aria compressa e grazie anche al contributo eco- nomico della Banca del- l'Adriatico e del Lions Club San Benedetto del Tronto Host. Un ringraziamento parti- colare va rivolto inoltre alle ditta Edilware, Tutto- colori e Morganti Service per il loro importante e storico aiuto. 13 B.U.M. MAGGIO ‘14 Torna Scultura Viva, ecco il 18° Simposio internazionale
  • 13. Nell’autunno del 1930 i fratelli Pasqua- le e Giuseppe Fanesi, unitamente a Luigi Urriani, loro cognato, decisero di trasferirsi a Porto Corsini (Ravenna) perché la zona nota come i “Fossi” era più pescosa rispetto ad altre. Con loro partirono anche le rispettive mogli e figli. Per la pesca quotidiana i tre si spingevano anche a Porto Garibaldi e fino al Po di Pila mentre le rimesse itti- che venivano commercializzate al mercato di Marina di Ravenna. Que- sto primo trasferimento in Romagna fu molto breve, appena un anno, ma senz’altro molto utile per entrare in contatto con un’altra realtà marinara: Cesenatico. La marineria cesenaticense subì, nel corso dell’ottocento, un primo sviluppo peschereccio grazie all’immigrazione di famiglie chioggiotte con i loro “bra- gozzi” (imbarcazioni corrispondenti ai nostri “papagnotti”) e, successivamen- te, di pescatori del delta padano, so- prattutto goresi. Ma fu il trasferimento di famiglie sambenedettesi, a partire dai primissimi anni trenta del novecen- to, con l’introduzione dei primi moto- pescherecci, a rappresentare il punto di svolta nell’epocale passaggio dalla pesca a vela a quella a motore. La marineria di Cesenatico può, quindi, essere considerata come la felice sin- tesi di due culture di antica tradizione peschereccia, quali quella veneto-pa- dana e quella sambenedettese. I sambenedettesi trasferitisi a Cesena- tico venivano identificati e chiamati dapprima, forse con un’accezione ne- gativa, “frangin” per il modo dialettale che avevano di pronunciare il nome “Francesco” (Frangì), e se i primi tempi furono senza dubbio difficoltosi, poi l’integrazione nel tessuto sociale del porto-canale fu felice e proficua. L’inizio della migrazione sambenedet- tese può datarsi ai primi di marzo del 1933, quando Giuseppe Fanesi con sua moglie Annunziata Urriani e i figli Vincenzo, Pasqualina, Bice, Maria, Antonietta e Doria, nati un po’ qua e un po’ là tra Porto Venere, San Bene- detto e Fiume, si trasferirono definiti- vamente a Cesenatico con il pesche- reccio “Vincenzo”, acquistato dai fra- telli Poliandri e trasformato in motope- schereccio nel 1935 a Portocivitanova con l’impianto di un motore da 50 Hp. Nel marzo del 1934 anche Pasquale Fanesi con Franceschina Urriani, sua moglie, e i figli Vincenzo, Alfredo, Giu- seppe, Antonio, Maria e Dionisia, partì per Cesenatico. (foto 1) Nel 1932 torna a San Benedetto del Tronto da Viareggio, dove risiedeva già da un po’, Luigi Palestini, marito di Francesca Romani. La giovane cop- pia, dopo la nascita dei primi quattro dei suoi nove figli, decise nel 1937 di emigrare a Cesenatico con il motope- schereccio di famiglia, il “Belvedere”. (foto 2) A Cesenatico, Luigi fu uno dei soci fondatori della cooperativa “Casa del Pescatore”, di cui poi suo figlio Pietro è stato per molti anni direttore (attual- mente ricopre l’incarico di presidente del “Consorzio gestione molluschi”). Successivamente anche Gioacchino Romani, fratello di Francesca, fece qualche campagna di pesca a Cese- natico ma poi preferì tornare a San Benedetto. Nell’ottobre del 1939 Luigi Urriani, con la moglie Emma Liberati e con i figli Mario, classe 1920, e Alfredo, classe 1926, rag- giungerà i cognati Fanesi. (foto 3) Sempre nell’otto- bre del 1939 sarà Antonio Fanesi, cugino dei Fanesi di cui sopra, a prendere dimora a Cesenatico e, nel giro di un paio d’anni, sarà raggiunto da suo fratello Francesco (che sposerà nel 1951 Dio- nisia Fanesi) e nel 1950 da suo padre Luigi. Sul finire del 1939, Antonio Carfagna - armatore de “I due fratelli”, una vec- chia barca armata nel 1924 a Molfetta ed acquistata da Domenico Palestini nel 1937 - con Vittoria Bruni, sua mo- glie, partì per Cesenatico e nel gen- naio del 1950 sarà raggiunto da sua sorella Cesira e da suo nipote Carlo. Dopo “I due fratelli” Antonio Carfagna acquista il m/p “Giovannina” e poi il “S. Pietro” costruito nel cantiere Ancone- tani di Portocivitanova. (foto 4) Uno dei figli di Antonio Carfagna, Giu- seppe, nel 1969 sposerà a Cesenati- 1 14B.U.M. MAGGIO ‘14 ROTTA VERSO CESENATICO di Giuseppe Merlini 2 3
  • 14. co Antonietta Palestini, figlia del Luigi di cui sopra. Nel 1954 sarà Teresa Fanesi, (foto 5) vedova dal dicembre del 1925 di Alfre- do Urriani (classe 1886), ad emigrare a Cesenatico perché lì risiedevano quattro dei suoi sei figli che avevano già da tempo raggiunto zii e cugini: dal 1941 Annunziata, moglie di Aldo Ge- nestreti, meccanico navale nativo di Rimini, dal 1942 Beatrice, moglie del sambenedettese Alessandro Guidotti, dal 1944 Virginia (detta Albertina), an- data in moglie al cesenaticense Fran- co Pagan e dal 1952 Dionisio con sua moglie Adele Caselli, armatore del “Marino Padre”, ex “Tigre”, motope- schereccio costruito nel 1935 dal can- tiere dei Canaletti di Portocivitanova. Dionisio, con moglie e figli, perduta una “r” e divenuti Uriani per mero erro- re di trascrizione, tornarono a San Be- nedetto nel 1958. Alessandro Guidotti fu armatore del “Pier Luisa” e i suoi figli acquisteranno per la pesca con la volante il “Raimondo Vincenzo” e vare- ranno poi il “Saccò Padre” in onore al soprannome di fami- glia. I rapporti con San Benedetto furono comunque sempre costanti e, in un continuo andare e venire, per attività pescherecce, per rapporti familiari o di amicizia altri sambe- nedettesi decisero di trasferirsi a Cesenatico. Le due sorelle Pasqualina e Maria Fanesi sposarono rispettivamente i due fratelli Antonio (foto 6) e Benedetto Romani mentre Bice, altra sorella, andò in sposa a Fe- derico Papetti. (foto 7) I due fratelli Romani, nell’aprile del 1939, unitamente al cognato Papetti, presero residenza a Cesenatico. Pure Isolina Romani, sorella di Antonio e Benedetto, con suo marito Benedetto Palma e i figli Eraldo, Franco, Leda e Luciano, partirono per Cesenatico nel 1939 dove poi nacquero Adriana, Te- resa, Michele e Giuseppina. (foto 8) Anche Giuseppe Romani e Carmelita- na Patrizi, genitori di Antonio, Bene- detto e Isolina, emigrarono per Cese- natico. Lì i Romani e i Palma con il motopeschereccio “S. Gabriele S. An- tonio”, costruito in quercia nel 1934 e montante un motore tedesco di 50 Hp, pescavano fin sotto Venezia e sull’estuario del Po si dedicavano alla pesca dello storione. A Cesenatico, durante l’occupazione tedesca dopo l’8 settembre, il “S. Ga- briele S. Antonio” venne affondato dagli occupanti assieme ad altre im- barcazioni per ostruire l’imbocco del canale ma poi grazie ad una mareg- giata venne recuperato. Benedetto Palma, nell’immediato dopoguerra, a causa la penuria di pesce in Adriatico, decise di tentare la pesca nel Tirreno. Acquistata la totalità dei carati, i Palma con il “S. Gabriele S. Antonio” nel 1948 fecero definitivamente il periplo della penisola per raggiungere a Via- reggio i parenti Patrizi e qui si stabiliro- no. A Viareggio Franco Palma, che era nato a San Benedetto nel 1934, all’età di diciotto anni scrisse il libro “I Burdel: i ragazzi” che, non solo nel ti- tolo, rimanda agli anni giovanili vissuti 4 5 6 7 15 B.U.M. MAGGIO ‘14 8
  • 15. proprio a Cesenatico. Qualche anno dopo, durante una visita a Cesenatico, Franco sottopose al giudizio del cele- bre letterato cesenaticense Marino Moretti la sua monografia ma sarà solo nel 1979 che, per gli editori Trevi, riuscì a darlo alle stampe. A Cesenatico i fratelli Romani con il cognato Federico Papetti e l’altro co- gnato Vincenzo Fanesi (classe 1912), vararono nel 1954 il “Padre Pio” e, successivamente, quest’ultimo varerà da solo il “Relampago”. Nel 1948 Vin- cenzo Fanesi (classe 1912) era torna- to per contrarre matrimonio con la sambenedettese Domenica Lattanzi e, nello stesso anno, anche Giuseppe Fanesi, suo cugino, sposa Anelide Guerrini originaria di Morrovalle. A Ce- senatico Giuseppe ed Anelide, tra i di- versi figli, hanno avuto anche Pasqua- le, noto calciatore che, nel ruolo di di- fensore, ha giocato nel Cesena, nell’Udinese, nel Padova, nel Foggia. Mentre Alfredo Fanesi sposerà a Via- reggio Serafina Fanesi, una sua lonta- na parente, discendente di quei sam- benedettesi trasferitisi tra il mar Tirre- no e il mar Ligure, che porterà poi a vi- vere a Cesenatico, suo cugino Mario Urriani sposerà Adriana Fanesi, sorel- la di Serafina, mentre Vincenzo Fane- si (classe 1905), soprannominato “acqua e zucchero”, tornerà definitiva- mente a San Benedetto a seguito del matrimonio contratto con Ida Marsili. Nel 1954 i fratelli Alfredo, Antonio, Giuseppe e Dionisia Fanesi acquista- rono dai fratelli Merlini di San Bene- detto del Tronto la “Nuova Rosina” (foto 9), motopeschereccio costruito nel 1937 a Portocivitanova da Rugge- ro Santini con motore diesel quattro tempi “Deutsche Werke” che, quan- do terminò la sua funzione di barca peschereccia, fu dapprima barca ap- poggio per sommozzatori dell’AGIP a Ravenna e poi, quando venne disar- mata e trasformata in unità da dipor- to, trasferita in altro porto ed utilizza- ta per gite turistiche. Vararono quindi “L’Oriule”, motopeschereccio che ri- manda, almeno nella denominazio- ne, all’arcipelago croato, luogo di pesca della marineria sambe- nedettese. Sul finire degli anni cinquanta del novecento Pasqualina Fa- nesi, moglie di Antonio Romani, decise di affittare la sua casa a delle suore che la tramutarono in “Pensione Gioiosa” mentre lei, durante il periodo estivo, con marito e figli si ritirava nel “bassacomodo”, una casetta accanto alla grande casa di fa- miglia. Pasqualina capì che quella scelta poteva essere una nuova e ulteriore fonte di gua- dagno e così, con il cambio di destina- zione d’uso, inaugurò la “Pensione Carmen”. Stessa cosa fecero le sue sorelle Beatrice, sposata Papetti, con la “Pensione Mezza Luna”, e Maria, sposata con Benedetto Romani, con la Pensione “Villa Pia”. Così, mentre gli uomini erano in mare, la restante parte della famiglia poteva dedicarsi alle gestione della propria pensione. Gli altri fratelli di queste prime imprenditrici turisti- che sambenedettesi a Ce- senatico e cioè Vincenzo, Diana e Doria, divennero proprietari dell’Hotel “Mon- dial” mentre le cugine Maria e Dionisia Fanesi di- vennero proprietarie dei ri- nomati “Bagni Ferrara”. Dopo il matrimonio con- tratto a Cesenatico nell’ot- tobre del 1960 con il sam- benedettese Antonio Par- megiani, Doria Fanesi, la più giovane dei figli di Pa- squale e Annun- ziata, torna a vi- vere a San Bene- detto così come i suoi nipoti Car- men, Sara e Giu- seppe, chi prima e chi dopo, e per ultima sua sorella Pa- squalina. Nel marzo del 1960, per esi- genze lavorative, Saverio Fi- scaletti - ramo Sparrò - con moglie e figli si trasferisce a Marina di Ravenna dove erano già emigrati, dopo essere stati sia a Via- reggio, sia a Lussingrande che ad Abbazia in Croazia, Pietro Papetti, suo zio materno, con i suoi figli. Con l’improvvisa morte di Mario Urria- ni, avvenuta nel febbraio del 1961, suo fratello Alfredo, che nel 1954 aveva sposato a San Benedetto Fran- cesca Scipioni, chiama a Cesenatico per lavorare sul “Mario Alfredo”, (foto 10) il cognato motorista Luigi Scipioni che, fino a quel momento, a parte qualche imbarco a San Benedetto era sempre stato a pescare a Lampedu- sa. Luigi Scipioni viveva in casa di suo cognato Alfredo fino a quando non de- cise di prendere moglie nell’aprile del 1964 a San Benedetto e tornare a Ce- senatico per andare ad abitare in casa della sambenedettese Cesira Carfa- gna. Nell’estate del 1965, l’incontro fortuito a Fano con Saverio Merlini, che gli offrì un posto da motorista a San Benedetto, riporta giù Luigi con la giovane moglie Giuseppina e la figlia primogenita. Alfredo Urriani con la moglie Francesca e i cinque figli torna- no invece nell’ottobre del 1965. Ultima ad emigrare rimane, in ordine di tempo, Vittoria Voltattorni, zia ma- terna di Adriana e Serafina Fanesi che, nel 1986, raggiunge le nipoti alla bella età di 82 anni. Evidentemente l’aria di Cesenatico deve averle fatto bene, dal momento che è morta nel 2003 all’età di 99 anni. (foto 11) 11 9 10 16B.U.M. MAGGIO ‘14
  • 16. 17 B.U.M. MAGGIO ‘14 Martedì 6 maggio ore 15.30 Si legge Italo Calvino - Calvino e il cinema. Da “Gli amori difficili: L’avventura di un soldato” realizzazione cinematografica di Nino Manfredi. Il cavaliere inesistente nell’ottica di Pino Zac Programma di invito alla lettura a cura della prof.ssa Anna Maria Vitale Giovedì 8 maggio ore 16.30 Laboratorio in inglese per bambini Incontri ludico-educativi rigorosamente in lingua a cura della Helen Doron School of English di San Benedetto del Tronto. Prenotazione obbligatoria Venerdì 9 maggio ore 17 Letture animate e laboratori creativi “Cuore di mamma” Animazione di storie e laboratori creativi per bambini dai 3 agli 8 anni a cura di Daniela Traini con la collaborazione dei lettori volontari civici. Prenotazione obbligatoria Mercoledì 14 maggio ore 17 Leggiamo le immagini Incontri sull’utilizzo della luce naturale e della luce artificiale in fotografia a cura del Fotocineclub Sambenedettese BFI Giovedì 22 maggio ore 16.30 Laboratorio in inglese per bambini Incontri ludico-educativi rigorosamente in lingua a cura della Helen Doron School of English di San Benedetto del Tronto. Prenotazione obbligatoria Sabato 24 maggio ore 10 Progetto Nati per Leggere Incontro informativo con i genitori a cura della dott.ssa Aurora Bottiglieri, Pediatra ACP e Fimp. Prenotazione obbligatoria. Sabato 24 maggio ore 10.30 In biblioteca con mamma e papà “Mammamia” Letture ad alta voce Nati per Leggere per bambini da 6 mesi a 6 anni a cura di Daniela Traini con la collaborazione dei lettori volontari civici. Prenotazione obbligatoria Mercoledì 28 maggio ore 17 Leggiamo le immagini Incontri sull’applicazione di software per il ritocco fotografico a cura del Fotocineclub Sambenedettese BFI Venerdì 30 maggio ore 18 Presentazione del volume “SAMBASKET 1935: storia della pallacanestro a San Benedetto del Tronto” di Massimo di Sabatino con la collaborazione di Paolo Tartaglini e Domenico Ulissi. Tutti gli appuntamenti si svolgono presso la sede della Biblioteca “G. Lesca” e sono ad ingresso libero. Per informazioni e prenotazioni: tel. 0735.794701-704 e-mail: biblioteca@comunesbt.it www.bibliotecalesca.wordpress.com IL MAGGIO DEI LIBRI: primavera della lettura Anche quest’anno la Biblioteca Lesca aderisce alla Campagna nazionale di promozione della lettura Il Maggio dei Libri: Leggere fa crescere, nata nel 2011 con l’obiettivo di sottolineare il valore so- ciale della lettura come elemento chiave della crescita personale, culturale e civile. La campagna, promossa dal Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e in collaborazione con l’As- sociazione Italiana Editori, è iniziata il 23 aprile scorso in coincidenza con la Gior- nata mondiale del libro e del diritto d’auto- re promossa dall’UNESCO e durerà fino alla fine di maggio. Oltre agli appuntamenti già previsti per lo stesso periodo dal calendario di attività della biblioteca, sono state inserite “in cartellone” nuove iniziative tutte visibili nella banca dati nazionale del sito www.ilmaggiodeilibri.it. Di seguito le date relative agli incontri del mese di maggio: Il Comune di San Benedetto del Tronto aderisce alla sesta edizione di “GRAND TOUR MUSEI 2014”, che si svolge nei giorni 17 e 18 maggio 2014. Si tratta di un viaggio alla scoperta del patrimonio culturale delle Marche in un weekend speciale che uni- sce due eventi internazionali: la Giornata Internazionale dei Musei e la Notte dei Musei. L’evento è promosso dalla Regione Marche con il Coor- dinamento regionale Marche di ICOM Italia e in collabora- zione con la Direzione Regio- nale per i Beni Culturali e Paesaggistici delle Marche - MIBAC e si svolge nell’ambi- to del Festival dei Musei delle Marche Happy Museum. Si prevede l’apertura straordi- naria del Polo Museale “Museo del Mare” nei giorni 17 maggio (dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 1.00) e 18 maggio (dalle 10 alle 20). Di seguito il programma della manifestazione: Sabato 17 maggio ore 17 Museo della Civiltà Marinara delle Marche (Banchina di riva nord "Malfizia" - Porto) Piccolo funaio Il sentiero dei funai, la collezione espositiva e i documenti a disposizione dei più piccoli. In collabora- zione con ex funai e retare, accompagnamento musicale con organetto. Aperitivo. Ore 21 - Pinacoteca del Mare (Palazzo Piacentini) Teatro al Museo: le opere raccontano il mondo del mare La storia marinara e tu- ristica della città raccontata attraverso le opere pittoriche delle Pinacoteca. In collabo- razione con il "Circolo dei Sambenedettesi" e la "Ribal- ta Picena". Ore 22,30 - Sala della Poesia (Palazzo Piacentini) Collezione di note Esecuzio- ne di brani musicali con gli strumenti della collezione liu- taia. In collaborazione con "I Solisti Piceni" e l'Istituto musi- cale “A. Vivaldi". Degustazioni. Domenica 18 maggio ore 17 Museo Ittico "Augusto Ca- priotti" (Banchina di riva nord "Malfizia" - Porto) Un mare di leggende: i mo- stri marini Racconti fantastici legati al mondo sommerso. In collaborazione con l'Asso- ciazione "Museo Ittico A. Ca- priotti". Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero. Per infor- mazioni tel. 393 8925708 o consultare: museodelma- re@comunesbt.it info.oikos@libero.it musei@comunesbt.it www.musei.marche.it www.comunesbt.it www.museodelmaresbt.it Il programma racchiude la “Notte dei Musei” e la “Giornata Internazionale dei Musei” Ecco il “Grand Tour Musei 2014”
  • 17. Saranno accessibili a tutti due delle sei altane utilizzate per l'avvistamento dell’avifau- na nella Riserva Naturale Re- gionale Sentina. Sono stati realizzati i lavori di adegua- mento per rendere percorribili con carrozzine le strutture in legno e canne installate in prossimità dei laghetti artificia- li e utilizzate dagli appassio- nati di birdwatching. Questo è il primo di una serie di interventi previsti in un progetto molto più ampio che sarà rea- lizzato a stralci tra il 2014 e il 2015 grazie ad un cofinanzia- mento regionale di 56.250 euro derivante dal bando “Sentieri per Tutti” finalizzato a creare percorsi pedonali senza barrie- re e alla redazione di un “Cata- sto della Rete escursionistica marchigiana”. Il percorso progettato parte in prossimità del realizzando sottopasso ferroviario di San Giovanni, nella zona sud della Riserva, prosegue parallela- mente a via Brodolini con un tratto alternativo che giunge al centro visite che si allestirà alla Torre sul Porto. Da questo tratto principale si dirameranno due altri percorsi per arrivare a due altane di avvistamento localizzate a nord e a sud della riserva, ap- punto quelle con le rampe per l’accesso alle postazioni di avvistamento. E’ prevista anche la realizzazione di par- cheggi per portatori di handi- cap, il posizionamento di ap- posita segnaletica e la realiz- zazione di un servizio igienico accessibile ai disabili. La parte più consistente del- l'intervento, oggi ancora in fase di progettazione esecuti- va, renderà ancor più fruibile l’area ampliando la platea dei potenziali visitatori a coloro che normalmente non potreb- bero essere ospiti della Riser- va Naturale. A progetto ulti- mato, turisti e residenti po- tranno godere senza impedi- menti delle bellezze floro - faunistiche della Sentina che il Comitato di Gestione, in col- laborazione con il Centro di Educazione Ambientale “Torre sul Porto”, custodisce. deliberedeliberedeliberedeliberedeliberedeliberedeliberedeliberedeliberedeliberedeliberedeliberedeliberedelibere Elenco delle deliberazioni pubbli- cate in Albo pretorio nel mese di marzo 2014 GIUNTA COMUNALE 30 Piano nazionale di Edilizia abita- tiva approvato con D.P.C.M. 16 lu- glio 2009 - Protocollo di intesa ERAP di Ascoli Piceno/Comune di San Benedetto del Tronto - PIPER- RU “SS. Annunziata” - Rimodulazio- ne quadro economico n. 2 31 Approvazione progetto prelimi- nare “Spiaggia libera tutti” per la realizzazione di una spiaggia ac- cessibile dotata di servizi ed attrez- zature in v.le Europa - Spiaggia li- bera n.14. 32 Nomina componenti esterni Co- mitato comunale delle arti visive e approvazione programma attività espositive Palazzina Azzurra perio- do dal 08/03/2014 al 27/03/2014 33 Corsa ciclistica Tirreno - Adriati- co 2014. Approvazione programma e destinazione risorse 34 Distretto culturale evoluto del Pi- ceno. Il design come motore di valo- rizzazione e innovazione dei patri- moni culturali del bello, del buono e del ben fatto. Adesione e approva- zione progetto. 35 Adesione al partenariato per il progetto “Erasmus Plus ka1 - Vet learner and staff mobility: skype - skills: a key for young people” 36 Parziale modifica della struttura organizzativa. 37 Nomina commissione di disciplina 38 Modifiche ed integrazioni al rego- lamento “Indirizzi per l'applicazione di disposizioni in materia di assun- zione e per la gestione degli uffici, servizi e settori” 39 Istituzione del Centro del riuso comunale di San Benedetto del Tronto sulla base del modello PRI- SCA (progetto pilota di riutilizzo su scala a partire dal flusso dei RSU in- gombranti) e nell'ambito delle dispo- sizioni di cui alle linee guida della Regione Marche di cui alla D.G.R. n. 1793/2010 40 Immobili di proprietà comunale in via Abruzzi - Indirizzi in merito alla permuta autorizzata con delibera di Consiglio comunale n. 9 del 24.01.2013 - Approvazione schema di accordo procedimentale con valo- re di preliminare obbligazionario 41 Sviluppo e promozione attività produttive e commercio: manifesta- zione commerciale straordinaria “Mercatino regionale francese” in programma il 18 - 21 aprile 2014 in piazza Giorgini e viale Buozzi. 42 Atto di indirizzo in merito alle azioni da intraprendere al fine dell'u- tilizzo di un'area di proprietà comu- nale sita in via S. Giacomo f. 25 p. 48 in conformità alle previsioni del Piano regolatore di spiaggia. 18 B.U.M. MAGGIO ‘14 TUTTI GLI ATTI DEL COMUNE (NON SOLO DELIBERAZIONI MA ANCHE DETERMINAZIONI DIRIGENZIALI, ORDINANZE, DECRETI) SONO LIBERAMENTE CONSULTABILI SUL SITO WWW.COMUNESBT.IT ALLA VOCE “ATTI AMMINISTRATIVI” Al via il progetto per rendere la Sentina accessibile a tutti Mercoledì 16 aprile l’Auditorium “Tebaldini” ha ospitato la premiazio- ne del concorso “La mia fiaba per FàVolà”. “FàVolà” è un marchio ela- borato da uno slang dialettale che significa “fai volare” (riferito alla fan- tasia), nato cinque anni fa all’interno del festival “Piceno d’Autore” pro- mosso dall’associazione culturale “I Luoghi della Scrittura” composta da autori che hanno iniziato a scrivere favole inedite per l’infanzia. Ne è nato uno splendido libro che ha avuto un enorme gradimento tra i bambini del territorio piceno. Molto atteso dunque il secondo vo- lume di “FàVolà”, per realizzare il quale è stato bandito un concorso tra tutte le classi terze, quarte e quinte delle scuole primarie della provincia di Ascoli Piceno. Le favole sono state valutate da una commis- sione di professionisti nel mondo dell’infanzia. Tre dovevano essere le vincitrici ma, essendoci stato un pari merito per le classi quarte, si è deciso di selezionarne quattro: “RE MARE E GLI SCHERZI DEL FOLLETTO TEMPERATURA” scritto dalla classe 3ª A della scuola Marchegiani di San Benedetto del Tronto coordinata dalla maestra Marina Liberati; “IL PESCATORE E IL MARE” scritta da Alessandro Di Marco della classe 4ª D della scuola Alfortville di Porto d’Ascoli, maestra Mirella Zunica; “LA TARTARUGA DALLA CASA ROSSA” della classe 4ª, scuola C. Murani di Massignano, maestra Fa- brizia Lucci; “DARWIN E CARLO, UN DELFI- NO E IL SUO AMICO” scritta da Chiara Consorti della classe 5ª B, scuola Moretti di San Benedetto del Tronto, maestra Paola Bartolozzi. Le classi vincitrici, oltre a entrare di diritto nel volume di prossima pub- blicazione, hanno avuto in premio una bibliotechina di narrativa offerta dal Gruppo Editoriale Raffaello. Ora il lavoro passa ai sei illustratori (Cesare D’Antonio, Giordana Galli, Patrizia Guidotti, Cristina Marziali, Sabatino Polce, Sabrina Spurio) che, con i loro disegni, daranno vita alle storie. Il secondo volume di “Fà- Volà”, conterrà anche le storie scrit- te dai 14 scrittori “adulti” dell’asso- ciazione “I Luoghi della Scrittura”, sarà distribuito in tutta Italia entro Natale anche attraverso i 250 punti vendita Primigi Store, prestigioso partner dell’iniziativa. La mia fiaba per FàVolà, selezionate le favole per il secondo volume
  • 18. A gennaio e febbraio si sono tenute le elezioni per il rinnovo delle cariche per il Coordinatore e i Consiglieri del Gruppo Comunale dei Volontari di Protezione Ci- vile di San Benedetto del Tronto. Confermato alla guida del gruppo Gual- tiero Chiappini che mantiene la carica di coordinatore dal 2006, anno che ha visto nascere e consolidarsi il gruppo. Nella foto i membri del Consiglio. A parti- re da sinistra: Domenico Bollettini, Catia Chiappini, Gualtiero Chiappini, Alfredo Isopi, Silvana Di Felice. Vuoi conoscere in tempo reale che cosa fa il tuo Comune? Essere informato tempestivamente su concorsi, appalti, bandi per l’erogazione di contributi? Iscriviti alla newsletter! Vai su e clicca su newsletter in alto a destraoppure manda una mail a urp@comunesbt.it La Città di San Benedetto è… Social! Seguici su: facebook.com/cittasbt @cittasbt youtube.com/cittasbt instagram.com/cittasbt slideshare.net/ufficiostampasbt BENVENUTITRANOI Beatrice Parolo (1) Gioia Vagnoni (1) Lorenzo Prach Marabotto (2) Mosè Pierantozzi (3) Chiara Coccia (5) Mariella Kola (5) Samuel Sciarroni (6) Lorenzo Cappelli (8) Matilde Coccia (10) Alessandra Lupi (11) Raphael Romani (11) Sofia Alessandrini (12) Maria Di Vico (15) Ginevra Russo (15) Loris Mansaku (169 Jacopo Salvatore Realmuto (17) Sofia Catalini (20) Alessio Buffone (23) Asia Calcagni (23) Vanessa Mali (23) Stella Silvestri (23) Alice Amurri (25) Emma Mindoli (25) Giulia Traini (26) Anastasia Cupelli (27) Beatrice Cumin (28) Leonardo Lucidi (28) MARZO MARZO B.U.M. MAGGIO ‘14 20 INRICORDODI... NUMERI UTILI... IL COMUNE AL TUO SERVIZIO > Centralino 0735.7941 > Polizia municipale 594443 (sala operativa) > PicenAmbiente Spa (Igiene urbana, raccolta materiali ingombranti, siringhe abbandonate, potature, differenziata) 757077 > Numero verde Alcolisti 800-23 92 20 > InformaGiovani 781689 > Ufficio Relazioni con il Pubblico 794405 - 794433 - 794555 ALLACCI e GUASTI > Italgas 800-900999 > Guasti rete fognaria e idrica C.I.I.P.spa 800.216172 > Guasti pubblica illuminazione CPL Concordia 800 292458 > Enel (segnalazione guasti) 803.500 EMERGENZE > Polizia Soccorso pubblico 113 Commissariato 59071 Polizia stradale 78591 > Carabinieri Pronto intervento 112 Com. compagnia e stazione 784600 > Vigili del Fuoco Chiamate di soccorso 115 Centralino 592222 > Capitaneria di porto Soccorso 1530 Emergenza 583580 Numero blu 800.090 090 > Guardia di Finanza 757056 > Corpo Forestale dello Stato 588868 > Ospedale Centralino 0735.7931 Guardia medica 82680 Chiamate di emergenza 118 Trib. per i diritti del malato 793561 > Azienda Sanitaria Unica Regionale Numero Unico Prenotazioni 800.098 798 > Arca 2000 ONLUS (Protezione animali) 340.6720936 Emanuel Tiengo (1) Giovanna Cipollini (3) Elsa Lucantoni (4) Adornina Lanzidei (5) Primo Silvestri (5) Evaristo Capocasa (6) Remo Marini (6) Anna Maria Fois (7) Alberto Morganti (7) Giuseppina Resta (7) Gabriele Nespeca (8) Nazzareno Filipponi (9) Domenica Acciarini (11) Luce Vittoria Rovito (11) Nazzareno Mancini (12) Nino De Rensis (13) Diega Piunti (13) Mario Cicconi (14) Giuseppe Del Zompo (14) Matilde Liberati (16) Agnese Orsini (16) Maria Piccioni (16) Anna Lucia Romandini (16) Bice Mauloni (18) Michele Morichetti (18) Franco Straccia (18) Alcide Tassi (18) Luigi Raponi (19) Giambattista Tiburzi (19) Genoveffa Ceccarelli (20) Marino Fares (20) Argentina Maroni (20) Alessandra Amabili (21) Lina Monaldi (21) Renato Ricci (21) Dino Labrosciano (22) Grazietta Galosi (23) Carlo Prosperi (23) Filippo Croci (24) Nerina Ruggieri (24) Eletti i vertici della Protezione civileDal 30 maggio all'8 giugno la Sala Con- siliare del Comune di San Benedetto del Tronto ospita la mostra itinerante “Senza- tomica. Trasformare lo spirito umano per un mondo libero dalle armi nucleari”. Scopo dell'esposizione, che prosegue nel cammino di sensibilizzazione al disarmo nucleare intrapreso da Daisaku Ikeda, pre- sidente della “Soka Gakkai Internazionale” e Cittadino Onorario di San Benedetto del Tronto, è diffondere una concreta cultura di pace attraverso un percorso di immagi- ni, documenti e testimonianze di uomini e donne che vissero il dramma di Hiroshima e Nagasaki. Organizzata dall'Istituto Buddista Italiano “Soka Gakkai”, patrocinata dalla Regione Marche, si inserisce nel decennio per il di- sarmo nucleare proclamato dall’Onu. L’esposizione si rivolge a tutti, con una at- tenzione particolare ai giovani, l’ingresso è gratuito negli orari e nei giorni di apertura del Municipio. “Senzatomica”, una mostra per dire “no” al nucleare