News of the_world_29_04_12
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

News of the_world_29_04_12

  • 1,270 views
Uploaded on

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
1,270
On Slideshare
1,270
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. News of the Worldcontrolacrisi.org di notwnadmin - 29 aprile 2012 miogiornale.comLa fabbrica siriana delle news29/04/2012 di Marinella Correggia (il manifesto) Cuba ha di nuovo chiesto all’Onu una commissione di inchiesta sui bombardamenti Nato in Libia e ha denunciato la guerra mediatica in atto contro la Siria. Alla narrazione sulla violenza che insanguina il Paese da parte mezzi d’informazione internazionali Martin Hatchoun, inviato cubano di Prensa Latina, in Siria da sei mesi, non crede. Come non ci credono le due organizzazioni internazionali, il World Peace Council e la World Federation of Democratic Youth (Wfdy), che nei giorni scorsi hanno visitato la Siria su invito dell’Unione nazionale degli studenti (Nuss), con 29 delegati proveniennti da 24paesi (Cuba, Venezuela, Sudafrica, India, Nepal, Russia, Belgio, Italia, ecc.). Martin Hatchoun racconta alcuniepisodi che danno l’idea della grande confusione. Anche terminologica: «Gli oppositori sono sempre chiamatiattivisti per i diritti; e anche se sono armatissimi, sono sempre messi nella categoria dei civili». Le bugie checircolano sono di tutti i tipi e contano sul fatto che una volta dette, rimangono depositate ed è difficilesmentirle. «Nel quartiere Mezzeh nel quale abitavo – racconta Hatchoun un’operazione molto precisa delleforze di polizia contro un appartamento che ospitava cellule armate e che è stato l’unico danneggiato dallesparatorie, è diventata sui media internazionali – primo lancio Reuters – una manifestazione repressa nelsangue. Per massacri come quello di Karm Zeitoun a Homs è stata attribuita la responsabilità all’esercito, ma lanotizia che questo in realtà era falso non è mai circolata». Oppure – prosegue il giornalista – « Al Jazeeraintervista un “osservatore dell’Onu” il quale spiega della grande crudeltà del regime. Ma se la stessa LegaAraba smentisce il ruolo dell’uomo, chi se ne accorge?». Bugie di tutti i tipi Un caso che ha colpito molto i mediaè stato quello della piccola Afef, di pochi mesi soltanto: secondo l’opposizione e molti mezzi d’informazione eramorta in carcere per le torture. «Solo che la madre, di Homs, ha spiegato pubblicamente che la bambina era inospedale ed è morta di malattia e ha mostrato il certificato medico». Un altro caso è stato quello di Suri, ottoanni: piccola vittima dei miliziani di Assad con scandalo internazionale annesso? Così pareva, «invece la madrenel video urlava disperata che se lì ci fosse stato l’esercito il bambino forse sarebbe ancora vivo». Hatchouncita ancora le foto dell’Afghanistan spacciate per siriane, il video dei maltrattamenti di presunti prigionieri, chein realtà si riferiva al Libano del 2008. E il giorno del referendum, «che io ho visto svolgersi tranquillamente –dice – e invece il canale della Bbc per il mondo latino parlava – come se fosse stata qui – di bombardamentidell’esercito con morti. Un siriano – aggiunge – che all’inizio della crisi stava con l’opposizione, quando èscappato in Turchia si è trovato di fronte a una specie di fabbrica del falso approntata nel Centro per i media;tornato in Siria ha raccontato tutto». Non per niente, ricorda Hatchoun, «un giorno una suora ha pensato chefossi un giornalista occidentale come gli altri, in visita dopo un attentato a Sidnaya, e mi ha detto dura: “peròdevi scrivere la verità”».Blitz animalista contro il lager di Green rapina, al furto pluriaggravato, violazione diHill a Brescia. La legge in discussione domicilio, invasione di terreni ed edifici, e danneggiamento aggravato alla resistenza e violenzaal Senato a pubblico ufficiale. Sono stati stimati danni per circa29/04/2012 di fabrizio salvatori 250mila euro. Movimento animalista Intorno alle 16 quattrocento manifestanti, dopo aver alloffensiva. Mentre al Senato è aggirato il cordone di sicurezza passando per in discussione la legge sulla stradine di campagna, hanno scavalcato la recinzione vivisezione, ieri, data storica dal lato degli uffici della Marshall, la multinazionale dedicata alla protezione degli proprietaria di Green Hill, raggiungendo così ianimali destinati ai laboratori, a Brescia è stato capannoni con le gabbie dei beagle. Decine di loropreso di mira un allevamento di cani beagle per sono riusciti ad entrare nellallevamento, nonostantela vivisezione, il Green Hill di Montichiari. il cordone di sicurezza formato da polizia e carabinieri. Una gioia che si è tradotta in lacrimeIl blitz ha permesso di liberare circa venti esemplari. di commozione quando da uno dei capannoni alcuniMa in manette sono finite otto donne e quattro ragazzi e ragazze hanno cominciato a portare fuoriuomini, colti in flagranza di reato dalle forze i cani: cuccioli di pochi mesi, ma anche femmine indellordine, mentre una minorenne è stata dolce attesa. Circa venticinque gli animali sottrattidenunciata a piede libero. Gli arrestati dovranno allallevamento, fatti sparire nel giro di pochi minutirispondere di accuse che vanno, a vario titolo, dalla attraverso i pullman e le auto dei manifestanti.29 aprile 2012 News of the World 1 di 15
  • 2. Polizia, carabinieri e polizia locale di Montichiari sono e restituiscano tutti interi i volti, le parole e le storieal lavoro per recuperarne il più possibile. di queste donne e soprattutto la responsabilità di chi le uccide perché incapace di accettare la loro libertà.Un finale inaspettato per la manifestazione E ancora una volta come abbiamo già fatto un annoorganizzata da Occupy Green Hill. “Non è importante fa, il 13 febbraio, chiediamo agli uomini di camminareche sia un reato - ha voluto precisare la portavoce e mobilitarsi con noi, per cercare insieme forme eRoberta Ghezzi - È ora che la gente capisca la gravità parole nuove capaci di porre fine a quest’orrore. Ledella situazione”. ragazze sulla rete scrivono: con il sorriso di Vanessa viene meno un pezzo d’Italia. Un paese che consenteL’allevamento Green Hill di Montichiari (BS), tiene la morte delle donne è un paese che si allontana2.500 cani rinchiusi in capannoni, senza luce dall’Europa e dalla civiltà. Vogliamo che l’Italia sinaturale, prigionieri in ambiente asettico e destinati distingua per come sceglie di combattere la violenzaad essere spediti ai laboratori di vivisezione di tutta contro le donne e non per l’inerzia con la quale,Europa. tacendo, sceglie di assecondarla.Una legge parlamentare contro i femminicidi».Attualmente in Senato è in discussione una legge perla regolamentazione della vivisezione. La lobby della Allappello hanno aderito tra gli altri, Susannavivisezione Foundation for Biomedical Research sta Camusso, Pier Luigi Bersani, Nicola Zingaretti, Bebbechiedendo a tutti i suoi sostenitori di fare pressione Vacca, il direttore de lUnità, Claudio Sardo, e moltisulla XIV Commissione del Senato, sul ministero della altri ancora.Salute e su quello delle Politiche Europee. I vivisettoriamericani si mobilitano in supporto dei loro colleghi La CGIL ha deciso ora di rilanciarlo anche sul suo sitoitaliani, per timore che anche un minimo e piccolo e diffonderlo attraverso la sua rete per chiedere aglipasso in avanti venga fatto verso labolizione della iscritti al sindacato, ai simpatizzanti e a tutti i cittadinitortura nei laboratori. di sottoscriverlo.Gli animalisti stanno portando avanti una massiccia http://www.unita.it/italia/femminicidi-1.405966campagna di sensibilizzazione dellopinione pubblicae di pressione sui parlamentari italiani. Rabbia anti-saudita al Cairo 29/04/2012 di Manifesto (miogiornale.com)Crisi: licenzia figli, poi si suicida La vicenda giunge nel pieno della campagna per le29/04/2012 (ansa) presidenziali egiziane con il candidato Abdel Monem Abul Fotouh che ha chiesto alla giunta militare al (ANSA) - CAGLIARI, 29 APR - Un potere di salvaguardare i diritti dei cittadini impresario edile di 55 anni, originario incarcerati allestero e di tutelare lonore del paese. di un paese del Nuorese, Mamoiada, Tacciono sul caso Gizawy i salafiti egiziani, che si e tolto la vita dopo che la sua ricevono generose donazioni dallArabia saudita. È azienda, a causa della crisi, aveva crisi aperta tra il Cairo e Riyadh sul caso di Ahmad al cessato lattivita e luomo era stato Gizawi, lattivista dei diritti umani egiziano arrestatocostretto a licenziare anche i suoi due figli. Venerdi e incarcerato nelle scorse settimane al suo arrivo ascorso si e ucciso con un colpo di pistola nella vigna. Gedda. In reazione alle continue manifestazioni diNon ha lasciato nessun biglietto, ma la sua protesta davanti allambasciata saudita al Cairo, ierisituazione, con la chiusura dellimpresa e il le autorità di Riyadh hanno annunciato la chiusuralicenziamento dei figli, fa pensare all ennesimo gesto delle sue sedi diplomatiche, facendo riferimento addi disperazione dovuto alla crisi. una presunta violazione della sovranità saudita in Egitto. Da giorni centinaia di dimostranti, in prevalenza giovani del movimento «6 Aprile» e militanti dei «Socialisti Rivoluzionari», si radunanoFirmiamo lappello contro la violenza davanti allambasciata saudita per scandire slogansulle donne contro re Abdallah. Secondo Riyadh si sarebbero verificati «tentativi di assalto» con rischi per la28/04/2012 (cgil) sicurezza dei suoi funzionari. È difficile quantificare le conseguenze politiche ed economiche della decisione presa dai sauditi. Di recente i regnanti Saud hannoAPPELLO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE approvato aiuti e investimenti in Egitto per molti milioni di dollari che il Cairo non intende perdere. AlloDopo gli ultimi episodi di violenza contro le donne, stesso tempo le autorità egiziane non possono non"Se non ora quando", Lorella Zanardo de "Il corpo tenere conto dello sdegno provocato dallarresto didelle donne", Loredana Lipperini e moltissimi altri, Gizawy, punito, dicono i dimostranti, perché si battedonne e uomini, chiedono un intervento forte per per i diritti dei cittadini egiziani rinchiusi nelle carcerifermare la barbarie. della monarchia del Golfo. Lattivista lo scorso anno aveva rivolto accuse pesanti alle autorità sauditeNellappello si legge tra laltro: durante una trasmissione televisiva, generando già in quelloccasione le reazioni irritate di Riyadh. Il suo«E’ tempo che i media cambino il segno dei racconti arresto è avvenuto al suo arrivo allaeroporto di29 aprile 2012 News of the World 2 di 15
  • 3. Gedda, da dove avrebbe dovuto proseguire assieme «Gli artisti hanno saputo vedere la meschinità ealla moglie per la Mecca dove intendeva compiere l linadeguatezza del sistema politico, la caduta deiomra (il piccolo pellegrinaggio). I sauditi sostengono valori, lansia di trovare una soluzione». Unadi averlo trovato in possesso di una ingente quantità intervista con lautrice di «Ritorno a Delfi» Hodi stupefacenti e lo hanno condannato a un anno di incontrato Ioanna Karistiani circa un mese fa, nel beldetenzione e a venti frustate. Per gli egiziani si tratta mezzo delle più infuocate manifestazioni di piazza.di accuse fabbricate allo scopo di punire Gizawy per Il luogo dellappuntamento era la libreria della casale forti critiche che ha rivolto ai regnanti Saud. di editrice Kastaniotis, leditore che ha pubblicato eMichele Giorgio continua a pubblicare tutti i suoi libri. Le strade di Atene che ho percorso per arrivarvi hanno aperto uno squarcio loquace sulla situazione economica e sociale della Grecia di oggi. Negozi chiusi uno dietro laltro,Attentati a Damasco 11 morti e molti avvisi di vendesi e affittasi, ingialliti dalla pioggiaferiti e dai giorni passati, in mezzo alle polvere e alle cartacce, spesso con le vetrine in frantumi. Nessuno28/04/2012 di Manifesto (miogiornale.com) fa più caso a questi annunci ormai inflazionati. Con queste immagini negli occhi sono arrivata allincontroMa lUe accusa Assad «piano non rispettato». Da con Ioanna Karistiani, una delle voci più note nellunedì osservatori Onu operativi Esplosione nel quadro della narrativa contemporanea greca, autricequartiere centrale di Midane. Unaltra deflagrazione di una decina di romanzi, di cui cinque tradotti innella zona industriale della capitale. Nellattentato italiano. Come è, vista dallinterno, la crisi che ormaisuicida che si è verificato a Midane nel centro storico da alcuni mesi soffoca la Grecia? Dellattualedi Damasco, un kamikaze si è fatto saltare in aria situazione in Grecia, e più in generale in Europa,proprio fuori dalla moschea mentre i fedeli uscivano parlano i numeri. Le percentuali della disoccupazionedal luogo di culto dopo la preghiera del venerdì. Dalle nellUnione Europea sono impressionanti: quasi ilprime informazioni dellagenzia ufficiale «Sana» ci 24% in Spagna e il 19,9% in Grecia - mi riferiscosarebbero almeno 11 vittime e 28 feriti. Tra i morti vi alla disoccupazione registrata perché quella nonsono «civili e membri delle forze di polizia». Secondo registrata si avvicina al 30%. Penso che lodiernalagenzia, di due delle vittime sono stati trovati solo Unione Europea non abbia il volto della famosaalcuni «resti». Ma una seconda deflagrazione ha signora Merkel ma quello dello sconosciutocolpito la capitale siriana: Al Arabiya riferisce che è disoccupato. Tutte le dita sono puntate contro laavvenuta nella zona industriale di Damasco, ma non Grecia: finita lepoca dei sacri allori, ora si trova aè chiaro se vi siano state vittime. «È chiaro che il essere esposta a una generale denuncia. In realtà ilregime siriano non rispetta i suoi obblighi» di cessate vero problema è il fallimento dellUnione Europea cheil fuoco del piano dellinviato speciale Onu, Kofi in questa crisi ha dimostrato di essere un organismoAnnan, ha detto ieri Michael Mann, portavoce instabile e precario. In questi anni il sistema politicodellalto rappresentante Ue per la politica estera, in Grecia ha trovato il modo di arricchirsi con i baglioriCatherine Ashton, ma senza dire una parola sugli dei Giochi Olimpici, ingannando il mondo intero. Eattentati sanguinosi di Damasco. E crescono i dubbi tutto questo è sembrato strano prima di tutto a noiUsa sul piano Annan in Siria, tanto che Kathleen greci perché negli ultimi duecento anni, dopo ilHicks, sottosegretario alla Difesa, e Derek Chollet, dominio turco e quei lunghi secoli di dominazione,direttore delle strategie del National Security Council, siamo passati attraverso le guerre del 1877, ilhanno affermato che liniziativa diplomatica guidata conflitto balcanico, poi cè stata la catastrofe dellAsiada Kofi Annan «sta fallendo», e si sta lavorando ad Minore, la seconda guerra mondiale, quella civile,un «piano B» per porre fine al massacro. Una nuova lemigrazione di massa, la dittatura. Ci eravamoguerra? Per ora pare di no. visto che il segretario convinti che il nostro destino fosse la privazione, ladella Nato Andres Fogh Rassmussen ha dichiarato dipendenza dagli stranieri, le anomalie politiche. Maieri: «Non abbiamo alcuna intenzione di intervenire in a un certo punto tutto questo è cambiato... Sì, conSiria perchè crediamo che il modo giusto di andare ritmi molto veloci dalla casa povera senzaavanti sia perseguire una soluzione pacifica e riscaldamento e senza mobili si è passati allapolitica. Naturalmente noi monitoriamo la situazione possibilità di avere una casa migliore, prendendoda vicino». Ieri però è apparso a tutti chiaro che dalle banche prestiti che venivano dati con grandequalcuno sta remando, sanguinosamente, contro facilità. Un intero popolo si è perso in questa facilitàogni soluzione di mediazione e contro larrivo dei di erogazione di beni, in precedenza inconcepibili pertrenta Osservatori dellOnu che dovranno dislocarsi un greco dalla vita stentata. Ancora negli annia partire da lunedì 30 aprile. Il loro arrivo è stato ottanta, lunico ornamento sulle pareti delle case -annunciato ieri dal portavoce dellinviato speciale di senza riscaldamento, né divani, con un pollaio e unOnu e Lega Araba in Siria, Kofi Annan. Dovrebbero orticello - erano le fotografie a colori dei familiaridiventare 300 e li guiderà il generale norvegese emigrati in Germania, che posavano davantiRobert Mood, nominato dal segretario generale delle allautomobile nuova, di quelli emigrati a BaltimoraNazioni Unite Ban Ki-moon in accordo con le autorità che posavano davanti al barbecue in giardino, deidi Damasco. di E. N. parenti volati in Australia che posavano nelle loro gite con le giacche da sci. Questo era lunico ornamento. Da un certo momento in poi però anche i greci - con i loro bravi prestiti sulle spalle - hanno potutoLa tragedia greca, oggi mandare le fotografie ai famigliari allestero. Molti greci si sono fatti il passaporto, non per andare a28/04/2012 di Manifesto (miogiornale.com) lavoro nelle miniere di carbone del Belgio e in Australia, ma per viaggiare allestero come turisti.29 aprile 2012 News of the World 3 di 15
  • 4. Non erano la maggioranza dei greci quelli che si per sostenere i ragazzi. Fanno lezioni supplementarierano acquistati beni materiali incredibili e ogni sera senza essere pagati, nei pomeriggi o la domenica,andavano nel locali di bouzouki, questa è una falsa lezioni di recupero ai ragazzi più deboli, organizzanoimmagine. La grande maggioranza non è formata da attività culturali, cercano di dare affetto efannulloni e avventurieri, ma da persone che hanno motivazione agli studenti. I ragazzi di oggi sono lalavorato duramente, che non avevano ville con generazione più sfortunata, non possonopiscina o yacht e che oggi sono tutti in una situazione programmare il loro futuro, non ci sono più le passatedrammatica: le loro case sono vendute allasta. In certezze, è come una generazione finita. Cosacosa hanno sbagliato? ce lo spieghi il signor Pangalos accadrà, proprio perché è una situazione inedita,che dice: «I soldi ce li siamo mangiati tutti insieme!». nessuno può prevederlo con certezza. Credo cheQualcuno ha visto qualche briciola? In questo tutto debba ricominciare dallinizio, con basi diversemomento il prezzo più caro non lo paga il sistema e più solide. Quello che sento è che la povertà puòpolitico ma il cittadino e per primo il pensionato più dimostrarsi un legame molto forte, non solo per ipovero, ormai costretto a vivere con i centesimi. Ma greci, ma per i cittadini dEuropa, un legame tantoi ricchi sono chiamati a pagare? Le loro proprietà potente da andare oltre le differenze nazionali, divengono tassate, non è così? No, non pagano. I ricchi razza e di religione. Ho partecipato a quasi tutte lehanno portato i loro soldi allestero e non sapremo manifestazioni e qualche volta mi spaventa vederemai se sono stati tassati, quanti sono questi soldi volti incattiviti e fuori di sé, perché mi rendo contoe se torneranno mai in Grecia. Le ville, le case e che le cose degenerano. Ma non mi piace neppurei colossi alberghieri costruiti a Mikonos, a Paros e vedere teste chine. E penso che ci sono due armi dia Santorini erano stati intestati a società offshore, cui nessuno può valutare la gettata: una è la povertàperché il capitalismo stesso aveva escogitato mille e laltra è il bisogno esistenziale delluomo di unmaniere per venire incontro alla propria clientela: i respiro libero, di dignità. Ho limpressione che a unparadisi fiscali. Qualcosa che un semplice operaio, un certo punto le teste chine si solleverannoimpiegato statale, un dipendente privato, un libero allimprovviso. Alcune manifestazioni sono stateprofessionista (come noi scrittori che ci troviamo ora particolarmente violente, le immagini con i palazziin grande difficoltà perché nessuno ci paga più) non messi a fuoco hanno fatto il giro dEuropa. Sonopossono fare. Non ci è passato mai per la testa. E reazioni spontanee? La mancanza di prospettive, lale tasse le abbiamo sempre pagate normalmente. mancanza di lavoro, di una visione per il futuro, sonoQuelli che oggi hanno un grave problema economico secondo me la forma peggiore di violenza, capace diin Grecia sono quelli che non hanno nessuna colpa liberare altre forme di reazioni brutali. Me lo avevae sono anche quelli che si pongono un problema detto un magistrato, durante i fatti del 2008, adi coscienza. Non mi piaceva quando osannavano dicembre, dopo lomicidio del ragazzo, di Alexandrosingiustificatamente il mio paese, non mi piace ora Grigoropoulou: la rabbia è la giustizia dei disperati.che umiliano il popolo greco. Voglio giustizia. In A quello che è successo allora ad Atene non si èGrecia da decenni paghiamo un mare di soldi per gli data una giusta valutazione. Io credo che i ragazziarmamenti come se fossimo in una continua guerra di quindici, sedici e diciassette anni vedano le cosenon dichiarata. Abbiamo comprato carri armati senza con chiarezza. Hanno un istinto sano e incontaminatoricambi dalla Germania, abbiamo comprato aeroplani che permette loro di capire subito cosa è giusto esenza radar, abbiamo comprato sommergibili che cosa non lo è. Chi è colpevole e chi innocente. Eaffondano, a riprova che il nostro sistema politico molte volte la loro ribellione, quando si accumulanoè un sommergibile che affonda, ma ai miei occhi tutti questi pesi sulle loro spalle, diventa disordinataè la dimostrazione che anche i dignitari dellUnione e sfrenata. Queste ribellioni dunque non hanno alleEuropea sono un sommergibile che affonda. In che loro spalle una qualche organizzazione? No, semaniera la situazione della Grecia potrebbe qualche organizzazione cè è solo di piccoli gruppi,migliorare? Stiamo vivendo situazioni inedite, come che hanno accumulato molta rabbia e finiscono conse fossimo sottoposti a una valanga, un il rivolgerla alla distruzione. Molte volte nellecapovolgimento dopo laltro, come se non manifestazioni vedi persone di cinquanta ofunzionasse niente. Viene smontata giorno dopo sessantanni che ormai non si tirano più indietrogiorno non solo tutta la nostra vita, non solo il mondo quando accadono queste cose, quando brucia unacome lo conoscevamo, ma anche il futuro, non ci banca per esempio. Ho visto persone applaudire,sono più certezze. Come nel 1973 in alcune città perché è come se la gente ritenesse ormai che ledegli Stati Uniti, in quattro giorni cerano stati 163 banche sono la reggia della nostra epoca. In unatrombe daria che avevano raso tutto al suolo, e di società cè forse un maggiore esplosivo dellarecente ancora nel Kentucky e a Indianopolis altre disoccupazione? Come può un uomo di cinquantanni85 trombe daria hanno distrutto tutto, qualcosa di tornare a casa, aprire la porta, entrare in casa e dire asimile succede in Grecia: è andato distrutto lo stato sua moglie e ai suoi figli «Mi hanno licenziato, non hosociale, lorganismo delle case popolari, i contratti più lavoro!» e non cè possibilità di trovarne un altro.collettivi di lavoro, limpossibilità per gli ospedali Cè uninfelicità e una tragedia maggiore di questa?pubblici di funzionare,nelle scuole ci sono stati casi di A questo punto è inutile chiedere «Come va il libro indenutrizione, mancano i libri, non cè riscaldamento Grecia?» La risposta è implicita, mi sembra. Non cèin un inverno che invece è stato molto freddo. Ho tempo né voglia, immagino, per i libri, per la cultura.sentito dire che nelle scuole i professori ultimamente No, direi quasi il contrario. Non sono poche le personenon vengono più pagati. È uninformazione che che disperatamente cercano e hanno bisogno dellarisponde a verità? In parte è vero, molti professori a cultura. Proprio perché sono diventati il bersaglio,contratto non vengono pagati. Regna lindifferenza, sono stati considerati ingiustamente colpevoli insi vedono facce scontente e insoddisfatte. Ma sono massa i greci come imbroglioni, fannulloni, buoni aandata in più di duecento-trecento scuole in tutta la nulla e scansafatiche, loro cercano di nuovo la propriaGrecia e ho visto molti professori che si danno da fare vita. E, inoltre, non avendo nessuna colpa, si29 aprile 2012 News of the World 4 di 15
  • 5. chiedono: «forse ho sbagliato, in cosa ho sbagliato, e i librai non vengono pagati e gli editori che negliche ho fatto?», e vanno alla ricerca della loro parte anni precedenti potevano avere un certo movimento,migliore. Cercano, in questa caduta libera, di non folle ma sensato, si trovano ora in una situazioneaggrapparsi a qualche ramo. Per questo drammatica. Non è certo che tra un anno tutti questirappresentazioni che costano poco e che hanno un editori ci saranno ancora. Una conseguenzacontenuto serio e profondo sono seguite da persone immediata sarà che diminuiranno anche le traduzioniche hanno bisogno di sentire il calore di persone straniere e lacquisto dei diritti dautore,che condividono la stessa sorte. I ricchi non vanno a diminuiranno le edizioni di libri greci. Ma ci saràvedere questi spettacoli. Non vanno a sentir parlare anche unaltra conseguenza: un bravo scrittore didi una raccolta poetica. Ci sono insomma persone racconti, di romanzi, un poeta, un saggista avràche cercano di fare qualcosa. Ora nascono mercatini maggiori difficoltà a trovare un editore. Naturalmentein cui si vendono libri a prezzi bassi e sono tante le le percentuali degli scrittori diminuiranno ancora epersone che se ne vanno via con quattro o cinque noi non so cosa faremo. Io non ho neppure un polibri comprati per pochi spiccioli. Cercano dunque di di terra da coltivare... Gli scrittori, gli artisti hannoscoprire la loro parte migliore per ricostituire una vita preso posizione su questi problemi solo a livellosu basi migliori, per avere uno sguardo critico su individuale? Ci sono state manifestazioni pubblicheloro stessi, sul potere, su quanto accade. Cè bisogno collettive? Negli ultimi anni quasi tutti gli scrittori e,di questo. È interessante ad esempio che il Centro in genere, gli artisti hanno rilasciato interviste, hannodel Libro abbia promosso questanno un nuovo firmato dichiarazioni, hanno dato vita a protesteprogramma di finanziamento della traduzione. collettive ma tutte queste cose, tutti questi problemiDallaltra parte il ministero della cultura continua a che crediamo scoppiati allimprovviso, erano giàdare borse di studio a ragazzi stranieri per venire in presenti nei loro libri, nella musica, nella poesia, nelGrecia a imparare la lingua. Ci sono contraddizioni cinema, nel teatro. La nostra posizione e il nostroinattese, allapparenza incomprensibili. Il ministero sguardo sono stati sempre certi. Abbiamo visto condella cultura in Grecia, in particolare, deve dare ai chiarezza la meschinità e linadeguatezza del sistemateatri le sovvenzioni che annualmente ammontano politico, il problema dello straniero, la caduta deisoltanto a tre milioni, che non è una grossa cifra. valori, lansia di trovare una soluzione, la necessitàCi sono molti teatri in Grecia, buoni gruppi, delle di una svolta e di un nuovo orientamento da darerappresentazioni di qualità. Ogni anno si fanno da alla nostra vita. Quando dico tutto ciò non pensodieci a quindici rappresentazioni di ottima qualità. I solo alla Grecia, penso a molte nazioni che si trovanosoldi sono pochi, da tre anni ormai non danno più in questo momento in una condizione analoga. Miniente. Il Centro greco del cinema ha praticamente auguro che anche voi in Italia non dobbiate viverechiuso i battenti, non pagano il dovuto, lo Stato deve tutto questo, che non debba viverlo nessun altrorimborsare liva ai produttori cinematografici da due paese. Non mi importa, preferisco che dicano cheo tre anni, non riesce a far fronte agli impegni presi. siamo lunico paese in cui i ragazzi svengono per laAnche, lErt, il canale principale della televisione fame a scuola. Non voglio che altri paesi debbanogreca, non paga più. Nessuno ci paga più. Ed è soffrire tanto. Questa vergogna posso sopportarlasaltato anche il Festival di Erode Attico e il Festival di purché sia solo mia e non vada altrove. di paola mariaEpidauro, secondo quello che hanno scritto i giornali minucciqualche domenica fa e questo segna una sconfittadavvero pesante anche per chi non andava aEpidauro. È unaltra conferma del fatto che ormai nonesiste più quello che credevamo il nostro paese. E Spese militari in Italia, il governotutto questo ci arriva come lennesimo schiaffo dopo tecnico dà i numerila festa fatta con le Olimpiadi. La festa che hadistrutto la nostra economia, ha ingannato grandi e 28/04/2012 di Manifesto (miogiornale.com)piccoli, ha presentato unimmagine falsa, che nonaveva nessuna copertura finanziaria, che non ha Nel documento sui cento giorni del governo Montilasciato infrastrutture. Le Olimpiadi non sono state si sostiene che la spesa per la Difesa in Italia, inla festa dellatletica, ma delle imprese. In questo rapporto al Pil, è la più bassa dEuropa. Da unmomento ci troviamo ospiti di una casa editrice. Qual governo fatto di tecnici e professori ci siè la situazione delleditoria? Due anni fa hanno aspetterebbe, almeno, che sappiano "far di conto".chiuso cento librerie in tutta la Grecia; lanno scorso, Invece in questo caso, come sul costo dei caccia-nel 2011, devono aver chiuso intorno a 150 librerie. bombardieri F35 e sulle ricadute occupazionali delPer una città di provincia è una grande sconfitta non programma, stanno "dando i numeri". Conavere una libreria, con i rapporti che tradizionalmente unoperazione contabile che ricorda molto la "finanzail libraio riusciva ad avere con i suoi clienti... li creativa", con la quale si è portato il nostro debitoconosceva, poteva consigliare dei libri, potevano pubblico al 120 per cento del Pil, nel documento sidiscutere. È inconcepibile che possa esserci una città afferma - con "bocconiana" altezzosità - che le spesedi ventimila o trentamila abitanti o magari anche più militari in Italia sarebbero solo lo 0,90 per cento delgrande senza una libreria. Negli anni dello sperpero Pil contro una media Ue del 1,61 per cento. Peccatocè stato il boom dei colossi, si sono costruiti molti che sia proprio la Nato (e non Anonymous) a smentirecentri commerciali, sono nate molte sfavillanti e quel numero. La Nato nel suo report, "Financial andsontuose catene... In questo momento le case editrici Economic Data Relating to Nato Defence" pubblicatosono messe a dura prova perché dal momento che il 10 marzo 2011 e accessibile a chiunque, confrontamolte librerie chiudono e che cè una grande caduta la spesa militare dei paesi che partecipanodel fatturato, non possono far fronte agli obblighi allAlleanza atlantica dal 1990 al 2010. Che cosa èpresi, le grandi catene non rendono soldi, gli scrittori evidente dai dati forniti dalla Nato? 1. La spesanon vengono pagati, gli impiegati delle case editrici militare in Italia in rapporto al Pil (a prezzi correnti)29 aprile 2012 News of the World 5 di 15
  • 6. non è la più bassa dellUnione europea, come scritto coalizione di partiti già in parlamento (anche i duenel documento ufficiale della Presidenza del comunisti) che finora veniva eletta con lista unica.Consiglio, "Governo Monti: attività dei primi cento Dopo lultimo attentato nel quartiere di Merjeh cègiorni". Non solo è maggiore del "magico" 0,9%, ma è preoccupazione, visti anche i toni bellicosi di Juppésuperiore al dato di Germania e Spagna (per restare e Obama. Ma su chi ricade la colpa degli scontriai paesi territorialmente comparabili al nostro). 2. in violazione della tregua Onu? Brahim, autistaAnche i dati per lanno 2010 (i più recenti in ambito originario di Hama, accredita la versione governativa:Nato) confermano che la spesa militare in Italia in lesercito reagisce ai gruppi armati, non spara surapporto al Pil (a prezzi correnti), pur escludendo la manifestanti disarmati, e «quanto ai morti dei giorniquota destinata allArma dei Carabinieri, non è la più scorsi nella mia città, non è stata lartiglieria ma unbassa dellUe. LItalia è al 1,4%, come la Germania e errore dei terroristi: è esplosa una specie di fabbricapiù della Spagna (1,1%), mentre la media Nato dei clandestina di bombe». Responsabilità poco chiarepaesi europei è al 1,7% di poco superiore a quella Del resto perfino lOsservatorio siriano dei dirittiitaliana. 3. Infine, se compariamo non i valori statici, umani (a Londra), fonte pressoché unica dei mediama il trend - cioè la variazione nel tempo - lItalia è internazionali, ammette che la responsabilità non èuno dei paesi europei che meno hanno ridotto il peso chiara e chiede agli osservatori Onu di indagare.delle spese militari in rapporto al Pil nellarco di venti Chiede una inchiesta imparziale su tutte le vittimeanni: in Francia questo rapporto si è ridotto del 30%, di questi lunghi mesi di violenze, dal canto suo, lain Germania del 38%, in Grecia del 28%, nel Regno madre superiora palestinese del monastero Deir MarUnito del 32%, in Spagna del 25%, mentre in Italia Yacoub di Qara, Agnès-Mariam de la Croix, moltosolo del 20%. Se permangono dei dubbi sulle fonti, attiva nella ricerca della verità sulla questione diconsiglio di verificare non il sito della Rete italiana base: chi uccide chi e perché. «Al monastero abbianodisarmo, ma quello della Central Intelligence Agency dieci nazionalità diverse; non facciamo politica: i(Cia). Nella sua pubblicazione "The World Factbook", siriani e solo loro devono decidere da chi esserecè lelenco della spesa militare di ciascun paese (non governati». E prosegue: «Da tanti mesi denunciamosolo Nato) in rapporto al proprio Pil. LItalia - secondo le mistificazioni dei cosiddetti attivistila Cia - spende l1,8% del proprio Pil. Dello stesso dellopposizione che spessissimo forniscono notizieparere è il Sipri (Stockholm International Peace false favorendo la guerra civile e lingerenza.Research Institute) - il prestigioso istituto svedese Abbiamo girato quasi ovunque e abbiamo molteindipendente - che nel monitorare le spese militari prove, nomi, fatti, liste di morti. Il mondo, le Nazioninel mondo, secondo una metodologia corretta, unite, ci ascoltino». Il governo siriano il 30 marzo ininclude o esclude le stesse voci di spesa nei dati una lettera allOnu ha fatto la lista di 6.143 mortidi ciascun paese. Nel recente rapporto appena in dodici mesi «a causa dei gruppi armati»: 2.500pubblicato sullandamento delle spese militari, il Sipri soldati e poliziotti, il resto civili, presi in mezzo ocertifica che lItalia ha speso nel 2010 l1,7% del uccisi direttamente, secondo il governo, dai terroristi.Pil, mentre la media nel periodo 2005-2009 era del Lunione dei sindacati (pro governo) ha mandato ai1,8%. È solo lo 0,2% in più dei dati Nato riportati partner internazionali una sua lista di «110 lavoratorinel grafico 1 (1,6%), ma un valore doppio rispetto martiri, uccisi da bande armate». «Ci sono 5.000a quello dichiarato dal governo italiano. Comè armati a Dayr az Zor», spiega Salam, giovane delpossibile un divario così ampio? La ragione è Partito comunista unificato; «Si cerca di provocaresemplice. Lo 0,9% è il risultato di una manipolazione lesercito per ottenere lintervento armatocontabile che sottrae dal calcolo delle spese militari internazionale; ma se questo succede faremo comele voci del bilancio del ministero della Difesa i partigiani», afferma, pur criticando gli episodi didestinate alle pensioni provvisorie, alle funzioni violenza da parte del governo «che però non sonoesterne (es. limpiego dei militari in interventi di rivolti contro manifestanti pacifici, come si diceprotezione civile) e allArma dei Carabinieri (in totale sempre» (piuttosto, le vittime civili disarmatepiù di un terzo del budget). Testo integrale su sarebbero prese fra i due fuochi). Nel ristorante al-www.sbilanciamoci.info di GIANNI ALIOTI Dar («la casa») al centro di Damasco, che nei tempi pre-crisi era pieno di turisti e siriani e ora è privo degli uni e degli altri, Salam ci spiega che la Siria e i suoi lavoratori danneggiati dalle sanzioni («perfinoIn cerca di verità per tutte le vittime compagnie russe non osano commerciare con noi temendo ritorsioni») dovrebbero mirare28/04/2012 di Manifesto (miogiornale.com) allautonomia, al far da sé, seguendo lesempio dei da lui molto ammirati Venezuela e Cuba. SorridendoTra manifesti elettorali, timori di nuovi attentati e dice che fra i candidati ci sono molti «Berlusconi» efalse notizie, si spera in uninchiesta indipendente attribuisce il malcontento diffuso in Siria alle politicheche faccia finalmente luce sulle violenze degli ultimi neoliberiste governative degli ultimi anni; mamesi. I civili presi tra due fuochi reportage Nelle vie di sostiene che lopposizione (anche quella interna eDamasco: «Decidano i siriani da chi farsi governare» non armata) non ha certo programmi antiliberistiI giovani comunisti criticano gli abusi del regime, anzi, il contrario e «non vuole il dialogo». E fa il giocoma in caso di intervento internazionale sono pronti delle potenze straniere, «non condannando lusoa diventare partigianiDamasco è piena di striscioni e delle armi e della violenza contro civili e militari».manifesti, in vista delle elezioni del 7 maggio, con Uso politico della religione È in corso un «uso politicole facce di candidati e candidate in posa; insieme ai della religione, come nei paesi del Golfo e incandidati «indipendenti», altri appartengono a nuovi Afghanistan», dice il gran Muftì (sunnita) Ahmadpartiti fra i quali alcuni di opposizione «dialogante», Bedreddin Hassoun: «Cè gente che uccide percome il Fronte popolare per il cambiamento; altri denaro, denaro che viene da fuori. Ditelo. Sonoancora sono del Fronte nazionale progressista, armati e ricevono molti soldi. Ma un regime va29 aprile 2012 News of the World 6 di 15
  • 7. cambiato in modo pacifico». Suo figlio è stato ai suoi collaboratori di «aver accettato» le dimissioniassassinato a Lattakia, fuori dalluniversità. Il del premier perchè «ha rallentato le riforme neglipatriarca ortodosso Hazieem ringrazia i paesi Brics ultimi sei mesi». In poche parole a Khassawne sonoe dellAlba e condanna «lalleanza Usa-Europa- state addossate tutte le responsabilità. Ad Ammanpetromonarchie e Turchia che a forza di menzogne però sanno bene che il premier ha solo eseguito lecercano di distruggere un paese di antica e rara indicazioni della monarchia, interessata a varareconvivenza». La turca Gocke Piskin, sezione riforme superficiali senza scardinare lalleanzagiovanile del Partito repubblicano del popolo «sacra» con quei «giordani originali» (in molti casi(allopposizione) ha incontrato Mehmet Hua beduini) che in cambio di potere, onori e fondi,insegnante di lingua turca a Damasco, che protesta garantiscono la stabilità del regno. Non a caso«contro la pesantissima ingerenza del governo di Khassawne si è guardato bene dal proporre riformeErdogan, persecutore di seimila prigionieri politici fra per garantire pieni diritti ai palestinesi, lai quali i curdi, e molti giornalisti». A Istanbul partiti maggioranza della popolazione (ma è vietato dirlo),dellopposizione e studenti organizzano il 19 maggio che in buona parte vivono nellincertezza, con unauna manifestazione nazionale. Su molti cestini per cittadinanza di serie B, nel perenne pericolo dilimmondizia in giro per la città, frasi con vernice perdere i pochi diritti acquisiti. La monarchia in realtàbianca definiscono «prostituta» lemittente qatariota ha ben poco da rimproverare al premier dimissionarioal Jazeera. Questa corrispondenza è stata resa che ha agito nel rispetto delle indicazioni chepossibile dal viaggio in Siria della «delegazione arrivavano da re Abdallah. La linea è stata: riformeinternazionale di solidarietà antimperialista» a parole, conservazione nei fatti. E Khassawne negliorganizzato dal Consiglio mondiale della Pace e dalla ultimi sei mesi non ha messo in discussione le leggiFederazione mondiale della gioventù democratica speciali che hanno consentito, anche di recente, di(Wfdy). I membri della delegazione provengono da incarcerare blogger e attivisti accusati di averRussia, Venezuela, India, Sudafrica, Turchia, Belgio, «diffamato» re Abdallah solo per aver denunciatoGran Bretagna, Italia e da altri paesi ancora. In tutto lambiguità della monarchia sul terreno delle riforme.29 partecipanti di 24 nazionalità diverse. di marinella Ad un certo punto il premier ha anche fatto dellecorreggia aperture al Fronte dazione islamico - i Fratelli musulmani giordani - in linea con una «primavera araba» che ha favorito lascesa in Nordafrica e Medio Oriente degli islamisti duramente repressi fino a pocoSi dimette il primo ministro Awn più di un anno fa da regimi e dittatori. Salvo poiKhassawne ingranare una plateale retromarcia che è sfociata in una bozza di legge elettorale peggiore persino di28/04/2012 di Manifesto (miogiornale.com) quella in vigore che favorisce i piccoli centri sulle città più grandi e, quindi, i «giordani originali» sulRe Abdallah ancora una volta scarica sul governo resto della popolazione. In apparenza la nuova leggela responsabiltà delle mancate riforme Intoccabili le porta delle novità, a cominciare dallaumento dellaleggi speciali con cui vengono incarcerati blogger rappresentanza femminile in Parlamento. In realtàe attivisti anti-monarchia Le parole del blogger aggiunge ulteriori restrizioni alle possibilità dellegiordano Nasim Tarawnah sono poco rassicuranti. «Il forze dellopposizione molto forti ad Amman e neiParlamento di questo paese mi ricorda il Mar Morto grandi centri. Secondo il nuovo sistema i votanti- ha scritto - è il punto più basso della superficie sarebbero chiamati a depositare nelle urne treterrestre, in esso nessuno organismo può schede: due per le candidature individuali e la terzasopravvivere e arretra ogni anno che passa». Una per un partito o una coalizione. Così le opposizionimetafora che potrebbe riguardare buona parte della non potranno conquistare più di 1/3 del Parlamentovita politica e istituzionale del regno hashemita. visto che le candidature individuali si concentrerannoGiovedì per la terza volta in un anno, re Abdallah in circoscrizioni elettorali «blindate», fedeli allaha costretto alle dimissioni il primo ministro senza monarchia. È chiaro che Khassawne non può averelasciare intravedere una reale volontà di concepito la legge tenendo alloscuro re Abdallah.cambiamento. Ne è una conferma la decisione di Ma quando gli islamisti e le altre opposizioni hannorichiamare alla guida del governo lex premier Fayez protestato con forza, il monarca hashemita ha subitoTarawneh al posto di Awn Khassawne che, lo scorso addossato ogni responsabilità sul premier. «Il re peròottobre, era stato presentato come luomo della non se la caverà nominando un nuovo premier -provvidenza, capace non solo di rilanciare leconomia prevede Labib Kamhawi, un analista politico - lae di circoscrivere il malcontento popolare cresciuto piazza vuole riforme vere e non smetterà disullonda delle rivolte arabe, ma anche di coinvolgere chiederle». di Michele Giorgioin un concreto processo di riforme le forzedellopposizione. Senza esagerare però, badandoprima di tutto a non mettere in discussione la politicaestera della monarchia alleata di ferro degli Stati Taylor, il sangue dei diamantiUniti, impegnata in una stretta cooperazione disicurezza con Israele e ora schierata contro il regime 27/04/2012 di Manifesto (miogiornale.com)siriano. Gli hashemiti certo non peccano diintelligenza. Ogni volta che monta la protesta, il re Ex signore della guerra ed ex agente della Cia. Perspinge il premier a dimettersi per dare, in apparenza, Amnesty è una «sentenza storica» Charles Taylor, exun segnale di cambiamento. Così il salvatore della presidente della Liberia dal 1997 al 2003, è colpevolepatria Khassawne in un attimo si è trasformato in di favoreggiamento nei crimini di guerra commessiun nemico del «processo di riforme». Secondo il in Sierra leone durante la guerra civile (1991-2002),quotidiano al-Quds al-Arabi, re Abdallah ha spiegato che ha provocato 120.000 morti. Così ha stabilito il29 aprile 2012 News of the World 7 di 15
  • 8. Tribunale speciale delle Nazioni unite al termine di ragioni di sicurezza. Il Tribunale speciale ha iniziatouna udienza pubblica che si è svolta a Leidschendam, i lavori nel 2002, a conclusione dei lavori dellaalla periferia dellAja, nei Paesi bassi. Taylor è il primo commissione di riconciliazione. Le sue finalità sonocapo di stato condannato in vita dalla giustizia state spiegate alla popolazione con una grandeinternazionale. Per trovare una sentenza analoga, campagna di informazione. I lavori avrebbero dovutobisogna risalire ai tempi di Norimberga, al processo concludersi in tre anni e costare 40 milioni di euro,in cui, alla fine della Seconda guerra mondiale, venne invece sono andati avanti per 9 anni e il costo si ècondannato Karl Dönitz, a capo della Germania moltiplicato per cinque. Avrebbe dovuto perseguirenazista per un breve periodo dopo il suicidio di Adolf i crimini commessi allora a vasto raggio, ma la suaHitler. A Taylor, 64 anni, sono stati contestati 11 capi azione si è progressivamente ristretta, anche adimputazione che vanno dalle torture agli stupri, al seguito della scomparsa di diversi accusati. E anchereclutamento forzato di minori. Secondo la sentenza per questo, diversi analisti africani avevano unoletta dal giudice Richard Lussick, lex presidente sguardo critico sulla sentenza, salutata invece comeliberiano ha fornito aiuto e sostegno materiale ai un evento «storico» da Amnesty international e daribelli del Fronte rivoluzionario unito (Ruf), attivi nella molte Organizzazioni per i diritti umani : «UnSierra Leone: armi in cambio di diamanti e per il successo importante per questa Corte e una pietracontrollo delle miniere. «La camera ha dimostrato miliare nella lotta contro limpunità», ha commentatooltre ogni ragionevole dubbio che limputato è a nome dellUnione Europea lAlto rappresentante perpenalmente responsabile per aver favorito e la politica estera e di sicurezza comune europea,sostenuto lattuazione di tutti i crimini di cui era Catherine Ashton, sottolineando come «leaccusato», ha affermato Lussick. Tuttavia, lex- conseguenze di questa sentenza vadano oltre lapresidente non può essere ritenuto responsabile Sierra Leone». di GERALDINA COLOTTIdiretto, in quanto, secondo il Tribunale speciale,«Foday Sankoh era lunico capo delle Ruf e nonprendeva ordini da Charles Taylor». Il 16 maggio,nel corso di unaltra udienza, il giudice sentirà Un villaggio attrezzato tra gli aereinuovamente le parti, poi verrà stabilita lentità dellapena e la sentenza sarà depositata il 30 maggio. 27/04/2012 di Manifesto (miogiornale.com)Taylor sconterà la condanna in Gran bretagna, in baseallimpegno assunto cinque anni fa dal governo di La costruzione del "villaggio attrezzato" de LaLondra «come contributo al ripristino della pace in Barbuta a Roma costituisce un atto discriminatorioSierra leone». Un processo «neocoloniale», lo ha nei confronti della comunità rom. È questa ladefinito la difesa di Taylor, sottolineando il principale motivazione su cui si basa lazione civile«significato politico» della sentenza. Comè venuto «contro la discriminazione» depositata presso ilfuori dal processo, Taylor è stato un uomo della Cia, tribunale di Roma allinizio del marzo scorsoche lha aiutato a evadere dalla prigione di Plymouth dallAssociazione 21 Luglio, attiva nella difesa deinel 1985. Nell83, lex signore della guerra era dovuto diritti dellinfanzia, e dallAssociazione studi giuridicifuggire dal paese dopo aver stornato 900.000 dollari, sullimmigrazione (Asgi) contro il Comune di Roma.si era rifugiato negli Usa ed era stato arrestato. Poi, Oltre ad essere un luogo «inidoneo ad ospitare unperò, tornava più utile in Liberia e perciò la Cia insediamento umano» a causa della vicinanzalaveva fatto fuggire. La notte di Natale del 1989, la allaeroporto di Ciampino - il campo si trova proprioribellione del Fronte nazionale patriottico della Liberia nel cono di volo degli aerei - con conseguente(Npfl), da lui capeggiato, innesca una delle più feroci inquinamento acustico ed atmosferico a danno deiguerre civili del continente africano, che durerà 14 futuri residenti, secondo le associazioni il "villaggioanni e provocherà 250.000 morti e 2,5 milioni di attrezzato" La Barbuta «deve considerarsisfollati. Due anni dopo lo scoppio del conflitto in discriminatorio, e dunque illegittimo, già per il soloLiberia, la guerra si estende alla Sierra leone, fatto di rappresentare una soluzione abitativa didevastata dalle milizie del Ruf, foraggiate dallNpfl. grandi dimensioni rivolta a un gruppo etnicoDopo la fine della guerra fredda, lAfrica è più che specifico». A dare fondamento alla denuncia dellemai terra di rapina. Nel collasso delle strutture statali, due associazioni un lungo elenco di norme, leggi,i conflitti «etnici» nascondono la furibonda corsa al direttive nazionali e comunitarie in materia dipossesso delle risorse: per Liberia e Sierra leone, discriminazione razziale e di diritto a un alloggio, trasi tratta di gomma, oro, bauxite e, soprattutto, le quali la Carta dei diritti fondamentali dellUnionediamanti. La crisi economica e la povertà estrema europea. La sentenza potrebbe costituire unin cui vivono le popolazioni, rende preda delle milizie ennesimo ostacolo per il Piano Nomadi del sindacouna moltitudine di giovani, vittime e carnefici in un Alemanno. Qualora il giudice dia ragione alle duecampo o nellaltro delle guerre, come ha dimostrato associazioni, il Comune di Roma dovrà rinunciareanche il processo a Taylor, la cui alleanza con gli definitivamente allapertura del campo al confine conUsa non gli ha impedito di essere detronizzato da il comune di Ciampino, già congelata insiemeuna rivolta foraggiata dallamministrazione Bush, nel allapplicazione dellintero Piano Nomadi capitolino2003. Allora lasciò la Liberia per un esilio dorato dalla sentenza del Consiglio di Stato del 16 novembrein Nigeria. Il 24 marzo del 2006, venne arrestato 2011 - sulla quale pende un ricorso del governo Montivicino alla frontiera con il Cameroun. Il suo processo in Cassazione - che ha affermato lillegittimità delavrebbe dovuto svolgersi a Freetown, la capitale della decreto del 21 maggio 2008 con il quale lalloraSierra leone, sede del Tribunale speciale per la Sierra premier Berlusconi dichiarava lemergenza nomadileone (TsSl): la prima istituzione giuridica «ibrida», in Lombardia, Lazio e Campania. «Lapertura delorganizzata dal governo sierraleonese e dalle Nazioni campo rom de La Barbuta sblocca tutto il Pianounite. Il processo, che è durato dal giugno del 2007 nomadi» ha affermato Alemanno a metà del mesea marzo 2011, è stato però poi spostato allAja per di aprile contestualmente alla richiesta al ministero29 aprile 2012 News of the World 8 di 15
  • 9. degli Interni di accordare i pagamenti che solo il carne e ossa. Il nostro immenso tappeto sotto cuiprefetto di Roma, nominato commissario con stipare la «polvere» che nessuno vuole vedere. Elemergenza nomadi poi annullata dal Consiglio di dentro cui si trovano casi di gente che neancheStato, avrebbe potuto autorizzare. In tutto 7 milioni secondo la legge Bossi-Fini avrebbe dovuto finirci,di euro che solo in minima parte, circa 600 mila come i ragazzi nati in Italia ma che non sono riuscitieuro, sono già stati versati alla società costruttrice, la ad ottenere la cittadinanza. Oppure persone vittimeIrcop Costruzioni Generali spa. Costi che aumentano della legge che secondo tutti andrebbe cambiata egiorno dopo giorno a causa delle spese quotidiane che però intanto non si cambia: ad esempio gentedi gestione e sorveglianza del campo vuoto a carico licenziata che ovviamente, oggi come oggi, è un podella Ircop che, come ci comunica la società, ne difficile ritrovi un posto di lavoro con tutti i crismichiederà conto. «Costi che potevano essere spesi per entro sei mesi. E così tutti dietro le sbarre dei Cieun percorso di reale inclusione e di diritto allabitare per un anno e mezzo. I posti nelle strutture peròper molte famiglie rom della Capitale» commenta diventano di meno. E allora si costruiscono nuoviCarlo Stasolla, presidente dellAssociazione 21 Luglio. centri, come le due di Castelvolturno e Palazzo SanA osservarlo dallesterno, il campo de La Barbuta si Gervasio per le quali lo Stato ha stanziato a iniziopresenta come una grande isola di cemento e asfalto anno 18 milioni di euro. Viene da riflettere anchein mezzo ai prati recintata da grate di ferro e su questi evidenti paradossi mentre grazie allacontrollata a vista da telecamere di sorveglianza. campagna LasciateCie entrare, sostenuta tra gli altriTanti piccoli container dipinti di giallo, dotati di dalla Federazione naizonale della Stampa, sipannelli solari, si ripetono identici alla stessa distanza ricomincia a parlare di centri di detenzione. Propriodi pochi metri uno dallaltro. Circa 150 case-container mentre dalla Banca centrale europea arrivano glida 24, 32 e 40 mq a seconda se il nucleo familiare ammonimenti di Mario Draghi sulla necessità diè di 4, 6 oppure 8 componenti, che verrà abitato controllare la spesa pubblica invece di aumentarein tutto da circa 650 persone. Come si legge nella a dimisura le tasse, viene da chiedersi perché ildenuncia, larea è «totalmente priva di servizi, governo Monti non decida di mettere mano alla spesanegozi, attività pubbliche o private di qualsivoglia spropositati, del tutto fuori controllo, e immotivatatipologia, mezzi pubblici o abitazioni». Caratteristiche dei Centri di detenzione, almeno riducendo il tempocomuni a quasi tutti i campi della Capitale. Ma le di permanenza. Il ministro dellInterno leghistapolitiche romane in tema di rom potrebbero non Roberto Maroni pensava fosse un deterrente ulterioreessere le sole a dover fare i conti con questa «azione alla clandestinità, e oltretutto un ottimo modo percivile contro la discriminazione»: «Le politiche fare campagna elettorale al suo partito. Forse ildellemergenza nomadi e dei campi rom infatti, come secondo scopo è stato raggiunto. Il primo, è fallitodenunciato anche dal Comitato europeo dei diritti in pieno. Ieri la campagna LasciateCie entrare hasociali (Ceds), sono attuate in tutta Italia e questa dato conto delle condizioni rinvenute allinterno dellasentenza potrebbe costituire un importante struttura di Bari, in cui hanno fatto ingresso alcuniprecedente: dichiarare illegale linsediamento La giornalisti. I racconto sono univoci e raccapriccianti:Barbuta equivarrebbe a riconoscere lillegalità di ogni nellinfermeria un solo lettino, bagni insufficienti,campo nomadi presente sul territorio nazionale» sporchi e arruginiti. «Ci trattano peggio deglicommenta Stasolla. Del resto il superamento dei animali», hanno detto ai visitatori i detenuti delcampi è contenuto anche nella Strategia nazionale centro. Strutture per cui lo Stato, come riportavadinclusione dei rom, dei sinti e dei camminanti qualche giorno fa in un articolo lagenzia Redattorepresentata il 28 febbraio 2012 dal governo italiano Sociale, spende in media 20 milioni di euro lannoalla Commissione europea che ha prescritto a ogni solo per la gestione. Ai giornalisti i responsabili delstato membro di emanare nuove norme per Cie di Bari hanno assicurato che sono stati stanziatilintegrazione. Ecrive lUnar (Ufficio nazionale 532 mila euro per ristrutturare due moduli chiusi.antidiscriminazione razziale): «È unesigenza sempre Soldi in più da calcolare per cercare di mettere lepiù sentita dalle stesse autorità locali il superamento toppe a strutture che vengono continuamentedei campi in quanto condizione fisica di isolamento danneggiate. E non perché chi viene rinchiuso neiche riduce le possibilità di inclusione sociale ed Cie sia folle: le rivolte sono aumentate in modoeconomica delle comunità rom, sinti e camminanti». esponenziale proprio con laumento dei tempi didi YLENIA SINA detenzione. Un altro successo dellex ministro Maroni. Una rivolta si era verificata qualche giorno fa a Bologna, proprio il giorno prima delingresso nel Cie della campagna LasciateCie entrare, che oltre alle«Qui ci trattano come bestie» condizioni pessime del centro aveva sollevato un altro problema: quello delle nuove gare dappalto.27/04/2012 di Manifesto (miogiornale.com) I tagli lineari dei ministeri, infatti, impongono una base dasta bassissima, e a Bologna la cooperativaVisita dei giornalisti al Cie di Bari. E gli immigrati siciliana Oasi ha vinto per il prezzo di 28 euro araccontano: «Ci danno medicine per tenerci buoni» persona, laddove oggi la Misericordia ne spende 70.ROMA - Lo ha detto anche il segretario Aste al massimo ribasso che aveva già provato addellAssociazione nazionale funzionari di polizia, Enzo attuare nel 2008 il governo dicentro sinistra. DovetteMarco Letizia: «Continuare con il trattenimento nei tornare indietro di corsa, perché massimo ribassoCentri di identificazione per 18 mesi degli immigrati significa anche ingestibilità dei servizi. Purtropponon ha senso. Se non riesci a identificare una persona però lesperienza sembra contare pochissimo quandoentro quattro mesi non lo farai mai». Risultato? I si tratta della vita dei cittadini stranieri, soprattuttocentri di identificazione - ammesso che siano mai quando stanno chiusi dietro le sbarre e non possonoserviti a qualcosa - al momento sono soltanto delle dire nulla. Finora tutte le visite hanno evidenziatogabbie dentro cui vengono abbandonate persone in situazioni molto degradanti, come anche al Cie di29 aprile 2012 News of the World 9 di 15
  • 10. Milo, in provincia di Trapani, dove lArci ha Ci siamo mangiati l’ultimo pesce deldenunciato, oltre allo stato fatiscente della struttura, Mediterraneola carenza di cure mediche per persone con fratturee cardiopatici. Probabilmente una maggiore 27/04/2012 di Impronta Unika (miogiornale.com)trasparenza dei centri permetterebbe una minorepossibilità di infrazioni. Per questo si batte la Oggi inizia la dipendenza dell’Italia dal pescatocampagna LasciateCie entrare che proprio oggi alle d’importazione Avete preparato un piatto di triglie?10,30 ha programmato un presidio davanti al Cie di Oppure stare per uscire e comprare una fetta diPonte Galeria a Roma. Perché, anche stavolta, sono pesce spada. Potrebbe essere l’ultimo sapore italianomoltissimi i dinieghi allingresso opposti dalle per molto tempo perché ufficialmente oggi si èPrefetture. Il ministro dellInterno Annamria pescato l’ultimo pesce italiano, il nostro “pezzo” diCancellieri ha detto che «è giusto che i giornalisti Mediterraneo non può più sopportare la pesca cosìpossano entrare nei Cie». Ma come la storia dimostra, com’è ora, la riproduzione è a rischio. Di fatto nonciò non avviene se tale diritto rimane a discrezione è che dobbiamo aspettarci mari deserti da soglioledei prefetti. A quando un regolamento nazionale? di e aragoste, ma quegli animali non ce la fanno piùCINZIA GUBBINI a sopportare la nostra predazione eccessiva e senza controllo. Lo dicono i numeri del rapporto, pubblicato oggi (21 aprile) dal New economics foundation e OCEAN2012 dove si legge che “l’Italia staAfghani gettati in mare a Locri Uno consumando più pesce di quello che i mari europeimuore affogato sono in grado di fornire, rendendoci dipendenti dal pesce proveniente pescato da altri”. Il Rapporto “Fish27/04/2012 di Manifesto (miogiornale.com) Dependence: The increasing reliance of the EU on fish from elsewhere” mette in rilievo il livello con cuiLi hanno buttati in mare quando mancavano ancora l’Italia sta da un lato importando pesce e dall’altroalmeno 250 metri dalla riva, picchiando quelli tra esportando la pesca eccessiva. “Gli stock ittici (i tipiloro che si rifiutavano di gettarsi in acqua. Attimi di pesce che vengono pescati; ndr) – spiegano gliconcitati, durante i quali un immigrato non ce lha esperti di Nef – sono infatti risorse rinnovabili che giàfatta ed è morto affogato. Altri quattro sono invece secondo quanto afferma la Commissione Europea,rimasti feriti, uno dei quali porta sul corpo i segni stiamo prelevando dalle nostre acque molto piùdelle percosse ricevute dagli scafisti per convincerlo velocemente di quanto esse riescano a rinnovarsia buttarsi in mare. E finita con lennesima tragedia perciò stiamo di fatto andando a cercare il pescelo sbarco di una cinquantina di immigrato provenienti di qualcun altro”. Fino ad oggi, il Fish DependencedallAfghanistan e arrivati ieri mattina al largo di Day dell’Ue è arrivato ogni anno con sempre piùLocri, in Calabria. Il gruppo, stando alla prima anticipo, dimostrando un livello sempre crescente diricostruzione fatta dagli inquirenti, sarebbe partito dipendenza dall’estero. Quest’anno il giorno esatto aquattro giorni fa dalla Grecia a bordo di un partire dal quale l’Italia diventa dipendente dal pescepeschereccio. A bordo una cinquantina di profughi d’importazione è il 21 aprile. Nel 2009, la Bancache giunti al largo delle coste calabresi sono stati Mondiale stimava le perdite economiche dovute aglicostretti dagli scafisti a lasciare limbarcazione per effetti del sovrasfruttamento delle risorse ittiche intrasferirsi su di un gommone. Probabilmente la 50 miliardi di dollari l’anno. Un altro recente rapportopromessa era di trasportarli fino a riva, ma così non è di New Economics Foundation, “Jobs Lost at Sea”,stato. Complessivamente, secondo il racconto fatto ha rivelato che lo sfruttamento eccessivo di 43 deidagli stessi immigrati, le persone sbarcate 150 stock del Nord Est dell’Atlantico comporta unadovrebbero essere 45, ma per gli inquirenti perdita di 3,2 miliardi di euro l’anno, che potrebberopotrebbero essere anche di più. Così come non è sostenere 100 mila posti di lavoro nei settori dellaescluso che lorganizzazione che li ha portati dalla pesca e della trasformazione dei prodotti ittici.Grecia fino in Italia potesse avere a terra un basista Insomma una pesca più ragionevole e rispettandoche aveva il compito di accogliere i profughi e la sostenibilità delle specie degli stock, porterebbeprovvedere al loro trasferimento. Unipotesi resa beneficio anche ai pescatori. “L’Unione Europea haconcreta dal fatto che sulla spiaggia sono stati trovati una delle più grandi e ricche superfici di pesca deldegli indumenti abbandonati, segno evidente che mondo ma non siamo riusciti a gestire in modoprima di lasciare il gruppo alcuni immigrati si sono responsabile questa grande ricchezza, così percambiato con degli abiti asciutti. Lo sbarco è avvento soddisfare la nostra voglia di pesce stiamo via viain località Basilea, alla periferia nord di Locri in esportando la pesca eccessiva e il sovrasfruttamentodirezione Siderno. Dei quattro immigrarti rimasti delle risorse ittiche in altre parti del mondo” –feriti uno è in condizioni gravi ed è ricoverato nel dichiara Aniol Esteban, rappresentante di nef ereparto di rianimazione dellospedale della cittadina OCEAN2012. “La pesca eccessiva rappresenta uncalabrese. Luomo ha ingerito una grande quantità di danno per l’economia. Stiamo perdendo ogni annoacqua e presenta sul corpo numerose lesioni, frutto milioni di euro e migliaia di posti di lavoroprobabilmente del pestaggio che potrebbe aver continuando a permettere che la pesca eccessivasubito da parte degli scafisti. Lesioni sono state persista. – conclude Aniol Esteban. E per l’Italia?riscontrate dai sanitari anche sul corpo delluomo Abbiamo un grado di autosufficienza sceso dal 32,8%affogato. al 30,2% negli ultimi due anni, il che significa che l’Italia sta diventando sempre più dipendente dall’importazione ciò è dovuto ad una diminuzione degli sbarchi di 30.000 tonnellate di pesce e ad un aumento di 20.000 tonnellate nella produzione di prodotti provenienti dall’acquacoltura. Tuttavia,29 aprile 2012 News of the World 10 di 15
  • 11. nonostante il consumo sia diminuito, tale le sue facoltà, a sottomettere qualsiasi proposta nellediminuzione non è stata abbastanza veloce rispetto materie sulle quali i cittadini consideranoal suo deficit di importazione: l’Italia rimane indispensabile che lUnione emetta un atto legaledipendente dal pesce extra-europeo per sostenere volto a implementare i Trattati".circa il 70% del suo consumo di pesce. Nel restod’Europa non ve meglio per nulla, se la Ue Le procedure e le condizioni richieste per uniniziativaconsumasse solo pesce proveniente delle proprie popolare di questo tipo sono determinate nel primoacque, le risorse finirebbero il 6 luglio. Per un certo paragrafo dellarticolo 24 del Trattato sulnumero di Stati Membri la data precisa nella quale Funzionamento dellUnione Europea (TFEU). Secondoessi diventano dipendenti dalle importazioni è: il 25 i promotori si tratta del "primo esperimento dimaggio per la Spagna; il 30 marzo per il Portogallo, il democrazia partecipativa trasnazionale". Ma solo in21 maggio per la Francia; il 20 aprile per la Germania pochi sanno di cosa si tratta o sono stati informatie il 21 agosto per il Regno Unito. “Questo Rapporto della sua esistenza. Un esempio su tutti: in Irlandaevidenzia chiaramente che se si vuole consumare un sondaggio ha rivelato che l86% della popolazionepesce sostenibile è necessario che venga fatta non ha la minima idea di cosa si tratti, non avendonepressione sui politici che hanno la responsabilità di mai sentito parlare.attivare subito inziative responsabili chegarantiscano un futuro alla pesca e ai pesci” – Il 70% degli interpellati nel 2010, tuttavia, hadichiara Serena Maso, coordinatrice italiana di dichiarato che prenderebbe seriamente inOCEAN2012. “La Riforma della Politica Comune della considerazione lipotesi di servirsene. Un altroPesca dovrà quindi garantire la vitalità e la esempio: alla consultazione pubblica del 2009-2010,sostenibilità della pesca in Europa perché solo in cui la Commissione chiedeva ai cittadini cosa nerecuperando gli stock ittici sovrasfruttati possiamo pensassero dell’iniziativa, sui 500 milioni che la Ecibloccare questo trend disastroso che ci sta costando punta a coinvolgere, hanno risposto appena 160soldi e lavoro, proprio nel momento in cui ne abbiamo persone.più bisogno”.Europa, cè la possibilità di indire La Grecia torna al Medioevoreferendum, ma nessuno lo sa... 27/04/2012 di Argiris Panagopoulos (il manifesto)27/04/2012 di fabrizio salvatori In Grecia il voto si avvicina, mentreSu acqua, roaming tlc e, perché no, tassazione la popolazione si avvia a vivere unsulle transazioni finanziarie dal primo aprile i medioevo lavorativo fatto di lavorocittadini dell’Unione europea hanno voce in precario e malpagato. Il 6 maggiocapitolo. Come? Attraverso il classico trentadue partiti chiederanno il voto dei cittadini perstrumento del referendum. Venne scritto dal soli 250 seggi, visto che la legge truffa vigente regalaTrattato di Lisbona ma, in questi tempi di crisi al primo partito 50 dei 300 seggi del parlamentopolitica ed economica, ha avuto scarsa rubando dal controllo popolare un sesto dei seggi. Larisonanza. In sostanza basta raccogliere un frammentata e litigiosa sinistra punta sulla disfattamilione di firme in sette stati sui 27 dellUnione dei partiti dei Memorandum, che ricevono un forteEuropea per imporre ai legislatori europei di sostegno da Berlino, Bruxelles, gli industriali, iregolare materie fondamentali agli occhi dei banchieri e i grandi proprietari dei media. A partirecittadini, quali la disoccupazione, lacqua, il dalla Nuova Democrazia, nelle cui liste si trovano iroaming dei telefonini e la tassazione delle figli del fondatore e del direttore del Dol, il più grandetransazioni finanziarie. gruppo dei media in Grecia. Ma nel frattempo le notizie che arrivanoSi chiama European Citizen’s Initiative e non ha dall’economia reale sono catastrofiche. I redditi sonogranché di miracoloso dal punto di vista della diminuiti tra il 25 e il 30% in un anno, fa saperedemocrazia. Però permettere alle reti di poter l’Osce, che calcola come al netto delle imposte iesercitare qualche pressione diretta. redditi annuali di un lavoratore medio non sposatoSecondo Martin Schultz, leader dei Socialisti al sono diminuiti del 25,50%. Non basta, perchéParlamento Ue, potrebbe essere lo strumento spariscono letteralmente anche i contratti collettivi.decisivo per convincere le autorità ad adottare una Grazie alle politiche miracolose della troika nelletassa sulle transazioni finanziarie. Della quale si ultime otto settimane sono stati firmati 33.133discute da anni, ma di cui non si è mai vista lombra, contratti individuali in 7.825 imprese, con tagli diper via della divergenza di opinioni tra le potenze stipendi tra il 22% e il 28%, sforbiciate che in alcunimondiali e dEuropa. Se i politici non riescono a casi hanno superato il 50%. Per i pochi contrattitrovare unintesa, spetta ai cittadini imporre la aziendali la diminuzione dei salari è tra il 22,35% e ildirezione da prendere. Un po’ come avviene nella 40%, secondo i dati ufficiali dello Corpo degli ispettoriConfederazione Elvetica. del lavoro Sepe. In molti casi i datori di lavoro aspettano la scadenza per la firma di nuovi contrattiNellarticolo 11 al paragrafo 4 del Trattato di Lisbona collettivi per ricattare i lavoratori e costringerli asi legge che "un milione di cittadini residenti in un firmare contratti individuali con un forte taglio deinumero significativo di stati membri puo invitare la loro stipendi. E ancora: il 50% dei nuovi contratti diCommissione Europea, nellambito di quelle che sono lavoro riguarda lavori precari o con orari ridotti,29 aprile 2012 News of the World 11 di 15
  • 12. mentre i contratti con pieno orario di lavoro sono Bambini zombie in Uganda, colpiti dadiminuiti del 20,93% nel primo trimestre dell’anno. una misteriosa malattiaSecondo Eurostat il costo del lavoro in Grecia era giàsui due terzi della media del costo del lavoro per ora 26/04/2012 di mila orlando (libera linformazione)in eurozona nel 2010, prima ancora dei forti tagli del2011, visto che arrivava a soli 17,30 euro all’ora, difronte ai 26,9 euro della Ue. Secondo i nuovi dati i Dimenticate l’Uganda di Josephpensionati hanno visto sparire negli ultimi due anni Kony, che di sicuro non è l’unicotra il 12% e il 40% della loro pensione iniziale, e sette male di questo paese dove stagiovani su dieci sono pronti per emigrare. accadendo qualcosa di misterioso aiSe i greci se la passano malissimo, gli immigrati bambini. A nord dello stato africano, infatti, ci sonovivono ancora peggio. Il ministro socialista della circa 3.000 bambini affetti da una malattia che liProtezione del cittadino Chrisoxoidis continua le riduce, secondo alcuni, a zombie. Non parliamo diretate della polizia nel centro di Atene, cercando di nessun fenomeno paranormale, ma di un virussuperare a destra la ferocia dei picchiatori di Xrisi chiamato “Nodding disease”, di cui non si conosconoAvghi contro gli immigrati. Chrisoxoidis ha promesso ancora le cause e non esiste una cura.mercoledì scorso al Parlamento europeo che il primogrande campo di concentramento per immigrati in Il fenomeno è parecchio diffuso nella parte orientaleGrecia sarà operativo i primi giorni della settimana dell’Africa e quindi in Uganda, Sudan, Libia eprossima. Naturalmente per favorire anche la sua Tanzania. I contagiati accertati sono circa 3.000; dicandidatura nelle liste del Pasok. «Atene sarà pulita questi 200 hanno perso la vita. Ad essere colpiti sonoin pochi giorni» dagli immigrati, ha promesso lo soprattutto i bambini tra i 5 e i 15 anni, che“sceriffo”, mentre il presidente di Syriza Tsipras ha lentamente si riducono a stato vegetativo e sonochiesto invano il suo immediato allontanamento dal costretti ad abbandonare scuola e vita normale. Ilministero. Nuova Democrazia e il Pasok continuano “Nodding disease” si presenta all’inizio come unala loro campagna elettorale blindata, mentre il leader forma di epilessia: gli attacchi fanno agitaresocialista Venizelos e il conservatore Samaras hanno, ripetutamente il capo come se si annuisse (to nod=con qualche sfumatura, lo stesso programma annuire), fino a veri scompensi della personalità:elettorale: l’applicazione dei Memorandum che smarrimento, perdita di memoria, cambiamenti dihanno firmato con la troika per salvare il paese. umore e comportamenti violenti. Il cervello sembraDa parte sua la troika esercita ogni tipo di pressioni arrestare il suo sviluppo, portando un ritardo mentalesull’elettorato greco per fermare il forte aumento a chi ne è affetto.delle sinistre e la frammentazione dell’elettorato I medici stanno studiando il caso, ma al momentoconservatore di Nuova Democrazia verso il populismo cercano di limitare i danni in assenza di una veradei Greci Indipendenti, l’estrema destra di Laos e i cura. A seguire l’epidemia da vicino c’è la Worldneofascisti di Xrisi Avghi. La troika ha comunicato Health Organization, che ha stabilito una rete diieri che tra il 15 e 21 maggio sarà ad Atene per controllo per sorvegliare la malattia. "Abbiamo«conoscere» i rappresentanti del nuovo governo e bisogno di rafforzare la sorveglianza nelle comunitàche tornerà qualche settimana dopo per controllare colpite in modo da essere in grado di identificare altril’applicazione del secondo Memorandum e fissare i problemi gravi e conoscere meglio la grandezza delnuovi tagli di 11,60 miliardi di euro per il 2013-2014. NS", ha dichiarato recentemente il Dott. Abdinasir.aSe la recessione supererà il 4,70% per il 2012 ci sarà capo della task force del WHO sul caso.il bisogno di ulteriori tagli, mentre la Banca Centrale L’ipotesi più plausibile sulla malattia è che sia didi Grecia vede già la recessione al 5% per il 2012. tipo virale, causata dalla mosca nera; un insetto cheBarroso da parte sua ha avvertito indirettamente vive nella regione, in grado di trasportare il vermel’elettorato per le conseguenze nefaste di un parassita Onchocerca Volvulus. Un’altra ipotesi alfallimento greco. vaglio dei medici sarebbe la carenza di vitamina B-6.Le vere conseguenze delle politiche di Barroso le ha Al momento il “Nodding disease” viene curato conpagate mercoledì con la vita il 38tenne Nikos Polibos, i farmaci contro l’epilessia, che si mostrano efficaciche si è suicidato perché stanco di aspettare da due solo ai primi stadi.anni il posto che aveva vinto in concorso pubblico Questa malattia non è la prima volta che siper la cattedra di Geologia nell’Università di Atene. manifesta, ma mai in maniera così capillare eLa sua nomina era stata congelata dai tagli. Sabato violenta. La prima comparsa del virus risale agli anniscorso il 45enne maestro Sabbas Metoikidis, sposato ’60 in Sudan e in Tanziana, fino ad esplodere ai giornie con figli, si era suicidato a Xanthi nel nord del nostri.paese. Metoikidis, un attivista dei movimenti e La CNN si è occupata recentemente della vicenda,sindacalista, ha lasciato una denuncia contro i raccogliendo alcune testimonianze nei villaggi doveMemorandum. Era una persona molto coraggiosa. i bambini affetti da “Nodding disease” sono quasiRimasto nella memoria collettiva dei movimenti di quanto quelli sani. Tra le varie testimonianze c’èprotesta quando tre anni fa era circondato dai celerini quella di Grace Lagat che ha ben due figli colpiti dadelle Mat in una palazzina nel centro di Atene. Per questo male: Pauline e Thomas. Grace ha spiegato aisalvare gli altri si era fatto avanti gridando ai giornalisti della CNN che a volte è costretta a legale inpoliziotti: «Quanti vi hanno detto di arrestare oggi? Io giardino i suoi figli quando si deve assentare, perchésono un maestro. Vengo io. Vi bastano dieci?». la malattia li porta a scappare e a vagare nel vuoto. Inoltre, quando sono legati, i bambini cercano di mangiare i nastri che li tengono fermi. I poveri piccoli, avendo perso ogni cognizione spazio-temporale, hanno poi dovuto abbandonare la scuola. Al momento i medici non parlano di un’epidemia che29 aprile 2012 News of the World 12 di 15
  • 13. si sta diffondendo, poiché il male è circoscritto all’est cera da combatterla. Poi non più. Da parte amicadell’Africa. Tutta via il pericolo è ugualmente elevato invece non la si è studiata né quando esistevaper tutto il continente, dove non mancano problemi bastando allora glorificarla, né quando è mortalegati a malattie, povertà e sotto-sviluppo. dovendo ora maledirla. Bisogna dire che Rita di Leo lha studiata allora e la studia ora. Come tutte le persone che dicono il vero non viene creduta. Si può forse convincere il mainstream? Se ne può solo essere convinti. Ma chi vorrà cominciare a capireUrss, il continente scomparso come è andata quella storia sempre letta sotto gli schemi dellortodossia, dovrà ripartire da questi studi25/04/2012 di Manifesto (miogiornale.com) eretici: fatti per scelta politica, «più da militante sconfitta che da studiosa accademica». IDal capitalismo al socialismo e ritorno. rovesciamenti del senso comune intellettuale sono«Lesperimento profano» di Rita Di Leo ripercorre rintracciabili ad apertura di pagina. Tre capitoli, trecontrocorrente il fiume di una storia rimossa, che tesi-ribaltone. 1. Iniziò con i filosofi-re; 2. Continuòillumina lo scontro di oggi fra politica ed economia con la gestione popolare; 3. Fallì con il mercato. ChiSiamo malati di anniversari. Se non ci fossero, per i sono i filosofi-re? Sono i «rivoluzionari digiornali, bisognerebbe inventarli. E infatti spesso se professione», che presero su di sé le coordinatene inventano. E altrettanto spesso se ne nascondono. teoriche, i bisogni ideali e le necessità praticheE passato tutto intero il 2011 e nessuno, o quasi, dellesperimento. Si inventarono il «principio disi è ricordato che, esattamente ventanni prima, era regolazione», dettando canoni di comportamento peraccaduto quellevento che si chiama «fine dellUnione tutti gli ambiti, del lavoro e della vita, non fidandosidelle Repubbliche Socialiste Sovietiche". Si può non del libero movimento degli spiriti animali, avendoavere simpatia per il presidente Putin e in effetti colto con Marx nellesperimento opposto, quello delnon ne suscita in gran quantità, ma ha detto almeno capitalismo, in quel libero movimento leffettivouna volta la cosa essenziale e cioè che la caduta esercizio di un dominio di classe. Erano deglidellUrss è stata la più grande catastrofe geopolitica intellettuali utopisti, che puntavano, con undel Novecento. Le futili vicende che abbiamo vissuto volontarismo massimalista, alla realizzazione delda allora, mascherate da improbabili accadimenti progetto politico di una società etico-razionaleepocali, ce lo confermano. Ecco un libro che ci riporta, ispirata ai principi del socialismo-comunismo.saltando indietro nel tempo che conta, a una vicenda, Diventarono «politici di professione che da«un esperimento», si dice, che ha fatto storia e che socialdemocratici legarono il governo al partito, e danon a caso alla sua conclusione ha fatto parlare di seguaci di Lenin la politica al potere». Erano infattifine della Storia. Sto parlando di Rita di Leo, una creazione di Lenin, «lintellettuale capace diLesperimento profano, sottotitolo eloquente Dal trasformare una rivolta di popolo in una rivoluzione....capitalismo al socialismo e viceversa, Ediesse, Il capo di governo deciso a porre fine a una guerraCitoyens, Roma 2012. È un testo da leggere, invisa al paese senza preoccuparsi delle molteimpossibile da riassumere. E un testo breve, concessioni al potere, il crudele capo-popolo chesintetico, con rimandi ad altri approfondimenti avallò i più crudeli atti di giustizialismo popolare,analitici della stessa autrice, dimostrazioni empiriche il politico di scuola socialdemocratica in grado didelle tesi teorico-storiche qui presenti, che varrebbe inventarsi leconomia mista della Nep, lo statista conla pena di veder presto pubblicati a parte. Una cultura prussiana preoccupato per lincompetenzanarrazione, che non si può raccontare di nuovo, si del suo partito a fronte del governo del paese.può solo ascoltare. Ne parlo, usando le stesse frasi Rispetto agli intellettuali e ai politici che loe parole del libro. 1917-1991: ecco date che stanno affiancarono prima e dopo la rivoluzione, nessunoin piedi da sole, come corpi in carne ed ossa, non fu capace di svolgere così tanti ruoli diversi efantasmi evocati dalle pratiche magiche della contraddittori. Gli altri si distinsero ciascuno in unacomunicazione mediatica. Scelgo di dare subito propria funzione». Divennero politici pianificatori econto, con una citazione di esempio, dello stile e del in seguito addetti allideologia sovietica. Ebbero iltono del discorso. A metà libro: «Dagli anni Cinquanta maggiore impatto sul paese negli anni Venti e Trenta.in poi, in occasione degli incontri internazionali, le Sono passati alla storia come la vecchia guardiafacce popolari dei segretari generali del partito bolscevica annientata da Stalin prima che iniziasserocomunista sovietico e le loro non buone maniere gli anni Quaranta. A quel punto lostracismo versomostrarono agli occhi del mondo che la seconda gli specialisti ex-borghesi si era da tempo realizzato.potenza strategico-militare aveva al governo uomini Già nel 1924, Stalin celebrava la morte di Leninche venivano dal popolo. Non che il popolo fosse promuovendo liscrizione al partito di una «levaal potere, come affermerà lultimo programma del operaia», premessa allassunzione di ruoli dirigentipartito ( 1986 ) ma che la leadership sovietica, o da parte di lavoratori manuali. «Al di là dellenomenklatura, era figlia o nipote di operai e dichiarazioni ufficiali di continuità, Stalin sicontadini. Ne conseguiva che la rivoluzione contrappose a Lenin nel puntare sulla capacità deianticapitalistica del 1917 aveva realizzato il dirigenti provenienti dal popolo di rendersi autonomirovesciamento sociale promesso». Fino al 1989 è dai dirigenti intellettuali». Una tesi forte di Rita distata questa limmagine dominante negli occhi di Leo, da anni coltivata e ribadita, è che quello che leiamici e di nemici. Per smontare questa immagine - chiama «loperaismo di Stalin», senza mai diventaredice di Leo - «era al lavoro un esercito di studiosi populismo, andò a concludersi, e a realizzarsi - eimpegnato in un apposito settore di ricerche e di questo fu infatti quello che si è riconosciuto comeanalisi storiche; la sovietologia, che è poi sparita socialismo realizzato - nella teoria e nella praticainsieme al muro di Berlino». Sì, perché da parte della «gestione popolare»: «la rete dei rapporti,nemica si è studiata lUnione Sovietica fino a che instauratasi dagli anni Cinquanta-Sessanta in poi, in29 aprile 2012 News of the World 13 di 15
  • 14. nome dellideologia del popolo sovrano e per volontà con la pianificazione, fabbriche, città e campagnedel partito comunista al governo». Si dice qui che fu furono limpegno quotidiano del partito al governo,Khrushchev a gettare i primi semi, ma fu Brezhnev allora politica ed economia divennero una cosaad arare il terreno. «La gestione popolare era ciò sola». Alla fine degli anni Settanta la situazione erache il paese voleva dopo le lotte di classe e lo stato cambiata - dice di Leo - oltre i sogni del più pervicacedi eccezione, era la reazione contro una società avversario dellUrss. Si erano invertite le priorità, conrigidamente stratificata da gerarchie rigidamente la politica-progetto ridotta allo stato di ideologia e ilideologiche. Erano queste le gerarchie fissate dagli mondo delleconomia salito al vero posto di comando.intellettuali utopisti, contro i quali nel tempo si formò Lélite sovietica subiva un destino imprevisto. Aun intreccio di interessi tra il popolo minuto che vincere sul campo fu lélite economica. A uscirnevoleva vivere meglio e gli uomini che controllavano sconfitto fu il partito, la sua organizzazione, i suoile ricchezze del paese e volevano deciderne senza 19 milioni di membri. E insieme ne uscì sconfitto ildipendere dal potere politico centrale». Diventava patto originario tra il partito e la classe operaia. «Icosì possibile la trasformazione della «dittatura del due eventi topici furono il 27 aprile 1989, quandoproletariato» nello «Stato di tutto il popolo». Il 1956 Gorbachev espulse i comitati del partito dalleviene letto qui come il passaggio dalla vecchia alla fabbriche, e il 19 agosto 1990, quando un piccolonuova élite. In effetti la morte di Stalin - il libro fissa gruppo di alti funzionari del partito andò a trovareuna scansione strategica, 1917-1954, 1954-1991 - in vacanza lultimo segretario generale del Pcus,viene avanti sempre di più come il grande sempre lo stesso Gorbachev, nellintento di farglispartiacque tra una sorta di due socialismi. Leggo cambiare la sua strategia di logoramento del poterecosì questo racconto, forse forzandolo: da un sovietico. Non ci riuscirono e furono additati al paesesocialismo che marciava teoricamente verso il e al mondo come responsabili di un colpo di Stato,comunismo a un socialismo che retrocedeva colpevoli di bloccare il cambiamento in corsopraticamente verso il capitalismo. «Sin dai primordi nellUrss. E così effettivamente era, solo che dal loroil partito era diviso tra i compiti della politica e le punto di vista si trattava di difendere laesigenze delleconomia. Il compito della politica fu sopravvivenza dellUrss. Lanno dopo lUrss sparìspingere ciascuno a prendere parte alla guerra di dalle carte geografiche. Nella nuova Russia, insiemeclasse come vincitore o come vittima». In parallelo al successore di Gorbachev, il presidente Borisvi erano gli obblighi delleconomia, totalizzante come Yeltsin, andarono finalmente e ufficialmente al poterenessun altro mondo, secondo quanto abbiamo gli alti quadri dei ministeri ex sovietici e dei grandiappreso e apprendiamo ogni giorno. Questi obblighi conglomerati di esportazione dei settori strategiciassorbirono il partito in modo via via crescente. Il (energia, militare, metallurgia, legname): grazie aiprogetto originario, appunto teorico, era far nascere proventi delle privatizzazioni, e ai giochi sui«luomo nuovo», luomo del socialismo, svincolato, differenziali tra prezzi domestici e internazionali, essinon per natura ma per storia, da quegli obblighi. divennero i proprietari dei maggiori gruppiLa prassi quotidiana chiedeva la realizzazione del finanziario-industriali. Essi avevano per la produzionepiano, lesecuzione delle norme, il lavoro dassalto, manifatturiera, così peculiare alla vicenda sovietica,sul modello delleroe civile Stakhanov. «Luomo la medesima ripulsa che avevano per il partitosocialista» diventava «luomo sovietico». comunista». Ho scelto uno, e un solo, filo di lettura«Leconomia funzionava senza mercato dei capitali e di questo denso libretto. Avverto che non è lunico.dei mezzi di produzione ma, come nelle altre società Ci sono altri fili, a cui, tra laltro lautrice èindustriali, luomo divenne funzione della crescita particolarmente attenta. La vicenda, ad esempio,economica, dellindustrializzazione accelerata, degli intellettuali, del loro rapporto, controverso madellurbanizzazione del paese. Nessuno cambiò tale necessario, con il potere, nellesperimento sovieticorapporto. Nessuno nemmeno ipotizzò questo particolarmente significativo. Approfondita, nel testo,cambiamento». Lesperimento aveva previsto e la questione delle élites, che è emersa qui, marealizzato il rovesciamento dellordine sociale, con chiederebbe un più lungo discorso. La chiave digli ex operai al posto dei direttori borghesi. Ma non lettura della «gestione popolare» da Khrushchev asolo il compito rimaneva lo stesso, far funzionare al Brezhnev. E il grande tema del sistema politico, trameglio la fabbrica, rimaneva la stessa lesecuzione Soviet, Partito e Stato, unimmensa innovazionegenerale del compito, la classe operaia in realtà irrisolta, una delle cause di fondo che ha portatoappendice della macchina economica. Giocava qui, al fallimento dellesperimento. Ho scelto il tema delaccanto alla cultura economicistica del marxismo e lavoro, lavoro manuale, e politica, politicadella socialdemocrazia, la condizione particolare del organizzata, perché penso che sia ancora questo ilcontinente russo, che il giovane Lenin aveva ben problema dei problemi, al di là della chiacchiera sulsaggiato in quella magistrale opera che è Lo sviluppo niente che ci affligge. Questo è un libro su temidel capitalismo in Russia. La crisi del 29 sembrò strategici che va letto dentro una contingenza, quellaconfermare la validità dellintero esperimento, con attuale. Una lettura sempre difficile. Ripercorrerela vittoria, che sembrava strategica, del piano sul controcorrente il fiume dellesperimento sovietico,mercato. Ma, ecco, «se il successo stava oggi è un compito politico. Se non si capisce lì, nonnelleconomia e non nella politica, se lobiettivo si capisce qui. Lesperimento sovietico si è piazzatoprioritario non stava tanto nel creare una società al centro del Novecento e lo ha definitivamentediversa quanto nel crescere più del capitalismo, la segnato. Batti e ribatti, alla fine ho capito checonseguenza fu il protagonismo del mondo lantinovecentismo è sostanzialmente una forma, ladelleconomia, con i suoi attori e i suoi problemi». più inconsapevolmente diffusa, di anticomunismo.I tempi dellesperimento cominciarono ad essere Indipendentemente dal merito dei fatti, in realtà nonscanditi dai piani quinquennali. «Fare politica si sopporta che quella cosa lì ci sia stata. Per cuisignificò innanzitutto realizzare il piano». Insomma, anche parlarne male è rischioso. Conviene nonallinizio, fu la politica al posto di comando. «Quando, parlarne affatto, finché come di Atlantide si29 aprile 2012 News of the World 14 di 15
  • 15. favoleggerà che ci fu, ma senza sapere dove come vivono altrettante. È una sorta di «risarcimento» pere quando. I nostri avversari lhanno capito, e molti i partiti dellultradestra che minacciano di lasciare lanostri amici, ripeto senza saperlo, gli danno una maggioranza se Netanyahu non fermerà lo sgomberomano: il modo più sicuro per tenere in piedi questo di Ulpana, unestensione della colonia di Bet Elinstabile loro presente è cancellare ogni traccia di (Ramallah). Il premier vorrebbe chiedere ai giudici unmemoria alternativa. Oggi stiamo vivendo lo stadio rinvio dello sgombero ma a dargli una mano decisivaavanzato, maturo, prossimo, a mio parere, a una sarà, con ogni probabilità, il ministro della difesasoluzione finale a livello mondo, di una storica, Ehud Barak che, stando alla radio dei coloni, avrebbeclassica, lotta di classe tra politica ed economia. Lotta dato disposizione ai suoi collaboratori di trovare unadi classe, non altro. Schierarsi sulluno o sullaltro strada per legalizzare Ulpana e salvare la coalizione.fronte è la prima decisione da prendere. Poi la politica Di legale tutto ciò non ha nulla, perché le coloniesi può riformare, ridefinire, riorganizzare e così come gli avamposti sono stati costruiti da Israelequantaltro, ma, pensiamoci bene, ogni gesto, ogni in violazione delle leggi e convenzioni internazionali.parola, ogni iniziativa, che in qualche modo «Tutti gli insediamenti israeliani (in Cisgiordania econtribuisca a una sua delegittimazione, è un danno Gerusalemme est) sono illegali, poco importa se sonoarrecato alle persone cha vivono nel basso della stati costruiti su terre private o pubbliche. Si tratta disocietà e che hanno quella sola arma di difesa e terra palestinese occupata e le decisioni del governodi attacco. Lesperimento raccontato da Rita di Leo israeliano non hanno alcun valore», spiega la"diventò" profano, ma il suo atto di nascita, questa parlamentare palestinese Hanan Ashrawi, che èè una mia strana idea, fu qualcosa di sacro, anche anche membro del Comitato esecutivo dellOlp. Nonnella tradizione della santa Russia. E questo perché il cè dubbio, aggiunge Ashrawi, «questi annunci sonoPalazzo - dInverno -, i bolscevichi non lo criticarono, la risposta di Israele alla lettera inviata dal presidentelo conquistarono. di MARIO TRONTI Abu Mazen a Netanyahu nella quale si chiede di interrompere tutte le attività di insediamento nei Territori occupati per favorire la ripresa del negoziato». «La comunità internazionale - concludeNetanyahu «sana» tre avamposti la parlamentare - deve riconoscere che lo Stato diillegali Israele è impegnato più a prenderci le terre che a lavorare per la pace». Intanto laltra sera la25/04/2012 di Manifesto (miogiornale.com) televisione Canale 10, ha annunciato che Israele sta per aggiungere un nuovo mattone alla fortezza cheRisarciti i partiti dellultradestra che minacciano di si sta costruendo intorno. La prossima settimana illasciare il governo GERUSALEMME - Benyanim governo Netanyahu avvierà la costruzione di unNetanyahu cerca di salvare il suo governo a spese nuovo Muro sul confine con il Libano. La barriera,dei palestinesi. Ieri il premier israeliano ha approvato che in alcuni punti sarà alta dieci metri, correràla «sanatoria» di tre avamposti ebraici nella inizialmente sulla linea del cessate il fuoco del 2000,Cisgiordania occupata: Bruchin, Rachelim e Sansana. a «protezione» di Metulla e di altri piccoli centriFondato nel 2000, Bruchin ha oggi 100 famiglie; abitati. di Michele GiorgioRachelim (1991) ne conta 50 e a Sansana (2000) ne29 aprile 2012 News of the World 15 di 15