Your SlideShare is downloading. ×
News of the_world_12_03_12
News of the_world_12_03_12
News of the_world_12_03_12
News of the_world_12_03_12
News of the_world_12_03_12
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

News of the_world_12_03_12

139

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
139
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. News of the World di notwnadmin - 12 marzo 2012Continua il massacro a Gaza: oggi ucciso ragazzo palestinese mentre andava ascuola12/03/2012Non si ferma la violenza e laggressione di Israele contro il popolo palestinese. Un adolescente palestinese estato ucciso stamane mentre si recava a scuola a Sudanya (nel nord della Striscia di Gaza) dal fuoco di undrone israeliano. Lo riferiscono fonti locali. In Israele questa notizia non e stata ancora commentata. Lavittima si chiamava Tamer Azzam e aveva 15 anni. Cinque suoi compagni sono rimasti feriti.A Gaza un omicidio premeditato e una Si può quindi parlare di un’esecuzione, di unstrage di stato omicidio mirato.11/03/2012 E da lì è iniziata una notte di inferno per Gaza, dove l’aviazione israeliana ha lanciato raid a ripetizione, in risposta al lancio di alcuni razzi, in vari punti del Mentre scriviamo continuano i raid capoluogo, uccidendo, nella sola nottata, 12 israeliani nella Striscia di Gaza, palestinesi e ferendone 25. Raid che non si sono iniziati nella giornata del 9 marzo. fermati. Nella giornata di sabato sono continuati gli Ma più che di raid, sarebbe attacchi, facendo altri morti e feriti, con un bilancio opportuno parlare di una strage di in continua evoluzione. Attacchi e bombardamentistato, iniziata con un omicidio premeditato. che hanno colpito civili inermi: un ragazzo di vent’anni è morto per le ferite riportate dalVi racconteranno che il raid è scattato come bombardamento del quartiere al Tuffah, a Gaza Est,rappresaglia contro il lancio di razzi Qassam verso insieme ad altre persone che sono rimaste ferite.Israele. Ma la dinamica dei fatti non è questa. Non è Due passanti sono rimasti uccisi e un terzoquesto l’ordine cronologico degli avvenimenti. E gravemente ferito per un bombardamento vicino alancora una volta la stampa occidentale, seguendo i Consiglio legislativo. Due case sono state distruttediktat di Israele, si copre di vergogna, narrando una dal bombardamento a Beit Lahia, a nord di Gaza,verità distorta, omettendo, occultando, tacendo, che ha prodotto altri due morti e diversi feriti.travisando. Questa volta, come mille altre volte. All’alba altri due palestinesi sono morti, uno vicino alPropaganda. Propaganda per negare l’ennesima Consiglio legislativo, l’altro era in un’auto civile aaggressione e le responsabilità di un omicidio Deir al Balah. A mezzogiorno di sabato nella partepremeditato e di una strage studiata a tavolino. est di Khan Yunis un aereo ha preso di mira una motocicletta. Ci sono stati, è ovvio, anche attacchiIl Jerusalem Post del 10 marzo in un articolo ci ad obiettivi militari: alla sede delle Brigate Alracconta di un’«ondata di razzi palestinesi» e ci dice Qassam e contro una postazione delle Brigate Alche «i terroristi palestinesi hanno lanciato più di 90 Naser Saleh a Rafah.razzi, fra Qassam e Grad a più lunga gittata. Almenootto i feriti, venerdì sera, nella zona di Eshkol, Rosa Schiano, l’attivista italiana che da tempo vive acompresi alcuni lavoranti stranieri. Danni a vetture, Gaza, posta continui aggiornamenti su Facebook.tralicci elettrici, finestre delle abitazioni». Ci dice Questo è un suo post del pomeriggio di sabato: «Nonanche che venerdì sera «le Forze di Difesa israeliane è finita, gli attacchi continuano. Da poco tornata ahanno colpito e ucciso Zuhair al Qaissi, comandante casa, sono andata al funerale di una delle vittime indell’ala terroristica dei Comitati di Resistenza Jabalia. Ho abbracciato la moglie mentre piangeva aPopolare» aggiungendo: «nel corso della notte di dirotto, l’ho stretta forte nello strazio, sono andatavenerdì e della mattinata di sabato, le Forze di poi allo Shifa Hospital, il capo del reparto diDifesa israeliane hanno individuato e colpito a più emergenza ci ha detto che 14 morti e 20 feriti sonoriprese cellule di terroristi impegnate nel lancio di arrivati allo Shifa, 4 di loro sono gravemente feriti.razzi». Israele ha usato armi non convenzionali, molti morti sono arrivati senza testa. Non sanno di che armi siE allora proviamo a ricapitolare i fatti, solamente i tratti. E’ arrivato poi in ospedale uno dei feriti dafatti, nell’ordine cronologico in cui sono avvenuti. Shijaia, dove i soldati israeliani hanno aperto il fuocoNella giornata di venerdì 9 marzo, con un’esecuzione contro i manifestanti dopo un funerale. Alcunimirata, gli israeliani hanno ucciso Zuhair al Qaissi, ragazzi si erano avvicinati al confine tirando pietre ecomandante dei Comitati di Resistenza Popolare, i soldati hanno risposto sparando. Mentre ero peruna formazione alleata di Hamas. Al Qaissi si trovava strada un’enorme esplosione, hanno colpito unaa Tel al Hawa, a Gaza, ed era in auto con Ahmed zona dove si trova un campo militare, ho vistoHananni, quando un cacciabombardiere israeliano ambulanze sfrecciare, ho saputo di tre feriti. Per ilha sganciato un razzo che li ha centrati uccidendoli. momento questi sono gli aggiornamenti». Pagina 1 di 5
  • 2. Questa è la cronaca dei fatti, nella giusta cronologia. pescatori palestinesi cacciati indietro dalleAd ora ci troviamo con il bilancio di alcuni feriti motovedette israeliane che entrano ed escono dalleisraeliani (quattro secondo alcune fonti, otto acque di Gaza? Chi si cura delle migliaia di contadinisecondo fonti israeliane), e di 15 morti e 30 feriti della Striscia che non possono coltivare i campipalestinesi. Temiamo che purtroppo il bilancio possa all’interno della «zona cuscinetto» imposta daaggravarsi. Israele? Vittorio Arrigoni ci raccontava tutto questo ogni giorno. Una mano assassina lo ha fermato.Ora, il racconto cronologico dei fatti ci narra una Ci sono voluti 15 morti per far tornare l’attenzioneversione molto diversa da quella raccontata dai sulla prigione a cielo aperto di Gaza e il suo milionemedia e ci pone di fronte a un’altra realtà, altre e mezzo di detenuti-abitanti. E con essa la questioneresponsabilità, e la sproporzione tra le vittime dei palestinese offuscata dalle rivolte arabe, dimenticatabombardamenti è un altro elemento di chiarezza, di dai «fratelli arabi» e messa in soffittatragica chiarezza, in questo ennesimo attacco alla dall’Amministrazione Usa. Appena qualche anno fa sipopolazione civile di Gaza. diceva che solo la fine dell’occupazione israeliana dei Territori avrebbe portato la pace in MedioCi si può chiedere perché oggi si sia di nuovo Oriente. Oggi solo gli attivisti internazionali nonscatenato l’inferno in questa piccola, martoriata, dimenticano i palestinesi. I primi ministri e istriscia di terra. A chi giova versare ancora sangue presidenti dell’Occidente fingono di non vedere, dipalestinese? Chi vuole spezzare la volontà di dialogo non sapere. E si è affievolita pure la denuncia dele il processo di unione dei palestinesi? Chi governo di Hamas, anch’esso prigioniero a Gaza,sistematicamente, impunemente, può calpestare il intento a godersi il nuovo status che ha conquistatodiritto internazionale? Chi ha interesse a schiacciare nella regione. Tace, colpevolmente impotente, ilogni passo verso un processo di pace? Ma quel che presidente dell’Autorità nazionale palestinese Abuindigna oggi è anche l’occultamento, l’ennesimo Mazen. E’ solo un ricordo sbiadito il sussulto cheoccultamento della verità da parte della stampa provocò tra la sua gente chiedendo (invano) looccidentale, che si fa complice come sempre della scorso settembre all’Onu il riconoscimento dellocriminale arroganza del governo israeliano. Stato di Palestina, incurante dell’opposizione di Usa e Israele. Dopo è stato solo silenzio. I suoi sponsorE’ forte ormai il disagio da parte palestinese verso occidentali ora lo ammoniscono dal riconciliarsi conun’Europa debole che non prende alcuna posizione, Hamas, pena l’isolamento e la perdita delleche non riesce a far elevare una voce di dissenso nei donazioni internazionali. E dalla Casa Bianca gliconfronti della politica del governo israeliano. Una fanno sapere di non aspettarsi passi americani insituazione di stagnazione negoziale e di aggressione Palestina fino alle presidenziali. Perché, dopo, ciinterna sui Territori Occupati e a Gaza. Una saranno?situazione ormai arrivata a un punto di non ritorno.Anche la pazienza palestinese ha un limite. E più disessant’anni di pazienza ci sembrano veramentetanti. Troppi. Gli attacchi israeliani i silenzi dei(Federica Pitoni fa parte della Mezzaluna RossaPalestinese-Italia) media italiani 11/03/2012 di Patrizia Cecconi (il manifesto)Federica Pitoni - redazionale Dagli «Amici della Mezzaluna rossa palestinese» riceviamo: «Sono mesi che i droni israeliani volano bassi suGaza grida al mondo Gaza e il mondo tace. Un ferito, un morto, due feriti… ogni giorno. E il mondo tace.11/03/2012 di Michele Giorgio (il manifesto) Anche da Gaza fino a ieri hanno scelto la resistenza non violenta, e il mondo ha seguitato a tacere. Quattro militanti centrati dai missili israeliani e il «Non possiamo aspettare oltre», mondo ancora tace. spiegava qualche giorno fa alla Casa La resistenza gazawi decide di rispondere con i Bianca il premier israeliano kassam. Scelta infausta. Può darsi. Il mondo si Netanyahu, giunto a Washington per accorge che a Gaza succede qualcosa. Israelestrappare a Barack Obama il via libera ad un attacco prosegue gli attacchi, in poche ore uccide 14aereo contro le centrali nucleari iraniane. E invece persone e ne ferisce decine. Il nostro più informatogli F-16 e i droni israeliani sono decollati verso Gaza, organo televisivo (Rai news) finalmente parla, e cosaper colpire in modo ancora più devastante obiettivi dice? Dice che Israele ha “risposto” al lancio deiche già prendono di mira a giorni alterni, spesso razzi kassam! E’ ora di dire basta!senza neppure la motivazione dei lanci di razzi Poco fa è arrivata notizia che le armi dell’esercitopalestinesi. Fanno il «loro dovere» i piloti israeliani e, israeliano sono armi non convenzionali, le vittimeintanto, si addestrano per missioni più audaci, sulla sono arrivate senza testa. I sanitari non capisconorotta di Tehran. I comandanti militari da parte loro si come siano state uccise. Israele, mentre massacra icompiacciono per «la precisione» dei lanci di missili palestinesi, comunica a tutto il mondo che il dirittoe bombe su Gaza. Poco importa se ogni tanto ci internazionale è carta straccia. Siamo tutti colpitiscappa il «danno collaterale», qualche civile dalla minaccia israeliana, non possiamo piùinnocente ucciso. Ormai chi si ricorda più dei Pagina 2 di 5
  • 3. sopportare. Basta! Giornalisti democratici: non verso Gaza, per colpire in modo ancora piùrendetevi complici». devastante obiettivi che già prendono di mira a giorni alterni, spesso senza neppure la motivazione(Patrizia Cecconi fa parte dell’Associazione Amici dei lanci di razzi palestinesi. Fanno il «loro dovere» idella Mezzaluna rossa palestinese) piloti israeliani e, intanto, si addestrano per missioni più audaci, sulla rotta di Tehran. I comandanti militari da parte loro si compiacciono per «la precisione» dei lanci di missili e bombe su Gaza. Poco importa se ogni tanto ci scappa il «dannoLA GUERRA DIMENTICATA collaterale», qualche civile innocente ucciso. Ormai chi si ricorda più dei pescatori palestinesi cacciati11/03/2012 di Manifesto (miogiornale.com) indietro dalle motovedette israeliane che entrano ed escono dalle acque di Gaza? Chi si cura delle«Non possiamo aspettare oltre», spiegava qualche migliaia di contadini della Striscia che non possonogiorno fa alla Casa Bianca il premier israeliano coltivare i campi allinterno della «zona cuscinetto»Netanyahu, giunto a Washington per strappare a imposta da Israele? Vittorio Arrigoni ci raccontavaBarack Obama il via libera ad un attacco aereo tutto questo ogni giorno. Una mano assassina lo hacontro le centrali nucleari iraniane. E invece gli F-16 fermato. Ci sono voluti 15 morti per far tornaree i droni israeliani sono decollati verso Gaza, per lattenzione sulla prigione a cielo aperto di Gaza e ilcolpire in modo ancora più devastante obiettivi che suo milione e mezzo di detenuti-abitanti. E con essagià prendono di mira a giorni alterni, spesso senza la questione palestinese offuscata dalle rivolteneppure la motivazione dei lanci di razzi palestinesi. arabe, dimenticata dai «fratelli arabi» e messa inFanno il «loro dovere» i piloti israeliani e, intanto, si soffitta dallAmministrazione Usa. Appena qualcheaddestrano per missioni più audaci, sulla rotta di anno fa si diceva che solo la fine delloccupazioneTehran. I comandanti militari da parte loro si israeliana dei Territori avrebbe portato la pace incompiacciono per «la precisione» dei lanci di missili Medio Oriente. Oggi solo gli attivisti internazionalie bombe su Gaza. Poco importa se ogni tanto ci non dimenticano i palestinesi. I primi ministri e iscappa il «danno collaterale», qualche civile presidenti dellOccidente fingono di non vedere, diinnocente ucciso. Ormai chi si ricorda più dei non sapere. E si è affievolita pure la denuncia delpescatori palestinesi cacciati indietro dalle governo di Hamas, anchesso prigioniero a Gaza,motovedette israeliane che entrano ed escono dalle intento a godersi il nuovo status che ha conquistatoacque di Gaza? Chi si cura delle migliaia di contadini nella regione. Tace, colpevolmente impotente, ildella Striscia che non possono coltivare i campi presidente dellAutorità nazionale palestinese Abuallinterno della «zona cuscinetto» imposta da Mazen. E solo un ricordo sbiadito il sussulto cheIsraele? Vittorio Arrigoni ci raccontava tutto questo provocò tra la sua gente chiedendo (invano) loogni giorno. Una mano assassina lo ha fermato. Ci scorso settembre allOnu il riconoscimento dellosono voluti 15 morti per far tornare lattenzione sulla Stato di Palestina, incurante dellopposizione di Usaprigione a cielo aperto di Gaza e il suo milione e e Israele. Dopo è stato solo silenzio. I suoi sponsormezzo di detenuti-abitanti. E con essa la questione occidentali ora lo ammoniscono dal riconciliarsi conpalestinese offuscata dalle rivolte arabe, dimenticata Hamas, pena lisolamento e la perdita delledai «fratelli arabi» e messa in soffitta donazioni internazionali. E dalla Casa Bianca glidallAmministrazione Usa. Appena qualche anno fa si fanno sapere di non aspettarsi passi americani indiceva che solo la fine delloccupazione israeliana Palestina fino alle presidenziali. Perché, dopo, cidei Territori avrebbe portato la pace in Medio saranno? di Michele GiorgioOriente. Oggi solo gli attivisti internazionali nondimenticano i palestinesi. I primi ministri e ipresidenti dellOccidente fingono di non vedere, di Massacro a Gazanon sapere. E si è affievolita pure la denuncia delgoverno di Hamas, anchesso prigioniero a Gaza, 11/03/2012 (rifondazione.it)intento a godersi il nuovo status che ha conquistatonella regione. Tace, colpevolmente impotente, ilpresidente dellAutorità nazionale palestinese Abu di Federica PitoniMazen. E solo un ricordo sbiadito il sussulto cheprovocò tra la sua gente chiedendo (invano) lo Mentre scriviamo continuano i raidscorso settembre allOnu il riconoscimento dello israeliani nella Striscia di Gaza,Stato di Palestina, incurante dellopposizione di Usa iniziati nella giornata del 9 marzo. Ma più che di raid,e Israele. Dopo è stato solo silenzio. I suoi sponsor sarebbe opportuno parlare di una strage di stato,occidentali ora lo ammoniscono dal riconciliarsi con iniziata con un omicidio premeditato.Hamas, pena lisolamento e la perdita delle Vi racconteranno che il raid è scattato comedonazioni internazionali. E dalla Casa Bianca gli rappresaglia contro il lancio di razzi Qassam versofanno sapere di non aspettarsi passi americani in Israele. Ma la dinamica dei fatti non è questa. Non èPalestina fino alle presidenziali. Perché, dopo, ci questo l’ordine cronologico degli avvenimenti. Esaranno?LA GUERRA DIMENTICATAEDITORIALE - ancora una volta la stampa occidentale, seguendo iMICHELE GIORGIO«Non possiamo aspettare oltre», diktat di Israele, si copre di vergogna, narrando unaspiegava qualche giorno fa alla Casa Bianca il verità distorta, omettendo, occultando, tacendo,premier israeliano Netanyahu, giunto a Washington travisando. Questa volta, come mille altre volte.per strappare a Barack Obama il via libera ad un Propaganda. Propaganda per negare l’ennesimaattacco aereo contro le centrali nucleari iraniane. E aggressione e le responsabilità di un omicidioinvece gli F-16 e i droni israeliani sono decollati premeditato e di una strage studiata a tavolino. Pagina 3 di 5
  • 4. Il Jerusalem Post del 10 marzo in un articolo ci strada unenorme esplosione, hanno colpito unaracconta di un’«ondata di razzi palestinesi» e ci dice zona dove si trova un campo militare, ho vistoche «i terroristi palestinesi hanno lanciato più di 90 ambulanze sfrecciare, ho saputo di tre feriti. Per ilrazzi, fra Qassam e Grad a più lunga gittata. momento questi sono gli aggiornamenti». Questa è la cronaca dei fatti, nella giusta cronologia.Almeno otto i feriti, venerdì sera, nella zona di Ad ora ci troviamo con il bilancio di alcuni feritiEshkol, compresi alcuni lavoranti stranieri. Danni a israeliani (quattro secondo alcune fonti, ottovetture, tralicci elettrici, finestre delle abitazioni». Ci secondo fonti israeliane), e di 15 morti e 30 feritidice anche che venerdì sera «le Forze di Difesa palestinesi. Temiamo che purtroppo il bilancio possaisraeliane hanno colpito e ucciso Zuhair al Qaissi, aggravarsi.comandante dell’ala terroristica dei Comitati di Ora, il racconto cronologico dei fatti ci narra unaResistenza Popolare» aggiungendo: «nel corso della versione molto diversa da quella raccontata dainotte di venerdì e della mattinata di sabato, le Forze media e ci pone di fronte a un’altra realtà, altredi Difesa israeliane hanno individuato e colpito a più responsabilità, e la sproporzione tra le vittime deiriprese cellule di terroristi impegnate nel lancio di bombardamenti è un altro elemento di chiarezza, dirazzi». tragica chiarezza, in questo ennesimo attacco allaE allora proviamo a ricapitolare i fatti, solamente i popolazione civile di Gaza.fatti, nell’ordine cronologico in cui sono avvenuti. Ci si può chiedere perché oggi si sia di nuovoNella giornata di venerdì 9 marzo, con un’esecuzione scatenato l’inferno in questa piccola, martoriata,mirata, gli israeliani hanno ucciso Zuhair al Qaissi, striscia di terra. A chi giova versare ancora sanguecomandante dei Comitati di Resistenza Popolare, palestinese? Chi vuole spezzare la volontà di dialogouna formazione alleata di Hamas. Al Qaissi si trovava e il processo di unione dei palestinesi? Chia Tel al Hawa, a Gaza, ed era in auto con Ahmed sistematicamente, impunemente, può calpestare ilHananni, quando un cacciabombardiere israeliano diritto internazionale? Chi ha interesse a schiacciareha sganciato un razzo che li ha centrati uccidendoli. ogni passo verso un processo di pace? Ma quel cheSi può quindi parlare di un’esecuzione, di un indigna oggi è anche l’occultamento, l’ennesimoomicidio mirato. occultamento della verità da parte della stampaE da lì è iniziata una notte di inferno per Gaza, dove occidentale, che si fa complice come sempre dellal’aviazione israeliana ha lanciato raid a ripetizione, in criminale arroganza del governo israeliano.risposta al lancio di alcuni razzi, in vari punti del E’ forteormai il disagio da parte palestinese versocapoluogo, uccidendo, nella sola nottata, 12 un’Europa debole che non prende alcuna posizione,palestinesi e ferendone 25. Raid che non si sono che non riesce a far elevare una voce di dissenso neifermati. Nella giornata di sabato sono continuati gli confronti della politica del governo israeliano. Unaattacchi, facendo altri morti e feriti, con un bilancio situazione di stagnazione negoziale e di aggressionein continua evoluzione. Attacchi e bombardamenti interna sui Territori Occupati e a Gaza. Unache hanno colpito civili inermi: un ragazzo di situazione ormai arrivata a un punto di non ritorno.vent’anni è morto per le ferite riportate dal Anche la pazienza palestinese ha un limite. E più dibombardamento del quartiere al Tuffah, a Gaza Est, sessant’anni di pazienza ci sembrano veramenteinsieme ad altre persone che sono rimaste ferite. tanti. Troppi.Due passanti sono rimasti uccisi e un terzogravemente ferito per un bombardamento vicino al Federica Pitoni – Mezzaluna Rossa Palestinese-ItaliaConsiglio legislativo. Due case sono state distruttedal bombardamento a Beit Lahia, a nord di Gaza,che ha prodotto altri due morti e diversi feriti.All’alba altri due palestinesi sono morti, uno vicino alConsiglio legislativo, l’altro era in un’auto civile a MO: ALTRI DUE PALESTINESI UCCISI ADeir al Balah. A mezzogiorno di sabato nella parte GAZA. DA VENERDI SONO 17. ANCHEest di Khan Yunis un aereo ha preso di mira unamotocicletta. Ci sono stati, è ovvio, anche attacchi BAMBINIad obiettivi militari: alla sede delle Brigate Al 11/03/2012Qassam e contro una postazione delle Brigate AlNaser Saleh a Rafah. Nel terzo giorno di violenze fraRosa Schiano, l’attivista italiana che da tempo vive a Israele e Gaza, due palestinesi sonoGaza, posta continui aggiornamenti su Facebook. stati uccisi nella Striscia dal fuocoQuesto è un suo post del pomeriggio di sabato: «Non israeliano. Da venerdì sono statiè finita, gli attacchi continuano. Da poco tornata a uccisi a Gaza 17 palestinesi.casa, sono andata al funerale di una delle vittime in Secondo Israele si tratta di «miliziani impegnati nelJabalia. Ho abbracciato la moglie mentre piangeva a lancio di razzi», come gli altri 15 dei giorni passati.dirotto, lho stretta forte nello strazio, sono andata Ma da Gaza fonti mediche precisano che una dellepoi allo Shifa Hospital, il capo del reparto di vittime era un bambino di dodici anni.Hamas, daemergenza ci ha detto che 14 morti e 20 feriti sono parte sua, si è rivolto allEgitto affinchè facciaarrivati allo Shifa, 4 di loro sono gravemente feriti. pressioni adeguate per fermare «laggressioneIsraele ha usato armi non convenzionali, molti morti israeliana». Espressioni di condanna ad Israele sonosono arrivati senza testa. Non sanno di che armi si giunte nel frattempo anche dallAnp di Abu Mazen.tratti. E arrivato poi in ospedale uno dei feriti daShijaia, dove i soldati israeliani hanno aperto il fuococontro i manifestanti dopo un funerale. Alcuniragazzi si erano avvicinati al confine tirando pietre ei soldati hanno risposto sparando. Mentre ero per Pagina 4 di 5
  • 5. Raid israeliani sulla Striscia di Gaza: Popolare Zuhir al-Qaisi e il genero. Secondoalmeno 12 palestinesi uccisi lesercito, al Qaisi stava preparando un grave attentato in Israele presso il confine con lEgitto.10/03/2012 Luccisone di al Qaisi ha scatenato la ripresa su larga scala dei lanci di missili e colpi di mortaio contro le Attacchi aerei feroci quelli sferrati da città israeliane di Bèer Sheva, Ashdod, Kiryat Israele sulla Striscia a partire dal Malachi, Netivot e Ashkelon, che hanno causato solo pomeriggio di ieri.Alemno 12 qualche ferito. E come al solito le forze israeliane militanti palestinesi uccisi. Tutto è hanno reagito in maniera spropositata con una serie cominciato ieri quando, dopo il di raid contro cellule che stavano sparando missili e lancio di due colpi di mortaio contro officine dove vengono assemblate armi. Israele, un raid israeliano ha ucciso il leader dei Comitati di Resistenza Thanks to controlacrisi.org miogiornale.com Pagina 5 di 5

×