• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Mobile Learning: Gioco o Didattica?
 

Mobile Learning: Gioco o Didattica?

on

  • 1,837 views

Dispositivi mobili di ultima generazione permettono pratiche di internet in mobilità che possono facilitare lo sviluppo di ambienti informali di apprendimento. Il confine fra gioco, simulazione,

Dispositivi mobili di ultima generazione permettono pratiche di internet in mobilità che possono facilitare lo sviluppo di ambienti informali di apprendimento. Il confine fra gioco, simulazione,
apprendimento, consolidamento di saperi diviene di conseguenza più sfumato. Mobile learning potrebbe essere considerato tutto quanto accade quando chi impara non è in un luogo deputato allo studio, ma trae vantaggio dalle situazioni di mobilità per accrescere le proprie competenze e conoscenze.
Perché dunque non trarre il massimo vantaggio anche nel settore dell'apprendimento dall'utilizzo massiccio che viene fatto di dispositivi mobili?
Perché non facilitare l'utilizzo di questi dispositivi anche negli apprendimenti formali?
Ambienti formali e informali di studio potrebbero, se predisposti bene, essere attivati in maniera efficace offrendo l'opportunità di accrescere la consapevolezza delle potenzialità culturali inerenti i dispositivi stessi come strumenti didattici a portata di mano.
In questo intervento si parlerà di quali possono essere i contesti di applicazione del Mobile Learning e di come questi possano (o meno) attivare una dimensione dell'apprendimento tagliata su misura sulle esigenze del singolo utente.

Statistics

Views

Total Views
1,837
Views on SlideShare
1,379
Embed Views
458

Actions

Likes
2
Downloads
0
Comments
2

14 Embeds 458

http://guazzaronigiuliana.blogspot.com 210
http://mlearningpedia.com.br 74
http://www.smau.it 35
http://moblearn21.blogspot.com 31
http://moblearn21.blogspot.pt 30
http://scioglilingua.wordpress.com 21
http://giulianaguazzaroni.wordpress.com 20
http://moblearn21.blogspot.com.br 15
http://www.edu.xunta.es 8
http://guazzaronigiuliana.blogspot.it 4
http://www.educamovel.org 4
url_unknown 4
http://frontend.smau.it 1
http://www.guazzaronigiuliana.blogspot.com 1
More...

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel

12 of 2 previous next

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
  • Grazie :-)
    Per quanto riguarda il gioco, quali sono gli elementi interessanti e per chi, quali catturano l'attenzione ecc. mi piacerebbe poter operare diverse sperimentazioni in ambito didattico. Nelle slide faccio, in parte, riferimento al lavoro di Marc Prensky (http://www.marcprensky.com/dgbl/default.asp) sul Digital Game-Based Learning.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
  • complimenti per la presentazione, l'uso delle medesime tecniche che fanno incollare al video milioni di giovani per ore, con un grado di attenzione crescente........ !!!!!
    E' un argomento che mi ha sempre interessato e in cui credo fermamente.
    Ma sappiamo ben poco sui meccanismi alla base di questo processo..... molte sono affermazioni basate sull'intuizione di qualche evidenza .....
    Per esempio 'l'apprendimento visuale' , la stimolazione sensoriale efficace, l'alfabeto visuale ...

    Un saluto
    Nazzareno Selvini
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Mobile Learning: Gioco o Didattica? Mobile Learning: Gioco o Didattica? Presentation Transcript

    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiereMOBILE LEARNING 1 GIOCO O DIDATTICA?Giuliana Guazzaroni
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiere GAMIFICATION 2
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiereGli elementi che rendono divertente e interessante ungioco possono essere applicati a situazioni chegeneralmente non appartengono alla sfera ludica. 3Il Game Design può essere applicato alla didattica, allavoro, agli spostamenti urbani e così via!
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiere Gamification è il processo di usare game thinking e la game mechanics per risolvere problematiche e per accrescere il divertimento, il coinvolgimento e la fidelizzazione degli utenti 4Fonti: http://gamification.org/ - http://blog.debiase.com - www.springwise.com
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiere Londra: il trasporto pubblico diventa un gioco Chromaroma, adding colour to your journeys 5 A new game for London...Chromaroma http://bit.ly/e5GlIo
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiere Foursquare è unapplicazione mobile e web che permette agli utenti di condividere la propria posizione con i propri contatti. Il check-in nei luoghi permette di ottenere punti necessari a scalare una classifica settimanale, azzerata alle ore 24 di domenica, della quale fanno parte i contatti della 6 propria città.Fonte: http://it.wikipedia.org
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiere "Where games traditionally model the real world, organizations must now take the opportunity for their real world to emulate games" 7 [Burke, 2011]Fonte: www.gartner.com
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiere DIDATTICA 8
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiere AMBIENTI FORMALI E INFORMALI DI APPRENDIMENTO 9
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiere Dispositivi mobili di ultima generazione permettonopratiche di internet in mobilità che possono facilitare losviluppo di ambienti informali di apprendimento. Il confine 10fra gioco, simulazione, apprendimento, consolidamento disaperi diviene di conseguenza più sfumato.
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiere Mobile learning potrebbe essere considerato tuttoquanto accade quando chi impara non è in un luogodeputato allo studio, ma trae vantaggio dalle situazioni dimobilità per accrescere le proprie competenze econoscenze. Perché dunque non trarre il massimo vantaggio anche 11nel settore dell’apprendimento dall’utilizzo massiccio cheviene fatto di dispositivi mobili? Perché non facilitare l’utilizzo di questi dispositivi anchenegli apprendimenti formali? Fonte: http://liten.be//mnJ67
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiere Mobile & Ubiquitous 12 Learning
    • Internet of thingsPadova, 4 – 5 maggio - PadovaFiere Internet degli oggetti 13
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiere 14es. Google Goggles
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiere Tecnologie invisibili, anche senza bisogno di marker e sensori, permettono 15 esperienze di realtà aumentata in contesti specifici attraverso apps per iPhone, Android ecc.
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiere Con i dispositivi mobili di ultima generazione ho la massima libertà 16 di accedere a Internet dove e quando necessario
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiere Ambienti formali e informali di studio potrebbero, sepredisposti bene, essere attivati in maniera efficaceoffrendo l’opportunità di accrescere la consapevolezza 17delle potenzialità culturali inerenti i dispositivi stessi comestrumenti didattici a portata di mano.
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiereUna sempre maggior diffusione di dispositivi e applicazionimobili di uso quotidiano ha reso possibile una nuovainterpretazione dei linguaggi e dei medium culturali,museali. La conseguenza è la disponibilità di diverse 18edutainment apps, per lapprendimento attraverso ilgioco, in contesti di visita culturale
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiereMobile Museum EdutainmentApps.. Spesso ripropongono tipologie di gioco basate su attività ludiche note come la caccia al 19 tesoro, lindagine di qualche mistero da scoprire e altri giochi didattici appartenenti alla sfera tradizionale del gioco di tutti i tempi.
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiereMobile Museum EdutainmentApps.. Possono proporre giochi individuali, di gruppo, che prevedono uninterazione sociale. Le 20 attività ludiche possono svolgersi in contesti di apprendimento formale (scuola), ma anche in contesti informali (museo, città, luoghi di interesse).
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiere 21 Rinoscere limportanza delle emozioni nellapprendimento Proporre un concept per un ambiente di apprendimento informale nel quale i partecipanti a unazione didattica utilizzano tecnologie intelligenti, interagiscono socialmente e creano una mappatura soggettiva del luogo Image: www.flickr.com/photos/kexino
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiere 22Concept finalizzato allo sviluppo di pedagogie innovative che usino sapientemente strumenti di tipo mobile per la creazione di ubiquitous learning environment, al fine di coinvolgere attivamente (emozionalmente) i partecipanti allazione didatticaEsempio: sito urbano dinteresse storico
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiere Azione didatticaObiettivi:1. coinvolgere attivamente i partecipanti in un percorso esperienziale;2. sviluppare abilità cognitive trasversali e necessarie per la cittadinanza attiva; 233. recuperare una dimensione sentimentale dei luoghi attraverso contenuti emozionali e soggettivi;4. sviluppare lattitudine alla creatività, al rispetto e al senso civico.
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiereAree disciplinari: trasversaleMetodologie: situated-learning, learning by doing, authentic learning, intelligenze multiple, digital story 24 telling.Strumenti: Dispositivi mobili con software specifico
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiere 7E Learning Cycle 1_Fase di preparazione delle tecnologie utili per la visita e dei materiali per i dispositivi mobili (Elicit); 2_Fase iniziale di coinvolgimento emotivo (Engage); 3_Inizio dell’esperienza di lettura dei luoghi resi interattivi (Explore); 25 4_Fase di interazione attiva con gli oggetti (Explain); 5_Fase di costruzione di contenuti (Elaborate); 6_Rielaborazione dell’esperienza (Extend); 7_Valutazione dell’esperienza (Evaluate).Guazzaroni, G. et Al. (2011). Emotional Mapping of a Place of Interest usingMobile Devices for Learning. IADIS International Conference - MobileLearning. Avila, Spain 10 - 12 March 2011.
    • Padova, 4 – 5 maggio - PadovaFiere Grazie!! Q&A 26 Giuliana Guazzaroni PhD candidate in e-Learning Università Politecnica delle Marche Ancona, Italy g.guazzaroni@univpm.it giuliana.guazzaroni@gmail.com The contents of this presentation are under Licence Creative Commons 2.5