• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
ART di smART
 

ART di smART

on

  • 1,271 views

Slide del workshop: ART di smART

Slide del workshop: ART di smART
Padova, 18 aprile 2012
#SMAU

Statistics

Views

Total Views
1,271
Views on SlideShare
1,009
Embed Views
262

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

7 Embeds 262

http://www.smau.it 208
http://guazzaronigiuliana.blogspot.it 35
http://www.lte-unifi.net 7
http://giulianaguazzaroni.wordpress.com 6
http://guazzaronigiuliana.blogspot.com 4
http://www.accademiadelleartimacerata.it 1
http://guazzaronigiuliana.blogspot.fr 1
More...

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    ART di smART ART di smART Presentation Transcript

    • ART di smART Esperienze di «mixed reality», applicate alla promozione e allo sviluppo di eventi e luoghi legati all’arte e alla culturaGiuliana Guazzaroni
    • Go mobile!• Il numero sempre crescente di strumenti di tipo mobile offre agli utenti un’interazione immediata, in grado di avviare processi complessi derivanti da situazioni reali. 2
    • ART di smART• Il workshop ha lo scopo di raccontare alcune esperienze di «mixed reality», applicate alla promozione e allo sviluppo di eventi e luoghi legati all’arte e alla cultura. 3
    • Esperienze di marketing territoriale ART di smART raccoglie una serie di esperienze positive di marketing territoriale realizzate attraverso larealtà aumentata e gli smart objects. 4 Nell’immagine realtà aumentata lungo le mura di Macerata, visualizzazione di un’opera di Hernàn Chavar per Poesia di Strada
    • Legame proattivo con luoghi ed eventi Si parlerà di realtà aumentata e delle sue differenti applicazioni, finalizzate al rilancio culturale locale: esperienze in grado di offrire un richiamo più vasto e un legame proattivo con luoghi ed eventi. 5
    • Opinioni“C’è stato un tempo in cui arte e tecnologia sembravano ai poli opposti della cultura. Da qualche anno le cose sono moltocambiate. Non stiamo parlando delle arti digitali, ma di come sia cambiata l’esperienza di fruizione” Laura Zanotti, Caporedattore di The Biz Loft, in Arte e tecnologia: sì, ma come cambiano i tempi! http://thebizloft.com/content/arte-e-tecnologia-si-ma-come-cambiano-i-tempi 6
    • Esperienze di fruizione La nostra esperienza di fruizione della realtà sta cambiando. Abbiamomolteplici opzioni di scelta in tempo reale grazie atecnologie “smart” semprepiù pervasive e collegate aimovimenti del nostro corpo 7
    • Esperienze positive di marketing territoriale Muri parlantiDead drops 8
    • Effetto WOW!!! 9
    • Saper entusiasmare sì 10 Creare esperienze significative e non disorientanti
    • Esperienze espositiveEsperienze espositive che vanno oltre lamateria per mostrarsiin realtà aumentata...Dal palmo della mano alla città al luogo di interesse allesposizione pubblica...Tutto si vivacizza e si dispone... 11
    • Esposizione in realtà aumentata a MacerataPer Macerata Ospitale Festival delle Arti2011 è stata implementata una mostrapermanente in realtà aumentata lungo ilperimetro delle mura cittadine 12
    • Poesia di strada in realtà aumentata a Macerata Sessanta opere, tra le più significative di Poesia di strada, sono esposte in realtà aumentata lungo il perimetro delle mura 13
    • COS’E’ LA REALTA’ AUMENTATA• La realtà aumentata integra informazioni sintetiche sensoriali con la percezione che l’utente ha dell’ambiente in cui si trova (un ambiente reale con oggetti con cui l’utente interagisce).• Il risultato è una sovrapposizione di livelli informativi differenti che si integrano all’esperienza reale degli oggetti.• La mostra in realtà aumentata, allestita lungo la cinta muraria di Macerata, propone un’esperienza di mixed reality attraverso la stratificazione di elementi reali e non. 14
    • Che cosa ha significato per il territorio? 15
    • Aprire nuovi orizzonti Augmented Reality: ADAM, Poesia di Strada in Macerata By Bruce Sterling Email Author September 10, 2011 | 10:38 am | Categories: Augmented Realitywww.wired.com/beyond_the_beyond/2011/09/augmented-reality-adam-poesia-di-strada-in-macerata 16
    • 17http://www.accademiadelleartimacerata.it/site/eventi/poesia-di-strada-primo-esperimento-di-realta-aumentata-nellarte-e-nella-poesia
    • Mixed realityLa mostra, che propone un’esperienza di «mixed reality» attraverso la stratificazione dielementi reali e non, è salita alla ribalta del mondo di Internet e delle nuove tecnologieinformatiche grazie allo scrittore di fantascienza statunitense Bruce Sterling, che l’hasegnalata su Wired Usa, il mensile americano considerato la «Bibbia» del Web,scrivendone come di un’esperienza piacevole di «augmented italian reality», primoesperimento che unisce poesia e pittura. Dalla STAMPA del 16 settembre 2011 18
    • Effetto WOW o meno il territorio si fa conoscere.. Viene aperta una strada verso opportunità 19 precedentemente non considerate come strategiche
    • Opinioni• Un’esperienza multisensoriale di mixed reality. C’è questo e molto altro all’interno di Poesia di strada, il primo esperimento di realtà aumentata, curato dall’Adam Accademia, da scoprire lungo le mura di Macerata. (Alessandra Bruno – 16.09.’11 – Il Messaggero)• Si è meritato l’attenzione della rivista “Wired America” e dell’ideatore di Matrix, Bruce Sterling, il primo esperimento di realtà aumentata avviato nell’ambito della rassegna “Macerata Ospitale”. (Il Resto del Carlino – 16.09.’11)• Così poesia e pittura vanno a braccetto. Un browser gratuito per osservare le opere. (Il Corriere Adriatico – 16.09.’11) 20
    • In corso d’opera.. Artisti che hanno a cuore L’Aquila hanno richiesto un’esperienza simile nella propria città Le chiavi delle case aquilane che non ci sono più 21
    • Obiettivi• Promuovere una mostra d’arte contemporanea in realtà aumentata che sarà fruibile da giugno 2012• Creare un’esperienza cittadina di fruizione multisensoriale di opere d’arte virtuali visualizzabili attraverso applicazioni per la realtà aumentata. Le opere andranno ad arricchire, in forma permanente, le strade centrali del capoluogo con elementi d’arte virtuale e poesia.• La zona prescelta, da giugno 2012 sarà marcata da oggetti artistici che lì resteranno in realtà aumentata quale memoria emozionale collettiva. 22
    • L’Aquila SMART City, 15 aprile 2012 #occupylaquila è la campagna di Wired per far parlare della situazione in Abruzzo a tre anni dal terremoto. Riprende la provocazione del movimento #occupy e si muove in due direzioni: online, tramite Wired.it e lhashtag #occupylaquila, e materialmente a LAquila, dove si è tenuto un barcamp il 15 aprile 2012 per parlare di futuro Futurama (Michele Mobili, 2011): 23 l’opera è stata lanciata in RA per l’evento di WIRED Italia
    • L’Aquila, 15 aprile 2012Non dovete assolutamenteperdervi d’animo, macontinuare a esseresempre vigili e pronti 24 Winston Churchill
    • Far conoscere attraverso arte e poesia la situazione aquilana.. 25
    • Archeologia del futuro prossimo 26
    • Mobile learning 27
    • Esperienza di visita museale attiva I visitatori classificano i reperti in un’attività attraverso 28 smart objects predisposti nelle sale
    • Attività di ricerca svolta all’Università Politecnica delle Marche 29
    • Risultati principali• Il mobile e l’ubiquitous learning rappresentano forme di apprendimento che avvengono in luoghi non tradizionali. In spazi significativi, l’apprendente trae vantaggi dalle particolarità del contesto in cui si immerge, arricchendo le proprie conoscenze e competenze in modi inusitati.• I risultati di EMMAP sembrano testimoniare che i dispositivi mobili si attestano come vere e proprie risorse culturali che agiscono efficacemente sui discenti. Generalmente gli adolescenti considerano i cellulari strumenti personali per mantenere la propria rete di amicizie. Le esperienze condotte hanno dimostrato che usi differenti sono possibili. La cultura è una di queste possibilità. Le pratiche di utilizzo sono fonte di attrazione per le giovani generazioni e capaci di ridurre la distanza fra essi e il patrimonio storico-culturale del territorio. Ne consegue che è possibile offrire esperienze culturali nuove, integrando il mobile e ubiquitous learning nelle visite museali o nelle gallerie d’arte. 30
    • Archeologia dei visitatori• Un altro aspetto da considerare come un risultato positivo è stato promuovere lo sviluppo di una "dimensione sentimentale" negli adolescenti (Galimberti, 2009).• Per questa ragione, lesperienza è stata mappata emotivamente usando i diversi contenuti prodotti dai partecipanti alla sperimentazione.• Il fatto che le tracce lasciate dai pari siano state incorporate in una mappa ed esposte in realtà aumentata o attraverso il broadcast ha prodotto un certo coinvolgimento emotivo nei discenti offrendo la possibilità di vedere come era stata rappresentata la stessa esperienza di visita museale da parte di altre classi dell’Istituto.• Allo stesso tempo, i gruppi, motivati dal fatto che altri avrebbero visto le proprie creazioni, hanno fatto del loro meglio per lasciare tracce rilevanti per gli ospiti futuri e per le loro interazioni. 31
    • Territorio si fa conoscere…• Cè, in questo modo di applicare le moderne tecnologie, un commovente codice poetico, appartenente a un gusto romantico con sfumature gotiche. In un luogo dedicato alla memoria, altre memorie si affastelerannno dando luogo a un tempo che procederà in un sempiterno presente. Non saranno, così, più soltanto metafore quelle “presenze”, avvertite in stanze disabitate, tanto care a certi lirismi ottocenteschi: i sussurrii dei tendaggi, dentro stanze deserte, che riproducono il suono di voci lontane nel tempo, si trasformeranno, da pura figura retorica, in una più che esperibile realtà sensibile. E che tutto ciò venga realizzato con mezzi da sempre additati come antitetici a qualsiasi forma di romanticismo, è cosa davvero straordinaria.da “Cowmunica”http://www.cowmunica.com/it/component/k2/item/118-archeologia-del-futuro-prossimo 32
    • Opinioni• Gamification ed edutainment al museo, utlizzando i Qr code come tasselli di una caccia al tesoro in cui il premio è la cultura, per rendere la ricerca delle informazioni più coinvolgente. Insomma, conoscere la storia del passato attraverso le tecnologie del presente (e probabilmente del futuro).Da “The Biz Loft”http://thebizloft.com/content/qr-code-nel-museo-archelogico-di-san-severino/ 33
    • Notte Bianca dei Musei• Sabato 19 maggio 2012 appuntamento con la Notte Bianca dei Musei al Museo Archeologico di San Severino Marche (MC).• Per loccasione sarà possibile tornare a giocare con smartphone e realtà aumentata, come sperimentato nei percorsi EMMAP (Emotional Mapping of Museum Augmented Places).• Si tratta di unesperienza multisensoriale che mescola oggetti materiali e digitali. Unattività unica in grado di avvicinare anche i più giovani alla storia antica attraverso lesplorazione e la scoperta: Un esempio di "ART di smART". 34
    • Approfondimenti MobileLearning Tecnologie al museo 35
    • Esperienze positive di marketing territoriale Muri parlantiDead drops 36
    • Questions andAnswers 37
    • Riferimenti per ART di smART Blog: http://artdismart.blogspot.it Facebook: www.facebook.com/artdismart Google+: https://plus.google.com/u/0/b/118233663489457545077 Twitter: @ARTdismART Giuliana Guazzaroni www.giulianaguazzaroni.net info@giulianaguazzaroni.net +39.333.2042483 If not specified, the source of images is: http://www.dreamstime.com/free-photos 38Grazie dell’attenzione!