Storia istituzionale del medioevo 1

563 views

Published on

Le autonomie cittadine nel Medioevo - Introduzione al corso

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
563
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
15
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Storia istituzionale del medioevo 1

  1. 1. Le autonomie politiche cittadine Storia politica e istituzionale del Medioevo Enrica Salvatori Università di Pisa a.a. 2012-2013martedì 19 febbraio 13
  2. 2. martedì 19 febbraio 13
  3. 3. Struttura del corso Lezioni teoriche Seminari orali Obiettivo generale: Lezioni pratiche Relazioni scritte approfondire nella pratica Recensioni orali mestiere di Correzioni storico Recensioni scritte Inglese Metodo: Learning by doingmartedì 19 febbraio 13
  4. 4. Consapevolezza • Awareness of the relationship between current events and processes and the past. • .. the differences in historiographical outlooks in various periods and contexts. • .. points of view deriving from other backgrounds • .. the on-going nature of historical research and debate • .. the issues and themes of present day historiographical debate Tuning Educational Structures in Europe project - da http:// www.stm.unipi.it/Clioh/index.htmmartedì 19 febbraio 13
  5. 5. Consapevolezza e competenza • Awareness of and ability to use tools of other human sciences (art history, archaeology, law, etc.) • Awareness of methods and issues of different branches of historical research (economic, social, political, etc.) • Ability to define research topics • ... identify and utilise appropriately sources of information • ... organise complex historical information in coherent form • ... give narrative form to research results • ... comment, annotate or edit texts and documents correctly • Knowledge of didactics of history Tuning Educational Structures in Europe project - da http:// www.stm.unipi.it/Clioh/index.htmmartedì 19 febbraio 13
  6. 6. Competenza • Ability to communicate orally in one’s own language and in foreign languages using the terminology and techniques accepted in the historiographical profession. • ... read historiographical texts or original documents in one’s own language and in other languages; to summarise or transcribe and catalogue information as appropriate. • ... write in one’s own language and in other languages using correctly the various types of historiographical writing. Tuning Educational Structures in Europe project - da http:// www.stm.unipi.it/Clioh/index.htmmartedì 19 febbraio 13
  7. 7. Conoscenza e competenza • Knowledge of and ability to use information retrieval tools, such as bibliographical repertoires, archival inventories, e-references • .. use the specific tools necessary to study documents of particular periods (e.g. palaeography, epigraphy). • .. use computer and internet resources and techniques elaborating historical or related data (using statistical, cartographic methods, or creating databases, etc.) Tuning Educational Structures in Europe project - da http:// www.stm.unipi.it/Clioh/index.htmmartedì 19 febbraio 13
  8. 8. Conoscenza • Knowledge of one or more of specific periods of human past • .. ancient languages • .. local history • .. one’s own national history • .. European history in a comparative perspective • .. the history of European integration • .. world history. Tuning Educational Structures in Europe project - da http:// www.stm.unipi.it/Clioh/index.htmmartedì 19 febbraio 13
  9. 9. Autonomia cittadina e documento • Documento scritto e materiale • Si vuole comprendere i momenti che scandiscono la progressiva definizione di un’area documentaria specificamente comunale • Si vuole verificare se la definizione del documento scritto ha relazione con altre realizzazioni materiali (es. sigilli, palazzi, iconografia) • Si guarderà ai processi di convalidazione dei documenti sciolti, per arrivare alle complessive strategie sottese alla realizzazione di nuovi prodotti (libri iurium, registri)martedì 19 febbraio 13
  10. 10. Spazio • Principalmente Italia comunale • Il Comune è per l’Italia la grande novità tra XI e XII secolo, che sancisce sul piano istituzionale il trionfo delle realtà urbane. Esistono alcuni paralleli europei: Fiandre, alcune aree tedesche, il sud della Francia, ma il fenomeno in Italia è particolarmente forte e soprattutto ha una potente evoluzione. • Esempi di confronto col Nord Europa e il Sud della Franciamartedì 19 febbraio 13
  11. 11. Evoluzione o comparazione? • La scansione cronologica della storia comunale vede un susseguirsi di fasi istituzionali (comune consolare, podestarile, «di popolo») sufficientemente connotate al proprio interno e storiograficamente consolidate. • Ne ripeteremo sinteticamente le fasi per nostra chiarezza interna. Tuttavia poi abbandoneremo questa strada perché spesso risulta poco idonea alla comprensione dei meccanismi di funzionamento dell’istituzione e della sua dimensione politico-sociale.martedì 19 febbraio 13
  12. 12. Evoluzione o comparazione? • Lo faremo per non restare intrappolati in paradigmi interpretativi di tipo "evoluzionistico", che pretenderebbero di giudicare le soluzioni offerte dalla mediazione delle scritture documentarie in termini di "forza" e "debolezza" (esempio estero). • Privilegiare un approccio problematico e comparativo alla questione, portare in primo piano i grandi ambiti politico- diplomatici che presentano maggiore continuità e attraversano lesperienza istituzionale del comune urbano può essere disorientante inizialmente, ma alla fine dovrebbe risultare più efficacemartedì 19 febbraio 13
  13. 13. Aspetti dei processi documentari • I processi documentari rivelano molto dellistituzione che emana i documenti stessi: consentono di delimitare meglio il terreno dindagine e, insieme, sollecitano al confronto con suggestioni provenienti da zone limitrofe. • Ci si deve innanzitutto interrogare sulla pluralità di soggetti, culture e istanze istituzionali che fanno da motore o semplicemente da sfondo alle dinamiche di produzione documentaria, sulle prassi adottate e sulle forme concrete che lelaborazione (e conservazione e riproduzione) di documenti assume, allinterno di una fitta trama di rimandi continui.martedì 19 febbraio 13
  14. 14. La città materiale • Anche se questo non è un corso di Storia degli Insediamenti e la città materiale meriterebbe un corso a parte, le lezioni cercheranno quanto più possibile di integrare alcuni aspetti materiali dell’autonomia cittadina quali: • Mura • Palazzo comunale / del podestà • Sigilli e iconografia • Chiese cittadine • Epigrafimartedì 19 febbraio 13
  15. 15. Atlante della documentazione comunale (secoli XII-XIV) • http://scrineum.unipv.it/atlante/ • frutto di un progetto PRIN • Culture politiche e pratiche documentarie nellItalia comunale e signorile (secoli XII-XIV), unità di ricerca delle università di Verona, Torino, Genova e Firenze. Responsabile scientifico Gian Maria Varanini.martedì 19 febbraio 13
  16. 16. Atlante della documentazione comunale (secoli XII-XIV) LAtlante intende in primo luogo attirare lattenzione degli studiosi sui processi e sulle dinamiche, sempre più integrate nel maturare dellesperienza politica comunale, che portano grosso modo ovunque, nel pieno XIII secolo, a costruire un vero e proprio sistema di documentazione specificamente comunale: un sistema che comporta anzitutto lintegrazione fra culture e tecniche documentarie di matrice notarile e strategie di documentazione, riproduzione documentaria e conservazione di acta proprie delle istanze istituzionali.martedì 19 febbraio 13
  17. 17. Atlante della documentazione comunale (secoli XII-XIV) Approfonditi alcuni contesti regionali, di cui sono illustrati: • i meccanismi redazionali e le scelte nella produzione di documenti sciolti nella prima fase comunale; • le dinamiche e le procedure che accompagnano la produzione di documenti-libro nelletà podestarile e popolare (libri iurium, statuti, registri); • le ricadute sul sistema documentario comunale delle nuove esigenze dei regimi signorili (meccanismi di formalizzazione e validazione documentaria estranei alla prassi e alla cultura notarile).martedì 19 febbraio 13
  18. 18. Atlante della documentazione comunale (secoli XII-XIV) Il nucleo dellAtlante è costituito soprattutto da una serie di schede (a struttura omogenea) con edizione, traduzione, commento e riproduzione digitale (quando possibile) dei documenti oggetto di analisi. • ogni studente deve produrre almeno una scheda ben costruita da proporre al sito per una sua integrazione • preceduta da un’esposizione di tipo seminariale • corredata da una recensione scritta e orale di un articolo in inglese sul medesimo argomento.martedì 19 febbraio 13

×