Your SlideShare is downloading. ×

Soria Medievale II - Prima lezione

784

Published on

Musulmani e Cristiani nel Mediterraneo medievale alla luce dell’economia e degli scambi …

Musulmani e Cristiani nel Mediterraneo medievale alla luce dell’economia e degli scambi

Enrica Salvatori - Università di Pisa

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
784
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
17
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Musulmani e Cristiani nel Mediterraneo medievale alla luce dell’economia e degli scambi Storia Medievale II Enrica Salvatori - Università di Pisagiovedì 23 febbraio 12
  • 2. Il mondo è un posto di transito e di visita: siine allora viaggiatore e stai attento alle tracce che ha lasciato chi ti ha preceduto Yāqūt ʿAbd Allāh al-Rūmī al-Hamawī (Hama, 1179 – Aleppo, 1229) Opere principali Mu`jam al-`Udabâ - Dizionario delle persone istruite - 1226 Kitab mu`jam al-buldan - Libro dei paesi - 1228 Scheda su di lui http://www.muslimheritage.com/topics/default.cfm?articleID=694#ftnref1giovedì 23 febbraio 12
  • 3. Cristiani e Musulmanigiovedì 23 febbraio 12
  • 4. La spinta del presente 12 settembre 2006 Benedetto XVI, in Baviera, all’Università di Ratisbona, tenne una lectio magistralis su «Fede, ragione e università. Ricordi e riflessioni». Cita la VII discussione dei Dialoghi con un musulmano di Manuele II Paleologo (1350- 1425) --> «Mostrami pure ciò che Maometto ha portato di nuovo, e ritroverai soltanto cose cattive e disumane, come la sua direttiva di diffondere per mezzo della spada la fede che egli predicava» Oriana Fallaci [La rabbia e lorgoglio (Rizzoli 2001) e La forza della ragione (Rizzoli 2004)]: denuncia la decadenza della civiltà occidentale minacciata dal fondamentalismo islamico e incapace di difendersi. Limmigrazione islamica verso lEuropa risponde a un pianificato tentativo del mondo musulmano di islamizzazione dellOccidente, basato sulle “strutture portanti” del Corano, testimoniato da oltre un millennio di conflitti e ostilità tra musulmani e cristiani e destinato a portare ad uno scontro di civiltà Associazioni e movimenti per il dialogo inter-religioso: discorso più complesso che quindi ha meno forza mediatica e comunicativagiovedì 23 febbraio 12
  • 5. Mediterraneo ed Europa Anonimo (Toledo, metà VIII), Continuatio Hispanica a le Historiae di Isidoro di Siviglia: indica gli Austrasiani vincitori a Poitiers contro gli Arabes come Europenses (MGH AA XI 362) Europa cristiana e penisola iberica non più europea? Europa nata dal “mito” di Poitiers? Europa in “differenza”, con confini definiti dall’alterità. facendo convergere il nostro sguardo NON sull’Europa/Occidente/Cristianesimo né sull’Oriente/Islam MA sul Mediterraneo come spazio di incontro/scontro e integrando il dato culturale/religioso con l’analisi delle dinamiche economiche possiamo capire meglio proprio la complessità del passato e superare le dualità arbitrarie che ci trasmettono storici/intellettuali del passato e del presente.giovedì 23 febbraio 12
  • 6. Dualità arbitraria Furono attivi diversi gruppi marginali lungo le frontiere mediterranee (ebrei, mozarabi) Non vi è precisa ripartizione linguistica delle fonti (esiste una produzione cristiana in arabo e una islamica in spagnolo e una vasta produzione ebraica) Differenti periodizzazioni e diversa concezione degli spazi (dâr al-islâm - casa dell’islam ; iqlîm al-Maghrib - regione d’Occidente; Ifriqiya; al-Andalus; Rûm) la Cristianità si presenta almeno in due forme distinte: quella cattolico-romana e quella ortodossa, oltre alle altre chiese orientali che hanno continuato a esistere fino a oggi (siriano-nestoriana, monofisita, armena, copta). l’Islam politico, culturale e religioso è tutt’altro che unitario.giovedì 23 febbraio 12
  • 7. che rimanda ad altre “dualità” Rapporto tra Europa e Islam si riferisce a due termini eterogenei, una nozione geografica e una religione, ma lo si intende spesso come istituito fra due civiltà o entità culturali e politiche, ciascuna con il proprio spazio. Occidente e Oriente, accoppiata generica e anche ideologica perché presume due comunità di credenti che non sono delimitate da confini MAI il concetto di Europa equivalse a una definizione netta dei confini tra il mondo cristiano da una parte e il dâr al-islâm dall’altragiovedì 23 febbraio 12
  • 8. Scontri e incontri Rappresentazione di eterno scontro: guerra santa, crociata, colonialismo, terrorismo, ininterrotta guerra di religione o scontro di civiltà (Wheatcrof) Rappresentazione di costante persecuzione e ghettizazione per gli ebrei Attenzione ai tempi recenti: sarebbe stato il colonialismo ad aver creato e radicalizzato le antitesi di razza, religione e civiltà. Attenzione ai momenti di dialogo: diplomazia, cultura (Cardini) e al multiculturalismo F. Cardini, Europa e Islam, storia di un malinteso, Laterza, Bari-Roma 1999. A. Wheatcroft, Infedeli. 638-2003: il lungo conflitto fra cristianesimo e islam [2003], Laterza, Roma-Bari 2004.giovedì 23 febbraio 12
  • 9. Storiografia recente Tradizionale-bellica: storia delle guerre tra cristiani e saraceni sia in oriente (crociatistica), quanto in Italia meridionale o nell’occidente iberico (Reconquista). Recenti apporti da storici capaci di affrontare anche le fonti arabe e turche e in grado dunque di contribuire ad allargare sensibilmente i campi di indagine e di fornire nuove prospettive metodologiche. Gli studi letterari dalla seconda metà del secolo XX hanno contribuito ad ampliare progressivamente le analisi sui rapporti medievali tra islam e mondo cristiano Attenzione alla controversistica tra cristiani e musulmani che affrontò gli argomenti chiave della differenza tra le due (tre) religioni e la convivenza, sui i temi della Trinità, dell’Incarnazione di Gesù, della falsificazione delle Scritture, della superiorità dell’Islam sulle religioni del Libro (IX-X secolo, corte di Baghdad) -> fine con le invasioni mongole e tartaregiovedì 23 febbraio 12
  • 10. Problema di fonti / strumenti Gli strumenti linguistici della medievistica tradizionale sono per lo più limitati al mondo greco, latino, romanzo e germanico (filologia, paleografia, diplomatica, codicologia, dizionari). Per lungo tempo le lingue semitiche e orientali sono state abbinate agli studi linguistici, letterari o artistici; da qui la debolezza delle analisi degli storici che si sono basati su fonti in traduzione, spesso molto datate. Panorama in mutamento in Francia, Spagna, Inghilterra e Stati Uniti. In Italia a parte l’opera fondamentale di Michele Amari si segnala le ricerche degli studiosi dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”.giovedì 23 febbraio 12
  • 11. Strumenti / Risorse on line Islamic timeline <http://www.princeton.edu/~batke/itl/scroll/scrollall.html> Al-bab <http://www.al-bab.com/arab/history.htm> Conversione delle date dei calendari cristiano e musulmano, gestita dall’Orientalisches Seminar dell’Università di Zurigo: <http://www.oriold.unizh.ch/ static/hegira.html> Reti Medievali Repertorio Islam e Occidente di Alessandro Vanoli <http:// fermi.univr.it/rm/repertorio/vanoli-islam.htm> Reti Medievali Repertorio Le Crociate di Luigi Russo <http://fermi.univr.it/rm/ repertorio/rm_russo_le_crociate.html>giovedì 23 febbraio 12

×