• Like

Loading…

Flash Player 9 (or above) is needed to view presentations.
We have detected that you do not have it on your computer. To install it, go here.

Ospedale per intensità di cure

  • 3,986 views
Uploaded on

Ospedale per intensità di cure

Ospedale per intensità di cure

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
3,986
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
53
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Ospedale per intensità di curelunedì 5 novembre 2009Roma Analisi dei casi – Istituto Clinico Humanitas AOU Careggi A cura di Patrizia Meroni
  • 2. Intensità di cura nei modelli di organizzazione ospedaliera variabile organizzativa ordinaria Intensità come durata della degenza e del regime di ricovero day week modalità di accesso del paziente urgente elettivo livello di acuzie/stabilità del paziente nel percorso di cura area intensiva area sub- intensiva ricovero ordinario ricovero riabilitativo variabile clinicoIntensità come assistenziale dipartimenti e protocolli di cura multidisciplinarietà indipendentemente dall’afferenza specialistica e disciplinare complessità assistenziale carico di lavoro/peso infermieristico
  • 3. Ospedali a confrontoDati 2008 Humanitas Careggidipendenti 1.703 5.800posti letto 747 1.650Sale operatorie 28 34Ricoveri ordinari 25.054 54.115Ricoveri in day hospital 14.681 22.360Ricoveri riabilitazione 2.452accessi al Pronto Soccorso 51.051 131.533prestazioni ambulatoriali 4.022.188 9.778.857
  • 4. Ospedali a confronto Humanitas CareggiDay hospital peculiarità Interdipartimentale, primo strutturali, esempio di superamento organizzative e suddivisione universitari e gestionali ospedalieriWeek hospital degenza A0 week surgery di chirurgia generale, prevista estensione a (breast unit) e area medicaSeparazione percorsi modello ospedale Nuovo padiglione (EAS)emergenza– urgenza e nell’ospedale Dipartimento DEA e Medicina e medicina d’urgenza Chirurgia Generale e di Urgenzaricoveri programmatiDipartimentalizzazione 8 dipartimenti medici 13 dipartimenti (di cui 2 per 7 (?) aree intensità di cura) infermieristicheDegenze Multidisciplinari e Per intensità di cura dipart. per intensità di cura Medicina e Cuore e vasi
  • 5. OSPEDALE ELETTIVO PRONTO SOCCORSO Livelli progressivamente decrescenti di intensità di assistenza fino alla guarigione Pz con Pz Pz con IMA Scompenso Cardiochir Multidisciplinarietà co-presenza di più discipline, specialità chirurgiche e mediche Aree infermieristiche: •equilibrio tra trasversalità di competenze e specializzazione AREA CARDIOVASCOLARE 2 degenze da 41 pl UCC Unità di cura coronarica 6 pl •complessità organizzativa (molteplicità di equipe mediche)RIABILITAZIONE Telemetria Md Riab Md Tutor Md Tutor TIC Terapia intensiva cardiologica 9 pl IP IP cardio Md Tutor Cardio cardiochir Cardio CASA
  • 6. OSPEDALE ELETTIVO PRONTO SOCCORSO Pz con Pz Pz con IMA Scompenso Cardiochir AREA CARDIOVASCOLARE 2 degenze da 41 pl UCC Unità di cura coronarica 6 pl Telemetria Md Tutor Md Riab cardiochir cardioRIABILITAZIONE Md Tutor Cardio IP IP Md Tutor TIC Terapia intensiva cardiologica 9 pl Cardio CASA
  • 7. Obiettivi ed indicatoriOttimizzazione delle risorseflessibilità nell’utilizzo delle indicatori gestionalirisorse condivise (posti letto, strumenti gestionali utili all’efficiente messa asale operatorie, servizi disposizione delle risorsediagnostici e spazi umane e strumentaliambulatoriali) necessarieAppropriatezza dell’assistenza percorsi di cura più indicatori di processo appropriati per dotazione clinico ed esito ? tecnologica e competenza specialistica
  • 8. Sviluppi e criticità Sviluppi Criticitàpercorso di cura del paziente come Organizzazione ancora fondata sureale “prodotto” dell’attività profili professionali e responsabilitàospedaliera, superamento della ricondotte unicamente alle discipline di appartenenza deisegmentazione per discipline singoli professionistimedichepresa in carico del paziente da Non chiarezza dei limiti diparte del “medico tutor” come responsabilità tra il tutor e ilresponsabile della gestione clinico responsabile della disciplina specialisticaassistenziale, solo della la propriaprestazione specialistica
  • 9. Backup
  • 10. OSPEDALE ELETTIVO PRONTO SOCCORSO Pz con Pz Pz con IMA Scompenso Cardiochir AREA CARDIOVASCOLARE 2 degenze da 41 pl UCC Unità di cura coronarica 6 plRIABILITAZIONE Telemetria Md Riab Md Tutor Md Tutor TIC Terapia intensiva cardiologica 9 pl cardio CASA
  • 11. Humanitas - Lay out delle degenze