Simbologia cristiana e_pagana

12,491 views
11,959 views

Published on

Published in: Spiritual
0 Comments
4 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
12,491
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
441
Actions
Shares
0
Downloads
85
Comments
0
Likes
4
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Simbologia cristiana e_pagana

  1. 1. Liceo Benedetto Varchi, Montevarchi SimbologiaTra Cristianesimo e Paganesimo
  2. 2. Avvertenze- Sfortunatamente non è stato possibile procedere allacquisizione di datiidentificativi completi a causa di penuria degli stessi; per questo motivo miscuso anticipatamente per il disagio.E possibile trovare i dati identificativi alle diapositive numero 53 e 54, ordinaterispetto alle diapositive (i dati identificativi della prima figura saranno riportatinella prima riga, quelli della seconda verranno riportati nella seconda riga,etc.)- I numeri dentro le parentesi quadre ( ad esempio [9]) presenti in fondo adogni spiegazione del simbolo, rimandano alle diapositive numero 51 e 52dove è possibile consultare la bibliografia e la sitografia.- In quasi tutte le diapositive è presente una parte di testo colorata in blu eduna colorata di rosso. La parte in blu spiega come i pagani interpretavano ilsimbolo trattato, mentre la parta in rosso espone linterpretazione Cristiana.Quando invece io testo è in nero significa che linterpretazione del simbolo ècomune sia ai cristiani sia ai pagani.-
  3. 3. AironeAirone era molto noto per il suo bellissimo canto. Dopo avervinto una competizione che gli aveva fruttatonumerose ricchezze, si imbarca per tornare a casa. Il capitanodella nave vuole ucciderlo per poi derubarlo ma Airone esprimecome ultimo desiderio quello di cantare. Airone canta così beneda impietosire gli dei che mandano alcuni delfini per salvarlo.[21]Per i cristiani questo mito sta a simboleggiare linterventodivino. [21]
  4. 4. Amore e PsicheNel mito, Psiche era una fanciulla bellissima che suscitò linvidia di Venere, la quale manda suo figlioAmore per far innamorare Psiche di un mostro. Amore porta Psiche (che si era innamorata di Amore) dinotte in un castello a patto che essa non dovesse vedere mai il volto del suo amante. Ma Psiche percuriosità accende una lampada e Amore scompare. Psiche va a chiedere a Venere dove poteva ritrovarelamato Amore. Venere risponde che le dirà dove si trova suo figlio soltanto se Psiche riuscirà ad affrontarequattro prove. Dopo molte peripezie Psiche riesce ad affrontare le prove ma apre un vaso che non dovevaessere aperto, cadendo quindi in un sonno profondo. Successivamente Amore riporterà in vita Psiche conun bacio.[21]Per i Cristiani, questo mito assumerà il simbolo di risurrezione.[21]
  5. 5. AnelloLanello è il simbolo dellunione delluomo con Dio e grazie allasua forma circolare può anche simboleggiare leternità.[21]
  6. 6. ApeIn ambito pagano, lape simboleggiava la sopravvivenza dellanima dopo la morte. [21]I cristiani oltre a riprendere il concetto suddetto, associano due aspetti che designanoCristo: il miele evoca il Cristo dolce e misericordioso mentre il pungiglione evocalimmagine del Cristo giudice. Unaltro aspetto è più anatomico: la parte superioredellinsetto rappresenta lo spirito mentre quella inferiore, la carne; il sottile segmento cheunisce le due parti, metaforicamente, tiene in equilibrio anima e corpo.[21]
  7. 7. Apollo HeliosApollo ogni giorno portava il sole sulla terra conil suo carro alato illuminando il mondo.[21]Apollo viene associato alla figura di Cristo-luceche squarcia le tenebre con la sua luminosità.[21]
  8. 8. Bue ed AsinoNel paganesimo questi dueanimali erano animali saturnini,cioè, caratteristici del dio Saturno.Nel Cristianesimo il Bue e lAsino,sono presenti alla nascita delCristo e lo tengono caldo e loproteggono durante le sue primeore di vita.[5]
  9. 9. CandeloraPer la religione romana, la Candelora si teneva per le calende di febbraio, illuminavano la città per tutta lanotte con fiaccole e candele, in onore della dea Februa, madre di Marte, dio della guerra, e imploravano dalfiglio la vittoria contro i nemici.[17]Dopo lavvento del Cristianesimo la Chiesa mantiene questo rito, e lo dedica a Maria.[17]
  10. 10. ConiglioNel Paganesimo il Coniglio era utilizzato come simbolo di fecondità.[7]Nel Cristianesimo è il simbolo della timidezza ma anche della paura fino ad arrivare a casi estremi di vigliaccheria, ma è anche simbolo di abbondanza ed esuberanza. [8]
  11. 11. La cornucopiaSia per la religione pagana che per quella cristiana, laCornucopia è simbolo della abbondanza e generosità dellerispettive divinità. [21]
  12. 12. La CroceSia nella cultura Pagana che in quella Crisitiana, lacroce è una delle rappresentazioni grafiche dicongiunzione astrologica degli opposti.[5]Nella Croce confluisce la simbologia pre-cristianadell’albero cosmico, asse del mondo e immagine dirigenerazione periodica (risurrezione) della natura. [9]Nel Cristianesimo, la croce, svela il mistero dellasalvezza, il sacrificio di Cristo che riscatta la colpaancestrale di Adamo.[5]
  13. 13. Culto dei SantiI primi cristiani avevano la più totale repulsione perogni tipo di onore o devozione sia per le personeche per le statue o immagini, essendo rigidamentemonoteisti come gli ebrei. Non appena ilcristianesimo iniziò a diffondersi in terre pagane, laprima e più immediata esigenza dei nuovi convertitiera di trovare un corrispettivo alle divinità protettricidel politeismo. Poiché i dèi pagani erano sempreprotettori di qualche categoria di persone, si pensòbene di attribuire ad ogni santo una particolarepredisposizione nel proteggere persone, luoghi oeventi.La festa del dio locale diventò la "festa del patrono".Anche molti templi dedicati agli dèi e alle dèepagane furono rinominati con nomi di santi simili ainomi delle antiche divinità.[17]
  14. 14. DelfinoIl delfino è associato ad un animale che compie salvataggi tanto che è spesso raffiguratonelle tombe pagane come laccompagnatore del defunto durante il tragitto ai Campi Elisei.Ad alimentare la fama del delfino-salvatore sono stati soprattutto i miti come, ad esempio,quello di Enalo e Fineide oppure quello di Falanto ed Icadio.[21]Nellallegoria cristiana il delfino-salvatore vuole rappresentare il Cristo salvatoredellumanità.[21]
  15. 15. ErcoleErcole è famoso presso i popoli pagani graziealla sua forza sovrumana. A causa delluccisionedei figli avuti con Megara (figlia del re Creonte),Ercole deve espiare questo delitto attraversododici difficilissime imprese chiamate "dodicifatiche". Dopo avere espiato le dodici fatiche,Ercole, raggiungerà limmortalità. [22]Per i Cristiani è il simbolo delluomo che dopoessersi redento dal peccato raggiunge la graziadi Dio[23]
  16. 16. La FeniceLa fenice è un uccelloleggendario dallo spettacolarepiumaggio che quandosente lapprossimarsi dellamorte si dirige in Egitto dove sigetta nel fuco del tempio piùimportante di Heliopolis. Dalleceneri nascerà un uovo checontiene unaltra fenicericominciando quindi, il ciclovitale.[21]Per i cristiani il simbolo dellafenice interpreta il significatodella risurrezione. [21]
  17. 17. Foglia di AcantoSecondo la leggenda, si narra che Callimaco (linventore del capitello corinzio) aveva assistito ad unacerimonia funebre di una donna morta precocemente per questo la nutrice depose sulla tomba una cestacon i suoi oggetti più amati, ricoprendola con una tegola quadrata per proteggerla dai furti. In primavera,l’architetto Callimaco passò da quelle parti e notò che la tegola era sollevata da un cespuglio armonioso difoglie d’acanto, cresciute sul sepolcro ad indicare l’immortalità della fanciulla.Da questa leggenda possiamo capire che lacanto nel mondo Pagano denotava la tensione dellanima alcielo.[15]Successivamente anche il cristianesimo adotterà lacanto come simbolo di risurrezione.Nel Medioevo, la foglie di Acanto, a cause delle spine presenti sul sul fusto, verranno usate comeprotezione contro gli spiriti maligni.[14]
  18. 18. GalloCome è risaputo il gallo è colui che vigila il pollaio; i pagani associano al simbolo del gallo un significato divigilanza e protezione della casa.[21]La simbologia cristiana prende in considerazione unaltro aspetto di questo animale: il gallo è lanimale cheannuncia il nuovo giorno con il suo caratteristico verso. Viene quindi associato al simbolo dellattesa delgiorno nuovo in cui il Cristo ritornerà. Inoltre il gallo viene usato per ricordare lepisodio del rinnegamento diSan Pietro.[21]
  19. 19. GiglioPer i pagani era simbolo di purezza e verginità.[21]Per i cristiani, colpiti dalla bellezza e dal colore radioso delfiore, simboleggia la magnificenza di Cristo.[21]
  20. 20. GloboIl globo era simbolo del potere edera spesso rappresentato con unnuovo, con una allusione al buongoverno (se si stringe troppo sirompe). [21]I cristiani aggiungono una crocesopra il globo per significare lapotenza creatrice e provvidenziale diDio.[21]
  21. 21. GrifoneIl Grifone è un animale leggendarioalato molto grosso con gli artigli paria quelli di un leone. Secondo laleggenda i Grifoni sono posti aguardia delle miniere doro. Questoanimale simboleggia la forza e non èraro trovare talismani che raffiguranogrifoni. [21]I cristiani usano il simbolo delgrifone come guardiano delparadiso, oppure più raramente,come colui che porta le animeallaldilà.[21]
  22. 22. IbisLibis è un uccello simbolo del dio Teuth.[21]Nel Cristianesimo, libis assume soltanto connotati negativi inquanto è un animale che si ciba soltanto di carogne.[21]
  23. 23. IcaroGrazie alle ali costruite dal padre Dedalo(architetto del labirinto di Micene), Icaro riesce avolare con delle ali di piuma e cera. Tuttavia(ignorando le raccomandazioni del padre), Icaro siavvicina troppo al sole il quale scioglie le ali,determinando la morte di Icaro.[21]Allinizio del Cristianesimo la figura di Icaro eraassociata a quella dellanima che riesce ascappare dalle passioni terrene (rappresentato dallabirinto) e che riesce a scappare verso i luoghicelesti. Tuttavia nel Medioevo divenne il simbolodellambizione smodata.[21]
  24. 24. IntrecciLintreccio, sia per il Paganesimo sia per il Cristianesimo, ha spesso una derivazione simbolica dai dueserpenti attorcigliati che simboleggiano vigore e fertilità.[14]
  25. 25. ICTYS (Iesus Cristos Theou Soter)Per i pagani, il pesce era un simbolo che rappresentava la magna mater; erainoltre simbolo di fertilità e abbondanza.[10]I La simbologia cristiana dei tempi delle Persecuzione dei cristiani nellimperoromano (I-IV secolo) è molto ricca. A causa della diffidenza di cui erano oggetto daparte delle autorità Imperiali, i seguaci di Gesù sentirono lesigenza di inventare nuovisistemi di riconoscimento che sancissero la loro appartenenza alla comunità senzadestare sospetti tra i pagani. Risalgono a questo periodo, tra gli altri, i noti simbolidel chi-rho e dellancora.In particolare, lichthýs è uno dei più antichi simboli cristiani giunti fino a noi. Venivapresumibilmente adoperato come segno di riconoscimento: quando un cristianoincontrava uno sconosciuto di cui aveva bisogno di conoscere la lealtà, tracciava nellasabbia uno degli archi che compongono lichthýs. Se laltro completava il segno, i dueindividui si riconoscevano come seguaci di Cristo e sapevano di potersi fidare lunodellaltro.Le comunità cristiane adottarono questo simbolo probabilmente per rivocare il branoevangelico in cui Gesù si rivolge a Simone dicendogli «μή φοβού ἀπὸ τοῦ νῦνἀνθρώπους ἔσῃ ζωγρῶν»: Non temere; dora in poi sarai pescatore di uomini (Lc, 5,10);come ci rivela Agostino di Ippona nella Città di Dio, inoltre, il termine greco Ἰχϑύς è asua volta lacronimo delle parole: Iesus Cristos Theou Soter (Gesù Cristo Figlio di Dio)[[11]]
  26. 26. MaggioPer i pagani, era il mese dedicato alla dea Maia.[17]I Cristiani dedicarono il mese di maggio alla Madonna.[17]
  27. 27. Magna Mater - MadonnaNel Paganesimo la Magna Mater (conosciuta con nome di Cibele) era la dea della natura, degli animali(potnia theron) e dei luoghi selvatici.[3]Nel Cristianesimo il simbolo della Magna Mater venne espropriato da Maria madre di Gesù Cristo.[4]
  28. 28. MelagranaLa melagrana è lattributo di Persefone, regina degli inferi. [21]Secondo i Cristiani la melagrana era simbolo di risurrezione inquanto trascorrevano ben 6 mesi prima che nascesse unanuova pianta.[21]
  29. 29. Monogramma di CristoNellAtene democratica, le lettere P e Xcostituivano labbreviazione per Arconte,una tra le più alte cariche politiche.Questo simbolo è stato trovato innumerose monete.[21]Il Crisianesimo sfrutta questo simboloper richiamare il nome di Cristo. Essiaggiungono ai lati una alfa ed unaomega per distinguersi dal simbolopagano.[21]
  30. 30. MoscaLa mosca aveva una connotazione negativa richiamata anchenellIliade di Omero.[21]Il Cristianesimo mantiene il connotato negativo della moscache viene associata alla corruzione delle carni e ai desidericarnali. Più tardi il simbolo della mosca verrà associato aBalzebù che verrà appellato anche "re delle Mosche".[21]
  31. 31. Moscoforo - Buon PastoreIl moscoforo era una figura cheportava un vitello da sacrificare aglidei.[21]I Cristiani sostituirono il vitelloallagnello e il Moscoforo divenne ilBuon Pastore che riporta lagnellosmarrito, alludendo alla figura diCristo.[21]
  32. 32. Natività di Cristo Signore Natalis Solis InvictisIl Natalis Solis Invictis il Natale del Sole Invitto, celebrava il nuovo sole“rinato” dopo il solstizio invernale.[6]La natività di Cristo Signore, ricorda, appunto, la nascita di GesùCristo. Nel vangelo di Luca, si narra soltanto che nel periodo in cui nacqueGesù, cerano a Betlemme dei pastori che vegliavano di notte, facendo laguardia al gregge. Tuttavia sappiamo che i pastori ebrei partivano per ipascoli allinizio della primavera, in occasione della loro Pasqua, etornavano in autunno, è evidente che il Cristo nacque tra la fine di marzo eil primo autunno; tantè vero che fino alla fine del III secolo il Natale, erafesteggiato, secondo i luoghi, in date differenti: il 28 marzo, il 18 aprile o il29 maggio.[6]
  33. 33. NimboTra i pagani viene raffiguratoin alcune stele funerarie peresprimere deferenza a chiappartiene allaldilà.[21]Anche tra i primi Cristiani ilnimbo significava deferenzarispetto al mondo terreno. Inseguito il nimbo assumesignificato di santità e vieneassociato a Cristo ed a tutti isanti.[21]
  34. 34. Orfeo ed EuridiceOrfeo è il leggendario poeta cheriesce a discendere allAde perriprendersi la moglie che era statamorsa da una vipera. Plutoneacconsente che Euridice torni in vita apatto che Orfeo non guardasse infaccia Euridice durante la risalita;tuttavia il poeta la guarda e lamataritorna per sempre nellAde.[21]Durante il Cristianesimo la figura diOrfeo divenne il simbolo della discesadi Cristo nel Limbo.[21]
  35. 35. PalmaSia per i pagani che per i cristiani, la palmaè simbolo di vittoria significato derivato dalfatto che la palma che popola le oasisembra vincere e sconfiggere la morte cheincombe nel deserto.Inoltre il colore sempreverde di questapianta è simbolo di vita eterna.[21]
  36. 36. PellicanoGli antichi ammiravano il pellicano per il suo spirito di sacrifico: infatti pensavano che ilpellicano si ferisse per dare da mangiare ai cuccioli.[21]Anche i Cristiani ammiravano il Pellicano per gli stessi motivi e associarono la sua figuraa quella di Cristo che si sacrifica per lumanità.[21]
  37. 37. Piante centrali degli edifici religiosiLuomo fin dalle origini osservando la ciclicità degli eventi astronomici,delle stagioni,e quindi della vitaumana. Alla base di tutto questo Ordine, luomo ha individuato lesistenza di un creatore o di un essereche regolasse i fenomeni.Il cerchio e la ciclicità hanno quindi da sempre rappresentato il divino; per questo motivo molti edificireligiosi sia Cristiani che Pagani sono di forma circolare.[16]
  38. 38. PentacoloSecondo i pagani (soprattutto secondo i pitagorici), il pentacolo è rappresentazione del microcosmo e delmacrocosmo, ed ha al suo interno tutta la misticità della creazione, l’insieme delle leggi che governano ilcosmo.[13]Durante il Cristianesimo il Pentacolo assume un valore negativo e viene associato alle forze del male ed aldemonio. Oggi, infatti, il Pentacolo è il simbolo adottato dai satanisti.[14]
  39. 39. PavoneSpesso il pavone e la fenicevenivano confuse poichéentrambe gli animali eranomolto belli esimboleggiavano lo stessosignificato: limmortalità e lincorruttibilità dellanima.Infatti la carne di pavoneriesce a mantenersi molto alungo.[21]
  40. 40. PrometeoPrometeo era una divinità pagana che aveva collaborato allaascesa al potere di Zeus e alla successiva creazione dellaTerra. Tuttavia, Prometeo per aiutare gli uomini, aveva osatosfidare la potenza di Zeus per donare agli uomini il fuoco. Perquesto motivo Prometeo verrà incatenato ad una montagnadove gli uccelli ogni giorni gli mangeranno le interiora le qualiogni giorno ricrescerrano, facendo in modo che la sofferenzasia perpetua. Prometeo verrà in seguito liberato da Ercole. [19]I Cristiani associeranno alla figura di Prometeo la figura diCristo: come Gesù, Prometeo si sacrifica per salvare luomo daun destino misero e la punizione di Prometeo operata da Zeusviene associata alla passione di Cristo.Tuttavia nel Basso Medioevo, Prometeo viene associato allaribellione contro Dio. [20]
  41. 41. La rosaNel Paganesimo, la rosa era emblema del femminile per antonomasia, attraverso il culto di Iside sispiritualizza e l’Iniziato dopo aver sperimentato la schiavitù della concupiscenza, sublimava gli istinti e,nutrendosi di rose, dava il via alla propria rigenerazione interiore.[12]Durante il cristianesimo, il simbolo della rosa verrà spesso associato alla figura di Maria.[12]
  42. 42. San GiovenaleQuesto santo non è mai esistito, si tratta di una denominazionevagamente "cristianizzata" con cui si rinominavano i templi diGiove trasformati in chiese.[17]
  43. 43. Satiro - SatanaNel Paganesimo  il satiro era una figura miticamaschile che abita boschi e montagne. Èpersonificazione della fertilità e della forza vitaledella natura, connessa con il culto dionisiaco.I satiri sono generalmente raffigurati comeesseri umani barbuti con caratteristiche animali,come le corna, la coda e le zampe di capra. Illoro aspetto perse gradualmente, con il passaredel tempo, qualche attributo animale.Vengono rappresentati come esseri lascivi,spesso dediti al vino, a danzare con le ninfe eda suonare il flauto.[1]Nel Cristianesimo il satiro viene associato adun elemento negativo diventando, in seguito, undemone cattivo contrapposto al Dio buono. Ilsatiro quindi, anche in seguito alla influenzaebraica verrà trasformato in Satana.[2]
  44. 44. SerpentePer i pagani è simbolo di sessualità,incantamento, astuzia e perversità.[21]Per i Crisitiani il serpente è simbolodel male con chiaro riferimento alserpente che tentò Eva nellEden.Nel mosaico qui illustrato vediamoche Cristo pesta il serpente (simbolodel peccato originario) ed il leone(simbolo della mondanità).[21]
  45. 45. Sirena BicaudataSirena era il nome, nella Grecia antica, con cui venivano chiamate le ragazze vergini che si rifiutavano didonare la loro purezza agli Dei e che per questo furono trasformate in uccelli col busto di donna.Il primo documento che parla delle sirene come esseri con il corpo metà donna e meta pesce è del VIsecolo (Trattato "De Monstris).La sirena a due code (bicaudata) è simbolo di femminilità e di fertilità.[14]Nel Cristianesimo la Sirena simboleggia la duplicità della natura umana divisa tra il bene e la ragione e tra ilmale e listinto.[14]
  46. 46. Spiga di GranoSia nel paganesimo sia nel cristianesimo, la spiga di grano serviva a spiegare il ciclo della vita la spigacompie il suo ciclo vitale in estate per poi morire e il chicco di grano sotterrato nel grembo della Terrarinasce a primavera, Morte e Rinascita della natura insomma, quella stessa natura che in inverno parevamorta sotto la neve e a primavera rifiorisce rigogliosa ogni anno.Leconomia della società romana e di quella medievale era prevalentemente fondata sullagricoltura: non èquindi raro imbattersi in simboli che rimandano alla natura e alla coltivazione.[7]
  47. 47. StruzzoI pagani pensavano che lo struzzoavesse le piume della stessalunghezza e lo consideravano simbolodi giustizia ed uguaglianza [21].I cristiani invece ritenevano lo struzzoprivo di intelligenza e incurante delleproprie uova: infatti questo animale perandare a cibarsi lascia leuova incustodite per alcune ore.[21]
  48. 48. UlissePer i pagani, Ulisse era un abile eroe e condottiero che grazie alla sua intelligenza riesce a superare moltiostacoli durante il suo ritorno a casa.[18]I Cristiani riprendono alcuni episodi del mito di Ulisse e lo rileggono in chiave cristiana, ad esempio: Ulissequando scappa dalla maga Circe rappresenta luomo che ha ritrovato la fede che scappa dal peccato.[18]
  49. 49. UovoNel paganesimo è un naturale simbolo di rinascita, inoltre presso molte culture simboleggia lUovo Cosmicoche lo fa diventare simbolo di rinascita del mondo[7]Secondo i pagani luovo simboleggia la rinascita primaverile di Madre Terra . [7]Secondo i Cristiani simboleggia la rinascita del mondo in seguito al sacrificio di Cristo.[7]
  50. 50. VespaLa vespa è vista come animale negativo perché punge, nonproduce miele e la sua arnia è costruita sottoterra, nel mondodelle tenebre.[21]
  51. 51. Viaggio di DionisioSecondo il mito, Dionisio venne catturato dai pirati e perliberarsi fece ogni sorta di prodigio. Alla fine i pirati furonoscaraventati in mare.[21]Per i primi cristiani questo mito si prestava bene al tema dellaconversione.[21]
  52. 52. Bibliografia e Sitografia – http://it.wikipedia.org/wiki/Satiro_(mitologia) – http://it.wikipedia.org/wiki/Paganesimo – http://it.wikipedia.org/wiki/Magna_Mater – http://it.wikipedia.org/wiki/Maria_(madre_di_Ges%C3%B9) – www.filosofiatv.org/news_files/71_Mito%20rito%20e%20simbolo%20nel%20Cristianesimo.DOC – http://tonykospan21.wordpress.com/2010/12/15/i-simboli-del-natale-dal-paganesimo-al-cristianesimo-2/ – .http://aliceoltrelospecchio.blogspot.com/2010/04/pasqua-festa-pagana-o-cristiana.html – http://www.collezione-online.it/simbologia_storia_dellarte.html – 9. Cfr. ELIADE, Mircea, Trattato di storia delle religioni, cit., pp. 294-315. Una breve sintesi della simbologia dell’albero-croce si trova nell’articolo dell’autrice La comparazione religiosa: l’approccio morfologico di Mircea Eliade, in Quaderno n°3/2000, anno XXI, Associazione Filosofica Trevigiana, pp. 3-14.10.http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20090912035753AAX9fLF11. http://it.wikipedia.org/wiki/Ichthys12.http://www.templarioggi.it/Templari_oggi_Tradizione_e_Simboli_3.htm13.http://www.esoterya.com/il-pentacolo/1562/14.http://www.piccolapenna.it/nodo%20di%20Salomone.htm15.http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20090621084459AAz9qYf16.http://www.duepassinelmistero.com/le_chiese_circolari_.htm17.http://www.cristianesimo.it/radicipagane.htm18.Marco Lorandi, Orietta Pinessi, Il mito di Ulisse nella pittura del Cinquecento, Editoriale Jaca Book 1996
  53. 53. 19.http://www.italica.rai.it/rinascimento/parole_chiave/schede/prometeo.htm20.http://www.rivistazetesis.it/Prometeo.htm21.Maurizo Chelli, Manuale dei Simboli dellArte nellera Paleocristiana e Bizantina, 2008, EDUP, Roma22.http://www.italica.rai.it/rinascimento/parole_chiave/schede/ercole.htm23. http://www.italica.rai.it/rinascimento/saggi/mitologia_allegoria/capitoli/f_02.htm
  54. 54. Dati identificativi• Anonimo, Sarcofago di Amore e Psiche, Chiesa di San Pietro in Valle Ferentillo• Anonimo, Domus Romana del mosaico del Leone (particolare, mosaico, Teramo• Anonimo, Cristo come Apollo-Helios, Catacombe vaticane, Città del Vaticano• Caravaggio, Adorazione dei Pastori, 1609, 314 x 211 cm, olio su tela, Messina, Museo Nazionale• Anonimo, Lepre con uova e melograno, mosaico, Tunisia• Anonimo, Cesto colmo di Frutti, Mosaico, Chiesa di San Vitale, Ravenna• Anonimo, Croix géante et chemin de croix à sa base, 2006, Texas, Stati Uniti dAmerica• Anonimo, Icona bizantina di San Giorgio• Anonimo, Il Delfino, mosaico, Chiesa di San Vitale Ravenna• Anonimo, Ercole, Palazzo del Melograno, Genova• Anonimo, Portale della Facciata della Basilica di Saint Jean, 1300 ca, Lione• Anonimo, Particolare Chiesa di San Leonardo in Treponzio• Anonimo, Gallo nella Vialla Romana di Casale Amerina, 200 ca, mosaico• Maestro della Manta, I nove Prodi (dettaglio), 1416-1426, affresco, Manta• Anonimo, Sarcofago delle Amazzoni, 170-180, pietra bianca, Museo Archeologico, Palermo• Fredrich Lenghton, Dedalo ed Icaro, 1869, 138 x 106 cm, olio su tela, Collezione privata• Anonimo, Raffigurazione tratta dal Clavicolo di Salomone Re dIsrael figlio de David, 1889, Bodleian Library• Anonimo, Pesce e pane eaucaristico, inizio del III secolo, Pittura su parete, 32X30cm, Catacombe di San Callisto, cripta di Lucina, Roma• Anonimo, Cibele, marmo, Formia• Anonimo, Albero di Melograno, mosaico, 5,37 x 3,58 mt, casa di Farid el-Masri, Gerusalemme• Anonimo, Il monogramma di Cristo, Museo del Bardo, Tunisi
  55. 55. • Anonimo, Moscoforos, ca 570-560 a.C., altezza 162 cm, scultura in levare, Marmo dellImetto, Atene, M Museo dellAcropoli.• Giorgione da Castelfranco, Adorazione dei Pastori, 1500-1510, 91 x 111 cm, olio su tela, Washington D.C., National Gallery of Art• Anonimo, Teodora (particolare), Chiesa di San Vitale, Ravenna• Antonio Canova, Orfeo ed Euridice, 1775, 203 x 85 x 84, pietra di Vicenza, Venezia, Museo Correrr,Salone da ballo• Anonimo, Palma, mosaico, Gerusalemme• Anonimo, Pellicano, mosaico, Chiesa della Santissima Trinità al Pozzarello• Anonimo, Chiesa di Santa Maria in Tortilliano, IX sec, Vignola• Anonimo, Pavone, mosaico, Chiesa di San Vitale, Ravenna• Nicolas Sebastien-Adam, Prometeo Incatenato, Marmo bianco, Parigi, Louvre• Anonimo, Madonna della rosa, Santuario di Cresole dAlba, Cuneo• William Blake, Satana distribuisce la peste a Hiob, 1827, 31 x 43 cm, tempera, Londra, Tate Gallery• Anonimo, Cristo Guerriero calpesta leone e serpente, V - VI secolo, mosaico, Ravenna Cappella Arcivescovile• Anonimo, Pieve di San Gennaro• Giuspeppe Scauilich, Grano• Anonimo, Struzzo, ceramica• Jakob Jordanes, Odysseus in der Höhle Polyphems, 1749, Olio su tela, 76 x 96 cm, Puschkin- Museum der bildenden Künste, Mosca• Fabergeche, Maria Fiore Immarcescibile, 11, 5 x 7,5 cm, tempera su legno, Russia• Exekias, Dionisio in una barca, 530 a.C., kylik rosso figure nere, 13,6 x 12,5, Vulci

×