Primi sui motori di ricerca? Non sempre la scelta migliore.

625 views
566 views

Published on

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
625
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Primi sui motori di ricerca? Non sempre la scelta migliore.

  1. 1. Primi sui motori di ricerca? Non sempre è la scelta migliore Maurizio Cavalletti
  2. 2. Breve glossario Prima di cominciare un po' di termini (da Wikipedia): SEO (Search Engine Optimization) attività di strutturazione dei contenuti delle pagine web di un sito, allo scopo di facilitarne la lettura da parte dei motori di ricerca Web Marketing è la branca delle attività di marketing dell’azienda che sfrutta il canale online per studiare il mercato e sviluppare i rapporti commerciali (promozione/pubblicità, distribuzione, vendita, assistenza alla clientela, etc.) tramite il Web. SEM (Search Engine Marketing) attività atte a generare traffico qualificato verso un determinato sito web
  3. 3. Venditori di fumo? Mai fidarsi ciecamente di chi garantisce senza dubbi il primo posto! Chiedetegli garanzie scritte con i termini esatti per cui si garantirebbe il posizionamento Attenzione alle penalizzazioni ! Gli strumenti di controllo Potrebbe essere fatica sprecata, vediamo perché...
  4. 4. Fino ad oggi... Fino ad oggi ci si è concentrati essenzialmente sul posizionamento nei motori di ricerca Strategia ancora valida per alcune attività Si ottiene per una somma di fattori, ma è essenziale un sito ottimizzato e soprattutto con contenuti INTERESSANTI, UNICI e di QUALITA'
  5. 5. Chi premia Google Google (ma anche gli altri motori) calcolano il posizionamento tenendo in considerazione oltre 400 parametri (page rank, trust rank, link popularity, etc), ma fra le principali premia: 1) la qualità dei contenuti e come essi sono stati inseriti sul sito
  6. 6. Chi premia Google (2) 2) la qualità, la tematicità ed il numero di link in entrata ( link popularity ) 3) l'anzianità del sito Google dice come fare: http://www.google.com/support/webmasters/bin/answer.py?answer=35769
  7. 7. Facciamo attenzione Essere primi su Google per che cosa? È una grossa trappola. Può essere un errore perché: 1) ci basiamo sui concorrenti, ma se essi non usano le frasi effettivamente più ricercate? Nei fatti, una persona tipica utilizza un linguaggio molto semplice per descrivere quello che cerca su Google o un altro motore di ricerca.
  8. 8. Facciamo attenzione (2) 2) Attiriamo molto traffico, ma non quello giusto , e precisamente, non un traffico qualificato. Quindi il risultato deve essere aumentare il traffico qualificato, non per forza essere 1° su Google!
  9. 9. Cosa dobbiamo fare allora? Focalizzarci sui contenuti per ottenere posizionamento naturale Non spaventarci per la "Google dance"
  10. 10. L'oggi ed il futuro Il web 2.0 ed i social network Cosa è il web 2.0? Un gran casino! ;) La parola d'ordine: condividere!
  11. 11. Un esempio di web 2.0 ma non sul web! :) conoscete Frittole a Perugia? Ha successo perché: 1) offre un prodotto di qualità che è difficile trovare altrove ( contenuti unici ) 2) per questo ha avuto successo attraverso il passaparola ( link popularity e social network ) 3) da tutto questo ottiene un'ottima visibilità ( posizionamento alto nei motori di ricerca)
  12. 12. Cosa dobbiamo fare per il nostro il nostro sito web? Pensare al target come ad un gruppo di persone che condividono le stesse necessità e desideri . 1) studiare necessità del target 2) associare delle parole chiave basate sulle necessità 3) studiare i fattori di unicità dei contenuti 4) sviluppare i contenuti
  13. 13. Risultati I contenuti che risolvono in modo unico un problema generano visite anche senza Google, grazie al passaparola nei social network e nei blog. Questo crea fidelizzazione e ci rende meno sensibili al posizionamento.
  14. 14. Nuovi modelli di Web Marketing Saranno sempre più legati al web 2.0 (Facebook, MySpace, Twitter, blog etc etc) ed il posizionamento sui motori di ricerca sarà in conseguenza di questo. E' già così per chi opera sui mercati americani. Dobbiamo comunicare attraverso questi nuovi mezzi la nostra passione in prima persona, facendoci aiutare per il lato pratico dalle agenzie.
  15. 15. Grazie! Ora aperitivo e domande

×