Ignite IBB: Federico Stradi - eBEST: una piattaforma di networking per piccole e micro imprese

  • 547 views
Uploaded on

 

More in: Technology
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
547
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
1
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Una piattaforma di networking per piccole e micro impreseInternet Better Business (IGNITE Event) – Firenze, 24 Gennaio 2011 1
  • 2. Il progetto europeo Info generali Coordinamento: CNA Modena (Dott. Anna Rosa Tavernari) Resp. Scientifica: Università di Modena e Reggio Emilia Sviluppo software: SATA Srl Sperimentazione: Tel&Co Srl Contributo europeo: 1 650 000 Euro Data di inizio: 1 Gennaio 2010 Durata: 24 mesi Sito web: www.ebest.eu Contatto: tavernari@mo.cna.itPaesi coinvolti Italia Slovacchia Spagna Ungheria Belgio GreciaI Partner italiani 2
  • 3. Il problema: le piccole e micro imprese oggiAzienda A Azienda B• Non utilizzano software• Difficoltà nella collaborazione• Scarsa visibilità • Scarsa razionalizzazione interna • Know-how non condiviso • Difficoltà nell’affrontare imprevisti 3
  • 4. Una soluzione: la piattaforma eBEST • Internet come mezzo di comunicazione • Rete collaborativa • Pianificazione di attività collettive sulla rete • Scambio elettronico di documenti di business • Schedulazione interna degli impegni 4
  • 5. La piattaforma eBEST Piattaforma eBEST Modulo comunicazione Modulo Modulo scheduling pianificazioneSettori di applicazione • Settore manifatturiero / produttivo • Settore servizi • Settore impiantisti 5
  • 6. Attivazione della partnershipL’azienda A invia una richiesta a tutti i nodi della rete • A va alla ricerca sulla rete di “Aziende che eseguono lavorazioni su bottoni” • Tra quelle ottenute (B/C) sceglie ed invia a B la richiesta di partnership • B accetta la richiesta attivando la collaborazione 3 A 2 B 1 C 6
  • 7. Pianificazione di rete: ricezione ordine clienteIl cliente può decidere di effettuare l’ordine con due modalità differenti • Metodo tradizionale: chiamata telefonica o mail (inserito poi da azienda A) • Piattaforma eBEST: si registra sul sistema dell’azienda e inserisce l’ordine Camicia uomo 5 A Data richiesta 25/02/2011 Cliente 7
  • 8. Pianificazione di rete: pianificazione ordineL’azienda A pianifica l’ordine ricevuto dal cliente • Invio automatico dell’ordine per l’attività “Cucitura bottoni” • L’ordine viene ricevuto dall’azienda B tramite la sua piattaforma eBEST Ordine attività “Cucitura bottoni” Cucitura bottoni 5 A Data richiesta 24/02/2011 B 8
  • 9. Schedulazione: assegnamento alle risorseL’azienda B schedula internamente l’ordine ricevuto da A • Assegnamento manuale/automatico degli impegni alle risorse di B • Lo scheduler produce in output la data di fine e il costo dell’ordine ricevuto Output Scheduler Cucitura bottoni 5 Cucitura bottoni 5 Data richiesta B 24/02/2011 B Data consegna 24/2/2011 – 15:30 Costo 150 euro Operatore 1 Cucitrice A01 Cucitrice A04 9
  • 10. Pianificazione di rete: conferma d’ordineL’azienda B risponde ad A con i dati prodotti dallo schedulatore • B accetta la schedulazione proposta dal sistema • B spedisce ad A la conferma all’ordine precedentemente ricevuto Conferma d’ordine Cucitura bottoni 5 A Data consegna 24/2/2011 – 15:30 B Costo 150 euro 10
  • 11. Pianificazione di rete: termine pianificazione L’azienda A termina la pianificazione e prepara la conferma • A riceve la conferma d’ordine da B • Verifica se ci sono altre attività da pianificare • Schedula internamente le attività che ha deciso di non affidare ai partner • Genera la conferma d’ordine da inviare al cliente Cucitura bottoni 5 B Data consegna 24/2/2011 – 15:30 Costo 350 euro A BCamicia uomo 5Data consegna 26/2/2011 – 13:00 Scheduling interno delle attività rimanentiCosto 600 euro 11
  • 12. Pianificazione di rete: conferma d’ordine finaleTerminata la pianificazione l’azienda A invia la conferma d’ordine al cliente • Il cliente riceve i dati della conferma d’ordine via mail o via telefono • Il cliente può collegarsi alla piattaforma eBEST di A ed esaminare la conferma d’ordine Camicia uomo 5 B Data consegna 26/2/2011 – 13:00 A B Costo 600 euro Cliente 12
  • 13. Gestione eccezioni: risorsa non disponibileLa risorsa “Cucitrice A01” dell’azienda B diventa improvvisamente indisponibile • Il sistema di B controlla l’agenda della risorsa alla ricerca di eventuali eccezioni • Vengono comunicati ai clienti gli ordini in eccezione e si rischedulano A Operatore 1 Cucitrice A01 Cucitrice A04 Comunicazione eccezione al cliente Controllo impegni risorsa B Nuovo output dello scheduler Cucitura bottoni 5 Data consegna 25/2/2011 – 10:00 Rischedulazione Costo 150 euro 13
  • 14. Gestione eccezioni: lavorazione in ritardoUna lavorazione assegnata alla risorsa “Cucitrice A01” viene ritardata • Il sistema di B controlla l’agenda della risorsa alla ricerca di eventuali eccezioni • Vengono comunicati ai clienti gli ordini in eccezione e si rischedulano 25/2/2011 10:30 Cucitura bottoni 24/2/2011 15:30 - 24/2/2011 18:00 Asolatura 25/2/2011 09:00 - 25/2/2011 13:00 Confezionamento camicia 25/2/2011 14:00 - 25/2/2011 18:00 Cucitrice A01 Comunicazione eccezione al cliente Controllo impegni risorsa B Nuovo output dello scheduler Cucitura bottoni 5 Data consegna 25/2/2011 – 10:00 Rischedulazione Costo 150 euro 14
  • 15. Gestione eccezioni: ritardo del clienteL’azienda A decide di ritardare l’esecuzione della richiesta fatta a B • Il sistema di B manda in eccezione l’ordine collegato alla richiesta • Viene controllato se ci sono altri ordini da mandare in eccezione a seguito del ritardo • B rischedula gli ordini in eccezione Cucitura bottoni 5 Data richiesta 24/02/2011 26/2/2011 Comunicazione eccezione al cliente Controllo ordini B Nuovo output dello scheduler Cucitura bottoni 5 Data consegna 26/2/2011 – 13:00 Rischedulazione Costo 150 euro 15
  • 16. SaaS: il modello di erogazioneVantaggi dell’approccio Software-as-a-Service: • Minimizzazione dei costi d’installazione ed assistenza • Le aziende non devono dotarsi di particolari infrastrutture informatiche • Azzeramento dei costi di gestione del sistema da parte dell’azienda • Facilitazione nella gestione di periodi di prova gratuiti della piattaforma 16
  • 17. Il modello di distribuzione: la rete socialeClienti Azienda Fornitori 17
  • 18. Il modello di distribuzione: moltiplicatore AssociazioneClienti Fornitori Fornitori Clienti Clienti Fornitori 18
  • 19. BISY – Business Integration SystemsBISY Software S.r.l.: Spin-off accademico con partenza Gennaio 2012Offerta • Due prodotti interoperabili e complementari: Network Planner e Resource Scheduler • Tariffe di tipo flat annuali • Variabili a seconda delle configurazioniIntegrazioni • Servizio di assistenza al setup del sistema • Personalizzazioni (tariffe variabili secondo il progetto) 19
  • 20. BISY: gli obiettivi sul breve e medio termineModello di Business • Vendita di un prodotto a basso prezzo a moltissimi utentiChe cosa vogliamo fare Sul breve termine (entro 1 anno) • Lavoro sistematico per la promozione della piattaforma • Arricchire il software con ulteriori funzionalità Sul medio termine (2/4 anni) • Realizzazione di una versione mobile per Smart phone e Tablet • Attivazione di partnership con altre regioni italiane e paesi esteri Web site: www.bisy.it Mail: info@bisy.it 20