Ignite IBB: Donato Mazzeo - Healthcare network 2.0
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Ignite IBB: Donato Mazzeo - Healthcare network 2.0

on

  • 674 views

La rete può aiutare il miglioramento di vita dei pazienti cronici

La rete può aiutare il miglioramento di vita dei pazienti cronici

Statistics

Views

Total Views
674
Views on SlideShare
674
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
4
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Ignite IBB: Donato Mazzeo - Healthcare network 2.0 Ignite IBB: Donato Mazzeo - Healthcare network 2.0 Presentation Transcript

    • WIN - WIRELESS INTEGRATED NETWORK Healthcare network 2.0: La rete può aiutare il miglioramento di vita dei pazienti cronici Firenze, 24 Gennaio 20111
    • UN AIUTO DAL WEB 2.02
    • THE FULL PICTURE OF P-HEALT Secondo L. Gatzoulis, EU project officer per la challenge 5, i futuri sistemi di pHealth dovranno tener conto non solo dei parametri attuali di monitoraggio, ma anche dei parametri relativi all’ambiente in cui la persona vive (inquinamento, umidità, etc.) e delle informazioni genetiche del singolo soggetto sotto monitoraggio. Tutti questi dati serviranno da input per sistemi di ICT for Health avanzati.3
    • LE VALUTAZIONI SOGGETTIVE Oggi mi sento il respiro affannato Ho le caviglie gonfie … avrò camminato troppo4
    • LE VALUTAZIONI OGGETTIVE5
    • E LA PRIVACY6
    • OBIETTIVO DI W.I.N. Modello di erogazione del servizio A B C D Struttura Paziente che Cliente medica indossa il B2B dispositivo + Rilevazione Elaborazione Ricezione dati parametri dati e invio monitoraggio e alert Abilitare il corretto reperimento dei parametri vitali, portandoli dal Paziente ai sistemi ICT di supporto alle decisioni del medico7
    • SISTEMA MODULARE RICONFIGURABILE Cosa abbiamo di nuovo per supportare al meglio la necessità dei pazienti cronici di essere monitorati a casa e in ospedale?  Differenti “digital bricks” assemblati tra loro per rispondere alle specifiche esigenze degli utilizzatori  Un sistema flessibile e modulare in grado di adattarsi ai diversi utilizzi di monitoraggio di parametri fisiologici8
    • PERCHE’ INDOSSABILE? L’obiettivo dei sistemi di monitoraggio dovrà essere quello di migliorare la qualità della vita dei pazienti senza “invaderla”:  User-centered  Non invasivi  Facili da usare  Non identificabili9
    • PERCHE’ MODULARE? L’intelligenza a bordo permette di ridurre i costi dei dispositivi a carico del sistema nazionale, avendo un modulo centrale riutilizzabile e intelligente che può essere riusato per diversi pazienti e per diverse esigenze di monitoraggio, facendo diventare la sensoristica connessa un gadget aggiuntivo a bassissimo costo:  Autoconfigurabile  Plug and play  Sicuro (a livello di dispositivo e di comunicazione del dato)10
    • QUALI PATOLOGIE MONITORIAMO? Il monitoraggio continuo e remoto è in primo luogo necessario per: • pazienti che soffrono di patologie croniche, come disfunzioni delle funzioni cardiocircolatorie, ipertensione o diabete • pazienti che hanno manifestato sintomi o eventi che risultano indicativi di una patologia o di una disfunzione (infarto, attacchi ischemici=>”heart failure”).11
    • QUALI SENSORI SVILUPPARE? Sensori “tradizionali” per rivelare lo stato di salute del paziente: • ECG (24 terminazioni) • Pressione • Temperatura • Movimento • Respiro Sensori innovativi, che possono completare il quadro clinico del paziente, fornendo informazioni che al momento non sono rilevabili con gli strumenti tradizionali: • Bioimpedenza toracica (accumulo dei liquidi, fattore predittivo di scompenso cardiacoinfarto) • Tonometria (misura continua della pressione a livello periferico).12
    • TREND DI MERCATO Aumento costi per ospedalizzazioni non necessarie Aumento malattie croniche Invecchiamento della popolazione HOME HEALTH CARE /E-HEALTH/ M-HEALTH REAL TIME PREVENTION MONITORING WIRELESS SENSOR SOLUTIONS13
    • MERCATO DI RIFERIMENTO → Mercato globale wireless sensors: $6BL nel 2012* → Stime di crescita annua**: 96% nel 2010, 126% nel 2011, 95% nel 2012 , 68% nel 2013, 18% nel 2014, 16% nel 2015 → 2.5ML pazienti affetti da diabete in Italia → 4ML pazienti con problemi respiratori in Italia → 1ML pazienti soffrono di scompenso cardiaco in Italia → Il SSN ha speso $2,686 pc nel 2007 (ca 8,7% of PIL)*** → Possibile riduzione dei costi del 25% - 30% per il SSN se venissero adottati nuovi sistemi di rilevazione wireless MAGGIORI RICHIESTE DI INTERVENTI E MAGGIORI Costi CASI DI OSPEDALIZZAZIONE LONG TERM CRONICH DISEASE AGING POPULATION POSSIBILITA’ DI CONTENERE L’INCREMENTO DEI COSTI (*)Fonte: ABI Research MONITORAGGIO HOME HEALTH CARE (**) Fonte: Parks Associates Research /E-HEALTH/ M-HEALTH CONTINUO DEL PAZIENTE (***)Fonte: OCSE PREVENTION RICOVERATO WIRELESS SENSOR SOLUTIONS14 Tendenze in atto
    • LA W.I.N.  WIN nasce a marzo del 2009 dalla voglia dei soci fondatori di sfruttare la grande tecnologia presente sul territorio pisano restituendo allo stesso valore in termini di occupazione qualificata  WIN diventa spin off della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa a giugno 2009  Attualmente ha la sua sede presso l’incubatore tecnologico Pont-Tech a Pontedera (PI)15
    • QUAL E’ IL MANAGEMENT TEAM? 8 SOCI 4 Ingegneri con PhD 1 Medico 3 Manager con MBA Virginia Pensabene Ferdinando De Negri Antonio Mazzeo (Amministratore Delegato) (Responsabile Medico) (Presidente) Pietro Valdastri Donato Mazzeo (Responsabile Scientifico) (Resp. Strategia e Progetti Innovativi) Monica Vatteroni Emmanuele Angione (Direttore Operativo) Sergio Scapellato I soci sono supportati da 6 Ingegneri di prodotto, 1 responsabile qualità16 e da 3 ricercatori della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa
    • PROGRESSI dicembre 2010: settembre 2010: inizia development sperimentazione in agreement con ambito ospedaliero STMicroeletronics di 40 pazienti gennaio 2011: aprile 2010: parte finanziamento regionale l’internalizzazione di per sviluppo prototipo WIN (914 k€ in cofinanz.) giugno 2010: brevetto intern. settembre 2010: (PCT fase di due diligence per WO2009127954) il Fondo Rotativo della Camera di Commercio di Pisa Gennaio 2010: Inizio Attività aziendali maggio 2010: partnership con Unicredit per lo sviluppo d’azienda marzo 2009: nasce la WIN marzo 2010: progetto TATA in collaborazione con la ASL n5 di Pisa (90k€ in cofinanz.)17 mar 2009 gen 2011
    • QUALI RICONOSCIMENTI? Vincitori Premio Nazionale “Giovani Idee cambiano l’Italia” del POGAS 2007 Vincitori Start Cup Toscana 2008 Vincitori di un Bando di Concorso per lo Sviluppo di un Sistema di Monitoraggio Integrato del Paziente nell’ambito dell’Asse IV Capitale Umano del POR FSE 2007-2013 Ob. 2 Vincitori Finanziamento Bando unico R&S della Regione Toscana, cofinanziato progetto di sviluppo azienda per un totale di € 891.00018
    • E PER IL FUTURO? L’obiettivo di W.I.N. è quello di utilizzare la rete per poter migliorare le condizioni di vita dei pazienti con malattie croniche rendendoli il più possibile indipendenti dalla necessità di visite mediche quotidiane19
    • GRAZIE PER LA VOSTRA ATTENZIONE DONATO MAZZEO W.I.N.- Wireless Integrated Network Viale Rinaldo Piaggio 32, Pontedera Pisa www.winmed.it Donato.mazzeo@winmed.it Cell. +39 333 909427320