Your SlideShare is downloading. ×

Ignite IBB: Donato Mazzeo - Healthcare network 2.0

490

Published on

La rete può aiutare il miglioramento di vita dei pazienti cronici

La rete può aiutare il miglioramento di vita dei pazienti cronici

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
490
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. WIN - WIRELESS INTEGRATED NETWORK Healthcare network 2.0: La rete può aiutare il miglioramento di vita dei pazienti cronici Firenze, 24 Gennaio 20111
  • 2. UN AIUTO DAL WEB 2.02
  • 3. THE FULL PICTURE OF P-HEALT Secondo L. Gatzoulis, EU project officer per la challenge 5, i futuri sistemi di pHealth dovranno tener conto non solo dei parametri attuali di monitoraggio, ma anche dei parametri relativi all’ambiente in cui la persona vive (inquinamento, umidità, etc.) e delle informazioni genetiche del singolo soggetto sotto monitoraggio. Tutti questi dati serviranno da input per sistemi di ICT for Health avanzati.3
  • 4. LE VALUTAZIONI SOGGETTIVE Oggi mi sento il respiro affannato Ho le caviglie gonfie … avrò camminato troppo4
  • 5. LE VALUTAZIONI OGGETTIVE5
  • 6. E LA PRIVACY6
  • 7. OBIETTIVO DI W.I.N. Modello di erogazione del servizio A B C D Struttura Paziente che Cliente medica indossa il B2B dispositivo + Rilevazione Elaborazione Ricezione dati parametri dati e invio monitoraggio e alert Abilitare il corretto reperimento dei parametri vitali, portandoli dal Paziente ai sistemi ICT di supporto alle decisioni del medico7
  • 8. SISTEMA MODULARE RICONFIGURABILE Cosa abbiamo di nuovo per supportare al meglio la necessità dei pazienti cronici di essere monitorati a casa e in ospedale?  Differenti “digital bricks” assemblati tra loro per rispondere alle specifiche esigenze degli utilizzatori  Un sistema flessibile e modulare in grado di adattarsi ai diversi utilizzi di monitoraggio di parametri fisiologici8
  • 9. PERCHE’ INDOSSABILE? L’obiettivo dei sistemi di monitoraggio dovrà essere quello di migliorare la qualità della vita dei pazienti senza “invaderla”:  User-centered  Non invasivi  Facili da usare  Non identificabili9
  • 10. PERCHE’ MODULARE? L’intelligenza a bordo permette di ridurre i costi dei dispositivi a carico del sistema nazionale, avendo un modulo centrale riutilizzabile e intelligente che può essere riusato per diversi pazienti e per diverse esigenze di monitoraggio, facendo diventare la sensoristica connessa un gadget aggiuntivo a bassissimo costo:  Autoconfigurabile  Plug and play  Sicuro (a livello di dispositivo e di comunicazione del dato)10
  • 11. QUALI PATOLOGIE MONITORIAMO? Il monitoraggio continuo e remoto è in primo luogo necessario per: • pazienti che soffrono di patologie croniche, come disfunzioni delle funzioni cardiocircolatorie, ipertensione o diabete • pazienti che hanno manifestato sintomi o eventi che risultano indicativi di una patologia o di una disfunzione (infarto, attacchi ischemici=>”heart failure”).11
  • 12. QUALI SENSORI SVILUPPARE? Sensori “tradizionali” per rivelare lo stato di salute del paziente: • ECG (24 terminazioni) • Pressione • Temperatura • Movimento • Respiro Sensori innovativi, che possono completare il quadro clinico del paziente, fornendo informazioni che al momento non sono rilevabili con gli strumenti tradizionali: • Bioimpedenza toracica (accumulo dei liquidi, fattore predittivo di scompenso cardiacoinfarto) • Tonometria (misura continua della pressione a livello periferico).12
  • 13. TREND DI MERCATO Aumento costi per ospedalizzazioni non necessarie Aumento malattie croniche Invecchiamento della popolazione HOME HEALTH CARE /E-HEALTH/ M-HEALTH REAL TIME PREVENTION MONITORING WIRELESS SENSOR SOLUTIONS13
  • 14. MERCATO DI RIFERIMENTO → Mercato globale wireless sensors: $6BL nel 2012* → Stime di crescita annua**: 96% nel 2010, 126% nel 2011, 95% nel 2012 , 68% nel 2013, 18% nel 2014, 16% nel 2015 → 2.5ML pazienti affetti da diabete in Italia → 4ML pazienti con problemi respiratori in Italia → 1ML pazienti soffrono di scompenso cardiaco in Italia → Il SSN ha speso $2,686 pc nel 2007 (ca 8,7% of PIL)*** → Possibile riduzione dei costi del 25% - 30% per il SSN se venissero adottati nuovi sistemi di rilevazione wireless MAGGIORI RICHIESTE DI INTERVENTI E MAGGIORI Costi CASI DI OSPEDALIZZAZIONE LONG TERM CRONICH DISEASE AGING POPULATION POSSIBILITA’ DI CONTENERE L’INCREMENTO DEI COSTI (*)Fonte: ABI Research MONITORAGGIO HOME HEALTH CARE (**) Fonte: Parks Associates Research /E-HEALTH/ M-HEALTH CONTINUO DEL PAZIENTE (***)Fonte: OCSE PREVENTION RICOVERATO WIRELESS SENSOR SOLUTIONS14 Tendenze in atto
  • 15. LA W.I.N.  WIN nasce a marzo del 2009 dalla voglia dei soci fondatori di sfruttare la grande tecnologia presente sul territorio pisano restituendo allo stesso valore in termini di occupazione qualificata  WIN diventa spin off della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa a giugno 2009  Attualmente ha la sua sede presso l’incubatore tecnologico Pont-Tech a Pontedera (PI)15
  • 16. QUAL E’ IL MANAGEMENT TEAM? 8 SOCI 4 Ingegneri con PhD 1 Medico 3 Manager con MBA Virginia Pensabene Ferdinando De Negri Antonio Mazzeo (Amministratore Delegato) (Responsabile Medico) (Presidente) Pietro Valdastri Donato Mazzeo (Responsabile Scientifico) (Resp. Strategia e Progetti Innovativi) Monica Vatteroni Emmanuele Angione (Direttore Operativo) Sergio Scapellato I soci sono supportati da 6 Ingegneri di prodotto, 1 responsabile qualità16 e da 3 ricercatori della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa
  • 17. PROGRESSI dicembre 2010: settembre 2010: inizia development sperimentazione in agreement con ambito ospedaliero STMicroeletronics di 40 pazienti gennaio 2011: aprile 2010: parte finanziamento regionale l’internalizzazione di per sviluppo prototipo WIN (914 k€ in cofinanz.) giugno 2010: brevetto intern. settembre 2010: (PCT fase di due diligence per WO2009127954) il Fondo Rotativo della Camera di Commercio di Pisa Gennaio 2010: Inizio Attività aziendali maggio 2010: partnership con Unicredit per lo sviluppo d’azienda marzo 2009: nasce la WIN marzo 2010: progetto TATA in collaborazione con la ASL n5 di Pisa (90k€ in cofinanz.)17 mar 2009 gen 2011
  • 18. QUALI RICONOSCIMENTI? Vincitori Premio Nazionale “Giovani Idee cambiano l’Italia” del POGAS 2007 Vincitori Start Cup Toscana 2008 Vincitori di un Bando di Concorso per lo Sviluppo di un Sistema di Monitoraggio Integrato del Paziente nell’ambito dell’Asse IV Capitale Umano del POR FSE 2007-2013 Ob. 2 Vincitori Finanziamento Bando unico R&S della Regione Toscana, cofinanziato progetto di sviluppo azienda per un totale di € 891.00018
  • 19. E PER IL FUTURO? L’obiettivo di W.I.N. è quello di utilizzare la rete per poter migliorare le condizioni di vita dei pazienti con malattie croniche rendendoli il più possibile indipendenti dalla necessità di visite mediche quotidiane19
  • 20. GRAZIE PER LA VOSTRA ATTENZIONE DONATO MAZZEO W.I.N.- Wireless Integrated Network Viale Rinaldo Piaggio 32, Pontedera Pisa www.winmed.it Donato.mazzeo@winmed.it Cell. +39 333 909427320

×