Villani vontobel 160212

493 views
416 views

Published on

Intervento di Villani (Vontobel) ad evento ToscanaIN in ESE (16-02-2012)

Published in: Economy & Finance
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
493
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Villani vontobel 160212

  1. 1. ToscanaINStrategied’InvestimentoEuropean School of Economics,Firenze 16 Febbraio 2012Matteo VillaniHead of Sales & RM Italy
  2. 2. Slide 2Qual è la nostra visione dello scenario del rischio?
  3. 3. Slide 3 I credit risk premiums dei corporate bonds sono scesi4.50 4.504.00 4.003.50 3.503.00 3.002.50 2.502.00 2.001.50 1.501.00 1.000.50 0.50 0 0-0.50 -0.50 2007 2008 2009 2010 2011 Euro Corporate minus EMU Govi Utility minus EMU Govi Finanical minus EMU Govi Industrial minus EM U Govi Source: Thomson Datastream Source: Barclays, Thomson Datastream
  4. 4. Slide 4 I tassi d‘interesse dei mercati europei periferici sono scesi in modo significativo40 835 730 625 520 415 310 25 J F M A M J J A S O N D J 1Greece J F M A M J J A S O N D JIreland Italy GermanyPortugal Source: Thomson Datastream Spain France Source: Thomson Datastream Source: Thomson Datastream
  5. 5. Slide 5 Risultati del summit Europeo di Dicembre e GennaioDecisioni chiave I paesi devono introdurre un tetto al debito (deficit strutturale<0.5% del GDP) Fiscal compact e ESM Sanzioni quasi-automatiche nel caso di situazione non in linea con i criteridi deficit (puo’ essere evitata solo con la maggioranza dell’85%)Valutazioni Se implementata velocemente è un passo avanti verso la stabilita dell’Unione Il circolo vizioso tra misure fiscali restrittive ed economia sarebbe indebolito Le riforme strutturali per stimolare la crescita rimangono necessarie La BCE darà supporto di copertura se necessario la fiducia ritorna I tassi di interesse scendono
  6. 6. Slide 6 Il programma LTRO della BCE sta migliorando la situazione nel mercato interbancario 3M Libor EUR minus 3M swap EUR2.5 21.5 10.5 0 Jan Apr Jul Okt Jan Apr Jul Okt Jan Apr Jul Okt Jan Apr Jul Okt Jan Apr Jul Okt Jan 07 07 07 07 08 08 08 08 09 09 09 09 10 10 10 10 11 11 11 11 12 Source: Bloomberg
  7. 7. Slide 7Volatilità dei mercati azionari è diminuitaUSA (VIX) 45 40 35 30 25 20 15 10 J F M A M J J A S O N D J F M A M J J A S O N D J CBOE SPX VOLATILITY VIX (NEW) - PRICE INDEX Source: Thomson Datastream
  8. 8. Slide 8 Scenari dell‘Euro Interest rate Interest rate Interest rate Probabilità Germany periphery Switzerland Currencies „Colpo Magistrale" Credibili passi avanti verso l’unione fiscale: EUR rises vs. CHF Efficaci regole sul budget & tetto del debito 10% and USD (pareggio bilancio), ed eurobonds Problemi: al momento la Germania è ancora contraria „Cavarsela" (scenario transitorio) 4a (70%) EUR follows volatile ECB/EFSF acquista bond Spagnoli e Italiani e sideways trend tiene sotto controllo l’aumento rendimenti. EFSF against the USD. 40% verra‘ aumentato a EUR 1 trillion per supportare Floor of CHF 1.20 Spagna e Italia. holds 3 2 1 "Escalation" (scenario transitorio) EUR loses ground Ristrutturazione soft del debito: Euro rimane con against USD. tutti i membri. Tassi d’interesse in Italia & E Floor of CHF 1.20 45%4b (30%) troppo alti. Prestiti obbligatori, confisca asset holds f.di pensione, valuta parallela come misura d’emergenza. "Euro collapse" EUR initially falls Default di Grecia e Portogallo, reintroduzione di sharply"N euro" rises drachma ed escudo. Resto rimane nell’Euro ("new sharply Floor of CHF 5% euro"). Contagio di E e ITL bonds porta a Lehman 1.20 holding II e possibile scenario perfino peggiore
  9. 9. Slide 9Qual è la nostra visione dello scenario del rischio? L‘avversione al rischio e‘ leggermente diminuita nei mercati finanziari: - Restringimento dei corporate spreads; - Il programma LTRO della BCE (=finanziamenti a tassi favorevoli alle banche per 3 anni) hanno posto le banche europee in una posizione più sicura; - Gli spreads sul mercato monetario europeo e i CDS sulle banche sono scesi; - I rendimenti dei titoli governativi italiani sono scesi in modo significativo; - La FED manterrà fermi i tassi allo 0% fino alla fine del 2014; - Il summit dell‘Unione Europea in Dicembre ha posto le basi verso un‘ unione più stabile, ma le decisioni necessitano di essere implementate nel 2012
  10. 10. Slide 10Outlook economico per il 2012
  11. 11. Slide 11Outlook Economico Internazionale Crescita del Pil vs anno precedente in % 7 6.2 6.1 6 Emerging markets 5.6 2.3 2.1 USA 2 1.8 1.8 Switzerland: Eurozone 1.5 1.6 1 0.7 0.0 2011 2012 2013Source: Vontobel Asset Management
  12. 12. Slide 12USA: mercato del lavoro in netto miglioramento 700 600 650 400 600 200 550 0 500 -200 450 -400 400 -600 350 300 -800 250 -1000 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 Initial jobless claims Non-farm payrolls (r.h. scale) Source: Thomson Datastream Source: Thomson Datastream
  13. 13. Slide 13USA: Forte domanda per beni durevoli Gli ultimi tre mesi hanno riscontrato un accelerazione negli ordini di beni durevoli (di consumo e capitale) Questo porta ad un aumento della produzione industriale nel prossimo mese Source: Thomson Datastream
  14. 14. Slide 14Il sentiment delle imprese e‘ migliorato di nuovo:Indice IFOIndex 120 120 115 115 110 110 105 105 100 100 95 95 90 90 85 85 80 80 2009 2010 2011 ifo overall index Source: Thomson Datastream Source: Thomson Datastream
  15. 15. Slide 15 Cina: ci aspettiamo solo un moderato rallentamento della crescita rispetto al 2011L‘Indice manufatturiero cinese trova un minimo: PMI (nuovi ordini) e mercato azionario 65 200 60 150 55 100 50 50 45 0 40 -50 35 -100 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 CH HSBC/MARKIT PMI: MANUFACTURING - NEW ORDERS SADJ Hang Seng China(R. H.SCALE) Source: Thomson Datastream Source: Thomson Datastream
  16. 16. Slide 16Outlook economico per il 2012 USA: le previsioni di crescita economica per il 2012 e 2013 sono state leggermente migliorate; - Il mercato del lavoro e immobiliare stanno recuperando - I nuovi ordini manifestano un trend di crescita Eurozona: - Due trimestri invernali con contrazione del PIL - Il primo trimestre 2012 sembra meno peggio del Q4 2011 - Ci aspettiamo un miglioramento della crisi che porterà a un recupero della crescita economica nella seconda metà del 2012. Mercati Emergenti: Rallentamento della crescita moderato se confrontato col 2011. L‘indice ISM cinese e‘ sceso moderatamente e mostra una certa stabilità.
  17. 17. Slide 17Cosa ci aspettiamo sui mercati azionari
  18. 18. Slide 18 La revisione degli utili sta migliorando Nazioni industrializzate Mercati emergenti20% 20% 15%10% 10% 0% 5% 0%-10% -5%-20% -10%-30% -15% -20%-40% -25%-50% -30% 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 Switzerland United States Europe Japan Emerging Asia Emerging Europe Emerging Latin America Source: IBES Global Aggregates
  19. 19. Slide 19 Eurozona P/E ragionevole confrontato con la media storica28 Miglioramenti nella26 situazione economica in24 corso d‘anno (eurozona &22 emerging markets) e20 ritorno a più alti utili18 aziendali16 Alleggerimento della crisi14 dell‘Euro durante l‘anno12 incoraggerà gli investitori10 a desiderare asset più rischiosi86 92 93 94 95 96 97 98 99 00 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 Valutazioni favorevoli seMSCI EMU confrontate storicamenteAverage since 1988 Source: Thomson Datastream Source: Thomson Datastream
  20. 20. Slide 20Il sentiment degli investitori è miglioratoInvestor psychology: Crowd Sentiment Index (Ned Davis Research)
  21. 21. Slide 21Cosa ci aspettiamo sui mercati azionari Grazie al miglioramento a livello di revisione degli utili il nostro modello multifattoriale ci porta ad avere una posizione neutrale sulle azioni da sottopeso che avevamo precedentemente Le previsioni per l‘economia US sono state riviste al rialzo al 2.1% La crisi dell‘Euro per ora persiste, ma pensiamo che migliorerà nella seconda metà del 2012. Il ruolo della BCE e‘ stato fondamentale nel cambiare il sentiment del mercato: il programma LTRO riduce il rischio sistemico per le banche europee. La seconda tranche arriverà a fine febbraio 2012 Rischio principale: contagio di Spagna e Italia nel caso di default della Grecia
  22. 22. Slide 22Cosa ci aspettiamo dai mercati obbligazionari
  23. 23. Slide 23Key rates: BCE dovrebbe trarre vantaggio dallasituazione per ribassare i tassi Source: Thomson Datastream
  24. 24. Slide 24 I tassi nei Paesi ‘Core’ ai minimi5.00 5.004.50 4.504.00 4.003.50 3.503.00 3.002.50 2.502.00 2.001.50 1.501.00 1.000.50 0.50 2008 2009 2010 2011 USA Euro zone Switzerland Source: Thomson Datastream
  25. 25. Slide 25Cosa ci aspettiamo dai mercati obbligazionari La riduzione dei rendimenti dei titoli governativi italiani si e‘ estesa anche alla scadenza decennale Il miglioramento della crisi dell‘Euro, che ci aspettiamo possa avvenire nel corso del 2012, porterà ad una ulteriore riduzione dei rendimenti di Italia e Spagna. La crescita negli Stati Uniti rimarrà robusta, mentre l‘economia europea uscira‘ dalla fase di debolezza nel secondo trimestre 2012. Inoltre, il miglioramento della crisi dell‘Euro porterà a flussi in uscita dai mercati obbligazionari che erano stati considerati più sicuri L‘inflazione si ridurrà nel 2012 Le obbligazioni dei paesi emergenti sono interessanti per i seguenti motivi: - Riduzione dell‘inflazione e tagli dei tassi ufficiali - Dati macroenomici positivi - Ritorno dell‘appetito per il rischio
  26. 26. Slide 26Qual‘è la nostra visione sul mercato delle commodity per iprossimi 12 mesi?
  27. 27. Slide 27 Andamento di alcune materie prime Oil (WTI) Mais115 800110 750105100 700 95 650 90 85 600 80 75 550 F M A M J J A S O N D J F M A M J J A S O N D J Crude Oil-WTI Spot Cushing U$/BBL Corn No.2 Yellow Cents/Bushel Source: Thomson Datastream Source: Thomson Datastream Source: Thomson Datastream
  28. 28. Slide 28 Andamento di alcune materie prime Industrial metals: Copper Precious metals: Gold000S10.50 2000 2000 10 1900 1900 9.50 1800 1800 9 1700 1700 8.50 1600 1600 8 1500 1500 7.50 7 1400 1400 6.50 1300 1300 F M A M J J A S O N D J F M A M J J A S O N D J LME-Copper, Grade A Cash U$/MT Gold Bullion LBM U$/Troy Ounce Source: Thomson Datastream Source: Thomson Datastream Source: Thomson Datastream
  29. 29. Slide 29La ripresa economica il Cina porterà ad un più elevatoprezzo del rame Source: Thomson Datastream
  30. 30. Slide 30Importanza Strategica dello Stretto di Hormuz Source: BP Statistical Review of World Energy 2011
  31. 31. Slide 31Qual‘è la nostra visione sul mercato delle commodity per iprossimi 12 mesi? Crude oil: Il prezzo del greggio sarà leggermente superiore nei prossimi 12 mesi. La crescita del prezzo è rallentata da abbondante livello delle scorte. IL rischio di un repentino rialzo del greggio potrebbe essere dovuto alle tensioni con L‘Iran Industrial metals: La Cina è di gran lunga il più importante consumatore di rame. La ripresa dell‘economia Cinese farà alzare i prezzi del rame. Oro: Il dollaro debole e il basso costo opportunità di detenere oro sono a favore di una crescita nel prezzo dell’oro. Il miglioramento della crisi dell‘Euro può invece comportare una correzione dei prezzi. Pertanto ci aspettiamo solo una crescita sottotono dei prezzi Alimentari : Influenzati da differenti fattori (meteo e stagionali) rispetto alle altre materie prime. Pertanto ottimi per diversificare.
  32. 32. Slide 32Qual‘è la nostra visione sulle Valute? CHF/EUR: leggermente debole a 3 e 12 mesi - La SNB ha dimostrato credibilità nel mantenimento del target di cambio (CHF 1.20 per EUR). - I progressi sulla crisi Euro potrebbero portare ad un deflusso dalla valuta rifugio - Il CHF tende ad essere anticiclico: debole durante le fasi rialziste del ciclo. - L‘attuale livello di cambio è giustamente valutato USD/EUR: USD debole nei prossimi 12 mesi: - La BCE sarà più espansiva della Fed a breve (fino a EUR 1000 billion per la seconda tranche del LTRO in febbraio, successivamente possibili acquisti SMP). - Ci Aspettiamo ulteriori tagli della BCE, mentre FED manterrà tassi invariati fino al 2014. - L‘anticiclicità del dollaro porta ad un dollaro debole almeno per i prossimi 12 mesi. Vediamo i paesi emergenti in rafforzamento su 3 e 12 mesi - Ci Aspettiamo che EMEA-/LATAM-FX sovra-performino le valute Asiatiche nel 2012 - EMEA: vediamo del potenziale per TRY, PLN, ZAR and ILS. Un prestito del FMI per l‘Ungheria potrà probabilmente permettere un recupero del fiorino ungherese - LATAM: Vediamo del potenziale specialmente per MXN and BRL.
  33. 33. Slide 33 Previsione dei tassi di cambio per le principali divise Monetary Global cycle Jan 24 in 3 mt. in 12 mt.Exchange rates against EUR Valuation policy 2012 Vontobel Vontobel CHF/EUR 1.21 1.22 1.25 USD/EUR 1.30 1.32 1.37 GBP/EUR 0.83 0.84 0.84 Global cycle Jan 24 in 3 mt. in 12 mt.Exchange rates against USD Valuation Monetary 2012 Vontobel Vontobel policy JPY/USD 78.0 77.0 76.0 CHF/AUD 1.05 1.03 1.06Definition of "valuation" Definition of "global cycle" Definition of "monetary policy" "Neutral" over/undervaluation is less than Arrows give an indication of the Arrows give an indication of the relative standard deviation trend of the exchange rate pair monetary policy stance of the central during the current economic cycle. banks of the two currencies (e.g. relative "Significant" over/undervaluation between interest rate outlook) 1-2 times standard deviation "Extreme" over/undervaluation more than twice standard deviation
  34. 34. Autor, Version Tag Monat Jahr Seite 34 SlideConclusioni La crisi Europa necessita di misure concertate a livello Europeo: le decisioni prese a dicembre e gennaio rappresentano un passo importante verso una unione fiscale europea La situazione più stabile ci fa abbassare l’esposizione ai titoli governativi dei paesi eurocentrici a favore dei corporate e degli emerging market. L’andamento degli ordini degli acquisti ed un inizio trimestre meno peggio del previsto ci hanno fatto aumentare la componente azionaria. In generale con lo stabilizzarsi della situazione economica globale le asset class a rischio avranno beneficio migliore.

×