Le nuove frontiere della comunicazione:              dalla carta stampata ai social network                   III ASSEMBLE...
Cosa cattura il lettore                            Novità                 Effetto                                      Tem...
La regola delle 5 W                                                           in che   •   Ermagora di Temno     quanto   ...
Quale equilibrio?                           5W           notiziabilitàModena, 20 novembre 2010              4
Nell’interesse di chi legge Fred Friendly, 1915-1998 Professore di giornalismo alla Columbia University, produttore di See...
Fare clic per modificare lo stile                                                  del titoloModena, 20 novembre 2010     ...
Come ci formiamo un’opinione?                                              Processo induttivo                             ...
Il pericolo della semplificazione             Evoca il bene-      Concetto non                   male, il      necessariam...
L’errore del galloModena, 20 novembre 2010               9
Nella valutazione delle personeModena, 20 novembre 2010                           10
troppe cose                                           Quanti problemi                   ho poco     insieme               ...
Come è cominciato il terzo                                                        millennio  Il giornalista non è     più ...
Come è cominciato il terzo                                                        millennio                           • Ca...
Cominciamo dal prodotto                                                  giornalistico…    Dichiarare un          • Inform...
… per finire al lettore                            Sviluppare pensiero critico e                                indipenden...
Modena, 20 novembre 2010   16
Stampa e democrazia
Gavin Newsom                           sindaco di San FranciscoLa città senzaquotidiani?I cittadini al disotto deitrent’an...
Dan Rather                                 ex anchorman della CBS                           Il problema non è il salvatagg...
Mike Simonton, analista Fitch                              Nel 2010 in quasi tutte le                              metropo...
Barack Obama                           La funzione di informare l’opinione                           pubblica non può esse...
Virginia campus
Massacro alla Virginia Tech University   Il 16 aprile 2007, cronaca di una strage in un campus Usa, uno   di quei giorni d...
Massacro alla Virginia Tech University                                                          la CNN   La Cnn manda in o...
Massacro alla Virginia Tech University                                                 la stampa locale   Si affida ai rep...
Stampa e mercato
Giornalisti in crisi   I giornali online diventano più completi e sofisticati, con mix di   testi, filmati e testimonianze...
L’Economist                           Uno dei pochi giornali in forte                           crescita                  ...
Indifferenza per la chiusura?                           Secondo un sondaggio del Pew                           Center for ...
Le entrate pubblicitarie dei                                    giornali negli USA e in Italia   Nel 2002 avevano raggiunt...
Il mercato della pubblicità                                                globale per l’editoria   A livello globale, sec...
Gli studi dell’Università di Chicago   Dagli anni settanta fino alla metà degli ottanta, la stampa in   quanto a credibili...
Giovani e informazione   Catturare l’attenzione della Internet generation è sempre più   difficile   Il sovraccarico multi...
Blog e altro
Il blog negli States   Negli Stati Uniti i blog sono considerati dai media tradizionali   una fonte, autorevole in alcuni ...
Blog e agenzie di notizie   Grandi agenzie come l’Associated Press hanno da tempo stretto   alleanze con i blog o i siti d...
Plastic Logic 2, o chi per lui   Traduzione in realtà del Daily Prophet, il giornale vivo di Harry   Potter   Immagini e t...
Alcune riflessioni   Ma fino a che punto ci si può affidare a dei volontari per una   funzione-chiave dei sistemi democrat...
Per approfondire
Per saperne di piùLibri  L’ultima notizia – M.Gaggi, A.Bardazzi – Rizzoli  Mentire con le statistiche - D. Huff - Monti & ...
Per informazioni e per discutere   arduino.mancini@tibicon.net   www.tibicon.net   @arduinom   http://it.linkedin.com/in/a...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Rotaract convegno 20 novembre finale 10

1,158
-1

Published on

Presentazione tenuta da Arduino Mancini il 20 novembre 2010 a Modena al convegno Rotaract "Le frontiere dell'informazione". Puoi vedere anche il video nella playlist di youtube: http://bit.ly/M355S8

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,158
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Rotaract convegno 20 novembre finale 10

  1. 1. Le nuove frontiere della comunicazione: dalla carta stampata ai social network III ASSEMBLEA DISTRETTUALE Modena, 20 novembre 2010Modena, 20 novembre 2010 1
  2. 2. Cosa cattura il lettore Novità Effetto Tempistica futuro Effetto Localizza immediato zione Persone Conflitto coinvolte Tipo di personeModena, 20 novembre 2010 2
  3. 3. La regola delle 5 W in che • Ermagora di Temno quanto chi modo • Cicerone • Quintiliano • Vittorino • Boezio • … perché cosa Meglio di tutti Tommaso d’Aquino, che completa il modello “americano” dove quando con quali mezziModena, 20 novembre 2010 3
  4. 4. Quale equilibrio? 5W notiziabilitàModena, 20 novembre 2010 4
  5. 5. Nell’interesse di chi legge Fred Friendly, 1915-1998 Professore di giornalismo alla Columbia University, produttore di See It Now, programma diretto dal giornalista E. R. Murrow in onda durante il maccartismoModena, 20 novembre 2010 5
  6. 6. Fare clic per modificare lo stile del titoloModena, 20 novembre 2010 6
  7. 7. Come ci formiamo un’opinione? Processo induttivo Raccolta di informazioni derivanti da casi particolari per derivarne leggi generali Processo deduttivo Parte da ipotesi e principi generali per derivarne conseguenze e previsioni di eventi scientificiModena, 20 novembre 2010 7
  8. 8. Il pericolo della semplificazione Evoca il bene- Concetto non male, il necessariamente riconoscimento ha connotati di valore senza positivi o appello negativi in séModena, 20 novembre 2010 8
  9. 9. L’errore del galloModena, 20 novembre 2010 9
  10. 10. Nella valutazione delle personeModena, 20 novembre 2010 10
  11. 11. troppe cose Quanti problemi ho poco insieme tempo distinguere tra affidabile e non farsi un’idea in fretta mi tirano per la giacca meno cambio meglio è!Modena, 20 novembre 2010 11
  12. 12. Come è cominciato il terzo millennio Il giornalista non è più detentore •Blog e il giornalismo diffuso sono l’agorà dove si discute la notizia e dove ciascuno dice la sua, senza esclusivo dell’origine dover esibire la tessera di giornalista della notizia •I blog intrecciano notizie e opinioni, diventando fonte la catena •Le agenzie raggiungono il lettore direttamente dell’informazione è in •Un fatto, appena in rete, diventa immediatamente universale e perde la riconoscibilità dell’origine evoluzione •Il copyright diventa un optionalModena, 20 novembre 2010 12
  13. 13. Come è cominciato il terzo millennio • Calo tirature, introiti pubblicitari cartacei non compensati dal web I giornali versano in • Minore disponibilità a pagare contenuti una crisi profonda • Aggregatori di blog e notizie lucrano senza pagare • Rischio di perdita di autonomia • La notizia, vera o falsa che sia, si propaga molto velocemente I social network • Difficile riconoscere la fonte e riconoscere la fanno da cassa di qualità risonanza • Esasperato il fenomeno della formazione delle “masse” virtualiModena, 20 novembre 2010 13
  14. 14. Cominciamo dal prodotto giornalistico… Dichiarare un • Informazione pensata per aiutare il pubblico a farsi un’idea propria codice deontologico • Altrimenti dichiarare quale informazione si di testata intende fareAbbandono dell’idea • Assecondare la voglia di partecipare • Impiegare il contributo di blogger e social del “monopolio” network per completare un’informazione che della notizia sia tempestiva e nata dalla realtà delle cose Sostenere il • Anche attraverso finanziamenti pubblici prodotto • A condizione di seguire un codice deontologico giornalistico specifico professionaleModena, 20 novembre 2010 14
  15. 15. … per finire al lettore Sviluppare pensiero critico e indipendenza di pensiero Il pensiero critico Indipendenza di pensiero• aiuta a valutare il • accrescere conoscenza significato autentico e competenza delle argomentazioni e • il gruppo come stabilire se sono valorizzazione delle credibili diversità, non come• mette in dubbio appiattimento l’autorità, che deve • rifiuto della convincere circa le manipolazione, propria proprie affermazioni e altruiModena, 20 novembre 2010 15
  16. 16. Modena, 20 novembre 2010 16
  17. 17. Stampa e democrazia
  18. 18. Gavin Newsom sindaco di San FranciscoLa città senzaquotidiani?I cittadini al disotto deitrent’anni non seneaccorgerebberonemmenoModena, 20 novembre 2010 18
  19. 19. Dan Rather ex anchorman della CBS Il problema non è il salvataggio del posto di lavoro dei giornalisti ma la necessita di evitare che, non dovendo più fronteggiare un puntiglioso sistema di controlli incrociati da parte dei media, il potere debordi, minando il fragile equilibrio dei nostri sistemi democraticiModena, 20 novembre 2010 19
  20. 20. Mike Simonton, analista Fitch Nel 2010 in quasi tutte le metropoli americane che oggi hanno due giornali ne sopravvivrà uno solo In altre città si comincerà ad assistere alla scomparsa anche dell’unico rimastoModena, 20 novembre 2010 20
  21. 21. Barack Obama La funzione di informare l’opinione pubblica non può essere lasciata integralmente alla biogosfera Serve un puntiglioso controllo dei fatti e la capacita professionale di inserirli nel giusto contesto, altrimenti tutto quello che rimarrà saranno persone che gridano una contro l’altra nel vuoto, senza un vero sforzo di mutua comprensioneModena, 20 novembre 2010 21
  22. 22. Virginia campus
  23. 23. Massacro alla Virginia Tech University Il 16 aprile 2007, cronaca di una strage in un campus Usa, uno di quei giorni di straordinaria follia in cui violenza e paranoia prevalgono sull’umanità L’America è sotto shock Resterà nella storia dell’informazione Le prime immagini di quanto avviene nell’ateneo sotto assedio sono affisse sul web da un videofonino Wikipedia tiene botta con le agenzie di stampa internazionali nell’aggiornare l’informazione sulla vicenda Si affermano i new media, cavalcati dalla CNNModena, 20 novembre 2010 23
  24. 24. Massacro alla Virginia Tech University la CNN La Cnn manda in onda per prima fra le tv ‘all news’ Usa le immagini della sparatoria raccolte via web 41 secondi che finiscono nella sezione I-Report dell’emittente di Atlanta, aperta ai contributi in immagini dei ‘citizen journalists’ A inviarlo alla Cnn è uno studente, Jamal Albarghouti, che vede e filma agenti sparare davanti a una palazzina neogotica e farvi irruzioneModena, 20 novembre 2010 24
  25. 25. Massacro alla Virginia Tech University la stampa locale Si affida ai reporter diffusi per raccontare la storia Il Roanoke Times, il giornale che ha la sede più vicina all’ateneo, invia sul posto una squadra di cronisti, video-cronisti e fotografi, ma trasforma il racconto sull’edizione online in un vero e proprio blog aperto ai racconti, alle testimonianze, agli interventi degli studenti Un esempio, il primo forse su scala così vasta e con un impatto emotivo forte e globale, di come i media tradizionali possono utilizzare i new media e vedere in essi non dei concorrenti, ma degli alleati per sopravvivere alla crisi dell’informazioneModena, 20 novembre 2010 25
  26. 26. Stampa e mercato
  27. 27. Giornalisti in crisi I giornali online diventano più completi e sofisticati, con mix di testi, filmati e testimonianze audio, con il moltiplicarsi dei blog, reti sociali e altre forme di comunicazione digitale La sfida obbliga i giornalisti a ripensare il loro approccio alla professione perché la tecnologia ha cambiato il rapporto coi lettori e la loro psicologia In molti non accettano più di essere terminali passivi vogliono un rapporto interattivo con il giornalista, spesso un rapporto paritarioModena, 20 novembre 2010 27
  28. 28. L’Economist Uno dei pochi giornali in forte crescita È letto dalle classi dirigenti di mezzo mondo L’interesse è attingere alla sua autorevolezza, più che a instaurare un dialogo con i giornalisti I giornalisti non firmano gli articoliModena, 20 novembre 2010 28
  29. 29. Indifferenza per la chiusura? Secondo un sondaggio del Pew Center for the People and the Press, il 43 per cento degli americani ritiene che la vita civile della sua comunità sarebbe seriamente colpita dalla chiusura di uno dei quotidiani locali Ma laddove queste chiusure sono già avvenute, solo il 30% degli intervistati afferma di averne soffertoModena, 20 novembre 2010 29
  30. 30. Le entrate pubblicitarie dei giornali negli USA e in Italia Nel 2002 avevano raggiunto i 47 rniliardi di dollari Nel 2009 non hanno superato quota 36 Ulteriore calo previsto per il 2010, limitato al 6-7 per cento per i quotidiani, più alto per i periodici Tra il 2008 e il 2009 sono andate perdute le vendite di circa 400.000, 6-7% del totaleModena, 20 novembre 2010 30
  31. 31. Il mercato della pubblicità globale per l’editoria A livello globale, secondo un rapporto di dicembre 2009 di WAN-IFRA, l’organizzazione che riunisce i giornali di tutto il mondo, non c’e indicazione che nel futuro prossimo i ricavi della pubblicità online possano compensare l’emorragia della versione cartacea Alcuni numeri 182 miliardi di dollari per la versione cartacea 6 miliardi di dollari le entrate per le versioni digitali Secondo le stime di PriceWaterhouseCoopers, si può arrivare a circa 8,4 miliardi di dollari entro il 2013: non di piùModena, 20 novembre 2010 31
  32. 32. Gli studi dell’Università di Chicago Dagli anni settanta fino alla metà degli ottanta, la stampa in quanto a credibilità era alla pari con i militari, il Congresso, le fedi religiose Negli anni novanta ha cominciato a perdere posizioni. Nel 1990 il 74% degli americani era ancora pronto a dire di avere fiducia nella libertà di stampa e nei contenuti dei media 10 anni dopo la percentuale era già slittata al 38% Da allora ha continuato a scendere, bocciando indistintamente organi di stampa progressisti e conservatoriModena, 20 novembre 2010 32
  33. 33. Giovani e informazione Catturare l’attenzione della Internet generation è sempre più difficile Il sovraccarico multisensoriale a cui e sottoposto il lettore digitale lo spinge a selezionare con rapidità gli stimoli in arrivo Alle proposte generaliste (quotidiano tradizionale o tg della sera), preferisce quelle mirate ai suoi interessi Alla moltiplicazione dei messaggi e delle fonti si somma una crescente diversificazione degli strumenti di lettura o di assorbimento dei contenutiModena, 20 novembre 2010 33
  34. 34. Blog e altro
  35. 35. Il blog negli States Negli Stati Uniti i blog sono considerati dai media tradizionali una fonte, autorevole in alcuni casi, seppure da vagliare con prudenza I blog sono visti come portatori d’intuizioni sull’impatto e la portata di una notizia, su riferimenti e coinvolgimenti, giocando sovente d’anticipo sugli stessi giornalistiModena, 20 novembre 2010 35
  36. 36. Blog e agenzie di notizie Grandi agenzie come l’Associated Press hanno da tempo stretto alleanze con i blog o i siti di giornalismo partecipativo più affidabili In Italia questo è avvenuto soprattutto per i quotidiani Repubblica.it è stato affiancato da blog gestiti dai suoi redattori ilSole24Ore.com ha dato vita all’iniziativa Nova 100, per ospitare un centinaio di blog gestiti da italiani di spicco in vari settoriModena, 20 novembre 2010 36
  37. 37. Plastic Logic 2, o chi per lui Traduzione in realtà del Daily Prophet, il giornale vivo di Harry Potter Immagini e testi cambiano mentre lo leggi Un prodotto personalizzato che cambia completamente il nostro modo di fruire l’informazioneModena, 20 novembre 2010 37
  38. 38. Alcune riflessioni Ma fino a che punto ci si può affidare a dei volontari per una funzione-chiave dei sistemi democratici Chi garantisce che il cittadino-elettore riesca a distinguere tra il blog indipendente e quello che accetta la sponsorizzazione di un’azienda o di un gruppo politico? Condivisione e lavoro volontario mandano segnali di stanchezza il numero dei collaboratori di Wikipedia comincia ad assottigliarsi IBM e altri giganti sono entrati pesantemente nell’open source Interroghiamoci sulla tenuta di lungo periodo delle nuove dinamiche sociali e professionaliModena, 20 novembre 2010 38
  39. 39. Per approfondire
  40. 40. Per saperne di piùLibri L’ultima notizia – M.Gaggi, A.Bardazzi – Rizzoli Mentire con le statistiche - D. Huff - Monti & Ambrosini Libri sul pensiero critico http://www.tibicon.net/libri-e-film-scelti-per-voi/pensiero-criticoFilm Insider, dietro la verità Tutti gli uomini del presidente State of play Good night, and good luck
  41. 41. Per informazioni e per discutere arduino.mancini@tibicon.net www.tibicon.net @arduinom http://it.linkedin.com/in/arduinomancini https://www.facebook.com/arduino.mancini https://www.facebook.com/tibiconModena, 20 novembre 2010 41
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×