Your SlideShare is downloading. ×
India - il mercato ortofrutticolo - Rapporto Monografico Oltrefrutta - Maggio 2012
India - il mercato ortofrutticolo - Rapporto Monografico Oltrefrutta - Maggio 2012
India - il mercato ortofrutticolo - Rapporto Monografico Oltrefrutta - Maggio 2012
India - il mercato ortofrutticolo - Rapporto Monografico Oltrefrutta - Maggio 2012
India - il mercato ortofrutticolo - Rapporto Monografico Oltrefrutta - Maggio 2012
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

India - il mercato ortofrutticolo - Rapporto Monografico Oltrefrutta - Maggio 2012

335

Published on

L’India economica e sociale rappresenta un sub-continente per la sua dimensione e complessità. Le prospettive di crescita e una cultura che ha alcuni punti di contatto con quella europea rendono …

L’India economica e sociale rappresenta un sub-continente per la sua dimensione e complessità. Le prospettive di crescita e una cultura che ha alcuni punti di contatto con quella europea rendono questo paese un importante mercato obiettivo anche per l’ortofrutta italiana.

La classe media e ricca in aumento, l’interesse per i prodotti nuovi e di qualità e le dimensioni del mercato sono il terreno fertile per casi di successo come quello delle mele statunitensi, per cui l’India è diventata in pochi anni il terzo mercato di esportazione. L’Italia ha buone prospettive per i ridotti tempi di transito via mare e per la reputazione già guadagnata su alcuni prodotti come il kiwi.

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
335
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. INDIA Rapporto Monografico Oltremare n° 2 - 05/12L’India economica e sociale rappresenta un sub-continente per la sua dimensione e complessità. Le prospettivedi crescita e una cultura che ha alcuni punti di contatto con quella europea rendono questo paese un importantemercato obiettivo anche per l’ortofrutta italiana.La classe media e ricca in aumento, l’interesse per i prodotti nuovi e di qualità e le dimensioni del mercato sono ilterreno fertile per casi di successo come quello delle mele statunitensi, per cui l’India è diventata in pochi anni ilterzo mercato di esportazione. L’Italia ha buone prospettive per i ridotti tempi di transito via mare e per lareputazione già guadagnata su alcuni prodotti come il kiwi.L’India in L’India è una repubblica di tipo federale che conta 27 stati e 7 unioni territoriali. Con unabreve popolazione di 1,2 miliardi di persone è il secondo paese più popolato al mondo. E’ il 4° paese al mondo per dimensione del PIL, cresciuto nel 2011 del 7,8%. Il PIL pro- capite è di US$ 3.700, tra i più bassi al mondo. L’agricoltura costituisce il 18% dell’economia nazionale, l’industria il 26% e i servizi il 66%. La moneta in circolazione è la Rupia (INR) pari a € 0,0148. L’India è un paese dell’Asia meridionale, tra Pakistan e Cina, che si affaccia sul Mar Arabico e sul Golfo di Bengala.India: La popolazione indiana è tra le più giovani al mondo, con un età media di 26 anni. Ildemografia e 30% degli indiani ha meno di 14 anni. Lasocietà forza lavoro è di circa 487 milioni di persone. Le città principali sono New Delhi, Mumbai, Kolkata e Chennai. Il 30% della popolazione vive in città, ma la maggioranza vive in villaggi e zone di campagna. Nonostante sia un paese povero, è il 2°al mondo per diffusione di cellulari e linee telefoniche ed il 6° per il numero di utenti Mercato all’ingrosso di Washi, Mumbai online. INDIA – RMO n° 2 - 05/12 pag. 1/5 – http://oltrefrutta.it
  • 2. India: I 6 La crescita economica e degli stili di vita ha portato anche ad una nuovanuovi trend consapevolezza dei consumatori indiani.del consumo 1. Nasce il bisogno di prodotti nuovi, anche d’importazione, che soddisfino le nuove classi benestanti (200 milioni di persone dotate di una discreta propensione all’acquisto). 2. I consumatori indiani sono molto attenti al prezzo, Il centro commerciale 3. però cercano prodotti di alta qualità. Palladium a Mumbai 4. Gli indiani sono molto affascinati dalla varietà e dalla possibilità di ampia scelta. 5. Si sta diffondendo il gusto per prodotti non convenzionali e biologici, con una forte attenzione all’igiene e alla salute. 6. Una fascia ampia di popolazione è vegetariana secondo i principi dell’Induismo.La L’India è il secondo produttore mondiale di frutta. Le coltivazioni occupano unaproduzione superficie pari a 17 milioni di ettari. Nelortofrutticola 2010-11 il raccolto è stato di 133 milioni di tonnellate di verdura e 75 milioni di frutta.indiana È il primo produttore mondiale di banane e di mango (40% del mango mondiale è coltivato in India) e il 5° produttore di mele. Tra le produzioni più diffuse ci sono anche le arance. Mercato di Crawford, Mumbai Gran parte della produzione di banane e mele è destinata al consumo interno, mentre per l’export sono particolarmente sviluppati mango, arance, patate e cipolle. INDIA – RMO n° 2 - 05/12 pag. 2/5 – http://oltrefrutta.it
  • 3. Il sistema I canali tradizionali costituiscono ancora il 98% del sistema distributivo indiano, tradistributivo in chioschi, mercati all’aperto, kirana shopsIndia (piccoli negozi a conduzione familiare) e venditori ambulanti. Determinano questa scelta la distanza, la relazione personale, il prezzo, la fiducia e la freschezza. La grande distribuzione organizzata costituisce soltanto il 2% dei canali di vendita utilizzati dagli indiani. Tuttavia si stima che il fatturato del settore raddoppierà entro il 2025, a causa dell’evoluzione delle Reparto ortofrutta al abitudini dei consumatori. Nel novembre Foodhall Palladium, Mumbai 2011 il governo indiano ha deciso l’apertura ad aziende straniere della grande distribuzione. I principali formati della grande distribuzione in India: • ipermercati (Family Mart, Giant, Food Bazaar, Walmart) • supermercati (Foodhall) • discount (Trinethra, Subhiksha)L’export di Gli Usa sono il principale partner Export di mele da Usa a India (2007-11) commerciale indiano nell’ortofrutta.ortofrutta Valore Quantità (US$) (tonnellate)USA verso L’export Usa di prodotti agricoli è cresciuto 2007 26.779.087 29.895 del 10% annuo tra il 1990 e il 2010l’India raggiungendo i 755 milioni di dollari. 2008 18.563.586 28.360 2009 40.773.020 42.953 Per quanto riguarda la frutta fresca il 2010 37.785.711 35.224 prodotto principale è la mela, il cui export è 2011 81.384.579 73.276 cresciuto particolarmente negli ultimi anni. Grazie ad un’incisiva azione commerciale e di marketing, le mele USA (in particolare dallo stato di Washington) si sono ritagliate una solida posizione di mercato. Nel 2011 l’India ha rappresentato il mercato di destinazione più importante per l’export statunitense, il 3° in assoluto per le mele, il 9° per le pere e il 10° per le arance. INDIA – RMO n° 2 - 05/12 pag. 3/5 – http://oltrefrutta.it
  • 4. Come L’ingresso di prodotti stranieri in India non è semplice, a causa dell’opera di protezioneesportare in del governo indiano dell’economia locale.India L’autorità indiana di quarantena stabilisce regole precise per le procedure di import. Molti prodotti italiani come kiwi, mele, pere, agrumi, uva, nettarine, pesche e susine possono entrare in India, purché siano sottoposte a fumigazione, cold treatment e accompagnate da un certificato fitosanitario. E’ inoltre necessario adottare un sistema di Mercato all’ingrosso di Washi, Mumbai etichettatura particolare.I 5 prodotti I prodotti ortofrutticoli italiani che hanno le maggiori opportunità di sviluppoitaliani per commerciale in India:l’India 1. Kiwi: lHayward italiano è già leader di mercato. 2. Mele: opportunità sia per la dimensione del mercato che per la propensione al prodotto di importazione. 3. Uva: in particolare la Red Globe è molto apprezzata dal consumatore indiano. 4. Pesche e nettarine: con preferenza per le varietà a colore pieno. 5. Ciliegie: domanda molto forte tutto lanno; a inizio 2012 è arrivato a Mumbai il primo container completo via mare di ciliegie dal Cile. Kiwi italiano a Mumbai INDIA – RMO n° 2 - 05/12 pag. 4/5 – http://oltrefrutta.it
  • 5. Come creare Per facilitare il contatto fra aziende europee e indiane, Asiafruit Magazine organizza ilcontatti Fresh Produce India, l’unico evento checommerciali offre la possibilità di entrare in contatto con operatori indiani altamente selezionati,in India decision makers con cui si può dialogare e aprire nuovi business. Nel 2012 il Fresh Produce India si è svolto a Mumbai dal 25 al 27 marzo, ha visto la partecipazione di 240 delegati provenienti da 19 Stati. Per maggiori informazioni sull’Asiafruit Congress: Sono in via di definizione luogo e date per il website: www.freshproduceindia.com Fresh Produce India 2013. Italian sales executive: ncx drahorad mail: giordano@ncx.com DisclaimerIl contenuto del presente documento è coperto da licenza Creative Commons secondo lo schema Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia. ApprofondimentiPer approfondire, richiedere ulteriori informazioni e condividere opinioni sui temi trattati in questo RMO è attivo ilblog http://oltrefrutta.it INDIA – RMO n° 2 - 05/12 pag. 5/5 – http://oltrefrutta.it

×