SMEF 2009
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

SMEF 2009

on

  • 1,198 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,198
Views on SlideShare
1,198
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    SMEF 2009 SMEF 2009 Document Transcript

    • 0€ SAVE 30 ni per iscrizio entro il 3 aprile Più di 30 autori di prestigio Software Measurement appartenenti alle seguenti organizzazioni: > Blekinge Institute of Technology, School of Engineering, Svezia > Brunel University, UK > Computer Engineering Department of Hacettepe University, Turchia European Forum 2009 > Csi Piemonte, Italia Roma - NH Leonardo da Vinci 6a edizione > Department of Computer 28-29 maggio 2009 Science and Information Technology, Yarmouk University, Giordania > DPO Srl, Italia > École de Technologie Supérieure (ETS) - Université Misurare prodotti e processi software du Québec, Canada > Eindhoven University of per migliorare la governance ICT Technology, Paesi Bassi > Ericsson Telecomunicazioni, > Svilupperai le tue competenze di Software Measurement Italia > Scoprirai modi nuovi di mettere a frutto tali competenze nel tuo lavoro > Galorath, Paesi Bassi > Imparerai a utilizzare le misure del software per gestire meglio i progetti > Informatics Institute of Middle East Technical University, software Turchia > Ti confronterai con esperti del settore provenienti da tutto il mondo > Kugler Maag CIE, Germania > Esplorerai lo stato dell’arte e le frontiere della disciplina > Nexen (Gruppo Engineering), Italia > Comparerai la tua esperienza con quella di altre organizzazioni nel > Rai - Radiotelevisione Italiana, settore del software Italia > Stabilirai contatti e scambi con colleghi e professionisti (professional > Sogeti, Paesi Bassi networking) > Southampton Solent University, UK > Otterrai stimoli e indicazioni sullo sviluppo di metodi, tool e conoscenza > Tampere University of dagli opinion leader di settore Technology (TUT), Finlandia > Tata Consultancy Services Ltd. (TCS), India > Università di Salerno, Italia In omaggio a tutti i partecipanti a iscrizione separata il libro contenente i proceedings dell’evento! WORKSHOP PRE-CONVEGNO Conference Chairperson: Roberto Meli Roma, 27 maggio 2009 Conference Manager: Cristina Ferrarotti Program Chairperson: Ton Dekkers Con il patrocinio di: Informazioni TEL. 02.83847.627 Media partner FAX 02.83847.262 E-MAIL corsi@iir-italy.it WEB www.iir-italy.it/smef2009
    • SMEF2009 6a edizione INTRODUZIONE Perchè partecipare Program Committee SMEF2009 Anche se la “misurazione del software” è una disci- L’Istituto Internazionale di Ricerca, filiale italiana > Pam Morris, > Klaas van den plina giovane, si è rapidamente evoluta e molti pro- dell’Institute for International Research, e DPO TotalMetrics, Berg, University of blemi sono stati risolti in modo adeguato dal punto (Data Processing Organization), società leader Australia Twente, di vista concettuale. I metodi, le norme e gli stru- nella misurazione del software, sono liete di pre- > Alain Abran, École Netherlands menti disponibili sono certamente maturi abbastan- sentare la sesta edizione del Forum Europeo di de Technologie > Harold van za per essere efficacemente utilizzati al fine di gesti- Misurazione del Software, un imperdibile incontro Supérieure/Univer Heeringen, Sogeti re i processi di produzione del software (sviluppo, internazionale sulla misurazione e le metriche del sité du Québec, Nederland B.V., manutenzione e fornitura di servizi). Purtroppo solo software. Le prime cinque edizioni dello SMEF Canada Netherlands poche organizzazioni, rispetto al potenziale bacino di sono state coronate da successo per quanto > Rob Kusters, > Serge Oligny, Bell utenza interessato, hanno portato il processo di riguarda sia il gradimento dei partecipanti che la Eindhoven Canada, Canada misurazione dalla teoria alla pratica. L’evento di que- qualità tecnica dei lavori proposti. Informazioni su > Pekka Forselius, University of st’anno intende fornire un contributo al fine di ana- di esse possono essere trovate ai siti Software Technology/Open lizzare le cause e le possibili soluzioni al problema www.dpo.it/smef2004, www.dpo.it/smef2005, Technology University della misurazione come una “utile ma non utilizzata” www.dpo.it/smef2006, www.dpo.it/smef2007, Transfer Finland Netherlands, capacità aiutando a definire una tabella di marcia www.dpo.it/smef2008. Oy, Finland Netherlands personalizzata per coprire la distanza dalla teoria Nel 2009 ci presentiamo con una veste rinnovata alla pratica. Accanto al tema principale saranno, > Christof Ebert, > Frank Vogelezang, capace di soddisfare in modo flessibile parteci- come sempre, trattati i classici argomenti della misu- Vector Consulting, Sogeti Nederland panti con diverse esigenze e caratteristiche, dal ra funzionale, della qualità del software, del bench- France B.V., Netherlands principiante all’esperto. marking e della stima dei costi di progetto. Il Forum 2009 offre, dunque, un programma fina- > Manfred > Cao Ji, China L’evento del 2009 è stato completamente ripensa- lizzato a illustrare le migliori prassi, i consigli, i Bundschuh, Software Process to in termini di organizzazione e modalità di parteci- tool, le tecniche e i processi di implementazione DASMA e.V., Improvement pazione in funzione dei feedback ricevuti negli anni della misurazione del software all’interno dell’or- Germany Union, PR China scorsi dai partecipanti e relatori. Accanto alla tradi- ganizzazione e tra parti contrattuali, al fine di otti- > Hefei Zhang, zionale sezione di presentazione di lavori da parte di > Reiner Dumke, mizzare i processi di pianificazione, trattativa, ese- University of Samsung, PR esperti internazionali, il cui spazio è stato concen- cuzione e controllo dei progetti e servizi software, China trato in una giornata e mezza, è stata affiancata una Magdeburg, sia nel contesto interno che nelle relazioni tra il Germany > Silvia Mara mezza giornata di approfondimento di temi “caldi” in cliente e il fornitore. forma di workshop e un’altra mezza giornata opzio- > Jürgen Münch, Abrahão, Abbiamo concepito un programma che consenta ai Universidad nale di tutorial introduttivi per consentire anche a chi Fraunhofer IESE, professionisti e ai manager di grandi e piccole Politecnica de si avvicina alla tematica della misurazione del soft- società e amministrazioni pubbliche di condividere: Germany ware di comprendere nel modo migliore i successivi Valencia, Spain • case studies e tutorial > Pradeep Waychal, interventi specialistici. SMEF2009 si conferma, dun- Patni Computer > Thomas Fehlmann, que, come un evento prezioso per rimanere aggior- • gli insegnamenti tratti dall’esperienza, le Euro Project Office pratiche adottate e i risultati conseguiti Systems Ltd, India nati sullo stato dell'arte della disciplina. AG, Switzerland • nuovi concetti, metodi e tool > Luigi Buglione, Parallelamente all’evento sarà possibile sostenere > Andy Langridge, • i più recenti progressi, prodotti e servizi École de esami di certificazione sul metodo COSMIC ed Galorath Technologie Early & Quick Function Points. Alcune delle relazio- • tutte le tecnologie dello stato dell’arte e le International Ltd, Supérieure, ni sono state sottoposte all’approvazione IFPUG esperienze più avanzate a livello mondiale U.K. Canada per l’accumulazione dei punti nel programma di • un approfondimento delle metodologie e dei Nexen (Gruppo > Charles Symons, mantenimento della certificazione CFPS-IFPUG. modelli Engineering), COSMIC, U.K. (Inviare una mail a segreteria@dpo.it per conosce- Il Software Measurement European Forum si con- Italy > Marie O’Neill, re lo stato della richiesta.) ferma anche quest’anno come una delle migliori Il Forum 2009 prende in considerazione tutti i temi > Gerardo Canfora, COSMIC, IRL occasioni per sviluppare le proprie competenze introdotti e li organizza intorno alle seguenti sezioni: University of > Thomas M. nell’ambito del settore ed estendere la propria 1. Tutorial sui concetti base della misurazione Sannio, Italy Cagley Jr., David rete di relazioni nella comunità tecnica di riferi- funzionale IFPUG e COSMIC mento. Esperti provenienti da tutte le parti del > Nicoletta Consulting Group 2. Workshop di approfondimento su temi di attualità: mondo si confronteranno su temi di grande attua- Lucchetti, IFPUG, Inc, U.S.A. a. Misurazione funzionale in contesti architetturali lità. I professionisti dell’ICT che parteciperanno, Italy > Carol Dekkers. stratificati potranno condividere conoscenze ed esperienze > Sandro Morasca, Quality Plus b. Function Points e contratti software nel settore della misurazione del software e incon- Università Technologies Inc, 3. Presentazione lavori trare partner e clienti potenziali. Le società private dell’Insubria, Italy U.S.A. a. Functional Software Measurement e le organizzazioni pubbliche potranno, quindi, trar- > Habib Sedehi, > Dan Galorath, b. Process maturity & improvement ne degli utili spunti per gestire le proprie trattative University of Galorath Inc, c. Software Quality Measurement in modo più trasparente e meno conflittuale. Rome, Italy U.S.A. d. Benchmarking and cost estimation A chi si rivolge Software Requirements Manager Software Metrics Specialist ICT Project Management Consultant Software Manager Software Senior Analyst Business Analysis Manager Software Estimation Responsible Software Quality Process Manager Business Development Manager Software Measurement Responsible Function Point Practitioners ICT/Systems Manager Software Benchmarking ICT Consultant Sviluppatori Software Measurement Program Responsible ICT Project Manager Controller Software Process Improvement ICT Product Manager Responsabile acquisti Responsible ICT Process Manager LA LINGUA DI LAVORO DEL FORUM È L’INGLESE.
    • GIOVEDI 28 MAGGIO Primo giorno PROGRAMMA > 08.45 Registrazione dei partecipanti gli sforzi di miglioramento dei processi con la “vision” della società > 09.00 Apertura dei lavori Fabio Bella (Kugler Maag CIE,Germania) Comprendere in che modo i sistemi di misurazione quali il Balanced > 09.15 Workshop: Come contare i FP IFPUG in Score Cards e GQM possono effettivamente essere combinati con i un’architettura multi-layer orientata ai metodi di valutazione del processo per assumere decisioni informate servizi sul miglioramento dei processi. Nell’ambito della misura dei FP IFPUG, un problema sempre più senti- to è quello delle applicazioni software sviluppate su ambienti coope- > 15.45 Coffee Break ranti a più livelli di astrazione e con largo uso di componenti “prefab- bricate” (vedi ad esempio il paradigma SOA). La scelta del modello > 16.15 Misura delle dimensioni funzionali: architetturale di base alla misura in FP in larga parte arbitrario e non , accuratezza e costi. Ne vale la pena? sottoposto a stringenti regole dello standard IFPUG, influenza però pesantemente i numeri che emergono dal processo di misura stesso. Harold van Heeringen, Edwin van Gorp, Theo Prins IFPUG ha emanato un white paper sul “middleware” che introduce le (Sogeti, Paesi Bassi) problematiche e orienta le possibili soluzioni, ma che è solo un inizio. I partecipanti apprenderanno che ci sono parecchi metodi approssi- Altri metodi funzionali hanno introdotto il concetto di layer logici che mati di misurazione delle dimensioni funzionali (FSM) che possono possono essere applicati anche al metodo IFPUG senza violare gli stan- essere impiegati quando il livello di accuratezza nelle specifiche dis- dard di riferimento. La presentazione intende introdurre il problema e ponibili è troppo basso per una misura funzionale dettagliata (stan- una possibile soluzione architetturale che aiuti a orientarsi in questo dard). I partecipanti vedranno che i metodi approssimati hanno una terreno cedevole. minore esattezza, ma costi contenuti. Ciò determina un compromesso tra esattezza/costi che può essere utilizzato dai partecipanti per valu- > 11.10 Coffee Break tare il metodo di misurazione che un progetto specifico richiede. > 11.30 Workshop: Come utilizzare efficacemente i > 16.50 Punti di vista pratici per un migliore Function Point in un Contratto Software utilizzo della misurazione del software La misura funzionale del software si sta diffondendo nell’uso corren- Jari Soini Tampere (University of Technology - TUT, Finlandia) te delle organizzazioni più avanzate. Essa sta diventando patrimonio Lo studio che abbiamo condotto fornisce informazioni empiriche rela- di conoscenza comune di analisti e project manager appartenenti sia tive alla misurazione del software. Questo documento mira ad aumen- al dominio della “domanda” che dell’“offerta” di prodotti software. tare la consapevolezza del rapporto fra i processi di sviluppo del soft- Come tutte le nuove discipline, però, accanto alla diffusione di approc- ware e la misurazione dei processi in pratica. La ricerca è basata su ci metodologici e prassi corrette, c’è un diffondersi di “dicerie”, “sen- di una serie di indagini effettuate per raccogliere le esperienze che le titi dire”, “scorciatoie”, “usi equivalenti” che possono portare ad usi società di sviluppo di software hanno maturato sulla misurazione del inappropriati e inconsistenti della misura generando pericolosi effetti software in generale. Il documento discute la giustificazione così negativi di ritorno. Questo è particolarmente vero nell’ambito dell’uso come le finalità potenziali per esaminare l’utilizzo della misurazione contrattuale dei FP Il workshop, a partire dalle Linee Guida del GUFPI- . nel processo di sviluppo del software. Le informazioni empiriche pre- ISMA e del CNIPA, presenta le nozioni necessarie ad un uso flessibile sentate evidenziano alcuni punti essenziali che devono essere consi- e corretto dei FP all’interno di contratti per lo sviluppo o la manuten- derati nell’utilizzo della misurazione e dei relativi risultati nel contesto zione di software custom. della produzione del software. I risultati presentati nel documento sono basati sulla tesi “Misurazione nel processo di sviluppo del soft- > 13.00 Colazione di lavoro ware: In che modo la pratica si coniuga con la teoria?” Pubblicato dal- l’autore nel mese di novembre 2008. > 14.00 Portare l’uso delle misure relative al software dai laboratori di ricerca ai processi di business > 17.25 Function Point IFPUG o Function Point Roberto Meli (DPO Srl, Italia) Cosmic? Comprendere come il processo di scelta del giusto metodo per misu- rare funzionalmente il software debba esser fatto con intelligenza e > 14.35 Uno studio empirico in un’organizzazione attenzione globale sulla misurazione del software per Gianfranco Lanza (CSI Piemonte, Italia) il miglioramento del processo di sviluppo basato sul Modello di Maturità del Software > 18.00 Chiusura dei lavori del primo giorno Rob J. Kusters, Jos J.M. Trienekens, Jana Samalikova (Eindhoven University of Technology, Paesi Bassi) Questo documento è scritto per fornire informazioni utili alle organiz- zazioni che già dispongono o ancora non dispongono di un programma SMEF 2008 - LE OPINIONI di misurazione del software. Un’organizzazione che non dispone di un “A good forum for sharing experience and knowledge on programma di misurazione può utilizzare questo documento per deter- minare quali metriche possono essere utilizzate ai vari livelli CMM e measurement in practice! Very valuable experience” quindi evitare che vengano usate metriche che non sono ancora effi- Marcelo Genero, Professor, University de Castilla La Mancha caci. Un’organizzazione che dispone di un programma di misurazione può utilizzare questo documento per confrontare le proprie metriche “Ritengo che SMEF sia un’ottima iniziativa in cui è possibile con le metriche identificate in questo documento per poi aggiungere o conoscere e condividere l’esperienza del mondo della eliminare opportunamente tali metriche. misurazione del software” > 15.10 Combinare la misurazione con la Giovanni Ricciolio, Software & Process Measurement Specialist, Enterprise Digital Architects valutazione del processo per adeguare SPECIALI QUOTE PER ISCRIZIONI MULTIPLE: DETTAGLI NELLA SCHEDA D’ISCRIZIONE
    • VENERDI 29 MAGGIO Secondo giorno > 09.00 Riapertura dei lavori > 12.05 Stima dell’impegno richiesto per lo sviluppo di applicativi web utilizzando la metodologia > 09.15 La prospettiva conoscitiva nella stima del di misurazione Cosmic: un confronto tra progetto basata sull’analogia l’uso di dati storici di una singola società o Mair Carolyn (Southampton Solent University, UK) di più società Shepperd Martin (Brunel University, UK) Filomena Ferrucci, Sergio Di Martino, Carmine Gravino Questa ricerca si prefigge di conseguire una migliore comprensione dei (Università di Salerno, Italia) processi cognitivi e l’impatto della personalità nella risoluzione dei pro- Luigi Buglione (École de Technologie Supérieure - ETS - Université blemi per via analogica. Stiamo studiando in che modo questi aspetti psi- du Québec, Canada), (Nexen - Gruppo Engineering, Italia) cologici interferiscono sulla valutazione dei costi in particolare quando la • Ricevere suggerimenti sull’uso di dati pubblici di archivio relativi a stima si avvale dell’utilizzo di strumenti software per facilitare l’assun- progetti software per migliorare la scelta del gruppo di dati idoneo zione delle decisioni. La tecnologia di gestione della conoscenza, ad per lo sviluppo del modello di valutazione esempio, gli strumenti di ragionamento basati sulla casistica, si fonda in • Discutere il modo in cui ai progetti web sono applicabili i metodi linea di massima sui processi cognitivi umani. Tuttavia, riteniamo che la FSM ai fini valutativi conoscenza dei processi psicologici si sia sviluppata sufficientemente • Esaminare i vantaggi dell’utilizzo di dati storici relativi a più società durante lo scorso decennio e che questi strumenti possano ora essere da parte di una azienda di sviluppo di software migliorati basandoli su di un modello più realistico. Il lavoro è tempesti- vo ed innovativo ed è quindi interessante per i responsabili così come per i ricercatori coinvolti nella valutazione dei costi del progetto. > 12.40 Dalla misurazione della performance alla valutazione del progetto utilizzando la stima > 09.50 Stima efficace del budget del progetto delle dimensioni funzionali COSMIC mediante la previsione dell’impegno Gencel Cigdem (Blekinge Institute of Technology, School of richiesto per il progetto stesso e la relativa Engineering, Svezia) ripartizione per competenza in base alla Symons Charles (Inghilterra) durata prevista del progetto Il lavoro consentirà di ottenere i seguenti vantaggi: Gaetano Lombardi, Vania Toccalini • Una chiara comprensione dell’origine della rilevanza dei vari e ben noti (Ericsson Telecomunicazioni, Italia) metodi di misurazione delle dimensioni funzionali e le conseguenze per le attuali modalità pratiche di misurazione - un tema che oggi risulta Il documento evidenzia i risultati del progetto Six Sigma volto a migliora- mal compreso e raramente discusso re la capacità di pianificazione iniziale nel processo di definizione del bud- • Una descrizione dei principi di base dei metodi di valutazione get del progetto. L’applicazione della pratica, basata sull’analisi di misu- “top-down” da utilizzare agli inizi della definizione di un progetto razioni ed indicatori, può aiutare le organizzazioni a migliorare la possibi- software, quando il dato principale è la misurazione delle dimensioni lità di controllo e di sfruttamento delle proprie capacità di sviluppo. dei requisiti funzionali dell’utente; l’importanza di calibrare i parametri di tali metodi utilizzando rilevazioni locali della performance > 10.25 Previsione della densità dei difetti con i • Un’indagine su come le componenti di una misurazione delle metodi Six Sigma dimensioni funzionali COSMIC possano essere ponderate in diversa misura, in modo da produrre misurazioni calibrate localmente dell’ Thomas Fehlmann,Euro Project Office AG (Switzerland) “impegno standard” (in unità di ore standard) che consentano una È possibile conoscere in anticipo la densità dei difetti per un software che stima più accurata dell’impegno richiesto per il progetto sta entrando in produzione? - La risposta è “sì”, se si applicano metodi statistici ai requisiti e si inizia un idoneo programma di valutazione. Lo > 13.15 Colazione di lavoro strumento Six Sigma fornisce i metodi statistici per lo sviluppo di tali modelli predittivi. Questo documento illustra i principi fondamentali di que- > 14.30 Un approccio “middle-out” al progetto e sti metodi statistici presumendo che i lettori abbiano una certa cono- scenza del Design per Six Sigma e del Quality Function Deployment. all’adozione delle Balanced Scorecard (BSC) per la Gestione dei servizi: Case > 11.00 Coffee Break Study nell’esecuzione di servizi IT Off-shore Srinivasa-Desikan Raghavan, Monika Sethi, Dayal Sunder Singh > 11.30 Utilizzo di metriche per valutare (Tata Consultancy Services Ltd. - TCS, India); Subhash Jogia (India) automaticamente le interfacce utente L’intervento toccherà i seguenti punti: Izzat Alsmadi, Muhammad AlKaabi (Department of Computer Science • Casistica reale (settoriale) dove il Program Performance and Information Technology, Yarmouk University, Giordania) Management è stato concepito e attuato • Modalità mista di approcci top-down e bottom-up al progetto BSC e Le interfacce utente hanno caratteristiche speciali che le differenziano alla sua implementazione dal resto del codice software. Le tipiche metriche del software che ne • Metodologia di monitoraggio delle misurazioni basata su un indice indicano la complessità e la qualità potrebbero non essere in grado di (media ponderata), per le prospettive della BSC e per le singole distinguere una GUI complessa o di alta qualità da una che non riveste Scorecard tali caratteristiche. Questo documento suggerisce e introduce alcune • Un’ipotesi di implementazione multiarea della Scorecard basata su metriche strutturali della GUI che possono essere raccolte dinamica- KPI, con un’attenzione rivolta alla Gestione del Cambiamento mente utilizzando uno strumento di automazione dei test. Piuttosto che misurare la qualità o la fruibilità, l’obiettivo dello sviluppo di tali metri- > 15.05 Valutazione del processo di sviluppo del che è di misurare la testabilità della GUI, ovvero quanto sia difficoltoso software e metriche per una comprensione o agevole testare una data interfaccia utente. Valutiamo le GUI per diversi motivi quali l’usabilità e la testabilità. Nella usabilità, gli utenti quantitativa: Esperienze di un processo non valutano una data interfaccia utente sotto il profilo della facilità, como- definito di gestione degli obiettivi dità e velocità di utilizzo. Nella nostra valutazione sulla testabilità, desi- Ayca Tarhan (Computer Engineering Department of Hacettepe deriamo automatizzare il processo di misurazione della complessità University, Turchia) dell’interfaccia utente a partire dalle possibilità di test. Tali metriche Onur Demirors (Informatics Institute of Middle East Technical possono essere utilizzate come uno strumento per valutare le risorse University, Turchia) necessarie per condurre i test su un particolare applicativo. www.iir-italy.it/smef2009 – corsi@iir-italy.it – Tel. 02.83847.627 – Fax 02.83847.262
    • MERCOLEDI 27 MAGGIO PROGRAMMA ESAMI di certificazione Dobbiamo raggiungere una comprensione quantitativa delle attuali condizioni di ciò che stiamo trattando prima di procedere ad una sua COSMIC gestione ottimale; ma nel software engineering l’utilizzo dei dati di misurazione per una comprensione quantitativa non è molto semplice. Il Common Software Measurement International Consortium (COSMIC) è Abbiamo condotto una serie di studi ed in seguito abbiamo sviluppa- un’organizzazione no-profit che ha creato, evolve, promuove e supporta to un approccio alla valutazione per studiare l’idoneità del processo di l’uso del metodo COSMIC-FP, lo standard internazionale ISO/IEC sviluppo del software e delle metriche per le analisi quantitative. 19761:2003 per il dimensionamento funzionale del software. COSMIC Questo lavoro illustrerà l’approccio che include un modello, uno stru- supporta anche l’International Software Benchmarking Standards Group mento e un processo per condurre la valutazione; inoltre illustrerà in - ISBSG - che ha riconosciuto il COSMIC-FP come uno degli standard uti- dettaglio i risultati dell’utilizzo dell’approccio per valutare un processo lizzati per la raccolta dei dati ai fini del benchmarking e della stima di non definito di gestione degli obiettivi in un contesto in sviluppo. impegni e produttività. Confidiamo che condividere il nostro lavoro risulti interessante per chiunque abbia bisogno di linee guida ben definite per applicare le analisi quantitative e desideri utilizzare i dati di misurazione per otte- ESAME Entry-level COSMIC-FFP nere una comprensione quantitativa delle dinamiche dei processi. Mano a mano che l’uso del COSMIC-FP continua a crescere, diviene > 15.40 Coffee Break essenziale che professionisti con un adeguato livello di conoscenza possano essere riconosciuti attraverso l’attestazione di passaggio di > 16.05 I FP nella RAI: l’implementazione del un formale esame di certificazione. Un Misuratore certificato COSMIC- FP è riconosciuto come avente gli skill necessari per applicare in modo processo di valutazione del software consistente le regole di misurazione COSMIC-FP in accordo con lo stan- Anna Perrone, Marina Fiore, Monica Persello, Giorgio Poggioli dard ISO 19761 e con le più recenti prassi di misura ufficiali. (Rai - Radiotelevisione Italiana, Italia) Il COSMIC-FP Certification Program (Entry Level and Expert level) è in • Un caso interessante di utilizzo dei FP come metrica per la corso di realizzazione non solo per elevare gli standard professionali e valutazione dimensionale del software nei contratti in outsourcing. valutare le performance individuali, ma anche per riconoscere e distin- • Condividere un’esperienza pratica sul processo di valutazione del guere coloro che sono in grado di dominare gli skill di misurazione nel- software l’applicazione dello standard ISO 19761. COSMIC è lieto di annunciare • Alcune considerazioni sui metodi IFPUG ed Early & Quick Funtion che una versione dell’esame di certificazione Entry-level sarà tenuta in Points concomitanza con la conferenza SMEF2009. L’esame sarà basato sul • Insegnamenti appresi dall’implementazione del processo di COSMIC-FP Measurement Manual v3.0, ottenibile dal sito valutazione http://www.gelog.etsmtl.ca/cosmic-ffp/COSMIC-MethodV3.html. > 16.40 L'implementazione di un programma di Quando: 27 maggio 2009, ore 14.30 metrica in una grande azienda Dove: Roma, la sede sarà comunicata all’atto dell’iscrizione Keynote Speaker: Ton Dekkers (Galorath, Paesi Bassi) Informazioni: http://www.gelog.etsmtl.ca/cosmic-ffp/cert.html Iscrizione all’esame: si prega di contattare segreteria@dpo.it > 17.15 Chiusura dei lavori del Forum DPO La società che ha inventato il metodo Early & Quick Function Points e ne garantisce le evoluzioni, ha messo a punto un programma di certificazio- MERCOLEDI 27 MAGGIO ne al fine di individuare e distinguere coloro che possiedono un livello adeguato di conoscenze e competenze nella tecnica. WORKSHOP PRE-CONVEGNO a iscrizione separata ESAME EARLY & QUICK Function Points (versione IFPUG in italiano) L’utilizzo sempre più frequente delle misure funzionali nell’ambito dei > 13.30 Registrazione dei partecipanti contratti software e nei modelli di previsione economica di supporto alle attività di preparazione dei bandi di gara, delle offerte commer- ciali, degli studi di fattibilità e delle valutazioni patrimoniali, ha porta- > 14.00 Tutorial: Misura delle dimensioni funzionali: to alla necessità di disporre di tecniche di stima dei Function Point nozioni di base sul metodo IFPUG che siano il più possibile affidabili, documentabili, flessibili. Il metodo Il tutorial presenta gli elementi principali del metodo di misura funzio- degli Early & Quick Function Point risponde a queste caratteristiche e nale IFPUG consentendo ai partecipanti di acquisire le basi per segui- si è diffuso in modo significativo diventando, probabilmente, la tecni- re gli interventi specialistici dei successivi moduli. ca di stima dei Function Point più utilizzata in Italia. La qualifica di Certified Early & Quick Function Points Specialist (CEQ-FPS) è un’at- > 15.45 Coffee Break testazione formale del livello di competenza nell’area della stima dei FP con il metodo Early & Quick. > 16.15 Tutorial: Misura delle dimensioni funzionali: Una sessione di esame di certificazione si terrà in congiunzione nozioni di base sul metodo COSMIC con la conferenza SMEF2009. Il tutorial presenta gli elementi principali del metodo di misura funzio- Quando: 27 maggio 2009, ore 14.30 nale COSMIC consentendo ai partecipanti di acquisire le basi per Dove: Roma, la sede sarà comunicata all’atto dell’iscrizione seguire gli interventi specialistici dei successivi moduli. Informazioni: HYPERLINK http://www.dpo.it/eqfp/index.htm > 17.45 Chiusura Iscrizione all’esame: direttamente dal sito WORKSHOP PRE-CONVEGNO A ISCRIZIONE SEPARATA.
    • Software Measurement scheda di European Forum 2009 iscrizione FORUM 28-29 maggio 2009 WORKSHOP PRE-CONVEGNO 27 maggio 2009 > Quota d’iscrizione (per partecipante +20% IVA) FORUM T3543 J entro 3 aprile 2009 € 1.400 SAVE 300 € J entro 8 maggio 2009 € 1.500 SAVE 200 € J prezzo pieno € 1.700 IMPORTANTE! Inserire il priority code WORKSHOP PRE-CONVEGNO T3543W J prezzo pieno € 390 indicato nell’e-mail ricevuta SPECIALI QUOTE PER ISCRIZIONI MULTIPLE Priority Code ____________ Per iscrizioni al solo FORUM per persone della stessa azienda. È necessario l’invio di una scheda per ogni partecipante. J 2 persone € 2.700 SAVE 700 € J 3 persone € 3.900 SAVE 1.200 € PARTICOLARI TARIFFE verranno riservate ad Accademici e Universitari. Per informazioni tel. 02.83847.210 La quota d’iscrizione NON comprende il costo delle prove drop8 d’esame. La quota d’iscrizione comprende la documentazione didattica, T3543-P196/VI la colazione e i coffee break. Per circostanze imprevedibili, IIR > Dati del partecipante: si riserva il diritto di modificare senza prevviso il programma NOME COGNOME e le modalità didattiche, e/o cambiare i relatori e i docenti. sabrinatrezzi.com graphic designer Le offerte sono valide esclusivamente per i pagamenti FUNZIONE pervenuti entro la data di scadenza della promozione INDIRIZZO Le offerte NON sono cumulabili. CAP CITTÀ PROV. > Luogo e sede: Roma - NH Leonardo da Vinci TEL. CELL. Via dei Gracchi, 324 - 00192 Roma - Tel. 06 328481 Si, desidero ricevere informazioni su altri eventi via (segnalare preferenza): sabrina trezzi graphic designer > Modalità di disdetta K FAX L’eventuale disdetta di partecipazione all’intervento formativo K E-MAIL dovrà essere comunicata in forma scritta all’Istituto Internazionale di Ricerca entro e non oltre il 10° giorno lavorativo precedente la CONSENSO ALLA PARTECIPAZIONE DATO DA: FUNZIONE data d’inizio dell’evento. Trascorso tale termine, sarà inevitabile l’addebito dell’intera quota d’iscrizione. Saremo comunque lieti di NOME E COGNOME accettare un Suo collega in sostituzione purchè il nominativo venga comunicato via fax almeno un giorno prima della data dell’evento. > Dati dell’Azienda: > Modalità di pagamento RAGIONE SOCIALE Il pagamento è richiesto a ricevimento fattura e in ogni caso SETTORE MERCEOLOGICO prima della data di inizio dell’evento. La quota deve essere versata secondo le modalità di seguito indicate. Copia della FATTURATO IN EURO 6 K 0-10 Mil 5 K 11-25 Mil 4 K 26-50 Mil 3 K 51-250 Mil 2 K 251-500 Mil 1 K +500 Mil fattura/contratto di adesione al corso verrà spedita a stretto NUMERO DIPENDENTI G K 1-10 F K 11-50 E K 51-100 D K 101-200 C K 201-500 B K 501-1000 A K +1000 giro di posta. PARTITA I.V.A. Versamento effettuato sul ns. c/c postale n.16834202 Assegno bancario - assegno circolare INDIRIZZO DI FATTURAZIONE Bonifico bancario: Banca Popolare di Sondrio, Agenzia 10 CAP CITTÀ PROV. Milano, C/C 000002805x07, ABI 05696, CAB 01609, CIN Z; IBAN IT29 Z056 9601 6090 0000 2805 X07; TEL. FAX Swift POS OIT22, intestato a Istituto Internazionale di Ricerca Srl, indicando il codice dell’edizione dell’evento; TUTELA DATI PERSONALI - INFORMATIVA Si informa il Partecipante ai sensi del D.Lgs. 196/03: (1) che i propri dati personali riportati sulla scheda di iscrizione (“Dati”) saran- Carta di credito: H Eurocard/Mastercard H American Express no trattati in forma automatizzata dall’Istituto Internazionale di Ricerca (I.I.R.) per l’adempimento di ogni onere relativo alla Sua par- H Diners Club H Visa H CartaSì tecipazione alla conferenza, per finalità statistiche e per l’invio di materiale promozionale di I.I.R. I dati raccolti potranno essere comunicati ai partner di I.I.R. e a società del medesimo Gruppo, nell'ambito delle loro attività di comunicazione promozionale; (2) il conferimento dei Dati è facoltativo: in mancanza, tuttavia, non sarà possibile dar corso al servizio. In relazione ai Dati, il Partecipante ha diritto di opporsi al trattamento sopra previsto. N° TITOLARE E RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO è l’Istituto Internazionale di Ricerca, via Forcella 3, Milano nei cui con- fronti il Partecipante potrà esercitare i diritti di cui al D.Lgs. 196/03 (accesso, correzione, cancellazione, opposizione al trattamen- Scadenza Titolare to, indicazione delle finalità del trattamento). La comunicazione potrà pervenire via: e-mail variazioni@iir-italy.it – fax 02.83.95.118 – tel. 02.83.847.634 Firma del titolare Timbro e firma 5 MODI PER ISCRIVERSI TEL. 02.83847.627 FAX 02.83847.262 E-MAIL corsi@iir-italy.it WEB www.iir-italy.it/smef2009 Stampa n. 20 POSTA Istituto Internazionale di Ricerca Via Forcella, 3 - 20144 Milano