Tesi di Francesca D’Adda Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Corso di Laurea in Comunicazione d’Impresa Relatri...
Contents Scopo e valore del lavoro di tesi Quadro di riferimento Oggetto di indagine: il programma Ipotesi di partenza Evi...
<ul><li>Analizzare criticamente i  cambiamenti  che hanno investito il  settore  dell’ audiovisivo  in anni recenti (avven...
<ul><li>Studio delle strategie e del linguaggio della comunicazione audiovisiva </li></ul><ul><li>I nuovi media e lo svilu...
Oggetto di indagine: il programma Natasha Stefanenko Mauro Adami
Ipotesi di partenza <ul><li>Il programma in questione rappresenta un caso esemplare delle dinamiche che stanno caratterizz...
Evidenze: Magnolia e i suoi punti di forza  <ul><li>Ha saputo ritagliarsi il  proprio spazio  all’interno di un mutato  pa...
Conclusioni: current scenario  <ul><li>1.   MOLTIPLICAZIONE DELL’OFFERTA </li></ul><ul><li>La  tv  si sta trasformando in ...
Prospettive future  <ul><li>1.   “TEMPI DIGITALI”, Aldo Grasso </li></ul><ul><li>Con la diffusione di  prodotti multipiatt...
CONTACTS: Francesca D’Adda e-mail:  [email_address] cell.: 3494298992 LinkedIn nickname: Francesca D’Adda
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Francesca D'Adda - L'incidenza dell'evoluzione del contesto tecnologico e mediale sui linguaggi televisivi - TesiCamp 2010

938 views
861 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
938
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Francesca D'Adda - L'incidenza dell'evoluzione del contesto tecnologico e mediale sui linguaggi televisivi - TesiCamp 2010

  1. 1. Tesi di Francesca D’Adda Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Corso di Laurea in Comunicazione d’Impresa Relatrice prof.ssa Maria Grazia Fanchi L’incidenza del contesto tecnologico e mediale sui linguaggi televisivi: il genere reality e il caso Magnolia
  2. 2. Contents Scopo e valore del lavoro di tesi Quadro di riferimento Oggetto di indagine: il programma Ipotesi di partenza Evidenze: Magnolia e i suoi punti di forza Conclusioni: Current Scenario Prospettive future Contacts
  3. 3. <ul><li>Analizzare criticamente i cambiamenti che hanno investito il settore dell’ audiovisivo in anni recenti (avvento del digitale). </li></ul><ul><li>Interpretare i vantaggi indotti da questi cambiamenti e coglierne le criticità . </li></ul><ul><li>Case history di riferimento: Magnolia e il programma Cambio vita… mi sposo! , un docu-reality realizzato per il canale satellitare SkyUno. </li></ul>Scopo e valore del lavoro di tesi
  4. 4. <ul><li>Studio delle strategie e del linguaggio della comunicazione audiovisiva </li></ul><ul><li>I nuovi media e lo sviluppo del digitale </li></ul><ul><li>I processi di convergenza e rimediazione del sistema mediale </li></ul>Quadro di riferimento
  5. 5. Oggetto di indagine: il programma Natasha Stefanenko Mauro Adami
  6. 6. Ipotesi di partenza <ul><li>Il programma in questione rappresenta un caso esemplare delle dinamiche che stanno caratterizzando il sistema dell’audiovisivo in Italia a diversi livelli: </li></ul><ul><li>Rappresenta in modo emblematico i cambiamenti che la digitalizzazione sta introducendo nel sistema televisivo nazionale. </li></ul><ul><li>E’ un programma realizzato per essere “on air” su di una piattaforma digitale . </li></ul><ul><li>E’ stato concepito all’interno di una factory volta alla creazione di contenuti (Magnolia). </li></ul><ul><li>Appartiene ad un genere televisivo oggi trainante: il REALITY SHOW . </li></ul>
  7. 7. Evidenze: Magnolia e i suoi punti di forza <ul><li>Ha saputo ritagliarsi il proprio spazio all’interno di un mutato panorama televisivo italiano , rispondendo in modo positivo all’ avvento del digitale . </li></ul><ul><li>Ha prodotto programmi di successo per reti in chiaro ma ha puntato anche su formule produttive alternative adatte alle pay tv (formati più brevi e accattivanti, ottica di contenimento dei costi), ottenendo un discreto successo di pubblico . </li></ul><ul><li>Ha investito su determinati generi televisivi (il reality show ), lavorando anche all’adattamento di nuovi format sulla base di tendenze provenienti dagli ambienti internazionali (Cambio vita… mi sposo!). </li></ul>
  8. 8. Conclusioni: current scenario <ul><li>1. MOLTIPLICAZIONE DELL’OFFERTA </li></ul><ul><li>La tv si sta trasformando in una sorta di biblioteca in cui gli spettatori possono scegliere una trasmissione come fosse un libro in uno scaffale. </li></ul><ul><li>I programmi oggi devono essere multimediali e cioè prodotti che utilizzano linguaggi diversi a seconda del media attraverso cui vengono distribuiti. </li></ul><ul><li>2. RIFORMULAZIONE DEI LINGUAGGI TELEVISIVI </li></ul><ul><li>Continua richiesta di contenuti da parte delle nuove realtà televisive ( moltiplicazioni dei canali e aumento delle ore di trasmissione ). </li></ul><ul><li>Passaggio dalla ricerca di programmi ad “utilità immediata” (calcio e film) a programmi ad “utilità ripetuta” , che costano meno a livello produttivo, fidelizzano il pubblico e sono declinabili su diverse piattaforme (fiction, sit-com e reality) . </li></ul>
  9. 9. Prospettive future <ul><li>1. “TEMPI DIGITALI”, Aldo Grasso </li></ul><ul><li>Con la diffusione di prodotti multipiattaforma e l’inizio dell’era dell’ on demand , ci staremmo avviando verso una tv in cui il concetto stesso di palinsesto potrebbe sgretolarsi e cedere il passo a molteplici percorsi costruiti dagli spettatori . </li></ul><ul><li>Lo spettatore stesso assumerebbe un ruolo attivo nella personalizzazione della propria fruizione arrivando a crearsi un palinsesto ogni volta diverso, una tv su misura , customizzata a seconda dei propri desideri. </li></ul><ul><li>2. EVENT TV e TV INTERATTIVA </li></ul><ul><li>Secondo Pier Silvio Berlusconi, per far fronte a queste tendenze il settore televisivo dovrebbe tornare a puntare su quegli orizzonti denominati “event tv” e “tv interattiva” , modalità utili per ridefinire il ruolo del palinsesto come strumento di aggregazione dell’audience . </li></ul>
  10. 10. CONTACTS: Francesca D’Adda e-mail: [email_address] cell.: 3494298992 LinkedIn nickname: Francesca D’Adda

×