Your SlideShare is downloading. ×
Da InDesign a iPad (usando ePub)
Da InDesign a iPad (usando ePub)
Da InDesign a iPad (usando ePub)
Da InDesign a iPad (usando ePub)
Da InDesign a iPad (usando ePub)
Da InDesign a iPad (usando ePub)
Da InDesign a iPad (usando ePub)
Da InDesign a iPad (usando ePub)
Da InDesign a iPad (usando ePub)
Da InDesign a iPad (usando ePub)
Da InDesign a iPad (usando ePub)
Da InDesign a iPad (usando ePub)
Da InDesign a iPad (usando ePub)
Da InDesign a iPad (usando ePub)
Da InDesign a iPad (usando ePub)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Da InDesign a iPad (usando ePub)

3,460

Published on

Tutorial PDF - corsi.terrelibere.org

Tutorial PDF - corsi.terrelibere.org

Published in: Education
0 Comments
3 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
3,460
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
3
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Usa gli strumenti per la vita digitaleePub per l’iPad con InDesign CS5Creazione e conversioneAutore: Redazione Come fare a...Tratto dal sito: Come fare a...I libri elettronici stanno vivendo dopo anni di incertezze, il loro momento di gloria, molte societàsi sono buttate su questo mercato, tra cui Apple con il suo iPad. Il formato usato da questidispositivi è l’ePub che genera file leggeri e manipolabili dagli apparecchi per leggerli. In questoarticolo dedicato ai grafici vedremo come realizzare o convertire un libro per iPad con InDesignCS5.Libri digitaliGli eBook esistono da anni, ma non hanno mai goduto del favore del pubblico, forse perché non siera pronti a questo genere di rivoluzione, al contrario della musica dove grazie a lettori come l’iPod, lamusica digitale ha spopolato fin da subito, all’inizio solo con la pirateria e in seguito con offerte legalicome quella di Apple.I libri invece hanno fatto più fatica ad affacciarsi al digitale, anche perché mediamente la gente èattaccata al libro di carta e non ha voglia di leggere davanti a un computer. Adesso tuttavia ci sonoapparecchi dedicati dal peso e dalle dimensioni paragonabili a un libro. Amazon ha fatto sicuramenteda apri pista in questo settore con il suo negozio e il suo apparecchio di lettura Kindle.Con il lancio dell’iPad Apple ha creato un apparecchio universale in grado di farvi vedere film, ascoltaremusica, lavorare, giocare e molte altre cose. Naturalmente vista la natura della tavoletta è stato inseritoun ottimo lettore di ebook ed è stato aperto un negozio da cui acquistare i libri attraverso iTunes.Figura 1: il negozio di ebook di Apple 1 Visita il sito: http://www.comefarea.it
  • 2. Usa gli strumenti per la vita digitaleTuttavia questo lettore accetta anche dei normali ePub che potrete scaricare da altre fonti o creare inproprio. In questo articolo vedremo quest’ultimo punto.Il formato scelto per questi libri è l’ePub, ma come si crea un file in questo formato? L’ePubsostanzialmente è una cartella compressa in formato zip con alcuni file scritti xml e css all’interno.Sebbene sia possibile fare un ePub a mano, i grafici che già impaginano con InDesign CS5apprezzeranno sicuramente la possibilità di creare un file compatibile con l’iPad senza particolari faticheconvertendo se necessario un impaginato già fatto.Tutti i grafici sono abituati ad avere un controllo totale sull’impaginazione e sugli aspetti tipografici, congli ePub il discorso è un po diverso, infatti sarà il lettore stesso, in questo caso l’iPad, a provvedereall’impaginazione.L’iPad inoltre permette di cambiare il carattere, di ingrandirlo, rendendo impossibile pensare diimpaginare qualcosa con il controllo a cui si è abituati.Il testo e le immagini vengono distribuiti sulle pagine in maniera sequenziale e gli elementi si spostanoda una pagina all’altra a seconda delle dimensioni del carattere o se l’utente sta tenendo il suo iPad inverticale o in orizzontale.Questo porta inevitabilmente a una domanda: posso usare libri che ho già impaginato e convertirliper l’iPad? La risposta è si e il lavoro da fare è davvero poco. Il fatto che il testo viene impaginato daldispositivo crea subito un primo problema, gli a capo forzati. Infatti proprio per il controllo che si hanell’impaginazione, capita a volte che si crei un a capo forzato per rendere l’aspetto del testo migliore.Tutti questi a capo, saranno da eliminare, ma dato che è un po complicato trovarli, conviene generarel’ePub e poi verificarlo in un lettore sul computer come Digital Editions di Adobe o direttamentesull’iPad se ne avete uno a disposizione.NotaAdobe Digital Editions è un lettore di ePub e PDF molto semplice da utilizzare e gli ePub generatida inDesign si aprono con questo programma con un semplice doppio clic sul file oppure attivandol’opzione Visualizza eBook dopo l’esportazione. Potete scaricare Adobe Digital Editions dal sitoAdobe al seguente indirizzo: http://www.adobe.com/products/digitaleditions/.Chi invece impagina da zero qualcosa solo con lo scopo di creare un ePub, non avrà particolariproblemi, ma consigliamo comunque di creare degli stili per titoli, sottotitoli, didascalie, ecc. In questomodo potrete almeno regolare le proporzioni tra gli stili e lavorare più velocemente. Gli stili dei titolisaranno poi utili se desiderate realizzare un sommario navigabile dall’iPad. 2 Visita il sito: http://www.comefarea.it
  • 3. Usa gli strumenti per la vita digitaleIl primo ePubPer fare un esempio su come generare un ePub per il vostro iPad, partiremo dall’impaginato fattoin InDesign CS4 e convertito poi con InDesign CS5, del nostro libro sulla Cosmesi digitale conPhotoshop. Osservate la prima pagina del capitolo 1 nella figura 2, come potete notare, ci sono alcunielementi grafici, come il box del numero di pagina, il logo di Come fare a... e il box che contiene ilnumero del capitolo. Elementi come questo vengono completamente ignorati durante la conversione,rendendo il testo puro e mantenendo solo alcune cose come lo stile di carattere (Grassetti e corsivi) e irientri. Per capire meglio vi abbiamo cerchiato quegli elementi che non ritroverete nell’ePub.Figura 2: un impaginato in InDesign CS5, gli elementi cerchiati non appariranno nell’ePubEsportazionePer creare il vostro primo ePub, andate nel menu File e dal sottomenu Esporta per, selezionateEPUB..., vi apparirà la finestra visibile in figura 3.I dati da scrivere in questa finestra si riducono alla voce editore, inserite il nome della casa editrice ocomunque un vostro riferimento nel campo Aggiungi voce editore, se lo desiderate fate anche clicsulla casella di controllo Visualizza eBook dopo l’esportazione, che come detto lo aprirà con AdobeDigital Editions se installato.Nel campo di testo Identificativo univoco andrebbe inserito l’un codice come un numero ISBN che vaacquistato per la distribuzione del libro e che è una delle richieste obbligatorie per vendere un eBook suiTunes Store. Se state facendo questa conversione per scopi personali, lasciate vuoto questo campo,sarà InDesign CS5 a generare un codice automatico per vuoi.Il riquadro Ordine serve a stabilire il flussi del testo, come potete vedere sempre nella figura 3, al 3 Visita il sito: http://www.comefarea.it
  • 4. Usa gli strumenti per la vita digitalemomento è disponibile solo l’opzione Basa su layout di pagina, questo perché non è stata creata unastruttura XML attraverso la paletta Tag XML.L’ultimo riquadro riguarda gli Elenchi puntati e numerati, le opzioni proposte per impostazionepredefinita convertono gli elenchi nei rispettivi tag xhtml, mentre invece selezionando l’opzioneConverti in testo, diventeranno dei paragrafi.Figura 3: la prima finestra delle Opzioni di esportazione Digital EditionsNella barra laterale, fate clic su Immagini per arrivare alla finestra visibile in figura 4. Naturalmente sei vostro libro non contiene immagini, come ad esempio un romanzo, andate direttamente alla finestraContenuto.L’opzione Formattate, selezionata manterrà per quanto possibile le dimensioni delle immagini comesono state inserite in InDesign CS5, se invece è deselezionate verrà inserita a dimensione piena,cosa non desiderabile con immagini molto grandi. Conversione immagini invece, se impostata suAutomatica, convertirà le immagini a seconda dei casi in GIF o JPEG, ma se come nel nostro casotutte le immagini sono di tipo fotografico, allora è meglio selezionate direttamente il formato JPEG,impostando poi la qualità nel riquadro Opzioni JPEG. 4 Visita il sito: http://www.comefarea.it
  • 5. Usa gli strumenti per la vita digitaleFigura 4: le impostazioni per le immagini della finestra Opzioni di esportazione Digital EditionsSempre nella barra di sinistra fate clic su Contenuto, qua le opzioni da selezionate per rendere un ePubcompatibile con iPad sono davvero poche ed essenzialmente sono quelle proposte dal programmastesso, come potete vedere nella figura 5. L’unica cosa eventualmente da selezionare è Includi vocisommario in InDesign, se avete creato un sommario e utilizzato la funzione libro, allora verrà generatodurante l’esportazione, più sotto vedremo come fare. 5 Visita il sito: http://www.comefarea.it
  • 6. Usa gli strumenti per la vita digitaleFigura 5: le opzioni di contenuto della finestra Opzioni di esportazione Digital EditionsFacendo clic sul pulsante Esporta il vostro ePub verrà salvato nella posizione indicata edeventualmente aperto con Adobe Digital Editions per una veloce verifica del risultato.ePub con sommarioLe operazioni fatte fino ad ora sono adatte alla realizzazione di un documento di poche pagine, inquanto non viene generato nessun sommario. Se il documento è molto grosso allora è il caso diorganizzarlo su più file riassemblandoli poi con la funzione libro che è anche un requisito per fare inmodo che venga generato il sommario nell’ePub.Anche se non creeremo un sommario tipico di InDesign, è comunque necessario utilizzare i fogli di stileper indicare al programma quali voci includere. La prima operazione da fare è dunque andare nel menuLayout e selezionare l’opzione Sommario. Nella finestra che appare, visibile in figura 6, selezionatenella colonna Altri stili gli stili corrispondenti alle voci che volete includere nel sommario, fate quindiclic sul pulsante << Aggiungi per spostarli nella colonna Includi stili di paragrafo. Premete quindi sulpulsante OK. 6 Visita il sito: http://www.comefarea.it
  • 7. Usa gli strumenti per la vita digitaleNotaQuando chiuderete la finestra Sommario, InDesign CS5 avrà generato il sommario, fate clic in qualsiasipunto del piano di lavoro per vederlo e verificarlo in un normale box di testo. Una volta fatto questo,selezionatelo con un clic e buttatelo, infatti ai fini della creazione dell’ePub non è necessario usare ilsommario generato in questo modo.Figura 6: la finestra Sommario consente di inserire gli stili che si vogliono usare nella generazione del sommarioOvviamente tutti i file che compongono il libro devono avere gli stessi stili nel sommario, in questomodo la generazione sarà uniforme.Andate ora nel menu File e da sottomenu Nuovo selezionate Libro, nella finestra che appareaggiungete trascinandoli fisicamente dentro alla finestra, i documenti che compongono il libro,mettendoli nell’ordine corretto. A questo ponto aprite il menu della paletta, facendo clic nell’angolo inalto a destra e selezionate l’opzione Esporta libro come EPUB..., che aprirà la stessa finestra vista inprecedenza nella figura 3.Compilate le varie voci come vi abbiamo spiegato e portatevi poi alla scheda Contenuto.In questa finestra attivate l’opzione Includi voci sommario InDesign, attivate quindi la casella dicontrollo Sopprimi voci automatiche per documenti, che eviterà che i nomi dei documenti venganoinclusi nel sommario, e la casella di controllo Usa voci di primo livello come interruzione di capitolo,che farà in modo nella struttura interna dell’ePub di generare un file diverso per ogni capitolo perevitare di superare i 260 kb di dimensione massima. Per finire fate quindi clic sul pulsante Esporta,l’ePub verrà generato includendo al suo interno un sommario che sarà visibile poi dentro l’iPad e che vipermetterà di spostarvi velocemente tra i vari paragrafi. 7 Visita il sito: http://www.comefarea.it
  • 8. Usa gli strumenti per la vita digitaleImportazione in iTunesPer portare il vostro ePub dentro l’iPad avrete bisogno di iTunes (è necessaria almeno la versione 9.1.1),l’operazione è molto semplice, andate nella sezione Libri, se non è visibile attivatela nelle preferenze,e trascinateci sopra il vostro ePub. In pochi istanti il libro sarà visibile nella sezione Libri, ora non restache compilare i dati e assegnare una copertina.Fate clic su libro appena importato, andate sul menu Archivio e selezionate Informazioni, nella finestrache apparirà, andate sulla scheda Info e inserite il titolo del libro nel campo di testo Nome, l’autore nelcampo di testo Artista, l’anno di pubblicazione nella casella di testo Anno e infine il Genere.Figura 7: la scheda Info della finestra Informazioni sul libroCompilati questi dati, andate nella scheda Illustrazione, visibile in figura 8, e trascinate l’immagine cheavete scelto per la copertina. 8 Visita il sito: http://www.comefarea.it
  • 9. Usa gli strumenti per la vita digitaleFigura 8: la scheda illustrazione mostra l’immagine di copertina che abbiamo inseritoPremendo sul pulsante OK, tornerete alla finestra di iTunes, dove adesso il nostro libro mostra lacopertina e le informazioni corrette. 9 Visita il sito: http://www.comefarea.it
  • 10. Usa gli strumenti per la vita digitaleFigura 9: il libro che abbiamo importato mostra ora la copertina e le informazioni corrette sul tutolo e l’autore 10 Visita il sito: http://www.comefarea.it
  • 11. Usa gli strumenti per la vita digitaleCopertine e metadati permanenti con CalibreSe il libro che avete fatto lo dovete usare solo voi allora quanto fatto fino ad ora con iTunes è sufficientee come vedremo dopo basta sincronizzarlo con iTunes per vederlo dentro l’iPad, ma se invece dovetedistribuirlo, sappiate che i dati che includete nei metadati di iTunes compresa l’immagine di copertinaverranno persi.Esiste tuttavia una soluzione a questo ed è rappresentata da Calibre, un programma open source chevi consentirà di compilare queste voci rendendole permanenti all’interno dell’ePub. Scaricate Calibredal sito internet del progetto, all’indirizzo: http://calibre-ebook.com/.Aprite Calibre e trascinate sopra alla sua finestra l’ePub che avete generato con inDesign CS5, cheverrà aggiunto alla sua libreria, fateci clic sopra con il tasto destro del mouse sul libro e selezionatedal menu contestuale , l’opzione Modifica metadati e quindi Modifica metadati individualmente,disponibile nel sottomenu. Si aprirà la finestra visibile in figura 10, compilate quindi le varie vocitrascinando nel riquadro Copertina del libro, l’immagine che avete scelto.Figura 10: la finestra per la gestione dei metadati di Calibre 11 Visita il sito: http://www.comefarea.it
  • 12. Usa gli strumenti per la vita digitalePremete quindi sul pulsante OK per chiudere e salvare questi dati. Fate nuovamente clic con il tastodestro del mouse sul file del libro presente nella libreria di Calibre e selezionate dal menu contestuale,l’opzione Converti libri e quindi Converti libri individualmente nel sottomenu. Apparirà una finestracon le opzioni di esportazione, suddivisa in diverse opzioni rappresentate dalle icone sulla sinistra.Nell’angolo in alto a destra della prima scheda, relativa ai Metadati che abbiamo già inserito,selezionate dal menu Formati output l’opzione EPUB. Sulla sinistra fate clic su Imposta pagina enell’elenco Personalizzazione Output selezionate l’opzione iPad, lasciando Default Input Profilenell’elenco Personalizzazione Input, come mostrato nella figura 11. A questo punto potete premere ilpulsante OK, Calibre risalverà l’ePub, includendovi all’interno le voci che abbiamo inserito.Figura 11: le Impostazioni di pagina di Calibre per l’iPadNotaSe esportate di frequente degli ePub per iPad, potete registrare le preferenze di esportazionedirettamente nelle preferenze del programma. Selezionando l’opzione Conversione delle preferenzeritroverete le stesse opzioni che abbiamo visto ma disposte in orizzontale sopra alla finestra.Una volta esportato l’ePub sarà necessario importare in iTunes il file generato. Per recuperarlo daCalibre fate nuovamente clic con il tasto destro del mouse sul libro e selezionate dal menu contestuale,l’opzione Apri la cartella contenente, che vi aprirà una finestra del sistema operativo con dentro l’iPubgenerato. Prendetelo e trascinatelo dentro iTunes come visto in precedenza.Ora tutti i dati saranno già compilati e la copertina sarà subito visibile senza fare niente all’interno diiTunes. 12 Visita il sito: http://www.comefarea.it
  • 13. Usa gli strumenti per la vita digitaleImportazione nell’iPadUna volta fatte queste operazioni siamo già pronti per importare il nostro libro dentro l’iPad e vederecosa davvero è venuto fuori. Collegate l’iPad alla porta USB del vostro computer, con il cavo fornito daApple, attendete che appaia nella sezione DISPOSITIVI della barra laterale e fateci clic sopra. Portatevinella scheda Libri, selezionate Sincronizza libri e fate clic sulla casella di controllo relativa al vostrolibro, come mostrato in figura 12. Naturalmente se volete che tutti i libri che inserirete si sincronizzinoautomaticamente, potete fare clic su Tutti i libri e dimenticarvi di questa scheda, lasciando che iTunesimporti nell’iPad tutti i libri che importerete o che comprerete.NotaPer leggere gli ePub sull’iPad è necessario installare l’applicazione iBooks che Apple rende disponibilegratuitamente su App Store all’indirizzo: http://itunes.apple.com/it/app/ibooks/id364709193?mt=8.Figura 12: il libro è pronto per la sincronizzazioneNon resta che fare clic su pulsante Sincronizza e attendere che la sincronizzazione tra iTunes e l’iPad sicompleti. Una volta finito portatevi sull’iPad e aprite l’applicazione iBooks, nella vostra libreria virtualesarà apparso il libro che avete fatto. Apritelo con un tap e osservate la figura 13, come potete vederegli elementi che avevamo indicato nella figura 2, sono spariti, ma il testo è perfettamente leggibile e leproporzioni dei font sono state mantenute lasciando così il titolo in grande, l’introduzione del capitoloa dimensione media e il testo a dimensione normale. Naturalmente il lettore poi potrà zumare il tutto ocambiare il carattere con i comandi di iBooks. 13 Visita il sito: http://www.comefarea.it
  • 14. Usa gli strumenti per la vita digitaleFigura 13: il nostro ePub è visibile correttamente sull’iPadSe avete generato un sommario con le istruzioni che vi abbiamo dato, allora sarà visibile anchedentro l’iPad, toccate il pulsante accanto a Libreria per accedervi. Come vedete in figura 14 è statogenerato correttamente. Toccate i titolo che vi interessa per essere portati direttamente alla paginacorrispondente. 14 Visita il sito: http://www.comefarea.it
  • 15. Usa gli strumenti per la vita digitaleFigura 14: l’iPad vede il sommario generato da InDesign CS5ConclusioniIn questo articolo su Adobe InDesign CS5, abbiamo visto come esportare un ePub per iPad, ricordatetuttavia che gli ePub generati in questo modo sono compatibili con altri lettori in commercio, infatti sitratta di un formato standard. Resta sempre aggiornato sulle novità del sito Per mantenerti sempre aggiornato su nuovi contenuti interessanti, Come fare a... vi offre la possibilità di abbonarvi gratuitamente alla Newsletter Come fare a... all’indirizzo: http://www.comefarea.it/newsletter/ o, se usate Windows Live Messenger, di abbonarvi ai nostri Windows Live Alerts all’indirizzo http://www.comefarea.it/abbonamenti.php. Per gli utenti di Mac OS X Leopard è anche disponibile gratuitamente un Widget che vi terrà sempre informati sulle ultime novità 15 Visita il sito: http://www.comefarea.it

×