Tipologie di e-book

406
-1

Published on

Corso Bibliotecario digitale, 2014

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
406
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
14
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Tipologie di e-book

  1. 1. Anna Maria Tammaro E-book, e-book multimediali, e-reader Tipologie degli E-book A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  2. 2. Outline  E-book: è possibile che entri nelle nostre abitudini?  Produttori, prodotti, formati  Cambierà il modo di leggere?  Collaborare e apprendere con l’e-book A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  3. 3. Definizione 1. Dispositivo il cui schermo ha le dimensioni della pagina di un libro, equipaggiato in modo da caricare telematicamente il testo di uno o più libri e permetterne la lettura sullo schermo. 2. Qualsiasi libro reso disponibile in formato digitale per consentirne un’agevole consultazione sullo schermo di un personal computer. Dizionario Treccani A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  4. 4. Cultura del libro  Secondo Chartier la “cultura del libro” è un insieme di fattori materiali, testuali e di pratiche di fruizione.  Attualmente stiamo assistendo all’innovazione di tutti e tre gli elementi:    i supporti fisici la struttura del testo le pratiche di lettura A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  5. 5. Ecosistema e-book A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  6. 6. Prodotti digitali Accessibile molto più che solo e-book  riviste elettroniche, manuali digitali, piattaforme per l'apprendimento,  database bibliografici, database full-text,  risorse multimediali e interattive  Blog, wiki  RSS  Giornali e quotidiani A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  7. 7. Come l’editoria affronta il cambiamento     Nuovi modelli di diffusione, di distribuzione, di concepire la collaborazione con gli autori Di realizzare il dialogo con gli editori A.M.Tammaro  Il contesto della produzione e diffusione della conoscenza è diventato complesso a causa della convergenza al digitale di diversi settori: reti di telecomunicazioni, produttori di contenuti, fornitori di servizi Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  8. 8. Dispositivi dedicati alla lettura   Sono leggeri, consentono di voltare pagina, saltare all’indice, mettere segnalibri, fare note. Ma possono fare molto di più: consentono di memorizzare migliaia di volumi, possono mettere insieme al testo audio e video, permettono di leggere anche senza luce, hanno funzionalità di ricerca avanzate. A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  9. 9. e-paper, e-ink  Si tratta di fogli di plastica flessibile dotati di microchip, con piccole sferette metà bianche e metà nere magnetizzabili racchiuse all’interno: le configurazioni di magnetizzazione delle sferette permettono di comporre caratteri e grafica e il risultato sono fogli che consentono la lettura in modo molto simile ai fogli di carta stampati. A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  10. 10. Mercato editoriale A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  11. 11. Rapporto AIE 2013 E-book e digitale: raddoppia il mercato dei libri digitali – Si stima (anche se i player internazionali non conferiscono i loro dati di vendita) che il mercato e-book nel 2012 abbia raggiunto una quota di mercato (trade) compresa tra l’1,8% e il 2%: valori in assoluto ancora modesti, anche se in prevedibile crescita. Complessivamente il mercato digitale (ebook + banche dati) ha mostrato un andamento positivo nel 2012, che non compensa comunque le pesanti flessioni del mercato “fisico”: escludendo i prodotti ibridi (carta + cd-rom/Dvd rom) ha raggiunto infatti una quota di mercato del 6,4% (con una crescita in 3 anni del 44,3%). A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  12. 12. Innovazione dell’e-book  Interattività, multimedialità, ipertestualità e condivisione costituiscono una definizione di ‘e-book' molto diversa da quello che è il tradizionale libro cartaceo A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  13. 13. Prestito digitale    Il“prestito digitale" è ormai non solo in biblioteca. Amazon e B&N gestiscono il prestito di e-book tra utenti e favoriscono lo sviluppo di community indipendenti dedicate Lendle, e-bookFling, Lendinik, ecc. A.M.Tammaro In Italia  MediaLibraryOnLine ed Edigita,  in una logica "streaming" Readmelibri  in una logica di "noleggio" del titolo Simplicissimus Book Farm. Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  14. 14. Ruolo del web  L'e-book, oltre che oggetto digitale, è un servizio in rete (portale, cloud) cui essere connessi  Web app, enhanced e-books e app stanno cambiando radicalmente il tradizionale flusso di progettazione e produzione editoriale A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  15. 15. Criticità  Modalità di preservazione,  Obsolescenza dei formati,  Interoperabilità dei contenuti,  DRM,  Business model A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  16. 16. Cosa cambia nelle abitudini di lettura?  La lettura diventa un fenomeno sempre più sociale A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  17. 17. Lettura digitale A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  18. 18. Harry Potter  Nel libro di J. Rowling, Potter sarà l’unico a realizzare una pozione magica alla lezione di pozione di Horace Lumacorno perché possiede, suo malgrado, l’unica copia del manuale di “pozioni avanzate” “ Libro del Principe mezzosangue” annotata da Severus Piton con indicazioni e pozioni inventate e sperimentate da lui stesso A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  19. 19. Dalla autopubblicazione alla socializzazione della lettura Lettura sociale  Nuova alfabetizzazione  E-book come portale per contenuti in rete A.M.Tammaro Auto-pubblicazione  Open Access nelle Università  Piattaforme per autopubblicazione (Sigil, Calibre, ecc.) Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  20. 20. Condivisione sociale di letture  Anobii   http://www.anobii.com/ Goodreads – http://www.goodreads.com/  Bookliners  http://www.bookliners.com/_front/it/ A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  21. 21. Nuove possibilità Se cambiano i libri, deve cambiare anche il modo di fare e diffondere cultura in Italia: 1. condivisione e socializzazione del sapere 2. apprendimento collaborativo A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  22. 22. Collaborare ed apprendere A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  23. 23. Inanimate Alice Piattaforma di autopubblicazione rivolta agli studenti • issuu.com/ inanimatealice  A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  24. 24. Inkling  Steve Jobs, il fondatore di Apple aveva in mente di rivoluzionare il mercato degli e-book di testo. Come?  Rendendoli gratuiti, interattivi, e consultabili su iPad. – http://www.inkling.com/ A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  25. 25. Libri di testo collaborativi  Sperimentazione iPad   http://www.pianetaebook.com/2011/04/ipa d-nella-scuola-italianaprimo-bilanciopositivo-6143 Book in progress   Vendita libri scolastici – http://www.scuolabook.it/  Juke Book (Editore 0111)  http://www.0111edizioni.co m/ http://www.bookinprog ress.it/ A.M.Tammaro Cagliari Bibliotecario digitale 2014
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×