"Internet spiegato agli umarells&zdaore"

601 views

Published on

Un esperimento di alfabetizzazione digitale - TagBoLab @Agenda Digitale going local Bologna

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
601
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

"Internet spiegato agli umarells&zdaore"

  1. 1. “Internet
spiegato
agli
 Umarells&Zdaore”
un esperimento di alfabetizzazione informatica
  2. 2. Cos’è
TagBoLab?
 Il
Laboratorio
di
marke3ng
territoriale
nel
web
2.0

 del
Corso
di
Laurea
Magistrale

 in
Scienze
della
Comunicazione
Pubblica
e
Sociale
(COMPASS)
 dellUniversità
di
Bologna
Dopo 2 anni, siamo una redazione che racconta il territorio, e una comunità di pratica che lo analizza e coltiva intorno a sé un sistema di relazioni.
  3. 3. Quindi...
 Un laboratorio formativo che crea, anzitutto, inclusione digitale verso gli studenti
  4. 4. come?

  5. 5. con
una
formazione
learning
by
doing

 ...attraverso... un
wiki
(pb.works)
 una
mappa
(googlemap)
e
un
calendario
 
uno
storytelling
sul
blog
(wordpress)
 digital
Pr
sui
social
media
 evenE
off
line

  6. 6. dall’Università alla professione... Associazione spin off del Laboratorio La
mission
dell’associazione
è:
• 
proseguire
e
supportare
i
progeK
di
TagBoLab,
gestendo
il
blog
e
gli
strumenE
social.
 
• 
dare
nuova
linfa
alle
aKvità
di
TagBoLab
creando
sinergie
e
collaborazioni
riguardanE
la
 
cultura,
l’innovazione,
il
territorio,
la
partecipazione.
• 
diffondere
un
uso
consapevole
e
strategico
dei
media
sociali
in
streOo
rapporto
con
il
 
territorio
di
riferimento,
con
un
focus
sull’accessibilità
e
il
knowledge
divide.
 hOp://www.tagbolab.it/sociallab/


  7. 7. ...da discenti a formatori“Internet
per
Umarells
&
 Zdaure”
 4
appuntamenE

 Centro
Commerciale
MinganE
rivolto
a
un
pubblico
solitamente
 soggeOo
a
esclusione
digitale
 dall’inclusione digitale...
  8. 8. ...all’inclusione sociale e spaziale • usando
un
linguaggio
legato
al
territorio

 
 (umarells
e
zdaore)
• uscendo
dagli
spazi
tradizionali

 
(un
centro
commerciale
di
periferia)
 • unendo
la
presenza
on
line
e
off
line

 
 (più
familiare
al
pubblico
interessato)

  9. 9. “Nell’inizia/va
di
SocialLab
gli
umarells
sme8ono
di
essere
 ogge8o
di
studio
e
diventano

 i
principali
beneficiari
di
un
processo
forma3vo.
 Lo
scopo
principale
di
questa
inizia/va,
infa>,
è
quello
di
 coinvolgere
le
persone
che

 rischiano
maggiormente
di
restare

 ai
margini
della
società
digitale.
Sarà
interessante
registrare
le
reazioni
degli
umarells
davan/
a
 Internet,
probabilmente

 il
più
grande
can3ere
di
lavori
in
corso

 che
gli
sia
mai
capitato
di
vedere“.
 Piero
Ingrosso
(Work
in
progress)

  10. 10. alcuni dati 4
lezioni
 10
partecipanE
 5
donne
e
5
uomini
 2
sono
tornaE
(1
donna
e
1
uomo)
 gli argomenti più trattatiInternet
mail
Social
Network
Immagini/Video
 Word
Connessione
Skype

  11. 11. Punti di Punti di forza debolezza • Linguaggio
familiare
 
 • Difficoltà
nella
 
 comunicazione
 • Presenza
in
un
luogo
 
insolito
per
la
formazione
 • Durata
breve
del
corso
 
 • DestruOurazione
del
 
 • SceKcismo
e
diffidenza
 
 corso
 • Fidelizzazione
degli
 
 “alunni”,
grazie
al
loro
 stesso
passaparola

  12. 12. Grazie!
  13. 13. Il
Lab
è
coordinato
da...
 Michele d’Alena http://www.micheledalena.it michele.dalena@gmail.com @MicheledAlena
 SocialLab http://www.sociallab.bologna.it sociallab.bologna@gmail.com hOp://www.tagbolab.it/



×