Your SlideShare is downloading. ×
Fiordaliso poesie- di Angela Tocco
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Fiordaliso poesie- di Angela Tocco

555
views

Published on

un libro di poesie, edito dal Centro di Spiritualità "Sul Monte", Castelplanio (AN).

un libro di poesie, edito dal Centro di Spiritualità "Sul Monte", Castelplanio (AN).

Published in: Spiritual

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
555
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Angela Tocco Ho intitolato questa raccolta di poesie FIORDALISO. Un fiore che cresce spontaneo ovunque. Generalmente è di colore azzurro e ha stregato la mia fanciullezza. Per sfuggire alla sorveglianza dei miei familiari spesso mi rifugiavo nei campi di grano circostanti. Cosi riparata, raccoglievo fiordalisi, papaveri. Fiordaliso ha dei significati simbolici come: * Delicatezza * Amore * Felicità * Purezza di cuore È un fiore che ben si addice a queste pagine cariche di luminosità, di colori, di luce: voci dell’anima, Cantico e Testamento. “Sul Monte”
  • 2. Angela Tocco Fiordaliso poesie Centro di Spiritualità “Sul Monte” Castelplanio (An)
  • 3. LE PERLE - Poesie e preghiere Centro di Spiritualità “Sul Monte” 1. Piccotti M. Vissani A.M. Sul monte Il Signore provvede (testi e foto per pensare al dono del Centro), Centro di Spiritualità “Sul Monte, Castelplanio (AN) 1995 2. Piccotti M., Alla sera io ti invoco – salmi riletti in chiave pasqua- le, Centro di Spiritualità “Sul Monte, Castelplanio (AN) 1996 3. Piccotti M., Eppure Tu sei sceso fin qui – Poesie nate da un pel- legrinaggio in Terra Santa, Centro di Spiritualità “Sul Monte, Ca- stelplanio (AN) 1998 4. AA.VV. Sia benedetto il Sangue di Cristo – Preghiere per il triduo pasquale nella settimana, Centro di Spiritualità Sul Monte, Castel- planio (AN) 2000 5. Tocco Angela, Fiordaliso. Poesie. Centro di Spiritualità “Sul Monte, Castelplanio (AN) 2010 Via Sabatucci, 15 - 60031 Castelplanio (An) www.sulmonte.org - asc.castelplanio@libero.it
  • 4. Ai ragazzi e ai giovani che nella mia lunga esperienza ho incontrato e amato Ad Ambra. che un incidente l’ha tolta ai nostri occhi, ma non al nostro cuore perchè tutti insieme possiamo costruire un mondo migliore dove la fede in Dio l’amore e la pace circolano ad ogni passo.
  • 5. Fiordaliso NOTA PERSONALE La trasparenza, le relazioni autentiche, la felicità, la bellezza sono la ricerca costante della mia vita. Le cose soffocano e senza nessuno nel cuore, si muore. Non si vive più. Pertanto, Dio è la mia prima dimora in assoluto la mia comunione La mia novità È in questo movimento interiore che raccolgo i miei pensieri che non posso trascurare e persistono per venire alla luce. Anche i sogni non vogliono rimanere nascosti e aspettano per es- sere condivisi. Così queste espressioni poetiche sono la realtà della mia anima, profondamente connessa con Dio e ad ogni essere vivente. Una realtà che svelo con pudore e umiltà, proprio in questo parti- colare contesto di condivisione. Fin d’ora ringrazio quanti leggeranno questi frammenti e mi augu- ro che ognuno vi trovi qualcosa di interessante per la propria vita. Firenze, Natale 2010 A. T.
  • 6. Fiordaliso PRESENTAZIONE La poesia è un modo di sentire la realtà che ci circonda, un modo di viverla, sperimentarla. La poesia e l’arte per trasmettere messaggi, il significato semanti- co delle parole insieme al suono e al ritmo che la scrittura cattura e imprime ad esse. La poesia è un’arte rara, e non è fuori, è dentro: è la persona. Questa è la poesia di Angela. Con la sua leggera trasparenza ci apre una visione dell’Universo, dove sembra di toccare il Crea- tore di tanta bellezza e dove tutto sembra condensarsi nella pura Essenzialità. Mentre dipinge la natura, la realtà delle piccole e grandi cose, i colori del silenzio, le voci dell’anima, dell’amicizia: il pensiero corre con ritmo musicale e le parole sono piene di luce. La poesia sboccia da una profondità interiore e da una spiccata sensibilità per qualunque cosa esista. C’e quel senso di originalità di una vita piena di stupore, di sogni, passione, dedizione. Con una prospettiva esistenziale del tempo che fugge, è consa- pevole che bisogna portare a termine qualcosa di importante, e l’autrice presenta queste riflessioni come qualcosa di prezioso che non le appartiene e che non può trattenere per sè. Perchè la poesia è un dono e pertanto lei ha l’obbligo di condi- viderlo. Tutti noi conosciamo Angela e le siamo grati di questa genero- sità. Siamo sommamente felici di avere questi suoi frammenti d’anima perchè i suoi raggi arrivano anche a noi e ci circondano d’Amore. Anna Maria Vissani
  • 7. Fiordaliso
  • 8. Fiordaliso Bellezza Ci sono richiami che ci lanciano in avanti verso zone di luce. L’intensità oscura la vista Sono momenti in cui l’anima si risveglia si solleva nella direzione dello spirito. In questo stato avanza come sul ciglio di un abisso Ma la seduzione del Bene prevale su quella del male il desiderio di Dio di quell’Amore che va oltre il sensibile e conquista In questo fascino nasce quella visione cosmica che espande in tutto l’Universo voci di preghiera sentimenti di umiltà trasparenza infinita BELLEZZA
  • 9. Fiordaliso Stupore Ogni cosa è bella profondamente sacra C’è meraviglia lungo il cammino Nella calma interiore nel segreto del cuore Dio è dentro di noi Fasci di luce illuminano sentimenti profondi Il coraggio si raddoppia Lo sguardo si affina nel valutare piccole cose C’è melodia e i colori dell’anima sono più vivi LO STUPORE spazia nel suo incantesimo
  • 10. Fiordaliso Il Dono Come petali di fiori ogni dono comunica bellezza sentimenti affetti gratitudine segni di festa Nello specchio della vita riflette grazia generosità Il suo linguaggio viene dall’intimo e ricerca attenzione amore Nei suoi semplici gesti il dono più alto gratuito di sé esplode e canta la felicità
  • 11. Fiordaliso L’abbraccio Il momento più dolce più alto dell’esistenza è quando l’amore l’umiltà il coraggio l’amicizia si espandono ristorano il cuore I sentimenti i desideri accendono una luce di energia di abbandono di compassione Nel richiamo unico si avverte una festa una danza di gioia L’abbraccio stringe sul petto l’amico ritrovato 10
  • 12. Fiordaliso Fedeltà La vita è bellezza violenza trasparenza Ci sono momenti di stupore che alleggeriscono il cuore e momenti che ci tengono occupati in cui moltiplichiamo e uccidiamo il tempo In differenti modi amore e angoscia toccano le nostre anime con punte di acciaio penetranti La grazia della Riverenza della Sacralità della Pietà ci invita a non contaminarci con pensieri negativi che possono ferire la mente il cuore e lo spirito La preghiera per la salute l’energia per la quiete riflessione per la pace ci da un senso di unità e di interezza ispirandoci una nuova visione cosmica Solo il DONO di noi stessi non di quello che abbiamo ma di quello che siamo ci conduce sul sentiero della totale FEDELTÀ 11
  • 13. Fiordaliso L’attesa Non è facile quando si è lavorato servito amato fatto tutto il possibile con passione entusiasmo gioia attendere ancora Nello scorcio di vita che rimane sembra ci sia da portare a termine qualcosa d’importante Ma nessuno conosce l’interiore sofferenza la solitudine il coraggio la pazienza per allungare il tempo per non sciuparlo ed essere sorridenti particolarmente con bambini ragazzi loro che sono la luce dei miei occhi Attendere è saper vedere che da un seme maturo può nascere un nuovo germoglio Si possono creare migliori rapporti e continuare a vivere per non morire Senza fretta attendere il momento giusto è segno di maturità 12
  • 14. Fiordaliso L’amico Non è facile racchiudere in parole la persona con cui puoi essere te stesso Bisogna immaginare qualcuno capace di ascoltare i tuoi silenzi e il rumore delle lacrime quando a piangere è il tuo cuore Un amico è colui che ti cerca È un compagno di viaggio sempre al tuo fianco Non hai bisogno di parlare Con uno sguardo lui ti capirà ti sosterrà Questo amico non potrà mai morire È la persona più cara che hai 13
  • 15. Fiordaliso Caterina Oltre l’azzurro del cielo è rimasto vivo intatto luminoso il cuore il sentimento di una Stella Lunghi chilometri ci separano per anni Eppure la distanza ha rafforzato l’esperienza l’intesa il rapporto aperto sincero Ogni Stella operosa di dedizione passione ha lodato amato servito il Creatore e i fratelli CATERINA Nessuna Stella potrebbe vivere isolata senza conforto sostegno 1
  • 16. Fiordaliso L’ amicizia è necessaria alla vita e rimane il bene più forte di ogni altro bene Nessuno potrebbe vivere senza questa virtù che s’accompagna ad ogni altra virtù CATERINA! 1
  • 17. Fiordaliso Passione La vita è Novità non è mai statica Se siamo convertiti credenti rivestiti di Gesù Crocifisso un Amore nuovo cresce in noi. Siamo come in volo in combattimento sempre in cammino verso Qualcuno che è al di là di noi stessi Nel cuore c’è bellezza tenerezza desiderio richiamo mai appagato Passione è estasi in Dio divenire movimento attrazione Deve cambiare succedere qualcosa Se siamo unite nella diversità e avanziamo insieme se portiamo i pesi gli uni degli altri non c’e bisogno di nuovi riformatori ma di nuovi Santi Se il cuore si spegne e non ama più non cresce la Novità Mentre così convertiti ritroviamo i principi della Verità dell’esperienza mistica spirituale e aggrappati a Gesù Crocifisso alla Vergine Madre a Maria De Mattias la Santità diventa fino alla fine l’unica PASSIONE di VITA 1
  • 18. Fiordaliso L’essenza Sentimenti bellezza amore abitano all’interno La mente il cuore sono fuori la limitazione del tempo Pensieri unici speciali guidano lungo la via PACE visione aperta orizzonte infinito centro dell’ESSENZA 1
  • 19. Fiordaliso Astrazione Ogni giorno la vita ci afferra e trasporta Ci interpella Ci rende partecipi dei suoi eventi Ci obbliga ad essere organizzati efficienti disciplinati trasparenti Eppure nello scorrere leggero o pesante di queste realtà possiamo vivere momenti spirituali dentro di noi Nella genuina armonia che viene dal cuore rimanere sospesi in un’estasi interiore Allora l’anima vibra di gioia di fronte al sorriso di un bambino Al sorgere dell’alba Al tramonto del sole Alla bellezza della natura Ai colori e al linguaggio dell’arte In questa pura ASTRAZIONE di fede e beatitudine si celebra l’incontro con Dio 1
  • 20. Fiordaliso Variazioni Il tempo segue ritmi ordinari rapidi talvolta rilassanti o travolgenti portandosi dietro anni energia salute Bisogna estendere questo scorcio di vita che ci rimane e vedere il futuro lontano pieno di speranza Importante non disperdersi in una molteplicità di cose Dilatare questo spazio e con l’occhio toccare l’Essenziale Accettare anche la limitazione delle proprie forze e imparare a pensare in termini più estesi universali rimanendo forti solari positivi Il tempo passerà ma non potrà mai mancare il nostro impegno e servizio d’amore per l’umanità 1
  • 21. Fiordaliso Il Richiamo Un amore intenso torna alla ribalta I nostri occhi fissi su Lui su volti diversi ma sempre unicamente Lui Crocifisso e Risorto La nostra novità di donne convertite credenti disposte a rivestirci di Lui Nell’avventura dell’anima con la luce dei suoi occhi infiniti con il richiamo del suo amore formiamo l’unità di una sol’anima e di un sol cuore 20
  • 22. Fiordaliso Terapia Accanto sei appena il segno di una presenza La tua vicinanza è come una pennellata di luce Una carezza che scalda il cuore Sei l’Amico che comprende e crea serenità Accanto allontani solitudini e ansie senza fine Hai l’abilità di catturare i segreti della penosa terapia e trasformarla nella normalità della vita Grazie all’infinito gentile Amico 21
  • 23. Fiordaliso La Svolta Si può percorrere qualsiasi sentiero e condurre un’esistenza libera felice Ma appena ci lasciamo andare appena osiamo staccare la presa dalla roccia cui siamo avvinti allora non basta conoscere noi stessi non basta cambiare noi stessi ma dobbiamo essere fedeli a noi stessi Dalle avversità passate vengono forza coraggio il bisogno di andare fino in fondo all’avventura Nella sicurezza spirituale l’anima si quieta guarda lungo le distanze e insegue la giusta direzione Con l’ultima ora del giorno la luce si fa più intensa non teme l’oscurità La SVOLTA decisiva della vita s’illumina di Lui Gesu Cristo 22
  • 24. Fiordaliso Linda Arrivi inaspettata dentro un alone di oscurità Linda Solo i tuoi piccoli occhi appena distinti brillano come stelle Sembri timida eppure c’è un fresco sorriso sul tuo viso I tuoi vestiti pesanti dicono che è inverno e le tue scarpe da tennis spiccano per grandezza ci stai dentro tutta intera Linda batufolino dolce vorremmo abbracciarti parlarti ma rimaniamo mute a fissarti Parla solo il nostro cuore che ha spalancato i confini e ti stringe fortemente con infinita tenerezza 23
  • 25. Fiordaliso Emanuele Grande è l’attesa pieno è l’amore Arrivi così all’improvviso e ognuno esplode in lacrime di gioia Bisogna raggiungerti Presto - Piccolino Tanto il nostro cuore è già pronto Ma ci sono Km di lontananza da percorrere Si avanza con le braccia pronte per abbracciarti tese per stringerti al petto Emanuele! Eccoti lì Sembra che tu stia aspettando proprio loro i tuoi amorevoli genitori che ora sono felici di averti tra le loro braccia e coprirti di baci Come sei bello Emanuele! Così dolce giocherellone Balli e ridi a squarciagola I tuoi genitori ti adorano I nonni impazziscono per te Tutti ti vogliamo un bene indescrivibile Tu ci fai sentire nuovi pieni di energie come persone impegnate per la vita che sboccia da te Ciao Emanuele! Spero di abbracciarti presto 2
  • 26. Fiordaliso Ludovica Sei sbocciata come un fiore translucente colore profumo bellezza Sei una creatura in miniatura Finemente cesellata delicata perfetta Ludovica Sei una meraviglia d’intelligenza ed emani incanto stupore dolcezza Sei come un piccolo sole e riscaldi il cuore allieti la casa di amore sorriso In tutto il tuo splendore sei la nostra primavera Sei adorabile LUDOVICA 2
  • 27. Fiordaliso La bellezza del nome: Benedetto B è per benedizione scesa dal cielo E è per espressione di felicità N è per novità al bambino speciale E è per entusiasmo pieno di energia D è per dono meraviglioso dell’amore E è per emozione profonda dell’anima T è per tenerezza dolce e soave del cuore T è per tesoro ineguagliabile, unico al mondo O è per opera del Creatore, ideato a sua immagine 2
  • 28. Fiordaliso Simone Un saluto uno sguardo una parola e l’intesa è immediata Alla presenza del padre Eugenio Simone guida con perizia e prudenza È così giovane sensibile maturo Studia a Pisa i numeri sono la sua passione ma anche la poesia la letteratura Il viaggio è piacevole Presto i cari monti della Maiella sono davanti con versanti brulli levigati o coperti di quercia di faggio Più in basso risalta il giallo acceso della ginestra L’arrivo dai miei familiari È commovente Simone col padre mi lancia un saluto “Ciao Giulìn” Sono felice 2
  • 29. Fiordaliso Silenzio cosmico C’è una specie di sosta dentro di noi che mette a tacere voci pensieri suoni rumori sollecitazioni che vengono dall’esterno Sembra di affondare in una profondità che rigenera tutto l’essere che vive e respira come in estasi Questo contesto stabilisce una comunione tra Dio e l’anima Il silenzio ha i suoi tempi i suoi riti crea spazi orizzonti vastissimi Dall’interno esplode una Luce cosmica che avvolge l’Universo Gli esseri viventi godono di questa bellezza e comunicano in silenzio la Presenza divina 2
  • 30. Fiordaliso I colori del silenzio In una linea sottile di apparente leggerezza la voce interiore come melodia apre le porte del silenzio Dal piccolo orizzonte i segreti del cielo il respiro della natura la musica dell’Universo I colori del silenzio creano immagini rivelano desideri nascosti in mille emozioni La speranza va oltre le parole Persone di ogni colore si stringono le mani Con un solo pennello dipingono insieme i pensieri dell’anima In questo agire silenzioso la realtà svela tutta la sua BELLEZZA 2
  • 31. Fiordaliso Le voci dell’anima Nella solitudine nel raccoglimento nella tensione dell’ascolto le voci interiori aprono le porte del cuore In questo stato le parole non fanno rumore non rompono schemi non infrangono regole Dolcemente arriva una musica una melodia e il respiro si fa più vivo Questa armonia ristabilisce la leggerezza la passione l’amore mentre linee sottili ravvivano colori di luce emozioni sentimenti Sono queste le voci dell’anima che nel silenzio riportano alla pura Essenza l’Universo intero 30
  • 32. Fiordaliso Luce di un sorriso Un dono chiesto infinite volte arriva inaspettato Lo riconosco in lontananza è lui! Gli occhi chiusi fissi sull’infinito Dolcemente la sua voce cattura la mia anima Ripete Subito Sempre Con gioia Gesù tu sei l’unico mio bene È un Angelo che prova a vivere d’amore sul palcoscenico della vita e fa la sua parte convinto che nell’amore ciò che conta è AMARE Il suo segreto è il patto di unità 31
  • 33. Fiordaliso Oggi desidero sorridere al mio Angelo e ringraziarlo di cuore La sua presenza è una benedizione che mi accompagna e rassicura 32
  • 34. Fiordaliso Arco di luce A passi decisi sotto la luna per accogliere il Mistero l’uomo alla luce d’oro della conoscenza scopre l’Universo le sue leggi e la sua evoluzione Il sistema solare e i suoi pianeti I segreti dell’atomo il profilo genetico Tecnologie avanzate in ogni campo A distanza di secoli quasi scintilla brucia lo spirito forte dell’uomo Solenne sotto il chiarore della sera l’intelligenza indaga definisce le cose svela orizzonti celati nell’ARCO DI LUCE 33
  • 35. Fiordaliso La luce A sera quando il buio si fa intenso il tramonto con i suoi colori illumina l’orizzonte Negli occhi brilla una luce che addolcisce lo sguardo È la rivelazione dell’anima che esce dalla solitudine e confida i suoi segreti Fuori in lontananza il cielo e la terra cooperano al passaggio di questa luce Le tenebre si trasformano in pieno giorno e segnano la via dell’Amore Tutti gli esseri viventi ascendono nel sublime attratti e colpiti dalla bellezza di questa LUCE 3
  • 36. Fiordaliso L’alba Cammino col sole che sorge e porta la luce del giorno La natura si risveglia Il movimento si fa più intenso Man mano ogni cosa si chiarisce Gocce di rugiada piccoli fili d’erba voci di preghiera creano l’armonia Nel tramonto nel silenzio della notte aspetto di nuovo l’alba per camminare alla luce del giorno 3
  • 37. Fiordaliso Luce interiore Ci sono momenti particolari in cui l’anima si raccoglie Scende nel profondo e si riposa in comunicazione col Divino E’ il momento dell’Illuminazione Nell’Universo le piccole grandi cose tutti gli esseri viventi appaiono nella loro bellezza L’anima rapita gode di questa presenza e stabilisce quella relazione pura che l’avvolge di una luce interiore indicibile 3
  • 38. Fiordaliso Cantico “Ecco faccio una cosa nuova” Is. 3,1 Il Profeta nella sua visione grida come un guerriero in guerra perchè vuole radunare tutti i popoli della terra La sua voce incalza per convertirli conciliarli ricreare la VITA nella novità dello Spinto Egli vuole che siano uniti nell’ardore della giovinezza nel servizio e nel sacrificio nella pausa dell’età avanzata Dalla ricchezza condivisa far sparire la povertà la fame la guerra Cambiare le tenebre in luce e i luoghi aspri in pianura dove la terra irrigata fa germogliare frutti di pace di gioia solidarietà Con l’energia divina sostenere ogni uomo nel suo bisogno più profondo e guidano nel cammino dell’AMORE Solo in questa dimora può sorgere “una cosa nuova” e cantare inni al Signore 3
  • 39. Fiordaliso Testamento Vorrei condensare la mia vita in una sola parola Grazie per il bene ricevuto in abbondanza Per i giorni felici e per quelli bui Per la sofferenza che non è mancata Grazie per tutto l’affetto dei miei cari lontani ma sempre presenti Per le mie sorelle acquisite alle quali sono legata dallo stesso Ideale Grazie per gli amici i miei ragazzi i miei professori Per le famiglie che mi hanno sempre stimata e sostenuta Grazie perchè da tutti ho ricevuto molto Grazie per quel poco che ho potuto donare ogni giorno amando e servendo con passione con gioia Grazie della visione aperta della fede universale che mi consente di abbracciare tutta l’umanità Grazie di ogni notte 3
  • 40. Fiordaliso in cui aspetto l’alba per guardarTi nella luce che sorge e dirTi ancora fino all’ultimo respiro Grazie Signore 3
  • 41. Fiordaliso 0
  • 42. Fiordaliso NOTA BIOGRAFICA Angela Tocco nata a Palena (Chieti) è laureata in lettere moderne. Vive a Firenze ed è stata diri- gente della scuola secondaria di primo grado “S. Maria De Mattias”. Della Santa ha pubblicato un fumetto bilingue “La bimba vivace” per ragazzi. La scuola fa parte del complesso Villa “La colom- baia”, dove nacque Florence Nightingale. La sua passione è la poesia e compone versi lineari e di estrema musicalità. Con Edizioni della Meridiana ha pubblicato la raccolta di poesie “il Girasole”. Nel 2008 ha pubblicato la biografia bilingue su Florence Ni- ghtingale, fondatrice delle Crocerossine, e questo conferma la sua profonda sensibilità e attenzione ai valori più alti della vita, quali l’amore, la pace, la solidarietà. Nel 2009 ha pubblicato il fumetto “I sogni di Florence”, per i ra- gazzi. Via di Santa Maria a Marignolle, 2 50124 Firenze e-mail: angelatocco@hotmail.com 1
  • 43. Fiordaliso 2
  • 44. Fiordaliso POSTFAZIONE Poesia come mistica Il linguaggio della poesia è il più adatto ad esprimere ciò che in ognuno di noi è inesprimibile, ineffabile (proprio come l’esperienza mistica dei santi). Parole ed espressioni, detto e non detto, flebili suoni e misteriosi silenzi, sogni e promesse, eventi e utopie. Tutto è custodito, come in uno scrigno, nella poesia. Scrive Massimo Baldini: «il linguaggio della poesia, come quello della mistica, è un linguaggio intessuto di paradossi. La paradossia risveglia l’attenzione della mente dalla letargia delle comode abitudini linguistiche, crea stupore, sorpresa, pone in nuova luce ciò che il linguaggio ordinario (o quello teologico) avevano opacizzato. Tanto il mistico quanto il poe- ta tendono ad essere dei sovversivi sul piano della lingua, crea- no il loro linguaggio via via che procedono. Anche il mistico compie a livello linguistico ciò che Eliot diceva essere tipico del poeta, e cioè “deviare il linguaggio rendendolo significati- vo”, e per entrambi vale ciò che Paul Valéry affermava essere proprio del “vero scrittore”, e cioè l’essere “un uomo che non trova le parole”. Il mistico ha bisogno di una lingua giovane, per questo è vittima di una crisi linguistica che lo può spin- gere sino a cercare di uccidere il linguaggio. Il mistico ama le antitesi, i paradossi, gli ossimori, i termini superlativi. Egli non ascolta il consiglio di Cicerone per il quale la metafora doveva essere riservata (pudens) e non ardita, infatti mostra di prediligere le metafore assolute, audaci, vive. La sua è una metaforicità tanto ardita da essere talora ebbra.» La poesia è l’arte di usare, per trasmettere un messaggio, il significato semantico delle parole insieme al suono e il ritmo che queste imprimono alle frasi; la poesia ha quindi in sé alcu- ne qualità della musica e riesce a trasmettere emozioni e stati d’animo in maniera più evocativa e potente di quanto faccia 3
  • 45. Fiordaliso la prosa. Una poesia non ha un significato necessariamente e realmente compiuto come un brano di prosa, o, meglio, il significato è solo una parte della comunicazione che avviene quando si legge o si ascolta una poesia; l’altra parte non è verbale, ma emotiva. Poiché la lingua nella poesia ha questa doppia funzione di vettore sia di significato sia di suono, di contenuto sia informativo sia emotivo, la sintassi e l’ortogra- fia possono subire variazioni (le cosiddette licenze poetiche) se questo è utile ai fini della comunicazione complessiva. “La poesia ha bisogno di cose palpabili, si nutre di immagini. Per me l’obiettivo è essere capaci di ottenere entrambi, una ricerca dell’invisibile ma anche un profondo interesse verso il visibile, verso la concretezza della vita” (il poeta polacco Adam Zagajewski). Chi prende tra la mani questo libro legga e si immerga nelle profondità della vita, lì dove il confine tra la realtà e il deside- rio è quasi inesistente. Anna Maria Vissani
  • 46. Fiordaliso INDICE Nota personale 4 Presentazione 5 Bellezza 7 Stupore 8 Il dono 9 L’abbraccio 10 Fedeltà 11 L’attesa 12 L’amico 13 Caterina 14 Passione 16 L’essenza 17 Astrazione 18 Variazioni 19 Il richiamo 20 Terapia 21 La svolta 22 Linda 23 Ludovica 24 Emanuele 25 Benedetto 26 Simone 27 Silenzio cosmico 28 I colori del silenzio 29 Le voci dell’anima 30 Luce di un sorriso 31 Arco di luce 33 La luce 34 Luce interiore 35 L’alba 36 Cantico 37 Testamento 38 Nota biografica 41 Postfazione 43
  • 47. Fiordaliso
  • 48. Fiordaliso OCCHI DI GUFO Non vedete, o saggi, non vedete, o assonnati dagli occhi cisposi, uomini e donne dagli occhietti stretti e semichiusi, che Dio ha fatto gli occhi dei gufi e delle civette così enormi affinché fossero occhi che vedono nella notte, quando le cose sono ciò che sono e nient’altro? Per scrutare le tenebre bisogna avere occhi smisurati, gli occhi di Dio stesso. Allora la notte diventa luce. Gli occhi di Dio! Enormi, così enormi che un giorno qualcuno disse: “Bisogna chiamarlo Theós”, Colui che vede, si stupisce e si meraviglia. (L. A. Lassus, Pregare è una festa, Gribaudi). Dio ha fatto gli occhi dei gufi e delle civette così enormi affinché fossero occhi che vedono nella notte. Per scrutare le tenebre bisogna avere occhi smisurati, gli occhi di Dio stesso. Allora la notte diventa luce. I gufi si ostinano a scrutare la notte con i loro occhi rotondi. Sono là come sentinelle in attesa, pazientemente appollaiate sulle loro fragili zampe, fino a che si levi l’altro sole, un altro giorno. Bisogna diventare uomini e donne dagli occhi immensi: Occhi che già ci fanno sognare l’alba. Occhi che ci fanno intravedere, anche nella notte più oscura, i co- lori di un’alba promessa. Occhi che penetrano il mistero con l’intuizione del poeta.