SALUTE E SICUREZZA: meno rischi sulla strada                        I DATI                  Sandro VedoviEsperto sicurezza...
LA FONDAZIONE ANIA               PER LA SICUREZZA                   STRADALELa Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale è...
Da dove partire …I dati       ISTAT (2010)           ANIA (2010)Morti4.090                 Morti e FeritiFeriti           ...
L’Italia…la più debole nell’UE27!Siamo il Paese più in emergenza in termini di numero di vittime in valoreassoluto. Fonte:...
Morti e Feriti in incidentistradali con mezzi pesanti                               5
Le ore della notte sono le più a rischio                                     6                                         6
Il rischio strada aumentaUn lavoratore chesvolge una attivitàche prevede come               Indice frequeza infortuni mort...
TIR conto terzi  Seria è la situazione dell’incidentalità delle flotte mezzi  pesanti conto terzi.  Per gli oltre 220.000 ...
Gli infortuni sul lavoroFortunatamente gli infortuni sul lavoro sonoin diminuzione. Secondo gli ultimi dati INAILnel 2011 ...
La strada uccide più del cantiereSe analizziamo i dati degli infortuni mortali permodalità d’evento possiamo notare come o...
Cause di infortunio76 % Comportamento  imprudente con atti  pericolosi (cause  comportamentali).20 % Carenze  impiantistic...
Il PROBLEMA    Crescono gli infortuni sulla stradaCrescono gli infortunisu      strada    checoinvolgono:i lavoratori che ...
Infortunio stradale un problema cherichiede attenzioneI numeri richiamano            +attenzione ai lavoratorialla guida  ...
Grazie per l’attenzioneWWW.FONDAZIONEANIA.IT                            14
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

43 ausl-bologna_autotrasporto_dati

99

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
99
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

43 ausl-bologna_autotrasporto_dati

  1. 1. SALUTE E SICUREZZA: meno rischi sulla strada I DATI Sandro VedoviEsperto sicurezza stradale e risk management Fondazione ANIA 1
  2. 2. LA FONDAZIONE ANIA PER LA SICUREZZA STRADALELa Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale è nata nel 2004, pervolontà delle Compagnie di assicurazione, al fine di migliorare i livelli disicurezza stradale, attraverso azioni che riducano il numero e la gravitàdegli incidenti.La Fondazione ANIA mette in campo progetti e iniziative volte asensibilizzare l’opinione pubblica, a formare in modo più completo chi simette al volante di qualsiasi veicolo e a educare tutti i cittadini al rispettodel codice della strada.Allo stesso tempo, la Fondazione collabora con le maggiori istituzioninazionali e locali, per avvicinarle ai problemi degli utenti della strada e 2migliorare le infrastrutture esistenti sul territorio.
  3. 3. Da dove partire …I dati ISTAT (2010) ANIA (2010)Morti4.090 Morti e FeritiFeriti 1.069.815302.735Incidenti N. Sinistri211.404 3.535.512 Frequenza sinistri 8,12% 3 3
  4. 4. L’Italia…la più debole nell’UE27!Siamo il Paese più in emergenza in termini di numero di vittime in valoreassoluto. Fonte: CARE 4 4
  5. 5. Morti e Feriti in incidentistradali con mezzi pesanti 5
  6. 6. Le ore della notte sono le più a rischio 6 6
  7. 7. Il rischio strada aumentaUn lavoratore chesvolge una attivitàche prevede come Indice frequeza infortuni mortali x 1.000 addetti (Fonte INAIL media triennio 2001-mansioni la guida 03)di un automezzoha un rischiomedio più elevatodi colui che svolge Trasporti 0,23un’attività Industria 0,06lavorativa che 0 0,05 0,1 0,15 0,2 0,25prevede minorispostamenti. 7
  8. 8. TIR conto terzi Seria è la situazione dell’incidentalità delle flotte mezzi pesanti conto terzi. Per gli oltre 220.000 veicoli trasporto merci conto terzi si è registrata una frequenza dei sinistri causati del 39,6%. Questo significa che su cento autocarri assicurati, circa 40 sono stati coinvolti in un incidente stradale con responsabilità del conducente, ed un costo medio di circa 4.700 € per sinistro. Veicoli per Numero Frequenza Costo medio Distribuzione % conto terzi veicoli sinistri causati sinistri gestitiIncidenti 191.284 100% 39,6% 4.657 Tali valori risultano nettamente superiori a quelli registrati da tutte le tipologie di veicoli nel loro insieme, per le quali nel 2009 si è registrata una frequenza sinistri di circa 7,7% e un costo medio di 3.721 euro. 8
  9. 9. Gli infortuni sul lavoroFortunatamente gli infortuni sul lavoro sonoin diminuzione. Secondo gli ultimi dati INAILnel 2011 sono stati:725.174 le denuncie (-6,6% rispetto al 2010)920 le vittime (-5,4% rispetto al 2010).In aumento invece quelli in itinere avvenutisulle strade:240 le vittime (+4,8% rispetto al 2010) 9
  10. 10. La strada uccide più del cantiereSe analizziamo i dati degli infortuni mortali permodalità d’evento possiamo notare come ormaiben oltre la metà delle vittime avvenga fuori dalluogo di lavoro, sulla strada.Ambiente di lavoro 450Circolazione stradale 230Itinere 240 10
  11. 11. Cause di infortunio76 % Comportamento imprudente con atti pericolosi (cause comportamentali).20 % Carenze impiantistiche e tecniche con condizioni di lavoro pericolose (attrezzature e procedure).4 % Fattori non controllabili ed imprevedibili. 11
  12. 12. Il PROBLEMA Crescono gli infortuni sulla stradaCrescono gli infortunisu strada checoinvolgono:i lavoratori che usano lastrada per motiviprofessionali. 12 12
  13. 13. Infortunio stradale un problema cherichiede attenzioneI numeri richiamano +attenzione ai lavoratorialla guida +attenzione econsiderazione al “rischiostrada” 13
  14. 14. Grazie per l’attenzioneWWW.FONDAZIONEANIA.IT 14
  1. Gostou de algum slide específico?

    Recortar slides é uma maneira fácil de colecionar informações para acessar mais tarde.

×