Your SlideShare is downloading. ×
43    ausl-bologna_autotrasporto_dati
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

43 ausl-bologna_autotrasporto_dati

93
views

Published on


0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
93
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. SALUTE E SICUREZZA: meno rischi sulla strada I DATI Sandro VedoviEsperto sicurezza stradale e risk management Fondazione ANIA 1
  • 2. LA FONDAZIONE ANIA PER LA SICUREZZA STRADALELa Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale è nata nel 2004, pervolontà delle Compagnie di assicurazione, al fine di migliorare i livelli disicurezza stradale, attraverso azioni che riducano il numero e la gravitàdegli incidenti.La Fondazione ANIA mette in campo progetti e iniziative volte asensibilizzare l’opinione pubblica, a formare in modo più completo chi simette al volante di qualsiasi veicolo e a educare tutti i cittadini al rispettodel codice della strada.Allo stesso tempo, la Fondazione collabora con le maggiori istituzioninazionali e locali, per avvicinarle ai problemi degli utenti della strada e 2migliorare le infrastrutture esistenti sul territorio.
  • 3. Da dove partire …I dati ISTAT (2010) ANIA (2010)Morti4.090 Morti e FeritiFeriti 1.069.815302.735Incidenti N. Sinistri211.404 3.535.512 Frequenza sinistri 8,12% 3 3
  • 4. L’Italia…la più debole nell’UE27!Siamo il Paese più in emergenza in termini di numero di vittime in valoreassoluto. Fonte: CARE 4 4
  • 5. Morti e Feriti in incidentistradali con mezzi pesanti 5
  • 6. Le ore della notte sono le più a rischio 6 6
  • 7. Il rischio strada aumentaUn lavoratore chesvolge una attivitàche prevede come Indice frequeza infortuni mortali x 1.000 addetti (Fonte INAIL media triennio 2001-mansioni la guida 03)di un automezzoha un rischiomedio più elevatodi colui che svolge Trasporti 0,23un’attività Industria 0,06lavorativa che 0 0,05 0,1 0,15 0,2 0,25prevede minorispostamenti. 7
  • 8. TIR conto terzi Seria è la situazione dell’incidentalità delle flotte mezzi pesanti conto terzi. Per gli oltre 220.000 veicoli trasporto merci conto terzi si è registrata una frequenza dei sinistri causati del 39,6%. Questo significa che su cento autocarri assicurati, circa 40 sono stati coinvolti in un incidente stradale con responsabilità del conducente, ed un costo medio di circa 4.700 € per sinistro. Veicoli per Numero Frequenza Costo medio Distribuzione % conto terzi veicoli sinistri causati sinistri gestitiIncidenti 191.284 100% 39,6% 4.657 Tali valori risultano nettamente superiori a quelli registrati da tutte le tipologie di veicoli nel loro insieme, per le quali nel 2009 si è registrata una frequenza sinistri di circa 7,7% e un costo medio di 3.721 euro. 8
  • 9. Gli infortuni sul lavoroFortunatamente gli infortuni sul lavoro sonoin diminuzione. Secondo gli ultimi dati INAILnel 2011 sono stati:725.174 le denuncie (-6,6% rispetto al 2010)920 le vittime (-5,4% rispetto al 2010).In aumento invece quelli in itinere avvenutisulle strade:240 le vittime (+4,8% rispetto al 2010) 9
  • 10. La strada uccide più del cantiereSe analizziamo i dati degli infortuni mortali permodalità d’evento possiamo notare come ormaiben oltre la metà delle vittime avvenga fuori dalluogo di lavoro, sulla strada.Ambiente di lavoro 450Circolazione stradale 230Itinere 240 10
  • 11. Cause di infortunio76 % Comportamento imprudente con atti pericolosi (cause comportamentali).20 % Carenze impiantistiche e tecniche con condizioni di lavoro pericolose (attrezzature e procedure).4 % Fattori non controllabili ed imprevedibili. 11
  • 12. Il PROBLEMA Crescono gli infortuni sulla stradaCrescono gli infortunisu strada checoinvolgono:i lavoratori che usano lastrada per motiviprofessionali. 12 12
  • 13. Infortunio stradale un problema cherichiede attenzioneI numeri richiamano +attenzione ai lavoratorialla guida +attenzione econsiderazione al “rischiostrada” 13
  • 14. Grazie per l’attenzioneWWW.FONDAZIONEANIA.IT 14