214 lavoro poletti non più tollerabili minacce ed aggressioni al personale ispettivo

48
-1

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
48
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

214 lavoro poletti non più tollerabili minacce ed aggressioni al personale ispettivo

  1. 1. COMUNICATO STAMPA Lavoro: Poletti, non più tollerabili minacce ed aggressioni al personale ispettivo Giovedì 22 maggio iniziativa a Napoli sul contrasto del sommerso Gli ispettori del lavoro svolgono da sempre, anche nei difficili momenti di crisi economica, una funzione essenziale per tutelare i diritti fondamentali dei lavoratori e garantire la corretta concorrenza delle imprese sul mercato. Non sono più tollerabili gli episodi di minacce ed aggressioni fisiche e verbali che hanno coinvolto il personale ispettivo negli ultimi mesi. Per questo siamo incondizionatamente al fianco degli ispettori per supportarli al meglio nel momento in cui viene messa in discussione l’importanza e la credibilità della loro attività”. È quanto afferma Giuliano Poletti, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, in vista dell’iniziativa sul contrasto del sommerso nel Mezzogiorno, in programma a Napoli giovedì 22 maggio, presso Palazzo Reale. “Siamo consapevoli” -sottolinea Poletti- “della grande difficoltà e delicatezza dell’azione svolta dagli ispettori e dell’esigenza di potenziare e migliorare le condizioni complessive, sul piano organizzativo ed anche economico, per rendere più agevole, sicuro ed efficace il loro lavoro”. “Auspichiamo che l’incontro di giovedì” -aggiunge Poletti- “sia l’occasione per restituire al personale ispettivo la dignità che gli spetta agli occhi dell’opinione pubblica, e per riaffermare l’esigenza di legalità nel mercato del lavoro”. “Non basta” -conclude Poletti- “cambiare le regole se non si riesce a dare effettività alle nuove disposizioni: e questo è possibile solo se funziona un efficace politica dei controlli volti a contrastare comportamenti illeciti”. Roma, 20 maggio 2014

×