Workshop Fattore K Liguria: risultati delle ricerche - Andrea Zironi

  • 661 views
Uploaded on

Sintesi de risultati della ricerca Fattore K Liguria. Intervento di Andrea Zironi al workshop del 4 novembre a Genova

Sintesi de risultati della ricerca Fattore K Liguria. Intervento di Andrea Zironi al workshop del 4 novembre a Genova

More in: Business , Travel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
661
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2

Actions

Shares
Downloads
14
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Investire in conoscenza paga? Risultati delle ricerche Progetto Fattore K Liguria Andrea Zironi Capo Analista - Studio Giaccardi & Associati
  • 2. Fattore K Liguria
    • 5 AZIONI
    • “ per conoscere”
    • Aggiornamento dati di scenario con audit dei partner interregionali
    • Analisi del sistema di offerta turistica della Liguria con audit degli Assessori provinciali
    • Analisi delle performance delle PMI turistiche della Liguria
    • Quattro focus group con gli stakeholder turistici della Liguria
    • Workshop/seminario Fattore K - Liguria
    • 5 GOAL
    • “ per sapere come agire”
    • Benchmark internazionale e utilità modello Fattore K
    • “ Punto nave” su esigenze e percezioni del sistema
    • “ Punto nave” su esigenze e proposte delle PMI turistiche
    • “ Punto nave” su opinioni e proposte degli stakeholder
    • La leva Fattore K per la leadership
  • 3. Output Fattore K Liguria FATTORE K Regione Liguria 5 output 3.A Rapporto Performace PMI turistiche Liguria Risultati dell’analisi dei bilanci 2002-2007 3.B Rapporto Performance PMI turistiche Liguria Risultati interviste di approfondimento sugli investimenti immateriali 1. Rapporto di scenario A. Parte statistica B. Parte relazionale PROPOSTE K PER LE PMI DELLA LIGURIA STESSO TARGET 4. Rapporto dai focus group: opinioni e proposte K degli stakeholder turistici della Liguria 2. Rapporto su Tipologia e Offerta Turistica del Sistema Liguria Restyling e aggiornamento sito www.fattorekappa.it in collaborazione con Regione Emilia-Romagna
  • 4. PMI turistiche e capitale umano in Liguria IMPORTANZA SOCIALE Numero di PMI turistiche 2009 Occupati 2009
  • 5. Highlights dall’Azione 1 RAPPORTO DI SCENARIO Fonte: elaborazioni Studio Giaccardi & Associati su dati Istat, WTTC, INSEE, INE e IDESCAT
  • 6. Livello nazionale PIL - filiera “Viaggi & Turismo” 2000/07 - Italia, Francia e Spagna Valori espressi in miliardi di EURO
    • Francia , PIL più alto
    • Spagna, trend sempre positivi e superiori a + 5% ogni anno
    • Nel 2003 la Spagna supera l’ Italia
    • L’ Italia cresce nell’intero periodo di 10 miliardi di euro (+ 7%) , la Francia di 21 (+ 12%) , la Spagna di 56 (+46%)
    Fonte WTTC +3,8% -1,9% -3,1% +4,8% +6,4% +5,2% +2,1% -1% -3,2% +2,3% -0,1% +3,9% +4,1% +3,1% +6,4% +6,4% +5,1% -0,5% +3,7% +3,6% +6,2% ( 11% del PIL totale Francia) ( 17% del PIL totale Spagna) ( 10% del PIL totale Italia)
  • 7. Livello nazionale Occupati - filiera “Viaggi & Turismo” 2000/07 – Italia, Francia e Spagna Valori espressi in migliaia
    • Italia e Francia perdono rispettivamente 158 mila e 361 mila occupati. Il calo più consistente tra il 2001 e il 2003 (effetto Twin Towers)
    • La Spagna guadagna 397 mila occupati nel settore, superando la Francia nel 2003
    Fonte WTTC -0,4% -3,7% -5,4% +0,5% +3,7% +1,5% -0,2% +0,7% -2,5% -4,2% -1,9% +2,3% -0,3% +0,4% -2,4% +4,3% +0,2% +1,6% +0,5% +1% +0,8% ( 13% degli occupati totali Francia) ( 18% degli occupati totali Spagna) ( 11% degli occupati totali Italia)
  • 8. Livello regionale Arrivi 2000-2007 1° - Catalogna 2° - PACA 3° - Toscana 4° - E-R 5° - LIGURIA 6° - Sardegna
  • 9. Livello regionale Presenze 2000-2007 1° - Catalogna 4° - PACA 2° - Toscana 3° - E-R 5° - LIGURIA 6° - Sardegna
  • 10. Livello regionale Presenze 2000 – 2007  Composizione nazionali - stranieri
  • 11. Livello regionale Distribuzione mensile delle presenze 2003-05-07 LIGURIA CATALOGNA = = = ▼ = ▲ LIGURIA 28,3% 27,4% 28,2% Bassa (gennaio, febbraio, marzo, novembre, dicembre) 36,4% 36,7% 36,5% Media (maggio, giugno, settembre e ottobre) 35,3% 35,9% 35,3% Alta (luglio e agosto) 2007 2005 2003 Stagione CATALOGNA 28,3% 26,2% 25,7% Bassa (gennaio, febbraio, marzo, novembre, dicembre) 41,2% 41,6% 41,6% Media (maggio, giugno, settembre e ottobre) 30,6% 32,2% 32,7% Alta (luglio e agosto) 2007 2005 2003 Stagione
  • 12. Livello regionale Impatto presenze turistiche 2007 Utilizzazione strutture - Densità turistica Tassi utilizzazione lorda strutture ricettive 2007 [n° presenze / n° posti letto x 365] Tassi di densità turistica 2007 [n° presenze x kmq di superficie regionale] 38,4% Liguria 44,5% Catalogna Strutture alberghiere 23,9% Sardegna 28,1% Emilia Romagna 33,7% Toscana 43,3% PACA Tasso Regione 17,3% Toscana 23% Catalogna 25% PACA (solo camping) Strutture extra-alberghiere 10% Sardegna 13,1% Liguria 15,8% Emilia-Romagna Tasso Regione 492 Sardegna 1.119 Provenza-Alpi-Costa Azzurra 1.726 Emilia Romagna 1.813 Toscana 1.986 Catalogna 2.614 Liguria Tasso Regione
  • 13. Highlights dall’Azione 2 RAPPORTO SU TIPOLOGIA E OFFERTA TURISTICA DEL SISTEMA LIGURIA
  • 14. dal Piano Turistico Regionale 2008-2010
    • SETTE PUNTI DI FORZA
    • Patrimonio ambientale/naturale
    • Mare
    • Clima
    • Caratterizzazione
    • Enogastronomia
    • Sicurezza
    • Buona localizzazione
    • DIECI PUNTI DI DEBOLEZZA
    • Destinazione poco conosciuta
    • Debole sviluppo di nuovi prodotti
    • Alta stagionalità
    • Carenze nel sistema ricettivo
    • Scarsa disponibilità di spiagge libere e servizi di spiaggia non inclusi nell’offerta
    • Prezzi relativi elevati
    • Accessibilità difficoltosa, debole sistema infrastrutturale di trasporto
    • Processo di aggregazione e di partnership molto limitato
    • Basso orientamento alla vendita
    • Management e risorse umane
  • 15. Dal Piano Turistico Regionale 2008-2010 10 linee guida per lo sviluppo
    • La marca Liguria
    • La qualità dell’offerta turistica come presupposto di base
    • La centralità delle risorse umane
    • Aggregarsi per competere
    • Concretizzare costantemente l’identità
    • Il “sistema nervoso” delle informazioni
    • Facilitare l’accessibilità
    • Meno promozione generica, più orientamento commerciale
    • Un sistema di intelligence a supporto delle decisioni
    • L’organizzazione come fattore-chiave
  • 16. Highlights dall’Azione 3 RAPPORTO SU ANALISI DELLE PERFORMANCE DELLE PMI TURISTICHE - Parte A > RISULTATI DELL’ANALISI DEI BILANCI 2002-2007 - Parte B > RISULTATI DELLE INTERVISTE ALLE IMPRESE
  • 17. Metodologia e processo operativo
    • A. ANALISI DEI BILANCI
    • Target  100 PMI turistiche - società di capitali
    • Acquisto e catalogazione bilanci 2002-2007 (ultimo anno disponibile)
    • Banca dati con oltre 30.000 dati delle PMI liguri (più altri 77.000 relativi a PMI di Emilia-Romagna, PACA e Catalogna)
    • Riclassificazione bilanci e calcolo dei principali indicatori gestionali e di business
    • Stima valori medi 2005 (PACA e Catalogna) e 2006 (Emilia-Romagna)
    • Classificazioni, elaborazioni, benchmark Liguria con Emilia-Romagna, PACA e Catalogna, rapporto di ricerca
    • B. INTERVISTE DI APPROFONDIMENTO
    • Target  100 PMI turistiche + 18 Consorzi di promozione turistica
    • Questionario di indagine
    • Comunicazioni con target  oltre 500 contatti telefonici
    • Interviste (CATI o autocompilazione) nel mese di giugno 2009
    • Banca dati (MS-Access), imputazione e omgeneizzazione risposte
    • Classificazioni, elaborazioni, benchmark Liguria con Emilia-Romagna, PACA e Catalognarapporto di ricerca
  • 18. Analisi dei bilanci  Confronti sul totale delle imprese
    • In Liguria valori medi sempre inferiori ad altre regioni (escludendo il risultato ante imposte)
    • Elementi legati alle dimensioni d’impresa caratteristiche del tessuto regionale: PMI liguri nell’insieme più piccole di quelle di Emilia-Romagna, PACA e Catalogna
    • Le immobilizzazioni immateriali in Liguria mostrano un trend in forte crescita che comporta
      • andamento positivo di fatturato e valore aggiunto
      • risultato ante imposte positivo ma limitato, trend medio in lieve crescita e superiore a Emilia-Romagna
    Risultato ante imposte € Valore aggiunto € Fatturato € Immobilizzazioni immateriali €
  • 19. Analisi dei bilanci  Confronti per classe di fatturato Piccole imprese
    • Forte aumento degli investimenti immateriali in Liguria a cui corrisponde:
      • crescita costante, ma a ritmo meno sostenuto di fatturato e valore aggiunto
      • risultato ante imposte altalenante e tendenzialmente decrescente, superiore a E-R ma molto inferiore a PACA e Catalogna
    • Risultati di business prodotti degli investimenti immateriali parziali
    Immobilizzazioni immateriali € Fatturato € Valore aggiunto € Risultato ante imposte €
  • 20. Analisi dei bilanci  Confronti per classe di fatturato Medie imprese
    • Andamento altalenante e in lieve calo degli investimenti immateriali, in linea con PACA ed E-R, molto inferiori a Catalogna
    • Questo si traduce in:
      • fatturato 2007 agli stessi livelli del 2002 e con valori sempre inferiori alle altre regioni
      • valore aggiunto complessivamente in crescita, ma su valori inferiori alle altre regioni
      • andamento sinusoidale del risultato ante imposte , che supera nel 2004 le buone performance della Catalogna e sempre quelle di PACA ed E-R
    Immobilizzazioni immateriali € Fatturato € Valore aggiunto € Risultato ante imposte €
  • 21. Analisi dei bilanci  Evidenze
    • in generale, le imprese che investono maggiormente in risorse immateriali fanno registrare migliori performance risultati in termini di fatturato , valore aggiunto e utile ante imposte
    • le imprese della Liguria non sempre riescono, come succede in PACA e soprattutto in Catalogna, a tradurre gli investimenti immateriali realizzati in risultati performanti a livello di fatturato, valore aggiunto e utile d’impresa
    • le imprese della Liguria sostanzialmente non crescono in competitività , rivelano cioè un comportamento di stazionamento
      • in un mercato globalizzato e denso di improvvisi cambiamenti di scenario, questo comportamento può divenire più un rischio aggiuntivo inconsapevole che una sicurezza acquisita
    • Considerando quindi il rapporto tra investimenti immateriali e risultati di bilancio, quale è in sintesi la performance delle PMI della Liguria a confronto con quelle delle altre Regioni?
    Nelle interviste dirette alle imprese abbiamo verificato queste valutazioni e come si sono realizzate     Liguria    Medie imprese    Piccole imprese    TO/AdV    Hotel PACA Catalogna E-R Tipologia
  • 22. Fattore K Liguria  adesione alle interviste 100 PMI turistiche Liguria Società di capitali + 18 Consorzi (solo interviste) 100 (100%) le PMI coinvolte nell’analisi dei bilanci 2002-2007 65 (su 118) (55%) hanno partecipato alle interviste di approfondimento 76 (76%) HOTEL 36 (54%) HOTEL 24 (24%) TO/AdV 17 (26%) TO/AdV 12 (18%) consorzi
  • 23. Interviste  Investimenti immateriali realizzati nel 2007-2008 Analisi per macro-tipologie di investimento 92,9% 85,7% 60,6% 38,5% Formazione (tecnica, manageriale) 3,1% 21,5% 24,6% 29,2% 30,8% 32,3% 46,2% 55,4% 89,2% Liguria (65 imprese) 85,7% 75,5% 65,2% Scelte organizzative (business plan, progetti societari, joint venture, strategie di vendita, politiche di incentivazione per i collaboratori, riorganizzazione dei processi aziendali) 90,5% 85,7% 69,7% Sviluppo delle relazioni (analisi della soddisfazione del cliente, iscrizione a organizzazioni di categoria e rappresentanza, partecipazione a progetti di sviluppo locale con altri soggetti pubblici e privati del territorio - Consorzi, associazioni, enti, etc. - ) 95,2% 79,6% 86,4% Informatica e sistema informativo (sistemi gestionali, acquisto nuovi software, banche-dati clienti e/o fornitori) 6,1% 22,7% 34,8% 56,1% 87,9% 89,4% E-R (66 imprese) 31,0% 10,2% Proprietà intellettuale (brevetti, modelli d’uso, opere dell’ingegno) (realizzazione – registrazione, acquisto della proprietà, acquisto della licenza d’uso) 52,4% 38,8% Certificazioni (di qualità, di prodotto, ambientale, etica, bilancio sociale, programmi di CSR - Responsabilità Sociale di Impresa) 47,6% 44,9% Marchi (studio e realizzazione, restyling, registrazione e deposito,nuovi brand di prodotto) 78,6% 44,9% Invenzione o innovazione di nuovi prodotti e servizi (studio e ricerca, sviluppo e standardizzazione, innovazione) 95,2% 85,7% Sviluppo del business (indagini di mercato, piani di marketing, campagne pubblicitarie, programmi di relazioni pubbliche, immagine coordinata, pubblicità istituzionale, sponsorizzazioni, partecipazione a fiere, convegni, workshop, educational tour, partnership commerciali, advertising sul web) 97,6% 89,8% Internet (booking on line, realizzazione/ristrutturazione sito internet, posizionamento sui motori di ricerca, blog aziendale, iscrizione a social network, attivazione di funzionalità 2.0, etc.) Catalogna (42 imprese) PACA (49 imprese)
  • 24. Interviste  Investimenti immateriali programmati per il prossimo triennio 2009-2011 (a confronto con gli investimenti previsti dalle imprese dell’E-R, della PACA e della Catalogna per il triennio 2007-09)
  • 25. Interviste  Opinioni e aspettative sul Web 2.0
    • Solo 5 le imprese presenti sui social network:
    • 4 su Facebook e 1 su Twitter
    1. La sua azienda è presente sui social network? 2. E’ interessato ad approfondire la conoscenza sui modelli e le tecniche di utilizzo del Web 2.0? 3. E’ interessato ad investire sul Web 2.0? 4. Può aver bisogno di un supporto per accrescere le vostre competenze su questo fronte? Di che tipo? 14 formazione/consulenza tecnica sull’utilizzo di questi strumenti 4 incentivi o corsi organizzati dalla Regione 3 formazione sugli aspetti più prettamente commerciali
  • 26. Interviste  Interesse verso il nuovo portale di promozione turistica della Regione Liguria
    • Se sì, in che modo volete essere coinvolti?
      • 52% pubblicare e tenere aggiornate informazioni su azienda, prodotto, servizi e prezzi
      • 32% sentirsi parte di una grande sfida per affermare la marca Liguria nel Mediterraneo e nel mondo
      • 22% inventare e sperimentare nuove formule di accoglienza e promozione turistica
      • 22% comporre e definire nuove modalità di offerta per allungare la stagione turistica
    La Regione Liguria, tramite l’agenzia regionale IN LIGURIA, sta per mettere on-line un nuovo portale di promozione turistica. La sua azienda è interessata a partecipare?
  • 27. Interviste  Supporto richiesto alle istituzioni pubbliche per aumentare o migliorare le performance dell’azienda
  • 28. Interviste  Priorità indicate alla Regione Liguria per costruire e condividere un disegno strategico di medio e lungo termine del sistema turistico
  • 29. Highlights dall’Azione 4 Rapporto dai 4 focus group provinciali
  • 30. Target degli stakeholder 46 stakeholder invitati 53 stakeholder invitati 13 presenti (28%) 25 presenti (47%) 39 presenti (51%) 214 soggetti invitati  88 presenti (41%) 76 stakeholder invitati 11 presenti (28%) 39 stakeholder invitati In totale 36 interventi (40,9%) su 88 stakeholder presenti
  • 31. Opinioni prevalenti sul …
    • … SISTEMA TURISTICO TERRITORIALE
    • Percepito come in difficoltà, allo sbando: poca chiarezza sulle priorità, governance disordinata
    • Offerta di formazione inadeguata alle esigenze, poca collaborazione tra sistema formativo e mercato del lavoro
    • Trasporti, mobilità, accessibilità: ‘un disastro’
      • sistema aeroportuale inefficiente,
      • trasporti pubblici non rispondenti alle esigenze del turista,
      • trasporto ferroviario ‘dismesso’
    • Difficoltà di dialogo e confronto tra operatori e amministratori
    • … TESSUTO DELLE PMI TURISTICHE
    • Polverizzazione eccesiva ma paura ad aggregarsi
    • Basso numero di occupati per azienda
    • Dumping dei prezzi per restare competitivi
    • Comportamento di “stazionamento”: mantenere lo status quo per sopravvivere
    • Problema alberghi in affitto e riconvertiti in seconde case
    • Problema di ricambio generazionale
    • Richiesta di formazione carente e poco strutturata , per competenze di basso profilo
    • Poca dimestichezza con il web ( soprattutto 2.0 )
    • Offerta di servizi turistici inadeguata
    • Operatori soli e poco coinvolti nei processi decisionali di filiera
    • Scarsa propensione al confronto e a nuovi scenari
  • 32. 7 leve per continuare a crescere 1° Formazione 2° Nuova governance e progetto strategico condiviso 3° Aggregazioni e sinergie per competere 4° Infrastrutture Le 7 leve sono classificate per numero di indicazioni espresse negli interventi 6° Conoscenza trend e benchmarking 5° Web 7° Credito e supporti finanziari
  • 33. 7 leve per continuare a crescere 1° Formazione 2° Nuova governance e progetto strategico condiviso 3° Aggregazioni e sinergie per competere 4° Infrastrutture 6° Conoscenza trend e benchmarking 5° Web 7° Credito e supporti finanziari Anche manageriale, monitorare fabbisogno competenze, formazione on the job, polo di eccellenza Darsi linee-guida e mercati-obiettivo precisi, valorizzare Marca Liguria, puntare su entroterra, offerta integrata con altri territori, nuove politiche del lavoro Incentivare aggregazioni, più ascolto e confronto, meno burocrazia, alle istituzioni pubbliche ruolo di accompagnamento/coordinamento, migliorare STL Nuove politiche aeroportuali, riscoprire treno, migliorare arredo urbano e segnaletica turistica Infrastruttura di lavoro primaria: investire su banda larga, puntare su Web 2.0, vincere resistenze Nuovo ruolo dell’Osservatorio Turistico Regionale, più benchmark su azioni di coinvolgimento operatori e modelli di governance Prodotti bancari più snelli e accessibili, abbattere IVA, sostegni a ricettività extra-alberghiera
  • 34. Grazie dell’attenzione Andrea Zironi Capo Analista - Studio Giaccardi & Associati