Liguria Turismo bottom-up

1,282 views
1,197 views

Published on

Progetto Liguria Turismo Bottom-up: la partecipazione di operatori, cittadini e turisti al Piano triennale del turismo ligure per il miglioramento qualitativo dell'offerta.
Intervento di Giuseppe Giaccardi

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,282
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
169
Actions
Shares
0
Downloads
23
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Liguria Turismo bottom-up

  1. 1. Liguria Turismo Bottom-up La partecipazione di operatori, cittadini eturisti al Piano triennale del turismo ligure per il miglioramento qualitativo dell’offerta Giuseppe Giaccardi - Consulente di strategia Incontro sul Turismo Confronto sulla prossima programmazione turistica triennale Genova 23 novembre 2011 - Teatro della Gioventù
  2. 2. Il nostro compito Aggiungere valore Suggerire innovazione Lavorare per la crescita dell‟incoming in Liguria © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 2
  3. 3. 2011, che cosa c’è di nuovo • La concentrazione della ricchezza è un problema per lo sviluppo • Il turismo, con una nuova segmentazione dell’offerta, può tornare a crescere e rimettere in moto lo sviluppo © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 3
  4. 4. Il «diverso valore» di 1 milione di euro• Un‟unica persona con 1 • Mille persone con 1.000 milione di euro euro a testa – Spende mediamente 100 mila – Spendono mediamente euro 900 euro a testa – Ne conserva circa 900 mila – Ne conservano circa 100 euro euro a testa• Nel mercato entrano 100 • Nel mercato entrano 900 mila euro mila euro La sfida è lavorare con entrambe queste tipologie di persone: questo significa che dobbiamo mobilitare le migliori risorse della Liguria. Il mix di prodotto tradizionale non è più sufficiente, dobbiamo crescere in qualità, innovazione e competitività dell‟offerta turistica © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 4
  5. 5. Rispetto a 20 anni fa, che cosa è cambiatoAnni „90 Anni „10 2008 Anni „20 Turismo anni „20Occidente post Economia della Crisi Nuovi stili di vita Nuovi clienti e mercati,industriale conoscenza e delle reti e di consumo competenze e competitori strutturaleEconomia top down Economia bottom-up- Stati-nazione affluenti - Stati-nazione inadeguati e indeboliti- Ampiezza di risorse pubbliche per le attività - Riduzione o assenza di risorse pubbliche per le produttive attività produttive- Investimenti pubblici a pioggia come collante - Investimenti pubblici molto limitati, spinte e consenso centrifughe e atomizzazione- Governance fordista, «comando e controllo» - Governance duale, «trasparenza e partecipazione»- Comunicazione mono direzionale Il cambio - Comunicazione bi-direzionale- Media televisivi e stampati - Medium tradizionale a contorno- Advertising massivo - Advertising ad efficacia limitata- Pr subalterne all‟advertising - Pr e comunicazione operativa integrati- Web come eco dell‟advertising massivo - Web partecipativo e virale- Forza dei mezzi - Valore dei contenuti I cittadini da consumer a prosumer Le imprese alla ricerca di nuovi margini, i cittadini di nuovo reddito Il «passa parola» conta di più della comunicazione autoreferenziale © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 5
  6. 6. Che cosa è «Liguria Turismo Bottom-up» Uno strumento tecnico per l‟innovazione delle scelte di programmazione economica SCOPI• Sviluppare qualità, innovazione e • Comporre e definire il nuovo Piano competitività dell‟offerta turistica ligure triennale del turismo in Liguria con tramite – ricerca e progetto sociale – la partecipazione “dal basso” – concretizzazione di approcci e – la responsabilizzazione degli operatori strumenti utili per far crescere le pubblici e privati imprese e il reddito prodotto – il confronto fra tutti coloro che – cambio di metodo rispetto a scelte apprezzano e usano il web come economiche e normative “calate infrastruttura di informazione, dall‟alto” e anche per questo vissute collaborazione e scambio come inadeguate. Nuovi valori di consumo turistico autenticità, trasparenza, stile, reputazione, tutela della persona, tempi vacanza diversi, confronto di esperienze, qualità e sobrietà dell‟accoglienza, buon gusto, rispetto ambientale, ricerca culturale e di benessere © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 6
  7. 7. Gli obiettivi di lavoro − Progettare e rendere fruibili nuovi strumenti di analisi strategica e di partecipazione − Favorire il miglioramento dei risultati economici delle PMI turistiche − orientando le scelte di Piano all‟evoluzione della domanda di mercato − anticipando proposte e risposte della Liguria rispetto a trend e cambiamenti continui − Costruire la «cabina di gestione» permanente del Piano © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 7
  8. 8. Le 8 azioni del progettoAZIONI Audit dei servizi turismo della Conoscere e valorizzare le FINALITA‟ Regione Liguria competenze istituzionali Formazione interna su tecniche Innestare nuove metodologie, favorire bottom-up e web partecipativo la comprensione dei cambiamenti Progetto, messa on-line, lancio e gestione del Strutturare lo spazio del confronto e delle proposte, blog www.liguria.ilturismochevorrei.it favorire l‟ascolto e lo scambio di esperienze I comportamenti del consumatore sul Innovare policy offerta e promozione in base ai web: conversazioni, brand, competitor comportamenti dinamici del consumatore Le buone prassi delle imprese liguri Ascoltare le esigenze delle imprese, conoscere e leader nell‟incoming valorizzare pratiche di successo Benchmarking dei risultati di arrivi e Misurare e confrontare i risultati di arrivi e presenze presenze della Liguria in Liguria e verso i competitor Conferenza regionale sul nuovo Piano Portare a sintesi il processo partecipato di triennale del turismo ligure elaborazione e definizione del nuovo Piano Strutturare la «cabina di gestione del Piano triennale del turismo ligure» con due driver: (1) i cambiamenti del mercato (2) le aspettative delle imprese © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 8
  9. 9. Due valori indispensabiliper una visione strategica nuova Il senso della partecipazione al Piano turistico triennale, Il senso del progetto «Liguria Turismo Bottom-up» © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 9
  10. 10. 1° item di confronto:i 12 turismi della Liguria Da consolidare e migliorare 1. Mare e nautica di prossimità Vissuti dal 2. Climatico invernale cliente 3. Età adulta 4. Risparmio 5. Fuga dalla città 6. Meeting, congressi, incentive 7. Ambiente e natura (outdoor) 8. Città d‟arte e cultura 9. Entroterra e borghi 10. Enogastronomia 11. Grandi eventi 12. Un‟esperienza diversa Da sviluppare e potenziare © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 10
  11. 11. 2° item di confrontole 6 marche territoriali 1. Riviera dei Fiori 2. Riviera delle Palme 3. Genova e il Genovesato 4. Tigullio e Portofino 5. Golfo dei Poeti 6. Cinque Terre Pensate per il cliente © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 11
  12. 12. 3° item di confronto: destinazione Liguria, 11 nodi strategici Assunzioni di base1. Il turismo settore strategico per l‟economia regionale2. Il cliente Liguria al centro del sistema3. Turismi integrati e offerta strutturata per motivazioni di viaggio e Vissuti con il soggiorno cliente4. Il coinvolgimento e la partecipazione degli operatori privati, la semplificazione delle regole, lo sviluppo delle imprese ricettive, i processi di aggregazione, la crescita strutturale dell‟incoming5. La riforma dell‟organizzazione turistica regionale6. Il web come piattaforma dell‟organizzazione complessiva dell‟offerta turistica7. Innovazione e «profilazione» di informazione, promo- commercializzazione e accoglienza turistica8. L‟accessibilità verso la destinazione e nella destinazione (servizi di trasporto, integrazione turismi-trasporti, aeroporti e servizi di terra come asset dell’incoming all season e della crescita di arrivi stranieri)9. La formazione orientata dalle esigenze competitive del sistema come base della qualità totale dell‟offerta regionale10. Un patto regionale per il lavoro nel turismo11. Progettazione comunitaria diretta per recuperare risorse Nuove risposte strutturali © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 12
  13. 13. 4° item di confronto:16 scelte per il Piano 1. Patto di Ospitalità con il Turista 2. DMO Orientate 3. Web organization 4. Rete IAT al cliente 5. Reti di prodotto (congressuale, cicloturismo, nautico, escursionismo, borghi, città d‟arte) 6. Turismi integrati 7. Marche liguri e marca Liguria 8. Turismo opportunità di sviluppo sostenibile per l‟entroterra ligure 9. Nuovi collegamenti aerei per più incoming 10. Nuovi servizi di terra per più presenze 11. Internazionalizzazione e incoming 12. Semplificazione e riordini professionali 13. Club di prodotto 14. Piano di valorizzazione per le imprese ricettive 15. Patto regionale per il lavoro nel turismo 16. Promo-commercializzazione per motivazioni di viaggio © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 13
  14. 14. 4° item di confronto: il nuovo marketing mix Valori di collaborazione Visione strategica unitaria Crescita Turismi integrati reputazione Accessibilità e accoglienza Web più partecipazione e competenze redditività occupazioneFormazione capitale umano privati & sistema Motivazioni di viaggioPromo-commercializzazione Organizzazione turistica Un brand riconosciuto nel mondo Qualità ricettiva e competitività d‟impresa © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 14
  15. 15. Grazie dell’attenzione TEAM DI LAVORO Giuseppe Giaccardi, capo progetto Lidia Marongiu, web marketing e marketing turistico Stefania Deiana, analista di ricerca Michela Parziale, economista e analista di ricerca Andrea Zironi, capo analista Questo elaborato è un prodotto originale dello Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione © All Rights Reserved, Ravenna 21 novembre 2011 www.giaccardiassociati.it © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 15

×