Your SlideShare is downloading. ×
Fattore K Liguria - Sintesi dei risultati
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Fattore K Liguria - Sintesi dei risultati

1,044
views

Published on

Sintesi dei risultati e dei dati salienti emersi nell'ambito di tutte le attività di esplorazione, indagine e ascolto realizzate n con il progetto Fattore K Liguria (scenario, statistiche, analisi di …

Sintesi dei risultati e dei dati salienti emersi nell'ambito di tutte le attività di esplorazione, indagine e ascolto realizzate n con il progetto Fattore K Liguria (scenario, statistiche, analisi di bilancio, interviste alle PMI). Questo rapporto è stato illustrato a luglio in occasione di quattro focus group realizzati con gli stakeholder del turismo pubblici e privati della Liguria.

Published in: Business

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,044
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
21
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Le azioni e le principali evidenze dalle indagini sulle PMI turistiche regionali IMPERIA 14-07-09 SAVONA 15-07-09 GENOVA 15-07-09 LA SPEZIA 16-07-09 Spazio Delphi e laboratorio delle idee con gli Stakeholder del sistema turistico regionale In collaborazione con
  • 2. Fattore K Liguria Le azioni e le principali evidenze dalle indagini sulle PMI turistiche regionali Andrea Zironi Capo Analista Studio Giaccardi & Associati
  • 3. Fattore K Regione Liguria
    • 5 AZIONI
    • “ per conoscere”
    • Aggiornamento dati di scenario con audit dei partner interregionali
    • Analisi del sistema di offerta turistica della Liguria con audit degli Assessori provinciali
    • Analisi delle performance delle PMI turistiche della Liguria
    • Quattro focus group con gli stakeholder turistici della Liguria
    • Workshop/seminario Fattore K - Liguria
    • 5 GOAL
    • “ per sapere come agire”
    • Benchmark internazionale e utilità modello Fattore K
    • “ Punto nave” su esigenze e percezioni del sistema
    • “ Punto nave” su esigenze e proposte delle PMI turistiche
    • “ Punto nave” su opinioni e proposte degli stakeholder
    • La leva Fattore K per la leadership
    In collaborazione con
  • 4. Output Fattore K Liguria FATTORE K Regione Liguria 5 output 3.A Rapporto Performace PMI turistiche Liguria Risultati dell’analisi dei bilanci 2002-2007 3.B Rapporto Performance PMI turistiche Liguria Risultati interviste di approfondimento sugli investimenti immateriali 1. Rapporto di scenario A. Parte statistica B. Parte relazionale Workshop/seminario LE PROPOSTE K PER IL SISTEMA TURISTICO DELLA LIGURIA STESSO TARGET 4. Rapporto dai focus group: opinioni e proposte K degli stakeholder turistici della Liguria 2. Rapporto su Tipologia e Offerta Turistica del Sistema Liguria Restyling e aggiornamento sito www.fattorekappa.it in collaborazione con Regione Emilia-Romagna
  • 5. PMI turistiche e capitale umano in Liguria IMPORTANZA SOCIALE Numero di PMI turistiche 2009 Occupati 2009
  • 6. Highlights dall’Azione 1 RAPPORTO DI SCENARIO Fonte: elaborazioni Studio Giaccardi & Associati su dati Istat, WTTC, INSEE, INE e IDESCAT
  • 7. Livello nazionale PIL nella filiera “Viaggi & Turismo” 2000/07 - Italia, Francia e Spagna - Valori espressi in miliardi di EURO
    • La Francia è il paese con il Prodotto interno lordo più alto, ma quello della Spagna fa registrare i migliori trend di crescita, sempre positivi e superiori al + 5% ogni anno
    • Nel 2003 la Spagna supera l’ Italia per PIL realizzato in ambito “VIAGGI & TURISMO”
    • L’ Italia dal 2000 al 2007 cresce di 10 miliardi di euro (+ 7%), la Francia di 21,4 mld di euro (+ 12%), la Spagna di 55,7 mld di euro (+46%)
    Fonte WTTC +3,8% -1,9% -3,1% +4,8% +6,4% +5,2% +2,1% -1% -3,2% +2,3% -0,1% +3,9% +4,1% +3,1% +6,4% +6,4% +5,1% -0,5% +3,7% +3,6% +6,2%
  • 8. Livello nazionale Occupati nella filiera “Viaggi & Turismo” 2000/07 – Italia, Francia e Spagna - Valori espressi in migliaia
    • Italia e Francia perdono nel periodo considerato rispettivamente 158 mila e 361 mila occupati. Il calo più consistente si verifica per entrambi i paesi tra il 2001 e il 2003 (effetto Twin Towers)
    • La Spagna guadagna 397 mila occupati nel settore, superando la Francia nel 2003
    Fonte WTTC -0,4% -3,7% -5,4% +0,5% +3,7% +1,5% -0,2% +0,7% -2,5% -4,2% -1,9% +2,3% -0,3% +0,4% -2,4% +4,3% +0,2% +1,6% +0,5% +1% +0,8%
  • 9. Livello nazionale Il Peso della filiera “Viaggi & Turismo” nelle economie nazionali 2007 – Italia, Francia e Spagna % PIL e occupati “Viaggi e turismo” sul totale Fonte WTTC 16,9% 10,8% 9,9% % PIL “Viaggi & Turismo” su PIL Totale nel 2007 17,6% Spagna 13% Francia 11% Italia % occupati “Viaggi & Turismo” su occupati Totali nel 2007 Paese
  • 10. Livello regionale Arrivi 2000-2007 1° - Catalogna 2° - PACA 3° - Toscana 4° - Emilia-Romagna 5° - LIGURIA 6° - Sardegna
  • 11. Livello regionale Presenze 2000-2007 1° - Catalogna 4° - PACA 2° - Toscana 3° - E-R 5° - LIGURIA 6° - Sardegna
  • 12. Livello regionale Presenze 2000 – 2007  Composizione nazionali - stranieri
  • 13. Livello regionale Distribuzione mensile delle presenze 2003-05-07 LIGURIA EMILIA-ROMAGNA LIGURIA 28,3% 27,4% 28,2% Bassa (gennaio, febbraio, marzo, novembre, dicembre) 36,4% 36,7% 36,5% Media (maggio, giugno, settembre e ottobre) 35,3% 35,9% 35,3% Alta (luglio e agosto) 2007 2005 2003 Stagione EMILIA-ROMAGNA 18,7% 17,6% 17,5% Bassa (gennaio, febbraio, marzo, novembre, dicembre) 36,6% 37,2% 37,9% Media (maggio, giugno, settembre e ottobre) 44,7% 45,2% 44,6% Alta (luglio e agosto) 2007 2005 2003 Stagione
  • 14. Livello regionale Distribuzione mensile delle presenze 2003-05-07 SARDEGNA TOSCANA SARDEGNA 7,3% 7,5% 7,7% Bassa (gennaio, febbraio, marzo, novembre, dicembre) 40,2% 39,0% 38,7% Media (maggio, giugno, settembre e ottobre) 52,5% 53,5% 53,7% Alta (luglio e agosto) 2007 2005 2003 Stagione TOSCANA 23,3% 21,8% 22,0% Bassa (gennaio, febbraio, marzo, novembre, dicembre) 38,7% 39,9% 39,1% Media (maggio, giugno, settembre e ottobre) 38,0% 38,2% 38,8%5 Alta (luglio e agosto) 2007 2005 2003 Stagione
  • 15. Livello regionale Distribuzione mensile delle presenze 2003-05-07 PACA CATALOGNA PACA 20,5% 20,5% 22,3% Bassa (gennaio, febbraio, marzo, novembre, dicembre) 33,7% 34,3% 32,6% Media (maggio, giugno, settembre e ottobre) 45,8% 45,2% 45,1% Alta (luglio e agosto) 2007 2005 2003 Stagione CATALOGNA 28,3% 26,2% 25,7% Bassa (gennaio, febbraio, marzo, novembre, dicembre) 41,2% 41,6% 41,6% Media (maggio, giugno, settembre e ottobre) 30,6% 32,2% 32,7% Alta (luglio e agosto) 2007 2005 2003 Stagione
  • 16. Livello regionale Tassi di utilizzazione lorda delle strutture ricettive 2007 presenze/(n° posti letto x 365) 38,4% Liguria 44,5% Catalogna Strutture alberghiere 23,9% Sardegna 28,1% Emilia Romagna 33,7% Toscana 43,3% Provenza-Alpi-Costa Azzurra Tasso Regione 17,3% Toscana 23% Catalogna 25% Provenza-Alpi-Costa Azzurra (solo camping) Strutture extra-alberghiere 10% Sardegna 13,1% Liguria 15,8% Emilia-Romagna Tasso Regione
  • 17. Livello regionale Tassi di densità turistica 2007 (n° presenze per kmq di superficie regionale) 492 Sardegna 1.119 Provenza-Alpi-Costa Azzurra 1.726 Emilia Romagna 1.813 Toscana 1.986 Catalogna 2.614 Liguria Tasso Regione
  • 18. Focus su Hotel, distinzione per categoria  NUMERO STRUTTURE E POSTI LETTO 2007 * Per la PACA dati stimati poiché le statistiche ufficiali non conteggiano i posti disponibili bensì il numero di camere. Abbiamo moltiplicato tale numero per due, ipotizzando che all’interno di ciascuna camera ci siano in media due posti letto. 875 (32,7%) 1.180 (56,1%) 518 (68,7%) 1.115 (70,3%) 2.202 (73,9%) 3.733 (79,6%) Totale CATEGORIE STANDARD (hotel 3 e 2 stelle) 335 (12,5%) 740 (35,2%) 213 (25,2%) 110 (6,9%) 460 (15,4%) 390 (8,3%) Totale CATEGORIE LUSSO (hotel 4 e 5 stelle) 286 + 1.175 Locande (54,8%) 182 (8,7%) 52 (6,1%) 360 (22,7%) 317 (10,6%) 565 (12,1%) Hotel 1 stella (per Francia 0) 846 (100%) Sardegna 2.671 (100%) 2.102 (100%) 1.585 (100%) 2.979 (100%) 4.688 (100%) Totale Hotel Catalogna PACA Liguria Toscana Emilia Romagna N STRUTTURE 131.927 (33,2%) 56.360 (41,3%) 49.364 (50,8%) 50.787 (70,9%) 122.381 (65,7%) 230.510 (77,9%) Totale CATEGORIE STANDARD (hotel 2 e 3 stelle) 80.911 (33,0%) 67.496 (49,5%) 46.898 (48,3%) 14.165 (19,8%) 56.846 (30,5%) 49.892 (16,9%) Totale CATEGORIE LUSSO (hotel 4 e 5 stelle) 52.710 (33,8%) (hotel + locande) 12.474 (9,1%) 896 (0,9%) 6.704 (9,4%) 7.082 (3,8%) 15.536 (5,2%) Hotel 1 stella (per Francia 0) 97.158 (100%) Sardegna 261.548 (100%) 136.330 (100%) 71.656 (100%) 186.309 (100%) 295.938 (100%) Totale Hotel Catalogna PACA* Liguria Toscana Emilia Romagna N POSTI LETTO
  • 19. Highlights dall’Azione 2 RAPPORTO SU TIPOLOGIA E OFFERTA TURISTICA DEL SISTEMA LIGURIA
  • 20. Dal Piano Turistico Regionale 2008-2010 Il turismo in Liguria: PUNTI DI FORZA
    • Patrimonio ambientale/naturale
    • Paesaggio, mare, parchi ed aree protette (di terra e marini) fiori, ambiente mediterraneo, biodiversità
    • Mare
    • Onnipresente come elemento fisico e culturale della civiltà ligure (pesca, marineria, ecc.)
    • Clima
    • Condizioni meteo favorevoli, clima salubre
    • Caratterizzazione
    • Non standardizzata, non omogenea, fortemente connotata (alcune “icone” decisamente forti)
    • Enogastronomia
    • Rinomate risorse: pesce, pesto, olio, focaccia, erbe, cucina mediterranea
    • Sicurezza
    • Regione tranquilla non votata all’eccesso (al contrario), pacifica, tollerante
    • Localizzazione
    • Vicinanza a bacini di origine, vicinanza ad aree turistiche “leader” (Toscana, Costa Azzurra) e a
    • nuove aree di espansione turistica (Piemonte, Lombardia) senza sbocco sul mare  complementarietà
  • 21. Dal Piano Turistico Regionale 2008-2010 Il turismo in Liguria: PUNTI DI DEBOLEZZA
    • Destinazione poco conosciuta
    • Debole sviluppo di nuovi prodotti
    • Alta stagionalità
    • Carenze nel sistema ricettivo
    • Scarsa disponibilità di spiagge libere e servizi di spiaggia non inclusi nell’offerta
    • Prezzi relativi elevati
    • Accessibilità difficoltosa, debole sistema infrastrutturale di trasporto
    • Processo di aggregazione e di partnership molto limitato
    • Basso orientamento alla vendita
    • Management e risorse umane
  • 22. Dal Piano Turistico Regionale 2008-2010 10 linee guida per lo sviluppo del turismo ligure
    • La marca Liguria
    • La qualità dell’offerta turistica come presupposto di base
    • La centralità delle risorse umane
    • Aggregarsi per competere
    • Concretizzare costantemente l’identità
    • Il “sistema nervoso” delle informazioni
    • Facilitare l’accessibilità
    • Meno promozione generica, più orientamento commerciale
    • Un sistema di intelligence a supporto delle decisioni
    • L’organizzazione come fattore-chiave
  • 23. Highlights dall’Azione 3 RAPPORTO SU ANALISI DELLE PERFORMANCE DELLE PMI TURISTICHE - Parte A > RISULTATI DELL’ANALISI DEI BILANCI 2002-2007 - Parte B > RISULTATI DELLE INTERVISTE ALLE IMPRESE
  • 24. Obiettivi dell’Azione 3 (analisi bilanci + interviste)
    • Analisi dei bilanci (2002-2007)
      • Conoscere andamento e performance delle PMI turistiche – società di capitali della Liguria, in particolare tipologia e trend degli investimenti immateriali, verificando il rapporto di efficacia sul business
    • Interviste telefoniche
      • Conoscere scelte, caratteristiche e motivazioni degli investimenti immateriali delle PMI turistiche – società di capitali della Liguria, realizzati negli ultimi due anni (2007 e 2008)
    • Conoscere le previsioni di investimento per il prossimo triennio
    • Confrontare questi risultati delle PMI turistiche della Liguria con quelle di Emilia-Romagna, PACA e Catalogna
    • Approfondire il rapporto delle PMI con il web, con focus sulle potenzialità del Web 2.0
      • elemento di indagine aggiuntivo rispetto ai precedenti casi regionali
    • Individuare esigenze e richieste di sostegno da parte delle istituzioni pubbliche
    • Individuare modelli virtuosi e indicazioni di miglioramento
  • 25. Azione 3: metodologia e processo operativo
    • A. ANALISI DEI BILANCI
    • Target  100 PMI turistiche - società di capitali
    • Acquisto dei bilanci esercizi 2002-2007 da banca dati ufficiale Infocamere
    • Catalogazione e archiviazione dei bilanci con a nalisi di 6 annualità, dal 2002 al 2007 (anno dell’ultimo bilancio disponibile)
    • Progetto e strutturazione banca dati per analisi e gestione dei dati di bilancio
    • Imputazione e omogeneizzazione dei dati  oltre 30.000 dati e indicatori di bilancio trattati solo per la Liguria (a questi se ne aggiungono altri 77.000 relativamente alle PMI Emilia-Romagna, PACA e Catalogna)
    • Riclassificazione dei bilanci e calcolo dei principali indicatori gestionali e di business
    • Stima dei valori medi di bilancio per il 2005 (PACA e Catalogna) e il 2006 (Emilia-Romagna) con metodo delle regressioni lineari, esponenziali e polinomiali
    • Benchmark dei valori medi Liguria con quelli calcolati e stimati per Emilia-Romagna, PACA e Catalogna
    • Elaborazioni e classificazioni, progetto e redazione del rapporto di ricerca
    • B. INTERVISTE DI APPROFONDIMENTO
    • Target  100 PMI turistiche - società di capitali
    • Integrazione del target con 18 Consorzi di promozione turistica
    • Definizione e testing del questionario di indagine , strutturato con domande a risposta chiusa e aperta  cinque sezioni principali
      • I. Identità dell’azienda
      • II. Gli investimenti immateriali: tipologia, motivazione, aspettative, risultati
      • III. Investimento in risorse immateriali: alcuni elementi finanziari
      • IV. Attività tramite il web  sezione nuova rispetto alle indagini condotte in E-R, PACA e Catalogna
      • V. Esigenze e richieste di supporto
    • Comunicazione ai responsabili delle PMI e dei Consorzi e sviluppo interviste  oltre 500 contatti telefonici
    • Interviste in modalità CATI o autocompilazione dal 26 maggio al 26 giugno 2009  22 giornate lavorative
    • Progetto e strutturazione banca dati su software MS-Access per imputazione delle risposte
    • Imputazione e omogeneizzazione dei dati
    • Classificazioni ed elaborazioni, progetto e redazione rapporto di ricerca
  • 26. Analisi dei bilanci  Confronti sul totale delle imprese
    • Le imprese della Liguria rivelano valori medi sempre inferiori a quelli delle altre tre regioni (escludendo il risultato ante imposte)
    • Si tratta però di elementi legati alle dimensioni d’impresa caratteristiche del tessuto regionale: le PMI turistiche in Liguria sono nell’insieme più piccole rispetto a quelle di Emilia-Romagna, PACA e Catalogna
    • Tenuto conto di questi aspetti, possiamo osservare che le immobilizzazioni immateriali in Liguria mostrano un trend in forte crescita che comporta
      • un andamento positivo in termini di fatturato e valore aggiunto
      • un risultato ante imposte positivo ma limitato, con un trend medio di tendenza in lieve crescita e superiore a quello registrato in Emilia-Romagna
    Risultato ante imposte € Valore aggiunto € Fatturato € Immobilizzazioni immateriali €
  • 27. Analisi dei bilanci  Confronti per tipologia di imprese  HOTEL Immobilizzazioni immateriali € Fatturato € Valore aggiunto € Risultato ante imposte €
  • 28. Analisi dei bilanci  Confronti per tipologia di imprese  TO/AdV
    • Le società di servizi della Liguria si avvicinano per ammontare di immobilizzazioni immateriali a quelle emiliano romagnole e francesi, ma con fatturato e valore aggiunto nuovamente inferiori
    • Nello specifico si evidenzia:
      • un fatturato e un valore aggiunto in crescita, tendenzialmente simile all’andamento registrato nelle altre regioni
      • un risultato d’impresa positivo soprattutto negli ultimi due anni, anche se inferiore a quelli registrati in particolare in Catalogna , e in E-R
    • Nell’insieme gli investimenti immateriali delle società di servizi liguri hanno dato risultati positivi ma non del tutto soddisfacenti se confrontati con le performance delle altre regioni
    Immobilizzazioni immateriali € Fatturato € Valore aggiunto € Risultato ante imposte €
  • 29. Analisi dei bilanci  Confronti per classe di fatturato  Piccole imprese
    • Le piccole imprese della Liguria fanno registrare un forte aumento degli investimenti immateriali a cui corrisponde:
      • una crescita costante, ma con ritmo meno sostenuto di fatturato e valore aggiunto
      • un risultato ante imposte altalenante e tendenzialmente decrescente, superiore ai valori dell’E-R ma molto inferiore a quello delle altre due regioni europee
    • Anche in questo caso i risultati di business prodotti degli investimenti immateriali sono parziali
    Immobilizzazioni immateriali € Fatturato € Valore aggiunto € Risultato ante imposte €
  • 30. Analisi dei bilanci  Confronti per classe di fatturato  Medie imprese
    • Le medie imprese liguri fanno registrare un andamento altalenante e in lieve calo degli investimenti immateriali, in linea con quelli della PACA e dell’ E-R ma molto inferiori a quelli della Catalogna
    • Questo si traduce in:
      • Un fatturato 2007 agli stessi livelli di quello del 2002 e con valori sempre più bassi rispetto alle altre regioni
      • Trend altalenante ma complessivamente in crescita per quanto riguarda il valore aggiunto , seppure su valori più bassi rispetto alle altre regioni
      • Andamento sinusoidale del risultato ante imposte , che superare in alcuni anni le buone performance della Catalogna e sempre quelle di PACA ed E-R
    Immobilizzazioni immateriali € Fatturato € Valore aggiunto € Risultato ante imposte €
  • 31. Analisi dei bilanci  Evidenze
    • Dall’analisi comparata svolta sui bilanci delle PMI turistiche delle quattro regioni, emergono tre aspetti rilevanti:
      • in generale, le imprese che investono maggiormente in risorse immateriali fanno registrare nella media migliori risultati in termini di fatturato , valore aggiunto e utile ante imposte
      • le imprese della Liguria non sempre riescono, come succede invece in PACA e soprattutto in Catalogna, a tradurre la mole di investimenti immateriali realizzati in risultati performanti a livello di fatturato, valore aggiunto e utile d’impresa
      • le imprese della Liguria sostanzialmente non crescono in competitività , rivelano cioè un comportamento di stazionamento che, in un mercato globalizzato denso di ripetuti e improvvisi cambiamenti di scenario, può divenire più un rischio aggiuntivo inconsapevole che una sicurezza acquisita
    • Considerando quindi il rapporto tra investimenti immateriali e risultati di bilancio, quale è in sintesi la performance delle PMI della Liguria a confronto con quelle delle altre Regioni?
    Nelle interviste dirette alle imprese abbiamo verificato queste valutazioni e come si sono realizzate     Liguria    Medie imprese    Piccole imprese    TO/AdV    Hotel PACA Catalogna E-R Tipologia
  • 32. Fattore K Liguria  adesione alle interviste 100 PMI turistiche Liguria Società di capitali + 18 Consorzi (solo interviste) 100 (100%) le PMI coinvolte nell’analisi dei bilanci 2002-2007 65 (su 118) (55%) hanno partecipato alle interviste di approfondimento 76 (76%) HOTEL 36 (54%) HOTEL 24 (24%) TO/AdV 17 (26%) TO/AdV 12 (18%) consorzi
  • 33. Interviste  Investimenti immateriali realizzati nel 2007-2008 Analisi per macro-tipologie di investimento 92,9% 85,7% 60,6% 38,5% Formazione (tecnica, manageriale) 3,1% 21,5% 24,6% 29,2% 30,8% 32,3% 46,2% 55,4% 89,2% Liguria (65 imprese) 85,7% 75,5% 65,2% Scelte organizzative (business plan, progetti societari, joint venture, strategie di vendita, politiche di incentivazione per i collaboratori, riorganizzazione dei processi aziendali) 90,5% 85,7% 69,7% Sviluppo delle relazioni (analisi della soddisfazione del cliente, iscrizione a organizzazioni di categoria e rappresentanza, partecipazione a progetti di sviluppo locale con altri soggetti pubblici e privati del territorio - Consorzi, associazioni, enti, etc. - ) 95,2% 79,6% 86,4% Informatica e sistema informativo (sistemi gestionali, acquisto nuovi software, banche-dati clienti e/o fornitori) 6,1% 22,7% 34,8% 56,1% 87,9% 89,4% E-R (66 imprese) 31,0% 10,2% Proprietà intellettuale (brevetti, modelli d’uso, opere dell’ingegno) (realizzazione – registrazione, acquisto della proprietà, acquisto della licenza d’uso) 52,4% 38,8% Certificazioni (di qualità, di prodotto, ambientale, etica, bilancio sociale, programmi di CSR - Responsabilità Sociale di Impresa) 47,6% 44,9% Marchi (studio e realizzazione, restyling, registrazione e deposito,nuovi brand di prodotto) 78,6% 44,9% Invenzione o innovazione di nuovi prodotti e servizi (studio e ricerca, sviluppo e standardizzazione, innovazione) 95,2% 85,7% Sviluppo del business (indagini di mercato, piani di marketing, campagne pubblicitarie, programmi di relazioni pubbliche, immagine coordinata, pubblicità istituzionale, sponsorizzazioni, partecipazione a fiere, convegni, workshop, educational tour, partnership commerciali, advertising sul web) 97,6% 89,8% Internet (booking on line, realizzazione/ristrutturazione sito internet, posizionamento sui motori di ricerca, blog aziendale, iscrizione a social network, attivazione di funzionalità 2.0, etc.) Catalogna (42 imprese) PACA (49 imprese)
  • 34. Interviste  Investimenti immateriali programmati per il prossimo triennio 2009-2011 (a confronto con gli investimenti previsti dalle imprese dell’E-R, della PACA e della Catalogna per il triennio 2007-09)
  • 35. Interviste  Opinioni e aspettative sul Web 2.0
    • Solo 5 le imprese presenti sui social network: 4 su Facebook e 1 su Twitter, con i seguenti commenti
      • “ nessun risultato”
      • “ non credo sia un buon canale di vendita”
      • “ abbiamo ottenuto una maggiore visibilità”
    1. La sua azienda è presente sui social network? 2. E’ interessato ad approfondire la conoscenza sui modelli e le tecniche di utilizzo del Web 2.0? 3. E’ interessato ad investire sul Web 2.0? 4. Può aver bisogno di un supporto per accrescere le vostre competenze su questo fronte? Di che tipo? 14 formazione/consulenza tecnica sull’utilizzo di questi strumenti 4 incentivi o corsi organizzati dalla Regione 3 formazione sugli aspetti più prettamente commerciali
  • 36. Interviste  Interesse verso il nuovo portale di promozione turistica della Regione Liguria
    • Alcuni ‘no’ motivati:
      • sono scettica
      • lavoriamo meglio con le agenzie, garantiscono più risultati
      • molte volte la Regione tende a fare da TO, invece deve occuparsi solo di promozione!
      • la Regione non ci ha mai considerato in varie occasioni di confronto sul turismo
      • promettono ma non mantengono. Paghiamo e basta
    • Se sì, in che modo volete essere coinvolti?
      • 52% pubblicare e tenere aggiornate informazioni su azienda, prodotto, servizi e prezzi
      • 32% sentirsi parte di una grande sfida per affermare la marca Liguria nel Mediterraneo e nel mondo
      • 22% inventare e sperimentare nuove formule di accoglienza e promozione turistica
      • 22% comporre e definire nuove modalità di offerta per allungare la stagione turistica
      • 18% far parte di gruppi promo-commerciali con altri operatori pubblici e/o privati
      • 17% condividere osservazioni, giudizi e proposte dei clienti allo scopo di migliorare offerta e servizi
      • 15% comporre e definire nuove modalità di offerta insieme con altri operatori
      • 14% far parte di gruppi e seminari per approfondire conoscenze e competenze web per il turismo
      • 8% condividere progetti e azioni di posizionamento nei social media
      • 8% trasferire/raccontare esperienze ed episodi particolari per rafforzare l’intero sistema turistico della Liguria
    La Regione Liguria, tramite l’agenzia regionale IN LIGURIA, sta per mettere on-line un nuovo portale di promozione turistica. La sua azienda è interessata a partecipare?
  • 37. Interviste  Supporto richiesto alle istituzioni pubbliche per aumentare o migliorare le performance dell’azie nda
    • Altre risposte:
    • più promozione
    • più comunicazione
    • miglioramento della qualità ambientale
    • flessibilità nel lavoro (possibilità di assunzione)
    • gestione on-line delle pratiche
    • maggiore collaborazione tra enti privati ed enti pubblici
    • valorizzazione delle altre provincie: per la Regione esiste solo la provincia di Genova
    • maggiori infrastrutture
    • più fiere all'estero
    • portale web più visibile
    • miglioramento della qualità degli STL
  • 38. Interviste  Priorità indicate alla Regione Liguria per costruire e condividere un disegno strategico di medio e lungo termine del sistema turistico
    • Altre risposte
    • ascoltare di più le esigenze degli operatori
    • dare maggiori possibilità di accesso a questa terra
    • investimenti a breve-medio termine. Meno burocrazia e meno interessi
    • maggiore supporto alle imprese, mettere in atto un piano di fondi europei
    • maggiore promozione alle imprese
    • maggiori opportunità di contatto con i clienti
    • messa a sistema di tutte le informazioni. Gli addetti al turismo devono essere i primi a convincersi che la Liguria è una terra meravigliosa
    • migliorarsi nei servizi in generale
  • 39. Fattore K Liguria Spazio Delphi e laboratorio delle idee con gli stakeholder del sistema turistico regionale Giuseppe Giaccardi Responsabile Tecnico Progetto Interregionale Fattore K
  • 40. Focus group allargato - spazio Delphi
    • Componente metodologica del Progetto Fattore K
      • luogo di ascolto e approfondimento di opinioni e proposte di soggetti istituzionali e tecnici che condividono problematiche e prospettive del sistema turistico regionale e partecipano scelte e sfide delle PMI di settore in modi e livelli diversi
    • Opportunità di trasferimento e confronto rispetto alle informazioni e alle indicazioni emerse dalle azioni Fattore K già svolte
    • Luogo di progettazione condivisa basato sull’intelligenza collettiva
    • Spazio tecnico per rielaborare e superare difficoltà di “clima relazionale” e di coesione di sistema
  • 41. Laboratorio delle Idee - item di confronto
    • Vissuto soggettivo di esperienza
    • Opinioni su
      • offerta turistica provinciale
      • congiuntura ed esigenze delle PMI
      • ruolo degli investimenti immateriali
    • Approfondimenti su
      • modelli organizzativi delle PMI
      • partnership
      • web e web 2.0
      • formazione
      • politiche territoriali, culturali e grandi eventi
      • marketing e commerciale
      • logistica e infrastrutture
      • credito e finanza
    ROMPERE GLI SCHEMI un’idea nuova per ciascuno
  • 42. GRAZIE DELL’ATTENZIONE Progetto, modello, elaborazioni, azioni e metodologia sono un prodotto originale dello Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione © All rights reserved, Alghero (SS), luglio 2009 www.fattorekappa.it EU - Italy - 48100 Ravenna via Cavour 3 - Tel/fax 0039 0544 1882804 EU - Italy - 07041 Alghero (SS) via Carlo Alberto 70 - Tel/fax 0039 079 983312 www.giaccardiassociati.it