La costituzione delle società per azioni.
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

La costituzione delle società per azioni.

on

  • 1,624 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,624
Views on SlideShare
1,513
Embed Views
111

Actions

Likes
1
Downloads
62
Comments
0

1 Embed 111

http://www.impresa-societa.com 111

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    La costituzione delle società per azioni. La costituzione delle società per azioni. Presentation Transcript

    • LA SOCIETÀ PER AZIONI UNITÀ 10 Prof. Diego Piselli corso di diritto commerciale a.a. 2013/2014 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO
    • LE NORME RELATIVE ALLE SOCIETÀ DI CAPITALI S.P.A.: artt. 2325-2451 c.c. 119 – 165 septies T.U.F. S.A.P.A.: artt. 2452 – 2461 c.c. S.R.L.: artt. 2462 – 2483 c.c.
    • DEFINIZIONE DI SOCIETÀ PER AZIONI La società per azioni è una società di capitali nella quale: a) per le obbligazioni sociali risponde soltanto la società col suo patrimonio (art. 2325, 1° comma); b) la partecipazione sociale è rappresentata da azioni (art. 2346, 1° comma).
    • CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELLA SOCIETÀ PER AZIONI  origine contrattuale ovvero unilaterale;  personalità giuridica;  responsabilità dei soci limitata al conferimento (2325 c.c.);  articolazione corporativa, con Organi dotati di specifiche competenze funzionali;  presenza di un sistema informativo obbligatorio sui risultati economici della società;  possibilità di mobilizzare le partecipazioni sociali attraverso l’incorporazione delle medesime in azioni rappresentate da titoli di credito ovvero da strumenti alternativi di “legittimazione e circolazione” (2346 c.c.).
    • LA RILEVANZA DELLA SOCIETÀ PER AZIONI  La società per azioni costituisce in origine lo strumento di tecnica giuridica destinato alla grande impresa, per la quale è particolarmente importante la possibilità di mobilizzare facilmente le partecipazioni societarie.  In realtà in Italia esistono anche società per azioni con pochi soci, destinate all’esercizio di imprese di non rilevanti dimensioni.  A tali società si contrappone un nucleo ristretto di società di grandi dimensioni, caratterizzate dalla presenza di molti soci, spesso disinteressati ai fatti gestionali
    • LE DIVERSE ESIGENZE DI TUTELA NELLE «DIVERSE» SOCIETÀ PER AZIONI  Nelle società di minori dimensioni i problemi di tutela si riferiscono alla protezione dei soci di minoranza e dei creditori sociali.  Per le società di maggiori dimensioni, che facciano ricorso al mercato per la raccolta del capitale di rischio, esiste anche l’esigenza di tutelare gli azionisti minori e il funzionamento del mercato.  In tali società, infatti, molti soci hanno partecipazioni sociali di entità modesta e non sono in grado di incidere sulla formazione della volontà degli Organi Sociali, con il rischio che la società possa essere egemonizzata da gruppi minoritari capaci di intervenire attivamente nelle assemblee e di instaurare relazioni privilegiate con gli amministratori.
    • L’EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA SULLE S.P.A. DOPO IL ‘42
    • LE PRINCIPALI NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL 2003  Netta differenziazione tra società per azioni e società a responsabilità limitata;  introduzione di una disciplina differenziata all’interno delle società per azioni in base al grado di apertura al mercato del capitale di rischio;  previsione di strumenti finanziari più elastici che favoriscano la raccolta del risparmio;  maggiore autonomia privata nella scelta fra tre diversi modelli di governance della società per azioni;  ridefinizione dei ruoli e dei compiti degli organi sociali;  disciplina dei gruppi societari, incentrata sull’attività di direzione e coordinamento;  rinnovamento della disciplina delle operazioni straordinarie (trasformazione di società di capitali in società di persone e viceversa, fusione e scissione).
    • LE «DIVERSE» S.P.A
    • IL CONCETTO DI «AZIONI DIFFUSE TRA IL PUBBLICO IN MISURA RILEVANTE»  Art. 111 disp. att. c.c.: La misura rilevante di cui all’art. 2325-bis è quella stabilita a norma dell’art. 116 TUF.  Art. 116 TUF. La Consob stabilisce con regolamento i criteri per individuare gli emittenti con strumenti finanziari diffusi.  Art. 2-bis reg. Consob 11971/1999: emittenti con almeno 200 azionisti diversi dai soci di controllo, che detengano complessivamente almeno il 5% del capitale sociale e che non possano avvalersi della facoltà di redazione del bilancio in forma abbreviata ovvero emittenti dotati di un patrimonio netto non inferiore a cinque milioni di euro e con un numero di obbligazionisti superiore a duecento.
    • LE REGOLE SPECIALI SULLE SOCIETÀ CHE FANNO RICORSO AL MERCATO DEL CAPITALE DI RISCHIO  Pubblicità dei patti parasociali (art. 2341-ter), disciplina diritto di voto delle azioni (art. 2351), acquisto di azioni proprie (art. 2357); convocazione dell’assemblea (art. 2366, 2367); quorum costitutivo delle assemblee (art. 2368 e 2369); rappresentanza in assemblea (art. 2372); legittimazione all’impugnazione delle deliberazioni assembleari (art. 2377); invalidità delle deliberazioni assembleari (art. 2379-ter); operazioni con parti correlate (art. 2391bis); legittimazione alla azione sociale di responsabilità (artt. 2393 e 2393bis); legittimazione alla denunzia al collegio sindacale (art. 2408); legittimazione alla denunzia al Tribunale (art. 2409); diritto di recesso (art. 2437); disciplina dell’aumento di capitale (art. 2440); disciplina della partecipazione al capitale dello Stato o di altri Enti Pubblici (art. 2449).
    • LA COSTITUZIONE DELLE SOCIETÀ PER AZIONI
    • LE DUE MODALITÀ DI COSTITUZIONE DELLE SOCIETÀ PER AZIONI Costituzione «simultanea» Costituzione «per pubblica sottoscrizione»
    • LA COSTITUZIONE PER PUBBLICA SOTTOSCRIZIONE (ARTT. 23332336)
    • LA COSTITUZIONE PER PUBBLICA SOTTOSCRIZIONE (ARTT. 2333-2336) Entro i 20 giorni successivi deve essere convocata l’assemblea dei sottoscrittori (art. 2335) L’assemblea dei sottoscrittori, tra l’altro, delibera: sul contenuto dell’atto costitutivo e dello statuto Sulla nomina degli amministratori, dei sindaci (e, se previsto, del revisore) Ogni sottoscrittore ha diritto ad un voto e l’assemblea delibera a maggioranza dei presenti. I presenti in assemblea stipulano l’atto costitutivo che va depositato per l’iscrizione nel registro delle imprese (art. 2336) 15
    • FORMA E CONTENUTO DELL’ATTO COSTITUTIVO  La società può essere costituita per contratto o per atto unilaterale.  L’atto costitutivo deve essere formato, a pena di nullità, per atto pubblico.  L’atto deve contenere le indicazioni previste dall’articolo 2328 c.c.  L’atto contiene le regole sul funzionamento degli organi della società, spesso contenute in un documento separato denominato «statuto»;  In caso di contrasto le clausole dello statuto prevalgono su quelle dell’atto costitutivo
    • PRINCIPALI INDICAZIONI PREVISTE DALL’ARTICOLO 2328 C.C.  cognome e nome o denominazione dei soci e degli eventuali promotori, nonché numero delle azioni assegnate a ciascuno di essi  benefici riservati a promotori e soci fondatori  attività che costituisce l’oggetto sociale;  ammontare del capitale sottoscritto e di quello versato;  numero ed eventuale valore nominale delle azioni;  valore attribuito ai crediti e beni conferiti in natura;  norme secondo le quali gli utili devono essere ripartiti (se si vuole modificare la disciplina legale;  sistema di amministrazione adottato («tradizionale», monistico o dualistico);  durata della società;  nomina dei primi amministratori e componenti dell’Organo di Controllo (Collegio Sindacale o Consiglio di Sorveglianza) e nomina del primo revisore contabile
    • L’OGGETTO SOCIALE  Nell’atto costitutivo va indicata l’attività che costituisce l’oggetto sociale.  Si deve indicare un’attività possibile, lecita e sufficientemente determinata.  Non è sufficiente un generico richiamo ad attività di un settore economico o di più settori economici.
    • LA DURATA DELLA SOCIETÀ PER AZIONI Prof. Diego Piselli - corso di diritto commerciale a.a. 2012/2013
    • COSTITUZIONE PER ATTO UNILATERALE
    • LA PUBBLICITÀ PREVISTA DALL’ARTICOLO 2362 C.C.  Quando le azioni risultano appartenere ad una sola persona o muta la persona dell'unico socio, gli amministratori devono depositare per l'iscrizione del registro delle imprese una dichiarazione contenente l'indicazione delle generalità dell'unico socio.  Quando si costituisce o ricostituisce la pluralità dei soci, gli amministratori ne devono depositare apposita dichiarazione per l'iscrizione nel registro delle imprese.  L'unico socio o colui che cessa di essere tale può provvedere alla pubblicità.  Le dichiarazioni degli amministratori devono essere depositate entro trenta giorni dall'iscrizione nel libro dei soci e devono indicare la data di iscrizione.
    • I CONTRATTI DELLA SOCIETÀ CON L’UNICO SOCIO
    • CONDIZIONI PER LA COSTITUZIONE DELLE S.P.A.
    • L’ISCRIZIONE NEL REGISTRO DELLE IMPRESE
    • LE FASI DELLA COSTITUZIONE DELLA SPA DAL PUNTO DI VISTA DELLA DOTAZIONE FINANZIARIA
    • LA SOCIETÀ PRIMA DELL’ISCRIZIONE NEL REGISTRO IMPRESE  Per le operazioni compiute in nome della società prima dell’iscrizione sono illimitatamente e solidalmente responsabili verso i terzi coloro che hanno agito.  Prima dell’iscrizione, le azioni non possono formare oggetto di sollecitazione all’investimento.  La società risponde automaticamente solo se per le obbligazioni conseguenti a operazioni compiute in suo nome e necessarie per la costituzione …  Se la s.p.a. non viene mai iscritta nei confronti dei terzi creditori sono responsabili soltanto coloro che hanno agito in nome della società e i promotori non hanno azione verso i sottoscrittori delle azioni per le spese sostenute per la costituzione della società.
    • LA NULLITÀ DELLA SOCIETÀ PER AZIONI  Prima della costituzione la nullità è regolata dalla disciplina generale della nullità dei contratti e degli atti unilaterali.  Dopo la costituzione la nullità può essere pronunciata solo nei casi previsti dall’articolo 2332 c.c.  Anche in tali casi le cause di nullità operano come cause di scioglimento della società, sono sanabili e non toccano l’attività già svolta.  Questo particolare regime è giustificato dall’esigenza di tutelare i terzi che sono entrati in rapporti obbligatori con una società per azioni iscritta nel Registro delle Imprese.
    • ARTICOLO 2332 C.C. E CAUSE DI NULLITÀ DELLA SOCIETÀ ISCRITTA
    • ART. 2332 C.C. E STATUTO GIURIDICO DELLA SOCIETÀ DICHIARATA NULLA  La dichiarazione di nullità non pregiudica l'efficacia degli atti compiuti in nome della società dopo l'iscrizione nel registro delle imprese.  I soci non sono liberati dall'obbligo di conferimento fino a quando non sono soddisfatti i creditori sociali.  La sentenza che dichiara la nullità nomina i liquidatori.  La nullità non può essere dichiarata quando la causa di essa è stata eliminata e di tale eliminazione è stata data pubblicità con iscrizione nel registro delle imprese.  Il dispositivo della sentenza che dichiara la nullità deve essere iscritto, a cura degli amministratori o dei liquidatori nominati nel registro delle imprese.