Facilitatore

408 views
337 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
408
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Facilitatore

  1. 1. Il Facilitatore Studio Boccanera Dottori Commercialisti, Revisori Contabili, Avvocati -Roma- www.studioboccanera.com venerdì 5 novembre 2010
  2. 2. Gli Italiani? Litigano troppo! Solo nel 2009 le cause pendenti sono arrivate a circa 5 milioni Dal 20 Marzo 2011 entra in vigore la Conciliazione obbligatoria per alcune categorie di controversie, tra le quali quelle relative a: 1) condominio 2) locazione 3) successioni ereditarie 4) risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti e da diffamazione a mezzo stampa o con altro mezzo di pubblicità. Da marzo 2011 saranno circa 1 milione le Conciliazioni da amministrare venerdì 5 novembre 2010
  3. 3. Conciliazione facilitata L’attesa mole di controversie dovrà essere gestita non con modalità tradizionali. Ma innovative. Fra queste una procedura con cui poter risolvere o prevenire le controversie, non ancora prevista dal legislatore, è la Conciliazione facilitata. Essa: 1) avviene in modalità quasi esclusivamente telematica 2) senza eccessivi spostamenti fisici, né di persone né di documenti 3) i tempi sono variabili, in funzione del valore dell’accordo, tra 1 e 30 giorni. venerdì 5 novembre 2010
  4. 4. Facilitatore Nella Conciliazione Facilitata figura fondamentale è il FACILITATORE o NEGOZIATORE di parte che: PROMUOVE LA CONCILIAZIONE ASSISTE LA PARTE quale negoziatore di fiducia INDIRIZZA i flussi di conciliazione all’organo di Conciliazione accreditato che più ritiene competente per la materia trattata E’ IL PUNTO DI RIFERIMENTO per i propri clienti e per la categoria professionale alla quale appartiene. venerdì 5 novembre 2010
  5. 5. Facilitatore/Conciliatore: quali differenze? Il Facilitatore opera come SVILUPPATORE delle basi dell’accordo in assistenza dei propri clienti, cercando soluzioni che mettano d’accordo le parti. Egli offre il proprio Studio e le connesse dotazioni informatiche come punto d’accesso alla remotizzazione della Conciliazione. Il Conciliatore, invece, opera come INDIRIZZO della Conciliazione solo DOPO che la stessa è stata attivata. venerdì 5 novembre 2010
  6. 6. Egli funge da TUTOR dei due o più Facilitatori di parte. Può lavorare simultaneamente (MULTITASKING) su più Conciliazioni da remoto. Il Facilitatore è l’innesco e il combustibile della Conciliazione. Il Conciliatore ne è il comburente. Il Conciliatore è il braciere e il comburente insieme. Facilitatore/Conciliatore: quali differenze? venerdì 5 novembre 2010
  7. 7. I Facilitatori presso il loro studio e il Conciliatore/Tutor, messo a disposizione dal Centro di Conciliazione, anche lui presso il proprio Studio, operano quasi ESCLUSIVAMENTE in modalità informatica in accesso Remoto attraverso: - scambio documentale in formato digitale , di tutti gli elementi della controversia - VIDEOCONFERENZA MULTIPLA Senza troppi spostamenti fisici delle parti né dei loro consulenti e neppure del Conciliatore, viene superato il limite fisico dell’ampiezza. Facilitatore: come opera per risolvere le controversie venerdì 5 novembre 2010
  8. 8. Una volta raggiunto l’accordo, il verbale dell’accordo finale è trasmesso e sottoscritto dalle parti e dai loro facilitatori mediante PEC (Posta Elettronica Certificata) , con o senza firma digitale, e possiede data certa di sottoscrizione. In alternativa, tale fase conclusiva può essere EFFICACEMENTE svolta presso il Centro di Conciliazione "de visu" tra TUTTE le parti. Solo in questa fase finale, le parti potrebbero incontrarsi di persona per formalizzare e sottoscrivere, insieme ai loro facilitatori e al conciliatore, il verbale di Accordo della Conciliazione presso il Centro. Facilitatore: come opera per risolvere le controversie venerdì 5 novembre 2010
  9. 9. Il Facilitatore può efficacemente operare EX-ANTE, ovvero prima che nasca la lite, quando se ne cominciano a manifestare i primi lievi sintomi e prodromi. In questo caso sono i FACILITATORI che operano in via PREVENTIVA , insieme alle parti di cui godono la fiducia, i CRASH-TEST dell'accordo, per verificarne la tenuta ed eventualmente migliorarla con opportuni interventi e suggerimenti. Facilitatore: come opera per prevenire le controversie venerdì 5 novembre 2010
  10. 10. PREVENIRE è meglio che Curare. venerdì 5 novembre 2010
  11. 11. Grazie dell’attenzione. www.studioboccanera.com venerdì 5 novembre 2010

×