Etna contratto di rete

  • 157 views
Uploaded on

 

More in: Marketing
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
157
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2

Actions

Shares
Downloads
1
Comments
2
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. CONTRATTO DI RETE TURISMO RELAZIONALE ESPERIENZA OLISTICA
  • 2. PRIMA DEL MARKETING, PRIMA DEL LOGO, ALLA RISCOPERTA DI UNA IDENTITA’ CONDIVISA. • LA NATURA E L’UOMO il rischio e la precarietà ma anche lo stupore provocati dal vulcano attivo più grande d’Europa (antropologia del rischio e dell’ambiente • L’UOMO E LA NATURA tradizioni, pratiche, sapere, prodotti e manufatti che raccontano l’antropizzazione di questa particolarissima “montagna” (etnografia, arti e tradizioni popolari) • GLI UOMINI TRA LORO il reticolo di interessi particolari e la loro risultante “etnea”, come laboratorio di governance a cielo aperto, stratificazione di intenzioni, contraddizioni e “progetti” pubblici, privati, collettivi ed individuali (antropologia politica) RISCHIO LA NATURA E L’UOMO ESPERIENZA L’UOMO E LA NATURA SVILUPPO GLI UOMINI TRA DI LORO
  • 3. IL CONTRATTO DI RETE Cos’è? Come si fa? • • • • Il contratto di rete è uno strumento di aggregazione delle imprese agile e flessibile, che permette di realizzare un’idea imprenditoriale comune agli imprenditori coinvolti, senza vincoli di distretto o comunque geografici e mantenendo in capo alle singole imprese partecipanti la propria autonomia giuridica ed aziendale Con il contratto di rete “più imprenditori perseguono lo scopo di accrescere, individualmente e collettivamente, la propria capacità innovativa e la propria competitività sul mercato” (art. 3, comma 4-ter, Decreto Legge n. 5/2009, convertito con legge n. 33/09) Il contratto di rete è uno strumento per l’economia globale: esso è stato concepito per consentire alle nostre imprese di ridurre il divario concorrenziale con le imprese di altri paesi • • • • • Atto pubblico, scrittura privata, autenticata da notaio o da altro pubblico ufficiale Iscrizione nella sezione del registro delle imprese presso cui è iscritto ciascun partecipante con la denominazione sociale di ogni partecipante, nonché la denominazione e la sede della rete Istituzione di un fondo patrimoniale comune Indicazione del programma di rete, degli obiettivi strategici di innovazione e innalzamento della capacità competitiva dei retisti e le modalità concordate fra gli stessi per misurare l’avanzamento verso tali obiettivi; la durata del contratto, le modalità di adesione di altri imprenditori le regole per l’assunzione delle decisioni dei partecipanti nonché, se il contratto prevede la modificabilità a maggioranza del programma di rete, le regole relative alle modalità di modifica del programma medesimo
  • 4. IL BANDO Contributi in favore di reti di imprese turistiche D.M. 8.1.2013 OGGETTO DEL BANDO • Promozione dei processi di integrazione tra le imprese turistiche (PMI) attraverso lo strumento delle reti di impresa • Partecipazione all’aggregazione di un numero minimo di 10 PMI di cui 80% imprese turistiche • Spese non inferiori a euro 400.000,00 (di cui 200.000,00 a fondo perduto, regime de minimins) • Iniziative volte alla riduzione dei costi delle imprese in rete (prenotazioni, logistica, amministrazione) • iniziative che migliorino la conoscenza del territorio a fini turistici • implementazione di iniziative di promocommercializzazione (social marketing) • creazione di pacchetti turistici innovativi • promozione sui mercati esteri (fiere e materiale promozionale) SCADENZE • • • • Costituirsi in Rete entro il 3 maggio 2014 Proposta inviata entro il 9 maggio 2014 I progetti dovranno essere conclusi entro quindici mesi dall’accettazione del documento di notifica di ammissione al contributo Potrà essere concessa una proroga per un periodo massimo di sei mesi per motivate e dimostrate ragioni connesse esclusivamente ad aspetti tecnici e realizzativi dei progetti
  • 5. IL BANDO Contributi in favore di reti di imprese turistiche D.M. 8.1.2013 COSA FINANZIA VALUTAZIONE • costi funzionali alla costituzione della rete (presentazione di fidejussioni, spese notarili e di registrazione, massimo 5% del contributo) • • costi per tecnologie e strumentazioni hardware e software • consulenza e assistenza tecnico-specialistica prestate da soggetti esterni per la redazione del programma di rete e sviluppo del progetto (massimo 10% del contributo) • costi per la promozione integrata sul territorio nazionale e per la promozione unitaria sui mercati internazionali, attraverso attività di promozione dell’ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo • costi per la comunicazione e la pubblicità • costi di formazione dei titolari d’azienda e del personale dipendente impiegato nelle attività di progetto (massimo 15% del contributo) • • • • numero dei soggetti che partecipano alla rete di impresa interregionalità dei progetti progetti miranti alla destagionalizzazione dei flussi turistici affidamento all’ENIT delle attività di promo-commercializzazione sui mercati internazionali utilizzo di tecnologie innovative di promocommercializzazione on line compatibili con il Portale Italia.it
  • 6. LA GOVERNANCE Una prima ipotesi… MANAGEMENT Manager di rete Assemblea retisti COMITATO SCIENTIFICO PRODOTTO TURISTICO PROMOZIONE CALENDARIO PARTNERSHIP SERVIZI
  • 7. LE OPPORTUNITA’ (alcune prime considerazioni) OFFERTA INTEGRATA FORTE IDENTITA’ PERCEPITA ALL’ESTERNO CRESCITA DELLA IDENTITA’ (CONSAPEVOLEZZA, SENSO DI RESPONSABILITA’) INTERNA OFFERTA AUMENTATA CONDIVISIONE (RIDUZIONE) DI COSTI FISSI I RISCHI COMPLESSITA’ PROCESSO DECISIONALE COMPLESSITA’ DI GESTIONE OPPOSIZIONE DA PARTE DI CHI NON E’ DENTRO TEMPI LUNGHI PER FARE LE COSE