Il paese di gesu

7,316 views

Published on

l'ambiente di vita diel fanciullo Gesù

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
7,316
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
694
Actions
Shares
0
Downloads
56
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Il paese di gesu

  1. 1. Il Paese di Gesù
  2. 2. Ambiente naturale
  3. 3. La Palestina ha una grande varietà di paesaggi: coltivazioni
  4. 4. La vegetazione è rigogliosa solo intorno alle sorgenti o oasi ed è di tipo mediterraneo. Le piante più comuni sono: balsamo (resina odorosa)
  5. 5. issopo (usato per le aspersioni rituali) cinnamomo (usato per produrre profumi)
  6. 6. montagne
  7. 7. deserti
  8. 8. DESERTO :  simbolo dell’assenza di ogni benedizione di Dio;  luogo di morte e regno di spiriti maligni.
  9. 9. Ambiente storico e culturale
  10. 10. La Palestina, al tempo di Gesù, era sotto il dominio romano da più di ½ sec. ed il popolo di Israele aspettava la liberazione da questo dominio.
  11. 11. Discendente del re Davide e scelto da Dio stesso. Verrà sulla terra ad instaurare un tempo senza ingiustizie, un tempo di pace definitiva tra gli uomini. Attesa del (= unto), cioè colui che era ufficialmente investito dal ruolo di liberatore secondo volontà di Dio. MESSIA
  12. 12. La società ebraica ai tempi di Gesù La società ebraica ai tempi di Gesù
  13. 13. Vari erano i gruppi di persone presenti nella società del popolo di Israele: POVERI: in Samaria e Giudea, contadini e pastori erano al servizio dei latifondisti e vivevano in condizioni di maggio povertà e umiliazione rispetto alla Galilea.
  14. 14. ARTIGIANI e MERCANTI: erano i lavori fonte di guadagno, al contrario del lavoro intellettuale.
  15. 15. DONNE: in pubblico dovevano essere velate; in casa erano soggette ai mariti, ma nelle faccende domestiche avevano l’iniziativa.
  16. 16. STRANIERI: erano guardati con sospetto perché fonte di pericolo per la purezza della cultura e della religione. Erano di 3 tipi: NOKRI: viaggiatori, turisti e commercianti; ospitati e protetti, ma non ammessi nel Tempio né alla cena pasquale.
  17. 17. GER: lavoratori immi- grati con le famiglie; Potevano assimilarsi alla gente del posto e goderne il rispetto. ZAR: straniero residente, ma ostile.
  18. 18. PUBBLICANI: riscuotevano tributi per conto dei romani. Erano ritualmente impuri (perché a contatto coi pagani) e odiati dagli ebrei (perché collaboratori dei romani, e ladri).
  19. 19. SCRIBI: lavoravano per assicurarsi da vivere, ma il resto del tempo lo dedicavano allo studio e all’insegnamento della Bibbia (“ rabbì ” o “ dottori della Legge ”). Avevano una grande influenza sul popolo.
  20. 20. FARISEI: (=i separati) Osservanza meticolosa della Legge; credevano nella vita dopo la morte; netta opposizione a romani e sadducei.
  21. 21. SADDUCEI: gruppo più potente; ricchi latifondisti di famiglia sacerdotale. Vi apparte-neva il Sommo Sacerdote (capo del Sinedrio e quindi massima autorità); non credevano nell’aldilà e collaboravano con i romani.

×